Byoblu incontra Di Pietro – I blog e la legge sull’editoria


Vasto 2008 è iniziata in maniera febbrile. Di Pietro, da buon padrone di casa, si occupava personalmente di qualsiasi cosa, dalle previsioni del tempo al pranzo. Anna, sua figlia, sembrava un messaggio di posta elettronica: imperversava in lungo e in largo, attraversando Palazzo d’Avalos a velocità quantiche, trasportando allegati di varia natura ora all’organizzazione, ora agli ospiti, ora al suo adorato papà.
Tutti estremamente gentili e disponibili. Tutti anche estremamente indaffarati. Non era francamente il luogo adatto per affrontare le decine di questioni che avete posto qui sul blog. Così ho concordato con il suo ufficio stampa una giornata a Roma interamente dedicata a fare chiarezza sulle vostre perplessità. Tempi brevi. Vi tengo aggiornati.

Una bella chiacchierata informale con il Presidente dell’Italia dei Valori è comunque servita a sciogliere il ghiaccio. Nella prima parte abbiamo parlato di blog e di editoria. Ecco cosa ci siamo detti.

Byoblu: «Dott. Di pietro, innanzitutto la ringrazio perchè avvicinarsi in questo modo al mondo dei blogger è un segnale di trasparenza e di quell’essere diretti di cui in questo momento il paese ha bisogno.»

Di Pietro: «Io su questo vorrei ribadire il mio impegno non solo nelle feste di partito che può anche fare comodo, ma in sede istituzionale. Abbiamo lanciato infatti, in questa assemblea programmatica dell’Italia dei Valori, l’idea del comune trasparente. Ogni consigliere comunale, assessore, sindaco, assessore provinciale e così via, ogni eletto dell’Italia dei Valori, ogni amministratore dell’Italia dei Valori ha ricevuto l’ordine di mettersi a disposizione di coloro che con una videocamera vogliono andare a videoregistrare ciò che accade nelle sale dove si decide, e quindi in questo modo facendo sì che tutti i cittadini possono sapere quel che accade. So che alcuni comuni già lo fanno direttamente in streaming, alcuni comuni lo sopportano, alcuni comuni chiamano i carabinieri, li fanno sloggiare. Noi dell’Italia dei Valori vogliamo avocare a noi questa responsabilità. Laddove noi siamo presenti voglio vedere come fanno a dire al consigliere comunale, provinciale, regionale non fare entrare la telecamera del tuo collaboratore.»

Byoblu: «Dott. DiPietro, quando l’Italia dei Valori mi ha invitato qui a Vasto, io ho lanciato l’iniziativa sul blog, ai miei lettori, tra i quali vi sono molti elettori IDV, di porle direttamente delle domande. Ne ho ricevuto tantissime, e ho ricevuto anche l’assicurazione dal suo ufficio stampa che troveremo il tempo nel prossimo futuro per evaderle tutte. Per ora gliene faccio tre. La prima è questa.
Il mondo dei blog è scosso per la sentenza che di recente ha condannato lo storico Carlo Ruta per il reato di stampa clandestina. L’Italia dei Valori ha presentato una interrogazione parlamentare con Giuseppe Giulietti, definendo la cosa un attacco alla libertà di espressione. Qualcuno ha fatto osservare, in rete, che Giulietti era la stessa persona che nel 2001, probabilmente non con l’Italia dei Valori, è stato relatore di questa legge, ed assicurava che non sarebbe mai stata strumentalizzata per attaccare la libera informazione in rete. Prima di tutto volevo sapere se una tiratina d’orecchie a Giulietti gliela diamo, e secondariamente qual’è l’impegno di Italia dei Valori per consentire che questa legge possa essere riveduta perchè anche in Italia, come avviene nel resto del mondo a parte certi paesi che non vogliamo nominare, si arrivi ad una effettiva libertà di espressione sul web.
»

Di Pietro: «Andiamo con ordine. Innanzitutto io ricordo quando Giulietti disse, nel 2001, che tutto sommato è una norma che attiene ad avere il riconoscimento, lo storico di chi svolge una certa attività di informazione ed è bene che ci sia. Già allora noi abbiamo avuto modo di dire guarda che in un paese normale è così. In un paese anormale finisce per diventare tutta una censura. Finisce per impedire al cittadino di informare e di essere informato. E infatti adesso si è ricreduto e l’ha dovuto porre.
Ma non è tanto questa la questione quanto il fatto che l’Italia dei Valori ha assunto direttamente come proprio onere, come proprio impegno di lavoro quello di portare all’interno del parlamento questo impegno di libertà e di trasparenza, il diritto alla stampa, questa evoluzione del diritto alla stampa. Non solo con l’interrogazione parlamentare di sostegno a quello che è stato condannato – la colpa non è del giudice, la colpa è della norma -, ma noi abbiamo anche messo insieme una proposta i nostri uffici legislativi su questo stanno lavorando. Stiamo facendo pressione presso i presidenti dei gruppi parlamentari affinchè sia messa all’ordine del giorno una proposta che abroga quella norma. E’ una norma senza senso, senza logica, fuori storia, anacronistica. E’ una cosa senza nè capo nè coda, è stata fatta quando non c’era tutta questa possibilità di comunicare, quando bisognava andare in giro con il megafono.
Seconda questione è che l’Italia dei Valori ha preso posizione nei confronti del blogger che è rimasto imbrigliato in questa vicenda. Noi prendiamo occasione da questa vicenda per lanciare questo allarme, tanto che noi assisteremo cammin facendo la vicenda personal giudiziaria di questa persona perchè riteniamo che il giudice, con un’interpretazione secundum legem ma anche secondo il buon senso della legge, senza forzare la legge, possa arrivare lo stesso ad un proscioglimento, ad una assoluzione perchè deve rendersi conto che siamo in un mondo completamente diverso. Non ha senso assimilare la carta stampata all’autoinformazione cui ogni cittadino ha diritto. Io ho diritto, grazie a Dio ho la parola. Allora quello che è sordomuto cosa fa? Avrà un suo altro modo, e quando l’evoluzione tecnologica mi da la possibilità di parlare attraverso un blog, perchè a voce posso dirlo e col blog no? Io, oggi, nessuno mi può impedire qui, in mezzo a questo giardino, o sul marciapiede, di mettermi in piedi e di cominciare a urlare a tutti che il mondo è quadrato. Il problema è cosa dico, se sono credibile o meno. Non ho capito perchè lo posso dire in mezzo a una piazza, e non lo posso dire in una piazza virtuale. Cosa c’entra questo con l’organizzazione di una filiera di stampa e quindi con la necessità di registrarsi in tribunale? Per andare a parlare in mezzo alla strada e dire il mondo è quadro non ho bisogno di nessuna autorizzazione.
»

Byoblu: «E’ un po’ come lo Speakers’ Corner a Londra.»

Di Pietro: «Ma questo è uno Speakers’ Corner. Il blog è come uno Speakers’ Corner mondiale e virtuale.»

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

46 risposte a Byoblu incontra Di Pietro – I blog e la legge sull’editoria

  • 43

    Grande Byo! Bel blog complimenti! Anche io sono un blogger da diversi mesi e come te cerco di diffondere il più possibile informazione vera e documentata, quella che ormai giornali e tv non fanno più.

    Se ti va di dare un’occhiata al mio blog e magari di commentare qualche mio intervento l’indirizzo è http://deejaydave.spaces.live.com/.

    Ci sentiamo presto,

    ciao Davide

  • 42
    MENDEZ

    TONINO VAI FAGLI VEDERE CHI E’ DI PIETRO NON TI FERMARE CONTRASTA IL NANO E LA SUA BANDA  PENSO CHE PRESTO RACCOGLIERAI  I FRUTTI STA PERDENDO LA PASIENZA QUESTO è UN BUON SEGNALE CONTINUA  A MARCARLO IO SONO CON TE COME TANTI ALTRI HAI LA NOSTRA FIDUCIA LA FIDUCIA DEL POPOLO ITALIANO NON TI FARE INTIMORIRE DI CHI MOSTRA I MUSCOLI PERCHE SONO MUSCOLI DI FACCIATA (PALLONI GONFIATI) FORZA TONI.

    TI SALUTO

  • 41
    mendez

    signor presidente del consiglio ,sigror ministro dell’economia ma quando pensate di fare l’elemosina alla peble quando questi tirano le cuoia per poter risparmiare a vostro vantaggio visto che l’aiuto e’ per persone over 65 in su piu’ tempo si perde meno saranno l’elemosine per che di questo si tratta il governo precedente ha fatto l’elemosina sia per il mese di agosto che per NATALE senza umiliare i sudditi come state facendo voi. andate a quel paese

  • 40

    tbcxmxs-bhr2d5z-tw6qda64-0 insurance http://urlser.com/?boo2X#1 [url=http://urlser.com/?qbKvI#3]health insurance[/url] [url]http://urlser.com/?5Nnno#4[/url] [http://urlser.com/?m6c0v#5 auto insurance] “black jack”:http://black-jack-mo.lookera.net#6 [LINK http://roulette-mo.lookera.net#7]roulette[/LINK%5D [img]http://victor.freewebhostingpro.com/1.php[/img]

  • 39

    Sì, ma il problema da te affrontato circa legge sull’editoria (e il diritto d’autore) nel "ruggito per youtube" non può essere limitato alla critica dell’antiquato reato di "stampa clandestina"… E’ proprio che quando si tratta di colpire gli interessi miliardari della SIAE (mascherati da censura) tutti ci si tira un passo indietro e si crea un comitato permanente che fronteggi di volta in volta il nemico, ovvero la nostra libertà di parola… Mi rendo conto che finché Berlusconi è al governo c’è da auspicare che non si tocchi la legge sull’editoria! Immaginate che scempio censoreo potrebbe combinare un uomo che ha dichiarato ieri a "Porta a porta" che l’esercito l’ha espressamente schierato per reprimere le manifestazioni "irragionevoli" di piazza (le manifestazioni di Chiaiano, della base Nato di Vicenza, dei no-TAV… che anche Di Pietro considera "irragionevoli"…).

    Detto questo sarebbe auspicabile che Di Pietro precisasse, (a prescindere) con una proposta di legge NON AMBIGUA, la faccenda del libero blog, della libertà di pubblicazione del proprio pensiero su blog e siti senza obblighi editoriali (ahimé quando IDV era nella maggioranza c’è stata una legge ferragostana che rema in senso contrario, obbligando i bloggers a divenire editori…) e prendesse una posizione anche sulla questione del FAIR USE . Un atto di civiltà per l’Italia… che di recente si distingue solo per aggressioni razziste e revisionismo fascista. Nessuno nota più il premier in camicia nera o che parla solo dalla sua postazione col Tiepolo imbracato alle spalle, snobbando programmaticamente il Parlamento… Questa è persuasione occulta, lento abituare i cittadini al progressivo ritorno del fascio…

  • 38
    ciccio

     Di Pietro di diritto e leggi non capisce una mazza, sarebbe stato meglio fargli qualche domanda sull’esperimento del cern di Ginevra, per quello che ne poteva sapere era la stessa cosa.

  • 37

    Su YouTube noto una sorta di pensiero "pro dipietrista" uniforme e a volte molto elevato. E’ vero che Tonino fa opposizione, ma ad informarsi meglio sembra proprio che lo stesso Tonino sia una sorta di "La Trippa" dell’antiberlusconismo (vi prego di vedere il video del mitico Totò sul politico… che ridere :P). Purtroppo debbo dar torto a Travaglio sugli indagati: nell’IdV ce ne sono tanti, soprattutto in ambito locale.
    Ho trovato molti link sul tema:
    http://vitoschepisi.wordpress.com/2008/02/23/la-doppia-morale-di-di-pietro/
    http://www.pensierolibero.eu/tgeu/index.php?op=new&id=364
    Ed ecco i numeri vergognosi:
    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200809articoli/36237girata.asp

  • 36
    Belliger

    PER CG

    L’affermazione di Di Pietro cui ti riferisci nel tuo punto 1) è da intendere così:

    La norma deve essere modificata, ma il giudice aveva già in sé gli strumenti per assolvere lo storico: infatti si è applicata una fattispecie normativa propria del mondo dell’editoria ad una realtà diversa che è quella di internet.

    Non mi sembra che le due cose siano contraddittorie: in altre parole Di Pietro dice, rendiamo esplicita con una modifica legislativa, un principio che è già contenuto – implicitamente e quindi non è immediatamente visibile – nel nostro ordinamento giuridico.

  • 35
    Belliger

    Osservazioni di Di Pietro (sul mondo dei blog e su Cossiga) equilibrate  e piene di buonsenso. E questo sarebbe il politico eversivo dipinto da tanti media?

  • 34
    CG

    Interessante. Bravo byo, non mollare, stai dietro a tutti.

    Ora mi chiedo due cose, ragioniamoci:

    1) Di Pietro vuol far abrogare la norma (controlliamo! lo farà? ci proverà? con che impegno?) e contemporaneamente dire "dai, non forziamo la norma, assolviamolo senza forzarla" … strano e interessante, da tenere sotto controllo.

    2) Afferma che sulla pubblica piazza c’è libertà di parola _MA DIPENDE DA COSA IO AFFERMO_ … e dunque non è chiaro. C’è infatti da far la prova: devo annunciarmi, devo chiedere il permesso e ottenere autorizzazione, devo dire cosa dirò? Oppure dopo un po’ arriva la polizia e per "ragioni di ordine pubblico" io, tu, chiunque, non può più essere così libero?

    Siamo molto in silenzio sulle cose importanti. Troppo.

    Mi interessa questa cosa delle telecamere nelle sale comunali, voglio proprio vederla. Dovrebbero metterci direttamente le webcam, istituzionalmente. Ma poi andrebbero al bar, discuterebbero e poi direbbero le cose ad uso e consumo delle telecamere, no?

    Da provare.

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

M5S: “THE ALDE AFFAIR” SPIEGATO A CHI ANCORA NON L’HA CAPITO

M5S - THE ALDE AFFAIR SPIEGATO A CHI ANCORA NON L'HA CAPITOIn molti ancora non si spiegano come sia stato possibile per il Movimento 5 Stelle il fallito tentativo di entrare nell'ALDE, il Gruppo Politico Europeo più europeista che c'è. È comprensibile: le istituzioni europee sono lontane, opache e volutamente complicate. In questo video cerchiamo di fare chiarezza sulle questioni tecniche...--> LEGGI TUTTO

CHIESA E MESSORA SU UE E MES: LA POLITICA NON ESISTE PIÙ.

Chiesa Messora su UE e MES - La politica non esiste piu - playGiulietto Chiesa e Glauco Benigni intervistano Claudio Messora sul MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità altrimenti detto Fondo Salva Stati, e sul finire lanciano una proposta di giornalismo investigativo per identificare i gruppi di potere che si nascondono dietro i gruppi di lavoro nella Commissione Europea. ...--> LEGGI TUTTO

“Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”…

Come tremano Dopo la colossale figura di palta, anziché una letterina di scuse per avere esposto tutto il Movimento 5 Stelle al pubblico ludibrio, a un fallimento politico colossale e avere rovinato irrimediabilmente i rapporti nel Gruppo Politico dove M5S Europa risiede, l'Efdd, arriva questo testo sul blog...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gentiloni, il Presidente del Consiglio che vuole cedere sovranità all’Europa – Diego Fusaro

Gentiloni vuole cedere sovranità all'europa di Diego Fusaro Ora è ufficiale: Sergio Mattarella ha scelto Paolo Gentiloni per formare il nuovo governo in seguito alle dimissioni di Matteo Renzi sconfitto al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. Lo stallo, dunque, è superato. Mattarella ha sostenuto con enfasi, al...--> LEGGI TUTTO

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Governo Gentiloni: cambiare tutto per cambiare in peggio.

La conferenza stampa di Paolo Gentiloni dopo l'incarico ricevuto da Mattarella ad esplorare la formazione un nuovo Governo. Nuovo Governo che, secondo lo stesso Gentiloni, si muoverà in continuità con il Governo precedente e con la stessa maggioranza. Un renziano al posto di Renzi. Come dice...GUARDA

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni

Sergio Mattarella: La conferenza Stampa in diretta dopo le consultazioni. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>