Tutti i GigaWatt di Berlusconi

L'energia possibile

Tra le fonti rinnovabili ve ne è una poco esplorata che meriterebbe più attenzione dal mondo scientifico: Silvio Berlusconi.

Come il sangue di San Gennaro, il suo scalpo scompare e riappare magicamente, perfino dopo che le preoccupazioni per i processi a suo carico lo consumano a ritmo vertiginoso. Se si riuscisse a imbrigliare la mostruosa forza propulsiva che ne determina la continua ricrescita, probabilmente la questione energetica sarebbe chiusa definitivamente.

  10 GW da pompe idrauliche poste sul suo cuoio capelluto.

Se poi si potesse imbrigliare l’energia elastica che senza posa tende le sue labbra, fino a deformarle nel ghigno continuo di un paralitico, magari sfruttando la stessa tecnologia che rende possibile catturare la forza dei moti ondosi, ci troveremmo di fronte ad uno scenario energetico che definire idilliaco sarebbe riduttivo.

  100 GW da tiranti elastici agganciati allesue guance.

Ma il successo più strepitoso per la ricerca sarebbe trovare il modo di termovalorizzare l’informazione spazzatura che il suo monopolio mediatico produce. L’energia prodotta sarebbe tale e tanta da rendere obsoleto l’antico adagio Nulla si Crea e Nulla si Distrugge. Avremmo catturato la radiazione naturale più portentosa dell’universo: quella che crea consenso dal nulla, distruggendo l’opinione pubblica.

 1000 GW dalla combustione dei rifiuti speciali informativi.

 Avvertenza: a differenza dei termovalorizzatori tradizionali, che producono nanoparticelle, questi produrrebbero psiconanoparticelle.

 

Insomma, altro che Nikola Tesla: la vera sfida oggi è comprendere la fisica di Silvio Berlusconi: 1110 GigaWattdi potenziale.

  Sono tornato da Giuseppe Onufriodirettore di GreenPeace Italia – per chiedergli quanta energia si può realmente produrre con le fonti rinnovabili. Tralasciando lo sfruttamento energetico del nostro premier, per il quale la ricerca è ancora in fase embrionale, l’alternativa al nucleare delle lobbies esiste.  Eccola.

Claudio Messora: “In Spagna entro il 2010 installereanno 20GW di generazione elettrica eolica, che soddisferà ben il 15% del fabbisogno energetico nazionale. In Italia invece si insiste a sostenere la tecnologia nucleare. Quelli che vogliono le grandi centrali dichiarano che non è possibile produrre tutta l’energia necessaria e a partire dalle fonti rinnovabili. Questo dato è giustificato oppure è confutabile?”

Giuseppe Onufrio: “Noi abbiamo degli obiettivi europei al 2020. Noi in Italia consumiamo circa 330/340 miliardi di chilowattora. Nel 2020 ne consumeremo circa 430, se la tendenza resta quella attuale. Dovremmo quindi produrre 50 miliardi di chilowattora in più dalle fonti rinnovabili. Questi 5o miliardi sono più del nucleare del governo che arriverà a 42/45 miliardi. Quindi con le 4 centrali francesi si farebbe comunque di meno di quello che dobbiamo comunque fare con le rinnovabili in Italia.

Di questi 50 miliardi di chilowattora, metà si possono fare tranquillamente con l’eolico. E’ stato già dimostrato da uno studio fatto dall’associazione del vento, che ne ha calcolato il potenziale in Italia. Il potenziale effettivo è anche superiore: da qui al 2020 si possono fare 16.000 MW che produrrebbero circa 27 miliardi di chilowattora. Il resto si può fare aumentando un po’ il geotermoelettrico, aumentando un po’ l’idroelettrico che non è tantissimo ma si può fare qualcosa, aumentando le biomasse e il biogas.

L’altro aspetto importante è l’efficienza. La prima fonte rinnovabile che abbiamo davanti a noi è consumare di meno a parità di servizi prodotti. L’esempio classico e più stupido è quello della lampadina a incandescenza, che verrà messa al bando dal 2011. Consuma cinque volte l’energia che consuma una fluorescente compatta. Ci sono i led che sono tecnologie potenzialmente ancora più efficienti. Un motore industriale efficiente consuma il 40% in meno di elettricità di un motore industriale non efficiente. E’ una questione di standard. Questo non piace molto a chi costruisce centrali. Chi costruisce centrali è interessato a vendere. E’ come uno che produce patate: le vuole vendere. Quindi non è molto interessato a che le si risparmi. Se non tocchiamo l’efficienza, se non introduciamo dentro ai nostri scenari energetici l’efficienza, le rinnovabili da sole non ce la fanno. Ma con l’efficienza ce la possono fare.

Solo per il 2020, abbiamo da raggiungere gli obiettivi cosiddetti del 20-20-20: il 20% di efficienza, il 20% di rinnovabili, il 20% di riduzione di emissioni.

Il 20% di efficienza nel settore elettrico vale circa 100 miliardi di chilowattore. Quindi efficienza e rinnovabili valgono il triplo energeticamente rispetto al nucleare del governo. In prospettiva il problema è adesso di capire cosa accadrà in Italia. Noi abbiamo una industria del gas che ha già avviato degli investimenti di ampliamento delle condotte che portano il gas in Italia. Ci sono vari progetti di rigassificatori, e noi noi siamo contrari alla tecnologia della rigassificazione. Il punto è che se tutti i progetti che ci sono oggi in campo in Italia andassero in porto, noi al 2020 avremmo quasi il doppio del gas che ci serve. Se c’è tutto questo gas che arriverà da fonti diverse, in parte con i tubi, in parte con le navi, e abbiamo la possibilità di fare efficienza e rinnovabili in queste proporzioni, in Italia non c’è spazio per il nucleare. Quindi Berlusconi o comincia a fermare i progetti del gas o attacca gli obiettivi europei sulle rinnovabili. Cos’ha fatto Berlusconi? Ha attaccato gli obiettivi sulle rinnovabili.

Qui, come anche in Inghilterra, oggi il vero conflitto è facciamo l’eolico o facciamo il nucleare? Facciamo le rinnovabili o il nucleare? Non c’è spazio per tutti. Non è che l’elettricità è una cosa che potete conservare in scatola. L’elettricità va sulla rete e dev’essere consumata. Le normative delle rinnovabili danno precedenza alle stesse proprio perchè le rinnovabili hanno impatti bassi. Noi siamo convinti che le fonti rinnovabili, solare, eolico, biomasse sostenibili, geotermia, energia dalle maree, su cui stanno già cominciando a lavorare in Portogallo e in altri paesi, siano il futuro. Siamo contrari a continuare a dare soldi alle vecchie lobby che cercano di resistere e di farci consumare più energia. In Francia il nucleare è stato sostenuto da politiche di spreco dell’energia. Tutti gli impianti di riscaldamento delle case in Francia sono elettrici, proprio per giustificare una grande domanda di elettricità.

Bisogna eliminare dal dibattito italiano questi elementi di propaganda nucleare che ci fanno perdere un sacco di tempo. Sono basati su cifre false che sono quindi anche un inquinamento del dibattito democratico che è in capo al governo e all’ENEL in particolare. Sulle fonti rinnovabili e sull’efficienza possiamo fare moltissimo. E’ un treno su cui possiamo ancora salire, su questo si gioca non soltanto il futuro ambientale del pianeta ma è anche l’unica risposta seria alla crisi economica che ormai è globale. Nel piano di Obama il nucleare non c’è più, mentre ci sono almeno 60 miliardi di dollari tra incentivi e fondi freschi per le fonti rinnovabili e per l’efficienza energetica. Quattro miliardi e mezzo serviranno a rendere efficienti gli edifici governativi che sono il primo concliente che consuma energia negli Stati Uniti. Se le amministrazioni pubbliche cominciano ad introdurre degli standard per l’illuminazione degli uffici si può tranquillamente risparmiare il 50% di energia, facendo uso di sistemi innovativi. Se anche in Italia si introducessero degli standard di mercato per cui certe tecnologie vengono eliminate e si fa spazio a tecnologie più efficienti, è chiaro che il mercato cambia. In Inghilterra, qualche anno fa, il governo introdusse l’obiettivo di installare un milione di caldaie a gas a condensazione, che è la tecnologia più efficiente. In due anni il costo di queste caldaie innovative è stato tagliato del 30%, grazie all’intervento pubblico. Di quei 60 miliardi che Obama ha rivolto alle fonti rinnovabili e all’efficienza, mezzo miliardo servirà per riqualificare 70.000 lavoratori in due anni, perchè il mercato di questi nuovi oggetti deve essere costruito con installatori, progettisti, manutentori… Non è solo hardware, ma è anche l’organizzazione del mercato. Quella è la sfida interesssante.

C’è anche una speranza in più. Visto che il debito degli Stati Uniti lo finanziano la Cina e altri paesi asiatici, e siccome nel pacchetto Obama l’unica parte nella quale è possibile fare qualche scambio di tecnologie e qualche scambio politico è proprio quella verde, è possibile che anche la Cina, dovendo finanziare questa operazione negli Stati Uniti, cercherà di ricavarne dei benefici tecnologici. Questo è importante, perchè se la base tecnica per rispondere alle sfide del clima, le sfide dell’energia, dovesse rafforzarsi, allora si potrebbe creare un asse Stati Uniti – Europa – Cina, e il tema ambientale potrebbe vivere una grande svolta globale.

L’Italia invece è governata da un piccolo Bush che guarda più al passato che al futuro. Il nostro paese per fortuna è meglio di come viene rappresentato.”

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

18 risposte a Tutti i GigaWatt di Berlusconi

  • 11
  • 10
    titto

    Complimenti,
    volevo far una postilla in merito…………. che mi sembra dovuta
    Come da puntata di report della gabanelli l’accordo fatto con la francia non dice che l’italia farà delle centrali nucleari ma è solo un accordi tra enel e edf per lo studio e la collaborazione nel nucleare (come sappiamo Enel ha gia di prorpietà delle centrali nel est europa)………
    Io, che sono un estimatore delle energie rinnovabili anche perche installo impianti e ci credo nello sviluppo, proprio l’altro giorno ero ad una conferenza con esperti in materia ed hanno confermato che il governo trammite il ministro vuole arrivare alla soglia dei 3000mw di fotovoltaico come previsto trammite la generazione distribuita……. stanno ultimando il decreto per far si che gli impianti fotovoltaici possano essere detratti del 55% ai fini IRPEF che adesso non è possibile………. nulla toglie che questa propaganda mediatica crea terrore nella gente e il governo non è mai chiaro su quello che fa………..
    saluto e buon lavoro per il blog

    • 10.1

      Certi giornalisti, non tutti ….

      come Byo ad esempio …….

    • 10.2

      Ma l’enel non è quela società che fa propaganda televisiva con bellissimi fumetti color pastello sul tema dell’ambiene sano e pulito?

      I telespettatori telerinc*****niti ormai non distinguono da un rifiuto di uranio impoverito o una bottiglia di plastica o una pila bruciata in un inceneritore, da una scoreggia di vacca.
      Ormai si puo dire tutto il contrario di tutto, il terreno fertile nel cervelletto svuotato è pronto alla semina di "distruzione e morte" com dice zietto Truffolo o Al Tappone.

      Vuoi fare la veranda sul balcone ? OK, non voglio soldi per condonare, ma devi fare 1 kw di eolico o solare per ogni 10 metri quadri costruiti.

      E poi….
      Perche con l’eolico e il solare non si puo coprire il 100 % del fabbisogno di energia e si parla sempre "preventivamente " di solo del 20 % ???? !!!!! ????? !!!!! ?????? !!!!!!! ????????????????????????????

      una casa quasi passiva, ben costruita, con 4 kw di fotovoltaico, una piccola ventola eolica, una caldaia a condensazione, e un microgeneratore di idrogeno, una casa tale è autosufficiente senza nemmeno che si collega alla rete elettrica. E cio si puo tranquillamente fare in tutte le case, meno che nelle popolari, dove l’eolico e il fotovoltaico centralizzato ha un senso.

      Buona informazione a tutti, di telegiornalisti venduti, falsi e ipocriti e senza dignità.

  • 9
    brainseller55

    Bravo Claudio, come sempre interessante. Tu dici "altro che Nikola Tesla"… ma il problema è sempre quello. Tesla fu osteggiato perchè proponeva una fonte di energia infinita, autonoma e democratica per tutti, così come oggi, le fonti di energia alternativa vengono inibite proprio perchè troppo indipendenti da un meccanismo di distribuzione controllata.

  • 8
    monica

    Per fortuna fai un’introduzione ironica che mi ha davvero divertita xchè se no ci sarebbe da piangere. Mi spaventa la possibilità che il progetto del nucleare non vada neppure in porto, la cosa in sè non sarebbe grave se non si lasciasse dietro un territorio devastato dalla costruzione delle fatidiche centrali, e vivendo in Sardegna puoi immaginare se non ho ragione di temerlo. Insomma la mia paura è che dietro ci sia l’ennesima beffa verso i contribuenti a vantaggio di speculatori senza scrupoli.
    Poi non dimentichiamoci che il risparmio energetico in primis e l’uso delle fonti rinnovabili a seguire, è un atto di rispetto verso chi "vive" in terre da noi occidentali sfruttate abusate e violentate………grazie x il tuo lavoro

  • 7

    Ottimo post… molto bello.

    http://www.informarmy.com

  • 6

    Claudio , come dico sempre, sei un mito. Non so come ti vengono. Secondo me dovresti proporre uno di questi monologhi a Berlusca, così almeno la gente avrà di cosa ridere.

  • 5
    Singsonghio

    SEMPRE  OTTIMO, Byoblu. Bellissimo  il  Tuo  rapporto  sull’energia  producibile  e  ottima  visualizzazione  dell’impianto  berlusconi…anche se le
    scorie  sono  sempre  il  solito  problema  dell’energia  "non pura".
                                                                 Ciao  Buon  Proseguimento

  • 4
    purgepsyker
    Ciao!
    Forse chi vuole il nucleare gli e’ sfuggita la puntata di report intitolata l’inganno specialmente il pezzo dove si parla dell’inquinamento delle scorie radioattivo in Germania….
    PurgePsyker
  • 3
    Fexio

    La descrizione fatta di Berlusconi è perfetta: è un piccolo Bush.
    Quando il resto del occidente ha capito che il rapporto costi/benefici del nucleare è decisamente sfavorevole e che lo stesso rapporto del rinnovabile è molto favorevole, lui decide di costruire centrali nucleari di penultima generazione gia di vecchia concezione all’ipotetico avvio dei lavori
    Con il nucleare i costi aumenterebbero vertiginosamente per i costi della realizzazione e mantenimento delle centrali, per la fornitura dell’ uranio, e per lo smaltimento di esso, che verrà per forza di cose esportato data l’assenza di siti geologici adatti. Non considerando il fatto che mancherebbero anche i siti geologi adatti a realizzare nuove centrai.
    Alla fine, come mi accade spesso con questo gruppo parlamentare, rimango schifato e basito dal fatto di come molti suoi rappresentanti non abbiano una sistemazione al "Regina cieli

  • 2

    COPIATE CIO’ CHE SEGUE IN UN EMAIL
    E INVIATE A PIU’ GENTE POSSIBILE

    In questi giorni nel Parlamento Europeo sono in discussione una serie di direttive (raggruppate nel cosiddetto "pacchetto Telecom") che, qualora venissero approvate, comporterebbero in tutto il territorio della UE una totale limitazione delle libertà della rete e creerebbero un completo bavaglio alla libertà di espressione!!

    Si tratta di qualcosa di MOLTO GRAVE PER LA LIBERTA’ DELLA RETE, in quanto se tali norme venissero approvate dall’Europarlamento:
    1° ogni utente Internet nella comunità europea potrà/dovrà essere spiato da società e aziende private (il suo traffico sarebbe accessibile a chiunque) per scopi che tutti possiamo immaginare,
    2° a ogni utente verrebbe bloccata la connessione in caso di condivisione illegale di materiale protetto da copyright,
    3° a ogni utente verrà imposto un filtro ai siti Internet che potrà o no visitare, il tutto a pura discrezione del provider che utilizza!!!!
    Le associazioni dei consumatori (fortunatamente) si stanno muovendo, oltre che per il caso D’Alia in Italia, anche contro questa vergognosa presa di posizione totalitaria da parte della UE, ma non basta: occorre il supporto del massimo numero possibile di utenti, che dovranno scrivere e-mail di protesta ai propri europarlamentari per far sentire la propria voce.
    Guardate questo video : http://www.youtube.com/watch?v=NJ792e-agak

    Ecco i contatti degli europarlamentari ai quali inviare l’email:

    pasqualina.napoletano@europarl.europa.eu, rapisardo.antinucci@partitosocialista.it, alessandro.battilocchio@europarl.europa.eu, giovanni.berlinguer@europarl.europa.eu, giulietto.chiesa@europarl.europa.eu, monica.giuntini@europarl.europa.eu, donata.gottardi@europarl.europa.eu, vincenzo.lavarra@europarl.europa.eu, catiuscia.marini@europarl.europa.eu, gianni.pittella@europarl.europa.eu, guido.sacconi@europarl.europa.eu, mauro.zani@europarl.europa.eu, vincenzo.aita@europarl.europa.eu, giusto.catania@europarl.europa.eu, umberto.guidoni@europarl.europa.eu, luisa.morgantini@europarl.europa.eu, gianluca.susta@europarl.europa.eu, paolo.costa@europarl.europa.eu, marco.cappato@europarl.europa.eu, beniaminodonnici@virgilio.it, fabio.ciani@europarl.europa.eu, marco.pannella@europarl.europa.eu, vittorio.prodi@europarl.europa.eu, patrizia.toia@europarl.europa.eu, donatotommaso.veraldi@europarl.europa.eu

    RIGIRATE QUESTA EMAIL A TUTTI I VOSTRI CONTATTI E’ IMPORTANTISSIMO !!!
    ps vi lascio uno spaces utile per svegliarsi
          http://antimafia-by-merlok.spaces.live.com

    GRAZIE PER L’ATTENZIONE

  • 1
    plinio

    bel post ma credo ci sia un errore nei calcoli, a me risultano 1816GW

  • 0
    vies

    stanno nascondendo un sacco di cose sul terremoto figuriamoci cosa farebbero in caso di incidente nucleare…………

  • -1

    ottimo post, complimenti per il lavoro

  • -2
    caterina

    Il post è davvero geniale, bravissimo Claudio.
    E Onufrio è molto bravo e chiaro.
    Ma l’Informazione maiuscola che fai tu, quanti GW vale?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>