Giuliani: INGV in ritardo di 10 anni sulla ricerca

  Siete in tanti, tantissimi a chiedermi cosa dice Giuliani in merito al recente sciame sismico. Questo non è un blog specializzato in questo settore, nè un blog regionale, ma voi me lo chiedete, io lo faccio. «Uno è lieto di poter servire» [L’Uomo Bicentenario – Robin Williams]. Ecco quanto ho raccolto dalla sua viva voce, questa mattina alle undici.

Claudio Messora: «Giampaolo Giuliani, quali sono gli aggiornamenti?»

Giampaolo Giuliani: «Si sta manifestando una sequenza sismica di eventi attestati tra il 3 e il 3.5 di magnitudo. Le zone più interessate sono i Monti della Laga, i monti Reatini e il Gran Sasso. L’epicentro si snoda intorno a Capitignano, Capotosto, Montereale, Amatrice, e questo fa sì che a L’Aquila le scosse si avvertano un po’ più attutite, mentre la terra tremi con maggiore intensità nel teramano, nella zona di Ascoli Piceno e di Macerata.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

  Si stanno verificando una media di 4 o 5 eventi all’ora, percepibili a livello strumentale, di cui usualmente uno di terzo grado o poco superiore. Tuttavia, la curva di magnitudo sta crescendo. I livelli di misurazione del gas Radon si mantengono medio alti, circa 2.200 punti sopra la soglia. Questo si traduce in una finestra di eventi sismici attesi compresi tra il 2.7 e il 3.5. Anche se nelle prossime 24 ore (fino alle 11 di domani mattina) i miei strumenti e la mia tecnica di rilevazione non indicano nessun forte sisma, è tuttavia il momento di assumere tutte le precauzioni del caso. Se avvertite una scossa in cui si muovono il tavolo, le sedie e tintinnano le suppellettili (3.5 – 3.8), non rimanete dentro casa. Soprattutto se si sono già verificate due o tre scosse ravvicinate nell’arco della giornata. E’ prudente mantenere uno stato di vigile allerta.
 Comunico che è partita anche la stazione di rilevamento di Fagnano. Questo amplia considerevolmente le possibilità di indagine e di studio.»

Claudio Messora: «Hai visto la puntata di SuperQuark del 23 giugno scorso, dove è stato mandato in onda un servizio che ha liquidato la tua ricerca bollando le tue previsioni come sbagliate e passando oltre? Come la commenti?»

Giampaolo Giuliani: «Si parla spesso di terremoti, si dicono cose importanti su di me senza neppure ascoltarmi, limitandosi a riportare voci di chi spesso neanche mi conosce, per sentito dire. Che modo di fare informazione è questo? Apprezzo il lavoro di Piero Angela, ma servizi come questo fanno solo disinformazione. Chi l’ha detto che le mie previsioni erano sbagliate? Lo erano quelle false, quelle dichiarate dall’INGV circa Sulmona, mentre tutte le mie previsioni, quelle che avete sentito dalla mia voce, si sono sempre rivelate esatte.
Abbiamo una delle reti di sismografi più fitte d’Europa, anche se nel resto del mondo ne esistono delle migliori. Eppure il sismografo non ci permette in alcun modo di prevedere i terremoti. Tutto quello che può fare è consentire la creazione di mappe che indicano una probabilità statistica.
Chi in tutti questi anni ha portato avanti in Italia il programma di ricerca sulla previsione e sulla prevenzione sismica è in forte ritardo sulla comunità internazionale. Possibile che nessuno dica che il nostro paese ha un gap di almeno dieci anni da colmare rispetto alla ricerca internazionale? Come mai i ricercatori dell’INGV mostrano di non avere alcuna competenza sulla fisica del Radon?
»

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

73 risposte a Giuliani: INGV in ritardo di 10 anni sulla ricerca

  • 49
    sminch
    ore 2.39 di notte del 30 giugno scossa di terremoto avvertita molto bene qui a teramo!
  • 48
    Uchiha255
    Da quello che so dal 23 giugno quasi 360 scosse sui monti reatini, la maggior parte strumentali ovviamente. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa Giuliani di questo sciame, oltre ad informazioni aggiornate sul livello del radon.
     
  • 47
    sminch
    si cmq sono scosse +ttosto contenute!!! non è mai arrivato a 3, meglio cmq ke si scarica così!
  • 46
    focaccia
    Per FitTizio

     
     
    Hai ragione, ho fatto un pò di confusione nel primo periodo del mio intervento… .L’ho riletto, lo svarione c’è.
    Mi complimento per la chiarezza dei tuoi interventi ed in particolare per l’eloquenza del secondo.
    E ti ringrazio per la correzione ; per me è un’occasione in più per chiarirmi ulteriormente le idee su questo aspetto.
    Mi sono "avventurato" in questo campo con una preparazione di base che si limitava alla sola certezza dell’esistenza dell’atomo per ritrovarmi di colpo una mole di informazioni che ho assimilato con passione ma evidentemente in maniera precipitosa.Sicuramente sono di poco entro i margini di possibilità utili a comprendere queste nozioni.
    Poi a dire il vero, mi sono lasciato prendere dall’impeto nel voler controbattere un’affermazione che scientificamente voleva invalidare definitivamente le misurazioni di Giuliani.Questo non perchè voglia assurgere a paladino di questo metodo ma perchè anche nell’ipotesi che lo stesso fosse da cestinare non posso accettare che si evadano serie analisi tecniche serie basate su concetti realmente riscontrabili.

     
     
    Infatti il seguito del mio commento aderisce, credo, al concetto che tu esprimi correttamente.
     
    Riporto un passaggio.
     
    "Questo per chiarire che ovunque si vada a misurare il radon a partire dalla crosta dove si forma per arrivare alla superfice terrestre, (purchè se ne formi in continuazione e questo è garantito dalla presenza massiccia di uranio238) avremo sempre la metà dell’eventuale campione prelevato che si dimezza dopo 3,824 giorni."
     
     
    Allora ci riprovo riassumendo il concetto in termini pratici.
    Quindi, semplificando al massimo, ogni campione di radon considerato, in qualsiasi momento della sua esistenza, indipendentemente dal tempo che è passato dalla sua formazione dopo il decadimento del 226radio suo "genitore", dopo 3,824 giorni vedrà la sua quantità ridursi al 50% di quella iniziale ; l’altra metà sarà ormai costituita in diversa misura da elementi che lo seguono nella catena di decadimento.Tutto questo  richiede che il campione sia costituito da una quantità tale da poter applicare un’analisi matematica di tipo probabilistico che con i grossi numeri diventa pressochè assoluta.
     
    Per quanto riguarda invece l’affermazione che volevo controbattere, letta in un articolo scritto da una persona sicuramente di un certo spessore intellettuale e molto preparata per certi versi, ma che con i giudizi sconfina largamente nella presunzione per poi cadere a sua volta in certi erronei atteggiamenti, direi che a maggior ragione dopo il tuo chiarimento sia un pò fuori.Ti prego di dirmi se su questo mi sbaglio.
     
    Riporto 
     
    "Per prima cosa, anche se nessuno finora (per quanto ne so) pare averci fatto caso, le previsioni di Giuliani non si basano direttamente sull’accumulo di radon, ma piuttosto dei suoi prodotti di decadimento, prodotti che si formano nel corso di più giorni dopo che il radon si è, a sua volta formato. Possiamo semplificare il discorso dicendo che, fra il picco di accumulo del radon e ciò che Giuliani realmente rileva, passano la bellezza di quasi quattro giorni! Poiché il tecnico aquilano sostiene che i suoi picchi anticipano gli eventi di un tempo compreso fra le 6 e le 24 ore si deve dedurre che la liberazione di radon precede regolarmente le scosse di un tempo compreso (approssimativamente) fra 4 e 5 giorni. E questo è davvero piuttosto inverosimile. Non si riesce a capire perché mai debbano essere proprio quattro e non quattordici o cinquantaquattro".
     
     
    …..  o centoventisette, tanto la fisica è una questione di scelte…. mediatiche ! Scherzo.
     
    Da quello che leggo sembra che si voglia ritenere i prodotti del decadimento del radon disponibili per la misura solo dopo 3,824 giorni ignorando così che invece questi dopo tale periodo rappresentano ormai il 50% di quella iniziale quantità introdotta nell’ambiente di misura.E non solo, dopo tre ore "dall’isolamento" del campione di radon da sottoporre a misura dal rilevamento della loro attività radioattiva si può stabilire la quantità iniziale del radon stesso.
     
    In ogni caso, se ci fosse questo problema non si presenterebbe solo per Giuliani ma per tutti quelli che dovessero avere la volontà di effettuare misurazioni di questo gas, perchè qualunque sia il metodo utilizzato si baserà comunque non sulla sua misura diretta ma sui suoi "discendenti".
     
    Tu poni poi la questione dell’equilibrio secolare alle prese con un flusso variabile di radon, giustamente.
     
    Per la verità mi ero promesso di avviare una discussione, sperando sempre in un intervento chiarificatore di Giuliani stesso, che rigurda proprio l’ambiente di misura.
    Non ho ancora capito (e non ho trovato niente da consultare a riguardo) se il pozzo, o quello che è, nel quale e posto lo strumento sia ermetico oppure dotato di un sistema che permette di avere un flusso controllato di aria al suo interno ; mi chiedo se tutti i prodotti di decadimento dal radon in poi continuano ad accumularsi o vengono rimossi.
    Se l’ambiente fosse a tenuta non c’è forse da aspettarsi che la concentrazione del radon aumenti in continuazione fino a saturarlo? Oppure si crea un qualche equilibrio tra il decadimento di quello già introdotto e quello che arriva tale da scongiurare tale situazione?
    Qui forse servirebbero dei numeri.
     
    Tornando però al tuo quesito, io credo che la soluzione sia semplicemente matematica.
    Secondo me assumendo che i valori istantanei rilevati dallo strumento si riferiscono a due-tre ore prima si potrebbe avere comunque una continuità di lettura anche al variare del flusso.In pratica potrebbe bastare accettare il fatto di dover essere necessariamente in ritardo rispetto ai valori in tempo reale.
    Forse qui torniamo a tirare in ballo il tempo di dimezzamento da rapportare però stavolta a quantità variabili.Potrebbero istante per istante essere valide le stesse considerazioni probabilistiche anche se poi si concretizzano in un periodo più ampio ?
    Devo essere sincero non riesco ad andare oltre ad una ipotesi, ma qualcosa mi dice che tu matematicamente puoi fare molto di più per confermarla, correggerla o invalidarla del tutto.
     
    Aspetto un tuo commento.
    Ho come l’impressione che stiamo per "completare" la macchina di Giuliani.
     
    A presto, ciao.
     
     
     
     
     
  • 45
    Focaccia
    Per Giampaolo Giuliani.
     
    Noi abbiamo messo abbastanza carne a cuocere.
    Crediamo a questo punto che i nostri sforzi andrebbero confortati da un tuo intervento sul blog.
     
    Saluti e grazie fin da ora.
  • 44
    sminch
    Monti Reatini 2009-06-30 00:38:10 .(utc) 3.4
     
  • 43
    sminch
    i miei hanno avvertito la scossa qui a teramo di sta mattina alle 7 e 54 di 3.1 sul gran sasso…sarei curioso di sapere delle novità visto ke l’attività si sta riducendo
  • 42
    focaccia
    Per FitTizio

     …. ops ! Avevo commesso un altro errore !
     
    Prima
     
    "Questo per chiarire che ovunque si vada a misurare il radon a partire dalla crosta dove si forma per arrivare alla superfice terrestre, (purchè se ne formi in continuazione e questo è garantito dalla presenza massiccia di uranio238) avremo sempre la metà dell’eventuale campione prelevato che si dimezza dopo 3,824 giorni."
     
     
    Dopo
     
    "Questo per chiarire che ovunque si vada a misurare il radon a partire dalla crosta dove si forma per arrivare alla superfice terrestre, (purchè se ne formi in continuazione e questo è garantito dalla presenza massiccia di uranio238) avremo sempre la metà dell’eventuale campione prelevato che decade dopo 3,824 giorni."
     
  • 41
    FitTizio
    Per focaccia
     
    Scusami, purtroppo non ho le conoscenze adeguate per procedere molto oltre. Anche il tempo purtroppo è tiranno… Non sono un fisico. Se qualche fisico si lasciasse coinvolgere magari si potrebbe fare qualche passo avanti senza dover spendere del tempo sui libri. Inoltre i dubbi relativi al macchinario di Giuliani sono molti, forse troppi per poter capire il suo funzionamento senza avere qualche chiarimento da parte sua. Probabilmente la cosa più saggia sarebbe fare un pò di domande mirate a Giuliani, magari sperando sia disponibile a rispondere per iscritto (le risposte a voce non sono il suo forte…).
    Per finire, io continuo ad avere dei seri dubbi sulla possibilità che lo studio del radon sia effettivamente sufficiente a predire dei terremoti. Avendo studiato il funzionamento dell’attrito (statico e dinamico), e immaginando anche la complessità del fenomeno, mi rendo conto che predire un terremoto non è cosa banale (e probabilmente ai limiti dell’impossibile). C’è poi il discorso del ritardo nella misurazione che, temo, non sia affatto secondario.
     
    Un saluto e a presto.
  • 40
    syl!
    …ore 13.12…monti reatini…2.8…dopo una notte di scosse…tra cui anche una di 3.4 di magnitudo…cosa  pensa Giuliani di tutto ciò?…Ringrazio anticipatamente, certa di una risposta agli interrogativi comuni della popolazione di L’Aquila e dintorni….
  • 39
    sminch
    quando si potranno avere novità da parte di giuliani?
  • 38
    orikstes
  • 37
    yule
    Novità da Giuliani sulle ultime scosse?
  • 36
    focaccia
    Per FitTizio
     
    Hai ragione, ho fatto un pò di confusione nel primo periodo del mio intervento… .L’ho riletto, lo svarione c’è.
    Mi complimento per la chiarezza dei tuoi interventi ed in particolare per l’eloquenza del secondo.
    E ti ringrazio per la correzione ; per me è un’occasione in più per chiarirmi ulteriormente le idee su questo aspetto.
    Mi sono "avventurato" in questo campo con una preparazione di base che si limitava alla sola certezza dell’esistenza dell’atomo per ritrovarmi di colpo una mole di informazioni che ho assimilato con passione ma evidentemente in maniera precipitosa.Sicuramente sono di poco entro i margini di possibilità utili a comprendere queste nozioni.
    Poi a dire il vero, mi sono lasciato prendere dall’impeto nel voler controbattere un’affermazione che scientificamente voleva invalidare definitivamente le misurazioni di Giuliani.Questo non perchè voglia assurgere a paladino di questo metodo ma perchè anche nell’ipotesi che lo stesso fosse da cestinare non posso accettare che si evadano serie analisi tecniche basate su concetti realmente riscontrabili.
     
    Il seguito del mio commento a cui ti riferisci aderisce, credo, al concetto che tu esprimi correttamente.
     
    Riporto un passaggio del mio commento.
     
    "Questo per chiarire che ovunque si vada a misurare il radon a partire dalla crosta dove si forma per arrivare alla superfice terrestre, (purchè se ne formi in continuazione e questo è garantito dalla presenza massiccia di uranio238) avremo sempre la metà dell’eventuale campione prelevato che si dimezza dopo 3,824 giorni."
     
    Allora ci riprovo riassumendo il concetto in termini molto pratici.
     
    Quindi, semplificando al massimo, ogni campione di radon prelevato (o comunque isolato), indipendentemente dal tempo che è passato dalla sua formazione dopo il decadimento del 226radio suo "genitore", passati 3,824 giorni dal prelievo vedrà la sua quantità ridursi al 50% di quella iniziale, quando l’altra metà sarà ormai costituita in diversa misura da elementi che lo seguono nella catena di decadimento di appartenenza.Tutto questo richiede che il campione sia costituito da una quantità tale da poter applicare un’analisi matematica di tipo probabilistico che con i grossi numeri diventa pressochè assoluta.
     
    Per quanto riguarda invece l’affermazione che volevo controbattere, letta in un articolo scritto da una persona sicuramente di un certo spessore intellettuale e molto preparata per certi versi, ma che con i giudizi sconfina largamente nella presunzione per poi cadere a sua volta in certi erronei atteggiamenti, direi che a maggior ragione dopo il tuo chiarimento sia un pò fuori.Ti prego di dirmi se su questo mi sbaglio.
     
    Riporto.
     
    "Per prima cosa, anche se nessuno finora (per quanto ne so) pare averci fatto caso, le previsioni di Giuliani non si basano direttamente sull’accumulo di radon, ma piuttosto dei suoi prodotti di decadimento, prodotti che si formano nel corso di più giorni dopo che il radon si è, a sua volta formato. Possiamo semplificare il discorso dicendo che, fra il picco di accumulo del radon e ciò che Giuliani realmente rileva, passano la bellezza di quasi quattro giorni! Poiché il tecnico aquilano sostiene che i suoi picchi anticipano gli eventi di un tempo compreso fra le 6 e le 24 ore si deve dedurre che la liberazione di radon precede regolarmente le scosse di un tempo compreso (approssimativamente) fra 4 e 5 giorni. E questo è davvero piuttosto inverosimile. Non si riesce a capire perché mai debbano essere proprio quattro e non quattordici o cinquantaquattro".
     
    ….. o centoventisette, tanto la fisica è una questione di scelte…. mediatiche ! Scherzo.
     
    Da quello che leggo sembra che si voglia ritenere i prodotti del decadimento del radon disponibili per la misura solo dopo 3,824 giorni ignorando così che invece questi dopo tale periodo rappresentano ormai il 50% di quella iniziale quantità introdotta nell’ambiente di misura e che dopo tre ore "dall’isolamento" del campione di radon rilevando la loro attività radioattiva si può stabilire la quantità iniziale del radon stesso.
    Tutto questo a prescindere da quelli che poi sono i discussi tempi di propagazione .
    In ogni caso, se ci fosse questo problema non si presenterebbe solo per Giuliani ma per tutti quelli che dovessero avere la volontà di effettuare misurazioni di questo gas, perchè qualunque sia il metodo utilizzato si baserà comunque non sulla sua misura diretta (difficilissima chimicamente e fisicamente) ma sui suoi "discendenti" escludendo ragionevolmente di voler misurare a tale scopo il suo diretto decadimento radioattivo che costringerebbe appunto ad "inerzie" notevoli.
     
    Tu poni poi la questione dell’equilibrio secolare alle prese con un flusso variabile di radon, giustamente.
     
    Per la verità mi ero promesso di avviare una discussione, sperando sempre in un intervento chiarificatore di Giuliani stesso, che rigurda proprio l’ambiente di misura.
    Non ho ancora capito (e non ho trovato niente da consultare a riguardo) se il pozzo, o quello che è, nel quale e posto lo strumento sia ermetico oppure dotato di un sistema che permette di avere un flusso controllato di aria al suo interno ; mi chiedo se tutti i prodotti di decadimento dal radon in poi continuano ad accumularsi o vengono rimossi.
    Se l’ambiente fosse a tenuta non c’è forse da aspettarsi che la concentrazione del radon aumenti in continuazione fino a saturarlo? Oppure si crea un qualche equilibrio tra il decadimento di quello già introdotto e quello che arriva tale da scongiurare tale situazione?
    Qui forse servirebbero dei numeri.
     
    Tornando però al tuo quesito, io credo che la soluzione sia semplicemente matematica.
    Secondo me assumendo che i valori istantanei rilevati dallo strumento si riferiscono a due-tre ore prima si potrebbe avere comunque una continuità di lettura anche al variare del flusso.In pratica potrebbe bastare accettare il fatto di dover essere necessariamente in ritardo rispetto ai valori in tempo reale.
    Forse qui torniamo a tirare in ballo il tempo di dimezzamento da rapportare però stavolta a quantità variabili.Potrebbero istante per istante essere valide le stesse considerazioni probabilistiche anche se poi si concretizzano in un periodo più ampio ?
    Devo essere sincero non riesco ad andare oltre ad una ipotesi, ma qualcosa mi dice che tu matematicamente puoi fare molto di più per confermarla, correggerla o invalidarla del tutto.
     
    Aspetto un tuo commento.
    Ho come l’impressione che possiamo  "completare" la macchina di Giuliani.
     
    A presto, ciao.
«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Gianluigi Paragone si toglie qualche sassolino dopo la chiusura de La Gabbia

Gianluigi Paragone Andrea Salerno Intendiamoci: La Gabbia era pur sempre una trasmissione televisiva. E come tutte le trasmissioni televisive, ne rispettava il linguaggio, i tempi, le liturgie e i limiti. Quelli che internet era nata per travalicare. Tuttavia, tra tutte le trasmissioni televisive era certamente la più libera. E Paragone,...--> LEGGI TUTTO

Giulietto Chiesa: siamo stati formattati

Giulietto Chiesa - Siamo Stati Formattati - Play Intervento di Giulietto Chiesa al primo congresso fondativo di "Attuare la Costituzione", tenutosi a Napoli. Giulietto parla di come l'informazione sia la prima battaglia da combattere per rientrare in una democrazia compiuta.  (altro…)...--> LEGGI TUTTO

La Glaxo nel 2015 ha dato 11 milioni di euro a medici e ricercatori italiani

Glaxxo La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è una associazione delle industrie farmaceutiche che incoraggia i propri affiliati alla trasparenza. Per ottemperare alle sue richieste, la Glaxo-Smith-Kline ha reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015 hanno ricevuto finanziamenti...--> LEGGI TUTTO

Cedere sovranità è reato! A dirlo finalmente è un tribunale.

Marco Mori - Cedere sovranità è reato - Play Marco Mori, avvocato di Genova, spiega un decreto del Tribunale di Cassino che afferma finalmente a chiare lettere che cedere sovranità è reato! Sulla base di questo decreto si aprono praterie giuridiche, e soprattutto si potranno chiamare criminali coloro che, a qualunque titolo, hanno invocato, invocano o...--> LEGGI TUTTO

La crisi della sinistra, spiegata dal grande vecchio socialdemocratico, Klaus von Dohnanyi.

La crisi della sinistra europea klaus Von Dohnanyi è un giurista nonché uno storico membro dell'SPD. Dal 1971 al 1974 è stato ministro della cultura, nonché parlamentare tra il 1969 e il 1981, poi sindaco di Amburgo dal 1981 al 1988. È stato uno dei protagonisti della vita politica tedesca nel periodo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera

Il vero volto della democrazia nell'Unione Europea Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera, e apparve finalmente a tutti, solare, radioso, il suo vero volto....GUARDA

E dopo le “primarie” M5S, il PD torna in testa: 1,2 punti in meno.

Sondaggio M5S 25 settembre - play Sorpresa: dopo le "primarie" del Movimento 5 Stelle, Di Maio perde subito 1,2 punti percentuali e torna in testa il PD. A darne notizia, Mentana al TG7. Il calo, e il sorpasso del Partito Democratico, vengono attribuiti al modo in cui le cosiddette primarie sono state...GUARDA

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>