Addio alla RETE

 

Mentre la legge bavaglio passa al Senato, portando con sè l’odiosa normativa sul Diritto di Rettifica che costringerà molti blog a chiudere o a pagare pesanti sanzioni impossibili da sostenere per privati cittadini -, il livello dello scontro si innalza. Alcuni tra i blogger più influenti hanno pensato di appoggiare la manifestazione dei giornalisti a Roma, il 14 luglio, contro il decreto Alfano ma soprattutto contro l’emendamento ammazza-internet di cui sopra. Non solo, il mondo dei blogger cerca di compattarsi per dare un segnale forte e chiaro, forse con l’appoggio de L’Espresso, promesso da Alessandro Giglioli.

Intanto, le leggi contra-blogger emanate dal governo delle papy-girls non sono l’unico problema che l’informazione libera in rete deve fronteggiare. Chi si espone, chi ci mette la faccia non può pensare di farla franca. Se ha un lavoro, lo perde. Se lo cerca, non lo trova facilmente. Se l’informazione libera lo assorbe fino a non consentirgli di fare altro – e non si chiama Grillomuore di fame.

Il primo a gettare la spugna è FreedomAndDemocracy, che il blog aveva già ospitato nel post “YouTube vs Mediaset, e il senso della rete” e nel post “Leopardi come Nostradamus“. Dopo 1445 video pubblicati in quasi due anni, con centinaia di migliaia di visualizzazioni, ha deciso di chiudere il suo canale YouTube. «Il rischio è che dal punto di vista economico sei danneggiato. […] Il mondo vuole che tu sia ipocrita».
FreedomAndDemocracy è un video-blogger. Una categoria particolare di blogger che, se pure lo volesse, non potrebbe mai nascondersi dietro a un nomignolo. La faccia di un video-blogger è nota. Le sue idee, anche. Tutte. Perchè in rete, sei non sei onesto non sei credibile. Conservare la propria attività è un’impresa ardua, ai limiti dell’impossibile. Il mondo si spacca. Chi è contro di te e chi è con te. Ma tra i secondi, molti hanno paura di spendersi. Resti solo.

Un video-blog ha un altro problema specifico, che un blog normale non ha.

I tempi di lavorazione di un video sono lunghissimi. Tanto più un video è elaborato, tanto più tempo è necessario. Ci sono giorni che resti sveglio in H24. Hai bisogno di attrezzatura costosa. Devi acquistare molto software. Devi pagare i server, l’ampiezza di banda. Hai bisogno di connessioni veloci, disponibili ovunque. E devi muoverti. Sempre. Devi andare sulla scena del delitto. Devi pagare treni. Devi pagare alberghi. Devi comprarti da mangiare. Non solo non ti resta il tempo per avere un’attività normale, ma addirittura non ti basta neppure per fare tutto ciò che dovresti. In più, ovviamente, dovresti trovare anche i soldi per il mutuo, per le bollette, per la macchina, per la spesa. Dovresti vivere come chiunque altro.

Le attuali forme di remunerazione sono una buona promessa per il futuro, ma sono assolutamente insufficienti. La pubblicità serve si e no ad offrire una buona colazione. Sui banner clicca meno di un lettore su duecento. In un mese, non basta neppure a coprire un singolo spostamento. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno messo mano al portafoglio in questi ultimi tempi: hanno dimostrato di credere ad un’informazione libera pagata dai cittadini per i cittadini.
Tuttavia, restando pratici, l’ultima donazione di 1 euro e mezzo risale al 19 maggio scorso. E ti ringrazio, Luigi, perchè con un euro a testa al mese avrei tutto ciò che mi serve non solo per sopravvivere, ma addirittura per fare questo lavoro alla grande, con tutti i mezzi di cui ci sarebbe bisogno, e perfino con qualche collaboratore.
Invece è una strada che si dimostra poco percorribile. E neppure le altre sembrano molto accettabili. Se metti gli articoli a pagamento, ti dicono che l’informazione deve essere libera. Se vendi un libro, ti dicono che allora lo facevi per i soldi. Se vendi un dvd, ti dicono che stavi speculando su una tragedia. Se vendi qualche servizio a chi potrebbe essere interessato a comprarlo, e gli unici sono i partiti politici, non sei più libero.

La realtà è che un blog di questo tipo viene vissuto più come una forma di volontariato che come un’attività lavorativa. Ma il volontariato lo fa chi se lo può permettere, oppure lo fa a tempo perso.

Da quanto questa avventura è iniziata, ed è iniziata per merito vostro, ho creduto fino in fondo, con tutto me stesso, che questa strada andasse percorsa fino alla fine. Con la stessa energia, lo stesso entusiasmo, la stessa innocenza e anche con un pizzico di quell’incoscienza tipiche di un bambino, doti senza le quali nessuna impresa, grande o piccola, può essere compiuta.
Lo credo ancora, e più di prima. Ma da solo non ce la posso fare.

Vi lascio con le parole di FreedomAndDemocracy. Lo confesso: mi mettono addosso una certa tristezza.

YOUTUBE ADDIO

Salve a tutti, questo è il mio ultimo video su YouTube.

Perché sto abbandonando YouTube, anche se questo è molto difficile per me? Perché sembra che in questo mondo non puoi mettere insieme la tua carriera professionale con il tuo modo di essere, a meno che non dici bugie, a meno che non nascondi la tua vera identità dietro uno username, in maniera tale che la gente non scopra chi sei. In questa maniera ti rispettano.

Purtroppo in una società del genere, in qualunque parte del mondo, il rischio è che dal punto di vista economico sei danneggiato, è una realtà di cui bisogna tener conto. E’ il mondo che vuole che tu sia ipocrita, e che preferisce semplicemente che tu non sia chi veramente sei, anche se sei un professionista serio. Purtroppo queste due cose non si conciliano.

In una situazione del genere molta gente fa commenti aggressivi, nascondendo la faccia, perchè sa di non apparire. Questo purtroppo è YouTube: YouTube ti ammazza, ti può distruggere la vita professionale. L’essere su YouTube è un fatto positivo per te stesso, perché ti permette di creare un dialogo con gli altri, ma purtroppo non mi sembra che vada in linea con la società. A meno che tu non viva nel mondo della televisione, della radio, della politica… A meno che qualcuno ti conosca e ti dia un lavoro per questo, sfortunatamente non funziona.

Questa sarà una buona notizia anche per quelli che non mi sopportano, ma il problema è che se io perdo, loro perdono pure. Non riescono a rendersi conto del fatto che se tu non riesci ad essere te stesso, non importa quale tipo di idee hai, non è buono neppure per loro, perchè significa che li obbliga a mantenersi nascosti, a non essere se stessi, fondamentalmente a dire bugie.

Grazie a tutti per il vostro supporto. Manterrò questo video per un paio di giorni, poi il mio account verrà eliminato da YouTube.
Spero che questo serva di lezione per tutti, che possiate passare parola e che la gente impari qualcosa.

Grazie.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

41 risposte a Addio alla RETE

  • 16
    vale171948
    capisco che è difficile ma non ci abbandonare, martedì cercherò di fare un bonifico ma sono una pensionata!!!!!!!!!!!! ma su fb rimani?
  • 15
    L’abbandono di freedom è una perdita pesantissima per il web in generale, per il mondo youtube in particolare, e solleva una questione importante che se è presente negli usa figuriamoci da noi.
    Ricordiamoci che la questione non è l’aspetto direttamente economico, freedom non è sicuramente sul piano di Claudio, non aveva una piattaforma personale da cui scrivere, si appoggiava in toto a youtube producendo video che, evantuale preparazione a parte, richiedevano 10 minuti e una webcam, e con queste inezie ha prodotto una miriade di video in cui esprimeva le proprie opinioni (certamente condivisibili o meno) senza peli sulla lingua. E il punto è proprio questo: è possibile esercitare il diritto di libertà di parola e di pensiero apertamente? Evidentemente no, o almeno, sì, ma si devono accettare delle conseguenze dettate dal fatto che ad alcune persone questo diritto da un po’ fastidio, e se magari per strada al limite ti becchi un "vaff***ulo" o un "bravo", sul lavoro questo può dare problemi, giustamente Claudio fa notare come sul web hai successo se sei te stesso, se non racconti palle, se hai le palle… ma come suggerisce freedom nel titolo dell’ultimo suo video: l’onestà non paga.
     
    Aspettando che le personi si aprano un po’ di più, un arrivederci a freedom.
  • 14
    fRocio
    in bocca al lupo per la tua vita che comunque sarà rosea. Il tempismo mi suggerisce la soluzione: andrai a lavorare per IL FATTO di PAdelllaro. Giusto? 
  • 13
    Alberto M
    Il video mette una certa tristezza e, a voler essere cattivi, pure un po’ di fastidio. Sembra una ritirata dal campo di battaglia, e visto e considerato che i soldati rimasti sono pochi…..
     
    Sulla tematica da te affrontata, c’è la nostra ipocrisia. Accettiamo che un calciatore, una star, un politico possano diventare smisuratamente ricchi, ma se questo dovesse capitare ad un giornalista che ha a cuore l’informazione e la realtà dei fatti, apriti cielo! Tutti a vedere questa ‘necessità di soldi’ come peccato mortale.
     
    Si vuole l’informazione libera, ma la si pretende gratis, non immaginando che questa, proprio per essere libera, è di maggior valore… e costo. Probabilmente siamo abituati alle edizioni online dei principali giornali, che però ricevono parecchi finanziamenti, e quindi non si mettono problemi.
     
    Insomma… è una questione complessa. Forse una soluzione può essere sbattersene delle critiche e provarle tutte. Chi ti conosce saprà respingere al mittente queste critiche…
  • 12
    merit
    Ciao. Qualche tempo fa donai dieci euro e l’ho fatto con estremo piacere. Adoro il tuo modo di lavorare e te, free e qualche altro siete i miei telegiornali. Ora sono disoccupata e la riforma Gelmini mi lascia molti dobbi: non so se lavorerò di nuovo. E pensare che mi piace insegnare…soprattutto la libertà di parola. Sono i ragazzi il nostro futuro! Ora, io e mio marito ci siamo organizzati: il mio stipendio, quando c’è, serve per crescere i nostri due bimbi, pagare le bollette e mangiare, mentre quello che lui riesce a guadagnare con la sua attività di libera professione, serve per pagare un mutuo senza il quale non avrebbe mai avuto uno studio suo. Insomma, abbiamo i problemi di tutte le famiglie italiane e più andiamo avanti più la situazione peggiora. All’informazione, però, non rinuncio. Faccio un po’ di conti e vedo quanto posso darti.
  • 11
    mlung71
    Salve a tutti ,sono un sostenitore di Giuliani e ammiro anche Claudio Messora per il loro contributo che stanno dando per tranquillizzare la gente.
    Venendo al dunque io credo ciecamente nel lavoro di Giuliani e dei suoi studi, questa iniziativa mi sembra molto utile per molte persone che vogliono essere aggiornate su questi eventi.
    Il problema che mi pongo e’ semplice,da ieri sera ho capito che bisogna stare all’erta per il livello di radon alto ma nello stesso tempo stare tranquilli perche’ lo stesso radon e’ a livelli inferiori del 4.1 dei giorni precedenti e fin qui ci siamo.
    Ma oggi cosa sappiamo di quello che succedera’ stanotte o domani??
    Queste informazioni sono solo durate un giorno??
    Ho il forte dubbio che questa iniziativa che hanno preso entrambi durera’ poco a discapito delle persone che realmete modificano la loro vita legendo queste informazioni.
    Pertando invece di fare complimenti ad entrambi penso che andare avanti con questa iniziativa sia un dovere delle persone per bene che con le loro possibilit’a di aiuto possono anche salvare delle vite umane.
    Chiedo a Claudio Messora di avere un accordo concreto con Giuliani e far si che ogni giorno ci siano sempre notizie aggiornate altrimenti da come sta facendo ora non serve proprio a nulla oltre a confondere di piu’ le idee,non si puo’ alzare la mattina dare una notizia per poi darne un altra fra 4 giorni a cosa serve???
    Queto post non e’ assolutamente per far polemica o per altri scopi e’ solo perche’ questa iniziativa mi sembra un ottima idea per non farla morire appena nata,dovete essere piu’ concreti e sensibili alle persone che soffrono e continuano a soffrire,non deludeteci.
    Spero in una vostra risposta ciao e grazie per tutto.
     
    • 11.1
      Pierluigi, vorrei farti riflettere sul fatto che questo non è un blog abruzzese, nè un blog scientifico di settore. E’ un blog nazionale che si occupa di informazione libera. Proprio per perorare la causa, ho iniziato a intervistare Giuliani e, visto che sono l’unico a farlo, molte persone che sfortunatamente hanno avuto a che fare con il terremoto hanno iniziato a chiedermi di sapere cosa pensasse Giuliani sugli eventi inaspettati che capitavano.
      Quindi il senso dei suoi interventi non può essere quello di occupare il blog tutto il giorno, perchè questo non è il blog di Giuliani, ma solo quello di fornire un aiuto, un conforto e un collegamento diretto a lui quando davvero serve, perchè magari il Radon sale ed è meglio saperlo (e nessuno lo dice), o perchè sono arrivate delle scosse e la gente ha paura etc…
       
      Per rendere un servizio come lo vorresti tu, ci vorrebbe qualche risorsa. Ci vorrebbe un budget, perché qui già ci sono problemi di soldi (non c’è nessun guadagno ed è un lavoro a tempo pieno) e in più a fare questo genere di aggiornamento quotidiano si perde molto tempo che viene sottratto alle attività già di per se onerose del blog. Sareste disposti a pagare per un servizio del genere, anche una piccola somma mensile? Suppongo di sì, però vedi: la materia è delicata, e già accusano Giuliani di essere un ciarlatano, e chi gli da voce di essere uno in malafede. Cosa pensi che direbbero se istituissimo un tale servizio al costo, che ne so, di 5/10€ al mese? Direbbero che è tutta una truffa per speculare alle spalle della povera gente.
       
      Purtroppo in questa Italia di comari e uomini di malaffare non ci si può muovere senza pestare qualcosa di grosso e maleodorante…
  • 10
    fansss
    w l’informazione della rete! w i blog! w la libertà di espressione!
    Ci dobbiamo opporre con tutti i mezzi a disposizione contro la censura. Dobbiamo lavorare a che la legge bavaglio non passi, altrimenti possiamo anche spararci e tornare sottoterra dove ci hanno confinati…
  • 9
    non ho parole, claudio. un bacetto.
  • 8
    sminch
    io sto prendendo in seria considerazione di fare un offerta col bonifico bancario, claudio ti siamo vicini!
  • 7
    Guastatore1986
     Ormai Gli Ipocriti hano vinto: Berlusconi è Soci Hanno vinto!!!!! Ormai la Libertà é morta e loro ne faranno sempre portatori di quella liberà che hanno ucciso!!!!!<
  • 6
    Barese4
    Caro Claudio,
    Come utente dall’estero ti seguo con molta attenzione e quello che hai scritto sui costi del blog,erono dubbi che mi ero posto anche io,e dicevo come può un persona portare avanti il blog organizzato come il tuo solo con il sostegno delle donazioni,perciò io ti consiglio di fare diversamente metti in vendità i cd dei tuoi lavori,io ti dico la verità ogni anno mi compro il cd di grillo dei suoi spettacoli solo per il fatto di dare un contributo,e bene lo farò anche con te,ma se vedi lo fanno tutti anche Piero Ricca ha fatto un libro,da qualche parte si devono prendere i soldi per pagare le spese fisse anche le spese di avvocati per eventuali denuncie.Claudio farò il possibile anche per mandarti un bonifico.Grazie per quello che fai e spero le cose in Italia migliorano.
    Saluti Valerio Caputo Francia
  • 5
    MM
    Ho linkato il tuo articolo… Ma dove andremo a finire? Che fine ha fatto la libertà di parola?
    Rettifico: la libertà esiste
    Rettifico: la libertà non esiste più
    Rettifico: …………
  • 4
    Leonardo
    Capisco il problema… anche secondo me questa attività o la fai per mestiere (nel senso che tutto il tempo che ti occupa ti viene ricambiato in un minimo di denaro che ti permette di non fare altro) o la fai per volontariato (chiaramente con una qualità e una dedizione minore).
    I tuoi lettori, io per primo, ti sono tutti affezionatissimi, ma restiamo sconosciuti gli uni agli altri, un rapporto troppo lontano anche solo per chiedere un euro al mese… anche perchè poi, altri potrebbero fare la stessa richiesta e le offerte tenderebbero a lievitare… insomma è tutto complesso da capire e ragionare… cmq dopo questo tuo post inizio a meditare sulle offerte mensili.
     
    Ancora grazie mille per tutto quello che fai
  • 3
    ciffo
    spero che il piccolo contributo che invierò sia emulato,ma sopratutto serva a continuare a mantenere una informazione utile e imparziale.
    ciao claudio e ancora grazie per quelo che fai
  • 2
    maxim
    Claudio, siamo moltissimi che ti seguiamo e apprezziamo il lavoro che fai, se come dici tu con un’euro a testa riusciresti ad andare avanti alla grande , non vedo dove sia il problema donare 1 euro.
     
    Oggi ti ho fatto la mia seconda donazione e non di un euro solamente, sei una delle voci preziose della rete (purtroppo ancora poche) che con i tuoi contributi e denuncie raccontano le verita’ che non tutti conoscono.
    Grazie ancora per percorrere questa strada fino alla fine.
  • 1
    sminch
    se tutti i blog si unissere e il popolo di internet protestasse dubito ke la legge potrebbe passare, il bavaglio nn ce lo metteranno di certo!
  • 0
    andry
    avevo visto il suo video stamattina e la delusione è tanta. Da notare che lui vive in america quindi figuriamoci comè la situazione in italia
  • -1
    Giorex80
     CLAUDIO hai fatto bene a dire cio perche e’ giusto che queste cose si sappiano e’ giusto che la gente sia a conoscenza di quanti problemi economici e non avete voi blogger liberi  .. io non ero a conoscenza sono sincero
     
    nel mio piccolo cerchero di fare il possibile anche cliccando sui banner  , so che e’  poco ma e’ sempre meglio di niente, purtroppo non lavoro ,sono uno studente,di soldi non ne ho molti , ma sto facendo  un pensiero anche io al  bonifico bancario, si spregano tanti soldi per delle c**zate, se per una volta possiamo fare una cosa utile per la societa lo faccio senza problemi.Cerchero di fare del mio meglio per fari che la NOSTRA AVVENTURA CONTINUI..
     
    Se ci sono altri modi per aiutarti oltre a questi facci sapere. Io ci sono..
     
     
  • -2
    beppe
     Claudio sono un utente di lungo corso, un po’ allontanatosi nel momento del tuo avvicinamento con l’IDV (e il mio allontanamento).
    Da allora non ho più contribuito alle tue casse, ti spiego brevemente perché, magari non sono il solo che la pensa cosi:
    Grillo piangeva miseria per aver speso 80.000€ per il v-day.
    Cavoli a me dispiaceva un sacco e volevo che Grillo andasse avanti a fare quel che faceva (per le stesse ragioni per la quale voglio che tu vada avanti, peraltro) e ho contribuito.
    Ti giuro che per due settimane non sono uscito di casa (sono uno studente e i soldi sono contati: niente cinema, niente birra, niente pizza, niente benzina, niente di niente per 2 settimane). Tempo un mesetto esce la sua dichiarazione dei redditi: 4 MILIONI.
    VAFf***ulO!
    Che presa per il c**o!
    CHE PRESA PER IL c**o.
    (scusa per lo sfogo).
     
    Da allora niente trasparenza, niente soldi. Vuoi dei soldi da me? Mi documenti quanto guadagni.
    Errare è umano, perseverare è diabolico (o meglio: da p***a).
    • -2.1
      Ciao,
       concordo con te, ma solo parzialmente.
      Da un lato, è evidente che con un fatturato di 4 milioni di euro all’anno, 80.000€ sono spiccioli. Se consideri che io non guadagno niente e, come ho scritto più sopra facendo due conti rapidi, accumulo da mesi 4 – 5.000€ di debiti al mese (cosa che non posso più fare), credo che Grillo non avrebbe dovuto avere molte difficoltà a metterci 80.000€ di tasca propria.
       
      Comprendo, dall’altro lato, l’esigenza di trasparenza, e sono tentato dal pubblicare tutti i miei "problemi" sulla rete. Ma poi penso: perchè mai se mi dai un euro, che tra l’altro neppure ti obbligo a darmi perchè se non lo fai sei il benvenuto lo stesso, tu mi chiedi la dichiarazione dei redditi, e invece quando compri un giornale non chiedi la dichiarazione dei redditi dell’editore? Oppure, se ti fai aggiustare una serranda, prima di pagare dovresti chiedere la dichiarazione dei redditi del fabbro, e decidere quindi se è giusto o meno pagargli la parcella…
       
      Insomma.. in questa visione della trasparenza ci sono cose che non mi convincono… Tu che ne dici?
  • -3
    icestorm
    Ciao Claudio,
     
    ho scoperto questo blog solo da qualche mese, e ti seguo costantemente pur non avendo mai commentato fino ad ora. Apprezzo davvero molto il tuo lavoro, mi chiedevo anche io come tu possa dedicarci tutto questo tempo, e sinceramente non avevo idea delle difficoltà che ci sono dietro. Detto questo, mi sembra buona l’idea di una quota minima annuale. Io per ora cercherò di fare qualche piccola donazione mensile. Sono uno studente e i soldi scarseggiano, quindi non potrò donare molto, però lo trovo giusto, sei in gamba e il tuo blog è uno strumento prezioso. Quelli come te sono quelli che dovrebbero essere considerati i veri giornalisti di professione. W l’informazione libera!
  • -4
    Zosy
    Caro Claudio!
    Seguo da tempo il tuo blog ed ho sempre apprezzato la professionalità dei tuoi servizi, la bellezza dei tuoi video, la cura dei particolari, i montaggi perfetti, la tempestività delle tue informazioni e..mi sono sempre chiesta come facessi a dedicare tanto tempo a questo lavoro senza percepire alcuna remunerazione! Oggi questo tuo ultimo post mi conferma ciò che ho sempre sospettato! Mi dispiace molto..mi auguro che presto possano trovarsi soluzioni alternative per tutelare chi come te svolge un lavoro tanto prezioso e tanto necessario in un Paese come il nostro. Nel frattempo cercherò di aiutarti anch’io con una piccola donazione mensile..in fondo mandare 1 euro al mese non ci costa nulla visto che tutti beneficiamo quotidianamente del tuo instancabile lavoro!
    Non scoraggiarti mai Paladino dell’Informazione Libera..la rete ha bisogno di te!
  • -5
    Zosy
    Caro Claudio!
    Seguo da tempo il tuo blog ed ho sempre apprezzato la professionalità dei tuoi servizi, la bellezza dei tuoi video, la cura dei particolari, i montaggi perfetti, la tempestività delle tue informazioni e..mi sono sempre chiesta come facessi a dedicare tanto tempo a questo lavoro senza percepire alcuna remunerazione! Oggi questo tuo ultimo post mi conferma ciò che ho sempre sospettato! Mi dispiace molto..mi auguro che presto possano trovarsi soluzioni alternative per tutelare chi come te svolge un lavoro tanto prezioso e tanto necessario in un Paese come il nostro. Nel frattempo cercherò di aiutarti anch’io con una piccola donazione mensile..in fondo mandare 1 euro al mese non ci costa nulla visto che tutti beneficiamo quotidianamente del tuo instancabile lavoro!
    Non scoraggiarti mai Paladino dell’Informazione Libera..la rete ha bisogno di te!
  • -6
    Zosy
    Caro Claudio!
    Seguo da tempo il tuo blog ed ho sempre apprezzato la professionalità dei tuoi servizi, la bellezza dei tuoi video, la cura dei particolari, i montaggi perfetti, la tempestività delle tue informazioni e..mi sono sempre chiesta come facessi a dedicare tanto tempo a questo lavoro senza percepire alcuna remunerazione! Oggi questo tuo ultimo post mi conferma ciò che ho sempre sospettato! Mi dispiace molto..mi auguro che presto possano trovarsi soluzioni alternative per tutelare chi come te svolge un lavoro tanto prezioso e tanto necessario in un Paese come il nostro. Nel frattempo cercherò di aiutarti anch’io con una piccola donazione mensile..in fondo mandare 1 euro al mese non ci costa nulla visto che tutti beneficiamo quotidianamente del tuo instancabile lavoro!
    Non scoraggiarti mai Paladino dell’Informazione Libera..la rete ha bisogno di te!
  • -7
    merit
     
    Una cosa proprio non capisco: ci lamentiamo della cattiva informazione e poi rifiutiamo di sostenere chi la fa. Siamo disposti a prenotare un nuovo quotidiano che costa più di cento euro, solo perchè firmano giornalisti iscritti ad un albo che non serve a nulla, e non a sostenere la vera libera informazione, quella fatta dai piccoli come Claudio. I giornalisti non sono del tutto puliti, credo che anche Travaglio, per quanto si mostri libero, non lo sia relamente. Noi, invece, la nostra piccola voce, quella del popolo che, fino a prova contraria, è sovrano, conta ben di più.
     
  • -8
    Basta fregarsene della legge.
    La casta è abusiva è non ha nessun diritto di fare leggi….
    In Italia non comanda la casta ma il popolo sovrano.
     
  • -9
    Possiamo ancora fare molto.
    POSSIAMO ANCORA FARE MOLTO!
     
    e lo faremo…
    c**zo se lo faremo.
  • -10
    Ciao Claudio in rete gira questo testo,mi è arrivato da Facebook, potresti fare chiarezza,grazie!
     
    Da giorni, circolava la notizia riguardo la "legge" che avrebbe messo da qui a poco il bavaglio ad internet, ed io da sempre a favore delle "nobili cause", aprii questo gruppo per sensibilizzare l’opinione pubblica.
     
    Mentre "questa notizia" SI STAVA ESPANDENDO a macchia d’olio sul web e qui si FB, qualcuno mi ha aperto gli occhi facendomi notare che era un depistaggio, il mio caro e vecchio depistaggio che mi fa ormai compagnia da 10 anni con il Caso Tenco.
     
    Sul Caso Tenco però sono preparato ( ho pubblicato le 5 prove dell’omicidio di Luigi Tenco: http://luigitenco60s.forumfree.net/?t=26753305 ignorate dalla giustizia e dai media ) e so riconoscere quando una notizia divulgata è falsa e vuole depistare, qui purtroppo sono caduto anche io nella rete ed invece di "sostenere" una nobile causa, stavo in realtà diventando complice di chi sta cercando di "deviare" l’attenzione della gente su questa falsa notizia per i loro scopi ( che al momento sconosco ma sicuramente ci saranno ).
     
    ECCO LA VERITA’
     
    Internet non sarà imbavagliata: il famigerato emendamento che introduceva l’articolo 60 nel ddl 2180, proposto dall’onorevole Gianpiero D’Alia è stato abrogato durante la riunione delle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia.
     
    La proposta del senatore prevedeva l’oscuramento, ordinato dal Ministero dell’Interno, dei siti in cui si commette il reato di apologia o si istiga a delinquere, senza necessità d’intervento da parte dell’autorità giudiziaria.
     
    Con la scusa di "ripulire la rete, e in particolare il social network Facebook, dagli emuli di Riina … e di tutti gli altri cattivi esempi cui finora s’è dato irresponsabilmente spazio" si sarebbero aperte le porte alla censura.
     
    Invece, questo pericolo è stato scongiurato e l’emendamento ABROGATO.
     
    Visto che questo gruppo conta ormai tanti iscritti e considerato che su FACEBOOK sono molti i GRUPPI CHE SI STANNO FORMANDO RIPORTANTI LA "BUFALA" dell’emendamento APPROVATO ( che invece è stato abrogato ), condividete nel vostro profilo affinchè anche gli altri si ravvedano e FERMINO IN TEMPO il divulgarsi DI QUESTA FALSA NOTIZIA, la cui propagazione secondo me, ha "un suo preciso scopo".
     
    Nulla accade per caso.
    • -10.1
      andrea.perugia
      Quindi la raccolta di firme sul sito di Repubblica (e non solo) si riferisce semplicemente alle intercettazioni, ma niente bavaglio alla rete.
      Ora ho capito perchè il P.d.C. ha rivolto un appello agli imprenditori, invitandoli a non pubblicare annunci sulle testate scomode.
      Un altro tentativo di censura…
  • -11
    Emanuele_C
    Caro Claudio, ti leggo da molto ed è la prima volta che scrivo. Per me il problema non sussiste: io sono un tuo utente, ti considero una fonte di informazione come le altre, una fonte valida ovviamente e voglio che il tuo prodotto mi sia sempre disponibile per avere la possibilità di un confronto con il resto del mondo.
     
    Invece della donazione, ti suggerisco una quota minima annuale di iscrizione che consente di leggere per intero i contenuti dei vari post informativi.
     
    Non c’è nulla di scandaloso né in questo né nel vendere DVD: dobbiamo tutti mangiare e se un lavoro lo facciamo BENE è sacrosanto farci anche bei soldi se così deve andare. L’informazione libera è tale perché lo è il soggetto(i) che la fa, a prescindere se ricco o povero in canna. Punto.
     
    Emanuele
    • -11.1
      Non farei causa a nessuno e purtroppo la materia è delicata e complessa.  Su alcune cose sono d’accordo, su altre no. Per esempio sono d’accordo che probabilmente se si pagasse anche un solo euro al mese qui ci resterebbero in pochi. Sono d’accordo che l’informazione debba essere libera, per tutti, perchè se è quella che cambierà il mondo, non si può chiuderla a chiave, anche se a un costo ridicolo. Sarebbe esattamente come lesinare i medicinali all’Africa.
      Non sono d’accrodo sul fatto del volontariato. Per fare quello che faccio, ci vogliono molto più di 24 ore al giorno. Prima facevo l’informatico e guadagnavo cifre in linea con gli standard professionali di chi attraversa l’Europa per fare corsi. Le mie spese fisse, tra mutuo e tutto il resto che non sto a spiegarti, si aggirano da sole sui 2.500 /3000€. Questo blog richiede "da solo" altrettante risorse finanziarie mensili per essere così come lo vedi tu (e non bastano, perchè vorrei fare cento volte di più). Visto che non ho sostanzialmente ricavato mai nulla, e ci ho sempre speso di tasca propria, ora il "volontariato" di cui parll mi costerebbe 4/5000€ di debiti al mese. Debiti che infatti ho accumulato.
      Gli infermieri professionisti che vanno sulle ambulanze volontariamente quanto spendono di tasca loro, se non qualche notte in bianco extra lavoro?
      Poi sulla questione degli altri cento blog che fanno informazione equivalente, non pretendo certo di essere l’unico, sarei presuntuoso e poco realista, ma permettimi di essere fiero del fatto che non sono proprio "100" al momento, in Italia, a fare la stessa cosa. Io personalmente li conto sulle dita di una mano.
       
      In ogni caso, pensate che la situazione potrebbe essere risolta se tutti cliccassero sui banner pubblicitari, ogni volta che visitano il blog. Un piccolo gesto che non comporta nessun dispendio di energie, ma che causa tanti granellini sommarsi e, paradossalmente, data la visibilità del blog, può generare i ricavi sufficienti per tenere l’attività aperta. Invece, e anche questo fa parte delle abitudini di navigazione, pur se non è mai stata fatta nessuna ottimizzazione perché non ne ho il tempo, sui banner clicca una persona su duecento.
       
      La materia è complessa. Se questo fosse un blog di lavatrici, con questi numeri sarei già ricco. Invece è un blog scomodo, di informazione libera, che le aziende non vogliono supportare per non rischiare la loro immagine, che fa paura a molti. E’ anche il discorso che faceva FreedomAndDemocracy. Nessuno si espone. Se lo fai tu ti ringraziano, ma non vogliono rischiare di metterci a loro volta la faccia. Quindi si cerca un volontario, e molto spesso il volontario non è che quello che resta fermo quando tutti gli altri fanno un passo indietro.
       
      Io credo che non ci siano molte altre strade se non un mix di donazioni, vendita di dvd, libri, gadgets di supporto, anche in considerazione del target di utenza del sito. Se fosse un blog per auto di lusso, sarebbero tutti ricconi, invece noi che ci interessiamo di informazione libera siamo per la gran parte squattrinati, magari giovani studenti idealisti, operai che non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese… uno non se la sente di chiedere un solo centesimo. Però…. con un euro a testa ll mese… Però. se tutti cliccassero sui banner… Però… Però… Però…
       
      Qualcosa deve essere inventato. Io voglio continuare a fare quello che faccio.
    • -11.2
      grazie e mille Emanuele. Lo terrò in considerazione.
    • -11.3
      andrea.perugia
      Ottima idea Emanuele
    • -11.4
      Emanuele_C
      Non sono d’accordo con te e, se posso, ti spiego brevemente il mio punto di vista.
       
      Non è democratico nemmeno il fatto che qualcuno faccia bene una cosa senza avere un giusto corrispettivo che non siano solamente i "bravo, bis!". Questo perché attrezzature e tempo costano: senza giuste attrezzature e soprattutto senza tempo e professionalità adeguate si ottiene nulla.
      Come -giustamente- pago il dentista che fa un buon lavoro, così voglio poter pagare e sovvenzionare il giornalista indipendente che offre una buona informazione: è una cosa -oggi- indispensabile e segno di una democrazia reale e civile.
       
      In secondo luogo, mentre tu utente (intendo genericamente, non mi riferisco a te personalmente) puoi dividere il prezzo di abbonamento magari con qualche altra persona interessata e quindi pagare la metà o un terzo del costo, dall’altra parte il giornalista indipendente caccia tutto da una tasca, la sua. E nemmeno questa è "democrazia", o no?
       
      In conclusione, visto che il lavoro è buono, personalmente sono pronto pagare il giusto per averlo e se Claudio "ci si arricca" e magari ci si compra pure l’auto nuova ne sono ben contento perché vuol dire che farà sempre meglio.
       
      Emanuele
    • -11.5
      beppe
       mah..
      1. poco democratico chiedere a tutti la stessa cifra.
      2. la concorrenza con il gratis è troppo pressante.
      3. difficoltà di convincere nuovi utenti.
      4. casini vari con copyright (in caso di copia&incolla su altri siti/blog)
    • -11.6
      beppe
       Non è democratico nemmeno il fatto che qualcuno faccia bene una cosa senza avere un giusto corrispettivo che non siano solamente i "bravo, bis!".
      SI CERTO, MA IO VEDO IL BLOG PIU VICINO AL VOLONTARIATO (MISSIONE, HOBBY, COME CREDI) CHE AL LAVORO.
      IN CROCE ROSSA I VOLONTARI SONO PROFESSIONALI..
       
      Questo perché attrezzature e tempo costano: senza giuste attrezzature e soprattutto senza tempo e professionalità adeguate si ottiene nulla.
      GIUSTISSIMO, E D’ACCORDISSIMO SU QUESTO, ANCHE SE NON CAPISCO COME QUESTO SPIEGHI QUANTO DETTO SOPRA.
       
      Come -giustamente- pago il dentista che fa un buon lavoro, così voglio poter pagare e sovvenzionare il giornalista indipendente che offre una buona informazione: è una cosa -oggi- indispensabile e segno di una democrazia reale e civile.
      LE COSE NON STANNO ESATTAMENTE COSI.
      BYOBLU DICE QUEL CHE GLI PARE: SE VUOLE PARLARE PER UN ANNO DEL TERREMOTO IN ABRUZZO LO FA, SE NON VUOLE PARLARE DI ENERGIE RINNOVABILI NON LO FA E BASTA.
      NON E’ UN SITO TEMATICO TIPO GREENPEACE O AMNESTY, NE’ UN QUOTIDIANO CHE TI DOVREBBE INFORMARE SU TUTTO. SE NON MI PIACE QUEL CHE DICONO SANTORO O VINCI IN TV (APPROFONDIMENTO/RICERCA GRATIS) SPENGO.
      QUESTO SUO SPAZIO DI RICERCA ED APPROFONDIMENTO SUBISCE LA CONCORRENZA (GRATUITA) DI MOLTI. ESSERE UN BLOG A PAGAMENTO EQUIVALE A CHIUDERE BOTTEGA.
      INSOMMA HAI CENTOUNO DENTISTI: 100 SONO GRATIS E OGNUNO FA BENE O MALE QUEL CHE VUOLE E 1 A PAGAMENTO CHE FA, A SUA VOLTA, QUEL CHE VUOLE (MA SEMPRE BENE ).
      100 A 1.. CHI PAGHEREBBE?
       
      In secondo luogo, mentre tu utente (intendo genericamente, non mi riferisco a te personalmente) puoi dividere il prezzo di abbonamento magari con qualche altra persona interessata e quindi pagare la metà o un terzo del costo, dall’altra parte il giornalista indipendente caccia tutto da una tasca, la sua. E nemmeno questa è "democrazia", o no?
      NON E’ TANTO CORRETTO DIVIDERE LA SPESA IN PIU.. SE IL COSTO E’ QUELLO LO DEVI PAGARE TU, COME TUA MOGLIE, TUO FIGLIO, IL TUO AMICO ECC.. CHE RAGIONAMENTO E’ QUESTO? RAGIONAMENTO DA P2P.. ?
       
      OU POI CLAUDIO IO LO RINGRAZIO PER QUEL CHE FA, MA RIPETO SE METTE IL PREZZO QUI NON VOLA PIU UNA MOSCA..
       
      In conclusione, visto che il lavoro è buono, personalmente sono pronto pagare il giusto per averlo e se Claudio "ci si arricca" e magari ci si compra pure l’auto nuova ne sono ben contento perché vuol dire che farà sempre meglio.
       
      MA CAVOLI TU SEI DISPOSTO A PAGARE, MA QUESTA DISCUSSIONE FU GIA FATTA A SUO TEMPO, QUANDO VENNE SCELTA LA STRADA DELLA DONAZIONE. SECONDO ME LA VIA DELL’ABBONAMENTO E’ FALLIMENTARE.
       
       
      POI COMUNQUE RISPONDI ANCHE AGLI ALTRI PUNTI.
       
      AD ESEMPIO: TE LO VEDI CLAUDIO FAR CAUSA A QUALCUNO PERCHE’ HA "COMPERATO" IL SUO VIDEO E LO HA CARICATO SU EMULE O GIRATO SUL SUO BLOG FREE? IO NO.
  • -12
    Si però tu non ci abbandoni vero?
  • Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


    Non sono consentiti:
    * messaggi non inerenti al post
    * messaggi privi di indirizzo email
    * messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
    * messaggi pubblicitari
    * messaggi con linguaggio offensivo
    * messaggi che contengono turpiloquio
    * messaggi con contenuto razzista o sessista
    * messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
      (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
    * messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
    * messaggi eccessivamente lunghi
    * messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

    Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

    I Mini Blu

    Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

    ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

    Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

    JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

    Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

    Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

    Notizie dal web

    La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

    Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

    La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

    la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

    Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

    votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

    CURIOSITA’

    Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

    Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

    I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

    I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

    Come fare soldi con un blog

    Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

    Categorie
    Le vostre email

    Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

    Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

    tasto_newsletter
    Video dal web

    Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

    Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

    Sgarbi caga sulla Swiss Air

    Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

    USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

    terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

    Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

    BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

    Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

    Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

    Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

    matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

    Euro: la prima banconota senza anima!

    Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

    Terremoto Amatrice – Matteo Renzi: non lasceremo nessuno da solo. La conferenza stampa.

    Renzi Terremoto Conferenza StampaTerremoto: la conferenza stampa di Matteo Renzi da Palazzo Chigi "Nei momenti di difficoltà l'Itala sa come fare. Tutta insieme, tutta intera mostra il suo volto più bello. Non lasceremo sola nessuna famiglia, nessun comune, nessuna frazione." (altro…)...GUARDA

    Film, libri e Dvd

    Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

    LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>