Furio Colombo: una caduta è cominciata

Il concetto di padre è una categoria che ha infinite corrispondenze nella vita reale. Esiste il padre biologico, il padre spirituale, il padrino di una cerimonia religiosa e quello di una comunità mafiosa. Esiste perfino il padre di un elemento radioattivo. Ci sono i padri della Chiesa, quelli della Costituzione, c’è il Santo Patrono, il Santo Padre,il Patriarca, il pater familias e il Padre Nostro – che però sta nei cieli.

In ogni caso, a qualsiasi tipo di paternità ci si riferisca, il comune denominatore è l’autorevolezza, la benevolenza, il senso di protezione e una qualità morale superiore. Il padre è la guida, è il modello cui si guarda, il traguardo da raggiungere e superare. E’  il contenitore che delimita e incanala le ambizioni, lo sguardo lungimirante che indica la direzione giusta. L’amministratore delegato è il padre di tutti i dipendenti di un’azienda. Il preside è il padre di alunni, insegnanti e collaboratori scolastici – i bidelli. L’arbitro è il padre di ventidue giocatori e il Presidente della Repubblica è il padre di tutti noi. Da loro ci aspettiamo il buon esempio, la saggezza. Da loro, noi che fummo fatti per viver come bruti, ci attendiamo virtute e conoscenza. Così, a guidare una società devono essere i migliori. Un ministro dell’istruzione pubblica è il Preside di tutti i presidi. Un ministro della giustizia è Giudice di tutti i giudici. La Gelmini, Alfano, La Russa sono come papi all’interno della loro chiesa ministeriale.

L’unico che ha portato rispetto al suo ruolo, bisogna ammetterlo, è stato Berlusconi, che infatti ci ha tenuto molto a farsi chiamare papi. Per il resto, entrare alla Camera o al Senato italiani è come andare al mercato del pesce fresco. Chi si sputa addosso, chi si tira dietro i libri del regolamento, chi lancia grida e insulti all’indirizzo delle persone anziane. I più rispettosi dormono e russano vistosamente quando gli altri parlano.

Se questa è la paternità che i nostri parlamentari sanno esercitare nei confronti dei cittadini italiani, non c’è altra strada che rivolgersi ai servizi socialil’Onu -per fargliela immediatamente revocare: dobbiamo immediatamente essere dichiarati popolo in adozione, causa manifesta indegnità paterna. Purtroppo, visto il livello di educazione e civiltà che ci contraddistingue, non sarà facile trovare uno stato ospitante all’interno della Comunità Europea, ma è meglio l’orfanotrofio che essere figli illegittimi dell’unione contro natura tra Ghedini e la nostra Costituzione.

Ecco la testimonianza di Furio Colombo, ex direttore de L’Unità, che mette a confronto due legislature vissute come membro del padre di tutte le istituzioni: il Senato della Repubblica.

FURIO COLOMBO
Roma, 8 luglio 2009 – Notte Bianca

Antonio Padellaro: «Furio Colombo è il grande giornalista che nel 2001 ha dato la possibilità a L’Unità di tornare in edicola!»

Furio Colombo: «Intanto spero che voi sappiate che non sono qui a rappresentare un partito. Sì, sono nel gruppo del Partito Democratico alla Camera, ma sono qui a parlare da me stesso, con voi e per voi. Non rappresento niente altro che ciò che dico, così come ho fatto quando dirigevo l’Unità e anche prima, in tutto il periodo in cui ho fatto il giornalista.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

C’è una parola di Antonio che io correggerei quando lui ha lodato il mio equilibrio quando ero direttore de L’Unità. No: ero squilibrato, nel senso che tenevo il giornale fortemente, appassionatamente fuori equilibrio, contro il governo e  contro il berlusconismo. Non mi sono mai posto il problema di essere equidistante. E’ una cosa che non concepisco nel giornalismo politico. Mi sono posto il problema di andare sui fatti, e lo abbiamo fatto insieme, di non perdonare nulla, di dire tutto, di interpretarli e di capirli insieme ai nostri lettori, persino quando erano sgradevoli per la sinistra, che avrebbe dovuto essere la sponda ideale del nostro giornale. Lo abbiamo fatto tante volte. Per esempio, una trovata che funzionava, e che spero che Il Fatto rifarà, era che noi, la mattina dopo, prendevamo un articolo, l’inizio di un pezzo di un articolo del Giornale, oppure di Libero – l’abbiamo fatto con tutti i più illustri giornali, compreso il Corriere della Sera – e gli ristampavamo il pezzo. Si infuriavano a rileggersi il giorno dopo. Diventavano matti a vedere quello che avevano scritto, perché era finito il contesto dell’obbligo di scrivere quelle cose. Io mi ricordo ancora la prima vacanza di Berlusconi da premier nel 2001. Non dirò il nome della collega che scrisse quell’articolo, perché sarebbe di cattivo gusto, ma ricordo con esattezza come cominciava il suo articolo. Cominciava così: “Con il mare negli occhi e l’Italia nel cuore, Berlusconi sta iniziando le sue vacanze di lavoro.”. Voi capite la poveretta quando se l’è visto ristampare il giorno dopo? Lei aveva guadagnato un punto importantissimo per la sua carriera, nell’iniziare così un suo articolo, ma sperava con tutto il cuore che nessuno l’avesse visto, tranne l’interessato. L’interessato certamente l’aveva visto, Bonaiuti aveva provveduto a fare la riproduzione gigantografica e gliel’avevano messa davanti… Del resto non ripete lui sempre che la Tatcher gli ha detto “Leggi solo la stampa a te favorevole. Non leggere mai le critiche che altrimenti ti deprimi“? E’ una tipica sindrome da depressione: come dice giustamente Veronica Lario, si dice a qualcuno che non sta bene, di non leggere le cose cattive che lo riguardano. Qualcuno che sta bene, nel migliore dei casi dice “Oh Santo cielo! Mi hanno frainteso. Vediamo un po’ di spiegarmi meglio!“. Il caso che non succede mai, perché non succede né a destra né a sinistra, è quello di dire “Ah! Hanno detto questa cosa? Forse hanno ragione: è meglio che io ci ripensi, è meglio che io riveda quello che ho fatto”. No, con le notizie si arrabbiano tutti. Questo lo abbiamo imparato da allora.

Quello che vi posso dire, e che credo ci debba interessare, è una differenza tra il Parlamento vissuto al tempo di Prodi e il Parlamento vissuto di nuovo adesso al tempo di Berlusconi, in questi due periodi che sono fianco a fianco. Io avevo definito il Senato dei tempi in cui cercavamo disperatamente di mantenere in piedi il Governo di Prodi come il locale peggio frequentato di Roma, perché avevamo una opposizione guidata da quel personaggio equanime ed equidistante che è adesso l’alta carica dello Stato e seconda carica della Repubblica, vicepresidente del Senato, che intonava, per tutti, gli insulti a Rita Levi Montalcini, quando Levi Montalcini votava per sostenere il Governo. Era una situazione in un certo senso affascinante, perché non si arriva a certi eccessi in teatro, di vedere un uomo come Schifani, seconda carica della Repubblica, Presidente del Senato, che guidava il coro di insulti contro il Premio Nobel Rita Levi Montalcini. Però devo dire che con il loro stile, che è veramente uno stile da gran signori – pensate a Gasparri, pensate a La Russa, pensate alla qualità straordinaria di Calderoli – cavolo se facevano opposizione! Non smettevano un istante! Non potevamo lavorare mai. Quelle poche buone idee che Prodi era riuscito a far arrivare fino al Senato si spezzavano sempre di fronte al fatto che loro impedivano che si potesse portare avanti il lavoro. Non si poteva lavorare. Non ho mai lavorato in due anni perché cominciavano a urlare alle nove del mattino, nel momento in cui Scalfari, Montalcini, Ciampi e tutti i Senatori a vita entravano in aula, sapendo che avrebbero votato dalle nove alle nove per il Governo, e finivano alle nove di sera, quando passavano i commessi a ritirare le cartacce perché gli orari prevedevano la chiusura del Senato. Era un Senato nel quale l’allora Presidente Marini ha evitato il librone del regolamento che gli è stato buttato dal Senatore Malan per uno scarto minimo, simile a quello di George Bush quando gli hanno tirato la scarpa. Questo accadeva: tiravano il volume angoloso, spigoloso e pesante del regolamento al Presidente di quella Camera, al Presidente del Senato!

Allora ecco tre fatti straordinari:

  1. Nessun illustre collega su nessun illustre giornale ha mai raccontato una giornata in Senato della Repubblica quando loro facevano opposizione. Di conseguenza non esiste memoria di come loro facevano opposizione.
  2. E’ vero che allora noi ci comportavamo con estrema accortezza, perché non dovevamo creare situazioni che potessero peggiorare la tremenda condizione, con un voto solo di maggioranza, con cui si trovava Prodi al Senato. E’ anche vero che ti consigliavano ogni volta di non intervenire neppure per far notare il linguaggio pazzesco che veniva utilizzato, soprattutto nei confronti delle persone più anziane. Io ricordo una sera indecorosa, saranno state le undici o mezzanotte, in cui non si poteva non votare perché altrimenti un Decreto sarebbe scaduto, in cui Rita Levi Montalcini si è alzata per andare in bagno, e ne è nato il commento dei Senatori della destra, molti dei quali sono adesso eminenti membri del Governo.
  3. Però la terza rivelazione è: se devi fare opposizione falla! Era volgare, perché sono volgari. Era orrenda, perché sono orrendi. Era indecente, perché sono indecenti. Era indecorosa e intollerante, perché sono indecorosi e intolleranti! Io adesso mi trovo in un Parlamento che sembra un chiostro. Tutti in silenzio… Ti alzi per parlare e shhhh, ti fanno cenno… “Giù! Giù! Giù… per carità! Se no fai il loro gioco!”. Fai il loro gioco… Loro, da quando sono stramaggioranza non parlano mai. Non intervengono mai, tranne la Lega, perché la Lega ha un carico di volgarità in più, e se non le scarica prima di sera stanno male…

Quando si è trattato di discutere delle Il chip RFID? Lo invocheremo a gran voce!, che è stato uno dei fatti più gravi della nostra Repubblica, in quell’occasione il Prefetto di Roma, Moscaricordiamocelo questo nome, perché ci sono anche i burocrati che vale la pena di ricordare, non soltanto quelli che si battono per la libertà nel giornalismo, nell’attività politica, nel volontariato. Ci sono anche i burocrati… – ha detto “No! Io le impronte digitali ai bambini rom non le prendo, non si fa!“. E ha detto anche le ragioni, che erano ovvie, elementari. Se non sei una carogna, le impronte digitali ai bambini non le prendi perché poi non li cerchi i bambini, non sono imputabili. Se non sono imputabili, tu aggravi la banca dati di dati che non ti serviranno mai, perché non ti metti a cercare un bambino di cinque anni, non ti metti a cercare un bambino di dodici anni. Fin dopo i quattordici anni non lo cerchi proprio, qualunque cosa sia accaduta, perché i bambini non sono imputabili. Bene, il Prefetto di Roma non si è dimesso. Il Prefetto di Roma è stato allontanato dal Ministro dell’Interno, Maroni. E’ il primo caso di Prefetto che ha perso il posto per ragioni politiche dopo il Fascismo. Non è stato raccontato!

E quando mi sono alzato alla Camera per dire che era la prima volta dopo il fascismo che un Prefetto perdeva il posto per ragioni politiche – perché non si è dimesso, è stato rimosso -, la risposta dell’avvocato Brigandì, avvocato in provincia di Bergamo, campione della Lega venuto da Messina – pensate che cosa non si fa per campare -, dopo il grande boato che hanno fatto, come fanno sempre, per iniziare il loro civile dibattito politico, è stata “faccia da culo“, e si è rimesso a sedere. Vi do un dato sull’intonazione politica e sul livello con il quale stiamo lavorando. Devo precisare che non presiedeva Fini, perché Fini non l’avrebbe lasciato passare, per dire le cose come sono. Gli altri quattro vice-presidenti invece lasciano passare di tutto pur di non fermare la loro gente, come dice il deputato Cota, capogruppo della Lega alla Camera. Dice: la nostra gente. Sì, ma se va bene per la nostra gente. Frase tipica che da inizio non alla xenofobia, ma al razzismo. La nostra gente vuol dire che c’è l’altra gente che non è la nostra gente. Frasi di questo genere vengono lasciate passare. In questo caso non c’è stato alcun intervento della Presidenza, che avrebbe dovuto censurare una frase non proprio parlamentare. Non ha importanza: la Lega si comporta sempre così, sapendo che può fare sempre così. §

Ma vi do una notizia, che anche questa i nostri colleghi della stampa non danno, e che troverete su Il Fatto. E’ perché gli altri a destra non parlano mai, non parlano più, non hanno niente da dire. Per questo vi posso dire: una caduta è cominciata!

Vorrei leggervi due paragrafi del New York Times dedicati al nostro uomo, cui si è accennato in un solo telegiornale, il TG3, e di cui nessuno ha approfondito i motivi delle critiche in essi contenuti, e che domani saranno già scomparsi. Sono due paragrafi di un editoriale piuttosto lungo, dedicato a Barack Obama. Il New York Times dice a Barack Obama “per favore prendi in mano il G8 perché altrimenti sarà un disastro“.

Ecco il primo: “L’inescusabile incapacità di pianificazione da parte dell’ospitante Governo italiano ha reso disorientati e deboli anche gli altri leader europei e mondiali che partecipano al G8. Per questa ragione la conferenza non ha alcuna speranza di successo, a meno che la leadership sia tolta all’Italia“. E per Italia si intende Berlusconi. Quindi non si sta parlando male del nostro paese, come si dice. Si sta dicendo al nostro paese: avete una bella disgrazia sulle spalle!

Secondo paragrafo: “La preparazione del G8 è stata assolutamente resa impossibile” – sentite come è bella questa espressione – “dalla puerile vecchiaia del Primo Ministro Berlusconi. Berlusconi ha usato la maggior parte delle sue energie politiche nel Lettera aperta a tutti gli imprenditori a quei giornali che hanno dato notizia delle donne che lui frequenta, e in particolare di quelle che hanno poca e pochi vestiti.”»

Antonio Padellaro: «E’ vero quello che ha detto prima Pancho Pardi. Adesso l’Italia è nelle nostre mani. E’ soltanto nelle nostre mani!»

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

8 risposte a Furio Colombo: una caduta è cominciata

  • 2
    monica
    Qui in Italia siamo messi veramente male!!!
    Un governo da schifo e un opposizione di cui vergognarci ancora di più!!!
    Non ho molta stima della stampa italiana ma anche quella americana non scherza!!! L’attacco a Berlusconi in occasione del G8 se lo potevano risparmiare x quanto mi riguarda i grandi leader potevano sprofondare nelle viscere della terra non li avrei certo rimpianti, l’unica cosa di buono di Berlusconi è che non è il solito lecca c**o degli USA e forse questo dà un pò fastidio!!! Altro che complotto della stampa di sinistra, la stampa italiana non è capace neppure di questo….e si vedono i risultati
    • 2.1
      monica
      rispetto il tuo parere, ma io sono convinta che sia necessario rivedere gli equilibri politici ed economici sul nostro povero pianeta, sinceramente delle manie di grandezza e potere degli USA a discapito del resto delle popolazioni ne ho le scatole piene.
       
    • 2.2
      Mark
       Be alla rai sicuramente no,
      pero le parole scaturite dall’utilizzatore finale sono in Italiano e si possono ascoltare su quel video a meno che la rai non faccia montaggi
      e le azioni prese con il governo Bush ancora le ricordo..
      Poi fra l’asse Putin Berlusca o Obama non so quale sia il male minore.
    • 2.3
      mark
      A Monica ma cosa ci dici?
       
      Non lo e’ forse adesso leccac**o degli USA
      che per caso ti sei gia dimenticata di Bush??
      L’unico presidente al mondo che ha eloggiato WB e’ stato Berlusca..
       
      Se non mi credi vatti a rivedere il video
       
       
       
       
       
    • 2.4
      monica
      preferisco pensare che il tuo sia un commento ironico…..se poi ti basi sull’informazione di RAI1 ……
      leggiti   ComeDonChisciotte – L’ ASSE BERLUSCONI – ENI – PUTIN NEL MIRINO DI OBAMA

       
  • 1
    Ciao Claudio, complimenti vivissimi!!Gran bel post, veramente un lavoro con i fiocchi.saluti
  • 0
    NISANGO
    Grazie Claudio!
  • -1
    kimbeghento
    Dai che ci siamo quasi…..

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Zibordi spara a zero sul Debito Pubblico!

Zibordi spara a zero sul debito pubblico Giovanni Zibordi, ospite di "Sovranità monetaria e sviluppo economico", incontro tenutosi a Milano il 14 dicembre 2017 e organizzato da Moneta Positiva insieme a Fabio Conditi, smonta la retorica del debito pubblico di modo che la capirebbe anche un bambino. Il debito pubblico...--> LEGGI TUTTO

Caso Moro: per la commissione parlamentare a scuola si studiano verità di comodo, costruite a tavolino.

Pietro Ratto - Cose che Moro Sapeva Non c’è che dire: il Complottismo sta decisamente prendendo piede. E da un paio di giorni risulta ufficialmente complottista persino la Commissione parlamentare d’inchiesta sul delitto Moro, presieduta da Giuseppe Fioroni e attiva dal 2014. Sì perché, con una relazione datata 13 dicembre,...--> LEGGI TUTTO

Ciao Salvo

Ciao Salvo Ciao Salvo, da lassù, o in qualunque altro posto tu ti trovi, adesso finalmente riuscirai a vedere ogni cosa per come davvero è....--> LEGGI TUTTO

Vaccini: perché la “scienza” va presa con le pinze – Guido Viale

Guido Viale - Vaccini - perché la scienza va presa con le pinze - Play Intervento di Guido Viale, sociologo industriale e saggista italiano, nato a Tokio. Costituzione, Comunità e Diritti - Torino, 19 novembre 2017 La mia relazione riguarda il rapporto tra vaccini, integrità e diritti della persona, visto dal punto di vista di un sociologo. Non...--> LEGGI TUTTO

Vaccini: la Corte Costituzionale boccia il ricorso della Regione Veneto

Corte Costituzionale La Corte Costituzionale boccia il ricorso della Regione Veneto sull'applicazione del Decreto Lorenzin riguardo all'obbligatorietà dei vaccini. Questo il testo diramato dall'ufficio stampa. Ufficio Stampa della Corte costituzionale Obbligo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro contro il Black Friday: l’apice della mondializzazione, come Halloween.

Diego Fusaro - Black Friday no grazie Analisi lucidissima e impietosa di Diego Fusaro sul Black Friday...GUARDA

L’ex capo di Stato Maggiore in Iraq: “Bush Jr e Berlusconi erano nella stessa loggia massonica, ma salvarono Nassiriya”.

NICOLO GEBBIA - L'invasione degli Ultra Massoni - Video Il Generale in pensione dell'Arma dei Carabinieri, Nicolò Gebbia, parla della pervasività delle infiltrazioni massoniche, a tutti i livelli, e rivela che persino durante la guerra del Golfo, la città di Nassiriya venne risparmiata grazie al fatto che Silvio Berlusconi e Bush jr. appartenevano alla stessa...GUARDA

Antonio Ingroia: “Fuori dai trattati, costi quel che costi”.

INGROIA - FUORI DAI TRATTATI - 1280 Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Antonio Ingroia e Giulietto Chiesa hanno presentato “Lista Del Popolo”, un’alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l’attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l’abolizione del Fiscal...GUARDA

Giulietto Chiesa: “La Mossa del Cavallo”

GIULIETTO CHIESA - LA MOSSA DEL CAVALLO Per Byoblu, da Roma, Eugenio Miccoli Oggi alla Camera dei Deputati, Giulietto Chiesa ha presentato "Lista Del Popolo", un'alleanza della società civile per il ripristino della sovranità nazionale, l'attuazione della Costituzione, la rinegoziazione o lo stralcio dei trattati europei, l'abolizione del Fiscal Compact,...GUARDA

Capocciate e Generali

Pappalardo Giornalisti OstiaGiornalisti che si prendono le capocciate dai capetti di Ostia... E Generali dell'Arma che se la prendono con i giornalisti che si prendono le capocciate... ...GUARDA

“Stretta di Putin sulla rete!”, ma i media non vi dicono che…

Stretta di Putin sulla rete Tutti i media denunciano la stretta di Putin sulla rete, ma di quello che varerà lunedì la Camera non vi dicono niente... (altro…)...GUARDA

Ecco chi sono gli europeisti “de coccio”, che vogliono gli Stati Uniti d’Europa subito.

STATI UNITI D EUROPA Ecco chi sono gli europeisti de coccio, che ancora adesso, ancora e sempre, nonostante tutto, e anche a queste condizioni attuali, continuano a volere a tutti costi gli Stati Uniti d'Europa. Le prossime elezioni politiche si giocheranno su questa battaglia esiziale. Mi piacerebbe...GUARDA

Il Generale Pappalardo contro tutti, anche in Tv.

pappalardo Dalla Vostra Parte Rete4 Il Generale Pappalardo contro tutti a "Dalla Vostra Parte", di Maurizio Belpietro, andato in onda stasera su Rete4....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>