L’esperimento del dottor B.

 

Prima o poi doveva accadere, ed è successo. La strada dell’evoluzione passa attraverso incroci occasionali. Alcuni danno vita a creature che non hanno la benché minima possibilità di sopravvivere: aborti della natura, scherzi genetici accartocciati dal destino e gettati nei rifiuti della storia. Altri creano raccapriccianti ibridi che per qualche tempo, complici le situazioni ambientali, riescono a riprodursi, addirittura a prosperare, se le condizioni sono favorevoli. In rare occasioni, si produce una caratteristica nuova, vincente, che avvia una nuova specie, una razza che prende il sopravvento sulle altre e, lentamente, le sostituisce.

La politica, si sa, è il laboratorio genetico più sofisticato e alacre del mondo. Ogni giorno avvocati ghediniformi e baffuti inciuciatori agitano provette e scaldano alambicchi per studiare inedite forme di compromesso, nuovi soprendenti organismi in grado di secernere consenso e abbarbicarsi a una poltrona come il baco da seta si suggella nel bozzolo.
In occasione delle regionali, però, devono avere esagerato: qualcosa è andato storto e la situazione è sfuggito di mano. Nel caveau della biblioteca del Senato, dove si conducono esperimenti di fusioni programmatiche considerate impossibili nel sentire comune, per una spiacevole fatalità Di Pietro e Berlusconi si sono venuti a trovare nella stessa cabina di teletrasporto, progettata per saltare di palo in frasca durante i talk show, confondendo il telespettatore – Sallusti ha già compiuto diversi cicli terapeutici e i risultati si vedono: risponde Roma per Toma, così come Capezzone, Nicola Porro e molti altri ancora.

La creatura che si è andata ricomponendo nella seconda cabina ha terrorizzato Gianni Letta, che non ha avuto il coraggio di aprire l’oblò. Ribosomi e mitocondri giustizialisti si sono mescolati a cromosomi e anticorpi garantisti. In uno dei due corpi deformi, il braccio della legge si è avventato al collo del corruttore, mentre nell’altro è comparsa una vistosa voglia di compromesso che ha ricoperto per intero l’addome. Sembra che neppure Bertolaso, disturbato al Salaria Village mentre si faceva massaggiare la cervicale con un preservativo arrotolato, sia riuscito a rimediare alla catastrofe, separando il materiale genetico e purificando i due organismi per riportarli alla condizione originale.

I primi, devastanti effetti di questo incidente hanno iniziato a riempire le pagine dei giornali. Di Pietro ha appoggiato candidature come quella di Vincenzo De Luca in Campania, rinviato a giudizio per truffa ai danni dello stato e falso. Berlusconi, viceversa, ha iniziato a straparlare: “via gli indagati dalle liste“, “fuori dai partiti chi commette reati“. Non è chiaro se chi fa leggi incostituzionali e adpersonam per sfuggire ai processi possa viceversa restare nei partiti o addirittura ricoprire incarichi istituzionali.

Al momento non si può ancora prevedere se Berlusconi, o quel che ne resta, dopo avere fatto scuola perfino con un vecchio amico come il primo ministro turco Erdogan che ne ha emulato le gestachiedendo al pubblico di boicattore i giornali del gruppo Dogan, e successivamente infliggendo a quest’ultimo una multa che lo ha messo in ginocchio, smembrando la stampa che ancora non controllava – possa da un momento all’altro spingersi addirittura a difendere la libertà della rete dall’attacco mortale del Decreto Romani, elogiando l’informazione indipendente a discapito delle sue televisioni.

In previsione di questa eventualità sembra che Piersilvio, il figlio del premier, e Gianni Letta in persona stiano cercando di convincerlo a mettere la testa sotto una pressa, magari quella delle rotative del Giornale del fratello Paolo.

Diffondi “MR.PRESIDENT, HELP THE INTERNET IN ITALY!” sul tuo blog


Iscriviti al gruppo su facebook.(*)

(*) in quanto pericoloso terrorista

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

12 risposte a L’esperimento del dottor B.

  • 7
    Gabriele

    sofiaastori ha scritto :
    va bene, Gabriele, continua così nel frattempo io mi adopero a modo mio, in attesa che facciate piazza pulita a 360°. Non c’è solo De Luca che stona.Inutile nascondere che, quando è nata, Idv era piena di gaglioffi in assoluta armonia con l’andazzo generale. Alle europee, io votai Zanoni e si è visto come è andata a finire.Non ho nessuna intenzione di sospettare di Di Pietro ma mi sono sempre chiesta perché non si rendeva conto da chi era circondato. Forse è il caso che qualcuno di più accorto lo sostituisca.  

    Ognuno si adopera come può. Io personalmente sto cercando di radunare più persone possibile sotto l’insegna dell ‘IDV per cercare di cambiare le cose sul territorio e anche all’ interno del partito. Mi rendo conto benissimo cosa è oggi la politica dei partiti e purtroppo l’IDV non ne è esente, anche se in maniera molto inferiore rispetto agli altri partiti. Di una cosa sono certo: i simpatizzanti e la base dell’ IDV è composta da gente informata, che cerca di ragionare con la propria testa,non di cechi segugi che accettano qualunque nefandezza del proprio partito senza metterne mai in discussione le scelte, il PD ne è un esempio. Però mi rendo anche conto che un semplice movimento di protesta difficilmente riuscirà a cambiare lo stato di cose, se ne è accorto persino Beppe Grilllo che è entrato in politica con le sue liste, contraddicendo quello che ha sempre sostenuto, cioè la lotta contro la politica dei partiti!! Insomma se ci riduciamo a biasimare ogni scelta politica, anche se non la condividiamo, le nostre battaglie non troveranno mai spazio nel marasma dell’informazione Italiana.
    Un appunto sulla battaglia “Internet libero”: ne condivido pienamente i presupposti, ma penso che  bisognerebbe contemporaneamente puntare a dare la possibilità a tutti di connettersi ad internet, cosa oggi preclusa a tantissimi cittadini italiani, Questa battaglia sulla difesa della libertà di informare via internet mi sembra un po’ ristretta rispetto alla vera questione: 100% dell’ Italia devi potersi connettere, a prescindere dalle scelte economiche di chi gestisce la rete, cioè Telecom.

  • 6

    Io sono dispiaciuto per l’appoggio a De Luca, ma continuerò a sostenere Di Pietro perchè mi ha convinto che non si poteva fare altrimenti. Aspetto solo che IDV faccia venire meno il suo appoggio in caso di condanna. B. non lo considero neanche. E’ il risultato della mediocrità della massa.

  • 5
    alsalto

    Sparito finalmente lo sponsor IDV dal tuo sito.

    Grandissimo Claudio, ora si, Byoblu l’informazione libera.

    Meglio i pastiglioni dimagranti come sponsor che la politica dalle proprieta’ anti stipsi.

    Francesco

     

    • 5.1
      alsalto

      Quanto scrivi lo ingnoravo. Questo comporta dunque il fatto che in futuro potremmo vedere un banner del PD…PDL…sulle tue pagine? (in effetti e’ accaduto di vedere la pubblicita’ del pdl tra gli annunci di google sui tuoi video).

      E lasciati pizzicare un poco che fa bene, ti viene un bel colorito sanguigno!

      La stima che ho del tuo lavoro e’ sincera, il mio atteggiamento fastidioso idem.

      Preferisco passare (od essere) stronzo piuttosto che idolatrare, consapevole che quanto possa o meno srivere io lascia il tempo che trova, e’ trascurabile.

      Le parole son solo parole, i fatti son altra cosa, questo lo insegni tu mi pare. Non si puo’ vincere alcuna battaglia nascosti dietro ad una tastiera.

      Perche’ mai debbo scrivre sempre simili fregnacce non me lo spiego proprio, insomma insultami che magari mi fa bene a darmi una svegliata!

    • 5.2

      Ho detto svariate volte che il banner non era altro che un contratto pubblicitario. che tra l’altro non è ancora finito (è sparito per errore, in seguito ad alcune modifiche). Non comporta nessun affiliazione, nessun contatto, nessuna imposizione o influenza, come credo di avere tra l’altro anche dimostrato.

  • 4
    topo.ruggente

    Scusa, ma se una persona con le fattezze di Hitler difendeva la pura razza ariana, Mr. B. non può difendere gli onesti?

    Altra spiegazione potrebbe essere che vista la virulenza dell’opposizione mostrata dal PD, Mr. B. si stia facendo un po’ di opposizione da solo, tanto per tenersi in allenamento.

  • 3
    Pedro

    Claudio scusami, ma Di Pietro in Calabria appoggia Callipo, non Loiero. http://www.calabria.antoniodipietro.it/?p=3477

     

  • 2
    gabriele

    Ciao,

    condivido con ta scelta sbagliata di appoggiare un candidato del PD in Campania, soprattutto perchè indagato, pero’ mi sarebbe piaciuto da parte tua anche una piccola descrizione di cosa è stato il congresso dell’ IDV (ci siamo incontrati lì): a parte i discorsi, tra i quali il più apprezzato è stato senza dubbio quello della Alfano, la gente che rappresentava il territorio, la base, è stata la vera protagonista. Io, come molti delegati presenti, ho conosciuto tantissime persone serie, volenterose, che fa politica senza interesse se non quello di cercare ognuno nel proprio territorio di cambiare le cose. Sinceramente sono rimasto mlto sopreso ed incoraggiato nel costatare che esiste un’ Italia positva, altruista e attiva che vuole fare una politica nuova. Italia dei Valori non è tutto rose e fiori ma la base del partito rappresenta  è il miglior auspicio per lottare contro un sistema marcio. Noi non ci arrendiamo, anzi contro la vecchia politica cercheremo di far prevalere la bontà delle nostre idee all’ interno del partito.
    P.S.
    Per contestare un partito bisogna farne parte e lavorare per migliorarlo, sono rimasto stupito nel venire a conoscenza che Barbato (che presentava la mozione antagonista a Di Pietro, ritirata sul fil di lana) e De Magistris (che non ha avuto il coraggio neanche di presentarla) non sono neanche tesserati all’ IDV: e allora noi che combattiamo tutti i giorni sul territorio? Noi che per far avvicinare la gente alle nostre proteste e alle nostre battaglie togliamo tempo al nostro lavoro e alle nostre famiglie? Noi siamo IDV.

    • 2.1
      sofiaastori

      va bene, Gabriele, continua così

      nel frattempo io mi adopero a modo mio, in attesa che facciate piazza pulita a 360°. Non c’è solo De Luca che stona.Inutile nascondere che, quando è nata, Idv era piena di gaglioffi in assoluta armonia con l’andazzo generale. Alle europee, io votai Zanoni e si è visto come è andata a finire.Non ho nessuna intenzione di sospettare di Di Pietro ma mi sono sempre chiesta perché non si rendeva conto da chi era circondato.

      Forse è il caso che qualcuno di più accorto lo sostituisca.

       

  • 1
    sofiaastori

    Scusa Claudio, anch’io avrei una piccola precisazione da fare: De Luca ha già subito una condanna in primo grado per un processo anteriore a quelli già discussi (da un articolo di Marco Travaglio ne “Il fatto” di mercoledì 17 febbraio).

    @ alsalto: non ho mai nascosto la mia contrarietà alla scelta di De Luca ma, ti prego, fai attenzione a non cercare d’influenzare Claudio con questi complimenti…loapprezziamo proprio perché è una mente libera, giusto?

    • 1.1
      alsalto

      Gentile @sofiaastori, temo che noi si chieda a Claudio la medesima cosa, ossia di non vestire una posizione politica ma di informare, indagare in maniera libera.

      Come puoi mai l’informazione essere libera se inquinata da un’appartenenza politica dichiarata? Ben sappiamo che ogniuno di noi ha il proprio orientamento, io stesso ammetto da anarchico di esser di parte, ma qui non e’ questo che ci interessa, qui cio’ che interessa sono i fatti.

      Cordialmente

      Francesco Bianco

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>