INTERNET FOR GIULIANI

 

Mi trovo sulla A1, direzione Roma. Destinazione finale: L’Aquila. Questa sarà una settimana intensa e ricca di emozioni. Il progetto è semplice ma di quelli che ti mettono una certa adrenalina addosso: fare quello che il servizio pubblico non fa, ovvero realizzare un documentario su Giampaolo Giuliani.

Da quella tragica notte del 6 aprile scorso, le polemiche sulla possibilità di prevedere i terremoti non si sono mai placate. Quante vite potevano davvero essere salvate? Perché in fondo è questo, quello che ci interessa. Boschi, l’INGV, Giuliani, Bertolaso… sì, sì… tutto molto interessante. Ma quando gli Abruzzesi, e non solo loro, ritornano alle loro case, la sera, l’unica cosa che può placare l’ansia delle centinaia di madri e di padri di famiglia, dei tanti giovani ragazzi che non riescono più a studiare, degli anziani che non saprebbero neppure fuggire sulle loro gambe, sarebbe sapere che la comunità scientifica, il governo, le istituzioni e ogni singolo cittadino, tutti lavorano insieme, spalla a spalla, in un clima collaborativo per allargare un qualsiasi spiraglio di luce fino a illuminare flebilmente una minuscola via di uscita. Meglio uno stretto corridoio, un pertugio dal quale filtra un sottile filo di aria, che l’apatica totale assenza di qualsiasi tentativo. Meglio sapere che c’è chi lavora giorno e notte per inseguire anche una sola speranza, piuttosto che la rassegnazione di chi si trincera dietro a conoscenze che potrebbero già essere superate, pago di un titolo su una scrivania.

I cervelli italiani sono in fuga da anni, vittime di un meccanismo perverso fatto di nepotismo, di baronie, di ostilità accademica, di brevetti ed interessi economici che dettano l’agenda del progresso scientifico. Oggi abbiamo un ricercatore, un signore di cui si parla in tutto il mondo, che viene invitato nei congressi internazionali più prestigiosi, che a sue spese porta avanti da anni qualcosa di molto più di una speranza, una tecnica che ha già dato chiare evidenze di essere decisamente promettente. Un signore che potrebbe essere a un passo da una scoperta che, se confermata, potrebbe essere una vera e propria rivoluzione nel campo della prevedibilità dei terremoti. Una rivoluzione che porterebbe ad un sicuro stravolgimento dell’assetto accademico-istituzionale, delle baronie e delle contee economico-scientifiche, presidio di signorotti mummificati nella loro totale mancanza di entusiasmo, di voglia di mettersi in discussione, di riconsiderare per un’ultima volta, una sola volta ancora, il castello di incrollabili certezze che sono l’anticamera della morte sperimentale, la teocrazia scientifica suprema che parla per anatemi e verità teologali. Edison bruciò tonnellate di filamenti di ogni possibile materiale, dormendo giorno e notte su un tavolo di laboratorio, prima di accendere la prima lampadina ad incandescenza per un numero di ore sufficienti ad illuminare una nuova era.

A questo signore va data una possibilità. Lui se la sta prendendo, con gli strumenti che la grammatica e la sintassi scientifica gli mettono a disposizione. Noi possiamo aiutarlo. La rete può e deve dimostrare di sapersi sostituire al servizio pubblico. La volontà popolare deve essere rispettata. Altrimenti, come già accaduto in passato per altre celebri menti innovative, non sapremo mai se il tecnico ricercatore del Gran Sasso aveva ragione o aveva torto.

Il documentario sarà parte di un DVD, disponibile a settembre, che sarà diffuso ad un piccolo costo. Il ricavato delle offerte, tolte le spese di produzione, servirà a finanziare le attività del blog. Parafrasando USA FOR AFRICA, il celebre progetto musicale che ha raccolto fondi preziosi per il continente nero, riunendo in un unico disco le voci più belle della musica pop, questo DVD potrebbe chiamarsi INTERNET FOR GIULIANI, ma si accettano suggerimenti.

A riprova del fatto che sarà uno speciale realizzato dalla rete e per la rete, tutti quelli che sono interessati a includere o approfondire particolari tematiche, che saranno incluse nel documentario, sono invitati a discuterne tra i commenti a questo post.

Avete tempo solo fino a domani sera. Da mercoledì inizieranno le riprese!

  P.S. Tutti quelli che invieranno una donazione al blog (clicca qui per scoprire come), a partire da questa sera e fino all’inizio del montaggio – comunicherò successivamente la chiusura dell’iniziativa – includendo ove possibile la causale “SOSTENGO IL PROGETTO INTERNET FOR GIULIANI”, saranno esplicitamente  menzionati nel DVD come sponsor, insieme ad un eventuale link al loro sito web, da indicarsi tramite il modulo contatti.
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

59 risposte a INTERNET FOR GIULIANI

  • 39
    COMMENTO RIMOSSO PER VIOLAZIONE DELLE POLICY:
    Non sono consentiti:
    * messaggi non inerenti al post
    * messaggi privi di indirizzo email
    * messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
    * messaggi pubblicitari
    * messaggi con linguaggio offensivo
    * messaggi che contengono turpiloquio
    * messaggi con contenuto razzista o sessista
    * messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
     
     
  • 38
    fede78
    domanda per giuliani: è da un pò che sento che  date le similitudini con il terremoto del 700 dobbiamo aspettarci un altra forte scossa!!!!!! dobbiamo preoccuparci??
  • 37
    Ecco perché le cose vanno di male in peggio. Finché esisterà gentaglia bastarda come pierino.
     
    Superquark": le dieci strategie per ingannare il pubblico
     
     
     
    <object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/v/xMv9AK4XhZE&hl=it&fs=1&ap=%2526fmt%3D18"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/v/xMv9AK4XhZE&hl=it&fs=1&ap=%2526fmt%3D18&quot; type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>
    • 37.1
      pierluigi
      Come possono formarsi le scie chimiche?
      Recenti studi hanno dimostrato che è un processo molto semplice da attuarsi, specialmente d’inverno o d’estate, ma se volete, potete riprodurle anche in primavera o in autunno.
      In inverno, però la loro realizzazione è più facile: andate in montagna muniti di sci e cominciate a fare una discesa, non occorre essere degli esperti sciatori, l’essenziale è che durante la vostra esibizione, date libero sfogo all’aria intestinale. Ecco così che anche voi avrete prodotto una scia chimica!
      Al mare il procedimento è molto simile, forse un po’ più discreto, perchè si vedranno solo delle bollicine, mentre la scia, a meno che non siate dei campioni olimpionici, sarà difficile notarla.
      In primavera e in autunno, mentre fate jogging, dicono che siano una “mano santa” per la vostra salute, ma non per il naso di chi vi corre dietro!
      I portatori sani di “aerofagite cerebrale” sono dei fortunati, perchè possono essere sicuri che:
      l’11 settembre, chi andava a sbattere contro le torri non erano aerei guidati da terroristi islamici, e che le torri sono cadute perchè imbottite di esplosivo,
      che sulla luna non ci sono mai andati,
      che i cerchi nel grano sono stati prodotti da alieni,
      che la forma piramidale ha dei poteri davvero eclatanti, quasi miracolosi……..
      Oggi nella vasca da bagno ho cercato di riprodurre le scie, veramente micidiale!?!?
       
      Ecco perché le cose vanno di male in peggio. Finché esisterà gentaglia bastarda come ……..chi racconta queste storie.
       
    • 37.2
      FitTizio
      Caro Fighter,
      hai letto qua? Ce l’hanno con te e i tuoi amici…
      E’ vero che ricorrete a trucchetti sporchi per far sparire dalla rete (youtube in particolare) le voci di chi è convinto che siate dei volgari truffatori?
  • 36
    un passante
    mi scuso con gli entusiasti, ma un delle premesse di questo lavoro è indubbiamente falsa
     
    quella che i minacciati dal terremoto sarebbero più tranquilli se potessero sapere quando arriva il terremoto
     
    mi pare risibile, a L’Aquila sarebbe venuto giù tutto lo stesso
    la gente è tranquilla e dorme tranquilla se sa che la sua casa è un rifugio e non una trappola che viene giù in un attimo
     
    la previsione di cui si parla è poi approssimata alle settimane se non ai mesi, dati inutili e che non possono servire a evaquare intere regioni
     
    decisamente meglio indagare sulle costruizioni e farle in modo che non cadano, solo allora i terremoti smetteranno di fare paura
    • 36.1
      Saki
      Ecco! Questo ragionamento mi fa proprio innervosire!!!
      Scusami, ma il tuo pensiero è proprio quello che hanno fatto coloro che dovevano allarmarci (vedi Prefettura evacuata, vedi emanazione chiusura scuole, vedi riunione della commissione grandi rischi)! D’accordo la sicurezza viene dalla costruzione delle case, dalle norme rispettate e d’accordo L’Aquila sarebbe venuta giù lo stesso, ma dove sta scritto che non bisogna avvisare su un eventualità? Dove sta scritto che devono essere evacuate città intere, province intere ed ora addirittura regioni intere? Cos’è questa invenzione della città in preda ad un panico incontrollato, ad un isterismo bambinesco!!! ma dove??? ma cosa???
      Io da cittadino voglio essere informato per poter prendere una decisione consapevole, voglio ascoltare i vari pareri (anche G.Giuliani che è un ciarlatano), voglio valutare e semmai fregarmene.
      Da cittadino voglio (come dice anche un neurochirurgo Aquilano in questa intervista (anche solo dal min 5:50) http://www.youtube.com/watch?v=g-n73A9nYhc ) che la Protezione Civile mi dica che potrebbe esserci questa eventualità e che sarebbe stato meglio se avessi tenuto una torcia a portata di mano, i documenti, le chiavi e il telefonino carico sul comodino a fianco al letto, avrei voluto che mi avessero consigliato di non chiudere la porta a chiave, di lasciare i portoni spalancati, avrei voluto che mi fosse detto di fare il pieno all’auto di non parcheggiarla in garage o meglio ancora di tenere qualche coperta nel bagagliaio, magari una valigia già pronta, questo avrei voluto, cose semplici, nessun esodo di massa! Io ero lì quella sera, e se ci avessero dato questo semplice avviso, avrei passato la nottata all’aperto o non sarei ritornato proprio, e così avrebbero fatto centinaia di studenti e di Aquilani probabilmente altri invece se ne sarebbero fregati come nei mesi precedenti, ma tutto quà, senza panico.
      Invece? Invece, le autorità, i giornali “tranquillizzavano”! Si parlava di sciame sismico che stava dissipando la sua energia anzichè rilasciarla in un unica disastrosa scossa. Non si doveva allarmare il popolo inadeguato a pensare. Scusami ma questa cosa mi da proprio ai nervi!
       
    • 36.2
      pierluigi
      Sinceramente non capisco il tuo ragionamento!?!
      Non mi sembra di aver letto o sentito, in nessuna intervista, “che i minacciati dal terremoto sarebbero più tranquilli se potessero sapere quando arriva il terremoto”. Se sapessi con un certo anticipo, che mi capiterà tra capo e collo un terremoto, farò in modo tale di non restare, come minimo, chiuso in casa! Questo non significa essere più tranquilli, bensì consci del pericolo incombente e metterò in atto tutte le azioni possibili per evitare il dramma.
      Se poi la città vien giù, questo è un altro discorso!
      Vorrei ricordare che L’Aquila è la quarta volta che vien abbattuta dal terremoto!
      Altro passo che faccio fatica a capire, è il seguente”…la previsione di cui si parla è poi approssimata alle settimane se non ai mesi, dati inutili e che non possono servire a evaquare intere regioni…” ( evaquare è meglio scriverlo con la c), non credo che il non saperlo, invece, aiuti nello sgombro di regioni. (Perchè di intere regioni? Dovresti spiegarlo).
      Concordo con te quando dici”…decisamente meglio indagare sulle costruzioni e farle in modo che non cadano, solo allora i terremoti smetteranno di fare paura.”
      Ma al momento le costruzioni sono quelle che sono, e la gente vi ci abita. Se volessimo smettere immediatamente di aver paura del terremoto, dovremmo:
      a) comprare una nuova casa veramente antisismica, ma non tutti se lo possono permettere!
      b) oppure buttar giù e ricostruire mezza Italia, il che mi sembra poco praticabile!
«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>