La fine della pubblicità.

La pubblicità funziona al contrario di come dovrebbe. Le aziende contattano un personaggio e lo pagano per raccomandare un prodotto. L’unico motivo per cui il testimonial finge di adorare il prodotto sono i soldi. Tanti soldi. Giuda si prese solo trenta denari ed ebbe il buon gusto di impiccarsi. Claudio Lippi invece sponsorizza con un sorriso a 64 denti una linea di credito al consumo per i pensionati. E non si impicca. Hanno già indebitato tutta la nostra generazione, ora vogliono spennare anche il nonno.


Guarda il video su YouTube

I testimonials degli spot sono in conflitto di interessi per definizione. Sono intrinsecamente corrotti. Ti tendono il palmo aperto di una mano, chiedendoti ti fidi di me? mentre con l’altra prendono la mazzetta alla luce del sole. Il lato agghiacciante è che noi ci fidiamo. Sappiamo che è per finta, ma ci fidiamo perchè tutto quello che esce da quella scatola colorata è reale. Siamo in una società di papà buoni che ci prendono per mano, rassicurandoci, spingendoci a consumare mentre le nostre tasche si alleggeriscono e le loro si riempiono. I prodotti costano dieci, mille volte di più. Bisogna rientrare dei costi promozionali. Milioni di euro che non sono le aziende a pagare, non li pagano i media che affittano costosissimi angoli cottura mediatici a prezzi da usura. Tanto meno li pagano i tele delatori a contratto. Li paghiamo noi.

La pubblicità deve cambiare. Deve nascere la pubblicità 2.0. Deve funzionare esattamente al contrario, cioè nella maniera giusta. La gente deve scrivere, raccontare, promozionare pubblicamente quali sono gli oggetti, le marche, i prodotti che utilizza abitualmente. Lo deve fare non perchè questi beni/servizi beneficiano di campagne promozionali da PIL di un paese del terzo mondo, ma perchè sono migliori. Le aziende devono reinvestire le risorse che non spendono in dissanguanti telelavande mentali. Per costruire e vendere prodotti migliori. Per assumere. Creare posti di lavoro.

Al posto degli spot bisogna stampare e distribuire il Gazzettino degli oggetti e dei servizi, pubblicazione periodica dove si da notizia di nuovi prodotti, descritti in base alle loro caratteristiche reali. Non vogliamo più tette e capelli biondi sugli spot delle utilitarie. Non vogliamo più modelle con telefonini in mano. Non vogliamo più essere convinti a fare qualcosa dal messaggio subliminale sotteso da ogni spot: comprati questo e scoperai anche tu.

Vogliamo solo quello che ci serve e lo vogliamo ad un costo sostenibile.
I creativi, abili manipolatori esperti di psicologia e programmazione neurolinguistica, che non producono nulla di concreto ed utilizzabile, i professionisti della menzogna, devono smetterla di prenderci per il culo e cercarsi un lavoro vero. Accogliamoli in un centro di riabilitazione per malati affetti da Pseudologia Fantastica

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

121 risposte a La fine della pubblicità.

  • 107

    con quello non si ottiene nulla, senza contare che sono posizioni violente, comunque perdenti da qualsiasi punto di vista le si veda.Ci sono mezzi meno cruenti e più efficaci.Ritirare collettivamente i risparmi, per esempio.

  • 106

    Ma uno come fa a sapere che una persona che raccomanda il prodotto non viene pagata per dirlo? Come si fa a essere certi che quella persona che sta parlandodice la verità o no? Il problema della credibilità torna sempre, non lo risolvi…

  • 105

    quindi in teoria i facinorosi del g8 di genova del 2001 che davano fuoco all esterno delle banche,non erano poi tanto lontano dalla “ragione”?! oggi bisogna bruciare i banchieri prima che loro brucino tutti noi!

  • 104

    Grande!

  • 103

    geniale

  • 102

    comprati questo,e scoperai anche tuLOL anzi SOB

  • 101

    Dimenticavo: credo sia possibile diffondere due antidoti contro la pubblicità:1) il messaggio segreto sotto ogni pubblicità è: “non puoi più vivere bene senza questo prodotto: ne hai bisogno”. No. Io non ho nuovi bisogni. Passo già abbastanza tempo a risolvere i vecchi bisogni.2) Gustarsi le cose. Mangiare lentamente. Gustarsi le cose che abbiamo. Aggiustiamo quello che si rompe. Leggiamo le istruzioni. Solo le cose da frigo scadono, gli oggetti in genere no, i libri, le cose elettroniche, meccaniche. Usiamole con cura e ripariamole. Se io mi gusto e uso a fondo e VIVO quello che ho, desidererò meno, e sarò + felice. Non mi lascerò dire da uno che il mio cell, il mio PC, la mia macchina non mi può più rendere felice perché manca di qualcosa. Io voglio gustarmeli finché non cadono a pezzi come l’auto dei Blues Brothers.Ciao M

  • 100
    mariella

    Laura, sono d’accordo con te sul fatto che è molto più grave quando i telegiornali fanno pubblicità mascherata da notizia. Non concordo sul fatto che le persone siano in grado di “difendersi” soprattutto i più deboli in particolare i bambini che assorbono tutto e imitano tutto. Sono stati recentemente scoperti dei meccanismi cerebrali che spiegano come possiamo essere condizionati vedi:http://www.torinoscienza.it/dossier/apri?obj_id=12025

  • 99

    a volte i marchi non pagano in soldi ma con i loro prodotti, e poi esempio la mediaset li rivende in grandi magazzini

  • 98

    Il sistema così come lo conosciamo COLLASSERA’ su se stesso. Il motto delle imprese oggi è l’innovazione continua:un cane che si morde la coda. In pratica se non vuoi uscire dal mercato devi proporre sempre prodotti nuovi e supportarli con la pubblicità. (Ci fate caso che non tutti i prodotti sono pubblicizzati… è un costo neccessario solo in settori “instabili”). Così ecco l’anomalia:il cell. lo cambi sempre, la tv nuova è subito vecchia,idem pc, scarpe,vestiti(moda?!)…compracompracompra…

  • 97

    Dimenticavo: credo sia possibile diffondere due antidoti contro la pubblicità:1) il messaggio segreto sotto ogni pubblicità è: “non puoi più vivere bene senza questo prodotto: ne hai bisogno”. No. Io non ho nuovi bisogni. Passo già abbastanza tempo a risolvere i vecchi bisogni.2) Gustarsi le cose. Mangiare lentamente. Gustarsi le cose che abbiamo. Aggiustiamo quello che si rompe. Leggiamo le istruzioni. Solo le cose da frigo scadono, gli oggetti in genere no, i libri, le cose elettroniche, meccaniche. Usiamole con cura e ripariamole. Se io mi gusto e uso a fondo e VIVO quello che ho, desidererò meno, e sarò + felice. Non mi lascerò dire da uno che il mio cell, il mio PC, la mia macchina non mi può più rendere felice perché manca di qualcosa. Io voglio gustarmeli finché non cadono a pezzi come l’auto dei Blues Brothers.Ciao M

  • 96

    complimenti questo video è proprio bello!

  • 95

    Ciao, mi chiamo Laura e sono una creativa, una designer della comuncazione. Premetto che nel mio lavoro la pubblicità è ciò che mi piace meno, preferisco lavorare in rete. Bisogna anche dire che la pubblicità è la punta di un iceberg, sotto l’acqua ci sono il marketing e l’economia. Detto questo mi sembra assurdo demonizzare la pubblicità che in realtà è apertamente falsa e palesemente tendenziosa. A parte il fatto che ritengo le persone in grado di “difendersi” da ciò che è un messaggio chiaro ed esplicito di promozione di un prodotto, trovo molto più grave che sia un telegiornale a dare input di acquisto o a promuovere determinati atteggiamenti o consumi, semplicemente perché é subdolo. Inoltre ci sono pubblicità e pubblicità, a volte sono divertenti e ci fanno sorridere. Pensate al Carosello: se oggi siamo intolleranti non è certo perché si tratta di una cosa nuova, è che è fatta peggio ed è tartassante. C’è poco spazio qui per fare un discorso ben articolato su questo argomento, ma spero di avervi dato almeno degli spunti di riflessione.

  • 94

    Dimenticavo: credo sia possibile diffondere due antidoti contro la pubblicità:1) il messaggio segreto sotto ogni pubblicità è: “non puoi più vivere bene senza questo prodotto: ne hai bisogno”. No. Io non ho nuovi bisogni. Passo già abbastanza tempo a risolvere i vecchi bisogni.2) Gustarsi le cose. Mangiare lentamente. Gustarsi le cose che abbiamo. Aggiustiamo quello che si rompe. Leggiamo le istruzioni. Solo le cose da frigo scadono, gli oggetti in genere no, i libri, le cose elettroniche, meccaniche. Usiamole con cura e ripariamole. Se io mi gusto e uso a fondo e VIVO quello che ho, desidererò meno, e sarò + felice. Non mi lascerò dire da uno che il mio cell, il mio PC, la mia macchina non mi può più rendere felice perché manca di qualcosa. Io voglio gustarmeli finché non cadono a pezzi come l’auto dei Blues Brothers.Ciao M

  • 93

    Bellissimo video!

  • 92

    Ciao !Ti scrivo perché mi hai colpito.Sono iscritto ai tuoi video su Utube.Sono d’accordo con gli argomenti che tratti, fai un lavoro encomiabile.Ma mi viene un brivido molte volte che fai una proposta.Ad esempio per la pubblicità un gazzettino con i nuovi prodotti, nuovi sistemi di comunicazione, un telegiornale diverso fatto dagli utenti, sono tutte idee meravigliose.Ti vorrei dire però che trovo tutta questa cosa un po’ pericolosa.Primo, perché Utube è un canale difficile da gestire, all’inizio compaiono i commenti di quelli che sono d’accordo, poi quelli che non lo sono, poi i botta e risposta e le offese, poi i saluti e gli scherzi tra amici, intervallati da quelli che si mettono in mostra su un canale molto visitato.Si rischia che molto fumo copra l’arrosto.Poi, in un attimo se spari una c**zata ti giochi tutta la credibilità.Per esempio se un comico prendesse in giro il piglio serio e drammatico con cui commenti i tuoi video, in un attimo devierebbe l’attenzione (che è peggio che distoglierla) dagli argomenti trattati.Anch’io spesso mi accorgo di questa distrazione latente, da un lato tu che parli, dall’altro la musica che talvolta giustamente drammatizza, altre volte distrae.Te lo dico da musicista e quindi forse il mio parere è di parte perché sono facilmente distraibile dalla musica.Inoltre, parli di voler coinvolgere, ma purtroppo penso che farai fatica a coinvolgere con una credibilità costruita esclusivamente su utube.Vedila un attimo dal nostro punto di vista di visitatori. Chi è questo tipo con un bel timbro di voce, la faccia da buono e simpatica, che snocciola argomenti largamente condivisibili e contro la corrente mediatica ?Per noi potresti essere anche un distrattore di massa, uno che prima o poi si farà corrompere, uno messo lì dalle multinazionali o proprio da Berlusca per convogliare in un nulla di fatto le energie negative che covano e brontolano nella popolazione italiana.Non penso queste cose, anzi penso che tu sia onesto e coraggioso, ma chiunque potrebbe pensare male di te perché non parti da una credibilità esistente.Non credo che la gente possa credere ad una credibilità nata solo su internet perché nell’immaginario di molti internet ha l’impatto di una televendita.Proprio per il meccanismo pubblicitario che tu denunci e ormai radicato nella testa della gente, se non c’è un personaggio credibile a fare una cosa così, non può diffondersi come ipotizzi tu.Se fosse stato, ad esempio uno Iacopo Fo, un Alessandro Sortino, o un qualunque personaggio scomodo ma coerente e credibile, a fare una cosa come te, sarebbe stato comunque screditato o ignorato dai grandi media ma avrebbe fatto un botto su internet.Come ha fatto per esempio Beppe Grillo che ha fatto il passaggio comicità => comicità di denuncia (acquisendo credibilità) => denuncia al posto della comicità (rinunciando anche a comparire in tv) => impegno (vogliamo chiamarlo sociale ?).Per questo lui ora è credibile, molto visitato e molto seguito, al punto da poter organizzare i vday.Quando guardo i tuoi video, provo come al solito ribrezzo sugli argomenti che ormai sono abituato a vedere (solo su internet, ovviamente, o al massimo a report o ad Annozero), ma poi, provo un sentimento contraddittorio, che sta in mezzo tra:”cacchio ha ragione, non l’avevo mai vista da qst punto di vista””speriamo che qst video lo vedano tutti” (e lo inoltro)”questo mi inquieta ma non vedo soluzioni””la soluzione di byoblu è interessante””prima o poi succede qualcosa tipo gli bloccano l’accesso a internet””prima o poi si interessa a lui qualcuno che lo corrompe, oscura, intimidisce””utopie””speriamo che si muova qualcosa”.Insomma sono un po’ tirato tra vari sentimenti.Non sono d’accordo con te su un punto.Penso che il sistema che c’è non vada completamente sovvertito.Sono d’accordo che bisogna metterci a capo persone degne, ma realizzato questo il sistema è buono.Nei sistemi che proponi tu non vedo molto autocontrollo, li vedo facilmente attaccabili e corrompibili, facilmente squilibrabili.Ad esempio se tu adesso metti su uno staff, e nel tuo staff ci sono persone capaci e che sanno parlare, organizzare e pensare, ti troverai da un lato che vengono fuori idee che non condividi, e dall’altro creerai inevitabilmente distanza dalla gente.Come pensi di risolverlo ? Come puoi ascoltare tutti ? Come puoi dare delle priorità ?Hai bisogno di un sistema di governo sin da adesso.Se lo crei tu, che non so quanto sia dentro le dinamiche di come si crea un’ipotesi di governo e di stato, devi fare una gran fatica, e basta che non conosci una sola dinamica di “come vanno queste cose”, che la tua idea generale traballa tutta, se no ti affidi a chi sa fare, che però non necessariamente ha ideali forti e retti e puri come i tuoi !Quindi ti chiedo: tu vuoi fare qualcosa, dicci in un video cos’è, come intendi fare, e soprattutto cosa vorresti fare e come vuoi organizzarti nel caso tu faccia effettivamente il botto, e realizzi diciamo una visibilità come il sito di beppe grillo.Penso che tanti prima di appoggiarti vogliano sentirsi dire queste cose.Con affetto, bravo !Mario Lipparini (arpista)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>