Lettera aperta a Renato Soru.

Lettera aperta a Renato Soru
Operazione Save Sardinia

Video correlati

 

1. La Grande Balla 2. Lettera a Chiodi 3. Reazioni
La grande balla di Berlusconi in Abruzzo Videolettera a Gianni Chiodi Fatto l'inganno, trovata la legge!

Nel tentativo di avvertire i cittadini della Regione Sardegna di quanto accaduto in Abruzzo, dove il Presidente del Consiglio ha vinto le elezioni facendo promesse poi platealmente disattese, invito tutti a copiare il testo di questa lettera e inviarlo a Renato Soru, per chiedergli di farsi portavoce tra i suoi concittadini del lamento che si leva dalle terre d’Abruzzo.

 

 

In alternativa all’invio automatico, gli indirizzi email del Presidente Soru sono: presidente@regione.sardegna.it, renato@soru.it. Altri indirizzi di redazioni potenzialmente interessate: redazione@renatosoru.it, ballaro@rai.it, annozero@rai.it, redazioneweb@unionesarda.it, lettere@lanuovasardegna.it, redazione@alguer.it, repubblicawww@repubblica.it, larepubblica@repubblica.it, unitaonline@unita.it, stampaweb@lastampa.it

Lettera aperta a Renato Soru
Governatore della Regione Sardegna

Caro Presidente,

mi permetto di saltare presentazioni e convenevoli, in primo luogo perchè in rete sono superflui, e secondariamente perchè potrà ricavare informazioni sul mio conto dall’esame dei documenti che le sto per sottoporre.

In Abruzzo si è da poco conclusa una competizione politica che ha portato Silvio Berlusconi a conquistare la presidenza della regione. A dire il vero, il candidato Presidente ufficiale è stato un tale di nome Chiodi Gianni, al quale tuttavia sembra essere stato affidato lo stesso ruolo che i gruppi editoriali ricollegabili al Presidente del Consiglio hanno attribuito alle società fantasma delle isole Cayman: quello del prestanome.

Ora, la stessa tattica elettorale viene replicata in Sardegna, con poche varianti. Per ovvi motivi, è cambiato il nome del candidato Presidente del PDL, che ora risponde a quello di Cappellacci Ugo. Sono cambiati i nomi delle città e delle provinceper esempio, hanno dovuto cambiare Chieti in Nuoro. Si sono spinti perfino a cambiare la data delle elezioni.
Il format, quello no. Del resto, Mediaset insegna che un programma di successo non si tocca. Nei comizi pubblici, il nostro Presidente del Consiglio imbonisce la platea parlando di sport e raccontando barzellette. Quando la folla lo acclama, egli con un atto di estrema generosità, forse ricordandosi improvvisamente del capo claque che da contratto sorride e applaude al suo fianco, intima al pubblico che scandisce il suo nome di fare silenzio e lo invita a scandire il nome del candidato Presidente di turno.

Potrebbe sembrare un’innocua riunione di un gruppo scout, se non fosse che Silvio Berlusconi spende la credibilità del Governo per rilasciare assegni scoperti ai potenziali elettori. Per esempio, lo scorso 12 dicembre a Chieti il Presidente del Consiglio ha garantito agli abruzzesi che nella riunione del CIPE del 18 dicembre successivo – sei giorni dopo – avrebbe stanziato parte dei 16 miliardi originariamente destinati alle infrastrutture – poi ridotti a meno della metà – alle opere manutentive ‘di cui l’Abruzzo ha bisogno‘ e alla velocizzazione della Roma – Pescara.

Tralasciando il fatto, già di per sè estremamente grave, che il Governo dovrebbe essere super partes e garantire sostegno economico quale che sia la squadra politica espressione della volontà popolare, con questa mia vorrei mettere in guardia i cittadini sardi dal riporre fiducia in tali promesse. Nel mio articolo La Grande Balla di Berlusconi in Abruzzo potrà infatti trovare prove, documenti e filmati che dimostrano come le garanzie che Il Presidente del Consiglio rilascia per aggiudicarsi il consenso elettorale siano totalmente inconsistenti e sfacciatamente false.
Ottenuta la vittoria del 14 e 15 dicembre scorsi, la preannunciata seduta del CIPE del successivo 18 dicembre non ha stanziato un solo centesimo di euro per le infrastrutture abruzzesi.

Sono consapevole del fatto che lei non può contare su tre televisioni private nè controlla indirettamente la televisione pubblica, in quanto non è a capo del Governo. Neppure può fare affidamento su Europa7, la televisione che legittimamente ha vinto le concessioni governative per l’attribuzione delle frequenze, cui lo stato italiano impedisce di trasmettere in aperta violazione di tutte le normative e di tutte le sentenze della Corte di Giustizia europea.
Tuttavia, se almeno durante i suoi comizi elettorali volesse utilizzare le prove documentali che le ho fornito, sono certo che costituirebbero un’argomentazione talmente inconfutabile da poter essere difficilmente ignorata dai suoi concittadini chiamati al voto.

In Abruzzo il caso ha già destato l’attenzione di una testata giornalistica, Abruzzo24Ore.Tv, che si sta adoperando per richiedere spiegazioni alla nuova giunta regionale de L’Aquila. Purtroppo, chiudere la stalla quando i buoi sono scappati non serve a molto, ma in Sardegna avete ancora tempo.

La invito quindi a fare libero uso dei filmati che ho pubblicato in rete sull’argomento, diffondendoli il più possibile perchè i sardi sappiano quale fine faranno se sceglieranno di credere a ciò che il nostro Presidente del Consiglio, utilizzando aerei di stato e caricandone il costo sui bilanci pubblici dell’intera nazione, va raccontando di provincia in provincia senza per questo essere costretto a mantenere la parola data, saldando i debiti contratti.

Su sua richiesta, sarà mia cura inviarle tutto il materiale disponibile. A spese mie.

Cordiali saluti,
 Claudio Messora
(aka – also known asByoblu)
e i lettori di Byoblu.Com

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

137 risposte a Lettera aperta a Renato Soru.

  • 122
    Antonio

    A parte i versi in limba che ho inserito nel precedente commento, leggendo alcuni degli altri commenti mi vengono alcune considerazioni:

    1. La Sardegna è stata storicamente terra di conquista e questo a molti sardi a quanto pare va bene, anche per il futuro…
    2. Non si può pretendere che tutti siano informati su quello che la giunta regionale uscente guidata da Renato Soru ha fatto durante il suo mandato, in quanto questo implica uno sforzo: andare a cercare le informazioni anche su Internet, leggere più giornali, ascoltare notiziari di diversi canali e così via. Tale sforzo richiederebbe una sottrazione di tempo e attenzione ad attività quali la visione di programmi quali "Striscia la Notizia", il tenersi informati sulle ultime vicende dei protagonisti del reality show di turno, la lettura dei pettegolezzi su giornali e riviste di ogni genere, eccetera, eccetera.
    3. A molti piace l’idea di votare chi è sostenuto da un Presidente del Consiglio che si è garantito, con una recente legge approvata a maggioranza dal Parlamento italiano, l’immunità da qualunque reato, alla faccia de "La Casta" e di tutti quelli che si scandalizzano di fronte alle retribuzioni e ai privilegi della classe politica italiana.
    4. Spesso chi racconta barzellette risulta più simpatico di chi invece ha uno sguardo serio o severo. Ma l’Italia ormai è il Paese delle barzellette e dei pupazzi, in cui spesso si crede che per risolvere o far venire a galla un problema bisogna chiamare il Gabibbo e non presentare denuncia nelle sedi appropriate.
    5. Molti sardi sono scottati dal fatto che la giunta Soru abbia tolto il posto da funzionario regionale (per cui era richiesta la laurea) a persone che avevano la terza media e che magari occupavano quel posto perchè  raccomandati dal politico o potente di turno. Altri sono scottati dal fatto che siano stati tagliati molti enti inutili creati e alimentati letteralmente per mangiare soldi e per sistemare politici "trombati", parenti, amici, amanti.
    6. Spesso non si tiene conto del fatto che per attuare un cambiamento profondo occorre del tempo, soprattutto quando alle spalle si hanno oltre cinquanta anni di malgoverno e di immobilismo politico e decisionale. Il cambiamento richiede idee innovative, pianificazione, lungimiranza, capacità di prendere decisioni, onestà. Come si dice spesso, nessuno ha la bacchetta magica, però si dovrebbe avere la capacità e l’onestà intellettuale almeno di riconoscere lo sforzo di iniziare un cambiamento, se questo ha degli effetti positivi sulla collettività anche nel lungo periodo.
    7. In Italia,  e la Sardegna non fa eccezione, l’onestà non è un valore, è un difetto. La furbizia invece è considerata un valore dai più. Con questo si spiega il fatto che il nostro Paese è governato da un personaggio che dovrebbe essere finito in galera già dagli anni ’70 quando si occupava di edilizia, mentre invece è acclamato da persone in pelliccia e da altre in tuta da operaio, spesso inconsapevoli della storia passata della persona a cui plaudono e danno il voto.
    8. Nel caso della Sardegna spesso si confonde la difesa dell’identità sarda con un desiderio di ritorno al passato. La difesa della propria identità in un mondo sempre più globalizzato è un modo per affermare tradizioni, costumi, capacità e peculiarità che non vanno perse ma esaltate, per potersi distinguere e vivere da protagonisti in un futuro in cui le diversità saranno un traino e non un limite per lo sviluppo globale.
    9. La Sardegna negli anni della giunta Soru ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo operato soprattutto a livello europeo. Tuttavia a livello dell’informazione regionale queste notizie hanno avuto un risalto quasi pari a zero in quanto la principale tv e il principale quotidiano sardo sono controllati da un editore che "obbedisce" al padrone che viene da Arcore. Per questo motivo i suddetti media hanno fatto, negli ultimi cinque anni, una campagna al limite della decenza contro la giunta Soru, che solo chi ha uno sguardo attento per queste cose avrà notato in modo consapevole.
    10. Alcune cose banali che chiunque, di qualunque orientamento politico, potrebbe fare sempre, costantemente e non solo in prossimità di elezioni: informarsi da più fonti possibili, leggere, non fermarsi alle apparenze, pensare con la propria testa, ascoltare gli altri. E’ banale, ma poi tutto il resto vien da sè.
  • 121
    Antonio

    Grazie Claudio per il tuo gesto, sono un cittadino sardo e apprezzo molto il tuo contributo. Vorrei segnalare i seguenti versi in limba (lingua sarda) che ho ricevuto per sms e che non traduco perchè sono già abbastanza comprensibili:

    "Si cherimus sa Sardigna salvare
    a largu sos berluscones dae custu mare.
    E pro sa dignitade de sa sarda zente
    vota pro Soru presidente."

  • 120
    RAGIONIAMO

    CIAO,

    BEL VIDEO COMPLIMENTI E TI DICO: SONO DACCORDO… MAAAAAA TU TI SEI DOCUMENTATO SUL DESTINATARIO DELLA TUA LETTERA????? MI SA CHE TI SEI LANCIATO UN POCHINO PERCHè NON è MOLTO AFFIDABILE IL SIGNOR SORU… BASTI PENSARE CHE SI FA CHIAMARE governatore …AZ!

    CIAO

  • 119
    chicco

    Grazie per l’avviso, ma non andrò a votare nessuno dei due, ci saranno in futuro altre alternative, per noi Sardi e per tutte le regioni d’Italia.

    Siamo tutti vittime di un sistema ormai da cancellare.

  • 118
    imsi

    caro solartime, tutto puoi dire di soru (scorbutico, antipatico, anche "despota") tranne che sia uno che vuol vivere nel passato. la sua storia personale lo conferma. sulla lingua sarda purtroppo per te devo informarti che studi antropologici dimostrano che il popolo che perde la propria lingua perde la propria identità. la lingua è pensiero, cultura, azione. LA LINGUA E’ L’IDENTITA’ DEI POPOLI. attraverso la lingua, la valorizzazione dei beni culturali, ambientali, la difesa della chimica….  il potenziamento dell’istruzione, soru tenta di  dare alla sardegna un suo ruolo, che non è marginale, ma di primo piano nel mediterraneo e nell’europa. tenta di dare anche a te l’orgoglio di essere sardo/a.

    sosteniamolo, senza pregiudizi o invidia, lasciamogli concludere il percorso iniziato. e …se fallirà? a mare. ma io non credo. pensaci.

  • 117
    Elia

    Premetto che brucerei vivi Berlusconi e Cappellacci.. e sicuramente Soru è il meno peggio.. Però vorrei sapere da te e da chiunque legga questo messaggio e ha magari delle reti di informazioni migliori delle mie quali sono gli schelettri nell’armadio di Soru… (chiedo perchè cmq il fatto che : lui possieda l’unione sarda, l’amico De Benedetti possieda La Nuova Sardegna e che gli abbia permesso di edificare a tempi record in questo periodo un villaggio turistico a Golfo Aranci nonostante la legge salvacoste; mi ha fatto cmq pensare) ,e vorrei sapere che ne pensi di Gavino Sale per l’Irs.. chiunque abbia informazioni a riguardo è invitato a contattarmi e-mail eliamadau@hotmail.com (non spaccate le palle con offese e informazioni stupide o altra m***a) grazie dell’attenzione

  • 116
    Margherita

    Ciao Claudio!!Sono una ragazza sarda e purtroppo ho solo 17anni…quando Soru e’ venuto il 12 febbraio qua ad Oristano mi sono avvicinata e le ho detto della tua lettera dicendole che era aperta e che li avresti mandato tutti i materiali per cercare di sconfiggere Berluska e di farla viaggiare per i siti piu’ importanti di internet…Lui,ne era felice e ha apprazzato e credo che abbia anche apprezzato molto il fatto che una ragazza giovane si informi cosi’ tanto di politica…Soru e’ un grande politico e io ti ringrazio per l’aiuto che cerchi di dargli e di darci…purtroppo abbiamo perso come sicuramente sai…ma veniamo al dunque…perche’ non vieni in Sardegna?perche’ non organizziamo delle riunioni specialmente adesso che molti di quelli che hanno votato Cappellacci se ne sono pentiti perche’ hanno chiuso le fabbriche e Berluska ha detto…se volete lavoro ve lo cercate…dopo che anche nel dibattitto a videolinia Cappellacci aveva detto che aiuteranno anche i giovani che hanno bisogno di lavoro…invece stanno pensando di costruire persino la metropolitana sotto terra credo per Cagliari o a Cagliari…Soru ha detto che se lo chiamiamo viene come ha fatto per i commizzi…e quale momento migliore per fare delle riunioni in tua presenza e con la sua?perche’ non creiamo dei siti dove mettiamo le interviste che le facciamo inseme alla storia di Gramsci e di  Mussolini che qui si dice ancora w il duce(per me bestemia)?ti prego di rispondermi e questa e’ la mia email…margiarborea@skindok.com…ti aspetto e ti prego di rispondermi al piu’ presto perche’ ho grandi idee e credo che con il tuo aiuto c’e’ l’ha faremo a mandarli via perche’ adesso mi vergogno di essere sarda e se in questa email ti scrivo che sono sarda e per Soru perche’ sono comunque orgogliosa di vivere nella terra di Soru…ti aspetto al piu’ presto…abbiamo bisogno di te…a presto…

  • 115
    RAGIO

    E POI DIMENTICAVO LA LETTERA è MEGLIO CHE LA MANDI HAI SARDI DANDOCI UN SUGGERIMENTO PER UN ALTERNATIVA CIAO DA

    UN SARDO CHE PENSA AL FUTURO DELLA SARDEGNA E SOPRATUTTO DEI SUOI ABITANTI

  • 114
    Lorenzo da Cagliari

    Ho sempre votato orientandomi verso il centro-sinistra. Votai per Soru nelle precedente edizione.
    Oggi sono estremamente angosciato al pensiero che quell’individuo possa ancor fare il bello ed il cattivo tempo nella mia terra.
    Non sono stupido, so vedere la realtà: so bene che il cav. è un fanfarone di rilevanza internazionale ed assai lestofante, ma al di qua del mare sappiate che Soru non ha rivali in despotismo paranoico.

    Si è autoproclamato paladino della “sarditate” e poi ha importato presunti manager e sedicenti consulenti dal continente con contratti a peso d’oro.
    Questi baroni, a loro volta hanno esteso la catena gerarchica che – in puro stile vassallaggio – a hanno riflesso la stessa arrogante mancanza d’ascolto del Sommo..

    Quando le contraddizioni si moltiplicano, diventano ipocrisia.
    Quale ambientalismo?!
    Dopo aver costruito la sua villa ben isolata ( su una spiaggia da manifesto ) a Villasimius, con tanto di colata di cemento a mare, dice che nient’altro va costruito … affianco alla sua villa per tutto il periplo della Sardegna.
    Quale energia alternativa?!
    Dopo che ha concesso al suo socio in affari De Benedetti ( un altro continentale?! ) la concessione per i pannelli solari “a terra”, ha promulgato il divieto per chiunque altro.
    In quanto ai bilanci, non sembra che la matematica di Soru sia condivisa dalla Corte dei Conti.

    Ma la peggiore calamità si è abbattuta nella Sanità.
    In quel campo, Soru ed accoliti ( in primis la piemontese bocconiana e, soprattutto, “bindiana” Nerina Dirindigna ) hanno interpretato il becero paradigma del culto della personalità, che niente ha da imparare dalle colline di Arcore.
    I medici nostrani sono stati apostrofati come incompetenti, messi alla berlina, estromessi dalle posizioni dirigenziali e sottomessi … ai dirigenti del Triveneto.
    Tagliano i fondi destinati all’assistenza farmacologia, riabilitativa e protesica per poterli ( forse! ) dirottare alla costruzione di grandiosi ospedali di cui non i professionisti, non gli utenti sentono davvero il bisogno.
    Forse vogliono aiutare l’imprenditoria edile, ma non sarà sicuramente quella nostrana ( come a La Maddalena per il progetto del G8 ).
    Credetemi, quando IO ho avuto bisogno del S.S.N., ho trovato strutture che erano oggetto di un disegno di destrutturazione ed impoverimento delle risorse professionali e delle capacità diagnostico-terapeutiche.
    Ho dovuto rivolgermi al privato, che ha fatto del suo meglio, ma non ha potuto fare quel che era dovuto.
    L’assessore Dirindin è stata un flagello che non meritavamo, che non vorremo davvero subire per la seconda volta.
    Basta ho scritto troppo….
    Mi onoro di avere conoscenze tra i consiglieri regionali, dell’una e dell’altra fazione, ma il giudizio che trasmetto a voi è quello di un consigliere di rango del PD: “Soru, Soru è PEGGIO degli altri…” ( da una e.mail inviatami nel settembre 2007 ).
    Qualche mese dopo, fu di dominio pubblico la scissione degli esponenti del PD, pro e contro la tracotanza del Governatore.
    Governatore … non vi sembra che questo termine richiami in mente la plenipotenziarità del Viceré?!

    Lorenzo
     

  • 113
    silvana

    Caro Messora, grazie infinitamente, speriamo che possa aiutare un popolo in parte lobotomizzato dalla tv.

    Purtroppo il suo video è la riprova, se ce ne fosse stato bisogno, del totale controllo a cui sono sottoposti i media in questo paese dove non esistono più giornalisti ma servi e leccapiedi.

    Ho letto con molto interesse quanto scritto dal cittadino sardo che fa una lunga analisi il 30 gennaio. Sento tutta la tua amarezza nel  percepire che non tutti i sardi hanno capito l’importanza e la novità incredibile di Renato Soru, un’amarezza che è anche la mia e accompagna un senso di frustrazione terribile.

    Se tantissimi sardi (di solito quelli che hanno studiato di più) hanno scritto da tutto il mondo per sostenerlo (emigratipersoru.net) non saranno mica tutti impazziti, se da tutta Italia scrivono che lo vorrebbero come loro presidente nazionale non saranno mica tutti matti.

    Se berlusconi ha messo in campo una tale virulenta campagna, offensiva anche per una persona di destra a patto che sia onesta intellettualmente, non sarà mica perchè adora la Sardegna.

    Purtroppo come dici tu si tratta di avere voglia e tempo per informarsi correttamente prima di farsi le proprie opinioni, prima di farsi portare con il guinzaglio a votare.  Questa fatica purtroppo la fanno in pochi.

    Detesto decisamente poi quelli che dicono che votare per uno o per l’altro è lo stesso, scusate, sono ormai una signora ma quando ci vuole ci vuole:  che c**zo dite ? Come potete solo pensare che il barboncino di berlusconi possa opporsi in uno qualsiasi degli interessi sardi al suo padrone ?

    Quando mai avete avuto un politico che ha fatto rispettare questa terra, che ha ricordato a questo paese che esistiamo e non solo per le servitù militari ed altre porcherie ?  

    Quando mai gli emigrati sardi sono stati trattati con questa ammirazione e invidia prima ?

    Quando mai i politici sardi eletti in Parlamento ci hanno rappresentato e difeso correttamente ?

    Qui non si sta parlando di destra o sinistra, di progetti vuoti o di promesse elettorali,  fate lo sforzo di leggervi le cose fatte, fate lo sforzo di guardarvi gli incontri di Soru sul sito renatosoru.it dove parla delle cose fatte. Fate lo sforzo di allontanare lo sguardo dalla punta del vostro naso e sono certa che non potrete più fare queste affermazioni . RAGIONATE !

    E se proprio non potete, fate come vi pare. Mentre aspettate da Messora un "suggerimento per l’alternativa" , mentre vi rimirate e disperdete in partitucoli inutili e inesistenti, mentre blaterate sui blog sparando c**zate (quella sui rifiuti è splendida, ma di cosa parlate ?) Berlusconi vi ridurrà alla fame e alla sudditanza assoluta.

    Caro cittadino sardo io sono più ottimista di te, anche perchè conosco non poche persone che pur votando a destra sono soprattutto orgogliosamente sarde e perciò IN SARDEGNA VOTANO SORU. Ma se proprio non dovesse andare beh, allora io soffrirò sicuramente ma vorrà dire che ha ragione il campione dei sardi venduti cossiga quando dice che la sardità non esiste. Eallora ci saremo meritati pienamente di finire come il resto d’Italia in mano alla P2.

    Ciao

     

  • 112
    kempo_a

    Essere vittime di un sistema da cancellare non deve portare a rinunciare al diritto di votare. Non è non votando che il sistema si cambia.
    E’ vero, purtroppo si è costretti a votare sempre le stesse persone, che magari non rispecchiano proprio il nostro governatore ideale, ma bisogna ugualmente votare per evitare che fra i due candidati vinca il peggiore.
    In questo caso secondo me è palese chi sia il peggiore.
    Si può criticare la giunta uscente per gli errori commessi, ma che dire di un presidente (e non un semplice presidente di una regione) che si garantisce l’immunità da qualunque reato? Per me è sputare in faccia a chi delle cosìdette caste non fa parte. Ma è vero, quasi dimenticavo che la "battaglia" non è tra il presidente del consiglio e il presidente uscente della regione Sardegna……….ma è praticamente quel che sembra perchè è nominato più il presidente del consiglio che il candidato Cappellacci.
    Finanziare campagne elettorali regionali, mobilitare forze dell’ordine, far sigillare tombini, far mettere in sicurezza tutti i paesini e le città dove fare i comizi (nemmeno fossimo dei terroristi) tapezzare le città con manifesti esagerati……….è tutto uno sperpero di soldi comuni che sarebbero potuti servire per tante altre cose ben più importanti. Non è questo il modo di far risollevare l’economia del Paese.

    Cari elettori, votiamo…..e votiamo bene.
     

  • 111

    Se non fosse per il fatto che sotto c’è il trucco chiederei all’autore dell’articolo di giocare al lotto, sarebbe una vincita certa considerando come prevede il futuro. Anche se in fondo poco ci voleva ad immaginare che Silvietto non avrebbe fatto altro che dire un mucchio di balle. La Sassari-Olbia ne è il caso più evidente, non abbiamo ancora ricevuto un euro per ammodernarla, nel frattempo sono MORTE 19 PERSONE. Per non parlare della situazione industriale, quando ho sentito papi silvio promettere telefonate al suo amico putin per mantenere aperta una fabbrica russa  mi è quasi venuto da piangere, centinaia, se non qualche migliaio di persone lo hanno votato… perchè se togli ad un operaio il lavoro, qui in sardegna, è finito, tutto intorno c’è solo terra bruciata. NON HA FATTO NIENTE! Non solo, le provincie che gli si sono opposte sono state dimenticate da dio e dai politici. Ovviamente in costa bisognava costruire, bisognava dare alla marcegaglia la possibilità di tirare su qualche spicciolo per tenersi buoni gli industriali, ed ecco una bellissima legge che permette di gettare cemento dove Soru l’aveva strettamente proibito, almeno tira su qualcosa anche lui considerando le imprese che ha nella nostra regione (così si rifà delle spese elettorali che abbiamo pagato con le nostre tasse).

    Intanto la mia regione muore, mai come in questo periodo le aziende e le industrie si sono trovate in difficoltà, e noi stupidi caproni ci ritroviamo con le promesse di silvietto (perchè esiste ugo capellacci?) e le manganellate della polizia. Il lupo ha mangiato il gregge, in fondo siamo sardi…

  • 110
    imma

    in merito all’articolo di F. Alberti sul "Corriere della sara"

    Berlusconi che alza i toni, che attacca frontalmente e non rispetta le regole, che insulta e instilla la calunnia… ma davvero tutti VOI, NOSTRI SIGNORI della (dis)informazione, pensavate che Renato Soru avrebbe lasciato cantare il cav. come fanno tutti quelli della sua corte, come si faceva con nerone e caligola? All’attacco a freddo, non solo a Soru imprenditore, ma a Soru UOMO, definendolo fallito, di berlusconi e dei suoi, chiamiamoli dipendenti, Soru ha risposto con la verità palese che è sotto gli occhi di chiunque voglia o, sia libero dalle catene, vedere.
    È il governo berlusconi che ha fallito, che negli ultimi 10/15 anni ha impoverito non solo le tasche, ma anche le menti e i valori degli italiani. Oggi, grazie a sua emittenza, le mamme sognano le loro figlie veline o protagoniste di reality, lui ci ha ricordato ciò che Machiavelli consigliava ai potenti: tutti i mezzi sono buoni per raggiungere il proprio fine. Questa è la sua democrazia! Qualunque comportamento è etico per l’auto-realizzazione. Non importa se questo si chiama depenalizzazione del falso in bilancio, lodo alfano, cementificazione selvaggia o impoverimento della scuola e della salute pubblica….!
    Renato Soru, caro signor alberti che scrive “Renato Soru contro Silvio Berlusconi”, ha condotto la sua campagna elettorale sui suoi programmi: sui risultati raggiunti e su quelli che, ne stia certo!, riuscirà a completare, non ha costruito il consenso sugli attacchi gratuiti verso i suoi avversari. Questo per dirle che non “Renato Soru contro Silvio Berlusconi” ma il contrario, l’apparato, addirittura l’Istituzione contro un candidato, in un paese che si proclama libero e democratico! Dovreste, voi “giornalisti” forse ripassare ciò che a scuola vi è stato insegnato: l’imparzialità e l’obiettività. Se avete perso memoria dei vostri studi cambiate mestiere, entrate in politica, c’è sempre qualcuno che ha bisogno di persone accondiscendenti che li aiutino a cambiare tutto, non più per non cambiare niente, ma per poter, indisturbati, andare oltre, dove TUTTO è permesso.
    Caro signor f. alberti, un piccolo merito comunque anche lei ce lo ha: aver parlato del presidente Soru quando la gran parte dei media lo ignora; le sue parole intrise di veleno sono forse meglio del silenzio dell’informazione sarda, troppo coinvolta nei business del cemento per pronunciare il nome del politico che verrà ricordato come quello della “legge salvacoste”. Noi, la gran parte dei sardi anche di desta, lo penseremo sempre come l’uomo che si è speso per la tutela e la valorizzazione di una terra e di un popolo che meritano ben altro da ciò che finora hanno vissuto. Lei continui pure. La STORIA, non la scrive da solo, ci siamo anche noi. Imma Sini
     

  • 109
    imsi

    voglio dire a tutti quei sardi che contestano il personaggio e le scelte dell’amministrazione soru che politiche di spessore la sardegna le ha vissute, ma solo in parte con melis, il presidente melis. soru è andato oltre. se pensa ai nuraghi non li percepisce come magazzini o ovili, come invece fa il fantasma cappellacci, se pensa all’istruzione la pensa per tutti, e i fatti lo dimostrno, se pensa la mattone non pensa alla p2, ma alla riconversione di vecchi e inutilizzati stabili militari, se pensa alla sanità la pensa per tutti. io credo che abbia dimostrato più AMORE lui per la sardegna di quanta ne dimostrino certi sardi che non riescono ad avere la visione di insieme e lo criticano solo per abba noa, che forse non è stata la scelta più adeguata, sono d’accordo. ma che diciamo del nucleare da impiantare sulle isole (leggi sardegna) proposto dal governo? o delle pale eoliche da sistemare nel giardino di casa? la regione (soru) ha chiesto che la realizzazione dell’eolico fosse pianificata perchè l’impatto ambientale fosse il meno dannoso possibileper l’ambiente. tutti hanno gridato che soru era contrario all’eolico!

    l’uso della energie alternative sono il nostro futuro e noi sardi lo sappiamo. l’ambiente non si tocca. noi non stiamo zitti. qualcuno vede la sardegna come un giardino fiorito e ci vorrebbe convincere a chiudere gli occhi… tanto ci pensa Lui (leggi il cavaliere, quello con la C maiuscola)… noi però abbiamo la certezza poi di risvegliarci circondati da una giungla di cemento, il suo, e dei suoi palazzinari, senza più il nostro mare e le nostre belle campagne. se ne stia ad arcore con i suoi simili e i suoi stallieri. noi viviamo BENE senza il suo interessamento.

  • 108
    PICCHU

    <p>Grazie per quello che hai fatto e stai facendo per noi. Con persone come te, attente, sveglie, profonde e che vanno realmente dentro le cose e i fatti della quotidianit&agrave; che ci vengono nascosti da un’informazione corrotta, noi in Sardegna ce la faremo. Per il pagliaccio sar&agrave; l’inizio della fine.</p> <p>&nbsp;</p> <p>Aiutaci ancora ad informare tutti gli indecisi, grazie e MEGLIO SORU MEGLIO LA SARDEGNA</p>

     

    picchu.splinder.com

  • 107
    Margherita

    Ciao Claudio!!Sono una ragazza sarda e purtroppo ho solo 17anni…quando Soru e’ venuto il 12 febbraio qua ad Oristano mi sono avvicinata e le ho detto della tua lettera dicendole che era aperta e che li avresti mandato tutti i materiali per cercare di sconfiggere Berluska e di farla viaggiare per i siti piu’ importanti di internet…Lui,ne era felice e ha apprazzato e credo che abbia anche apprezzato molto il fatto che una ragazza giovane si informi cosi’ tanto di politica…Soru e’ un grande politico e io ti ringrazio per l’aiuto che cerchi di dargli e di darci…purtroppo abbiamo perso come sicuramente sai…ma veniamo al dunque…perche’ non vieni in Sardegna?perche’ non organizziamo delle riunioni specialmente adesso che molti di quelli che hanno votato Cappellacci se ne sono pentiti perche’ hanno chiuso le fabbriche e Berluska ha detto…se volete lavoro ve lo cercate…dopo che anche nel dibattitto a videolinia Cappellacci aveva detto che aiuteranno anche i giovani che hanno bisogno di lavoro…invece stanno pensando di costruire persino la metropolitana sotto terra credo per Cagliari o a Cagliari…Soru ha detto che se lo chiamiamo viene come ha fatto per i commizzi…e quale momento migliore per fare delle riunioni in tua presenza e con la sua?perche’ non creiamo dei siti dove mettiamo le interviste che le facciamo inseme alla storia di Gramsci e di&nbsp; Mussolini che qui si dice ancora w il duce(per me bestemia)?ti prego di rispondermi e questa e’ la mia <a href="mailto:email…margiarborea@skindok.com…ti">email…margiarborea@skindok.com…ti</a> aspetto e ti prego di rispondermi al piu’ presto perche’ ho grandi idee e credo che con il tuo aiuto c’e’ l’ha faremo a mandarli via perche’ adesso mi vergogno di essere sarda e se in questa email ti scrivo che sono sarda e per Soru perche’ sono comunque orgogliosa di vivere nella terra di Soru…ti aspetto al piu’ presto…abbiamo bisogno di te…a presto…

  • 106
    Geppoish

    Ciao Claudio, se ben ti ricordi ti avevo già detto che sei e, confermo, il “Masaniello” del web!!!! Grande, spero solo che i sardi si diano una scossa.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deficit Strutturale? Avevo ragione: nient’altro che numeri arbitrari.

Gutgeld - Deficit Strutturale parametro arbitrario Il 17 gennaio, durante un'intervista rilasciata a Giulietto Chiesa, vi raccontavo di come funziona quella particolare branca della disciplina economica che attraverso la Commissione Europea ci impone regole severe e inappellabili. Si tratta di assiomi (principi veri a priori, dogmi ritenuti religiosamente inoppugnabili) che la corte dei...--> LEGGI TUTTO

Che cos’è il sovranismo? – di Paolo Becchi

bandiera italiana di Paolo Becchi Il “ritorno” degli Stati-nazione. Si dice che dopo Donald Trump il mondo sia destinato a cambiare. Ma il mondo, in realtà, è già cambiato. Se lui, infatti, è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America non è...--> LEGGI TUTTO

Borrelli (M5S): incentivare lavori meno stabili.

Borrelli Incentivare popolazione a svolgere lavori meno stabili Qual era il mantra dei neoliberisti in salsa JP Morgan all'attacco della Costituzione e delle libertà fondamentali dei cittadini? Semplice: abbattere l'articolo 1 che dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, magari aggiungendo l'aggettivo "precario" o "saltuario" in coda. Ci hanno provato, riuscendoci, negli...--> LEGGI TUTTO

Equacoin? Parliamone – Mirko Da Corte, DigiCanDo

MIRKO DA CORTE - EQUACOIN PARLIAMONE - Play Marco Saba ha presentato sabato 28 ottobre, su questo blog, il suo progetto di moneta democratica e decentralizzata: Equacoin. Oggi Mirko Da Corte, esperto di criptovalute e cofondatore di DigiCanDo, raccoglie in questo video una serie di domande e di critiche costruttive con...--> LEGGI TUTTO

Sovranità Perduta for Dummies – Live domande e risposte Con Marco Mori

Sovranità perduta for dummies - Marco Mori - Play La registrazione del lungo e interessante live andato in onda oggi, alle 14:30, sulla sovranità svenduta, sul decreto del Tribunale di Cassino e su quello che si può fare da qui in avanti. Ospite di Claudio Messora, l'avvocato di Rapallo Marco Mori, che insieme a Niki...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>