Il guanto di Michael Jackson

 

 Ventisette centesimi al giorno. Tanto vale la vita di 178 milioni di bambini nel mondo, malnutriti, affamati, rachitici. Diciamocelo, fanno impressione. A nessuno piace guardarli. Ci ricordano quanto valgono le nostre parole, e cioè poco meno di niente. Certo, non è mica colpa nostra. Certo, non possiamo mica fare tutto da soli. Certo, ci sarà qualcuno che se ne occupa. Io cosa ci posso fare… I più cinici e razionali attribuiscono tutto alle leggi di natura e alla globalizzazione. I più sensibili si fanno sfuggire una lacrimuccia, poi si danno appuntamento con i primi alla macchinetta del caffè e spendono i loro 40 centesimi a testa. L’equivalente del pasto quotidiano di tre bambini.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Il guanto di Michael Jackson è stato venduto all’asta, per 350 mila dollari. Vuoi mettere… l’aveva indossato quando, nel lontano 1983, eseguì per la prima volta il suo celebre passo di danza: il Moonwalk. Inclusa la commissione, Hoffman Ma l’ha pagato 420 mila dollari. La sua giacca, quella del Bad tour, invece è stata battuta per 225 mila dollari, 270 mila dollari con la commissione, e per 22 mila dollari qualcuno si è aggiudicato il cappello fedora (27.500 con commissione).
Settecentodiciassettemilacinquecento dollari usati per  traslocare una giacca, un guanto e un cappello, tre oggetti il cui valore naturale è molto prossimo allo zero assoluto. Linda Derogene, una donna di New York evidentemente non molto benestante, ha dichiarato che sarebbe stata disposta a spendere anche 5 mila dollari per comprare qualsiasi cosa fosse appartenuta all’idolo della sua vita. Qualsiasi, anche un paio di mutande usate. Evidentemente le flatulenze di un raffinato ballerino emettono striature color oro.

Con 717.500 dollari, soldi che a Hoffman Ma e compari non sembrano servire un granché, si nutrono 4.914 bambini per un anno. Certo, ma allora anche gli stipendi dei calciatori, un milione di euro a Bonolis per fare Sanremo, l’anello del papa, quindicimila euro a Sgarbi per ogni ospitata in televisione, le pellicce, cento euro per un videogioco, cinquanta per bocca e culo…
Sì, certo. Anche tutte queste cose.

Forse, se anziché pagare in euro pagassimo in EBSequivalente bambini salvati, la nostra percezione di cosa ha davvero valore cambierebbe.

Fate la prova, una settimana soltanto. Dividete il prezzo di ciò che pagate per 27 centesimi e avrete il numero di bambini che anche oggi non moriranno di fame.

Vi aiuto io.

Euro EBS bambini salvati
1 3,7 quasi quattro
2 7,4 sette e mezzo
3 11,1 undici
4 14,8 quindici
5 18,5 diciotto e mezzo
10 37,0 trentasette
20 74,0 settantaquattro
50 185,0 centottantacinque
100 370,0 trecentosettanta
200 740,0 settecentoquaranta
500 1.851,0 milleottocentocinquantuno
1.000 3.703,0 tremilasettecentotre
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

31 risposte a Il guanto di Michael Jackson

  • 20
    n00d

    mi ha scosso un pò questo post. forse dovremo sentirci tutti coinvolti in prima persona.

  • 19
    beppe

    Che tristezza.

  • 18

    Sono un fan di Michael Jackson, però non avrei mai speso una cifra simile per quel guanto…

    Comunque, il discorso dovrebbe essere più in generale. Pensa a tutti quegli imbecilli che comprano abiti firmati pur non avendone la possibilità. La cosa più brutta è sapere che molte cose che indossiamo sono state prodotte sfruttando i bambini(vedi Cina).

    Rabbrividisce leggere che si può salvare un bambino con soli 27 centesimi, ma nonostante ciò nessuno fa niente… Che mondo schifoso!!!

  • 17
    topo.ruggente

    420.000$ col guanto, potrebbe entrare nella birra delle scimmie (guinnes dei primati) come la prostituta piú esosa al mondo.

  • 16
    Gab

    Perchè non lo diciamo al Vaticano che i soldi finalmente cel’ha in abbondanza???

  • 15
    L0cutus

    Ella ha scritto :
    Se un coltivatore diretto non ha la facolta’, al termine del raccolto, di conservare i propri semi dovra’ sempre ricomprarli anno dopo anno, e quasi sempre indebitarsi per questo, sicche’ il ciclo della poverta’ non si spezzera’ mai.  

    la stessa cosa che succede da noi con i fertilizzanti, diserbanti, defoglianti e quant’altro, abbiamo le terre sempre piu’ sterili e giu’ a spendere per ste schifezze chimiche delle quali oramai siamo dipendenti, cercate “permacultura” e strabiliatevi :-)

     

  • 14
    uluc

    accidenti, il video mi ha fatto rabbrividire.

    quello del fanatismo spinto è un fenomeno che proprio non riesco a comprendere. applicato poi alle aste, senza pensare di devolvere tutti quei soldi in beneficienza seria mi sembra una barbarie.

    a proposito, immagino che il vaccino/bufala nei paesi degli ultimi del mondo non abbia fatto capolino

  • 13
    Ella

    laurix ha scritto :
    Mi viene da pensare a quanto possa costare il vertice FAO (l’ultimo a Roma) per poi, alla fine, non concludere mai nulla! Perchè quei soldi non si utilizzano per risolvere questi problemi, ma non dando da mangiare ma insegnando a questi popoli a come si coltiva il riso o il grano o altro e poi a fare il cibo per i bambini e per loro stessi!

     

    Uno dei maggiori problemi non e’ che questi popoli non sappiano coltivare riso e grano, e’ che per ottenere sussidi vengono obbligati dai loro governi ad acquistare partite di sementi geneticamente modificate e coperte da brevetto  perche’ questi sono gli accordi che le grandi compagnie produttrici di tali sementi (e DuPont-Monsanto e’ una delle principali) hanno stipulato con i politici del luogo.

    Se un coltivatore diretto non ha la facolta’, al termine del raccolto, di conservare i propri semi dovra’ sempre ricomprarli anno dopo anno, e quasi sempre indebitarsi per questo, sicche’ il ciclo della poverta’ non si spezzera’ mai.

     

  • 12
    L0cutus

    la triste realta’ imho e’ che non e’ una cosa risolvibile da noi singoli, ma solo a livello politico/internazionale, ma come si sa, sta bene a tutti che sti ‘poveri bifolchi’ restino nella poverta’ piu’ immonda perche’ sono semplicemente un ottimo bacino di lavoro a bassissimo prezzo e ottima discarica per rifiuti tossici (e petrolio a basso prezzo probabilmente).

    Lo scoglio piu’ grosso e’ far arrivare direttamente i soldi a chi realmente ha bisogno e non dispersi in 1000 rivoli di associazioni varie e piu’ o meno serie.

    A quel punto, sicuramente chiunque darebbe il suo contributo piu’ che volentieri, tirar fuori 100 euro l’anno per una causa simile ESSENDO SICURI che vadano al 100% a destinazione, ma se da una parte ci sarebbe il supporto per i primi soccorsi e la fame, dovrebbe esserci pari pari dall’altro lato un intervento per creare le infrastrutture per l’auto sostentamento degli stessi paesi, altrimenti sarebbe comunque un intervento inutile.

    Pensavo ad un articolo di pochi mesi fa in cui si diceva che i cellulari sono piu’ diffusi in africa che da noi per il semplice motivo che li hanno degli pseudo conti correnti nelle sim stesse e i pagamenti li effettuano proprio con il cellulare, a quel punto, perche’ invece di ‘computer per tutti’ non si istituisce un ‘cellulare per tutti’ con numeri dedicata i (es. che iniziano per 505 (SOS in morse)) gestiti a livello mondiale da una qualche associazione no profit, la quale li distribuisce a chi li richiede cosiche’ sia possibile ‘ricaricarli’ e vederne il saldo da chi li richiede ?

    Non mi sembra un’operazione ad altissimo costo considerati i costi di un cellulare gsm di fascia bassissima non trovate ?

    • 12.1
      teleabuso

      Hai ragione L0cutus, ma sappiamo come funziona il sistema della FAO. Se le persone di cuore e generose (sicuramente tante!) sborsassero 100 euro l’anno, la fame non diminuirrebbe di certo, anzi aumenterebbe. Più affamati ci sono, più le 100 euro l’anno si moltiplicherebbero, e non certo per aiutare ad eliminare la fame nel mondo. Se ne guarderebbero bene dal farlo i dententori dell’industria multinazionale della solidarietà! Crescite et multiplicamini et replete terram. È il miracolo del fattore economico, rispetto al quale Gesù, con la sua misera moltiplicazione di pani e pesci, resta un vero principiante.

  • 11
    L0cutus

    uruk-hai ha scritto :
    I passi da fare sono di riappropriarci come cittadini delle nostre istituzioni e assieme agli altri paesi introdurre da noi una decrescita felice e sostenibile, poi iniziare ad esportare la vera democrazia con tecnologia delle comunicazioni e non con i carri armati, i droni radiocomandati e le bombe a grappolo. Non è una visione utopistica, basta che ognuno di noi inizi ad assumersi le proprie responsabilità di cittadino, nel quotidiano e così facendo si gettano le basi per una società responsabile e informata che poi potrebbe realmente aiutare chi sta peggio di noi.

    Nel mio piccolo gia’ lo sto facendo, cerco di consumare il meno possibile, sfrutto le cose fino al loro ‘sfinimento’, auto compresa, consumo cose locali, la mia fortuna sono anche i genitori con l’orto, ma pure io mi sto documentando e voglio imparare un po’ di ‘ortocultura’, gia’ ho idea di prendere un paio di ovaiole per le uova fresche, e si fottano le multinazionali & c. !

     

  • 10
    Ciro

    Stupendo articolo, complimenti!!

  • 9
    beppe

    claudio, scusa la fonte dei 0,27€/die?

    Vorrei fare 2 calcoli per i fatti miei e quel dato (e altri) mi servirebbero. Grazie.

  • 8
    Claudio.farna

    Possiamo fare molto eccome invece!

    Basta smettere di consumare..di spendere soldi in caxxate di cui non abbiamo bisogno…      basterebbe questo e tra 50 anni tutti staremmo meglio (nostri nipoti almeno…).

     

  • 7
    Ella

    Claudio quello che si vede e’ l’effetto di 150 anni di politica coloniale di matrice prevalentemente anglosassone.

    Gli Inglesi sono stati gli iniziatori di questo bel sistema che vede i colonizzatori invadere, imporre una cultura  straniera e indesiderata e sfruttare a piu’ non posso le risorse dei loro ospiti.

    Gli inglesi sono quelli che hanno diviso l’Iraq per loro convenienza, ed hanno creato una situazione insostenibile per le popolazioni autoctone.

    Gli inglesi sono quelli che hanno stravolto la geografia del Medio Oriente e l’hanno reso invivibile.

    Gli inglesi sono quelli che hanno creato dissidi all’interno dell’India, di Ceylon e che hanno fatto barricare la Cina per 50 anni.

    Tutto questo senza neanche cominciare a parlare dell’Africa.

    Per chi non lo sa, in Congo c’e’ la guerra civile per il controllo dei “giacimenti” di coltan, e li’ donne e bambini vengono regolarmente violentati e ammazzati allo scopo di impedire che nuovi, promettenti territori vangano ripopolati:

    http://www.disinformazione.it/coltan.htm

    Il coltan e’ un minerale adoperato nelle fabbricazione dei telefoni cellulari, e forse si potrebbero salvare piu’ bambini smettendo di acquistare un dispositivo che ha come scopo principale quello di fare sentire fico chi lo tiene perennemente incollato all’orecchio.

    • 7.1
      Lorenzo1911

      Qui negli UK questi discorsi li fanno a continuazione. Provo a risponderti riportando cosa rispondono (grossolanamente):

      >> Gli Inglesi sono stati gli iniziatori di questo bel sistema che vede i colonizzatori invadere, imporre una cultura  straniera e indesiderata e sfruttare a piu’ non posso le risorse dei loro ospiti. >> Hanno anche costruito infrastrutture, introdotto leggi, hanno fatto anche del bene, insomma. In molte ex colonie ci sono grossi gruppi di persone che vorrebbero ritornare a far parte dell’ “impero inglese”

      >> Gli inglesi sono quelli che hanno stravolto la geografia del Medio Oriente e l’hanno reso invivibile. >> Sono sempre stati “stravolti”, e non furono solo gli inglesi a decidere la geo-politica del posto

      >> Gli inglesi sono quelli che hanno creato dissidi all’interno dell’India, di Ceylon e che hanno fatto barricare la Cina per 50 anni. >> Hanno anche unito l’India e costruito infrastrutture ancora utilizzate. Grazie al network di ferrovie, l’India fu cosi’ unita

      Lorenzo

  • 6
    Ella

    @Lorenzo:

    Non so tu come veda la faccenda personalmente, ma il fatto e’ che io quando dico colonialismo “prevalentemente anglosassone” non intendo limitarmi agli inglesi. Belgi, francesi e portoghesi hanno causato altrettante sventure  ovunque siano approdati, cio’ non di meno sono stati gli inglesi a ufficializzare e legittimizzare  il colonialismo fino a sbandierarlo  come “pratica culturale”.

    Se io abito in un paesello nelle montagne dove l’inverno arriva presto, e tu invece a qualche kilometro da me in una fertile vallata, in una casupola modesta senza servizi, e io vengo a casa tua, non invitato, e ti installo un gabinetto in un un angolo ma poi ti faccio razzia nell’orto ancora florido e produttivo, e semino discordia nella tua famiglia, tu mi sei grato che ti ho creato “infrastrutture”?

  • 5
    Rebel

    “certo non è colpa nostra”?? CERTO CHE E’ COLPA NOSTRA!! Vi piace mangiare carne? Vi piace la SUV? Vi piace l’aria condizionata? Vi piace fare i viaggetti e portare i vostri culi bianchi nei mari tropicali? Sapete a spese di chi lo fate? Direte voi, e che c’entra questo con la fame nel mondo? La soia transgenica per abbuffare gli animali da dove arriva? Mato grosso (brasile); Romania, etc. L’olio di colza e di palma per friggere le nostre m**date, da dove arriva? I minerali per fare LE NOSTRE m**dose auto a combustione interna da dove arrivano? I diamanti di de beers da dove arrivano?! PORKAp****nAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    • 5.1
      uruk-hai

      @Rebel

      Hai ragione, senza contare poi da dove arriva l’uranio per far funzionare le centrali nucleari europee tanto care al signor Berlusconi…

  • 4
    laurix

    Mi viene da pensare a quanto possa costare il vertice FAO (l’ultimo a Roma) per poi, alla fine, non concludere mai nulla! Perchè quei soldi non si utilizzano per risolvere questi problemi, ma non dando da mangiare ma insegnando a questi popoli a come si coltiva il riso o il grano o altro e poi a fare il cibo per i bambini e per loro stessi!

  • 3
    alf

    parlando per me, se ne avessi la possibilità andrei di persona a far del bene a questi popoli, senza alcun intermediario.

    Mi raccontava una cara amica che ha visitato una missione in africa, tenuta da un missionario di un ordine religioso, che le ha raccontato come agisce in quella zona  una organizzazione “umanitaria” molto conosciuta. Mi è rimasta impressa la scena che le  ha raccontato e cioe’ il vedere arrivare al villagio con diversi fuoristrada, portare delle sedie a rotelle, far indossare ai bambini le magliette con il logo, scattare le foto, riprendersi le magliette e le sedioline, e poi ripartire

    Questo e’ il motivo per cui ho fortissime titubanze a dare soldi a persone terze di cui non mi fido per niente

  • 2
    Etto

    pensando che i governi han fatto guadagnare 10 miliardi di euro alle industrie farmaceutiche per vaccini contro L INFLUENZA !!!!!!! ma cavolo quale sarà la prossima c**zata per guadagnarci?? vaccinazione contro il raffreddore ??? il raffreddore ovino ?? che si genererà dalle pecore che scoreggiano e ci attaccano una nuova varietà di raffreddore, non mortale, ma che scatenerà una pandemia a cui tutti dobbiamo vaccinarci “per stare sicuri??” ma vaff***ulo 

  • 1
    uruk-hai

    I soldi seppur necessari possono ben poco contro ciò che succede nei paesi arretrati. Non finirò mai di dirlo e nessuno finora è riuscito a farmi cambiare idea sul fatto che la soluzione arriva portando a questi popoli cultura e informazione.

    Con la cultura li si rende autosufficenti e con l’informazione li si rende consapevoli delle proprie scelte. Guardate noi italiani che balzo indietro abbiamo fatto in soli 15 anni di egemonia dell’informazione e notate il livello culturale di chi è sempre pronto ad offendere, insultare e aggredire.

    Il parametro EBS di Messora è geniale nella sua semplicità, con un semplice calcolo da terza elementare ti da subito la dimensione del valore di qualcosa, badate bene si parla di valore e non di prezzo.

    Se anche nei paesi cosiddetti industrializzati facessero vedere più immagini reali (video e documentari) della guerra, degli scempi ecologici che stanno facendo le multinazionali in tutto il mondo fino ad arrivare a casa nostra per mostrare cosa può provocare un incidente stradale facendo vedere le vittime sfigurate ancora vive, le persone avrebbero un diverso atteggiamento nei confronti della vita in generale e più sensibilità nelle proprie scelte.

    Perchè da noi si dice che far vedere i morti e le stragi di guerra non è appropriato perchè urtano la nostra sensibilità quando un bambino africano o medio orientale non ha scelta nel veder esplodere i corpi dei propri genitori o viceversa?

    Questa è la nostra ipocrisia di benestanti, in fondo sappiamo che siamo noi la causa indiretta dei bambini morti ma la neghiamo con tutte le forze, perchè ogni volta che andiamo in auto al supermercato e compriamo una banana sappiamo bene che dietro c’è una multinazionale che depreda un territorio per dare a noi schiavi consumatori il prodotto a noi tanto caro.

    La scelta per salvare quei bambini non è donare loro 27 cent. per sempre, ma avere il coraggio d’ammettere che il nostro attuale stile di vita è al di sopra della naturale tolleranza, quindi smascherare i colpevoli dell’economia consumistica e iniziare a non essere più loro complici.

    I passi da fare sono di riappropriarci come cittadini delle nostre istituzioni e assieme agli altri paesi introdurre da noi una decrescita felice e sostenibile, poi iniziare ad esportare la vera democrazia con tecnologia delle comunicazioni e non con i carri armati, i droni radiocomandati e le bombe a grappolo.

    Non è una visione utopistica, basta che ognuno di noi inizi ad assumersi le proprie responsabilità di cittadino, nel quotidiano e così facendo si gettano le basi per una società responsabile e informata che poi potrebbe realmente aiutare chi sta peggio di noi.

  • 0
    Nune

    sí. tristezza.

    Ma anche se non é compito di un singolo, molto possiamo fare apoggiando le organizzazioni che per davvero aiutano. con 25 euro al mese puoi aiutare un bambino a distanza e alla sua comunitá nel cosídetto “sud del mondo”. Alla fine, 25 euro sono solo 5 o 6 pacchi di sigarette, oppure un capuccino al giorno durante un mese, oppure un paio di abiti cinesi di bassa qualitá che compri al mercato ogni settimana per sola vanitá…

    Ci sono dei gruppi seri e fidevoli che aiutano, ma, cosí come accade con tutte le cose al mondo, devi darti il compito di agire per fare qualcosa. Non possiamo aspettare che i governi facciano… é evidente che, allo stato attuale delle cose, l’uomo  ha perso il suo valore di esser umano ed é diventto solo un consumatore di prodotti e mensogne. Quindi, il compito resta a noi… con le singole goccie si riempi un bicchiere.

    Grazie Claudio.

  • -1

    beppe ha scritto :
    niente fonti?

    Scusa… il poco tempo: http://www.savethechildren.it/2003/comunicati.asp?id=655

  • -2
    thomas

    La colpa di tutto è delle banche ragazzi, sono loro le vere responsabili di tutto, sono loro che hanno il potere delle guerre e della pace assieme a qualche multinazionale, i politici sono degli stracci che si fanno usare e che lasciano fare di tutto alle banche.

  • -3
    claudiorossi

    Ottima idea quella dell’ EBS, utilizziamola piu’ spesso. C’e’ anche un’altra considerazione da fare su questo argomento: Gli ultimi due governi della Repubblica italiana, (Prodoni e Berluscodi) hanno stanziato 13 miliardi di Euro (quarantotto miliardi di EBS) per comprare dagli Stati Uniti 131 cacciabombardieri di totale inutilita’ (se non per i venditori). Questo come deferente omaggio al padron Bush. Ancora: se si rinunciasse a TRE ORE di spese militari nel mondo, si raddoppierebbe il bilancio dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanita’). Cosa dire? Follia del genere umano o cattiveria e menefreghismo di chi ha il potere?

  • -4
    gisco

    la colpa è di chi permette queste cose.

    e noi dovremmo usare di più il cervello!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Curarsi con la cannabis? In farmacia costa troppo, e in Sicilia parte l’autoproduzione.

Cannabis SativaHa quasi 35 anni e quando ha scoperto di essere malato di sclerosi multipla ne aveva 23. Per continuare coi numeri: sono 12 anni che Alessandro Raudino, operatore sociosanitario di Siracusa, combatte con la malattia. E quattro anni da quando ha fondato l'associazione Cannabis cura Sicilia: 170 soci, adesso azzerati...--> LEGGI TUTTO

Il complotto di tutti i complotti.

ventotene il complotto di tutti i complotti Questo è il Manifesto di Ventotene, incensato su larga scala da tutti i politici come il pilastro fondante dell'Unione Europea, come simbolo di democrazia e di libertà. La prova provata che tutto quello che denunciamo da anni è vero. Il complotto di tutti i complotti. La teorizzazione...--> LEGGI TUTTO

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>