G8 che vai, infiltrati che trovi

Personalmente sono contro la violenza. Anche i manifestanti al G8 di Genova erano contro la violenza. La polizia aveva qualche dubbio.

La polizia difende le istituzioni. Lo fa secondo le regole istituzionali. Quali regole sono più istituzionali di quelle di un Presidente della Repubblica? Infiltrare, devastare, incolpare, creare consenso, massacrare. Regole trasversali, multietniche. Tanto che anche l’Iran ha voluto salire in cattedra e tenere lezione. E dire che l’Editto di Erragudi ha già 2.500 anni…

Le forze dell’ordine a L’Aquila hanno già ricevuto ordini dall’alto. Una sostanziale, istituzionale licenza di uccidere. «Che bel culo, ti piace il manganello, eh?». «Troia! Puttana». Legnate sulla schiena. Calci nei testicoli. Denti spezzati facendo strisciare le teste contro i muri delle pareti di una scuola. Questi erano gli ordini dall’alto alla scuola Diaz di Genova. Saranno gli stessi ordini diramati per L’Aquila?  Forse non ce ne sarà bisogno. L’Aquila è già militarizzata. Non si entra, non si esce. Le famiglie sono divise. A volte non riescono nemmeno ad incontrarsi. Come per il muro di Berlino, quando le tendopoli saranno smantellate qualcuno venderà pezzetti di tela e frammenti di picchetti. Ad imperitura memoria.

Vi ricordate quando siete usciti in strada dopo l’ennesima forte scossa, e prima di quella catastrofica vi hanno fatto rientrare in casa?

Anche se avevate paura, certo. E ricordate per caso di avere mai fatto mezza esercitazione? No. Non lo ricordate perché le esercitazioni sono costose. Troppo, per la gente comune, per la gleba. Ma quando i culi da salvare sono di un certo livello, allora la Protezione Civile diventa una macchina efficientissima. La scorsa settimana, insieme alle Forze dell’Ordine, alle Forze Armate e alla Croce Rossa, l’esercitazione se la sono fatta loro. Per se stessi. Se durante il G8 si dovesse verificare una scossa di terremoto superiore ai 4 – 4.5 gradi di magnitudo, scatterà immediatamente il piano evacuazione. In prima battuta, le delegazioni saranno ospitate in tende appositamente predisposte. Se mai ci dovesse essere qualche graffietto ai muri, o se qualcuno dovesse intimorirsi eccessivamente, una scorta riaccompagnerà tutti all’aeroporto di Preturo. Se la daranno a gambe. La loro paura è sacra. La vostra non vale niente.

Fanno bene ad avere paura. Io, al loro posto, ne avrei.

TESTIMONIANZA DI UN VOLONTARIO CHE HA PRESTATO SERVIZIO PRESSO ALCUNE TENDOPOLI DI L’AQUILA.
di Carla Liberatore

Serata dei primi di maggio all’entrata del campo gestito dai Parà della Folgore. Pochi attendati + volontari. Discorso generale con un militare del suddetto corpo: “Cercate di non andare troppo in giro la sera perchè c’è l’allerta no global. Ci sono state già alcune avvisaglie del tipo furti di divise, atti di vandalismo, e noi per il G8 possiamo difenderci come vogliamo, una specie di licenza di uccidere. Per difesa, certo, ma è così! E comunque eseguiamo ordini dall’alto“.

Quasi una giustificazione. In effetti uno dei crucci dei campi è proprio la scomparsa di alcune divise. Sulle prime l’attenzione era ricaduta su ladri d’arte che in una città come L’Aquila hanno tutte le convenienze a appropriarsi di ogni tipo di beni culturali. Divise comprese? Invece ora si pensa ad uno stratagemma dei NO GLOBAL per infiltrarsi tra la popolazione civile, il che autorizza i militari ad abusare del privilegio sopraccitato. Nei campi la popolazione è stremata anche per colpa dei volontari che Sulle prime hanno pensato ad offrire esageratamente il loro aiuto, creando un esagerato senso di sicurezza, di agiatezza , tipo “no faccio io, ma lascia stare ci siamo noi“. Ora che tutto questo è finito, ora che i volontari sono meno numerosi e la popolazione deve iniziare a rimboccarsi le maniche, iniziano le azioni incontrollabili.

Un’altro errore fatto dalle varie associazioni che gestiscono i campi è stato quello di tenere quanto più possibile separate le etnie, creando divisioni razziali all’interno. Se avessero agito diversamente forse si sarebbero avuti meno problemi. La mescolanza etnica dall’inizio avrebbe creato un tacito rispetto condominiale fatto anche solo di buongiorno e buonasera, ma era un modo per riconoscersi. Un aquilano avrebbe avuto la possibilità di scambiare due chiacchiere in più, avrebbe potuto prendere tranquillamente un caffé nella tenda di un rumeno e viceversa, notando anche le differenze culturali che ci sono tra etnie per comprendere meglio cosa fare e cosa non fare. Anche se devo ammettere che questa cosa in qualche campo già avviene, e cioè in poche delle tendopoli aquilane sia le popolazioni del posto sia quelle straniere riescono a convivere pacificamente senza scontri né conflitti. Ma purtroppo sono solo poche le situazioni come questa.

Mi giunge voce che per la durata del G8 i lavoratori assunti per rimettere in sesto la guardia di finanza, verranno segregati all’interno. A ben ragione dico io: sono tutti extracomunitari e persone poco raccomandabili della popolazione indigena, e nei migliori casi persone che hanno perso il lavoro in tarda età, licenziati prima e dopo il terremoto. Insomma, tutta gente da non mostrare ad Obama e ai grandi della Terra. A me sembra una pubblicità azzeccatissima per uno stato fatto di effimero e fiction, basato su quanto sono bello e bravo. Ma retoriche politiche a parte, c’è chi afferma che la segregazione all’interno della caserma della Finanza a L’Aquila sia parziale. Sta di fatto che qualcuno si è già preparato la borsa per soggiornare 4 giorni presso la caserma di Coppito.

Un altro cruccio degli aquilani sono le spese folli affrontate per la messa in scena, perchè di questo si tratta. Mobilia lussuosa ed iper galattica che dopo il G8 non si sa bene che fine farà. Strade che si costruiscono in mezza giornata. Rotonde favolose fatte di giardini che invogliano i botanici, o artistiche a più colori. Ricami fatti con sampietrini tanto cari a chi all’Aquila ci è nato e ci è vissuto. Si parla di milioni di euro. Ma il malessere cresce, le casette di legno tranne nel caso di Onna comprate tra l’altro dalla Croce Rossa non si vedono. Gli attendati più fortunati le comprano da soli sperando nel rimborso ma rassegnati a non averlo. La casetta di 30 metri quadri allo stato grezzo costa una media di 5000 euro. Se poi la coibenti – e tutti conoscono il freddo invernale all’Aquila – arrivi anche a 8/10mila euro. Con un buon impianto di riscaldamento 15/18mila euro da pagare subito. Ora io mi chiedo: se percepisco una pensione di 600 euro, ci metto anche il sussidio d’accompagnamento, se sono fortunato ad avere un disabile da accudire arrivo a 1200, come la pago? E’ ovvio che sono incazzato nero, tanto da voler rinchiudere i pezzi grossi nelle tendopoli, ma a vita. Per non parlare del supporto psicologico, assente tranne in casi estremi, perché mi son sentito dire che gli sporadici psicologi che girano per i campi sono psicologi per l’emergenza, ma i campi hanno bisogno di psicologi fissi 24 ore al giorno, che riescano a sedare le risse e le violenze che si verificano costantemente, compresi quei fenomeni di bullismo adolescenziale presenti ovunque nei riguardi sia della figura femminile sia della diversa etnia.

Per quanto riguarda invece la conduzione di alcuni campi, sono stato testimone di scene di subordinazione totale da parte dei volontari e degli, per così dire, ospiti delle tendopoli. Purtroppo si ravvisano situazioni in cui i Capi Campo si comportano come Feudatari, tutto il resto è loro corte e pertanto passibile delle misure di disciplina che intendono far rispettare. Un esempio? Un determinato Vice campo che chiamerò ‘Sig. Pancione’, per tutto il tempo che è stato in servizio come volontario si è sentito autorizzato a molestare, a volte anche pesantemente, tutte le più belle ragazze che dopo soli pochi giorni iniziarono ad essere terrorizzate dalla sua presenza. Così come quelle persone che non esprimono opinioni pubbliche davanti alle telecamere e ai giornalisti in genere poiché essendo loro stesse sfollate nelle tendopoli, con pochissimi benefici, si rifiutano di denunciare tutte le angherie dirette e indirette che sono costrette a sopportare per paura di chissà quali ritorsioni. Inoltre, tanto per coronare il tutto, la città di L’Aquila è diventata ormai una città militarizzata. Per entrare nei campi a visitare i propri cari e i propri amici bisogna esibire un documento, l’accesso ai giornalisti viene sempre di più negato a meno che non siano accreditati da qualche redazione istituzionale. Infine ci sono episodi di aggressioni sessuali che vengono taciuti e volontarie traumatizzate, ma di questo non si fa menzione, siamo tutti belli e bravi.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

27 risposte a G8 che vai, infiltrati che trovi

  • 5
    Alfa23
    Davanti a tutto ciò vengono a mancare le parole per un qualsiasi commento…
     
    Afa23
  • 4
    Caro Claudio, cari byobluers
    proprio ieri ho scritto al MInistro Alfano.
    Perchè?
     
    Tanto per parlare di libertà, ci sono cose che sono più importanti di altre. Essere intercettati (ammesso che possa offendere i nostri interessi più di quanto non possa tutelarli) è certamente meno grave che essere malmenati, per giunta senza processo, dalle Forze dell’Ordine. Questo secondo timore non è per nulla astratto, visto che accade continuamente (tutti ricordiamo con orrore l’assalto alla scuola Diaz e la detenzione alla caserma Bixio di Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001 e come le Corti hanno individuato nelle stesse fatti di tortura non penalmente perseguibili secondo il Diritto italiano). La codificazione del reato di tortura nel nostro ordinamento (futuro art. 613-bis e 613-ter Cod. Pen.) è ferma al palo, in totale disprezzo del nostro impegno – sottoscritto e ratificato da anni – a conformarci alla "Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti" (ONU – Organizzazione delle Nazioni Unite, 10/12/1984). Il ddl sulle intercettazioni invece riceve i tappeti rossi del Governo. Di questa incoerenza di fondo chiedo il conto al Ministro della Giustizia, Angelino Alfano, massimo esponente di questa scelta nel campo dei diritti civili.
     
    La lettera è pubblicata al seguente indirizzo:
  • 3
    GM3
    I nomi ed i cognomi dei criminali in divisa condannati si conoscono e si può anche scoprire dove abitano.
    La giustizia ha fallito perchè queste bestie non sconteranno un giorno di galera grazie alla prescrizione delle torture che hanno inferto, quindi non resta che la gogna pubblica.
    Chi abita vicino a loro inondi il quartiere di volantini e foto segnaletiche, dica ai loro familiari ed amici che schifo di persona hanno accanto, diffonda i filmati con i corpi martoriati e con i vecchi ed i ragazzini pestati a sangue.
    Non sono più riuscito a rivedere quei video ma li ho bene impressi nella memoria, tutti i loro colleghi sono complici a causa della loro mafiosa omertà.
     
    Non auspico niente più, anche se la tentazione di invocare la vendetta è ben forte…
     
    Sulla segregazione etnica nei campi degli sfollati non posso che sorridere di fronte a tante anime pie che si scandalizzano, le stesse che dicevano che in fondo anche Casa Pound aveva diritto di partecipare agli aiuti ed organizzarli in quanto associazione.
    Un’organizzazione nazifascista gestisce la registrazione degli sfollati e distribuisce gli aiuti, è davvero molto strano che ci siano delle ghettizzazioni…
    Stessa feccia di quei delinquenti in divisa: nazifascisti.
  • 2
    alandem79
    oggi finalmente il mondo dice  che la  crisi economica e figlia dei G7/8/20 ma il m.c.m (minino comune multiplo) dei vari G indovina chi e’??????
  • 1
    claudiorossi
    C’e’ un bel libro "Profondo Nero" edito da Chiare Lettere, che da’ risposte piuttosto esaurienti sulla genesi e la prassi del potere in Italia.
    Resistere, resistere, resistere… o espatriare, espatriare, espatriare?
  • 0
    acquario85
    Mi viene la pelle d’oca…Da donna non oso immaginare cosa può succedere, purtroppo a donne e bambini, in una situazione del genere. Gli ultimi dati Istat del 2007 sulla violenza sulle donne davano risultati allarmanti, e il 95% delle violenze non sono state denunciate. Provate a immaginare a stare tutti in un ambiente così ristretto e promiscuo…
    La mia solidarietà a tutti gli sfollati che resistono in una situazione così critica.
     
    se qualcuno vuole dare un’occhiata:
     
  • -1
    ciffo
    mamma mia quanto fà male la realtà…….
  • -2
    Alberto M
  • -3
    marcosolare
    Ho una proposta per Claudio:
     
    perchè non fai come la Gabanelli che alla fine di un’estenuante via crucis di notizie shockanti (che fanno venire voglia ai suoi fedeli telespettatori di emigrare all’estero), racconta alcune Goodnews per tirare un po’ su il morale!?  (a volte non ci riesce ma apprezzo il tentativo…)
     
    Vai che sei eer mejio !   :o)
  • -4
    focaccia
    Dopo tutto quello che sappiamo del G8 di Genova e dopo aver visto l’esito dei processi per le violenze perpetrate mi chiedo se uno scenario aberrante come quello possa ripetersi oppure ha segnato un momento vergognoso per l’Italia tale da indurre le istituzioni a rivedere certe linee estreme per quanto magari non sia possibile veder evolvere le impostazioni ideologiche ed etiche di base.
    Il giudizio delle altre nazioni è completamente ininfluente su certi costumi ?
    In certi contesti diplomatici internazionali, posto che l’ordine pubblico e la sicurezza rimangono a carico del paese ospitante, non si potrebbe disporre la presenza di "forze di garanzia" internazionali considerando che affluiscono per l’occasione persone da più nazioni ?
  • -5
    Acid DREAM
    Ma sono l’unico in questo commentario a essere così inc**zato dopo aver visto questo video da aver voglia di strappare un manganello a qualche sbirro di m***a e ficcarglielo nel c**o??!?!?!?
    • -5.1
      focaccia
      … penso che convenga sempre rimanere dalla parte della civiltà… e spero che l’esasperazione non porti ad una folle totale rinuncia ad essa.
       
    • -5.2
      Non posso che essere d’accordo con focaccia.
      In un certo senso non dobbiamo cadere nel "lato oscuro della Forza" ….
  • -6
    akron
    Guardate il programma di Rai 3  "Blu Notte" di Carlo Lucarelli dedicato al G8 di Genova ( è di qualche anno fà, ma in Rete si trova). Servizio molto ben fatto (Lucarelli è una garanzia) sull’accaduto.
  • -7
    Magara
    Mi associo ad ‘akron’, Lucarelli ha fatto un’ottima puntata sul g8 di Genova!
    Anche io invito chi è interessato a guardarla, mi sembra uno dei servizi migliori a riguardo.
    P.s Teniamo viva la memoria anche per quanto riguarda il caso di Aldrovandi!
    Flavio
     
  • -8
    joe
     Ma il Tribunale per i diritti umani dell’Aia che ne pensa di tutto ciò?
    Sarebbe carino chiederglielo…
  • -9
    vilmettina
    ma perkè devo concludere sempre la lettura esclamando: ke skifo!?
    ovviamente mi riferisco ai contenuti….non al lavoro giornalistico
  • -10
    OmarValente
    che mestizia……
     
    ci stiamo involvendo sempre piu’ velocemente….. ancora un po’ e anche i pesci rossi ci guarderanno con sufficienza
    • -10.1
      monica
      beh almeno sei riuscito a strapparmi un sorriso con quel "anche i pesciolini rossi ci guarderanno con sufficenza"…..insomma dopo aver visto il video e letto la testimonianza del volontario era impresa ardua!!!!
       
      Grazie a te e come sempre a Claudio
    • -10.2
      OmarValente
      uno è lieto di poter servire :)
  • -11
    Alberto M
    Denunciare, denunciare, denunciare!
     
    Possibile che non si riesca a raccogliere foto, video, materiali, testimonianze, mettere tutto su cd e dvd e distribuirli ai giornalisti stranieri?
    • -11.1
      Caro Alberto M.
       
      che l’illegalità e l’atteggiamento di impunità delle Forze dell’ordine sia un fatto è già stato stabilito dalle stesse Corti (sentenze 14/07/2008 e 13/11/2008 Tribunale penale di Genova, rispettivamente sui fatti di Bolzaneto e della Diaz).
      Quelle stesse sentenze hanno anche provato una diffusa omertosità delle stesse FFdO. Gli agenti compattamente resistono a ogni forma di collaborazione nelle indagini dei magistrati ed anzi cercano di depistare le indagini.
      Se vuoi approfondire con buona sinteticità le motivazioni della sentenza di 1° grado sulla Diaz rese note il 10 febbraio puoi cercare su Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Fatti_della_scuola_Diaz, sezione "La sentenza di primo grado"; ne ho curato proprio due fa l’aggiornamento.
       
      Tutto quello che dovevamo sapere lo sappiamo, purtroppo.
      Questo mi preoccupa ancora di più.
      Il reato di tortura non esiste ancora nel nostro diritto. Questo è semplicemente vergognoso, visto che abbiamo sottoscritto e ratificato una convenzione internazionale dell’ONU sin dal 1989.
       
      Oggi è il giorno della sentenza di 1° grado del processo per l’omicidio di Federico Aldrovandi.
       
       
      Il G8 di Genova non sembra aver insegnato niente. La Polizia doveva ritornare ad essere al servizio dello Stato di diritto. Invece hanno ancora le licenze tipiche di uno Stato di polizia di tipo primordiale, perfino quella di uccidere.
       
       
      Questo Stato è molto diverso da ciò che appare…
       
      Ma una cosa non dobbiamo fare. Confondere ciò che è con ciò che va fatto.
      Finche terremo distinti i piani, la nostra mente, almeno quella, si salverà.
       
      Ciao,
      cs
  • -12
    blc
    No comment…
    Vorrei scrivere delle cose, ma mi trattengo per decenza. Immaginatele voi….
    Non riesco a capire come persone con ancora un cervello pensante possano trovare nella nostra societa’ obsoleta e marcia alle radici, ancora qualche cosa a cui appigliarsi per muoversi all’interno di essa per cercare di cambiarla. Non c’e’ niente da salvare. Bisogna ricominciare da capo.
  • -13
    pierluigi
    I "volontari" di Casa Pound che fine hanno fatto?
    Mi auguro che li abbiano mandati a…"casa"…
    • -13.1
      jojo
      I volontari di casa pound in teoria dovrebbero continuare a gestire il campo a Poggio.. ma non ne sono sicura, so che stanno raccogliendo ancora fondi per creare dei container e per quanto possibile, insieme ad alcuni della giunta di Roma, avevano intenzione di creare con questi container dei "ripostigli" dove alloggiare i beni di quanti dovessero vedersi demolire e ricostruire casa.
      Non so come fu gestito il campo a Poggio Picenze perché io, benché d’ideologia politica opposta, diedi una mano solo nella distribuzione dei beni di prima necessità nelle settimane successive al terremoto..intorno a metà aprile…
      Ti posso dire che chi era con me non compì nessun soppruso, ma anzi fece il possibile per dare una mano.. ho amato la popolazione aquilana, e ho compreso in minima parte ciò che sa passando… e lo schifo perpetuato da alcuni, in alcuni campi va denunciato…ma non sparare a zero su tutti perché qualcuno sbaglia. Dal canto mio provvidi a cercare di fare capire che un pò di umanità nell’accoglienza del prossimo non guasta…cosa che non era del tutto scontato nei volontari che erano con me, ma che comunque ci hanno messo anima, cuore e tempo libero, con onestà…cosa che giuro non mi sarei mai e poi mai aspettato da gente di quella fazione politica, ho ricevuto anche il loro rispetto nonostante sapessero la mia militanza politica ai loro estremi.
      Ripartirò tra breve e in contesto differente… spero di riuscire a raccogliere testimonianze e nel caso le passerò a questo spazio… ma se trovsssi lo schifo sopracitato non esiterò nelle denunce
      a presto
  • -14
    focaccia
    Secondo voi, per la sicurezza degli intervenuti al G8 di L’Aquila qualcuno, anche solo per scrupolo, terrà conto anche dei bollettini radon di Giuliani ?
    Se così fosse Claudio Messora potrebbe di fatto stare ad offrire un servizio allo stato italiano…

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>