La rete dentro.

La rete dentro è la prosecuzione di Isole, pubblicato il 7 settembre.
Leggerlo ti aiuterà a ricollegare il filo di Arianna.

Ogni petalo senza fiore lentamente avvizzisce, poi muore. Ogni lago senza fiume, presto o tardi evapora. Essere vivo significa essere in movimento. Così ogni isola, senza un ponte, non ha nessuna possibilità di sopravvivere al tempo. Non potendo cambiare, è destinata a divenire arida roccia.

I ponti sono necessari. Ognuno di essi è una possibilità, una via di fuga. Un giorno, lontano o vicino, potrebbe fare la differenza tra vivere o morire. Una cellula lo sa istintivamente. Ha una membrana selettivamente permeabile, una frontiera che lascia passare solo ciò che deve. Riceve cose, trasforma cose, rilascia cose che chiama prodotti di scarto. Le stesse cose che altri, là fuori, considerano una vera prelibatezza.

Questo baratto primordiale non si verifica solo nell’infinitamente piccolo. Basta girare al contrario la rotellina del microscopio e dare un’occhiata agli organismi animali. Al loro interno, sofisticati aggregati pluricellulari collaborano inviandosi messaggi, scambiandosi elementi nutritivi, filtrando ciò che non è utile. Instancabili trebbiatrici, i denti, triturano il cibo. Le ghiandole salivari lo reimpastano e, attraverso l’esofago, riempiono la vasca di pretrattamento, lo stomaco. Nel giro di tre o quattro ore un piccolo laboratorio chimico e meccanico separa, sminuzza, discioglie e invia la merce catalogata al centro di smistamento, l’intestino. Da lì, un lunghissimo nastro trasportatore organizza il carico e lo prepara per la grande distribuzione: il sangue. Nella sua corrente transitano miliardi di operosissimi autoarticolati che ogni minuto percorrono a tutta birra una rete autostradale fatta di vene, arterie e capillari. Ecco come i beni di consumo finiscono dritti dritti negli organi, vere e proprie metropoli estremamente specializzate nella lavorazione dei materiali e nell’erogazione di servizi di incalcolabile valore.

E’ la rete dentro! Una micro società attenta e sensibile all’ambiente. Non brucia combustibili fossili per produrre energia: funziona ad aria. Usa l’ossigeno per bruciare il carbonio di cui ogni cosa è composta. Poi, come una stufa a legna, rilascia anidride carbonica. Là fuori, le piante ringraziano.

L’interno di un organismo animale non ha strade lastricate di munnezza, a meno che non arrivino troppi container di hamburger, ketchup e patatine, impossibili da smaltire. Alcune Città-organo sono specializzate nel trattamento dei rifiuti: mantengono tutto pulito ed efficiente. Ci sono reni che filtrano, villi intestinali che, villani, accompagnano gli ospiti indesiderati alla porta, e abbiamo perfino la raccolta differenziata. I liquidi da una parte, il solido e l’umido dall’altra, mentre i sali minerali e i feromoni vengono scortati al confine, zone periferiche al limitare del territorio, e da lì espulsi clandestinamente. Una volta fuori, attraggono e irretiscono i turisti.

Tutto è sincronizzato. Tutti danno una mano, specialmente le braccia! Se qualcosa non funziona, le forze dell’ordine hanno anticorpi speciali che in breve tempo riportano l’ordine per le strade. In un organismo animale non si scherza: per gli sbarchi clandestini c’è la pena di morte. Talvolta qualcuno riesce a trovarsi un lavoro utile, e collabora simbioticamente.

Ma non è tutto lì, un’altro giro di rotellina e il nostro microscopio mette a nudo analogie a dir poco impressionanti. Eh sì, ai piani alti della scala evolutiva scopiazzano!
In un termitaio, migliaia di organismi interagiscono a un livello di complessità superiore, replicando lo stesso paradigma organizzativo al fine di garantire la sopravvivenza del gruppo. Visti tutti insieme, essi costituiscono un corpo unico, un vero e proprio esoscheletro che li identifica come un individuo. Le loro città fatte di terra e fango possono arrivare ad essere alte anche 12 metri.

Gli esempi sono infiniti. Potremmo parlare dei formicai, degli alveari, degli stormi di uccelli che mutano direzione di volo all’unisono e apparentemente senza guida. Potremmo perfino parlare dell’uomo, l’Isola per eccellenza, il pontificatore. Potremmo descriverlo minuziosamente, questo insieme topologicamente sconfinato di atolli di varia forma e natura, ognuno con i suoi codici, la sua lingua, che si affanna nell’immane tentativo di entrare in contatto con chi possa non solo acquistare le sue merci e vendergli le proprie, ma anche e soprattutto… comprenderlo.
Ogni uomo è un organismo unico ed irripetibile, eppure è fuor di dubbio che le interazioni con i suoi simili rispondano agli stessi stimoli, alle stesse leggi che governano i rapporti fra le cellule elementari, tra le città-organo, all’interno dei termitai, dei formicai, degli alveari e degli uccelli che volano in formazione.

Sì, adesso potremmo finalmente parlare dell’umanità!
La prossima domenica.

Post collegati

Isole, pubblicato il 7 settembre.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

6 risposte a La rete dentro.

  • 3

    Riprendo anche io il filo d’Arianna che aveva portato Teseo fuori dal labirinto delle sue convoluzioni cerebrali… lo stesso filo intrecciato da Penelope nel telaio che si materializza e si disfa in continuazione in attesa dell’amato… lo stesso filo poi reciso dalle Parche…

    Fin dagli albori il pensiero occidentale s’è sforzato di organizzarsi attorno ad un "centro", ad un principio che desse un senso alle categorie, agli schemi strutturali, alle classi, ai codici… e alle reti. Aristotele in primis aveva ordinato i suoi pensieri in categorie, scartando aristocraticamente gli "accidenti"… gli elementi "insignificanti" che non servivano allo scopo. Un po’ come si scartano gli schiavi e i barbari dalla vita "civile". Da allora il piano "divino" del logos (le prigioni strumentali della mente, dell’universale) è stato nettamente più importante dell’individuo…

    E oggi? Un certo sapere scientifico trasversale a tutte le scienze nate dal progetto umanista e illuminista, un pensiero "eccentrico", sta cominciando a minare seriamente le nostre conoscenze più consolidate. L’epigenetica, la matematica del caos e la fisica quantistica, per esempio, hanno disintegrato l’opposizione dentro/fuori, soggetto/oggetto, osservatore/esperimento e (per dirla con Byo…) rete interna/rete esterna. In più, hanno evidenziato come l’eccezione, l’accidente, l’epifenomeno (la periferia delle cellule neuronali, l’attrattore strano, il neutralino) stia divenendo il nuovo punto di vista. Vitale anche per la presuntuosa struttura del logos, quello che chiamiamo l’apparato (politico, digerente, respiratorio, circolatorio, neuronale, ecc)… Le reti possono "entrare in risonanza" se attraversate dalla medesima passione per il ritmo e l’armonia dei numeri. E a volte ne godono… Ma, ogni volta devono fare attenzione in qualche modo all’elemento che sfugge, inglobarlo e deviare il movimento dell’insieme ("ad orecchio", come fanno certi musicisti)… sulla base delle esplorazioni solitarie di un singolo "puntino"…

    Non si tratta tanto di stupirsi di fronte a sciami che sembrano muoversi con una sola mente, quanto di capire che il nostro pensiero non ragiona secondo la logica, ma secondo semplici associazioni (di percezioni) che, attratte come da un campo energetico, si ripetono fino a diventare un "codice". Ma questo codice non è un oggetto. Non è la realtà. E’ un pensiero-strumento che usiamo per inventare realtà mentali e non… Il pensiero non ha mai smesso di funzionare per "analogie", associazioni di percezioni, messaggi semplici che solo se ripetuti diventano un codice… una rete. Costantemente le nostre certezze e i nostri codici vengono minati dall’esplorazione individuale, dal "vagare" dei dendriti dei neuroni… E il nostro amato IO è eccentrico (eccezionale, esorbitante) anch’esso. Sembra non cadere nei confini spazio-temporali della materia, segue un altro paradigma, è "fuori come un balcone"… La sua coerenza sembra data da una "analogica" ("scienza" delle rassomiglianze da me inventata  e tracciata per sommi capi nel mio blog) che giunge ad avere un senso ancor prima di essere compresa. Capace di associare e spostare montagne di concetti e, volendo, mutare a distanza e simultaneamente diversi piani di realtà.

    Creare il varco che ci dispone al movimento e a ciò che viene (l’a-venire) è il solo compito di Teseo-Arianna. Come un fulmine, muggito di Minotauro, si uscirà dal labirinto della mente (…che mente).

    Le pecorelle (animali inquietanti), prima o poi, seguiranno.

    Ci tengo a dire che a me non interessa che ci sia un movimento corale, non mi interessa affatto controllare le masse… non seguo l’Arte Regia (l’arte di governare, la scienza che i "massoni" ben conoscono e male usano) per influenzare gli altri. Trovo però che i piccoli mutamenti siano grandi rivoluzioni. Basta a volte una piccola associazione per mutare un paradigma consolidato. Esempio: se associo "Berlusconi-Pezzente" a tutti i livelli, ripetendolo come una simpatica cantilena che susciti il rilascio di serotonina o l’eccitazione dell’amigdala… la percezione di questa associazione risulterà molto facilmente logica e reale (anche se non lo è)… E finirà per condizionare il "destino" di quel premier preso a caso… E’ la stessa logica del "meme", che tanto funziona in rete e nei piccoli gruppi. O in Borsa… O in Italia…. o in certe malattie mentali (manie, ossessioni, ecc…) che altro non sono che esagerazioni di un movimento che attraversa tutti. La sua forma consapevole è la "magia", l’immaginazione creatrice.

    In sintesi. Siamo fatti di codice e miriadi di eccezioni… tante quante sono le regole. Questo doppio movimento è tutto quello che è possibile osservare. L’avanguardia è il pensiero che si muove come un fulmine, anticipando i movimenti di milioni di "cellule"… Se becca la giusta connessione, il giusto varco, tutte le altre cellule si muoveranno in sincronia e ci sarà un salto quantico, un cambiamento di rotta… E vedremo mirabili volteggi di stormi nei cieli…

    Lo so, è un pensiero molto autunnale…

  • 2
    Diego

    …Funzionare come un unico essere? Ma è quello che già facciamo (faremo e abbiamo fatto), peccato che la "chimica" che ci fa vivere e muvere all’unisono sia pilotata dal modo demagogico di pensare di pochi (media, politici ecc…). La missione di tutta l’umanità (com’è quella di formiche e altre società animali), dovrebbe essere quella di  vivere in maniera naturale cercando di non distruggere l’unica fonte di sopravvivenza che abbiamo, la nostra amata TERRA. Ma purtroppo l’Uomo crede d’essere superiore a tutto e a tutti; prima o poi però, il "conto" lo pagheremo e sarà molto salato.

    Saluti e… "complimenti per la trasmissione"

  • 1
    brunotedeschi@tiscali.it

    Caro Alessandro Coltri tra non molto potrai trovare esposto in Rete un progetto denominato "un Vivere migliore".

    quì di seguito puoi avere un’idea sulla proposta.

    Insieme possiamo partecipare a creare tante piccole Reti solidali, interconnesse, di soccorso e assistenza non solo economica, che potrebbero moltiplicarsi in modo esponenziale con un “passaparola” incentivato da un dono sociale, ma in modo regolamentato.

    Un “Circuito Virtuoso” nel quale ognuno potrà liberamente scegliere il come realizzare un proprio Vivere migliore. Un Vivere migliore che potrebbe incominciare semplicemente da una nuova opportunità di lavoro e reddito e continuare con una crescita culturale umanistica – spirituale e la trasformazione in un autentico essere umano: il degno membro di una nuova Comunità.

    Nel nuovo contesto chiunque potrebbe migliorare la propria vita aiutando anche “gli altri” a migliorarla: usando il cuore si potrebbe imparare a coniugare l’utilità all’Amore ovvero a un’umana comprensione e attenzione verso l’altro.

    Sì, un Mondo e un modo migliore per Vivere è possibile se, insieme, incominciamo a realizzare una economia solidale sussidiaria all’esistente. Per migliorare il tenore e la qualità di vita questa nuova socioeconomia si baserebbe su un diverso modo di fare circolare il denaro tra i partecipanti e crescerebbe con un “passaparola” incentivato da un dono sociale, ma in modo regolamentato.

    Ma cosa più importante, sarebbe anche un’attività per promuovere migliori relazioni umane, un impegno civico solidale e una crescita culturale – spirituale. Sarebbe, cioè, un’attività che promuoverebbe una diversa visione della vita.

    In alto il cuore, emilianobruno

  • 0
    alessandro coltri

    Il mondo può essere migliore, tutto si può migliorare, possiamo contribuire a migliorarlo tutti , ma io penso che un pò di egoismo sia insito in natura, il massimo che si può ottenere è poco egoismo, che è un ottimo risultato.Le banche etiche sono un cambiamento di rotta esistono in Germania e in nord europa, in Italia non lo so, è decisamente contro tendenza ognuno presta i soldi agli altri e guadagna "solo"la possibilità di farsi dare un giorno un prestito;ma forse voi parlate di piccol cambaiamenti come salutare la gente alla mattina, come dice la canzone w la gente…;a mio avviso il mondo sembra sempre sull’orlo di un baratro, o così vogliono farci credere, quindi qualsiasi idea contraria al baratro è sempre un passo verso il terreno sicuro.

  • -1
    OmarValente

     

    Il Mondo Dove Vivo :

    Accusami di tutto io sono colpevole a volte ho infierito su chi era più debole, ho infranto delle regole,
    non sono l’ideale che magari ti aspetti, ma io rifletto in pieno il mondo dove vivo, specialmente i suoi difetti,
    se è vero che si nasce puri poi ci si sporca crescendo, è difficile restare puliti nuotando tentando di uscire dal fango,
    sono io il primo a dire che sono sbagliato, ma la mia condotta è il risultato di ciò che mi hanno insegnato,
    che quindi almeno mi sia tolta la metà della colpa che mi si faccia restituire
    almeno metà della m**da raccolta,
    c’è chi mi ha detto che i soldi non contano alla fine più di un tot,
    a me sembra che la storia quaggiù giri tipo juke box,
    se non infili la moneta non funziona,
    la musica non suona e c’è ancora la persona con la zappa e quella con la corona,
    quindi fin da piccolo ho capito che dovevo fare quello che potevo per arrampicarmi sulla vetta del mondo dove vivo;

    Rit.: Ti può sembrare una visione egoista e io eccessivo e negativo, ma non è un parere ciò che devo
    fare per non cadere. Io sono realista questo è il mondo dove vivo e se ne conosci un altro fammelo
    sapere.

    Vivo di ciò che mi nutre e allo stesso tempo mi inquina, spesso mi trovo a fare mattina sul fondo di una lattina e non c’è medicina per questa malattia, il virus corre tutti i giorni nella via sotto casa mia,
    il menefreghismo, l’egoismo, l’arrivismo tanti gremlins sotto le candide spoglie di un intero organismo,
    gente allo spasmo che tenta di venire fuori facendosi un mazzo tanto criticati, ostacolati da chi ci ha sempre avuto chi pagava il conto.
    Ieri ho pensato a un mondo di pace, senza un nemico, senza un confine, senza il concetto di straniero, era un bel pensiero, ma io non c’ero e comunque li non sarei servito a niente,
    io sono un delitto con l’odio come movente e il rancore come attenuante.
    Così m’hanno voluto, così m’hanno cresciuto, tutto quello che c’ho avuto l’ho ottenuto senza aiuto,
    se non dalla famiglia dai fratelli che erano con noi prima dei dischi d’oro, quindi ora è solo con loro che divido
    i frutti del mio lavoro;

    Rit.

    Rit.

    Essendo un paradosso vivente nel mio egoismo credo nelle idee di condivisione, credo che un giorno una nuova coscienza di massa ci porti a stare tutti bene, ma so anche che ci vorrà parecchio per farlo,
    so di sicuro che io non sarò ancora in vita per vederlo, a me e a quelli come me tocca fare il possibile per trovare un metodo infallibile,
    per ritagliare dentro ‘sto macello insostenibile un oasi vivibile a patto
    di portarsi addosso il peso di un odio tangibile, non che mi piaccia, ma così sarà finché la legge della banconota sarà indiscutibile.
    Quindi io mi sbatto per la salute del mio pezzettino che sommato a tutti gli
    altri dà risultato il mondo rendo un posto migliore, la mia vita e quella di chi mi sta accanto, quindi sarebbe già un buon punto se tutti facessero altrettanto,
    ma nel frattempo devo pensare alle regole che mi hanno fatto imparare, a quella parte del codice da non tramandare, che dice di difendere ciò
    che è mio e che ti dice dopo vengano gli altri: prima io!

    Rit.

    Rit.

     

     

     

     

  • -2

    il video è assolutamente geniale…mi hai incuriosito e ora mi documenterò sui film di Woody! thanks!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>