L’INGV risponde

 Altre ricerche compiute sul Radon: Carlo Gorgoni

Il blog è lieto di ospitare il confronto che l’Italia si aspetta, confronto che in altre sedi più prestigiose viene spesso negato. L’ambizione, forse irrealizzabile, è quella di vedere gli esperti sedersi intorno a un tavolo, seppure virtuale, a discutere lealmente e senza barricate ideologiche su una tematica che investe così pesantemente l’incolumità di milioni di cittadini italiani. Forse, lentamente, riusciremo davvero a realizzare un ponte. Questa volta non di dubbia utilità, costoso e potenzialmente insicuro come quello sullo stretto.

Ricevo e pubblico la seguente lettera di Antonio Piersanti, direttore della sezione di Sismologia e Tettonofisica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV. E’ un inizio.

LETTERA DI ANTONIO PIERSANTI

Caro Claudio,

a seguito dell’intervista di Giampaolo Giuliani, comparsa oggi su Byoblu.Com, vorrei fare alcune brevi notazioni senza entrare minimamente nella questione previsione terremoti che merita ben altro approfondimento.

Noto con piacere che tutte le considerazioni quantitative che Giuliani fa sull’attivita sismica di questi giorni provengono dagli apparati di monitoraggio INGV.

Giuliani ha ragione nell’affermare che la rete di monitoraggio sismico italiana non e’ la migliore al mondo: per essere precisi, un paese e mezzo al mondo hanno una rete migliore di quella italiana e cioe’ il Giappone e una parte degli Stati Uniti d’America, la California. Credo che siano poche le classifiche mondiali, di qualsiasi indicatore positivo, in cui il nostro paese sia fra il secondo e il terzo posto.

Non solo il nostro paese, e l’INGV in particolare – che rappresenta una parte maggioritaria della ricerca sismologica italiana -, non ha 10 anni di ritardo rispetto alla comunita’ scientifica internazionale ma e’ addirittura all’avanguardia assoluta nella ricerca geofisica. Questo ovviamente non ce lo diciamo da soli ma e’ certificato da tutte le maggiori istituzioni internazionali del settore (e.g. http://sciencewatch.com/inter/ins/08/08jul-INGV/).

Da tutte le considerazioni di Giuliani sull’argomento sembra che sia solo la comunita’ scientifica italiana che critica le sue affermazioni. Come tutti sanno, e’ stata nominata una commissione di superesperti internazionali per pronunciarsi sulle questioni relative alla previsione dei terremoti con particolare riferimento alla sequenza Aquilana. Quando questa commissione diffondera’ i risultati del suo lavoro, vorrei chiedere al dr. Giuliani di confrontarsi costruttivamente con essi verificando francamente se l’atteggiamento dei ricercatori INGV nei suoi confronti sia stato o no in linea con gli standard internazionali piu’ avanzati.

Un caro saluto,
Antonio Piersanti
Department Head
Department of Seismology and Tectonophysics Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

SEGNALAZIONI:


  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

34 risposte a L’INGV risponde

  • 1
    mel
    Perchè questo tono così altezzoso, di stizza, di cosa si preoccupano? Giuliani non mi sembra così arrogante, e poi è troppo semplice…Davide contro Golia…Sicuramente se ne uscirà qualcosa di positivo da quegli studi non lo sapremo mai e se ne prenderanno il merito.
  • 0
    legend41
    Un altra…Velino-Sirente 17:24 (UTC) M 2.2
  • -1
    Paciugo
    Statisticamente si dovrebbe vedere se le probabilità una scossa forte siano più alte durante uno sciame sismico.
    Su una scala temporale sufficientemente ampia penso proprio di sì.
    Comunque,ripeto non ci dimentichiamo del caso di bella.
    Di bella era un luminare ,quindi il discorso che giuliani sia laureato o non è molto relativo.
    Però quando chiesero a di  bella di fornire le statistiche sui casi di guarigione dei suoi pazienti prima che scoppiasse il caso mediatico il di bella si trincerò dietro la privacy.
    E li cascò tutto a prescindere dalle polemiche sulla sperimentazione successiva.
    Adesso la scusa è l’ordine pubblico…..
     
    • -1.1
      gallucpa

      riciao … ti copio incollo alcune considerazioni fatte in passato …tejal scrive: “Parliamo anche di come sia “facile” farsi pubblicare degli articoli su riviste accreditate in specifici settori.” … è semplice ma impegnativo perché devi affrontare un … confronto … le tue idee supportate da dati devono reggere alla/e critiche … lo ritengo uno dei momenti più appaganti quando si risponde alle critiche durante il “referaggio” e il lavoro viene accettato …a merit scrivevo: le … intuizioni nella ricerca sono solo l’inizio … si deve cercare il confronto con altri ricercatori scrivendo su riviste accreditate … scrivere non è semplice, si passa un referaggio … vengono esaminati i dati ,… le conclusioni … si acquista solo in questo modo una rilevanza … scientifica. … … la laurea non serve a niente e … infatti non verrà richiesta da nessuna rivista internazionale…!!!!ciao luca

  • -2
    relic
    C’è un tipo di "sperimentazione pubblica" sicura ed effettuabile con pochi sforzi.
     
    Se L’INGV o qualsiasi altra Istituzione vuole, può facilmente verificare la fondatezza o l’attendibilità dell’invenzione.
    Deve invitare Giuliani a mettere con una certa regolarità di tempo, in un sito web accessibile a tutti, dei file scaricabili crittografati contenenti
    alcuni una previsione e altri no.
    In questo modo si eviterà di far capire il periodo di allerta e di scatenare allarmismi, poi quando saranno pubblicate le chiavi di cifratura tutti
    potranno effettuare la verifica.
    All’evidenza di molte persone che affermano la validità delle previsioni e all’importanza per la vita umana è un obbligo verificare e se ciò non
    viene fatto si deve dire perché.
    Piersanti e le Istituzioni dovrebbero sentirsi in obbligo di rispondere a questo.
    • -2.1
      FitTizio
      Mi sembra un’ottima idea. Fattibilissima e senza nessun tipo di controindicazioni.
    • -2.2
      FitTizio
      Tra l’altro potrebbe farla Giuliani stesso per convincerci tutti della bontà delle sue previsioni. Chiederei a Byoblu di proporre la cosa a Giuliani. Se le previsioni si dimostrassero esatte sarebbero in pochi a poterlo negare visto che i risultati sarebbero di dominio pubblico. Sarebbe anche una bella pubblicità.
  • -3
    felixx1
     Certo come quando Giuliani e Boschi hanno avuto un faccia a faccia su Porta a Porta…  su youtube c’è il video andatelo a vedere!!
  • -4
    Mel
    Per emme: è vero che su molti blog Si viene censurati se solo si nomina Giuliani, come su http://www.earthquake.it dove non ti dico le polemiche al mio messaggio che consigliava byoblu ad una utente che non riusciva ad avere aggiornamenti su Giuliani e le sue ricerche…e poi alla mia perplessità ad una lettera di Boschi che rassicura perchè tanto le scosse del reatino sono un fenomeno a parte, che non c’entra con L’Aquila…e meno male che bisogna stare tranquilli!! Ma che pensano che siamo tutti idioti? Io sto tranquilla quando mi si rende partecipe della situazione, nel bene e nel male, con informazioni precise, perchè poi ognuno di noi ha il proprio cervello per decidere. Io non voglio decidere in bese al solo cervello dell’INGV.  La dittatura in Italia sta superando ogni limite. Grazie Claudio perchè ci dai uno spiraglio di democrazia e soprattutto ci rendi partecipi delle nostre vicende ( suona strano? ). 
  • -5
    Desidero far notare che i contenuti dell’articolo del Corriere della Sera del giorno 8 aprile, a firma Alessandra Mangiarotti, segnalato subito dopo la lettera del dr. Piersanti sono in parte falsi e fuorvianti, ma soprattutto in nessun modo corrispondono a quanto si afferma nel titolo e nel sottotitolo.
    Nulla di quanto scritto nell’articolo consente di dedurre che le previsioni con il radon siano (attualmente) possibili o che già esistano metodi efficaci. Non è neppure vero, in senso generale, che "gli atenei credono nel radon", infatti due professori su migliaia, ovviamente, non fanno statistica e NON possono rappresentare l’insieme degli atenei.
    Debbo anche aggiungere che le opinioni dei due professori appartenenti agli atenei di Bari e Pisa sulle cui opinioni si basa principalmente l’articolo, semplicemente non esistono. Una banale ricerca consente di individuare precisi documenti, indicati anche nel post da me pubblicato all’indirizzo http://heriold.typepad.com/heriold_of_lindisfarne/2009/06/corriere-della-sera-come-ti-invento-una-notizia-che-non-ce.html dai quali è immediato riscontrare che quei due professori esplicitamente escludono che allo stato attuale delle conoscenze, l’uso del radon possa costituire un mezzo sufficiente e idoneo a ottenere previsioni sismiche affidabili.
    Per dirla in altri termini, l’articolo segnalato costituisce una vera e propria forma di disinformazione.
    Per quanto riguarda la presunta previsione di Giuliani valida dalle 11 del 26 giugno alle 11 del 27 giugno, essa non merita di esser neppure presa in considerazione. Sostanzialmente infatti essa NON è una previsione.
    Giuliani afferma che:
    "… la curva di magnitudo sta crescendo. I livelli di misurazione del gas Radon si mantengono medio alti, circa 2.200 punti sopra la soglia. Questo si traduce in una finestra di eventi sismici attesi compresi tra il 2.7 e il 3.5. Anche se nelle prossime 24 ore (fino alle 11 di domani mattina) i miei strumenti e la mia tecnica di rilevazione non indicano nessun forte sisma …"
    Nelle parole di Giuliani non appare nessuna determinazione della località dove dovranno verificarsi gli "eventi sismici attesi". Un evento a 50 Km rientrerebbe o meno nella previsione? E uno a 30 Km? E già questo annulla la validità della previsione.
    Oltre a ciò Giuliani prevede una "finestra di eventi sismici" compresi fra 2.7 e 3.5. Si tratta di una incertezza molto ampia. Troppo.
    Ma c’è di più. Prevedere scosse comprese fra 2.7 e 3.5 nell’aquilano, in questo periodo, senza neppure fornire la località, è come prevedere che "domani ci sarà il Sole". Infatti fra il 20 e il 27 giugno si sono contate la bellezza di 17 scosse comprese fra le magnitudini indicate (in un raggio di 30 Km da L’Aquila). In pratica ce ne sono state tutti i giorni con una sola eccezione: il giorno 24.
    Eppure, nonostante tutto, la previsione di Giuliani ha rischiato di risultare grottescamente sbagliata. Infatti fra il 26 e il 27 giugno ci sono state ben 5 scosse delle magnitudo indicate, ma … solo una nell’intervallo temporale indicato (dalle 11 del 26 alle 11 del 27) e quella scossa si trova nell’intervallo per soli … 7 minuti (essendosi verificata alle 11:07 del 26) e il suo epicentro è lontano più di 20 Km da L’Aquila! Dopo di che, per tutte le 24 ore successive (e anche di più), non c’è stata nessuna scossa compresa fra 2.7 e 3.5
    Insomma il tecnico ha rischiato di sbagliare persino in una situazione in cui sbagliare era praticamente impossibile.
     
    Infine Giuliani ha chuso la sua "previsione" con la frase "Anche se […] i miei strumenti e la mia tecnica di rilevazione non indicano nessun forte sisma …"
    Questa frase assomiglia molto a una presa in giro o a un modo truffaldino per buttarla in caciara. Infatti il fatto che non debba esserci "nessun forte sisma" è già del tutto ovvio al momento in cui si prevede una finestra di possibili sismi compresi fra M=2.7 e M=3.5. Quei sismi NON sono "forti" quindi prevedendoli, si sta già automaticamente dicendo che non si prevedono forti sismi. Ma introducendo la frase con "anche se" si dà a intendere che "sebbene" ci sarebbero motivi per indicare un sisma, "comunque" gli strumenti non lo mostrano. In questo modo si finisce per aver ragione sia se il sisma si verifica, sia se non si verifica.
     
    Non è così che una persona seria fa delle previsioni sismiche. Questi giochini dialettici sono indegni e assomigliano terribilmente alle varie forme di lettura del futuro che fanno i vari generi di  ciarlatani come cartomanti, oroscopari e altri simili esseri subumani.
     
    Uno scienziato vero non perde tempo in chiacchiere: indica una data, una magnitudo e un luogo, aggiunge al tutto un (limitato) range di variabilità e poi aspetta. Ma … se la data ha un’incertezza di 24 ore, il luogo viene del tutto taciuto e la magnitudo è tale per cui esistono 90 probabilità su 100 di azzeccarci per caso … allora … si fa più bella figura a tacere.
    Cordialmente,
    Giorgio.
  • -6
    tejal
    Giuliani come DiBella.
    Anche a me il tono di questa lettera non piace, non mi ispira fiducia e non mi fa presagire niente di buono.
    Mi ricorda molto quando DiBella, con la sua umiltà, competenza e conoscenza si rese disponibile a confrontarsi con i baroni universitari e altri luminari oncologi. Qualcuno comunque decise che il dr. DiBella e la sua terapia andava silurata e così fu.
    Hai ragione Mel, Giuliani è proprio Davide contro Golia. Soprattutto quando si va a pestare i piedi a un establishment di persone che dall’alto delle loro poltrone di "pelle umana" (alla Fantozzi), con la loro presunzione, incapacità di ascoltare l’altro e di ammettere o chiedere umilmente scusa sentenziano o mostrano un falso atteggiamento bonario/accondiscendente/di apertura al dialogo. Permettetemi la licenza poetica ma dicono st****te.
     Il signor Piersanti dice "che è stata convocata una commissione di "superesperti" (tanto valeva li avesse chiamati supereroi, ma dai!!!).  DA CHI E’ STATA CONVOCATA LA COMMISSIONE E CHI HA SCELTO CHI? Giuliani posso pure capire che non essendo laureato, ma "un semplice tecnico" conti come il 2 di picche, ma non poteva essere invitato a partecipare ai lavori della commissione come relatore e testimone, visto che in particolare si tratta di quanto è successo nell’Aquilano. Tanto dove magna uno magnao due, ma lo sapete quanto costa organizzare queste commissioni? Hotel (possibilmente in bei resort, così i superesperti si portano al seguito amanti, famigliari), affitto di sale, materiali e via dicendo.
    Poi quel dr. Giuliani cos’è l’ennesima presa in giro? Sa benissimo il Dr. Piersanti che Giuliani non è laureato ed in quanto tale non può essere chiamato Dottore.
    Parliamo anche di come sia "facile" farsi pubblicare degli articoli su riviste accreditate in specifici settori. Parliamo anche degli assistenti universitari che scrivono articoli pubblicati poi con il nome del capo di dipertimento della facoltà tal dei tali.
    Il "semplice" ma tanto saggio, onesto lavoratore e ricercatore Giuliani mi sembra che sin dall’inizio mi sia sembrato sempre disponibile a confrontarsi costruttivamente, forse lo sono stati meno Impregilo o altri costrutturi/distruttori.Cito da MIlano Finanza on line del 11/6/09 "nell’incontro avvenuto ieri a Roma, il leader libico Gheddafi e il premier Berlusconi hanno discusso delle opportunità di investimento per le aziende italiane in Libia nel campo del settore energetico e infrastrutturale. Tra le società potenzialmente interessate a progetti nel Paese libico ci sono Saipem (+0,99%), Maire Tecnimont (+4,11%) e appunto Impregilo, che parteciperanno domani alla riunione in programma in Confindustria." Così non bastano che facciano danni quì, mandiamo pure queste mine vacanti in giro per il mondo, tanto "chi rompe non paga  e i cocci sono dei malcapitati che li dovranno raccogliere".
    Dedico questa poesia (che non so chi l’abbia scritta) a Giuliani, a Claudio e a tutte quelle persone che sanno mettersi a disposizione degli altri, condividere (secondo i loro mezzi e possibilità) le loro conoscenze, il loro sentire, la loro creatività, la loro voglia di sapere, di libertà e di cercare la felicità quì ed ora per il bene di tutti. (scusatemi se non l’ho tradotta ma ho una botta di sonno).
     
    THE ART OF GIVING
    We give of ourselves when
    we give gifts of the heart:
    love, kindness, joy, understanding,
    sympathy, tolerance, forgiveness.
    We give of ourselves when
    we give gifts of the mind:
    ideas, dreams, purposes, ideals,
    principles, plans, inventions, projects, poetry.
    We give of ourselves when
    we give gifts of the spirit:
    prayer, vision, beauty, aspiration,
    peace, faith.
    We give of ourselves when
    we give the gift of words:
    encouragement, inspiration, guidance.
     
    Sogni d’oro a tutti
    P.S. per Claudio
    Perché quando mi registro non è facile e devo ripetere la procedura varie volte? e perché  quando inserico il commmento spesso appare la scirtta spiacenti, ma il nickname e/o email inserita sono già utilizzati da un utente? Dammi spiegazioni facili perché con PC, informatica, anche se non ho mai fato un test, sono sicura che risulterei con QI 0 ed encefalogramma piatto.
    Fammi sapere e grazie
     
    • -6.1
      emme
      su molti blog censurano giuliani, non puoi neanche nominarlo che compaiono gli asterischi, mentre quelli dell’ingv non vegono censurati da nessuna parte. col pretesto della par condicio hanno fregato anche il proprietario di questo blog. è sempre la solita storia
    • -6.2
      gallucpa

      salve a tutti …… amichevolmente al Piersanti direi che non esistono nella ricerca, o meglio, non dovrebbero esistere nella ricerca i superesperti in quanto esiste un’idea del primo tra pari che meglio esprime lo spirito scientifico … e che più o meno per la stessa ragione un ricercatore dovrebbe tendere a essere più … informale, senza citare titoli …. dr. … Department Head … .Ad esempio trovo che la forma “Caro Collega …” … sia un esordio formalmente informale, … non male…. vorrei dire a tejal che incrocio nuovamente con piacere che … “Parliamo anche di come sia “facile” farsi pubblicare degli articoli su riviste accreditate in specifici settori.”… è semplice ma impegnativo perché devi affrontare un … confronto … le tue idee supportate da dati devono reggere alla/e critiche … lo ritengo uno dei momenti più appaganti quando si risponde alle critiche durante il “referaggio” e il lavoro viene accettato … . “Parliamo anche degli assistenti universitari che scrivono articoli pubblicati poi con il nome del capo di dipertimento della facoltà tal dei tali.”… sono un cattivo carattere … però penso che le persone che si fanno … scippare … i lavori per più di una volta … raggiunto, dopo molti anni e molti lavori, il … grado di capo … faranno la stessa cosa a loro volta, … quelli invece che non permettono questi giochi hanno meno possibilità … però … . … per Giuliani direi che Carlo Gorgoni potrebbe essere una persona con cui confrontarsi … ho sbirciato alcuni suoi lavori … scrivere è importante per … accreditare le proprie idee … .alla prossima ciao luca.

  • -7
    focaccia
    Scusate, possiamo fare un resoconto sulla previsione d _Giuliani valida fino alle 11.00 di oggi ?
    Mi sembra che effettivamente, per come stava evolvendo qualche giorno fa l’attività sismica di fatto sembra essere rientrata come intensità.
     
    "I livelli di misurazione del gas Radon si mantengono medio alti, circa 2.200 punti sopra la soglia. Questo si traduce in una finestra di eventi sismici attesi compresi tra il 2.7 e il 3.5. Anche se nelle prossime 24 ore (fino alle 11 di domani mattina) i miei strumenti e la mia tecnica di rilevazione non indicano nessun forte sisma".
     
  • -8
    felixx1
     finita l’ondata del terremoto dell’Aquila non si parlerà più di Giuliani o di qualche altra ricerca di previsione dei terremoti!! ………. questa è l’Italia…….
  • -9
    Grazie per la risposta,
     
    io credo che la risposta non sia per nulla esauriente.
    Non credo nemmeno sia dettata da bontà o spirto di collaborazione.
    Chiede un spirito costruttivo senza concederlo.
    Non concede di pensare che l’INGV abbia problemi.
    E si capisce. Per tutti una serie di ragioni che di scientifico hanno niente.
    La sola ragione per cui il Direttore risponde è una sola: difendere l’Istituto di cui è direttore, gli preme capovolgere le affermazioni di Giuliani, quasi per umiliarne il senno.
    W il contraddittorio, ma mettendo una bella targa sulle parti in causa che parlano. E fuori dalle palle ch tenta di ingannarci.
    Venendo ai contenuti che vorrebbero dimostrare che l’IGNV funziona, vorrei rispondere al Direttore che le certificazioni non sono una prova di funzionamento, specialmente se conseguite sul piano della ricerca.
    Qui invece si chiede a cosa serve l’INGV, visto che la sua magnifica rete serve ad escludere di poter prevedere i terremoti ed è riccamente pagata per mettere un bel nastro di velluto su questa esclusione e sui relativi morti. Quelli sono veri e stanno all’output del lavoro che fate!
    Mi meraviglio che Le sfugga il collegamento tra INGV e fallimento del 6 aprile. Le chiedo se Lei o altri dirigenti dell’IGNV sono mai stati sfiorati dall’idea che potesse essere opportuno, o omnorevole, dimettersi dopo il 6 aprile.
    Io i toni imbonitori di Piersanti li respingo al mittente.
    Direttore, se vuole rispondere, si sprema. Ha perso una delle poche occasioni che io concedo a gente della sua risma per risultare persuasivo.
    Senza offesa, sono troppo scaltro per dimenticarmi la posizione che occupa e quanto possa impedirLe di essere un uomo libero.
    Magari con un altro direttore andrà meglio.
     
    cs
     
  • -10
    gallucpa
    salve a tutti … … amichevolmente al Piersanti direi che non esistono nella ricerca, o meglio, non dovrebbero esistere nella ricerca i superesperti in quanto esiste un’idea del primo tra pari che meglio esprime lo spirito scientifico … e che più o meno per la stessa ragione un ricercatore dovrebbe tendere a essere più … informale, senza citare titoli …. dr. … Department Head … . Ad esempio trovo che la forma "Caro Collega …" … sia un esordio formalmente informale, … non male. … vorrei dire a tejal che incrocio nuovamente con piacere che … "Parliamo anche di come sia "facile" farsi pubblicare degli articoli su riviste accreditate in specifici settori." … è semplice ma impegnativo perché devi affrontare un … confronto … le tue idee supportate da dati devono reggere alla/e critiche … lo ritengo uno dei momenti più appaganti quando si risponde alle critiche durante il "referaggio" e il lavoro viene accettato … . "Parliamo anche degli assistenti universitari che scrivono articoli pubblicati poi con il nome del capo di dipertimento della facoltà tal dei tali." … sono un cattivo carattere … però penso che le persone che si fanno … scippare … i lavori per più di una volta … raggiunto, dopo molti anni e molti lavori, il … grado di capo … faranno la stessa cosa a loro volta, … quelli invece che non permettono questi giochi hanno meno possibilità … però … . … per Giuliani direi che Carlo Gorgoni potrebbe essere una persona con cui confrontarsi … ho sbirciato alcuni suoi lavori … scrivere è importante per … accreditare le proprie idee … . alla prossima ciao luca.
  • -11
    Guastatore1986
     Speriamo che Giuliani ne esca bene
  • -12
    focaccia
    Ragazzi, ci si è concentrati tanto sulla contrapposizione INGV-Giuliani in questi mesi, ma forse stiamo trascurando un’altra importante partita.
    Il radon non è solo un probabille utile precursore sismico ma anche a sua volta un killer, perchè radioattivo.
    Sappiamo che può infiltrarsi nelle abitazioni e raggiungere concentrazioni allarmanti e quando non si è costruito con opportuni accorgimenti va monitorato e per questo esistono già strumenti detti in genere dosimetri e ditte specializzate in questo tipo di rilevamenti.
    Ora, così come Giuliani rischia di stravolgere tutto un sistema dedito al monitoraggio delle attività sismiche allo stesso modo rischia di "terremotare" il mondo delle misurazioni ambientali di radon perchè lo strumento del tecnico aquilano può essere anche un ottimo dosimetro.
    Entrambe le attività poggiano ormai su concezioni e tradizioni che fanno inevitabilmente capo a grossi interessi economici.
    Le insidie per il metodo Gliuliani sono più di quelle che pensate.
    • -12.1
      Carlo
      Esattamente..qualche tempo fa ci fu una puntata di Report su questo tema:  ebbene all’epoca i controlli erano nulli. Inoltre in Italia i limiti sono due volte più   alti che negli Usa. E si parla di 3000 decessi all’anno per causa diretta.
       
      Ho la sensazione che Giuliani abbia tolto il coperchio…
  • -13
    Ciao Focaccia.
    No, Giuliani non è un’ossessione. Qualsiasi argomento io tratti, qualsiasi argomento io studi, me ne occupo con la stessa identica cura e passione.
    Difficilmente potrai renderti conto di ciò che dico e difficilmente temo potrai credermi se non avrai voglia di leggere qualcosa dal mio blog. E capisco che leggere dal mio blog è veramente noioso, dato che … i post sono tutti lunghissimi e documentatissimi … comunque se per caso tu volessi verificare il senso di ciò che dico, prova a cercare nella colonna a destra l’elenco delle "pagine" e leggiti i due post che si chiamano "Huna – racconto" e "Huna – commento". Oppure leggiti le due prime puntate dedicate a Siddhartha e Gesù (che sono tra i post più recenti, subito prima di quelli dedicati a Giuliani).
    Quando li avrai letti credi che avrai avuto conferma che la mia ossessione non è affatto Giuliani (del quale me ne importa meno di niente), ma la verità. Quella sì che è un’ossessione. Io voglio sempre capire fino in fondo, conoscere ogni cosa. E mi dà un fastidio terribile vedere come attorno a me praticamente tutti sono disposti ad accettare qualsiasi idiozia in modo totalmente acritico e senza verificarla. Peggio, mi fa veramente soffrire il constatare come la verità venga modellata, spesso senza neppure rendersene conto, in base a criteri assurdi come l’appartenenza a uno schieramento o a un altro.
    Chi è convinto che il "potere" ci opprime, chi sente in sé l’ansia di "opporsi", molto spesso finisce per amare Giuliani. Non perché lui abbia ragione, ma solo perché è "contro".
    La mia ossessione è invece essere sempre assolutamente distaccato.
    Io so con quasi totale certezza che Boschi è, quanto meno, un intrallazzone. E certo non è un luminare della geofisica. Lo so, non fosse altro, perché sono stato per 4 anni dipendente dell’ING (che poi ha cambiato denominazione in INGV) e ho visto con i miei occhi tutta una serie di cose … dubbie.
    La mia simpatia per Boschi è pari a zero. E, fra l’altro, ho lasciato l’ING già alla fine del ’91, disgustato da certi meccanismi del pubblico impiego. Ora lavoro come consulente di grandi aziende e non ho alcun rapporto di lavoro, né di altro tipo con l’INGV. Non sono quindi in nessun modo soggetto a "pressioni".
    Eppure non posso ignorare, per mia onestà intellettuale, che Giuliani ha torto e Boschi ha ragione. E Boschi avrebbe ragione persino se fosse folle criminale assassino e stupratore. In tal caso sarebbe uno da chiudere in galera a vita, ma avrebbe comunque ragione per quanto riguarda i terremoti. E Giuliani rimarrebbe comunque un tecnico curioso e volenteroso, probabilmente anche abbastanza intelligente … che non ci azzecca. La verità, secondo il mio punto di vista, viene prima delle persone.
     
    Quanto alla possibilità di prevedere i terremoti, caro Focaccia, permettimi di dirti che, anche se tutti i contributi sono i benvenuti, c’è comunque qualcosa che non va. La prima cosa è che, molto prima che Giuliani mettesse in piedi la sua strumentazione, già c’erano al mondo centinaia di persone che dedicavano la loro vita a cercar di capire e di prevedere. Ma, siccome lavoravano in silenzio, con metodo e con umiltà e non pretendevano di fornire dati alla protezione civile dopo soli sei mesi di misure con un unico rilevatore, nessuno dei tanti che ora si sbracciano e sbraitano e protestano se le filava minimamente. Per inciso, sono state queste persone, e non Giuliani, a capire che il radon avrebbe (forse) potuto essere un potenziale precursore.
     
    Queste persone, questi scienziati, lavoravano sul radon, ma anche su moltissimi altri metodi (della cui possibile validità la gente non sa nulla e se ne frega, salvo poi acclamare Giuliani e il radon).
     
    Lavorando seriamente per decenni, in tutto il mondo, con i mezzi messi a disposizione da numerosi governi e istituzioni, discutendo e confrontandosi, tutte queste persone insieme che NON erano tutte stupide, erano giunte alla conclusione che certamente le previsioni con il radon non erano ancora possibili (e, forse, non lo sarebbero state mai). Bisognava ancora lavorare molto.
     
    Poi è venuto Giuliani. Tanta passione e buona volontà, ma preparazione nulla sia in campo matematico (ha dovuto farsi aiutare da Alekseenko), che statistico, che geochimico, che geostrutturale … Giuliani è soltanto un buon tecnico con la capacità di progettare e costruire alcuni strumenti di misura e una conoscenza, molto sommaria, di alcuni limitati settori della scienza. Che la sua conoscenza sia moooooolto sommaria è evidentissimo per chiunque lo senta parlare e abbia un minimo di competenza nel settore. Per esempio egli parla di triangolazione fra i dati di rilevatori di radon per ottenere l’epicentro e questa è una cosa fa sbellicare dalle risate tutti i fisici con cui ho parlato (parecchi). Triangolare con il radon è la stessa cosa che triangolare con un sensore del numero di cavalli. Metto un sensore a Roma, uno a Frosinone e uno a Rieti, rilevo che ci sono riespettivamente 1500, 390 e 811 cavalli e con queste informazioni cerco di ricavare il punto di origine dei cavalli. E la cosa davvero drammatica è che Giuliani non se ne rende conto. Le misure di radon sono indipendenti l’una dall’altra e dipendono da fattori locali che hanno rilevanza decisiva. Persino da fattori variabili nel tempo come i fenomeni meteorologici! Per esempio, in presenza di piogge consistenti la quantità di radon emessa dal suolo può venir modificata. E le eventuali modifiche sono variabili da punto a punto. Il radon non è come le onde sismiche.
     
    Comunque, pur avendo preparazione, nel complesso, scarsissima, Giuliani dopo pochi mesi di misure, fatte in una sola locazione, con un solo strumento, senza uno strumento di confronto atto a scremare eventuali effetti locali e senza alcun riscontro chiaro e ufficiale da parte di altri studiosi, ha preteso di cominciare a fornire allarmi e dati. Questa è una forma di presunzione criminale. Ed è una presunzione pericolosa, perché siccome Giuliani non si limita a lavorare nell’ombra, ma diffonde pubblicamente (in Internet!!!) le sue misure e interpretazioni, il suo lavoro diventa fonte di pressioni da parte dell’opinione pubblica che possono alterare negativamente lo svolgersi della ricerca (altrui). Per esempio qualche governante potrebbe essere indotto demagogicamente a togliere fondi a studiosi seri per darli a Giuliani. Oppure potrebbero venir dirottati verso le ricerche sul radon, dei fondi che altrimenti sarebbero stati destinati a ricerche basate su altri precursori. Da questo punto di vista il comportamento di Giuliani e la sua onnipresenza in Internet costituiscono potenzialmente un serio intralcio al progresso della conoscenza.
     
    Spero di essermi spiegato in modo comprensibile.
     
    Cordialmente,
    Giorgio.
    • -13.1
      focaccia
      Per Giorgio.
       
       
      Scusami, forse ho esagerato parlando di ossessione.
      Sappi che qualcosa sul tuo blog l’ho letta, in particolare riguardo ovviamente a Giuliani e poi Napolitano e Israele, razionalizzazione della ricerca, un pò più velocemente.
      Mi sono promesso di leggere anche gli altri articoli perchè, devo esserti sincero, mi incuriosisci.
      Purtroppo le tante attività che mi tocca seguire non mi concedono tutto il tempo che servirebbe. Pensa un pò, la "saga di Giuliani" me la sono letta nei tempi morti a lavoro dopo averla preventivamente stampata… Mica lo vai a dire a Brunetta come dicevi nella risposta a quel trombone di voler fare per Giuliani, vero ?
      I tuoi articoli sono lunghi è vero, e appasionati, ma il linguaggio è scorrevole devo dire, non pesante.
      Avverto una certa soggezione, per la verità, in quanto non potrei mai a mia volta produrre una comunicazione forbita e linguisticamente corretta come la tua ; spero che riesca ad essere comprensibile e che vorrai comprendere eventuali svarioni.
      Ci terrei a chiarire subito la mia posizione nei confronti di Giuliani : non sono un suo tifoso, nel senso che non ne ho fatto un’icona suggestiva e carismatica ; le mie possibilità critiche penso che siano rimaste integre e credo di poter essere lucidamente obbiettivo, almeno per quello che geneticamente mi è consentito.
      Beh, ammetto che mi sta simpatico, ma non è un problema pare, visto che questa stessa condizione emotiva non ha intaccato minimamente le tue capacità di trattare con distacco, sia pure velatamente amorevole, la sua figura… la storia del "materiale di provenienza dubbia utilizzato dalle persone coinvolte" rimane tra noi…
      Io sono attratto in particolare dall’aspetto tecnico della questione, sempre proteso come te verso la ricerca di elementi che possano avvicinarmi alla verità.
      In particolare ho voluto fare tutta una ricerca in tal senso a partire dai pochi particolari che Giuliani "è riuscito" a comunicare, consultando il materiale da lui stesso messo a disposizione e cercando anche il confronto con altri soggetti in questo blog oltre a consultare altri contributi tecnici sulla questione già prodotti.
      Ed è un lavoro che continua, senza grandi pretese ovviamente.
      Se Giuliani dice stro…ate, ho pensato, quello strumento non funzionerà nemmeno sulla carta, e quindi ho voluto cimentarmi nello studio di principi fisici, decadimenti radioattivi, scintillatori, fotomoltiplicatori, consultando a mia volta soggetti più addentrati nel campo.
      In fondo a me potrebbero anche non interessare tutta la questione mediatica, tutte le polemiche, tutti gli scontri sui protocolli non rispettati, scienza ufficiale (pardon !) e scienza da scantinato (parcondicio).
      Credimi questo aspetto della vicenda lo lascerei completamente a chi come te la verità la sta cercando (o l’ha trovata) partendo da altre impostazioni del percorso.
      Ma bazzicando da quelle parti la curiosità prevale ed inevitabilmente mi sono imbattuto sui vari blog con le posizioni più disparate che vanno dalla fede incondizionata alla guerra mediatica dichiarata, dalla devozione al linciaggio intellettuale, con i fatti resi ostaggi di interpretazioni anche di comodo molto spesso.
      Ad essere sincero, Giuliani non ha collaborato tanto, nel senso che mi sarei aspettato una sua presenza attiva in quei contesti con interventi e chiarimenti. E comunque ammetto che il suo modo di muoversi e di manifestarsi in questo scenario appare molte volte discutibile.
      Ma quando ho visto un avvocato al suo fianco ho capito che probabilmente in pentola bollivano più cose di quanto noi ingenuamente credevamo e forse c’era bisogno per lui di muoversi con cautela.
      Il suo linguaggio scientifico, a volte oltre a farsi precipitoso e confuso, si spinge verso l’ambiguità ; ne sono in qualche modo vittima anch’io nel mio piccolo, ma non è secondo me tecnicamente così sprovveduto come da qualche parte lo si vuol dipingere, anzi…
      Sicuramente non era abituato a certi contesti mediatici e questo probabilmente lo ha condizionato. Il suo modo di comunicare certi concetti non è certamente quello distinto della dialettica scientifica. Però c’è da dire che ciò permette alla gente comune di afferrare più facilmente certe nozioni, quando riesce a rimanere un pò più tranquillo almeno. Così non è invece quando deve esporre al cospetto di gente che si è formata in maniera meno popolare, quando la comunicazione diventa veramente un problema e purtroppo non riesce ad essere abbastanza eloquente per trasmettere informazioni che invece se comprese, a mio avviso, potrebbero anche sorprendere.
      Giorgio, io la mia verità non l’ho ancora raggiunta anche se penso, con molta modestia per carità, di aver inquadrato per sommi capi i principi scientifici che starebbero alla base di una macchina che sembrerebbe proprio funzionare.
      Lo so, mi vorresti dire ora delle triangolazioni, della propagazione del radon, dei tempi di misurazione, dei grafici, degli allarmi, ma non serve, credimi ; se non ci si ferma a comprendere come funziona la macchina non esiste nemmeno il radon.
      Ho visto muovere molte obiezioni alle soluzioni tecniche adottate da Giuliani ma di fatto poi non ho avuto il piacere di veder pubblicare delle invalidazioni di tipo scientifiche documentate ma solo pareri ed affermazioni di soggetti, sia pur autorevoli, che con atteggiamento snobistico dicono "non funziona e basta". E’ troppo facile direi, e preoccupante.
      Mi chiedo, perchè Giuliani chiede di sottoporre lo strumento ed il suo lavoro ad un’analisi e nessuno si fa avanti. Sarebbe bastata mezz’ora da Piero Angela, ad esempio, per bollare la faccenda definitivamente come "fregatura". Non voglio cavalcare la polemica del post di Byoblu sulla trasmissione, sia chiaro, ma mi chiedo perchè invece di dire "non funziona" non si è spesa la miseria di un servizio più dettagliato, anche solo per fare più audience (e ce ne sarebbe stato non trovi ?).
      Questo comportamento invece incoraggia non poco a credere che Giuliani forse è un problema per qualcuno e questo ne fa il martire che dici tu.
      A mio avviso, caro Giorgio, ci sono cose ed eventi come un atomo che decade, un fotone gamma che viene emesso, un computer che lo conta, che ritrovi oggettivamente sempre al loro posto.
      Tante altre certezze le puoi costruire e smontare interpretando la realtà in più modi, basta sbizzarrirsi con parole.
      Mi permetto di riportare un passaggio del tuo articolo per fare un esempio:
       
      "Giuliani prevede “un” sisma con magnitudo pari a 2.2/2.4; invece nella giornata del 28 se ne verificano non uno, ma ben 3 di magnitudo grossolanamente comparabile a quella indicata. Più esattamente si contano, secondo i dati dell’INGV, due distinte scosse con magnitudo 2.4 e una con magnitudo 1.9. Insomma quella che parrebbe essere stata una previsione azzeccata, in realtà si rivela quanto meno largamente incompleta: egli azzecca, più o meno casualmente, un valore di magnitudo effettivamente verificatosi (per altro un valore basso e dunque assai facile a verificarsi nel contesto di uno sciame sismico in atto), però riesce a vedere, nella migliore delle ipotesi, un solo sisma su 3".
       
      Non potrebbe essere anche…?
       
      "Giuliani prevede eventi sismici con magnitudo pari a 2.2/2.4 ed effettivamente, con puntualità, si verifica non uno ma ben due sismi con magnitudo 2.4 ed una terza di magnitudo 1.9, il che dal punto di vista statistico ha una notevole rilevanza che accredita al tecnico una capacità di previsione degna di seria attenzione da parte degli organi che rivestono incarichi istituzionali. Se si considera che il giorno precedente non si sono registrati eventi a L’Aquila è difficile pensare che Giuliani possa in quel momento avventurarsi in ardue previsioni circa la ripresa dell’attività sismica senza il conforto dei dati forniti dai suoi strumenti che si rivelano così molto interessanti sotto il profilo scientifico.Giuliani non solo prevede il verificarsi di eventi sismici ma vede confermata la magnitudo in ben due scosse escludendo la terza che nel contesto generale va a sovrapporsi alle altre ben più rilevanti e distinte".
       
      Si potrebbe allo stesso modo ritoccare tutto l’articolo.
      Io per onestà intellettuale avrei scelto di non "forzare" la dialettica evitando sia l’una che l’altra versione.
       
      Poi ,Giorgio scusa, io nella lista eventi INGV del 28 marzo per la verità ho trovato solo un 2.3 ; quale fonte hai consultato ?
       
      Non dobbiamo dimenticare che Giuliani ha parlato di un’efficienza superiore all’ottanta per cento calcolata in base alla sue esperienze maturate in parecchi anni. Questo vuol dire che stiamo parlando di "previsioni" e non di "predizioni" (credo sia chiara la differenza) e tradotto significa che su cento allarmi dati dal sistema più di ottanta si realizzano nei modi e nei tempi previsti, mentre a suo dire entro un certo raggio d’azione non è mai successo che ci siano stati sismi "importanti" non anticipati dalla sua strumentazione.
      E’ vero, resta il problema dei falsi allarmi e di come gestire questa incertezza, ma di questo non se ne può fare una colpa di Giuliani.
      Io direi di verificare innanzitutto i suoi numeri e poi eventualmente lavorarci su per migliorarli o renderli comunque, nel modo più razionale possibile, uitilizzabili accettando dei rischi di allarmi inutili che anche nella fredda logica dei numeri potrebbero risultare accettabili rispetto alle tragiche possibilità di perdere delle vite.
      Tra l’altro sembra che il costo di una di queste reti sia alla portata di uno stipendio medio-basso e comunque c’è già quella di Giuliani.
      O devo dedurre che a molti sta bene che le possibilità di difendersi da un terremoto rimangano pressapoco nulle ?
       
       
      Nel commento hai scritto:
      … mi fa veramente soffrire il constatare come la verità venga modellata, spesso senza neppure rendersene conto, in base a criteri assurdi come l’appartenenza a uno schieramento o a un altro.
       
      Bellissima ! E’ una sensazione sgradevole che provo anch’io troppo spesso.
       
      Non credo che tu faccia parte di uno schieramento, ma senza accorgertene ti sei schierato, secondo me, contro Giuliani.
      Tu, Giorgio, hai già scelto la tua verità e i fatti possono anche adattarsi a questa condizione.
      Se scegli di non essere asettico rispetto ad essi, mettendoci molto di tuo, e se tante situazioni le "completi" con tue congetture cadi nell’errore della tua bellissima frase che ho citato sopra.
      In certe analisi ho l’impressione che il pelo nell’uovo ce lo metti tu… e poi lo trovi.
      Per la verità, ci sono altri passaggi del tuo lavoro che mi lasciano perplesso, come pure l’acredine, quasi, che mi sembra di cogliere talvolta con una certa inclinazione alla facile condanna.
       
      Vorrei proporti una battuta che ho già partecipato ad un tuo sostenitore.
      Dopo aver letto l’articolo ho pensato : "…ma come ! Non ha scritto che i terremoti li provoca Giuliani !"
       
      Mi sarei proposto di manifestare le mie obiezioni su taluni punti dell’articolo che ritrovo anche nei tuoi commenti su questo blog ma ci vorrebbe tanto tempo e non so se mi sarà possibile farlo.
      Ti dico solo che tanti fatti importanti non li hai citati mentre certe frasi sono divertenti davvero tipo : "con questa affermazione il Giuliani mostra un’ingenuità che rasenta la malafede". Fortissima, un cortocircuito in pratica.
      Oppure questo periodo : "….Giuliani è soltanto un buon tecnico con la capacità di progettare e costruire alcuni strumenti di misura e una conoscenza, molto sommaria, di alcuni limitati settori della scienza".
      Io dico che è troppo anche per te.
      Non riesco proprio ad assimilare il concetto secondo il quale gli si possa riconosce la capacità di progettare e realizzare validi (se un buon tecnico è)strumenti che andranno a misurare cose… che conosce sommariamente!
      Altre situazioni da te descritte poi io le ho già lette ma sembrano un pò diverse nel tuo articolo, tipo gli allarmi dati alla protezione civile dopo un periodo breve di iniziale attività dell’apparecchiatura ; nel documento messo a disposizione sul sito di Giuliani io vedo una tabella che riporta eventi sismici realmente avvenuti correlati ad allarmi prodotti dal sistema che vanno da agosto 2002 ad aprile 2004 e le comunicazioni fatte all’allora assessore regionale dr. De Matteis sono solo due, relative agli eventi di S. Giuliano che sembra fossero stati percepiti dallo strumento con una intensità particolare lasciando presagire che l’epicentro potesse essere relativamente vicino, segalazioni che proprio perchè sono state fatte ad una istituzione pubblica vantano invece una tracciabilità del fatto che Giuliani qualcosa l’ha vista prima di quei terremoti, prima di entrambi. In ogni caso te la prendi con il dr. De Matteis che, poveraccio, riceveva suo malgrado degli allarmi.
      Inoltre per cio che riguarda gli allarmi inviati alla protezione civile non possiamo sapere in quella fase sperimentale che pretese avessero ; non potendo indicare gli epicentri al limite potevano servire per allertare e nient’altro, nel tentativo, certamente, di guadagnarsi fiducia e qualche spicciolo per sviluppare quel progetto. Non dimentichiamo che Giuliani ha pagato di tasca sua, indebitandosi, tutta la giostra, così come ha pagato il misterioso prof. Alekseenko per le consulenze.
      Hai notato che dopo i tragici fatti di S. Giuliano la gang del radon si è precipitata a brevettare i cubi magici ?
      A proposito di istituzioni coinvolte,avrai anche sentito del test voluto dall’onorevole Zamberletti, con tanto di notaio, regolamentato dal dr. Boschi e andato ben oltre i risultati minimi richiesti ma vanificato da "un cambio delle regole a giochi fatti".
       
      In ogni caso sappi che non sto escludendo a priori con quanto ho scritto che la verità non possa essere in buona parte esattamente rappresentata dal quadro che hai fatto tu, ma ritengo che tante cose non si possono provare e non si può sostituire le prove con deduzioni personali ponendole in termini assoluti con tanto di verdetto.
       
      Vorrei chiederti se ti è possibile e se ti va di rispondere a tre quesiti.
       
      1) In definitiva, a parte tutte le implicazioni non tecniche, secondo te almeno la funzionalità del radonmetro di Giuliani si potrebbe ammettere, escludendo che possa servire per la previsione dei terremoti ? Oppure il tecnico lo ritieni proprio "fuori" ?
       
      2)Quale potrebbe invece essere il fine ultimo di Giuliani visto che non potrebbe portare avanti per sempre la potenziale farsa ? O lo ritieni sostanzialmente solo un balordo che s’illude di poter diventare un eroe ?
       
      3)Come giudichi il lavoro di Claudio Messora ? E’ in qualche modo in linea con le tue concezioni dell’informazione corretta, con particolare riferimento al caso Giuliani?
       
      Sappi che alla terza domanda al posto tuo non risponderi.
       
      Avrei un’altra richiesta : un commento per il filmato del link sotto.
       
       
      Giorgio, io spero che Giuliani si sbrighi a produrre le pubblicazioni che si dice debbano esserci a breve, sicuramente ne trarremo sollievo tutti quanti sperando che servano a far chiarezza in un modo o in un altro.
      Io vedrò di leggere gli altri tuoi articoli, anche per conoscerti meglio.
      Spero che il mio saltuario umorismo non venga da te percepito come irridente perchè così non è.
      Chiaramente siamo in un ambito di rispetto reciproco nel quale qualche idea non sarà condivisa da entrambi ma lo scopo ultimo resta la sana discussione, tanto entrambi siamo destinati al solo ruolo di spettatori in questa storia.
       
      Ciao e a presto.
  • -14
    felixx1
     cosmicvoidaroundme speriamo che qualcuno ti senta!!! perchè se Giuliani è una persona che al livello di preparazione è scarsissima, figuriamoci il resto che sta in Italia!!! Come ad esempio la commissione di grandi rischi che riunendosi a L’aquila una settimana prima del terremoto di 6.2 aveva scongiurato un sisma catastrofico! Giuliani nella sua ignoranza era da tempo che avvertiva la Popolazione!! Grazie a luii e la sua ignoranza ha salvato un sacco di Vite la notte del 6 aprile (vedi le video interviste di persone proprio in questo Blog).. un sacco di docenti universitari lo appoggiano ( vai sul capoluogo.it e ci sono documenti scritti e firmati da professori universitari ).
     
    Allora arrivati a sto punto e meglio dare fondi a Giuliani che con la sua ignoranza si sta avvicinando molto alla previsione dei terremoti …e non a tutti quei "Luminari" che lavorano in Italia!!!
    Si lo so… può dar molto fastidio che un semplice tecnico di laboratorio e con poca preparazione in materia riesca a scoprire come prevedere i terremoti.. però che ci vuoi fare la vita è fatta cosi !!!!!!
     
  • -15
    focaccia
    Per Claudio Messora
     
    Non è stato possibile intervistare altre persone che si sono salvate dal sisma del 6 aprile grazie ai consigli indiretti di Giuliani ?
    Capisco che non sia facile, ma oggi sarebbe molto importante.
  • -16
    Carlo
    E’ così all’avanguardia l’Ingv che non aggiorna Iside (la tabella con tutte le scosse anche quelle minori) ormai da 24 ore.
    Sono un giornalista, li sto incalzando sulla loro arroganza, ho aperto anche un blog (6aprile.blogspot.com).
     
    Grazie Claudio, questo spazio è importantissimo. Viva l’Informazione, quella reale.
  • -17
    focaccia
    Per Mel
     
    A dire il vero su quel blog si trovano degli articoli proprio su Giuliani.
     
     
  • -18
    Paciugo
    Sono passate le 11.00  e non è successo niente.
    Quindi la previsione di giuliani era azzeccata.
    Ovviamente una sola previsione non basta,sarebbe il caso che le  facesse ufficialmente in serie e dopo una serie consistente di successi risulta credibile il lavoro a prescindere da difese da copia incolla.
    Attendiamo la previsione.
    • -18.1
      gallucpa

      ciao paciugo … qualche tempo addietro ho giocato per un paio di settimane al superenalotto … 50 centesimi … beh non è mai uscito nessun numero … no in alcuni casi è stato estratto solo un numero … semplicemente … le probabilità sono a favore del non vincente … nei sistemi non lineari è più probabile che il fenomeno non avvenga … .L’obbiettivo non è raggiungere la vetta (leggi prevedere terremoti) ma dimostrare che è possibile raggiungere la vetta e indicare, provandole, le metodologie per … scalare la montagna. ciao luca.

  • -19
    focaccia
    Per Giorgio.
     
    Caro Giorgio,
    ho l’impressione che in molte persone Giuliani abbia creato una passione,
    forse ingiustificata ma umanamente comprensibile.
    Per te invece, perdonami, Giuliani e il radon sembrano essere un’ossesione.
    Ce la metti proprio tutta per smontarlo, sembra una questione personale.
     
    Riporto dei pensieri che ho voluto partecipare in un altro commento, scusa il copia-incolla-taglia ma a quest’ora sai…
     
     
     
    "Mi chiedo, da dove nasce questa determinazione a condannare la figura di Giuliani e quanti cercano di parlarne per far luce sulla sua storia.
    Ragazzi, qui non si sta parlando di un serial killer che qualcuno tenta di assolvere… è esattamente il contrario, si cerca di capire se esista una sia pur minima possibilità di salvare delle vite da quel killer che è invece il terremoto.
    Non voglio pensare che certe posizioni siano foraggiate, ma davvero mi sembrano critiche al punto da manifestare una certa forma di astio o qualcosa del genere nei confronti di questo ricercatore (o quello che è).
    Giuliani, nella peggiore delle ipotesi, potrà essere un tecnico che si illude di aver scoperto qualcosa, oppure, nella migliore può offrire la possibilità di accedere a nuove utili conoscenze.
    Perchè non dargli spazio allora ?
    Fino ad oggi non mi sembra che abbia fatto del male a qualcuno, ma anzi, anche se si stesse sbagliando, pensate un pò, ha già salvato della gente".
     
    Ciao.
  • -20
    Mel
    Secondo voi il fatto che per quasi 24 ore non ci siano state scosse, mentre fino a ieri la terra era una pentola che ribolliva, è un fatto positivo o negativo, visto che stiamo parlando, da quello che ho capito, di una nuova serie di eventi che non riguardano direttamente l’Aquila? Sarà che ormai mi ero abituata alle scosse….
  • -21
    focaccia
    A proposito di Giuliani e porta a porta, proprio lì Piersanti si era impegnato a recarsi da Giuliani per visionare da vicino il suo lavoro circa le misurazioni del radon ; vi risulta che lo abbia poi fatto ? Oppure calato il sipario non se n’è fatto niente ?
  • -22
    angel-lara
    ciao…novità da giuliani?
  • -23
     Speriamo sia un’inizio
  • -24
    giuseppina
    Finalmente il confronto. E’ un inizio? Mi auguro che si arrivi ad un accordo. E noi, gente comune, nella nostra libertà di espressione, potremo dare il nostro contributo, non in denaro, come già si fa per la ricerca (perchè ci si crede), ma esprimendo il nostro parere, la nostra indignazione o la nostra approvazione, per quello che la comunità scientifica ha fatto, fa e farà per noi.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare "Vaxxed - from cover up to catastrophe", il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l'autismo. Il...--> LEGGI TUTTO

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>