I 15 miliardi dell’INAIL

 

L’INAIL è l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. Come ogni compagnia assicurativa che si rispetti, non muore di fame. Il suo bilancio annuale è in attivo di quasi 2 miliardi di euro. Le sue disponibilità liquide nel 2008 erano pari a 14.632.288.833 EUR.

I quasi 15 miliardi non servono a pagare stipendi, bonus e uffici: l’INAIL è in perfetta salute. I 15 miliardi, se necessario, vanno resi ai lavoratori. Sono stati pagati da loro, e devono servire a loro.

Mario Barbieri ha lavorato nel cantiere navale di Marina di Carrara per 27 anni, dal 1966 al 1992.

Aiutami a continuare a fare informazione libera
Nel cantiere si lavorava l’amianto. Mario si ammala nel 2002 e muore nel 2006. Muore di asbestosi. Nel frattempo, nel cantiere della morte si ammalano altri 36 operai. Si ammalano di asbestosi, mesotelioma pleurico e carcinoma polmonare, malattie terribili che non distruggono solo le loro vite, ma anche le loro famiglie. Secondo l’INAIL, non c’è nesso tra la malattia di Mario e le diverse mansioni che ha ricoperto nel tempo: addetto allo spostamento di lamiere sottoposte a sabbiature, distruzione di materiale di fibro-amianto e magazzino.
Se sparisce il nesso, come per magia non c’è liquidazione del danno. Forza, aiutiamo l’INAIL a ritrovare il nesso perduto.

Dal post “I prossimi a morire“, pubblicato su byoblu.com il 12 aprile 2009: «L’amianto è un minerale fibroso, i cui filamenti sono così leggeri da restare in sospensione nell’aria per molto tempo, e sono così piccoli da avere un diametro inferiore a quello che le nostre vie respiratorie sono in grado di filtrare. Basta inalarne uno, uno solo. Poi, non resta che aspettare. Le patologie connesse si sviluppano anche dopo venti o trent’anni. Si chiamano asbestosi, mesotelioma, carcinoma polmonare, e sono tutte mortali.»

Lo sappiamo noi, e non lo sa l’INAIL? L’unico nesso che non vedo è tra le finalità dichiarate dell’istituto tutelare il lavoratore contro i danni derivanti da infortuni e malattie professionali causati dalla attività lavorativa – e i suoi 15 miliardi di cassa. Delle due l’una: o l’INAIL chiede troppi soldi alle aziende, elevando il costo del lavoro senza una reale necessità, oppure lucra sulla pelle dei lavoratori, evitando di risarcire chi ha perso la vita come Mario.

Ridate ai lavoratori il loro tesoretto. Così saranno liberi di investirlo in misure di sicurezza, oppure di spenderselo tutto andando a puttane. In ogni caso, non c’è nessun motivo perché resti in tasca a voi.

Pubblico la lettera di Federica Barbieri, figlia di Mario.

MI SENTO TRADITA DALLO STATO


Lettera di Federica Barbieri

Mio padre, Mario Barbieri, ha svolto attività continuativa per 27 anni (dal 1966 al 1992) nel Cantiere Navale di Marina di Carrara (MS), dove si lavorava l’amianto. In funzione di questo sono stati riconosciuti benefici previdenziali fino all’84 a tutte le figure professionali con curriculum di continuità nell’azienda.
Nel 2002 a Mio Padre viene riconosciuta un’insufficienza respiratoria e una TAC evidenzia una situazione molto grave. Viene ricoverato all’ospedale San Bartolomeo di Sarzana (SP) e successivamente viene affidato alla famiglia, perchè non esistono strutture ospedaliere attrezzate, un’ossigeno-terapia di 24 ore e una ventilazione meccanica notturna per aiutare mio padre a compensare una disumana insufficenza respiratoria. Per l’ospedale di Sarzana mio padre sarebbe stato morto da tempo.

Facciamo causa all’INAIL di Carrara (MS) per il riconoscimento della malattia ma con esito negativo, ci opponiamo chiedendo il riconoscimento giudiziale e il diritto alla rendita per la malattia professionale.

L’INAIL contesta l’esposizione a rischio. La causa viene discussa e nel luglio 2006 il giudice condanna l’INAIL di Carrara a costituire e liquidare una rendita per asbestosi polmonare, grado invalidante 80%. Mio padre purtroppo muore nel novembre 2006 causa: coma carbonarcotico e ,come scritto nell’atto nosologico , ASBESTOSI. Altri 36 operai di questo cantiere nel frattempo si ammalano di asbestosi e mesotelioma pleurico e carcinoma polmonare, lasciando famiglie distrutte data anche la sofferente patologia. Ad alcuni e’ stato riconosciuto il prepensionamento, ad altri il rischio ad atri ancora nulla.

A gennaio 2007 l’INAIL versa alla mia famiglia, composta 3 figli e la moglie di Mario, gli arretrati e la reversibilità mensile ma subito dopo fa appello dicendo che non c’e nesso fra la malattia e l’esposizione al cantiere, date le diverse mansioni che ha svolto mio padre: addetto manovre gru, addetto allo spostamento di lamiere sottoposte a sabbiature, distruzione di materiale di fibro-amianto e magazzino. Il giudice di Genova accetta e noi perdiamo la causa. Tutto questo senza richiedere ulteriori verifiche o indagini ambientali…..NULLA! Ci arriva una lettera di richiesta restituzione all’INAIL di quanto ci avevano riconosciuto, più gli interessi legali, più le spese, entro 30gg, rifiutandoci anche una rateizzazione.

Ora l’INAIL di Carrara ,dopo numerose richeste, ha accettato questa rateizzazione in 36 rate più gli interessi legali del 2,5%… parliamo di una somma pari a 100.000 euro circa. Non siamo ancora andati a firmare per accettare questa rateizzazione, in quanto non nascondiamo le nostre perplessità al riguardo. E’ come se accettassimo di perdere.

Abbiamo deciso di andare in Cassazione a Roma, ma i tempi sono lunghi e il terzo grado di giudizio non ci permette di aggiungere atti o prove. Ho consegnato la documentazione ad una ricercatrice scientifica dell’ Università di Pisa, la dottoressa Elena Bacci, e la conclusione della sua perizia mi certifica ancora che mio padre e’ morto a causa dell’amianto!

Il direttore dell’INAIL di Carrara, Dr. Carmine Cervo, ha il potere di rinunciare all’appello di questa causa assurda, il che mi permetterebbe di avere riconosciuta finalmente la malattia professionale e rendere così giustizia alla morte di mio padre. Inoltre, ha il potere di decidere di aspettare il giudizio della Cassazione per richiedere il rimborso. Mi ha contattato dicendomi di essere assai dispiaciuto dagli eventi e mi sembra una persona con un’anima e abbastanza disponibile. Nonostante sia stata l’INAIL a fare appello, basterebbe che leggesse attentamente questa storia come quella di tutti gli altri operai del Cantiere Navale e si mettesse per un attimo nei loro e nei nostri panni in quanto familiari per capire che non ha veramente senso questa battaglia legale, perché l’asbestosi è una malattia professionale riconosciuta che si prende solo lavorando l’amianto.

Ho ascoltato in una trasmissione le parole del ministro del Lavoro, Damiano: l’INAIL accumula ogni anno quasi 2 miliardi di euro! Mi chiedo se il compito istituzionale dell’INAIL sia quello di rispondere alle necessità di riconoscimento di infortuni e malattie professionali dei lavoratori e di pagare rendite ed indennizzi, oltre che di operare per la prevenzione oppure se il suo compito sia quello di riconoscere il meno possibile, indennizzare il meno possibile, accumulare il più possibile.

Per aiutarmi in questa protesta vi chiedo di mandare un vostro parere o la vostra disapprovazione a uno o più dei seguenti indirizzi:

carrara@inail.it
segr.ministro@lavoro.gov.it
DGTutelaLavoro@lavoro.gov.it

e, per conoscenza, a byoblu@byoblu.com.

Vi ringrazio anticipatamente per ogni vostro pensiero

Federica Barbieri

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a I 15 miliardi dell’INAIL

  • 3
    Rebel

    Pensate che il picco del mesotelioma pleurico ci sarà attorno al 2025. Ha un periodo di incubazione che può arrivare fino a 50 anni. Eppure,non per fare il solito qualunquista, anche con questo materiale, potevamo stare “sicuri”. Era indistruttibile. Era buono.. Come l’azt, la chemioterapia, il PVC per le bevande, l’OGM, i vaccini.. State tranquilli che ci sono gli studiosi che controllano.. Cosa dovrebbe avere da perdere un figlio che si vede crepare il padre come un cane soffocato e un ente che invece di tutelarci ci uccide due volte? Io sono pieno, non ne posso piu’.. Quando si svegliano i Carabinieri e le forze di Polizia? 

  • 2
    pisiu posiu

    Effettivamente non è poi così difficile trovare il nesso causale tra esposizione pluriannuale all’amianto, ed una patologia ad esso fortemente correlata.

    L’ epidemiologia potrebbe forse dare questo nesso all’INAIL , ma l’INAIL penso che stia facendo orecchie da mercante.

    In una parola… DISDICEVOLE

  • 1
    alessia 82

    salve a tutti, ho letto la lettera scritta su byoblu a riguardo del padre di Federica e quando mi tovo davanti a queste notizie mi trovo veramente sconcertata e mi ergogno di far parte di questa pagliacciata chiamata Italia. Ma ci rendiamo conto che ormai pur di non dare alle persone  propri diritti i nostri enti nacondono la testa sotto la sabbia davanti ad una cosa che accomuna tutta la povera gente che è stata e che è tuttora a contatto con l’esposizione all’amianto e a tutti gli altri componenti tossici? Davanti a perizie mediche comunque cose accertate  messe su nero e bianco davanti alla morte alla famigla infranta dal dolore negargli una vita dignitosa con quello che gli spettava econimicamente ma la cosa più grande negare che il proprio caro abbia perso la vita di quella malattia è una cosa inaccettabil. mi domando come chi dando un responso di questo tipo abbia ancorail coraggio di guardarsi allo specchio con dignità perchè a que livelli è davvero inesistente. comunque faccio i miei più sinceri auguri a Federica che riesca a vincere questa battaglia per giustizia verso il padre per la sua famiglia e se stessa per ci si trova nella sa stessa situazione e per tutti gli operai che non ci sono più e per quelli che possono acora salvarsi.

    CIAO FEDERICA IN BOCCA AL LUPO

  • 0
    uruk-hai

    L’ennesima dimostrazione dello squallore di questa società d’affari chiamata italia.

    È bene ricordare che l’INAIL è in parte proprietaria della Banca d’Italia (che è una banca privata), più precisamente detiene 2.000 quote per 8 voti che le conferiscono circa lo 0,7% della proprietà. L’INPS invece ne possiede il 5% e si sa che anche l’INPS non è un esempio di correttezza nei confronti dei cittadini.

    Più precisamente abbiamo:

    PARTECIPANTE                                                     QUOTE   VOTI
    Intesa Sanpaolo S.p.A. ………………………………….. 30,3%     50
    UniCredito Italiano S.p.A. ……………………………….. 22,1%     50
    Assicurazioni Generali S.p.A. …………………………….. 6,3%     42
    Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. …………………. 6,2%     41
    INPS ……………………………………………………………… 5,0%     34
    Banca Carige S.p.A. …………………………………………. 4,0%     27
    Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. …………………….. 2,8%     21
    Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. ………………. 2,5%     19
    Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. ………… 2,1%     16
    Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. ……. 2,0%     16
    INAIL …………………………………………………………….. 0,7%       8

    Sul sito della Banca d’Italia trovate le tabelle di riferimento. Per i non pratici di come si ricavano le % sopra riportate ricordo che basta dividere le quote dell’ente interessato per le quote totali e moltiplicare il risultato per 100; es. per l’Inail: (2.000/300.000) x 100= 0,7%.

    Notoriamente le banche non sono un esempio di umanità, altruismo e giustizia, percui è facile arrivare alla vera natura di questi enti, cioè la speculazione. Con 15 miliardi di attivo quante cose per la sicurezza sul lavoro si potrebbero finanziare?

  • -1
    sofiaastori

    Gentile Federica,

    anch’io trovo naturale ritenere che la causa di malattia di suo padre sia stata la presenza di quelle polveri nell’ambiente di lavoro; ricordo un programma ben fatto in tv che parlò esaudientemente della lunga catena di malattie e disperazione che susseguì dopo alcuni anni dalla comparsa dell’amianto nelle industrie. Tra le vittime, ci furono persino le mogli il cui unico contatto si limitava al lavaggio della tuta sporca  o le cameriere della mensa…

    Mi chiedo quali motivazioni abbiano addotto per confutare una tale ovvietà.

    Non so se sia necessario ma potrebbe rivolgersi ai dottori Gatti e Montanari per una perizia. Claudio potrebbe spiegarle come lavorano da anni proprio sulle nanopatologie: sono riusciti a dimostrare la concentrazione, nei tessuti malati, di particelle inorganiche arrivando a “fotografare” quest’ultime fin dentro le singole cellule.

    A loro si rivolgono i soldati reduci dalla guerra nei Balcani (ricorda le malattie da uranio impoverito?) per ottenere il riconoscimento dallo Stato della loro invalidità.

    Spero di esserle stata d’aiuto. Le auguro sinceramente di riuscire ad ottenere giustizia. Con affetto, Sofia.

     

     

     

  • -2
    brandanino

    ho appena inviato una lettera agli indirizzi da lei segnalatemi, la abbraccio forte ci faccia sapere la eventuali novità sul caso….

  • -3
    ant1988

    Io ho inviato un e-mail a l’Inail di Carrara con questo testo:
    Salve a tutti voi Vi scrivo al riguardo di Federica Barbieri,vedendo la lettera esposta su http://www.byoblu.com , ho pensato bene di mandarVi un e-mail, io penso che dobbiate un prepensionamento perché io abito vicino alla Breda e tutti gli operai sanno che l’amianto è cancerogeno.
    Un saluto Coniglio Antonio
    speriamo bene

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

I vaccini in discussione al Senato, per Youtube, non sono adatti alle famiglie! Siamo all’apoteosi del ridicolo!

Youtube - Vaccini Senato - Restricted - Modalità con restrizioni - thumbCaso mai non sapeste cos'è la modalità "con restrizioni" di Youtube, ve lo spiego in due parole. Per venire incontro alle preferenze degli inserzionisti, che adorano i bimbiminkia che bestemmiano mentre fanno saltare le cervella dei nemici nell'ultimo gioco horror, oppure scherzi telefonici volgari e di cattivo gusto, oppure poveri dementi...--> LEGGI TUTTO

UE: test gender ai nostri ragazzi nei licei. E NON sono anonimi!

liceo Nievo Gender L'Unione Europea avrebbe un progetto in corso per testare i nostri ragazzi su tematiche matematico-sessuali (quale attinenza abbiano le due branche del sapere, forse, si può spiegare argomentando che il Kamasutra in fondo è un testo di geometria). Questo progetto consta della somministrazione di test contenenti affermazioni come:...--> LEGGI TUTTO

Lucia Annunziata e il fallimento al contrario del M5S

Lucia Annunziata Lucia Annunziata, conduttrice di In Mezz'ora su Rai Tre e direttrice dell'Huffington Post, risponde alla mia analisi dei dati sulle elezioni comunali 2017. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Hanno radiato quest’uomo. Io invece lo voglio Ministro della Salute! Dario Miedico

Dario Miedico - Ministro della Salute - Play Questo è Dario Miedico, il medico radiato ieri dall'Ordine dei Medici. A questo mondo dove un Ordine farisaico, una casta medioevale si permette di radiare un uomo che parla in questo modo, io rispondo dicendo senza mezzi termini che voglio quest'uomo Ministro della Salute subito! E la Lorenzin...--> LEGGI TUTTO

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ivan Cavicci vs Virologo Pregliasco Ordine dei Medici Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell'Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l'emblema dell'atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>