Una domanda per Piero Angela

Sono a tutti molto grato di esser stato consultato per me il caso è lampante costui è solo un commediante

 

Piero Angela, Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana (26 maggio 2004), Medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte (2 marzo 1999), Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana (30 maggio 2001). Giornalista, ex conduttore TG1 e TG2. Fondatore del CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, nato per promuovere un’atteggiamento di spirito critico, ma accusato di integralismo scientistico.

Spirito critico non significa criticare nel senso popolare del termine. Vuol dire avviare una dialettica di confronto e di verifica avulsa da pregiudizi. A Piero Papera, conduttore di SuperQuack a Paperopoli, questa definizione interessa fino a un certo punto. Precisamente, fino a quando non si pestano i piedi all’establishment della corte di scienziati, certificati con marca da bollo, dotti, medici e sapienti.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Ieri sera SuperQuark ha mandato in onda uno speciale sul terremoto. Ecco le frasi salienti che hanno usato per liquidare Giuliani.

  1. «Le previsioni di Giuliani erano sbagliate. Ma allora, perché tanta attenzione?»
  2. «Secondo gli scienziati, invece…»

Nella prima si afferma perentoriamente, senza addentrarsi nei fatti, che il sistema di Giuliani non funziona. Nella seconda si traccia implicitamente un netto distinguo tra la classe degli scienziati e quella cui appartiene Giampaolo Giuliani. Se non è uno scienziato, allora che cos’è? Un ciarlatano.

Ho visto con i miei occhi scienziati russi e scienziati della NASA – italiani per il momento no – intessere un profittevole percorso di collaborazione, scambiarsi dati, verificare le molte convergenze, estendere l’ambito della ricerca verso nuovi promettenti orizzonti. Ho visto inviati speciali delle televisioni americane, australiane, inglesi, russe compiere un lungo viaggio per venire a intervistare uno sconosciuto ricercatore del Gran Sasso. Piero Papera si chiede il perchè di tanta attenzione, ma non ha fatto pochi chilometri per venire a chiedeglielo di persona. In compenso, ha perso un quarto d’ora per farci vedere un giocattolo per bambini deficienti che ha finalmente chiarito senza ombra di dubbio che se tiro indefinitamente qualcosa, prima o poi questo qualcosa si rompe, e che se appoggio un modellino fragile su un supporto e gli do uno scossone, il modellino si rompe. Grazie Piero, adesso ne sappiamo di più.

Tuttavia io lo capisco, Piero Papera. A una certa età è difficile mettersi in discussione. Soprattutto quando uno ha speso una vita  per intessere una rete di conoscenze e di potere che da quasi trent’anni gli fruttano il monopolio pressoché totale della divulgazione scientifica a Paperopoli.

A Piero, l’integralista scientistico per eccellenza, pongo un quesito di natura prettamente scientifica, cui non dovrebbe avere difficoltà a rispondere.

 

 

Quante probabilità ci sono che, fra tutti i maschi adulti italiani con un bagaglio di studi scientifici alle spalle e dotati di buona padronanza delle tecniche di comunicazione, il migliore sia proprio tale Alberto Angela, cui la nostra televisione di stato ha proditoriamente affidato l’eredità del tuo ruolo? Se rispondi che le probabilità sono molto alte, allora non conosci neppure le basi della statistica, quelle che si insegnano alle medie superiori, e hai occupato per trent’anni una posizione che sarebbe stata meglio ricoperta da qualcun altro.
Se rispondi che le probabilità sono scarse o nulle, allora dimostri di essere competente, ma anche di avere favorito tuo figlio a scapito della qualità del servizio pubblico.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

98 risposte a Una domanda per Piero Angela

  • 42
    focaccia
    Rivedendo i video di Giuliani.
     
    Rivedendo dei filmati con interventi di Giuliani ho notato che parla del radon come proveniente dal mantello terrestre ovvero da quella parte magmatica tra crosta terrestre e nucleo.Inoltre ribadisce più volte come a suo avviso l’attrazione gravitazionale di luna e sole (e non solo) creino sul magma del mantello degli effetti paragonabili alle maree che però sotto la crosta avrebbero ben altre manifestazioni con la creazione di vere e proprie onde "pesanti" che perquoterebbero la crosta stessa dal basso ( lui dice "schiaffi di miliardi di tonnellate").
    In quella fornace che è il mantello il radon essendo un gas al cospetto del magma denso e pesante sicuramente si va naturalmente a disporre proprio tra questo e la faccia inferiore della crosta terrestre ed è così verosimile che subisca a volte delle spinte meccaniche verso l’alto che lo comprimono, complice anche l’enorme calore, "iniettandolo" nella crosta.C’è da immaginare che questa azione del magma possa avvenire su superfici considerevoli e quindi manifestarsi con aumenti di radon sulla superfice terrestre per vari chilometri quadrati.
    Questo potrebbe così spiegare sia gli aumenti repentini che le diminuzioni della presenza del gas, venendosi a creare con il movimento del magma un vero e proprio effetto pompa con energiche pressioni ed enormi depressioni (sacche di vuoto come mi suggeriva Carlo Messora).
    Allo stesso modo la crosta sarebbe spinta dal basso e poi "lasciata ricadere" e se immaginiamo che questo possa accadere sotto un faglia possiamo ben capire come si possano avere poi effetti catastrofici.
    In pratica Giuliani sembra voler dire che, radon a parte, probabilmente per capire la genesi dei terremoti forse, per quanto possa sembrare bizzarro, bisogna guardare intorno a noi, nello spazio, perchè la terra è parte di quelle meccaniche che condivide con altri corpi celesti e dei quali sembrerebbe subire azioni non completamente note. 
    Questa, chiaramente è solo una mia personale interpretazione di quanto ho sentito dire a Giuliani ma vuole essere un spunto per aprire una discussione a riguardo, quindi auspicherei che si producessero dei commenti.
     
     
  • 41
    focaccia
    Ciao RIHOIR.it

     
     
    Riguardo al radon, secondo me c’è da dire che, pur essendo pesante, è destinato comunque a risalire perchè non potendosi legare ne con altri elementi ne con se stesso la sua distribuzione in un qualsiasi volume considerato tende ad essere tale da renderlo nel suo complesso più leggero (come peso specifico).Se tutta la crosta, per assurdo, fosse fatta di gas nobili sicuramente il radon sarebbe destinato a stratificare in basso, ma la densità della materia che lo sovrasta alla sua origine lo costringe inevitabilmente a risalire, come pure l’alta densità del magma sotto la crosta terrestre.
    Il radon si forma in continuazione ed il ribollire del magma presente nel mantello sicuramente agevola la sua sistemazione momentanea proprio sotto la crosta dove si raccoglie per poi defluire attraverso le canalizzazioni che in qualche modo poi danno sfogo sulla superfice terrestre.Bisogna immaginare che queste canalizzazioni sono permanentemente occupate da radon (insieme ad altri gas, ad acqua, ed altri composti) e quindi le variazioni di pressione alla base vengono a forzare probabilmente la risalita di tutto il gas già presente ; si tratta solo di "aprire di più il rubinetto".
    Grazie anche ad una importante precisazione di FitTizio oggi mi sento di dire con più convinzione che anche la vita "utile" stessa del radon la si può considerare più lunga rispetto ai 3,824 giorni ; anche se fosse già passato questo tempo la quantità sia pur dimezzata che affiora dalla crosta si presta comunque ad un "trattamento" probabilistico e ad una lettura ; anche se ne dovesse arrivare una piccola parte ancora nelle "vesti" di radon comunque sarebbe rappresentativo e descrittivo di un certo andamento alla fonte.
    La stessa azione pressoria che subirebbe il radon raccolto sopra il mantello la dovrebbe subire anche la crosta con rocce che verrebbero compresse, screpolate offrendo forse altri percorsi per la risalita e liberando probabilmente altro radon in esse contenuto che a questo punto sarebbe solo una piccola parte nel contesto generale.
  • 40
    focaccia
    Ciao RIHOIR.it

     
     
    Riguardo al radon, secondo me c’è da dire che, pur essendo pesante, è destinato comunque a risalire perchè non potendosi legare ne con altri elementi ne con se stesso la sua distribuzione in un qualsiasi volume considerato tende ad essere tale da renderlo nel suo complesso più leggero (come peso specifico).Se tutta la crosta, per assurdo, fosse fatta di gas nobili sicuramente il radon sarebbe destinato a stratificare in basso, ma la densità della materia che lo sovrasta alla sua origine lo costringe inevitabilmente a risalire, come pure l’alta densità del magma sotto la crosta terrestre.
    Il radon si forma in continuazione ed il ribollire del magma presente nel mantello sicuramente agevola la sua sistemazione momentanea proprio sotto la crosta dove si raccoglie per poi defluire attraverso le canalizzazioni che in qualche modo poi danno sfogo sulla superfice terrestre.Bisogna immaginare che queste canalizzazioni sono permanentemente occupate da radon (insieme ad altri gas, ad acqua, ed altri composti) e quindi le variazioni di pressione alla base vengono a forzare probabilmente la risalita di tutto il gas già presente ; si tratta solo di "aprire di più il rubinetto".
    Grazie anche ad una importante precisazione di FitTizio oggi mi sento di dire con più convinzione che anche la vita "utile" stessa del radon la si può considerare più lunga rispetto ai 3,824 giorni ; anche se fosse già passato questo tempo la quantità sia pur dimezzata che affiora dalla crosta si presta comunque ad un "trattamento" probabilistico e ad una lettura ; anche se ne dovesse arrivare una piccola parte ancora nelle "vesti" di radon comunque sarebbe rappresentativo e descrittivo di un certo andamento alla fonte.
    La stessa azione pressoria che subirebbe il radon raccolto sopra il mantello la dovrebbe subire anche la crosta con rocce che verrebbero compresse, screpolate offrendo forse altri percorsi per la risalita e liberando probabilmente altro radon in esse contenuto che a questo punto sarebbe solo una piccola parte nel contesto generale.
  • 39
    focaccia
    Ciao RIHOIR.it

     
     
    Riguardo al radon, secondo me c’è da dire che, pur essendo pesante, è destinato comunque a risalire perchè non potendosi legare ne con altri elementi ne con se stesso la sua distribuzione in un qualsiasi volume considerato tende ad essere tale da renderlo nel suo complesso più leggero (come peso specifico).Se tutta la crosta, per assurdo, fosse fatta di gas nobili sicuramente il radon sarebbe destinato a stratificare in basso, ma la densità della materia che lo sovrasta alla sua origine lo costringe inevitabilmente a risalire, come pure l’alta densità del magma sotto la crosta terrestre.
    Il radon si forma in continuazione ed il ribollire del magma presente nel mantello sicuramente agevola la sua sistemazione momentanea proprio sotto la crosta dove si raccoglie per poi defluire attraverso le canalizzazioni che in qualche modo poi danno sfogo sulla superfice terrestre.Bisogna immaginare che queste canalizzazioni sono permanentemente occupate da radon (insieme ad altri gas, ad acqua, ed altri composti) e quindi le variazioni di pressione alla base vengono a forzare probabilmente la risalita di tutto il gas già presente ; si tratta solo di "aprire di più il rubinetto".
    Grazie anche ad una importante precisazione di FitTizio oggi mi sento di dire con più convinzione che anche la vita "utile" stessa del radon la si può considerare più lunga rispetto ai 3,824 giorni ; anche se fosse già passato questo tempo la quantità sia pur dimezzata che affiora dalla crosta si presta comunque ad un "trattamento" probabilistico e ad una lettura ; anche se ne dovesse arrivare una piccola parte ancora nelle "vesti" di radon comunque sarebbe rappresentativo e descrittivo di un certo andamento alla fonte.
    La stessa azione pressoria che subirebbe il radon raccolto sopra il mantello la dovrebbe subire anche la crosta con rocce che verrebbero compresse, screpolate offrendo forse altri percorsi per la risalita e liberando probabilmente altro radon in esse contenuto che a questo punto sarebbe solo una piccola parte nel contesto generale.
  • 38
     Cavolo Claudio ma tutti scienziati i tuoi lettori …  tranne me 
    • 38.1
      Non per vantarmi, ma visto che l’utente tira in ballo le conoscenze personali degli eventuali "scienziati" che scrivono i commenti di questo blog, io ho una laurea in Fisica, conseguita all’università di Bologna.
      Non avrò esperienze personali nel campo della geofisica in quanto il mio settore era quello relativistico, ma penso di avere una infarinatura di base per poter esprimere opinioni su questo argomento soprattutto sulla modalità con cui una ricerca si espone al giudizio critico del mondo accademico e solo dopo la validazione da parte di altri esperti del settore la si da in mano alla stampa e si tenta di estrapolarne risultati utili per il pubblico.
  • 37
    Ciao focaccia,

     
    tieni presente che questo aspetto non l’ho molto capito.
    Sicuramente il radon non emerge per "levitazione naturale" rispetto ad altri gas, essendo tra i gas molto pesante ed il più pesnte dei gas nobili.
     
    Certo il comportamento di un gas è soggetto a delle leggi in particolare il suo volume varia in funzione di pressione e temperatura, che sotto la crosta terrestre dovrebbero essere entrambi molto elevati.
     
    Ma più che la pressione e la temperatura mi sembra importante la variazione di pressione.
    Che succede a un gas sottoposto a forte pressione e temperatura? Probabilmente sta lì, ma è come una bomba e sviluppa un’energia potenziale tremenda.
    Se gli togliamo il coperchio (leggi: se si formano spaccature nella crosta terrestre): boom!
    Se il radon abbonda visto il suo legame con un avo abbondante (l’uranio 238) allora potremmo osservare il radon.
    Se l’intero ciclo di decadimento dell’uranio è regolare, fluido, anche se lungo (stimo parlando di circa 4,5 mld di anni), allora abbiamo sempre abbondanza e regolare presenza dei suoi figli (chiaramente dimezzata per ciascuno di essi in proporzione a quella del padre).
    A questo punto mi concentrerei sul padre del radon (il radio 226) che ha un decadimento alfa, un tempo di dimezzamento un po’ più lungo del radon 1.602 anni ed è un metallo.
    Diventa poi interessante vedere come e quando il radon si forma e se va a stabilirsi da qualche parte preferita o a casaccio. Per aiutarci, dovrebbe formarsi tutto nello stesso momento, e in punti precisi così è più facile tenerne d’occhio il comportamento. Oppure basta che con una certa regolarità una certa quantità nascente di radon sia in posti regolari tra il mantello e la crosta terrestre.
    Non so davvero dirti se la pressione del gas sia sufficiente a permettere ad una quantità importante e coeva di attraversare la crosta terrestre in tempo utile (meno di 4 giorni) per permettere le osservazioni dei radonmetri. Però è chiaro che la forza di pressione dovrebbe amplificare i varchi offerti dalle spaccature della crosta terrestre prodotte dai terremoti, non dovendosi escludere peraltro che la crosta terrestre sia naturalmente "porosa" o "canalizzata".
     
    Un saluto,
    cs
«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Deficit Strutturale? Avevo ragione: nient’altro che numeri arbitrari.

Gutgeld - Deficit Strutturale parametro arbitrario Il 17 gennaio, durante un'intervista rilasciata a Giulietto Chiesa, vi raccontavo di come funziona quella particolare branca della disciplina economica che attraverso la Commissione Europea ci impone regole severe e inappellabili. Si tratta di assiomi (principi veri a priori, dogmi ritenuti religiosamente inoppugnabili) che la corte dei...--> LEGGI TUTTO

Che cos’è il sovranismo? – di Paolo Becchi

bandiera italiana di Paolo Becchi Il “ritorno” degli Stati-nazione. Si dice che dopo Donald Trump il mondo sia destinato a cambiare. Ma il mondo, in realtà, è già cambiato. Se lui, infatti, è diventato il Presidente degli Stati Uniti d’America non è...--> LEGGI TUTTO

Borrelli (M5S): incentivare lavori meno stabili.

Borrelli Incentivare popolazione a svolgere lavori meno stabili Qual era il mantra dei neoliberisti in salsa JP Morgan all'attacco della Costituzione e delle libertà fondamentali dei cittadini? Semplice: abbattere l'articolo 1 che dice che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, magari aggiungendo l'aggettivo "precario" o "saltuario" in coda. Ci hanno provato, riuscendoci, negli...--> LEGGI TUTTO

Equacoin? Parliamone – Mirko Da Corte, DigiCanDo

MIRKO DA CORTE - EQUACOIN PARLIAMONE - Play Marco Saba ha presentato sabato 28 ottobre, su questo blog, il suo progetto di moneta democratica e decentralizzata: Equacoin. Oggi Mirko Da Corte, esperto di criptovalute e cofondatore di DigiCanDo, raccoglie in questo video una serie di domande e di critiche costruttive con...--> LEGGI TUTTO

Sovranità Perduta for Dummies – Live domande e risposte Con Marco Mori

Sovranità perduta for dummies - Marco Mori - Play La registrazione del lungo e interessante live andato in onda oggi, alle 14:30, sulla sovranità svenduta, sul decreto del Tribunale di Cassino e su quello che si può fare da qui in avanti. Ospite di Claudio Messora, l'avvocato di Rapallo Marco Mori, che insieme a Niki...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>