Google Latitude: stiamo venendo a prenderti!

 

Google Latitude Big Brother
Stiamo venendo a prenderti!

 

Istruzioni per l’uso:
1. guardare il video
2. sincronizzare l’ascolto con la lettura del testo sottostante.

 Google Latitude Big Brother è una nuova funzionalità di Google Maps del Nuovo Ordine Mondiale che puoi attivare solo su richiesta, e ti consente di condividere la tua posizione con amici e parenti, oltre naturalmente ai server di Mountain View che all’occorrenza potrebbero essere consultati dalla CIA, o magari fornire preziose indicazioni sui tuoi spostamenti, a fini statistici, politici o commerciali (Facebook docet).

Per iniziare, manda un invito a
metti sotto controllo un amico, o accetta fatti tracciare se vieni invitato. Anche dopo avere accettato gli inviti, continuerai a mantenere il pieno controllo della tua privacy., che non esclude tuttavia la registrazione di tutti i tuoi movimenti nella banca dati del più grande colosso della rete, lo stesso che intercetta tutte le conversazioni di posta elettronica scambiate da e verso gli utenti di Gmail, analizzandone il contenuto a fini commerciali, e conservando tutto in eterno. Al confronto, i tabulati di Genchi sono album di figurine della Panini.

Vediamo come funziona Google Latitude
Big Brother.
 Accedo al mio account Voi iniziate a pedinarmi, e aggiungo qualche amico dai contatti di Gmail e io inizio a comportarmi come un virus liberticida, cercando di infettare chi mi considerava un amico. Quando i tuoi ex amici accettano l’invito, potrai vederli sul tuo cellulare. E noi inizieremo finalmente a pedinare anche loro.

 Ad esempio: questo è Ali Abdul Karim Nabil Suleiman. A quanto pare, è andato a trovare la sua famiglia al Cairo è andato a bloggare in un parco del Cairo, definendo il Presidente Mubarak un faraone dell’Antico Egitto. Per fortuna, grazie a Google Latitude Big Brother, sapendo dov’era la polizia lo ha arrestato ed è stato condannato a quattro anni di prigione, dopo un processo di soli cinque minuti.

Alice invece è in Australia, a fare surf come al solito, beata lei! è andata a trovare tre ragazzi che conosceva da un sacco. In seguito, è venuta a sapere che la MIPIMusic Industry Piracy Investigations – li accusava di scambiare illegalmente brani musicali sulle reti P2P. Siccome erano tra gli amici di Alice su Facebook, e le avevano da poco scritto un messaggio in bacheca invitandola a venirli a trovare, grazie al fatto che Alice aveva installato Google Big Brother sul suo perafonino, la MIPI ha potuto seguire i suoi spostamenti ed è riuscita finalmente ad arrestare i tre delinquenti, con un’operazione di polizia digitale agile e indolore. In punta di click.

 Mamma e papà devono essere finalmente rientrati dalle vacanze. Li avevo sentiti da poco, grazie a GMail. Pensate: mi avevano scritto lamentandosi del fatto che nel villaggio turistico non si vedeva il TG4. Mamma in special modo confessava di non vedere l’ora di sprofondarsi in poltrona e accendere la televisione…
Forse per questo non gli succederà niente, e continueranno in tutta tranquillità la loro vita di sempre, senza alcun fastidio.

E loro… sono andati a giocare a tennis qui vicino a giocare a “brucia l’indiano” alle panchine della stazione. Magari dopo li raggiungo. Così, mentre informo i miei amici in tempo reale su Twitter, potrei accompagnare all’ospedale gli extracomunitari superstiti – tocca sempre a me rimettere a posto i giocattoli.
Tra l’altro non so perché, ma è già la seconda volta che mi capita una strana coincidenza. Il medico non fa a tempo a spegnere il clandestino ancora avvolto dalle fiamme, prima di denunciarlo, che già arriva Maroni con un bel decreto di espulsionecome se qualcuno lo avesse già informato. Che faccia parte della nuova politica di riduzione dei consumi energetici? Mettono l’immigrato incandescente alla testa della carovana così non devono accendere le torce per illuminare il sentiero che attraversa il confine…

 Resta in contatto con i tuoi amici Consegna anche tu le ultime informazioni che ancora mancano al sistema sul tuo conto, grazie a Google Latitude Big Brother.

 Per iniziare ad utilizzare il servizio a farti tracciare, visita la pagina google.it/latitude dal browser del tuo telefono, o dal tuo computer.

 Google Latitude Big Brother.
Stiamo venendo a prenderti!

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

23 risposte a Google Latitude: stiamo venendo a prenderti!

  • 16

    Eccezioni a parte, penso che il problema esiste, con tutta la migliore volontà di utenti e fornitori, perchè la rintracciabilità è insita nei sistemi e un maleintenzionato, un deviato, un regime, ne è nettamente avvantaggiato. Pazienza. Soluzioni non ne vedo e rinunciarvi è impensabile visto  i vantaggi che sembrano dare. Poi vedremo fra vent’anni.
    Del resto chi è onesto non ha nulla da nascondere, magari sono le leggi che invece si devono aggiornare e essere piu sensibili o più tolleranti in alcuni casi.

     

  • 15
    andry

    Beh però purtroppo anche adesso se vogliono possono sapere dove ci troviamo anche se abbiamo il telefono spento (basta che abbia la  batteria inserita)

  • 14
    lejesonfe

    caro byo vedo che non ti picciono piú i miei commenti? che e successo mi hai pure bloccato su youtube,e brutto farsi dire quando uno sta sbagliando,una volta non accettavi gli elogi ora hai cambiato opinione,hai visto come si cambia subito e. se io ti faccio una critica mi sembra giusto accettarla o no. che fai mi blocchi il canale?  sei come il nano,che vuole bloccare internet ,e allora perche ti inc**zi e dici di scendere in piazza se ci fa chiudere hai fatto lo stesso con me.allora e bello criticare e dire di tutto al nano e poi quando si viene toccati, tu che fai ti  comporti allo staesso modo,io lo so come va a finire sei tu che non lo sai ,continuate cosí spettegolate e poi ecco i risultati,altri 20anni de nano che ce frega,questo perche,non capite niente purtroppo,la psicologia umana non si compra in farmacia,per questo il nano malefico vince sempre,perche lui sa come abbindolare, voi siete troppo piccoli e non impareRETE mai.se poi me voi replicá bene altrimenti chi tace acconsete.stammi bene

  • 13
    Fabioromeo

    E io corca che me attivo account e lo scarico… che vadano a dar via le ciapette loro e tutti i programmi di controllo di massa!

    Ps: scusate il francesismo :P

  • 12
    Alberto M

    "Complottista" o meno, offre comunque uno spunto critico verso queste tecnologie, a cui spesso ci si affida e ci si abbandona in modo acritico e irresponsabile…

  • 11

    Non abbiamo scampo,
    anche grazie alla nostra ignoranza di massa,
    ben sfruttata dal potere economico e politico,
    abbiamo telecamere dappertutto, indirizzi ip facilemente recuperabili, mail, spywere, telefonini come gprs, e gprs, antifurti satellitari, foto satellitari, bancomat e schede elettroniche e google latitude.
    E le nuove leggi contro le intercettazioni varranno solo per il malaffare politico ed economico, per i normali cittadini ignari, solo caxxi.

    Il braccialetto elettronico ormai ci fa un baffo.

  • 10

    Diciamo che comprendo le potenzialità (?) di questo strumento e che sicuramente non vedrà mai il display del mio cellulare. Forse, poi, nemmeno in qualsiasi cellulare con SIM italiana: il prezzo medio assolutamente non popolare di 4 euro all’ora (96 al giorno, 2880 al mese: il triplo di uno stipendio!) di connessione GPRS dovrebbe scoraggiare ampiamente qualsiasi ambizione di chi volesse a tutti i costi far sapere dove si trova.

    Però credo di aver visto alcune inesattezze nell’articolo, o meglio, alcune accuse a Google non del tutto fondate:

    – chiunque, finché non le cancella per suo ordine, vorrebbe poter trovare le e-mail che inviato e che ha ricevuto: in questo senso, Google non è molto diverso dagli altri provider di posta elettronica. Le e-mail vengono conservate nei loro server allo scopo di ritrovarle. Dopo che vengono "cancellate" dall’utente, restano ancora in memoria per un periodo che per Google è di 18 mesi (recentemente abbassati dai 3 anni precedenti): anche gli altri provider di posta sono tenuti a fare questo, per la legge italiana se non ricordo male dovrebbe essere per non meno di 2 anni dalla ricezione/invio della mail

    – gli annunci pubblicitari si trovano tanto su Google quanto su altri servizi di web-mail: l’unica differenza è che Google è tanto il fornitore del servizio di mail, quanto quello degli annunci pubblicitari. Di solito, però, si costruisce prima un "catalogo" di inserzioni pubblicitarie (delle tipologie più varie, ma del tutto indipendenti dai messaggi di posta archiviati), e solo dopo si selezionano da questo catalogo quelle più attinenti ai messaggi, esaminando i contenuti dei messaggi in tempo reale. Non avrebbe alcun senso fare il contrario, cioè esaminare tutti i messaggi archiviati e richiedere pubblicità in base a quelli: non sempre gli utenti controllano i messaggi già archiviati, né tanto meno Google è in grado di predire i messaggi che arriveranno (e sui quali dovrà essere visualizzata la pubblicità)

    – può sembrare incredibile, ma per registrare una casella GMail gli unici dati personali raccolti sono nome e cognome (controllate se è vero: https://www.google.com/accounts/NewAccount?service=mail&continue=http%3A%2F%2Fmail.google.com%2Fmail%2Fe-11-11206d9e16cf429087faced205d991d4-7280ebe3900d0cd70ba0bb0a4fd16442d42fc4bf&type=2). Sui principali provider italiani è invece necessario inserire tutta la propria anagrafica: nome, cognome, indirizzo postale completo, data di nascita. E’ vero che Google può rintracciarvi usando i dati della vostra navigazione, come l’indirizzo IP, ma non crediate che in altri siti web, forum o social network non veniate "tracciati" allo stesso modo… lo scopo principale di questi dati, tuttavia, resta quello della mera statistica. In alcuni casi ci possono essere davvero scopi orientati alla sicurezza: per esempio, come amministratore di un forum piuttosto importante potrei voler sapere se a qualche moderatore è stato rubato l’account dall’analisi degli indirizzi IP, dove ne risultano alcuni che quel moderatore non ha mai utilizzato.

    Per concludere, ho due caselle GMail e le utilizzo, insieme ad alcuni altri servizi correlati (come Blogger o Google Calendar) da circa due anni senza alcun problema. A livello di dati personali, non mi sembra di aver subito pesanti intrusioni, anche perché cerco di essere consapevole dei dati che vado a pubblicare sparsi per la rete. Vogliamo parlare piuttosto della mega-svendita di dati personali compiuta da Facebook (uno dei tanti articoli in proposito: http://attivissimo.blogspot.com/2009/02/facebook-vende-i-vostri-dati-ai.html), che mi ha fornito il motivo definitivo per non iscrivermi?

     

    Statemi bene…

  • 9

    Piccolo offtopic.

    Byo, gaspascare ha fatto un bel video di satira in cui ha messo anche un pezzo del tuo intervento sul caso abruzzo. Stai dilagando ^^

  • 8
    MastroDiCarte

    Questa volta sono in totale disaccordo con te Byoblu. Io trovo il nuovo servizio di google davvero interessante.

    Nessuno ti obbliga e registrarti e soprattutto a condividere i dati sulla tua posizione, non c’è nessuno che ti spia e nessuno sa nulla di te senza che sia tu personalmente a deciderlo, quindi non puoi lamentarti se sei tu a volerlo. La cosa della CIA mi sembra poco sensata, a quei livelli ti trovano senza bisogno di andare su google…

    Il servizio di Google potrebbe invece essere utile ad aziende che magari hanno tecnici in giro a fare interventi, in questo modo la sede centrale potrebbe sapere l’esatta posizione delle persone e organizzarsi i successivi interventi ottimizzando i tempi. Sl fatto dell’utilità sull’uso privato non saprei.

    Resta il fatto che sei tu a decidere se e quando mettere i tuoi dati e se condividerli, non capisco dove sia il problema di privacy.

    Ciao

  • 7
    MastroDiCarte

    @TorreDAvorio

    La questione qui è la preoccupazione sul fatto che google possa sapere dove sei e come ti sposti e che qualcuno dall’alto usi queste informazioni per i propri scopi. Ripeto che il problema non esiste, non vuoi che google sappia dove sei? Bene, allora non registrarti e non inserire i tuoi dati. Inoltre ti ricordo che i dati sulla posizione li puoi inserire anche tu a mano, quindi se il tuo problema e non farti individuare da questi personaggi che si muovono nell’oscurità basta che inserisci posizioni false.

    Mi sembra che ci sia una voglia generale da parte di tutti di convincere la gente ad aver paura di ogni cosa perchè c’è il rischio che ti controllino e decidano per te. Il cellulare è molto piu’ invasivo del servizio di google(dove sei libero di non registrarti) dal momento che lo accendi si puo’ sempre sapere dove sei e sapere dove ti sposti, quindi cosa facciamo? lo buttiamo via perchè ci controllano?

    Ben venga google con le sue tecnologia, chi le trova utili le usa altrimenti ne fa a meno.

  • 6
    TorreDAvorio

    MastroDiCarte… se non capisci dove sia il problema della privacy, sei ancora molto, ma molto ottimista… Così come se credi di essere al vertice della catena di controllo sui tuoi dati personali.

    Claudio usa il linguaggio dell’iperbole per lanciare una provocazione e creare spunti di riflessione. In questo caso, perfettamente giustificati.

  • 5
    Paolo

    Per coerenza allora iniziamo a togliere la pubblicità dei prodotti elencati nel post dalla barra degli sponsor di questo sito…giusto?

  • 4
    Alisernio

    Condivido i dubbi solletìvati da claudio, aborro il bisogno di avere tutti gli amici sotto mano , tanto meno di comunicare i miei spostamenti (a chi interessa se sto andando a comprare la carta igienica?).  Il  vero scopo che i media hanno di proporci questi prodotti e’ il controllo.

    Verifichiamo se realmente, dall’epoca della prima telefonia ad oggi, i "vantaggi" offerti da tutta sta tecnologia non ci abbiano invece rinc*****niti?Insomma, sono davvero vantaggi?
    Siamo tutti rintracciabili come neurochirurghi. reperibili ad ogni ora.. non solo chi lavora.. anche studenti e pensionati.

    a tutt’oggi non ho ancora trovato un motivo x iscrivermi a facebook, lo dicevo anche dei telefoni cellulari.. certo non tarderanno ad obbligarci!                    non aggiungo altro.

     

     

  • 3

    Grazie per questi post che obbligano il lettore a porsi delle domande ed ad essere più critico verso certe "tecnologie".. Ci vuole consapevolezza per utilizzare gli strumenti nel modo giusto e per capire che forse è il caso di non utilizzare quelle novità che non ci danno un vero valore aggiunto..

  • 2
    Elena

    @ Luigi

    Ciao Luigi, verifica che il tuo PC non si sia surriscaldato troppo. Lo spegnimento "senza motivo" accade quando il computer raggiunge temperature elevate. Magari hai il sistema di raffreddamento non funziona.

  • 1

    Per fortuna in Italia ancora non funziona.

  • 0
    caterina

    Beh, a questo punto ringrazio la mia naturale avversione per le moderne tecnologie, che mi rende molto restia a utilizzarle.

    Varrebbe forse la pena di chiedersi perché uno/a senta il bisogno di rendersi rintracciabile in tempo reale anche su una mappa virtuale (non basta dire: sto andando al supermercato, poi in tintoria, poi al bar per un caffè con Maria, se assolutamente si vuole dare ragione di ogni proprio minimo spostamento?).

    Ma forse è la componente "giochino nuovo", ed ecco quindi tornare ancora più utile l’etichetta "danger" messa da Claudio.

    Ottimo lavoro, come sempre.

     

  • -1
    uluc

    siamo alla fantascienza. Mills condannato e invece del Berlusca si dimette Veltrusca. detto questo volevo segnalare che su youtube è presente l’intervento di Benigni ieri a Sanremo su testad’asfalto & co, solo che cliccando non si apre. non è possibile vederlo. che significherà mai?????????????

  • -2
    Luigi

    A me stanno succedendo delle cose strane sul PC,l’ultima è stata che si è spento da solo all’improvviso senza che io ne avessi comandato l’esecuzione.

    Chissa’ a chi devo dire grazie,se ad un virus o chissa’ che.

  • -3
    Ciny2

    Melphis75 Ti ha insegnato come fare un post complottista ? :D

    Scherzi a  parte, condivido le preocuppazioni. 

  • -4
    Elena Indignato

    Condivido il pernsiero di chi dice che bisogna avere consapevolezza nell’utilizzo delle tecnologie. IO SO che il telefonino acceso segnala la mia presenza, o che il computer in rete è rintracciabile. LO SO e mi comporto di conseguenza. NOn metto i miei dati sensibili a rischio di essere intercettati. Non attivo l’home banking perchè non ne ho bisongo. Quello che voglio dire è che accedo alle tecnologie solo se i pro sono maggiorni dei contro: consapevolmente.

  • -5

    @MetaMorph

     Siamo completamente daccordo su tutto. Conosco ciò di cui mi stai parlando.
     L’unica differenza tra me e te consiste nella fiducia che tu conferisci a una corporation di tali dimensioni e alla sua capacità di restare integra e non collaborare con gli organi governativi.

     La differenza è questa: tu sei ottimista, io sono pessimista.

     

    @Paolo

      Non è un attacco a Google nè una crociata personale. Io utilizzo Gmail sin dall’inizio.
      E’ un invito a riflettere.
      Certamente poi, mettendo annunci AdSense nella barra laterale destra, conferisco allo stesso gruppo anche informazioni finanziarie e reddituali. Questo non cambia l’analisi, forse la rende ancora più "parlante".

    @Diego
      
       Chi è onesto non ha nulla da nascondere, è vero. Tant’è vero che vogliamo che i giudici siano liberi di intercettare.
      Il problema è che, mentre i giudici rappresentano uno dei tre poteri della democrazia, e dunque sono "cosa pubblica", le società  che gestiscono tutte queste informazioni sensibili, arrivando a collezionare come in questo caso informazioni su tre quarti di pianeta, sono "private". Forse concorderai sulla differenza.

      Inoltre, il concetto di "onesto" sembra dipendere strettamente dal contesto politico, dal tipo di governo, che può avvicendarsi nel tempo (vedi fascismo) o addirittura muoversi sottobosco con i servizi segreti (talvolta deviati).
      Non vorrei che alla mia personale concezione di onestà si sovrapponesse quella di un mutato interesse politico. Chi non è in linea potrebbe rimpiangere di non poter più avere neppure un amico o un parente accuratamente schedato e tracciato, perfino negli spostamenti…

  • -6
    Luigi

    @ Elena:

    il mio pc lo avevo appena acceso ed era notte fonda con la temperatura ambiente di 16°C

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>