No B. Day MIlano

Stream videos at Ustream

Sto raggiungendo il centro di Milano. Appena il setup sarà completo, faremo una diretta da piazza Fontana.

Gli aggiornamenti sul canale Twitter e sulla pagina Facebook.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

11 risposte a No B. Day MIlano

  • 7
    gpacchia

    l’unico commento, più che motivato, e ampiamente nel tema è quello di Nordio.

    I magistrati devono essere come i Carabinieri, i poliziotti e la finanza. ASSOLUTAMENTE APOLITICI, NON ISCRITTI E NE SIMPATIZZANTI DI NESSUN PARTITO O CORRENTE POLITICA.

    Poi se da noi c’è il male assoluto da combattere allora essi si sentono in dovere di travalicare certi limiti senza averne nessun titolo, anzi……………

    il discorso dell’estroflesso vale anche per certi elementi magistrati che tutto fanno meno che il loro lavoro.

    la maggior parte della gente questo l’ha capito.

    voi ancora no.  e alle prossime elezioni la disfatta sarà maggiore.

  • 6
    bepps

    IL VIOLA: LUTTO DEI PREGIUDIZI

    Il 5 dicembre 2009 a Roma muoiono, in un genocidio di gioia e allegria, le convinzioni ideologiche e politiche di una generazione vecchia e polverosa che annega in un fiume debole e diffuso di persone qualunque.

    Presente in questa manifestazione spontanea, nata su internet con chiari intenti apartitici e politici, posso certificare che gli unici errori, commessi in questo evento ben riuscito, sono attribuibili ai miei pregiudizi e a quelli di chi come me non si è fatto pervadere dal primo istante dal vero messaggio di questa dimostrazione pubblica.

    La mia non totale consapevoleza sale su un pullman di facce e nomi sconosciuti, eccezion fatta per gli amici venuti con me, che prendono posto in maniera composta e mai imbarazzata per affrontare il viaggio Torino-Roma. I primi discorsi tra gli occupanti si sviluppano dopo un paio d’ore di tragitto, tra quelle persone circa dieci anni più grandi di quei ventenni che popolano il pullman. Discorsi generali fra persone simili nei modi e nel vestire, tra cui però due risaltano per la loro diversità. Sono due gemelli che portano capelli molto corti e ordinati, vestiti  curati, viola dalla testa ai piedi e hanno un modo di parlare di politica che ostenta i luoghi comuni dell’attuale situazione Italiana. Diciamo che sono due note stonate, ma inserite a tempo, in un sound che non segue il solito trend da “manifestazione”. Continuo ad osservare questi due tipi e c’è poco da fare: sono due sbirri! Scusate l’uso di quest’ultimo termine, è chiaro che un mestiere non può identificare qualcosa di diverso. Mi preoccupo di questa mia intuizione e parlando con altre persone a bordo concretizzo che questa ipotesi è da molti condivisa e più reale di quanto immaginassi. Così decido di parlarne, in una sosta all’autogrill, con Marco uno degli organizzatori del nostro pullman. Rimango imbambolato quando con molta serenità questo ragazzo, mio coetaneo, vicino ad un orinatoio replica la mia notizia dicendo: «E che problema c’è, non stiamo andando a fare nulla di male».

    Manca una mezz’ora all’arrivo e rifletto su ciò che mi ha detto Marco…

    Che problema c’è? Be lui… lui… sta lavorando. Sì sta lavorando. Allora c’è poco da preoccuparsi, posso solo pensare: beato lui che un lavoro lo ha.

    Tra le mille foto che questi due operai dell’ordine in borghese ci scattano, pur non avendo scambiato molte parole con loro, mi rendo conto che ci stanno aiutando a scrivere con vernice bianca su telo viola la frase: LA POLITICA VA FATTA CON LE MANI PULITE. Ed è osservando quella scena che una certa consapevolezza si fa spazio in me. Infatti sarà proprio quando tireremo su questo striscione, con accanto un poliziotto, che partirà accidentalmente un colpo di pistola che colpirà e ucciderà il mio pregiudizio. Ho scattato anch’io delle foto in cui compaiono i volti di questi due gemelli, che non divulgherò per rispettare il loro lavoro, forse meno eccitante di quanto immaginassero, e ringraziarli dell’impegno.

    Che tu sia un travestito (molto di moda in questi mesi), un poliziotto in borghese o in uniforme, un rappresentante politico, un manifestante ingenuo con la bandiera del Che Guevara, un signore con cartello che riporta la scritta MENO MALE CHE GIANFRANCO C’È, uno studente spaventato da un futuro in Italia, se impugnavi un’agenda rossa o la bandiera del tuo partito… eravamo tutti lì a far morire vecchi sistemi e pregiudizi, senza fiori nei cannoni o spranghe di legno, ma nati da internet e con un colore appresso: il viola.

    6/12/2009, Torino, Giuseppe Vinci

  • 5
    uruk-hai


    Alberto ha scritto :
    A proposito la bandiera viola che cos’è? Non è politica? Chi l’ha inventata? A già, il popolo della rete, dimenticavo. Forse un supplemento d’indagine non guasterebbe, ma non è questa la sede giusta, vero?

    Io intendo la politica attuale, interamente basata su un sistema intrecciato di corruzione, criminalità organizzata, massoneria, influenze di multinazionali e banche, che investe tutti i patriti esistenti. È un sistema talmente ingarbugliato e diffuso in tutte le istituzioni e nell’industria per cui il primo che cede fa cadere tutti gli altri come le tessere di un domino.

    Se sei a conoscenza di cosa c’è dietro la bandiera viola illuminami. Se mi fornisci prove che sia una macchinazione da parte di qualcuno dei politici attuali sarò il primo a criticarla completamente. Per quel che ho potuto capire io i vari politici come Di Pietro hanno solo fatto una figuraccia da parassita succhia-popolarità facendo intendere più volte che la manifestazione era sua, salvo poi frettolosamente ribadire che è nata dalla rete senza influenze politiche (nel senso non organizzata dai partiti esistenti). Poi è ovvio che criticando la politica, la stessa manifestazione ha origini e intenti politici.

    • 5.1
      Alberto

      Sui contenuti siamo tutti d’accordo, almeno spero, se no non saremmo qui.

      Io ero a P.zza Fontana sabato pomeriggio ed ho apprezzato quasi tutti gli interventi, e soprattutto il clima da “vaff***ulo” liberatorio senza però dimenticare che una volta liberati da alì-babà e i 40 ladroni ce ne sono altri 4.000 a capo di altri 40.000 e così via, senza distinzione di razza, di sesso, di religione, di appartenenza politica (la Costituzione interpretata dalla mafia).

      Quel che osservo è che per un tiranno cresciuto a Milano e sostenuto da mezza Milano c’è stata una disparità di numeri con Roma impressionante.

      In TV da tempo non si vedeva altro che DiPietro a proclamare passi indietro mentre sventolava il fazzoletto viola, mentre di Milano non si è saputo nulla. Neppure il sito degli organizzatori si trovava facilmente coi motori di ricerca, eppure la grafica era perfetta.

      Questi indizi mi fanno sospettare lo zampino di esperti, Casaleggio e associati tanto per non fare nomi, che hanno “intonato” la rete senza apparire.

      Qui ci sono maggiori dettagli: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=40312

      Comunque va bene anche così, è stato un fatto importante in un momento strategicamente perfetto (altro indizio). A fin di bene questo e altro, ma non facciamoci troppe illusioni che non finisca come un “mani pulite 2” (nella migliore delle ipotesi).

      Se la rete prendesse corpo veramente, dal vaso di pandora potrebbe uscire veramente di tutto, da oscurare perfino la fama di berlusconi e associati.

  • 4
    giunano

    DA Berlino nella prima agenzia che dava la notizia degli arresti mafiosi di mafiosi è stato detto che Giancarlo Nichi (credo si chiami così,quello arrestato a palermo)era il

    “piciotto”di fiducia”di Mangano di Mangano,a poco di qui essere contento il cavagliere.Logicamente dopo questa prima notizia d’agenzia dei rapporti con Mangano non se ne è sntito più nulla ma sono sicuro che nei prossimi giorni qualcuno (per esmpio Travaglio,o i suoi colleghi del FATTO QUOTIDIANO)ci darà delle delucidazioni e allora ci sarà da ridere,caro il nostro cavagliere.

          auf wieder sehen da Berlino

  • 3
    fzstor

    il progetto come fai rilevare tu non esiste
    il No B day, spacciata per grande novità, in realtà non aggiunge nulla che già non sapessimo riguardo alla politica italiana: l’opposizione si basa sull’antiberlusconismo e spera di eliminare il Cavaliere con l’aiuto delle toghe rosse. E Silvio avrà sempre buon gioco nel mantenere dalla sua la maggioranza del paese

    <a href="http://socialeanimale.blogspot.com/2009/12/spatuzza-e-il-no-b-day-la-strana.html">Spatuzza e il No-B Day : la strana alleanza contro Berlusconi</a>

  • 2
    uruk-hai

    Per quanto mi abbia fatto piacere vedere tanta gente muoversi per un giusto motivo etico/morale, mi rimane la convinzione che esprimevo anche prima della manifestazione: finchè in queste manifestazioni comparirà anche una sola bandiera politica o sindacale, come è successo anche ieri, vuol dire che non si è ancora capito il vero problema, cioè che tutta la politca è corrotta e che c’è un intero sistema da spazzare via. Sentirsi vicino a un partito vuol dire essere lontani dalla soluzione che non può essere altro che il riappropriarsi da parte dei cittadini delle istituzioni, non più tramite deleghe a chi è in politica ora, ma direttamente mediante le liste civiche e i movimenti dei cittadini.

    Finchè ci sarà anche una sola bandiera di partito saremo sempre lontani dalla soluzione del problema.

    • 2.1
      Alberto

      A proposito la bandiera viola che cos’è? Non è politica? Chi l’ha inventata?

      A già, il popolo della rete, dimenticavo. Forse un supplemento d’indagine non guasterebbe, ma non è questa la sede giusta, vero?

    • 2.2
      Iantha

      Hai ragione nel dire che c’è corruzione ovunque in Italia e che va fatta tabula rasa di tutto per ricominciare dall’inizio.

      Io penso che tabula rasa si dovrebbe fare a tutti i sistemi politici del mondo, perchè non è solo il nostro a essere corrotto e marcio.

      Se le cose devono cambiare davvero come destino vuole, e la scintilla di questo vero cambiamento ha origine da noi propagandosi fino alle altre nazioni ben venga, saremo noi a dare l’esempio.

      Come dice questo sito che vi cito:

      http://www.disinformazione.it/questo_e_il_potere.htm

      dove dice testualmente :

      “Eccovi i nomi e cognomi del Potere, chi sono, dove stanno, cosa fanno. Così li potrete riconoscere e saprete chi realmente oggi decide come viviamo. Così evitate di dedicare tutto il vostro tempo a contrastare le marionette del Potere, e mi riferisco a Berlusconi, Gelli, Napolitano, D’Alema, i ministri della Repubblica, la Casta e le mafie regionali. Così non avrete più quell’imbarazzo nelle discussioni, quando chi ascolta chiede “Sì, ma chi è il Sistema esattamente?”, e vi toccava di rispondere le vaghezze come “le multinazionali… l’Impero… i politici…”. Qui ci sono i nomi e i cognomi, quindi, dopo avervi raccontato dove nacque il Potere (‘Ecco come morimmo’, paolobarnard.info), ora l’attualità del Potere. Tuttavia è necessaria una premessa assai breve.”

      Leggete leggete e rifletteteci su.

  • 1
    fedu

    Grandissimi…. eravamo li in piazza Fontana….

    Internet è il nuovo potere della popolazione!

    L’unico modo per fare upload d’informazione!

    • 1.1

      io al no-b-day c’ero ma a quello di roma, e sono appena tornato. Un fiume di gente enorme, un onda viola pacifica, tutti e 500.000 a chiedere berlusconi dimettiti. Non servirà un arresto di vecchi mafiosi storici ad orologeria per convincere l’opinione pubblica che mister B non é stato connivente con la mafia in passato

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>