Il chip RFID? Lo invocheremo a gran voce!

E’ il 14 luglio 2008. I milanesi serrano le file. Ma non è per chiedere di sfollare l’ennesimo campo nomadi, no. Stranamente è per farvi muro intorno. Dicono che se Maroni vuole prendere le impronte digitali ai bambini rom, allora deve cominciare prima di tutto da loro, dagli italiani!

 

Da Strasburgo, gli europarlamentari tuonano: nessuna politica discriminatoria nei confronti di un’etnia. Certo, perchè il Trattato di Lisbona, che l’Italia ha ratificato di soppiatto mercoledì scorso, all’Articolo II-81 recita: ”
1. È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l’origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l’appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, la disabilità, l’età o l’orientamento sessuale.
2. Nell’ambito d’applicazione della Costituzione e fatte salve disposizioni specifiche in essa contenute, è vietata qualsiasi discriminazione in base alla nazionalità.
“.

Possibile che i nostri politici dilettanti non lo sapessero? improbabile. E’ molto più realistico che stessero cercando un modo per far passare la schedatura integrale e volontaria di tutti i cittadini. Posto di fronte alla scelta tra avallare la discriminazione etnica oppure ergersi a difensore dei deboli, il popolo non ha esitato. Al grido di “e adesso schedateci tutti!” si è messo ordinatamente in fila dietro al pifferaio magico. Che cosa commovente! Del resto, se è il popolo a volerlo.. chi è il Governo per opporsi al volere della piazza? Che schedatura sia, dunque, per tutti! Nel 2010.

La cosa divertente è che penseremo sia stata una nostra scelta.

 

Presto arriverà il chip RFID sottopelle e, statene pur certi, troveranno il modo di farcelo invocare a gran voce.

Nel frattempo, mi scrive Michele Di Mauro del Progetto Nazionale Prometeo Campano, che martedì 29 luglio organizza un evento in piazza Dante, a Napoli, alle nove.
Di seguito il testo dell’appello e i volantini da stampare.

Identifichiamoci!
Martedì, 29 luglio 2008. Napoli. Piazza Dante. Ore 9.00

Siamo proprio sicuri che l’emergenza sia prenderci le impronte? Identifichiamoci! Guardiamoci in faccia l’un l’altro e scopriamo cosa ci rende uguali e cosa ci rende
diversi. Soprattutto, diamoci da fare affinché ciò che ci rende diversi sia una ricchezza, e non un motivo di paura e divisione. Ci vuole solo il coraggio di mettere per un istante in dubbio il fatto che si possa esser delinquenti solo perché appartenenti ad un’etnia. In fondo anche noi italiani non avevamo una buona nomea quando, nel secondo dopoguerra, emigravamo in massa negli Stati Uniti!

I media asserviti ai partiti politici si sono adoperati con tutte le loro forze per farci credere che l’emergenza sicurezza nel nostro Paese sia causata dagli uomini e dalle donne che fuggono da paesi disastrati in cerca
di una speranza di vita in Italia, una nazione che ha sempre avuto, fra i suoi valori, quelli dell’accoglienza e dell’apertura alla diversità, specialmente nel Mezzogiorno.

Abbiamo organizzato questo evento perché siamo convinti che i veri delinquenti nel nostro Paese siano coloro i quali non garantiscono la sicurezza sui luoghi di lavoro; coloro i quali spolpano le aziende e
mandano per strada le famiglie dei lavoratori, cavandosela con leggi ad personam, prescrizioni, depenalizzazioni e liquidazioni milionarie. I veri nemici della nostra sicurezza sono quei politici disposti a sfasciare l’intera macchina della Giustizia per garantirsi l’impunità perpetua. Quegli impresari che costruiscono inceneritori, che sversano rifiuti tossici nelle nostre campagne. Le impronte bisogna cominciare a prenderle ai delinquenti miliardari delle istituzioni e della borsa!
Non ci stiamo a sottomettere la nostra intelligenza, la nostra dignità e quella di chi vive in una situazione di disagio, a provvedimenti razziali, quali prendere le impronte ai bambini Rom e l’aggravante razziale, ovvero una pena maggiore per i crimini commessi dagli stranieri. Simili azioni non differiscono, concettualmente, dall’uso di tatuare il numero di matricola agli ebrei nella Germania nazista. Noi cittadini abbiamo deciso da noi stessi di non aspettare il 2010, come previsto
dal governo, e di identificarci oggi, per dare l’esempio. Ci identifichiamo guardandoci negli occhi, ascoltandoci reciprocamente, conoscendoci e rispettandoci.
È insieme agli altri, non contro gli altri, che vogliamo costruire legalità e percezione della sicurezza!

Ecco alcuni dati sull’azione di governo in materia di sicurezza pubblica:

Processi bloccati: ottenuta l’impunità per le alte cariche dello stato, il governo ha previsto che la norma bloccherà alcuni processi per reati commessi prima del giugno 2006, i quali potranno essere rinviati di un anno e sei mesi.

Tagli di fondi: 1 miliardo di euro in meno per il Ministero della Difesa, 700 milioni in meno per l’Interno e 60 milioni in meno per la Giustizia. Vale a dire che saranno messi in crisi i commissariati e le volanti, senza carburanti e manutenzione. L’organico delle forze dell’ordine, già deficiente di 9000
uomini, verrà decurtato di altre 7000 unità, per un deficit totale di 15000 uomini. Tagli sono stati effettuati anche per la manutenzione delle carceri.

Riduzione di un terzo della pena: per i reati con pene previste sotto i sette anni e mezzo (stupri, rapine, spaccio di droga ecc.) è prevista la possibilità di patteggiare fino ad un terzo della pena, anche se il processo è già cominciato. Ciò vale una riduzione a cinque anni, che per i reati beneficiari
dell’indulto scende a due anni, con i quali si è affidati ai servizi sociali. Il giudice in questo modo non formulerà neanche le motivazioni del verdetto di colpevolezza.

Allegati

Opuscolo Identifichiamoci

Stampa il volantino

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

52 risposte a Il chip RFID? Lo invocheremo a gran voce!

  • 45

    Anche al mio ragazzo, che non ha fatto il militare, ma è obiettore di coscienza … hanno preso le impronte!!Comunque se posso dire la mia, la logica militare è strettamente gerarchica, tende al controllo e all’annullamento dell’individuo. Proprio una vera deriva orwelliana!! e quindi si capisce perché lì prendono le impronte e si capisce anche perché io non ho mai sopportato la vista di 100 uomini che si muovono tutti insieme all’ordine schietto di qualcuno. Forse sarà, che invece a me piace molto dire la mia… anche a costo di esser sempre dalla parte del NO. Una democrazia dove la maggioranza ha l’assoluta libertà di legiferare, non è una democrazia. Se la minoranza, se l’opposizione cede lo spazio al governo per fare le sue leggi … è una democrazia mancata!

  • 44

    chi ci governa presto diventerà chi ci impera…non permettiamo tutto ciò!!!!!!!!!!!!

  • 43
    rebecca

    tu hai fatto la naja,eri un militare, e come tale nn eri più, in quei momenti, un cittadino qualunque.per cui le impronte avevano un loro significato.Ma io, cittadina italiana, rispettosa della legge, che paga le tasse, senza omettere un centesimo,perchè devo vedere le mie impronte digitali sul mio documento d’identità?Cui prodest??A chi giova, a chi interessa??io non sono aprioristicamente dalla parte del si o del no alle decisioni del governo,io ragiono con la MIA testa, e se qualcosa secondo me non va o non mi piace non mi faccio condizionare da NESSUNO, e dico la mia !! A parte il fatto che anche parte dell’opposizione è favorevole al rilevamento delle impronte a tutti gli italiani…per me questa è l’ennesima porcata!

  • 42

    chi ci governa presto diventerà chi ci impera…non permettiamo tutto ciò!!!!!!!!!!!!

  • 41

    Scusami tantissimo ma:”tu hai fatto la naja,eri un militare, e come tale nn eri più, in quei momenti, un cittadino qualunque.”Dai ragazze la naja che si è fatta fino al 1998 circa non si può definire servizio di leva, tra skerzi, canne, e zingarate alle 3 del mattino con fuga dalla caserma e gita in discotecha.Parlare di annullamento dell’individuo mi sembra un pochino esagerato.Ritornando sul tema: la paura di un governo di destra che possa arrivare a fare una legge tale percui siamo tutti skedati e quindi papabili di ingiustizie, è abbastanza fondata ma… c’è sempre la rivoluzione.Pensate che a Praga ci furono ben due defenestrazioni.Ratatatata Ratatatat Ratatat Ratata Ratatata Ratata…Tanto io il militare l’ho fatto! :-)

  • 40
    emanuele rieti

    Intanto ci prendono le impronte, poi ci faranno votare pigiando un tasto e associeranno il nostro voto ad una impronta…..

  • 39

    Ecco cosa siamo. Impronte. Tracce.Cerchiamo di reagire alla nostra scomparsa, ma è da tempo che non ci siamo più. Oggetto di statistiche che fanno della nostra esistenza una probabilità. Siamo come le tracce dei neutrini in un laboratorio di fisica quantistica. Esisteranno? Non esisteranno?L’elettore, il consumatore, l’utente… sono ancora persone? Secondo me viviamo una condizione disumana che neanche sentiamo più, anestetizzati da anni di de-realizzazione ad opera dei media.Quanto alla questione di avere un’identità, è qualcosa che può interessare solo un potere paranoico e poliziesco. A me non interessa per niente. Lasciatemi in pace. Se devo scomparire, scompaio a modo mio. Senza impronte e tracce. Stacco tutto, faccio l’uomo disconnesso e mando tutto e tutti a quel paese. Non avranno il mio dito “digitale”. Il dito è mio, in carne ed ossa e resta sulla mia mano, senza campionamento digitale… mistero insondabile di carne, muscoli, elettricità ed ossa.E avrei un posto da suggerire loro per dove collocarsi eventualmente il chip…

  • 38

    rindario… complimenti… sei appena stato schedato ;)

  • 37

    Davide, sono d’accordo sul fatto che l’immigrazione vada controllata e gestita. Ma credo anche che le impronte digitali siano la soluzione più semplice, e come spesso accade per le strade troppo facili, anche la più inutile o addirittura dannosa. Per reprimere la criminalità basta non togliere la benzina allle forze di polizia o non sovrappesare le denunce di inutili burocrazie. Che siano stranieri o italiani sempre criminali sono! tutti dovrebbero esser puniti allo stesso modo (a questo punto si possono anche prendere le impronte). Come dice Rebecca più sopra, le impronte una volta venivano prese soltanto a coloro che avevano compiuto reati! La presunzione di innocenza è un diritto di tutti! Dimostrare la nostra onestà è un’accusa indiretta, sostenuta da un numero di prove o fatti pari a zero!!!

  • 36

    Caro emiliano Bruno, mi è arrivata la tua mail e spero di trovare un pò di tempo per leggerla con calma e la dovuta attenzione. Nel frattempo sarò lieta di ricevere tue ulteriori e-mail. Non so se sia una questione di server o altro, ma ultimamente ho qualche problema nel leggere la posta…Un salutoNadia

  • 35

    Non vedo il problema impronte, almeno per noi maschietti: abbiamo fatto tutti la visita militare, almeno fino a qualche anno fa, no?Le hanno tutte le nostre impronte, da sempre… il guaio è che poi non le usano, non hanno quei mezzi scientifici infallibili che paventano i telefilms alla CSI, in cui rilevano un quarto di impronta vecchia di 4 anni e inserita nell’AFIS nel giro di un quarto d’ora il sospetto è agli arresti. Non ce la possono fare. L’identificazione di impronta necessita un’impronta INTEGRALE, recente e parecchie ore di ricerca incrociata prima di poter emettere anche solo un mandato di perquisizione.A che cavolo gli serve schedare le impronte dei rom che non possono essere rintracciati anche al momento di un accertamento? Dove lo vai a cercare un rom di cui hai rilevato un’impronta sul luogo di un reato?E’ solo l’ennesima pagliacciata da campagna elettorale, LO VOGLIAMO CAPIRE, italiani?

  • 34

    chi ci governa presto diventerà chi ci impera…non permettiamo tutto ciò!!!!!!!!!!!!

  • 33
    rindario

    si inzia sul serio, eccoci registrati.Ciao

  • 32

    ECCO!! ADESSO HO ANCHE IO UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO!! ;-)

  • 31
    Alessandro

    Schedare le impronte serve a chi desidera sapere cosa votiamo. Una scansione delle schede elettorali porta al riconoscimento del votante. Bello no? Ora parliamo del DNA, grazie allo sviluppo della Genetica potranno creare virus ad Hoc per ammazzare le persone senza nemmeno doverle cercare, un bel aerosol in zona e via. Oppure, sarà possibile ammazzare intere etnie senza doverli snidare da casa e ammazzarli. Arriverà l’eugenetica più forte che mai, e saranno davvero c…i amari per tutti. E poi… i dati finiscono in mani che fino ad oggi hanno simulato attacchi terroristici, fomentato guerre ed assassinato masse di innocenti. Ma davvero dobbiamo consegnare i nostri dati biometrici (che non possiamo cambiare!) a gente che ha sacrificato la propria stessa gente (mi riferisco alla farsa dell’11 settembre 2001) per annientare i diritti di mezzo mondo? E’ una vergogna, e sembra proprio che ci trattino alla stregua delle pecore. Su punto-informatico è apparso l’articolo dell’uso dell RFID sugli umani per scongiurare i rapimenti. Ti impiantano il chip e poi portandoti appresso un ricetrasmettitore ibrido GPS-GSM ti possono rintracciare e salvare! Ma dico.. a cosa serve il chip sotto pelle? Integrate tutto nel marchingegno esterno etc no? Che scusa idiota per iniziare a parlarne! Ragazzi, dobbiamo salvarci ed eliminare la televisione, spegnerla ed impacchettarla. Ragioniamo anche su ciò che leggiamo in rete ed opponiamoci. Non importa se siamo da soli, anche da soli siamo parte di una comunità. Non serve aggregarci, anche se ciascuno di noi pensa e ragiona, alla fine vinceremo. Non pensate mai di essere delle nullità e che conviene fare cio che fanno gli altri, altrimenti farete quello che vogliono i nostri “pastori sadici”. Io mi oppongo a essere schedati, le impronte digitali possono essere clonate abbastanza facilmente, il DNA può e sarà usato per fini bellici. Non consegnatelo, mai. Se ci opponiamo tutti non lo protranno fare. Chi comanda saranno forse 1000 persone e noi siamo miliardi!

  • 30
    davdapovig

    xNadiaHai perfettamente ragione, è sicuramente preoccupante attuare un piano di controllo, come impornte digitali e/o DNA e quant’altro, se si diffida dell’attuale sistema di governo, la sola possibiltà di deriva Orwelliana è un buon motivo che ci deve dar da pensare.Tuttavia non mi piace essere sempre dalla parte del NO, senza dare la possibiltà ad un Governo (putroppo) leggittimamente eletto di legiferare, dobbiamo anche dare un alternativa. Rebecca si sbaglia perchè ti ripeto che chi come me ha fatto la naja ha anche depositato le sue impronte.

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Cari M5S, uscite dall’angolo sui vaccini e menateje duro!

GRILLO LORENZIN VACCINIFinalmente Beppe Grillo comincia a contrattaccare sulla vergognosa strumentalizzazione delle questione vaccini ad opera del Pd farmaceutico nei confronti del MoVimento 5 Stelle. "L’oggetto della delinquenziale banda di medici, professori, lobbisti e amministratori delegati, sono le persone malate e la terapia del dolore, fare test di validazione...--> LEGGI TUTTO

Adesso vogliono privatizzare anche la Rai? Magari la diamo a Soros?

Fazio GentiloniLo ha appena detto il conduttore Fabio Fazio, riferendosi alla Rai: «ci sono Paesi che hanno dismesso o venduto le reti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto. Si può discutere, ma per farlo bisogna essere in buona fede». Cos'è.. adesso...--> LEGGI TUTTO

Stefano Montanari: “Non vogliono il confronto perché li terrorizza”.

Stefano Montanaririceviamo e pubblichiamo la lettera di Stefano Montanari al blog. di Stefano Montanari direttore scientifico di Nanodiagnostics Caro Claudio, Ho ascoltato con molto interesse il tuo intervento in cui chiami in causa il prof. Burioni. È evidente che tu Burioni non lo...--> LEGGI TUTTO

Caro Burioni ti scrivo, così mi rilasso un po’.

CARO BURIONI TI SCRIVO Caro Burioni, chi ti scrive non è pregiudizialmente ostile ai vaccini per partito preso. Anzi ti posso assicurare che, nel migliore interesse dei miei figli, cerco onestamente di capire, districandomi tra informazioni contrastanti e poco rassicuranti da un lato, e reazioni scandalizzate di gran sacerdoti...--> LEGGI TUTTO

La sfida epocale della Terra contro il Mare

LE PEN TRUMP PUTINdi Paolo Becchi Sbagliano coloro che oggi credono che la partita in Francia sia già chiusa, e che ormai, anche a seguito del “tradimento” di Donald Trump e del suo programma isolazionista, Marine Le Pen sia comunque destinata a soccombere. Più in generale, e sul piano geopolitico,...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>