The MORO Files, Gero Grassi: 5 – OMICIDIO DI STATO

#theMOROfiles Il Parlamentare Gero Grassi, grande esperto del caso Moro e conoscente personale del Presidente ucciso, promotore e membro della Commissione d’indagine Parlamentare “Moro 2” conclusa il 13 dicembre 2017, racconta in 5 appuntamenti su Byoblu la verità giudiziaria sull’evento terroristico più importante della storia d’Italia.

Chi ha le bobine di Aldo Moro? Come mai vengono ancora tenute nascoste?
Dal ritrovamento del suo cadavere nella R4 rossa, in via Caetani, fino alle indagini del Generale Dalla Chiesa e all’anomalia del “memoriale Moro”, in quest’ultimo appuntamento con Gero Grassi e con #theMOROfiles riviviamo le ultime ore di vita del Presidente della DC ed i quarant’anni di indagini che hanno seguito quei momenti, dimostrando come la realtà dei fatti smentisca del tutto la verità di comodo che – ancora oggi – viene propagandata attraverso i media di regime.

“La verità è rivoluzionaria. aiuta a essere coraggiosi” [Aldo Moro]

Citando le parole di Gero Grassi, “La morte di Moro non è l’omicidio di una persona soltanto, ma di un’idea di Stato e di mondo. Moro non è stato ucciso solo quel 9 maggio: viene ucciso ogni qualvolta, a tutti i livelli, dalle sedi pubbliche a quelle private ed anche a quelle istituzionali, non si ha il coraggio di ricordare che quest’uomo venne assassinato da quelli che per quarant’anni hanno oscurato la verità ingiustamente. Parliamo di organi dello Stato che si sono preoccupati di chiudere la stagione del terrorismo con una verità, da raccontare agli italiani, che non esponesse il paese al disamore verso la giustizia e verso la verità, preferendo quella “possibile” a quella… “vera”.Quarant’anni fa esatti gli uomini della scorta di Aldo Moro venivano trucidati in via Fani. Si conclude oggi su Byoblu il percorso in 5 puntate nel quale Gero Grassi racconta Aldo Moro, senza censure, dall’uomo, al politico, alla vittima. Qui la playlist con tutte le puntate: 

 

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Complimenti all’on Grasso, anche sotto l’aspetto della narrativa! Files o la stessa “agenda rossa” del giudice Borsellino sono il “marchio di fabbrica” del sistema post bellico… della colonia Italia, che ha fortuna-sfortuna di avere una posizione strategica naturale, al centro del Mediterraneo, una sorta dì portaerei… altro che “stivale”. Mi sarebbe piaciuto farle qualche domanda del tipo; perché Dalla Chiesa era in possesso e custodiva quella documentazione ? come l’aveva ottenuta e perché non la consegnò alla magistratura?Ps il pd poi, é sprofondato proprio perché in difetto di persone in gamba come lei. Le auguro di cuore buon lavoro!

  • E te pareva se non doveva rovinare tutto con il ritornello “scappano dalla fame e dalle guerra”, che è un discorso che non c’entra assolutamente nulla con Moro.

Top

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo accettato l'utilizzo dei cookie. Leggi tutto ...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi