L’Abruzzo agli abruzzesi

La televisione dice solo due cose: quelle che fanno audience e quelle che non fanno dispiacere a chi paga. La rete, invece, dice quello che gli pare.

Alla prima categoria appartengono i microfoni puntati come fucili sui volti dei condannati a morte di chi ha appena perso tutto. L’interrogatorio ha contenuti profondi. Il tempo per rispondere è quello di un quiz televisivo: “Tutto questo le ha cambiato la vita?, “Mi scusi, perchè dorme in macchina?“. La differenza tra un TG e Carramba che sorpresa si fa sempre più sottile. Bisogna emozionare, e siccome abbiamo perso il contatto con la realtà, anche l’emozione deve essere riprodotta in serie, deve essere somministrata. Una lacrima è la più potente alleata dello share. Se il terremoto potesse avere una bandiera, sopra vi sarebbe indelebilmente impressa l’immagine di Bruno Vespa che fruga tra le macerie, come un cane randagio. E quando finalmente trova la sua ciotola, un orsacchioto di peluche, annuncia trionfante: “Non c’è terremoto in cui non si trovino cose di questo genere. Cose così dolorose, sempre.“. Forse intendeva dire: non c’è tragedia senza commercianti privi di scrupoli che mercificano il dolore, allestendo bancarelle dove piccole sofferenze in serie vengono vendute come souvenir ai turisti delle sciagure.

Alla seconda categoria appartiene la glorificazione dell’operato del governo. La protezione civile è stata impeccabile, anche se dopo la scossa di mezzanotte ha rimandato a casa tutti quelli che si erano infilati in macchina perchè non c’era nulla da temere. I soccorsi sono arrivati ancora prima che la tragedia avvenisse, anche se non c’erano mezzi disponibili e in molte località non si è visto nessuno prima di metà mattinata. Berlusconi piange e accarezza i bambini. Chissà, forse quando ha ricevuto il telegramma di Cialente dell’1/4 avrà pensato ad un pesce d’aprile.

Ho girato personalmente in vari campi: gli abruzzesi l’Abruzzo se lo ricostruiscono da soli. Quando la protezione civile rimandava indietro i camion degli aiuti perchè non sapeva bene cosa farsene, loro allestivano magazzini e li riempivano di generi di prima necessità. Non vogliono caricare di tasse gli italiani nè usare i soldi sporchi depositati sui conti esteri, come suggerisce il Presidente della regione Gianni Chiodi. Quei soldi, accumulati grazie al risparmio sul cemento armato e sulle strutture delle case, sono sporchi del loro stesso sangue. Gli abruzzesi non vogliono niente, ma lasciamogli almeno la dignità di sapersi prendere cura di se stessi.

Pubblico una lettera che mi è giunta dagli artisti aquilani, e il testo dell’intervista che ho realizzato a Giampaolo Giuliani.

Quando vi dicono che non si poteva fare niente, mentono.

«Gentilissimo Claudio Messora,
mi chiamo Monica Di Bernardo, faccio parte dell’Associazione Artisti Aquilani ONLUS (www.artistiaquilani.com) e vi scrivo perchè domenica 19 aprile 2009, è stato mandato in onda un intervento alla trasmissione “Alle Falde del kilimangiaro” (RAI3) di Clown Dottori che operano nelle tendedopoli aquilane.  Purtoppo ho visto che dietro lo schermo venivano madate le immagini dei componenti del nostro gruppo Artisti Aquilani e non eravamo noi chiamati in causa ma passavamo, all’occhio del telespettatore, come il Gruppo di clown dottori mandato dal Ministro delle Pari opportunità (quest’ultimo finanziato per l’attività che sta svolgendo, noi volontari e ad oggi auto-finanziati).  Vorremmo che questi atti di sciacallaggio mediatico non si ripetano più e per questo ci rivolgiamo a voi per fare chiarezza e per una libera informazione. Questa è una tragedia, abbiamo perso conoscenti e amici, quello che stiamo facendo lo stiamo facendo perchè siamo abruzzesi, perchè non vogliamo mollare, perchè è la nostra vita, perchè da anni operiamo all’Aquila.
Siamo attori e musicisti e non ci sembra giusto dare dei meriti a persone che non abbiamo mai incontrato. Non è una polemica ma solo il riconoscere quello che stiamo facendo, anzi RINGRAZIAMO TUTTE QUESTE PERSONE che sono venute in nostro soccorso, ed è molto importante. La gente ha bisogno di tutti, ma è importante avere Rispetto del lavoro che noi stiamo svolgendo da TERREMOTATI, perchè tutti noi vivevano e lavoravano all’Aquila. Quelle immagini che hanno mandato dietro lo schermo durante la loro intervista NON SONO LORO, MA SIAMO NOI, che in silenzio e senza luci, senza riflettori, operiamo volontariamente cercando di dare una continuità al lavoro che già facevamo all’Aquila prima del terremoto , in ospedale e in altri centri.

Stiamo soffrendo già per tutto quello che abbiamo perso, non vogliamo essere derubati anche di quello che stiamo facendo per la nostra città.»

 

Intervista a Giampaolo Giuliani
Si poteva fare molto!

Claudio Messora: “Giampaolo Giuliani, collaboratore Ente Ricerca. Da alcune autorità è stato affermato che anche avendo saputo con qualche anticipo che si sarebbe verificato un sisma, non sarebbe stato certo possibile evacuare l’intero Abruzzo. Questa affermazione è condivisibile o magari sarebbe stato possibile fare qualcosa in più di quello che (non) è stato fatto?”

Giampaolo Giuliani: “Sicuramente sarebbe stato possibile, ne sono convinto, salvare qualche vita umana in più, alla luce delle informazioni che può dare il nostro sistema di allarme, e alla luce di come si sono svolti i fatti. Tantissime persone che hanno avuto la possibilità di poter vedere i nostri grafici online, spontaneamente si sono allontanati dalla loro abitazione. Oggi mi ringraziano perchè avevano capito che stava montando qualcosa di veramente pericoloso.
Credo che quando si da un allarme sismico non ci sia bisogno di partire da un’evacuazione in grande stile, con tutte le conseguenze che possono in qualche modo rendere deprecabile questo tipo di operazione, ma così come ci si comporta per esempio negli allarmi che vengono dati per smottamenti, per alluvioni, per qualsiasi tipo di catastrofe che può capitare natuaralmente, come una diga che rischia di cedere e travolgere tutto il paesaggio del fondovalle, qualcosa può e deve essere comunque fatto. Credo che alla luce di un allarme prodotto da un sistema che vede montare un’azione dinamica attraverso il Radon, come in questo caso, si sarebbe potuto lanciare un messaggio in città in cui si invitava la popolazione a passare la notte all’aperto. Senza creare panico, con una procedura semplice e sicura per la popolazione stessa.”

Claudio Messora: “Anche in considerazione del fatto che lo sciame sismico, come si usa definire, stava verificandosi da parecchio tempo, un po’ di preallarme avrebbe potuto aiutare. Magari si sarebbero potute evacuare strutture pubbliche come le scuole, come la casa dello studente che poi è crollata.”

Giampaolo Giuliani: “Certo. Diciamo che lo sciame sismico era dal 15 gennaio che imperversava in città, con eventi che non erano più eventi di grado strumentale, ma che la popolazione avvertiva sempre con maggiore intensità. Si sarebbe potuto pensare di fare una grande esercitazione nella circostanza di questo sciame che si faceva sentire, di cui tra l’altro tutti avevano paura e si domandavano come sarebbe andata a finire. Si sarebbero potuti evacuare gli edifici pubblici, certamente anche la casa dello studente. Sono giovani vite… Diciamo che ci sarebbero stati più due mesi di tempo, dal 15 gennaio ad aprile. Avendo una situazione che nell’aquilano non si verificava da più di dieci anni, forse qualcosa si sarebbe potuto fare.”

Claudio Messora: “Nell’iter tecnico che va dalla segnalazione da parte della comunità scientifica di un possibile evento pericoloso fino all’allerta da diramare alla popolazione, quali sono le strutture preposte che dovrebbero attivarsi per propagare questa segnalazione?”

Giampaolo Giuliani: “Sicuramente la protezione civile! La protezione civile ha il compito di allertare la popolazione e provvedere, eventualmente, qual’ora ci dovesse essere un’allerta di qualsiasi tipo, a controllare e dirigere le operazioni. Poi anche l’istituto che studia i terremoti avrebbe potuto considerare questo sciame sismico diverso da tutti quanti gli altri sciami. L’iter di tutta questa grande sequenza di eventi che abbiamo avuto avrebbe forse giustificato una grande esercitazione.”

Claudio Messora: “Anche perchè da quanto risulta dagli annali, mi corregga se sbaglio, i sismi pericolosi in questa località si verificano con una ciclicità di trecento anni, e l’ultimo era avvenuto circa nel 1700.”

Giampaolo Giuliani: “Sì, la ciclicità è proprio stata questa. Negli ultimi dieci anni tra l’altro non abbiamo avuto una frequenza di eventi così alta, e addirittura eventi sismici di questa portata. Il 6.3 dichiarato da qualcuno e osservato anche da noi, o anche il 6 osservato da INGV non sono uno scherzo. Poi ci sarebbe da dire qualcosa sugli edifici che sono venuti meno. Tantissimi edifici nuovi, costruiti con una struttura che avrebbe dovuto essere antisismica, quindi in cemento armato, hanno ceduto, mentre abbiamo visto che sono rimasti in piedi edifici del 1200, del 1500, del 1700 e del 1800.”

Claudio Messora: “Nel 1200 si usavano già tecniche antisismiche?”

Giampaolo Giuliani: “Sicuramente, visto che tengono così bene!”

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

17 risposte a L’Abruzzo agli abruzzesi

  • 6
    CBMAN

    perchè la pubblicità a IDV???

    • 6.1

      Non è pubblicità a IDV, è un accordo di cui ho parlato alcune settimane fa: i servizi che reputano interessanti li pubblicano sul loro canale, con il loro format, e mi riconoscono un rimborso spese. Nessuna influenza sui contenuti.

      Serve a me per aiutarmi a sostenere le attività del blog (non ho alcuna fonte di reddito e mi occupo di questo a tempo pieno), e alle notizie per avere maggiore diffusione.

    • 6.2
      Guastatore1986

      Ecco dove finiscono certi nostri soldi: Sei tu caro Byo che insieme a Travaglio, Martinelli, Facco ed altri, dovete fare informazione alla RAI!!!!!!!

  • 5
    Zosy

    L’informazione autentica e non manipolata passa attraverso questo Blog.
    Grazie Claudio per il tuo lavoro instancabile, grazie per la tua inesauribile dedizione, grazie per il tuo profondo ma mai irrispettoso senso critico.
    Lo sciacallaggio mediatico e politico sulla Tragedia che ha colpito l’Abruzzo sembra non avere fine, ma canali come questo ci spronano a non perdere le speranze e a credere che la Verità prima o poi salta sempre fuori, grazie al contributo di chi..come te..è pronto a difenderla ad ogni costo.
    Non arrenderti mai..

  • 4
    caterina

    Grandissimo, Claudio. Grazie. Questa è Informazione, con la maiuscola.

  • 3
    Maurizio

    Sig. Messora,
    Lei aveva lasciato un messaggio che ci ha sconvolti: i morti non sono 200 ma mille! Ci potrebbe aggiornare sulla sua indagine. Insomma, voglio dire, 800 corpi non si possono nascondere. Se i giornalisti sono riusciti ad entrare nelle case e riprendere i gioiellini di famiglia dei poveri sfollati, sicuramente avrebbero potuto documentare anche la strage ufficialmente occultata! Nel caso in cui, invece, la notizia fosse stata infondata (ed io lo spero), sarebbe il minimo della correttezza da parte sua chiedere scusa di questo avventato scoop.  Grazie

  • 2

    Io invece non sono interessato a valutare la credibilità scientifica di Giuliani nei termini ultra-scettici che, ovviamente, un approccio rigoroso gli oppone.
    Posso intanto testimoniare di aver visto lavori scientifici di dubbia consistenza o di dubbia utilità, il che mi fa pensare che anche il paradigma scientifico non sia stato tenero con il Nostro, forse perchè è un parvenu e perchè ha avuto il torto di smentire le sicumere di chi nelle imminenze del disatro tranquiillizzava la popolazione.
    Per quanto mi riguarda, Giuliani può essere uno che ha fiutato una buona pista, ma che ancora lavorando alle sue dimostrazioni. Mi pare del tutto normale, in questo caso, esaltare i suoi meriti di direzionamento dell’indagine, piuttostosto che il demerito di non avere completato i suoi lavori. Non mi sento uno scienziato e non sono in grado di valutare il metodo di Giuliani. ma sono in grado di capire e riconoscere il buon senso.
    Il buon senso mi dice questo, con un evidenza accecante:
    – se non si hanno elementi per poter predire, non si tranquillizzano i residenti; ci sono delle differenze massime tra il vivere ed il morire che ciascuno può riconoscere; nessun padre di famiglia, financo scienziato, avrebbe corso il minimo rischio se in ballo c’erano le vite dei figli. Lo scienziato sarebbe in tal caso stato immediatamente accantonato. Non ho le prove? Uso la prudenza.
    – se si è sbagliato, e gravemente, si chiede scusa. Nessuno nella Protezione civile o all’INGV mi pare intenzionato a farlo. Il loro teorema, che questo servizio intende confutare è che non si poteva fare di più.

    Per questo, se un processo va fatto (e per me ce ne sono più di uno da fare, uno riguarda senza dubbio l’aspetto delle tecniche di costruzione) il primo e più importante deve vedere sul banco degli imputati l’atteggiamento della Protezione Civile nei giorni immediatamente precedenti il terremoto del 6 aprile.

    Per me c’è stata grave incapacità e grave negligenza.

    Se vogliamo discutere d’altro mi sembra possibile ma meno utile

    Ciao a tutti,

    Claudio S.

  • 1
    giovanna

    Ho dimenticato  di dire che ha fatto ora 22 04 2009 ore 24.30 Bacino di sulmona

  • 0
    Cheyco

    Non voglio criticare Giuliani, credo che abbia ragione sul fatto che studiando meglio "il radon" in tutti i suoi aspetti si possa arrivare ad una previsione fondata su dati "scientifici", ma ho visto in rete una intervista fatta da Giuliani ad una Tv locale in febbraio che asseriva che lo sciame sismico non aveva niente a che vedere col radon e che presto sarebbe finito. Perchè non ne parla in quest’ulteriore intervista?
    Sarebbe stato più "credibile"

  • -1
    stefania_68

    è un vecchio vizio dei giornalisti asserviti al grande media travisare per rendere verosimili, attraverso il montaggio, cose che altrimenti risulterebbero poco credibili. hanno fatto bene gli artisti aquilani a puntualizzare e soprattutto hanno fatto bene a farlo attraverso la rete.
    sono inc**zata nera per come si stanno servendo della tragedia che ci ha colpiti per fare di nuovo, come sempre, i loro porci comodi. lo psiconano che ci consiglia di prendere la nostra permanenza nelle tendopoli come una vacanza in campeggio, il nostro sindaco (poggio picenze) che pur di farsi sbattere in prima pagina riapre una pseudoscuola con 7 bambini (gli altri sono giustamente andati via), casa pound che affonda i picchetti delle tende nella tendopoli sempre di poggio picenze per poter affondare le idee fasciste e sperare in una delle ronde di beccare qualche rumeno da riempire di botte…ne potrei aggiungere ancora ma ve lo risparmio.
    mi piacerebbe vedere i miei concittadini rimboccarsi le maniche e cacciare a pedate nel c**o tutti gli sciacalli travestiti da brava gente.
    ringrazio ancora una volta claudio per l’onestà del suo lavoro
     

  • -2
    giovanna

    Ore 12,30 circa terremoto 3.2 bacino di sulmona . Cosa bisogna fare ? Aiuto Giulianiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ci sarà da aspettarsi qualcosa di brutto ? Vi prego fateci sapere .

  • -3
    Gys

    Ottimo Claudio come sempre. Ho trovato questo mandato in onda da una tv francese (ci sono i sottotitoli in italiano) un po OT ma sempre in tema. A me ha inquitato, neanche sapevo esistesse una cosa simile     http://www.youtube.com/watch?v=1Y7orJx9dzw
    Grazie per tutto il lavoro che fai, se potessi finanziare saresti il primo, ti seguo da molto. Nel mio piccolo ho inserito nel mio canale il tuo sito tra i primi da seguire e linko spesso i TUOI articoli. La risposta che sempre più spesso ricevo è "Si ho visto e letto l’articolo. Conosco Claudio e lo seguo sempre". Penso che questo faccia capire chi è Claudio Messora, una persona semplice e VERA. La sua conquistata credibilità gli da quel lasciapassare che in pochissimi hanno.
    Grazie Claudio
    Giuseppe

  • -4
    monica

    una decina di giorni fa mi è capitato di leggere su Repubblica.it la testimonianza incredibilmente lucida di un medico scampato al terremoto, riporto solo la parte finale della sua lettera giusto x far capire quanto poco bastasse x salvare o alleviare i disagi senza creare panico ma semplicemente informando:
    " Nessuno ha offerto istruzioni calme, rassicuranti, civili, informate. La mia piccola storia assieme alle centinaia di storie di amici, mi ha insegnato che se avessi avuto una torcia elettrica sul comodino non mi sarei fratturato la colonna vertebrale, se avessi avuto un cellulare a portata di mano avrei chiesto aiuto per me e per il palazzo accanto, se molti avessero parcheggiato almeno un’auto fuori dal garage ora l’avrebbero a disposizione, se in quell’auto avessero (e io avessi) messo una borsa con una tuta, uno spazzolino da denti e una bottiglia d’acqua, si sarebbero tollerati meglio i disagi. Se si fosse tenuta una bottiglia d’acqua sul comodino, se si fosse evitato di chiudere a chiave i portoni di casa, se si fosse detto di studiare una strategia di fuga…. Pensate a chi è rimasto incarcerato per ore senza poter comunicare con l’esterno perché aveva il cellulare in un’altra stanza, o perché non trovava al buio le chiavi di casa, come le ragazze di un palazzo a fianco a me già semi sventrato: 6 ore sotto un letto, con la terra che continuava a tremare, perché la porta era chiusa a chiave, senza una torcia elettrica e senza cellulare per chiedere aiuto! "

    BASTAVA POCO NO?
    Dalle mie parti quando è in arrivo un temporale di grosse dimensioni la protezione civile dichiara lo stato d’allerta, a volte qualcuno perde la vita ma nessun panico, ci si organizza ad affrontare il disagio come meglio si può.
    Quanto è accaduto in Abruzzo non lo capirò mai!!!!!!!!!!!!!!!

  • -5
    Guastatore1986

    é Incredibile come si parli di sciacallaggio, cioè prendere soldi ed altri averi preziosi dalle case abbattute quando c’è gente conosciuta che si prende i meriti soltanto per farsi bella davanti alla gente solo per prendere dei voti. é Incredibile anche quando abitazioni recenti siano crollate come castelli di carte mentre altre abitazioni di secoli precedenti siano resistite!!!!!

  • -6

    L’informazione di un blogger dovrebbe essere tutta MIRATA in questo senso, raccontare la VERITA’, quello che viene TACIUTO  ad arte della meschina, pusillanime, televisione e stampa italiana…
    Complimenti CLAUDIO.
    IMITIAMOLO.

    Michele.

  • -7

    Carissimo Byoblu!

    Una richiesta serissima…

    Le mafie sono troppo stupide per finanziare una cosa del genere, ma la rete no!

    ORGANIZZIAMO UN SITO (magari con il tuo aiuto) DOVE RACCOGLIERE DONAZIONI (magari su base regionale), l’offerta di cantine private collegate in rete e mettiamo le informazioni on line!

    la rete che siamo noi non ha bisogno di nessuno!

    grazie!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>