Quanto vale l’informazione libera?

Attenzione:

  L’Italia Dei Valori mi ha invitato a Vasto, da venerdì 12 a domenica 14 settembre, al terzo incontro nazionale.
Ritengono “fondamentale la presenza di blogger che garantiscano un’informazione vera e trasparente“.
Internet sta cambiando le cose. Se avete domande, suggerimenti o critiche da avanzare a IDV, scrivetele tra i commenti, le girerò ai miei intervistati.


Quanto vale l’informazione libera e indipendente? A parole è un bene inestimabile. E’ la base sulla quale si fonda la capacità di scelta dei cittadini, ovvero degli elettori. Dunque è inalienabile presupposto per una democrazia reale.
Proprio per questo, tuttavia, ha grandi implicazioni etiche. Se la democrazia fosse una religione, un’informazione non controllata sarebbe il primo comandamento. Per questo motivo viene spesso percepita come una missione. E come per una missione, si deve fare per spirito di servizio. E’ volontariato.

Questo ragionamento conduce in fretta a un paradosso: chi fa della disinformazione ha un lauto stipendio, perchè assolve ad una funzione criminosa, sovvenzionata dai malfattori stessi che se ne avvantaggiano. Chi invece cerca di informare correttamente deve fare la fame.
Quanto vale quindi l’informazione libera e indipendente? Non si sa, ma economicamente parlando vale meno della disinformazione coordinata e continuativa.

Così, il mestiere di libero informatore è un lavoro che può fare solo chi non ha problemi di soldi, oppure chi è disposto a farsi controllare.

Io non ricado in nessuna delle due categorie. Quindi, con estrema trasparenza vi rinnovo la domanda: quanto vale per voi un’informazione libera e indipendente? E’ possibile trovare forme di monetizzazione alternative, per non lasciare un’attività così delicata nelle mani di chi non si fa scrupolo a servirsene in maniera strumentale?

Vi chiedo di compilare un breve questionario. Non sono che una decina di domande, si risponde in due minuti. E’ molto importante che siate sinceri.

Pubblicherò i risultati online e li discuteremo insieme.

AVVIA IL SONDAGGIO

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

117 risposte a Quanto vale l’informazione libera?

  • 104

     Marco,

     continua pure a comprare i maggiori quotidiani, dove scrivono penne che nel migliore dei casi sono imbavagliate, e informati sui TG RAISET. Mentre loro, che sono liberi di fare l’informazione che meglio si sposa con gli interessei dei loro editori, percepiscono stipendi da favola grazie anche ai tuoi soldi, lascia che chi dedica 24 ore al giorno a tentare un tipo di informazione nuova e libera faccia la fame e conseguentemente chiuda, per tornare anche lui a comprare i maggiori quotidiani nazionali e ad informarsi dai TG RAISET.

    Non si capisce cos’è tutta questa avversione agli stipendi. Tu non ne hai uno? Sempre se non sei troppo giovane, lavoreresti tutta la vita senza? Perchè non rispetti chi il lavoro, nonostante non avrebbe problemi a trovarselo, l’ha lasciato per inventarselo, sposando la passione per un certo modo di pensare al bene comune, al vantaggio pubblico,  con l’interesse dei cittadini ad avere voci libere?

    Pensi che possa cambiare qualcosa bloggando qua e là due righe ogni tanto, a tempo perso? 
    No, le cose cambiano investendo 28 ore al giorno. E io sono mesi che ne investo almeno 30. Non c’è spazio per nient’altro

    Il giornalista (dis)informatore deve essere strapagato e l’informatore senza fili (altrimenti non cercherebbe un modo innovativo di rendere l’informazione libera non antieconomica, non credi? Lo stipendio l’avrebbe già) non deve avere niente? Come pensi che sia pagato il sito web sul quale vieni a postare il tuo commentino sterile? E il computer e le telecamere dai quali il sito è rifornito di contenuti? E la stanza dove il computer e le telecamere vengono accesi? E l’elettricità che consumano? E i software? E la casa di cui fa parte la stanza? E la persona che deve mangiare, tra un articolo a tra una ricerca e l’altra? E la sua famiglia? E i suoi figli??? Non devo andare avanti, vero?


    Prima di pensare che tutti vogliano fregarti, prova a fare un ragionamento un po’ più lungo. E se non hai capito chiedi, o rispondi al sondaggio. E ringrazia che c’è perfino chi prima di mettere un semplice banner pubblicitario, nonostante non se lo possa permettere,
    CHIEDE IL TUO PARERE. Mediaset ti ha mai chiesto il permesso di ficcarti uno spot in mezzo a un telegiornale??

  • 103

    Sinceramente non capisco di che ci si sorprenda. Ma un’idea ce l’ho: in un paese NORMALE, chi vuole informarsi COMPRA una testata giornalistica (o si abbona ad un servizio) rispetto ad altri che non lo soddisfano. Tale testata quindi venderà più copie se la qualità delle notizie è alta e soddisfacente, mentre quelle che vendono fumo si vedranno accatastare copie invendute nell’arco di una giornata o un mese a seconda della cadenza di stampa.

    In ITALIA NO. In Italia lo stato finanzia le testate coi soldi pubblici, quindi esse sopravvivono anche alle poche o nulle vendite e possono continuare a fare giornalismo spazzatura indipendentemente dal mercato. Succede che pian piano ci siamo abituati a pagare un euro al giorno per giornali del cacchio ma ritenuti di rilievo ("se esistono da cinquant’anni…") ma ci scoccia sostenere chi invece tiene alto il livello dell’informazione (Grillo, i free bloggers, le agenzie freelance) anche una tantum.

    Quest’abitudine a pagare 3 volte l’informazione spazzatura (con le tasse, con la pubblicità e col prezzo del giornale) e di voler gratis quella vera va perso.

    Io voglio pagare per avere un’informazione corretta e SMETTERLA di pagare per quella "conforme".

    Quindi Claudio, conta sul mio contributo.

    Per la questione pubblicità, sappiamo entrambi che non servirebbe se le cose andassero come dovrebbero, ma se proprio vedi che devi almeno cerca di pubblicizzare piccole imprese (io ne ho una se può interessarti, ma non servo all’informazione… sono solo nel commercio) ed in particolare quelle che riguardino il commercio equo e solidale.

    Grazie per quello che fai e buona fortuna per i giorni a venire.

  • 102

    Mi piacerebbe sentire cosa ha da rispondere Di Pietro sul fatto di aver insegnato (già da senatore) al CEPU: un comportamento in netta contraddizione con la moralità di cui lui si fa portavoce in Italia.

    http://www.radioradicale.it/scheda/172205/di-pietro-lezione-al-cepu-di-bologna-su-le-indagini-difensive

    Farsi pagare da un istituto pieno zeppo di ricorsi, sequestri, indagini e condanne è davvero una grande contraddizione.

    Ed anche Beppe Grillo, l’uomo che della contraddizione ha fatto il suo business a suo tempo lo segnalò:

    http://it.youtube.com/watch?v=kT3wqfK3Z2g

    Salvo, adesso, portare il senatore Di Pietro a suo pupillo, regalandogli una marea di consensi…

    A noi piacciono le cose pulite, la trasparenza… questa si chiama ambiguità e non è condivisibile per chi si fa paladino della legalità e della moralità.

     

    Grazie Byoblu, spero che tu abbia la appresso la fida telecamera e che questa rimanga sempre accesa per documentare il bello e il brutto dell’incontro che farai a Vasto.

  • 101

    Ciao Claudio,

    I tuoi dubbi sono leggittimi. Ti consiglio VIVAMENTE (come lo consiglio a tutti quelli interessati a questo dibattito) di leggere il libro "4 ore alla settimana" di thimoty ferris. nel libro l’autore spiega come crearsi delle "rendite automatiche" (che lui chiama muse) per poi dedicarsi ai propri veri interessi (cambiare il mondo, fare il vagabondo ecc.). Io l’ho trovato molto PRATICO ed ILLUMINANTE.

    Se ci pensate è poco efficace cercare di fare vera informazione o cambiare le cose quando metà della nostra giornata se ne va per guadagnarsi la pagnotta. PRIMA trovi il modo di monetizzare le tue passioni creandoti una tua nicchia (tu Claudio ad esempio potresti scrivere e vendere un ebook dove spieghi tutto quello che hai imparato per creare un video blog di successo) POI puoi pensare di dedicarti anima e corpo a quello che hai più a cuore.

    Questa è la strada che sto seguendo io.

    PS: Chi cerca di guadagnare facendo "vera" informazione (beppe grillo, travaglio ecc.) secondo me non è credibile al 100% .

     

    Ciao a tutti

    Michele Di Lena

  • 100

    Certo che la sincronicità junghiana sta facendo sfracelli!… :)

    Prima che tu facessi questo video stavo pensando ad un video mio su un’illuminazione avuta sotto la doccia (circa la natura anticipatoria e non codificata del pensiero…).

    Ma non è che riesci ad accedere al mio chip RFID sottocutaneo??? :)

    La Loggia "palese" P3 è l’idea più "patafisica" che abbia sentito in questo blog!!! :)

    Ma dobbiamo andare in giro con la c**zuola? :)
     

  • 99

     ho fatto subito il sondaggio….
    grande!!!!!
    W LA LIBERA (E VERITIERA) INFORMAZIONE!!!!!!!

  • 98
    rocco.s

    Claudio….

    Il thor é in sperimentazione in provincia di Messina… ma nessuno ne parla..come al solito…riesci ad avere informazioni a riguardo??????

  • 97

    >ILLUMINACI, …… DATTI FUOCO !! 

    potresti darmi una mano.. non sono tanto pratico.
    Tu invece che ti sei allenato con tante baracche ROM, perchè non pubblichi una miniguida su come bruciare tutto?

     

  • 96

    Io ho votato IDV alle ultime elezioni perché costretto dalle logiche imposte dalla legge elettorale, ma se ci rifletto, in Italia non c’è nessun partito o aspirante tale che esprima idee e programmi per me condivisibili…

    IDV è un partito "liberal-democratico" (ahimè è passato il tempo in cui i partiti esprimevano un’idea d’assetto economico e sociale)… sta cavalcando, per rastrellare voti (in democrazia purtroppo conta questo), l’onda della rete e degli oppositori radicali (essendo sparita la sinistra antagonista). Ma se dovessero avere successo, anche IDV costituirebbe un depressivo "male minore"… Io continuo a vedere Di Pietro come un magistrato e un poliziotto… Cosa che lo rende simpatico in un’Italia di mafiosi e fascisti… Ma se fossimo un paese normale sarebbe un baluardo di quel che mi fa venire l’orticaria… Non è certo un "no-global"!… E’ il male minore forse… ma… io voterei un solo "partito", il D.A.I.

    L’ho pensato io, ma sono scettico anche su quello… :)
     

  • 95
    Marco

    Il Virus di Blondet è in circolo. $$$$$ €€€€€€

  • 94

    Claudio,

    ti elenco le domande da porre a Di Pietro:

    1- Una volta Di Pietro era totalmente contrario ai termovalorizzatori anzi inceneritori perchè così si chiamano, poi un suo deputato, un certo Antonio Borghesi ha iniziato ad affermare che idv era favorevole alla costruzione di nuovi inceneritori e come per incanto Di Pietro senza per nulla smentire il suo sottoposto ha cambiato idea. Perchè?

    2- Quando era ministro delle infrastrutture ha autorizzato progetti quali il "mose di venezia", il "ponte sullo stretto". Perchè?

    3- Lo psiconano nei suoi precedenti governi ha nominato Aurelio Misiti "presidente del consiglio superiore dei lavori pubblici", oltre ad esser stato un forte sostenitore dei progetti sopra citati (e non solo), è stato parte attiva nella costruzioni di inceneritori qua e la per l’Italia. Aurelio Misiti ora dovrebbe essere un deputato di idv con l’incarico di occuparsi dei problemi ambientali. Come direbbe Tonino, che c’azzecca?

    A che gioco giochiamo?

    Una volta Tonino mi convinceva di più, ma scavando…..

    Vai Claudio e torna vincitore!

    http://www.griliviterbesi.it

     

  • 93

     

    Diretta streaming da Vasto ore 15:20 (c’è anche ByoBlu) nel blog di Di Pietro…

    http://www.antoniodipietro.com/2008/09/diretta_streaming_da_vasto_ore.html
     

  • 92
    bananasplit234

    Qualcuno sostiene che:

    "fare le domande come le vorresti te, sarebbecome far fare le domande al quotidiano il giornale a berlusconi!!!!"

    Che ne sai come voglio che vengano fatte le domande?? Ho semplicemente sostenuto di non esagerare con la critica scadendo in polemica, ci sono cose che da un certo punto di vista possono essere considerate gravi (cose che magari tu non conosci), anche se secondo me rispetto ad alla controparte politica non ci sono paragoni, in ogni caso c’e’ un tentativo del partito di avvicinarsi ai cittadini che secondo me e’ moltissimo. Io credo che gli vada data fiducia, vediamo se si avvicinano maggiormente alle persone. Quindi dato che non sono favorevole a una polemica sterile, invece di essere eccessivamente critici ( perche’ esistono fior di detrattori ), e’ meglio non esagerare e cercare di essere piu’ costruttivi.

    Saluti

     

     

     

     

  • 91
    Alberto19

    Caro byoblu se hai necessità di fondi credo che dovresti procedere con l’aggiunta di banner pubblicitari nel sito,da quanto ho capito hai addirittura lasciato il lavoro per dedicarti ad internet ,ti posso solo dire di scegliere bene gli sponsor senza andare contro l’etica per cui il blog è stato creato,poi fai come richiedi opportuno,l’importante e che ti procuri i fondi necessari per andare avanti sia nella vita e sia in questo splendido mezzo di informazione che adotti ,quindi .

    Auguri

    Tutto il mio appoggio

  • 90
    Marcello

    solo una parola signoraggio

  • 89

     ma vedi, Cola, il mio scopo non è quello di lucrare o fare milioni di euro come Grillo, cioè quello di "massimizzare" i profitti. Il mio scopo è solo quello di sostenere me, la mia famiglia e questa attività, una volta che io ho pagato le spese condominiali, il mutuo, che ho fatto la spesa, che ho pagato la scuola di mio figlio e che ho i soldi per comprarmi una telecamera nuova se l’altra si rompe, e se riesco a pagare i costi dell’infrastruttura web etc etc… (hai capito insomma), per me tutto il resto non è essenziale. 

    Quindi il concetto deve diventare: "Credi in questo tipo di attività? Se sì, allora sostienila".
    Sostenerla significa in pratica "donare". Non importa se poi questa donazione non ha un corrispettivo come nel caso della donazione semplice, oppure se la donazione ha un controvalore cartaceo (il libro) o multimediale (il DVD). L’importante è che tu hai "donato" per supportare il nuovo modello che stiamo cercando di creare. Se poi qualcuno copia il DVD, pazienza, vorrà dire che lui non intende donare. Però se il DVD si diffonde molto, rischi anche che chi ne viene in possesso si interessi alla causa e venga a sua volta a donare.

    Dobbiamo capovolgere il concetto di proprietà in qualcosa di simile all"economia del dono.
    Tu doni per "supportare". Il controvalore (libro, dvd) è a sua volta un dono. In quest’ottica se poi c’è qualcuno che lo mette in rete non ha più alcun significato, se non spingere qualcun altro a donare a sua volta. :)

     

  • 88
    mario.g

    Ti Daró il mio contributo, volentieri per un´informazione libera e bella come la tua…. mi sembra piú che giusto che tu debba avere soldi per fare ricerche e darci LE NOTIZE.

     

    ps: BUTTATE VIA LE TV…

  • 87
    MikyMoore

    Ciao Byoblu

    Sono iscritto da pochissimo, ma ti seguo da un po’.

    Io sono daccordo sia al finanziamento tramite donazione, sia a quello pubblicitario, condividendo con la maggiorparte l’eticità e la trasparenza e la non invasività del tutto.

    Io sono uno studente a carico dei miei genitori, quindi non potrei ancora permettermi finanziamenti, e credo che gran parte dei ragazzi che seguono il blog potrebbero avere lo stesso problema, per questo approvo la pubblicità!

    Continua con la tua informazione, mai noiosa e sempre interessante, e accurata e interattiva… tu e quelli come te sono "la televisione" del futuro, e per questo dovremmo tutti spegnere la tv ufficiale (che tra l’altro qui in sardegna verrà oscurata a favore della truffa del digitale terrestre), e approfittare del canone risparmiato per finanziare la VERA INFORMAZIONE LIBERA!!

    GRAZIE BYOBLU

  • 86
    gumbricht

    Salve Byoblu,

    metti pure la publicità, non ci trovo niente di male. La questione del etica e una buona idea. credo se cerchi nella nicchia giusta troverai delle aziende che potranno identificarsi col tuo blog (per esempio il servizio sulle energia solare) devi cercare, dove il mainstream non e ancora arrivato, ma la gente qui vuole arrivare.

    la questione del pagamento del informazione e piu difficile. Come donazione funzionerebbe certamente. Mettici una scala sul blog che signalizza quanto ci vorebbe per honrare il tuo lavoro, le spese dal giorno che hai cominciato il blog a oggi. mettici un area rossa – il limite sotto il quale ti e dificile di dare via a delle informazioni, perche al di la del limite devi pagare con i tuoi soldi! fai vedere a gli utenti del tuo blog quanto ti costa di fornirci con le tue informazioni! Cosi tiresti qualche soldo in piu dalle mie tasche – anche perche dimenticherei di attualizare qualche donazione.

    ma sopra tutto: vai avanti cosi, Byoblu.

    ( e scusate il mio italiano, spero di aver mi fatto capire…)
     

  • 85

    Ti lascio un video che pone qualche quesito sull’Idv.Magari possono risponderne…

    http://it.youtube.com/watch?v=UpxVK-hCeXc

  • 84

    Continua cosi’!!

  • 83

    Se prendi soldi dalla pubblicità è inevitabile il condizionamento non potrai mai andare contro i tuoi sponsor anche se si comporteranno male.

    Forse è meglio chiedere un contributo piccolo piccolo magari mensile ai frequentatori del blog.

  • 82
    cola

    io avrei una domanda,

    ho fatto il sondaggio e mentre rispondevo mi e’ venuto un dubbio…

    o meglio, piu’ di un dubbio una visione dal futuro:

    byoblu diventa "a pagamento" o con sostentamento "una tantum" da parte dei suoi utenti, ma siccome la rete non cambiera’ certo per byoblu una volta che mutera’ le proprie modalita’, si troveranno migliaia di persone che rilanceranno le notizie, i video e gli articoli di byoblu in rete, attraverso blog, youtube ecc.. quindi in un modo o nell’altro si otterra’ sempre informazione gratuita per vie diverse…a quel punto cosa farete? intenterete causa a youtube? cercherete di proteggere i contenuti (creando una sorta di informazione "solo per pochi") denuncerete i blogger che ridistribuiranno i vostri contenuti? ma soprattutto: davvero pensate che la rete cambi e vi permetta di lucrare (o sopravvivere) sull’informazione? temo che sara’ molto difficle. viene detto anche qui: la rete non e’ controllabile e non credo che la vostra scelta sara’ capace di controllarla.

  • 81
    lobilo84

    Ti ricordo anche qui se già non lo sapessi, che you tube ha indetto un concorso per nuovi giornalisti.

    Le informazioni per aderire le trovi qui:

    http://it.youtube.com/projectreport

     

    é una notizia del 9 settembre

    YouTube ha annunciato oggi il lancio di un concorso per aspiranti reporter, mettendo in palio una borsa di studio di 7000 euro da utilizzare per la realizzazione di un servizio giornalistico all’estero con il supporto del Pulitzer Center.

    Il concorso "Project:Report" — realizzato dalla video community controllata da Google YouTube.com in collaborazione con il Pulitzer Center on Crisis Reporting e con il supporto di Sony e Intel — chiama i partecipanti a creare brevi videoservizi di qualità su storie in genere poco trattate dai media tradizionali.

     

    continua… qui

    http://www.borsaitaliana.reuters.it/news/newsArticle.aspx?type=internetNews&storyID=2008-09-09T103943Z_01_DIA933310_RTRIDST_0_OITIN-YOUTUBE-PULITZER-CONCORSO.XML

     

  • 80
    Monia

    Mi piacerebbe poter avere da Di Pietro risposte precise ad una serie di domande, in modo da fugare – nell’eventualità – tutte le ombre che offuscano il suo operato, e che non sempre sono citate in modo pressapochista come accade su qualche quotidiano.

    Vorrei che Di Pietro non fosse "il meno peggio", ma si rivelasse una sincera opposizione alla "Casta", ed agisse in quanto tale.

    Ecco cosa mi piacerebbe sapere da lui (le informazioni le ho trovate su casadellalegalita.org, in un intervento su "Di Pietro e il Giornale"):

    1- è vero che è amico di Cesare Previti, e che è proprio nello studio di questi che incontrò per la prima volta Berlusconi?

    2- è vero che il rimborso elettorale dell’Italia dei Valori (per il 2008, una cifra pari a circa 8 miliardi di vecchie lire) non viene percepito dal "partito", bensì dall’associazione (costituita con la moglie e con Silvana Mura), alla quale Di Pietro è l’unico a poter decidere con atto notarile l’ammissione di altri soci?

    3- non gli sembra un po’ un atteggiamento da "casta" avere un bilancio del partito IDV approvato dal presidente, insindacabile da qualunque organo interno (stessa cosa per quanto riguarda qualunque altra decisione del Presidente)?

    4- è vero che i bilanci dell’Antocri, la società immobiliare di cui Di Pietro è socio unico, hanno come entrate prevalenti (necessarie anche alla copertura di un mutuo di acquisto di un immobile nello stesso palazzo del gruppo SINA di Marcellino Gavio, una delle società con rapporti d’affari con il Ministero delle infrastrutture) i canoni di affitto pagati alla società Anotcri dal partito Italia dei Valori?

    5- è vero che Di Pietro ha aperto in Bulgaria una società (Suko) insieme a Tristano Testa, facente parte del Comitato esecutivo della Brebemi spa, mentre Di Pietro era al Ministero delle Infrastrutture? e a tal proposito, è vero che la società opera con finanziamenti pubblici ed europei, ed è stata sponsorizzata dallo stesso Ministro Di Pietro e dal governatore della Lombardia, Formigoni? e ancora, è vero che la Commissione europea ha sollevato dubbi in merito?

    6- è vero che Di Pietro ha promosso il proprio legale, ex candidato IDV, Sergio Scicchitano, nel consiglio di amministrazione dell’ANAS? Ed è vero che tramite Scicchitano, sarebbe emerso un coinvolgimento di Di Pietro nelle attività di Vittorio Cecchi Gori?

    7- perchè quando i voti di Di Pietro e IDV erano determinanti in Palramento per fermare provvedimenti scorretti e pericolosi, non si è fatto nulla? ad esempio, perchè nella votazione per impedire che i condannati eletti potessero far parte della Commissione Antimafia, IDV (a parte un parlamentare) ha votato a favore dell’ingresso anche dei condannati nella Commissione? e perchè Di Pietro si è schierato contro la commissione d’inchiesta sul G8 e i fatti di Genova?

    8- è vero che Di Pietro, in qualità di ministro dei lavori pubblici, ha promosso tutti gli uomini della gestione Lunardi, sconfessando il Consiglio di Stato che aveva ritenuto eccessivamente onerosi i progetti, gli incarichi e i costi che gravavano su TAV e Grandi Opere, ed aveva dichiarato che i contratti potevano essere rescissi?

    9- è vero quanto si legge nel dossier di Casa della Legalità in merito ai rapporti fra Di Pierto, Cirino Pomicino, Patriciello, la Pizzarotti, l’uomo dei Bingo in Sicilia?

    Ecco, mi piacerebbe che Di Pietro rispondesse a queste domande, per sgomberare il campo dai dubbi e per spiegare certe situazioni che documenti ufficiali dimostrerebbero essere quanto meno ambigue.

     

  • 79
    Kriss4Christ

    L’ UKE (Università Kore di Enna) è una “Libera”, “Privata” o “Non Statale” Università.
    Rettore è Salvo Andò.
    Presidente della Fondazione Kore è Cataldo Salerno, ex-presidente per il Partito Democratico della provincia di Enna, a cui è subentrato Pippo Monaco, per il Popolo della Libertà.
    Trai fondatori, Vladimiro “Mirello” Crisafulli, supposto capomafia ennese, e senatore per il PD.
    Crisafulli, come numero di reati accertati, è secondo in una classifica che vede al primo posto Massimo D’Alema, e l’ex magistrato Luciano Violante al terzo.
    L’elezione dell’“Amico dei boss” (come è conosciuto dai seguaci di Antonio di Pietro, Beppe Grillo, Marco Travaglio, Lirio Abbate, Peter Gomez, Giorgio Bongiovanni, Sonia Alfano, Benny Casalanzio Borsellino) presso le fila veltrusconiane fu consentita da un posto bloccato nella quinta posizione.
    Assieme a Monaco costui è maggiore azionista sia della banca “La Riscossa” di Regalbuto sia di Banca Nuova, del Gruppo Popolare di Vicenza, convenzionata con l’UniKore per gestire il gettito delle tasse universitarie.
    Codeste, vero e proprio pizzo, per gli immatricolati all’InterAteneo UniCT-UniKore Nuovo Ordinamento nell’Anno Accademico 2008/2009 di Scienze e Tecniche Psicologiche, hanno subito un rialzo a quota DueMila e CinqueCento Euro.
    Il corso nacque come decentramento dell’Università degli Studi pubblica di Catania, causa mancanze di posti.
    Fu stretta una convenzione per l’istituzione di un Consorzio Ennese Universitario, cui compartecipava tra l’altro l’InterFacoltà con la palermitana Giurisprudenza.
    Successivamente l’Avvocatura dello Stato, in base ad un contenzioso, stabilì quale illegittima l’istituzione di corsi di laurea paralleli, e perciò i due furono uniti nell’anno accademico 2007/2008 nella formula InterAteneo.
    Sarà per codesta occasion che il secondo anno delle ex-Matricole 2006/2007 provenienti da UniCT fu convogliato nel Curriculum A Clinico vecchio ordinamento, parallelo al Curriculum B Formativo per gli ex-Unikore.
    Invece, il Nuovo Ordinamento delle nuove matricole InterAteneo ebbe come primo anno un corso da diplomificio per gli studenti con cognome dalla A alla L, gestito dai pressocché scadenti docenti Kore, ed uno d’eccellenza M-Z con i professori provenienti da Catania.
    Al vecchio ordinamento furono sostituiti numero di matricola e libretto universitario.
    Attualmente gli studenti si trovano l’iscrizione sospesa dal portale studenti a causa di fantomatiche “Tasse Non Regolari”, cui l’addebito/credito sarà regolarizzato a partire dal 15 Settembre.
    All’iscrizione all’A.A. 2007/2008 fu richiesto di pagare 528 euro che in seguito, basandosi sugli Indicatori della Situazione Economica e Patrimoniale Equivalente Universitaria (ISEEU ed ISPEU) dell’anno d’immatricolazione con l’uniCT, sarebbero state conguagliate dal nascente Ente Regionale per il diritto allo Studio Universiario ennese (Ersu di Enna).
    Il passaggio all’InterAteneo rese nulle le agevolazioni dell’Ersu CT; ad esempio lo sconto sui libri di testo del 27 per cento.
    Intervenne una sommossa studentesca sedata dall’Associazione Universitaria Campus nelle persone del fondatore (raggiunto un beneplacito con Crisafulli) e presidente, Fabrizio Russo, candidato consigliere provinciale per il Partito Democratico, e del rappresentante del decentramento, Vincenzo Baglieri.
    Costoro ottennero parzialmente il ripristino dello sconto, al 25 per Cento, pur non riuscendone a garantire la fruibilità.
    Il crisafullismo, evoluzione politica del malaffare conosciuto come Cuffarismo, consiste nella costituzione di una rete capillare di cattedrali nel deserto che abbiano come snodo la Kore.
    Esse sono frutto della progettazione degli studenti di Ingegneria, le cui tesi sperimentali sono derubate dai relatori.
    Questi ragazzi nemmeno ventunenni, i quali affidarono fiducia ai docenti che dovrebbero seguirli e tutelarli nel loro percorso di laurea, vedono usurparsi delle loro opere creative d’ingegno, cui è apposta una firma diversa dalla propria, trovando leso ogni diritto di tutela al copyright e copyleft di brevetto.
    Opere del genere sono il “Mirellone”, grattacielo di 35 piani a Sant’Anna, la scala mobile Enna Bassa/Alta, che ha ottenuto i finanziamenti dall’Unione Europea, e l’aereoporto InterContinentale Enna-Cina, nella zona della Valle del Dittaino.
    Al Dams, Liborio Termine, professore e membro del Consiglio d’Amministrazione, scaccia docenti qualificati per immettervi amici propri di Torino.
    La Kore è apparsa su RaiTre nel 2006 per la trasmissione “Report”, nel servizio “Regalo di Laurea”, che denunciava le lauree facili attraverso indiscriminate ed eccessive convenzioni che promuovevano una paventata professionalità.
    Crisafulli è fratello del gestore dell’autoscuola accusata di patenti facili.
    Mirello Crisafulli è stato filmato in compagnia del boss Raffaele Bevilacqua nell’Hotel Garden a Pergusa a discorrere.
    Oltre alla Campus, altre associazioni presenti sono “L’Idea”, a presidenza di Andrea Colaleo, la ControCampus/UniCentro (UdC) e l’UniTrinacria, ad ispirazione del Movimento per l’Autonomia, sotto la guida dei figli di Paolo Colianni, i fratelli Luca e Francesco, a presidenza Marco Failla e vicepresidenza Gaetano Galesi.
    Loro rappresentante eletta è Agata “Titti” Ialuna.
    A Novembre 2008 saranno bandite nuove elezioni dei rappresenti studenteschi.
    Gli ennesi sono a conoscenza della mafiosità di colui che si autodefinisce “Il senatore della loro terra”.
    Vi lucrano, propinando affitti per stamberghe a 250 euro a stanza singola, proteggendosi vicendevolmente dalla truffa allo Stato, prevaricando il Sindacato Sunia della CGIL rifiutandosi di registrare un regolare contratto, od alla meglio, dichiarando un importo in media di un 50 euro inferiore nelle ricevute rilasciate.
    Diversi studenti che hanno osato ribellarsi allo stato di cose sono stati minacciati dal Crisafulli in persona, e Cataldo Salerno ha dato mandato al Rettore Salvo Andò per espellere un audioleso che aveva chiesto facoltà d’ottenere un interprete ad egli compatibile nel carattere.
    Per calmierare la sovversione organizzata dalla “Lista Autonoma VietCong”, e non soffrirne ripercussioni, Moderatori studenti del forum ufficiale su http://www.unienna.it tradirono i colleghi, e li vendettero denunziandoli presso Andò, che reagì sequestrandolo, chiudendolo, e cancellandolo, sbandando la Resistenza privandolo di uno strumento per alcuni fondamentale nell’illecito smercio, e contrabbando di riassunti vergati a mano, di bassa qualità, e pagati a caro e spropositato prezzo.

    Firmato:
    Il Comitato di Lotta e Protesta “VietCong”, intitolato a Giancarlo Siani, “Un Amico”…

    “Giancarlo Siani”, pseudonimo scelto dal nostro agente VietCong (per rendere onore e gratitudine allo studente giornalista ammazzato dalla camorra, alla giovine età di 26 anni, il 23 Settembre 1985, punito, alla stregua di San Peppino Impastato da Cinisi, per aver scoperchiato un’intera cosca) è ritornato in treno dal XXIX Meeting annuale di Comunione e Liberazione/Compagnia delle Opere per l’Amicizia frai Popoli.
    Ha lasciato un esposto all’Ufficio Denunce della Questura di Rimini e della Digos.
    Informa a filo diretto i giornalisti: Emanuele Boffi di “Tempi” allegato settimanale de “Il Giornale”, con Giuseppe Giustolisi, catanese inviato speciale di MicroMega assieme a Marco Travaglio, e Benny Calasanzio Borsellino.
    Costui proporrà una tournèe nei territori delle città gemellate di Catania/Enna per presentare la sua ennesima fatica artisca, “Disonorevoli Nostrani”, nella catanese “Reform Hause” del dottore in Economia e Naturopata Antroposofo Livio “Luce Preziosa” Losi, editore per “Il Libro Aureo”, che pubblicherà i prossimi lavori di Benny, nei pressi del mercatino biologico della figlia omeopata Lia di via Quieta 23,

    Per Mercoledì 3 Settembre 2008 fu proclamata l’assemblea generale di studenti e rappresentanti di tutte le facoltà UniKore, poiché Andò e Salerno dichiararono di voler presentare il nuovissimo Consiglio d’Amministrazione di recente eletto, e che andava a sostituire il Comitato Tecnico che sino ad ora aveva retto l’Università nei primi tre anni d’attività.

    Come previsto, all’ultimo istante, verso le ore 11, fu annunziato che l’incontro si sarebbe svolto a porte chiuse presso il Rettorato, accessibile ad un unico rappresentante per corso di Laurea, ove fu tassativamente rifiutato di concedere risposta alle rimostranze espresse.

    Nel nuovo CdA fuoriesce la classe politica, rappresentata dai personaggi corrotti di Crisafulli e Leanza, e purtroppo accompagnati da Carmelo Tumino ed Elio Galvagno, unici due politici ennesi rimasti onesti.

    La manifestazione di protesta proseguirà con un sit-in ad Enna Alta, presso Piazza Scelfo/San Francesco di fronte alla sede “Colaianni” del Partito Democratico ove è ubicato l’ufficio del Mirellone.

    Successivamente si stipulerà coi docenti un accordo per organizzare lo sciopero bianco e l’autogestione.

    Lo sciopero bianco contempla la semplice iscrizione e pagamento della prima rata, come giusto obbligo di legge, ed il rifiuto d’assogettarsi al pizzo della seconda e terza rata illegittime, come riconosciuto dall’Università di Catania, nelle persone del prorettore interAteneo Santo di Nuovo e di Tony Recca.

    L’autogestione avrà durata per l’intera prima sessione, con regolarità di lezioni ed esami.

    I voti saranno registrati e verbalizzati per la sessione estiva.

    Trai sostenitori attivi esterni commemoriamo: Mario Capasso, Silvano Pintus (Movimento dei Focolari/Movimento Politico per l’Unità/), Carmelo Albanese (segretario provinciale Sinistra Arcobaleno, coordinatore nazionale FGCI), parroco Franco Greco (Chiesa di Sant’Anna), Tonino Ferro (Grillo della Nebbia ennese, laureatosi a Perugia, ed attuale inviato speciale per il giornale economico napoletano “Il Denaro”, fratello di Marco, dirigente Campus), e Francesco Catalfamo (Dipartimento Investigativo Antimafia).
     

  • 78
    cola

    ciao,

    stavo scrivendo una risposta descrivendo "l’egoismo del web" ma non voglio sembrare pessimista a tutti i costi. lavorando nel web da tanti anni (forse troppi!) stento ad avere fiducia non nelle singole persone ma nell’ambiente virtuale che permette di avere buoni sentimenti e cattivi comportamenti.

    ti rinnovo il mio appoggio (seppur modesto) sia parlando del tuo impegno costante, sia, quando deciderai, donando il dovuto per un’informazione libera.

    ammiro ad ogni modo chi ancora ha fiducia nel comportamento delle persone dietro ad una tastiera (io purtroppo l’ho perso da tempo).

    In bocca al lupo (cola, presente!).

  • 77
    cola

    Ciao,

    che piacere ricevere risposta immediatamente! :)

    intendiamoci, non sono tra i detrattori anzi mi metto tra quelli che preferirebbero un sostentamento diretto piuttosto che un finanziamento derivante da pubblicita’.

    mi preoccupa e spaventa la possibile piega che potrebbe prendere una scelta del genere rispetto alla globalita’; come ci sono molte persone che finanzerebbero, ne esistono altrettante (o forse di piu’) che aggirerebbbero le scelte vostre per ridistribuire i vostri contenuti. Quanto tempo pensi che possa passare dalla libera vendita di DVD byoblu a vederli su emule (o i torrent che anche voi avete difeso)? ricorda che il mercato a cui ti rivolgi e’ spesso web addicted e il risultato scontato, persino il buon vecchio Beppe Grillo ha i suoi DVD in vendita ma pensi che il giro di quei dvd non sia molto maggiore per vie traverse che per i canali ufficiali? infatti la fonte di reddito maggiore sua e’ negli spettacoli  che porta in giro, non certo sui DVD. Le vendite editoriali sarebbero sicuramente piu’ certe ma per poter raggiungere un sostentamento ci si dovrebbe appoggiare ad una distribuzione ,e quale editore non pone paletti nelle pubblicazioni?

    una scelta di questo tipo quindi dovrebbe necessariamente portare anche a una forma di controllo, oppure credi che affidandosi all’onesta’ della rete ci si possa campare?

  • 76
    Pirati del capitano CAS..

     

    Leggiamo i post e godiamo nel vedere che si arriva sempre alle stesse conclusioni……

    ……..MAGARI la gente si svegliasse e decidesse di controllare i controllori , sono molto meno di noi!!!!!

           

  • 75
    massimo s.

    ciao Claudio, uno o due mesi fa ho inviato una mail all’IDV. Ho chiesto perchè nei manifesti che hanno fatto affiggere a Genova non hanno scritto:

    collegatevi al sito YOUTUBE e guardate i video. Secondo me youtube dovrebbe apparire ogni volta che fanno stampare  un manifesto. Mi è stato risposto che dopo le ferie avrebbero discusso di questa eventualità. Ciao e buon lavoro.

  • 74
    emeraldlake

    Ciao Byo…questionario eseguito! Troppo bello avere un blog-giornale finanziato dai lettori e perchè no, da aziende "etiche" e la Banca Popolare Etica. Agli esponenti dell’IDV chiederei cosa pensano di fare sulle servitù militari e perchè dobbiamo "cuccarci" un raddoppio di una base militare USA che porterà via territorio (l’aereoporto DAL MOLIN) che sara di enorme impatto ambientale – (previsti magazzini di stoccaggio di materiale/armi chimiche-batteriologiche e nucleari, senza contare che le fornitura di acqua, gas ed elettricità saranno in parte a carico del cittadino) – che metterà la città a rischio di attentati per la concentrazione di forze militari USA –  costruita sopra il più grande bacino idrico del nord Italia e tutto a pochi km dal centro storico della città di Vicenza. Se pensano e vogliono aiutare il comitato di cittadini "no dal molin", la lista civica Vicenza a 5 stelle ed altre associazzioni cittadine a fermare tutto questo e magari trasformare la zona aereoporto in una grande centrale fotovoltaica per la produzione di energia pulita al servizio di tutti (sarebbe il più grande impianto d’Europa, tutte le informazione del progetto sono nel sito http://www.beppegrillo-3.it) …GRAZIE per il tuo IMPEGNO!!!

  • 73
    diego

    Io vorrei che venisse fondato un piccolo quotidiano o settimanale di libera informazione con le firme dei giornalisti liberi presenti nel paese, compresi tutti coloro che hanno qualcosa di importante da dire. Finanziato direttamente dai lettori e lontano dalle grinfie dei partiti. 

  • 72
    Francesco

    Ciao Byoblu,

    come dicevo nel sondaggio, il numeri di caratteri disponibili sono troppo pochi per dare un suggerimento…

    Ad ogni modo trovo corretto utilizzare la pubblicità da aziende eticamente corrette, sarebbe opportuno rendere pubblici i conti di entrate  e uscite a dimostrazione che tali entrate sono per finanziare il servizio d’informazione libera e non per lucro personale.

    A presto.

  • 71
    rocco.s

    @bananasplit

    senza offesa, ma penso di aver capito il  tipo di domande,

    Tipo Mentana – Matrix, di quelle che alla fine non si é chiesto niente e non si é risposto nulla….

  • 70
    bananasplit234

    Il messaggio sopra e’ X rocco.s….

    ciao

     

  • 69

     ma nessuno vuole controllare la rete. L’informazione non è blindata, non c’è mica un canone. Dove l’hai letto?

    Si parla solo di donazioni, ed "eventualmente" pubblicità oppure vendita a prezzo libero di dvd e libri ricavati dai testi del blog, a scopo diffusione.

  • 68
    blubyo

    ILLUMINACI, …… DATTI FUOCO !!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>