La libertà di parola vigilata.

Si conclude l’intervista a Francesco Di Stefano, proprietario di Europa7, la tv che non c’è. Non c’è perchè la nostra è una democrazia sulla carta, un’oligarchia travestita. Viviamo nell’epoca della Grande Illusione. Ci dicono che abbiamo la libertà di parola, ma non è vero. Abbiamo la libertà di parola vigilata. Dobbiamo rimanere entro un raggio di pochi metri dall’informazione autorizzata, abbiamo l’obbligo di firma, cioè a firmare i pezzi devono essere sempre gli stessi. Altrimenti? Se sei piccolo, c’è la morte dolce. Ti staccano il tubo, recidono i collegamenti, ti strappano le corde vocali: diventi solo una maschera con la bocca spalancata in una terribile smorfia. Se sei un po’ più grande ti screditano e ti umiliano in tutti i modi. Un’arte sopraffina che non si insegna a scuola. Se sei ancora più grande, grandissimo, e rischi di andare fuori controllo, allora fanno leggi apposite per imbavagliarti.
Ecco quello che è accaduto e accade tutt’ora con Europa7. Europa7 è un mostro che fa paura. Se parte toglie tutti i bavagli. Tana libera tutti. E allora non deve partire. A costo di essere inadempienti, di pagare multe, di cambiare la costituzione. A parlare devono essere sempre gli stessi, sempre e solo loro. Chi tocca i fili muore. Chi alza la testa viene giustiziato. Silenziosamente, nell’indifferenza dei mezzi di disinformazione.
E’ questa la democrazia in cui credete di vivere? Una volta si facevano cataste di libri e si bruciavano in mezzo a una piazza. Perlomeno il fumo era visibile, non potevi nasconderlo.
Oggi si bruciano bit, nessuno li vede, nessuno ne sa niente. Il digitale finisce per essere l’alleato più grande di questo sterminio di massa dell’informazione. Possono cambiare tutto, e dare l’impressione di non avere cambiato niente. Hanno il controllo totale, tirano i fili. Possono farti vivere o morire senza che neppure tu te ne renda conto. La storia ricorderà questo momento come un’ennesimo periodo di barbarie. Il male è sempre più forte, perchè ha una preoccupazione in meno. Non deve badare a nessuna etica, non c’è nessun giusto o sbagliato. Tutto è giusto, se serve a se stessi, al proprio tornaconto. Il male può essere sconfitto solo da un male peggiore. E’ la vittoria di Lucifero. Lucifero all’Inferno e Lucifero anche in Paradiso. E’ tutto suo, comanda angeli e demoni. Che fingono di farsi la guerra e poi, nell’al di là, brindano a suon di calici di ambrosia.
Credete che la crisi economica preoccupi molto i Moratti, i Berlusconi, i Benetton? Il loro unico problema sarà diversificare. Il nostro problema, invece, sarà far la spesa al supermercato e non farci pignorare la casa. L’abbiamo detto molte volte, in questo stesso blog, diversi mesi fa, quando loro dicevano che non ci sarebbe stata nessuna crisi, che il peggio era passato. Per loro il peggio non è mai venuto. La storia insegna, però, che quando si oltrepassa il punto del non ritorno, le cose possono precipitare. Giorno verrà che il peggio saremo noi. Il loro peggio. Peggio per loro!

Byoblu: «Che tipo di spazio verrà dato a internet, o verrebbe dato, nei vostri palinsesti

Di Stefano: «Il nostro obiettivo è dare voce a chi non l’ha mai avuta. Naturalmente sono anch’io un fruitore enorme di internet. Mi informo su internet, d’altronde non è possibile fare diversamente. Mi piace tantissimo. La seguo e la conosco moltissimo. Internet è uno spazio di libertà importante: non possiamo quindi non dargliene tantissimo. Il problema degli spazi internet è che sono spazi con poche risorse! Quindi secondo me una televisione molto forte può fare molto bene a questo settore.»

Byoblu: «L’informazione indipendente prenderà sempre di più la strada della rete, e quindi di internet. Questo secondo molti analisti potrebbe già accadere entro i prossimi 3 o 5 anni. L’assenza di un editore garantirà sicuramente più libertà rispetto ai contenuti, ma toglierà anche l’unica fonte certa di sopravvivenza, lo stipendio. Secondo lei quale potrebbe essere una strada etica per conservare l’autonomia intellettuale e nel contempo non morire letteralmente di fame

Di Stefano: «Io non ce l’ho questa strada, anzi sono molto pessimista. Io sono convinto che quando internet sarà veramente anche in Italia un affare, perchè non lo è ancora per nessuno, putroppo come al solito sarà aggredita dalle grandi corporation. Mediaset sarà una di queste. La Rai sarà una di queste. Non ci facciamo illusioni: quando una cosa funziona arrivano quelli con tanti quattrini per utilizzarla. Ecco perchè dico che è importante una televisione ricca, finanziariamente forte, che valorizzi certe iniziative dando loro anche un aiuto, un sostentamento. Un’altra strada sinceramente non la vedo.»

Byoblu: «Poco tempo fa è uscito un articolo su Panorama che aveva a che fare con una televisione, che si chiama Libera Tv. Potrebbe riassumerci la situazione?»

Di Stefano: «L’articolo di Panorama naturalmente era critico. Anche se poi dicevano è tutto legittimo. Hanno fatto un altro articolo ancora peggio su Il Giornale quando nei titoli dicevano che avevo fatto affari con Consorte, e poi nell’articolo dicevano che gli avevo detto di no. Quindi facevo affari avendogli detto di no. E’ chiaro che è la propaganda di Berlusconi.
La storia di questa televisione è semplicissima. Quando fanno la legge Gasparri, per farsela approvare dagli altri parlamentari gli danno un contentino. Gli dicono che se fanno un movimento possono fare una rete satellitare in parte finanziata con i soldi pubblici. Più precisamente, finanziata dalla Presidenza del Consiglio. Perchè? La Gasparri faceva l’interesse esclusivo di Mediaset e soprattutto cancellava Europa7. In questo modo, oltre a fare un piacere agli amici politici, si voleva dare anche uno spazio di pluralismo e di libertà. Naturalmente i politici, i movimenti eccetera se ne guardano bene dall’avvalersene, perchè comunque vuole dire investire, buttare denaro. Lo fanno soltanto Libera Tv, grazie all’iniziativa di due ragazzi, e Nessuno Tv. Nessuno Tv, vicina ai DS, sopravvive. Questi ragazzi vengono da me e mi dicono che non ce la fanno. Io subentro, con la nostra società, caricandomi anche di tutti i debiti, e cominciamo a fare questa televisione libera sul serio. C’è un grosso numero di ore dedicate, lì sì, molto al web. La trasmissione si chiama ZapNews. Si naviga sul web, si porta alla ribalta quello che c’è, parlando di tutte le schifezze, le sconcezze. Vi invito a vederla: canale Sky 924. Portiamo avanti il nostro lavoro cercando di dare una voce in più. Con la nostra esperienza cerchiamo di non buttare via troppo denaro, perchè ci serve per la battaglia principale, e naturalmente siccome un 25% degli introiti possono derivare dalla pubblicità, ci mettiamo anche televendite e qualche spot. E’ sempre la legge che lo prevede. A loro non va bene che noi abbiamo fatto questa cosa. Cioè: la legge lo prevede, abbiamo rilevato un’emittente in difficoltà, ma non gli va bene perchè prendiamo i soldi pubblici. La legge Gasparri non l’ho fatta io. L’hanno fatta in funzione di certe cose, e io non posso utilizzarla? Scriviamo che non posso manco utilizzare questa benedetta legge Gasparri. Certamente mi fa piacere che il Presidente del Consiglio debba finanziare in parte un’attività che io faccio. Gli sta bene. Va rinnovata, adesso, questa cosa nel 2009. Dicono che facciamo questa schifezza: perchè la rinnovano? Non certo per noi. Forse la rinnovano per qualcun altro. Allora cosa vuole Panorama? Stiamo facendo nè più nè meno quello che è previsto dalla legge, sempre con la nostra ottica: dare spazio a una voce diversa. Guardatevela perchè veramente è quello che fa.»

Byoblu: «Quindi la televisione trasmette…»

Di Stefano: «La televisione trasmette tutti i giorni sul canale 924 di Sky. Ci sono giornalisti stranieri che la fanno andare avanti, che fanno un’informazione molto forte. Naturalmente il problema qual’è? E’ che sul satellite gli ascolti sono quelli che sono. Non la vede nessuno. Infatti successivamente il grande imprenditore Berlusconi con la Brambilla apre una televisione che chiama La Televisione Della Libertà. La nostra televisione si chiama Libera, ed è precedente. Ci butta 20 milioni di euro, la chiude, e porta a ripianare il bilancio da Forza Italia, quindi con i soldi pubblici. Questo è emblematico di quanto successo abbia la televisione satellitare: il più grande Tycoon italiano fa un enorme flop ed è costretto a chiudere! E il nostro problema qual’è: che siamo così bravi da rimanere in piedi?».

Byoblu: «Stasera tutti sul Canale 924 di Sky!»

Di Stefano: «Grazie.»

Byoblu: «Dottor Di Stefano, nel caso augurato che queste frequenze finalmente arrivassero, io mi proporrò per un provino, eh?»

Di Stefano: «C’è molto spazio per la gente libera in quella televisione.»

Video allegati:
Byoblu incontra Di Stefano
Prima Parte
Byoblu incontra Di Stefano
Seconda Parte
Byoblu incontra Di Stefano
Terza Parte
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

13 risposte a La libertà di parola vigilata.

  • 13
    sebastiano

    da lunedi 2 marzo a oggi il segnale di libera sul free decoder a smesso di trasmettere :-(

    GD Star Rating
    loading...
  • 12
    lorenzo17

    Grande byoblu speriamo che al più presto le cose si miovano davvero per il verso giusto. Grazie ancora per il tuo lavoro.

    P.S. Ma cosa ci fà quella faccia di m….a di Sgarbi nel tuo blog

    GD Star Rating
    loading...
  • 11
    lorenzo17

    Grande byoblu speriamo che al più presto le cose si miovano davvero per il verso giusto. Grazie ancora per il tuo lavoro.

    P.S. Ma cosa ci fà quella faccia di m….a di Sgarbi nel tuo blog

    GD Star Rating
    loading...
  • 10
    lorenzo17

    Grande byoblu speriamo che al più presto le cose si miovano davvero per il verso giusto. Grazie ancora per il tuo lavoro.

    P.S. Ma cosa ci fà quella faccia di m….a di Sgarbi nel tuo blog

    GD Star Rating
    loading...
  • 9

    Ciao, complimenti per l’ intervista. Non ho mai seguito la vicenda di Europa7, se non per sentito dire(anche perchè ti sfido a stare dietro a tutti i misfatti di certa gente…) e devo ammettere che questi video mi hanno fatto venire voglia di interessarmi maggiormente a questa diatriba. Comunque sia è scandaloso, bisognerebbe andare a Roma a tirar loro le pietre, altro che stare qui ad aspettare l’en. Bisognerebbe creare un network a supporto di Europa7, mi sembra che Di Stefano se lo meriti visto che sta conducendo questa battaglia da solo!

    GD Star Rating
    loading...
  • 8

    Massimo, me lo auguro.
     Trovo poco credibile che sia un problema tecnico. Avendo fatto l’informatico sia a livello di smanettone, sia architetturale, so di cosa parlo.
     

    Limitare la condivisione dei video a un gruppo numericamente ristretto di destinatari sembra più una scelta filosofica che tecnica. E’ una scelta fortemente limitativa che incide profondamente sulla divulgazione dei video. Quanto meno asupicherei che tali scelte venissero pubblicizzate in un’apposita sezione dove tutte le modifiche e le novità introdotte venissero presentate e commentate.

    Nel caso la limitazione venisse rimossa ovviamente, se non sarà troppo tardi e non avremo già cambiato piattaforma, ne daremo notizia.

    Per adesso mantengo le mie perplessità. Non sono un complottista. Non lo sono mai stato. Però sono molto perplesso. Questo sì.

    GD Star Rating
    loading...
  • 7
    massimo

     su youtube io nn sarei così complottista. staranno mettendo a posto i server e faccio presente che quest’ultimi sono centinaia di migliaia.

    gradirei che se tornasse tutto a posto fosse reso noto

    GD Star Rating
    loading...
  • 6

    Mi scuso per l’OT, ma ho letto una roba talmente assurda al terzo punto del comunicato del G7 fresco di giornata:

    3) Assicurare che le nostre banche e altri principali intermediari finanziari possano raccogliere capitali da pubblico cosiccome da fonti private, in un ammontare sufficiente a ristabilire fiducia e a permettere che continuino a fornire a dare prestiti alle famiglie e al business.

    Ecco perchè hanno scatenato una crisi senza precedenti (con la cooperazione servile dell’informazione che batte la grancassa dell’apocalisse finanziaria e che non batte ciglio di fronte all’assurdità di una finanza e di una borsa – un gioco d’azzardo ormai -che si finanzia col pubblico, già indebitato fino all’inverosimile). Un punto del genere rappresenta l’autorizzazione ufficiale a rubare dalla cassa. Quella cassa che dovrebbe servire a garantire un minimo di welfare, visto che la gente in Italia non riesce manco a comprare da mangiare… (è per questo che l’economia è ferma, semplicemente non si consuma più…).

    GD Star Rating
    loading...
  • 5

    Ma questa "libera tv" si prende solo col decoder di sky? Con un ricevitore normale non si riesce? Immagino non trasmettano via web… non mi pare di averla trovata in seguito a una superficiale ricerca in google…

    GD Star Rating
    loading...
  • 4
    OmarValente

     Byoblu su Europa7 in una striscia quotidiana in orario striscia? attualmente lo percepisco come un sogno. Nella vita qualche sogno l’ho concretizzato quindi ci spero ancora :D

    GD Star Rating
    loading...
  • 3

    Persone come di Stefano ce ne sono tante in Italia ed al mondo. Azzardo l’ipotesi che è in realtà grazie a loro che il mondo continua ad andare avanti, perché se fosse lasciato in mano agli arrivisti ed ai disfattisti, sarebbe bello che andato in men che non si dica.

    L’unico difetto di persone come Di Stefano è quello di essere… invisibili. Più che difetto, direi che è una caratteristica intrinseca del ruolo che ricoprono.

    Solo l’unione tra tutte le persone come Di Stefano potrà portarci ad un mondo migliore.

    GD Star Rating
    loading...
  • 2

    ‘sto di stefano…. è proprio uno tosto. testardo, nn si arrende dopo tutto questo temp e tutti i soprusi subiti. mi auguro davvero che giunga presto il momento di europa7, la rivoluzione mediatica potrebbe cominciare da lì. ma ho forti fortissimi dubbi che lo lascino partire, luridi bastardi.

    GD Star Rating
    loading...
  • 1

    Goethe affermava che <<nessuno è più schiavo di chi si ritiene libero senza esserlo>>.
     

    Questa è l’epoca degli schiavi, un abbraccio forte forte forte forte forte forte forte forte forte forte forte a mr B, OPS..

     

    GD Star Rating
    loading...

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Seguimi
facebook twitter google+ streamit youtube tzetze oknotizie rss
tasto_newsletter
TU, SU BYOBLU

Rai organo di partito?

Buongiorno, ti scrivo per denunciare come il canale RAINEWS (canale pubblico) sia completamente dedicato e asservito al PD e suoi satelliti di governo. RAINEWS concede continuamente spazi a Berlusconi replicando le sue interviste in giro spacciate per le altre televisioni, ospita giornalisti Italiani ed esteri dichiaratamente schierati suposizioni pro BCE,...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati