La verità sul caso Mediaset – Travaglio


Tre giorni fa titolavo “Mediaset censura Travaglio“. Il giorno dopo Piovono Rane indagava presso Google, e otteneva spiegazioni sommarie che ribaltavano la responsabilità su un perito nominato dal tribunale, incaricato di rimuovere i contenuti contestati da Mediaset nella causa civile intentata contro YouTube.
Oggi Beppe rilancia sul suo blog.

Ci siamo lasciati con la promessa di approfondire, e mi sono attivato. Procediamo con ordine.


 

I video che vengono reclamati dai detentori del copyright, legittimamente o meno, non vengono rimossi da YouTube. In compenso, il portalone di videosharing mette a disposizione un meccanismo di rimozione indipendente che gli editori possono utilizzare in piena autonomia per oscurare i contenuti che ritengono lesivi dei loro diritti.
Come funziona? Semplice: l’editore paga una squadra di amanuensi (il nostro perito dovrebbe averne circa una decina) che spulciano tra i video del tubo a caccia di video sospetti. Quando ne incrociano uno, non fanno altro che inserirlo – tramite un apposito bottone invisibile a noi comuni mortali – nel sistema di individuazione di materiale pirata che passa sotto al nome di CONTENT ID.

Una volta che un video viene così reclamato, non solo vengono identificati in automatico tutti i video di contenuto sostanzialmente analogo, ma anche quelli che lo includono solo parzialmente. La parte lesa, a questo punto, ha facoltà di decidere quale comportamento debba assumere il sistema quando identifica un video che, a insindacabile giudizio dell’editore stesso e senza nessun altro tipo di verifica, gli appartiene. Può decidere di fare in modo che i suoi contenuti generino profitti (tramite l’inserimento in automatico di pubblicità), può usarli per generare statistiche di utilizzo (per esempio per campionare il suo pubblico estraendo informazioni circa la loro età, il sesso e così via) oppure, come nel nostro caso, può scegliere di rimuovere il contenuto identificato e bloccare ogni upload (caricamento) dello stesso materiale video, sia pure su canali differenti o incluso in maniera parziale. Al proprietario del canale ove risiedeva il video viene inviata una notifica, dove si comunica che – almeno in teoria – è possibile effettuare un reclamo per opporsi alla segnalazione, come ha fatto Casaleggio Associati per il video di Travaglio.

Uno degli editori che ha diritto di vita o di morte sul lavoro di migliaia di videoblogger è, per l’appunto, Mediaset, ed esattamente in questi giorni ha messo al lavoro una squadra, capitanata dal nostro perito, che sta identificando e rimuovendo con certosina pazienza tutti e soli gli spezzoni del Grande Fratello.

La versione ufficiale vuole che la puntata di Passaparola intitolata  “I Bertoladri” sia stata identificata dal perito Mediaset per errore. Come è possibile sbagliare così grossolanamente? Semplice: per cercare e identificare le puntate del Grande Fratello che quotidianamente vengono caricate, la squadra di cecchini specializzati passa al setaccio le classifiche che mostrano i video più popolari, dove – in quanto puttanate inguardabili – è molto probabile che stazionino gli spezzoni dei reality show. Il problema è che spesso, straniero in terra straniera, in quelle lande aliene staziona anche uno smarrito Marco travaglio con il suo Passaparola. Dopo una sterminata sequela di click sul pulsante “identifica video” – o come si chiama – è umanamente comprensibile che basti un tremolio della mano che imbraccia il mouse, o una piccola distrazione dovuta alla stanchezza e alla noia,  per cliccare sul contenuto adiacente a quello che si voleva contrassegnare.

Click. <==> Il contenuto fa Puff. <==> La censura è servita.

La totale discrezionalità con la quale agli editori è concesso di appropriarsi di qualsiasi cosa, senza neppure tentare una procedura di mediazione con l’utente proprietario del canale, la dice lunga sull’arroganza dell’industria e sul potere intimidatorio delle cause civili intentate, in questo paese come in Spagna, dal gruppo Mediaset. Il Decreto Romani vuole elevare anche i videoblogger al rango di editori video, ma a questo carico aggiuntivo di oneri sospetto che non vi sia alcun onore, o nuovo diritto, a fare da contraltare. Un canale YouTube ben avviato, con migliaia di iscritti, può essere il frutto di anni di lavoro. Perché l’errore di un perito annoiato e distratto deve prevalere sul rispetto che si deve a ogni cittadino indistintamente? Non sarebbe meglio avviare un processo di colloquio con il creatore del canale, dove prima di rimuovere il contenuto gli si offre la possibilità di dimostrare che esso non viola alcun copyright?

In questo caso è finita bene, ma probabilmente Casaleggio Associati dispone anche di un numero di telefono da comporre per accellerare le pratiche di reclamo. Non oso immaginare cosa succederebbe al videoblog della casalinga di Voghera: sono a centinaia i video che quotidianamente spariscono da YouTube, molti dei quali apparentemente contengono materiale originale che non viola nessun diritto.

Siamo sicuri che lo strapotere degli editori non non generi nessuna forma di abuso?

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

19 risposte a La verità sul caso Mediaset – Travaglio

  • 2

    Dimenticavo, grazie per la spiegazione Claudio.

  • 1
    Rem

    Purtroppo gli abusi sono la  norma,dici bene,nel caso di Grillo e Travaglio cozzano muro contro muro,in quanto ad organizzazioni e capacita’ di far valere i propri diritti,gli altri utenti invece subiscono…..,ce ne sono di conosciuti e simpatici come Serafino Massoni e tantissimi altri meno  noti che hanno fatto i conti con la forbice,mi risulta che neanche Lannes ne sia stato immune.

    Pero’ gli abusi non sono solo su youtube,visto che facebook,yahoo answer ,twitter e qulunque altro punto di aggregazione numerosa,deve per forza assoggettarsi se vuol reggere  e sopravvivere  a volonta’ di qualcuno che pero’ rosso,nero o blu che sia,non gradisce quelle polemiche  che possono un minimo alzare la soglia critica delle persone  e magari far pensare.

    Di ,xfactor,grande fratello,amici e altre boiate,stranamente e nonostante le propagandate cesoie ne girano sempre di piu’,di interventi intelligenti fatti da utenti intelligenti,sempre meno ,molti si allontanano,altri si sc*****nano ed evitano di proprorre materiale contro presidenti del consiglio,onorevoli,amici degli amici e cosi’ via.

    Ciao Claudio

  • 0
    Francy

    blastlikecrazy ha scritto :
    Sarebbe si interessante vedere se altri video rimossi a dei comuni mortali per errore ricevano da You tube lo stasso trattamento del video di Travaglio. Casaleggio Associati  sicuramente ha piu’ influenza nel nostro corrotto mondo della “Casalinga di Voghera” .Per chi volesse informarsi su Casaleggio Associati qui c’e’ un link di disinformazione.it  

    Ho letto tutto e adesso sono più confusa che mai: vi prego spiegatemi i nessi tra beppe grillo, antonio di pietro, mediaset, i personaggi della casaleggio associati, la telecom, la massoneria e i simboli occulti che compaiono nel video della casaleggio associati. E poi di tutto questo con youtube.

    Ecco perchè la romani è appena uscita epurata dai divieti per i blogger: a che gli serve una legge rumorosa, se possono usare una censura silenziosa, dall’alto, in modo del tutto arbitrario e discrezionale? Secondo me si stan facendo anche grasse risate.

    No perchè se anche grillo e di pietro, non che siano santi, ma se sono coinvolti nella gelatina di tutto questo, io voglio scendere da questo mondo.

    Claudio ti prego, se ne sai qualcosa, la luce portala tu.

  • -1
    skatro

    Non so se interpretare la “riammissione” del video di Travaglio come una parziale “vittoria” del popolo della rete, o come un “contentino” servito ad un pubblico troppo scomodo da gestire. In entrambi i casi c’è comunque di che essere poco felici, viste le oscure circostanze.

  • -2

    Ma una volta non c’era il detto “chi sbaglia paga?”. La Casaleggio Associati dovrebbe richiedere un risarcimento al perito o alla stessa Mediaset. Sai che risate se vincesse la causa. Le “sentinelle” di Mediaset ci penserebbe mille volte prima di censurare un video per errore…

  • -3

    Siamo sicuri che lo strapotere degli editori non non generi nessuna forma di abuso?

    Se tra questi mettiamo anche google (padrone di youtube), già da tempo abusano lasciando visibili sui canali pubblicitari promozioni vietate in Italia ed altri paesi (Austria, ecc.); ne ho parlato qui. E non ci sono ragioni che tengono, i mezzi per filtrare gli advertising li hanno e basterebbe che li utilizzassero.
    La Casaleggio dovrebbe citare lo zelante perito e il suo mandante non solo civilmente; se quelli (intendo l’utilizzatore del perito) studiano il modo di far passare leggi per equiparare l’informazione in rete a quella dei media, allora si sfruttino dette leggi contro chi le sta creando. Casaleggio denunci penalmente il perito per interruzione di pubblico servizio.

  • -4
    dl31

    ragazzi perdonatemi, sicuramente molti di voi non si troveranno d’accordo con quanto dirò, ma è la realtà delle cose……..

    dove ci sono soldi, ci sono per forza queste situazioni……..quindi google, youtube e altri, anche se magari sono partite all’inizio con la voglia di offrire un servizio utile a tutti con buoni intenti, dopo con il permesso concesso dal dio denaro, cominciano ad entrare, col tempo nella facenda, inevitabilmente anche gente con berluschino e compagnia…..il problema è questo…sono i soldi…il dio denaro da cui ci facciamo regnare !!!!

    ragazzi è cosi, e chi non l’ammette è solo per propri interessi !!!!!

    progrediamo veramente e togliamo il dio denaro dalle nostre vite….si puo fare è semplicissimo !!!!!!

    credetemi è semplicissimo veramente !!!!!!

    se volete ne parliamo….oltre al progetto scec….abbiamo la nostra mente, le nostre braccia e la vita !!!! e non ci vuole veramente niente a sfruttarle per il bene…. credetemi !!!!!

  • -5

    È un po’ come se un intruso ti entrasse in casa a tua insaputa e prendesse il computer affermando che è di sua proprietà. Poi magari dopo il reclamo lo si riotterrà, ma c’è stata comunque un’effrazione, una violazione che non paga. Un minimo di buon senso sarebbe – dice bene Messora – quello di discutere preventivamente con l’intruso, ma, ancor meglio sarebbe mandarlo a cagare.

  • -6
    aldo746

    Mi meraviglio che gli hacker, non si siano messi ancora  in competizione, nel dare una sonora lezione a mediaset, bloccandogli  tutto quello che hanno sulla rete.

    • -6.1
      Kikken

      Gli “Hacker” come li intendi tu sono quasi tutti morti ormai, il 90% dei pirati informatici (ed è una stima al ribasso) oggigiorno è al soldo di organizzazioni criminali con un solo scopo: ca$h

      A mio parere se uno vuole attivarsi dovrebbe farlo a partire da sè stesso e provare a coinvolgere chi gli sta intorno…

      Ultima cosa: per un informazione libera… islanda e open proxy?

      http://www.ciaoblog.net/islanda-paradiso-dellinformazione-libera/

       

    • -6.2
      dl31

      dovete partire da un presupposto comunque per capire meglio….dovete approfondire di piu la questione …..

      ….con il denaro si puo fare di tutto, ora se tu hai piu denaro ti organizzi meglio e aumenti le tue difese verso gli hacker….nulla di impossibbile per un hacker, aumenti le difese ed un hacker per passare deve organizzarsi meglio…..

      morale della favola: un hacker per certe cose da solo non basta !!!!!!! deve organizzarsi con altri !!!!!

      e le oganizzazzioni questo lo sanno !!!!!!

  • -7
    blastlikecrazy

    Sarebbe si interessante vedere se altri video rimossi a dei comuni mortali per errore ricevano da You tube lo stasso trattamento del video di Travaglio. Casaleggio Associati  sicuramente ha piu’ influenza nel nostro corrotto mondo della “Casalinga di Voghera” .

    Per chi volesse informarsi su Casaleggio Associati qui c’e’ un link di disinformazione.it

     

  • -8
    uruk-hai

    Datemi pure del troglodita ma secondo me di fronte ad un nemico così enorme e potente che fagocita tutto, dalla politica all’informazione, dalla finanza all’economia, così arrogante, sordo e cieco non si può fare una rivoluzione silenziosa modello Gandhi, ci vuole una rivolta di piazza bastoni alla mano. Baso questa mia convinzione sulle esperienze personali avendo conosciuto molte persone arroganti (ho pure un fratello così) a cui non riesci a far entrare in testa un concetto in nessun modo, l’unica maniera è ridimensionarli a randellate; e anche così il concetto non lo capiscono ma almeno gli si placa l’arroganza. Tra l’altro io parlo di persone cosiddette comuni, che si possono incontrare tutti igiorni, che quindi vivono nella nostra stessa realtà ed hanno esperienze simili alle nostre, figuriamoci persone che vivono tutt’altra realtà e sono anni luce lontani da noi come i politici, i grandi imprenditori, i guru della finanza ecc.; per questi noi siamo semplicemente animali da lavoro e nulla più.

    Ora, con persone che s’incontrano nel quotidiano si può magari anche far finta di niente e lasciar perdere (come ho sempre fatto io), ma quando queste persone sono quelle che decidono della tua vita e dei tuoi cari e vedi che palesemente non gliene frega niente se vivi o muori, allora è difficile lasciar perdere. Se vogliamo tentare con le buone va bene, ma stiamo pur certi che ci vorranno decenni in cui nel frattempo “loro” imbriglieranno anche internet (lo stanno già iniziando a fare) tagliandoci le nostre connessioni. Ripeto, purtroppo alcune persone capiscono solo la legge del più forte e le parole o le manifastazioni pacifiche gli scivolano addosso come l’aria. Nonostante ciò io appoggio ogni iniziativa pacifica nella speranza di sbagliarmi anche se penso che sia inevitabile arrivare alle mani. Come umanità non siamo ancora tutti pronti alla cultura del dialogo e gli istinti primordiali sono ancora forti in noi.

    • -8.1
      dl31

      purtroppo è vero…io personalmente la penso pure cosi….

      pero vado vedendo che le maniere buone a volte possono anche funzionare…..mi sta piacendo molto questa specie di onda di Dio fatta di giustizia diritti e dignità che si sta smuovendo grazie ad internet e a tutta una serie di eventi comcomitanti favorevoli che si son venuti a creare …mi piace quest’onda viola…..questo popolo virtuale che scrivendo e parlando su internet riescono ad incontrarsi…..a volte anche menti distanti magari anni luce tra loro…su internet diventano tutti una cosa e riescono a dialogare in tranquillità e in armonia di cose molto complesse a distanze impensabili…..

      forse oggi con le parole, unite comunque(mente) ed inevitabilmente ai fatti, si possono cambiare le cose….

      praticamente dovremmo sfruttare internet per fare un ultimo sforzo e portare alla realta cio che volevano fare negli anni 60 quando è stata creata, un mondo organizzato e praticamente autogestito automaticamente dalle leggi sui diritti umani e liberali allo stesso tempo !!!

      dovremmo portare a termine un lavoro iniziato un po di tempo fa praticamente dai nostri fratelli e sorelle…..

    • -8.2
      dl31

      purtroppo è vero…io personalmente la penso pure cosi….

      pero vado vedendo che le maniere buone a volte possono anche funzionare…..mi sta piacendo molto questa specie di onda di Dio fatta di giustizia diritti e dignità che si sta smuovendo grazie ad internet e a tutta una serie di eventi comcomitanti favorevoli che si son venuti a creare …mi piace quest’onda viola…..questo popolo virtuale che scrivendo e parlando su internet riescono ad incontrarsi…..a volte anche menti distanti magari anni luce tra loro…su internet diventano tutti una cosa e riescono a dialogare in tranquillità e in armonia di cose molto complesse a distanze impensabili…..

      forse oggi con le parole, unite comunque(mente) ed inevitabilmente ai fatti, si possono cambiare le cose….

      praticamente dovremmo sfruttare internet per fare un ultimo sforzo e portare alla realta cio che volevano fare negli anni 60 quando è stata creata, un mondo organizzato e praticamente autogestito automaticamente dalle leggi sui diritti umani e liberali allo stesso tempo !!!

      dovremmo portare a termine un lavoro iniziato un po di tempo fa praticamente dai nostri fratelli e sorelle…..

  • -9

    Ovunque le lobby fanno il c**zo che gli pare. Prendete la pirateria, se facessimo un sondaggio, quante persone vorrebbero abolire il copyright? Sicuramente oltre il 50%, allora questi governi, non rappresentano il popolo SOVRANO? Massimo Fini ha ragione, la democrazia te lo mette nel c.. con il tuo consenso. Dobbiamo leggere e fare molta fatica prima di decidere di votare per qualcuno.

  • -10
    Ghibli

    Preoccuparsi per il decreto Romani, allora, diventa quasi inutile…io ho cercato di caricare dei video di ENZO BIAGI e mi sono sempre regolarmente spariti…io sono convinto che YOUTUBE esiste a patto di una censura preiniziale, un limbo dove si cerca di salvaguardare al più gli interessi delle aziende, e una di questa è MEDIASET…

    Se YOUTUBE fosse puramente un veicolo, anche l’ epurazione dei video del grande fratello non dovrebbe essere permessa…Il sospetto che si “epuri” quello, per censurare altro è troppo forte…Io penso che onestamente, data la scarsa tutela legale ottenuta dal sistema giudiziario italiano, i dirigenti di GOOGLE abbiano deciso di “sacrificare” la RETE e il suo mercato pubblicitario in Italia.

  • -11
    claudiorossi

    L’arroganza del potere sta raggiungendo livelli preoccupanti. Se si arriva ai sabotaggi (come in questo caso) la rete reagira’ con la stessa moneta.

  • -12
    CoB

    Non entro nel merito, scrivo solo per ringraziare: questo significa informare le persone. Buona giornata 

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>