Il Presidio della Memoria

Io mi ricordo.

Ricordo il gusto melmoso della calce nei polmoni, quando la sera tornavo a casa dopo avere passato un’intera giornata a L’Aquila, i primi devastanti giorni dopo il terremoto del 6 aprile. Ricordo la paura, lo sgomento, la consapevolezza di avere respirato fibre di amianto. Ricordo il volto dei ragazzi della Casa dello Studente, accasciati in un fazzoletto di terra, lo sguardo fisso, i pochi pensieri sopravvissuti rivolti ai loro amici ancora sepolti sotto ai loro stessi libri. Ricordo gli operatori Rai che, uno alla volta, mi avvicinavano per raccontarmi di un’intervista, realizzata sei giorni prima ad un pazzo che gridava in senso contrario alla voce autoritaria della Commissione Grandi Rischi. Un’intervista destinata a giacere sotto alle macerie, insieme alle oltre 300 vittime accertate.

Io mi ricordo, ricordo il coraggio e la disperazione di chi aveva perduto tutto. Ricordo Stefania Pace, tra i primi a raccogliere le forze e la determinazione per raccontare il terremoto con le parole di chi l’aveva vissuto, molto, troppo diverse da quelle dei telegiornali. A tal punto che la sua storia, in cui la Protezione Civile non rivestiva il ruolo dell’angelo salvatore ma quello, ben più sinistro, dell’angelo della morte, doveva essere oscurata, in nome della protezione, sì, ma di quella incivile, eretta a baluardo delle colpe, in nome della salvaguardia degli interessi di pochi.

E ricordo come l’informazione ufficiale si tenesse a distanza di sicurezza da quella dei blog, raccontando versioni di comodo della realtà, in nome del rispetto minuzioso di quel Metodo Augustus secondo il quale i cittadini non dovevano avere un’opinione propria, ma scivolare anonimamente sui binari della versione ufficiale dei fatti. Salvo poi avventarsi come un falco sulla rete, giocando delittuosamente con le parole, inventando inesistenti atti di sciacallaggio mediatico per screditare chi accendeva i riflettori sugli angoli bui, sulle notizie eretiche come chiese sconsacrate, quando tanti, troppi cittadini iniziavano a mostrarsi diffidenti circa la favola dei camping estivi, degli aquilani che vissero felici e contenti.

Io mi ricordo la fibrillazione di cento e mille funzionari di stato, soccorritori, politici, psicologi e giornalisti acquartierati nella caserma della Guardia di Finanza di Coppito. Ricordo i terribili, agghiaccianti sospetti sui clandestini che occupavano abusivamente il centro storico dell’Aquila. Corpi che forse nessuno avrebbe potuto reclamare. Uomini e donne che nell’agenda delle squadre di salvataggio non potevano avere la priorità, perché a nessuno sarebbe convenuto denunciarne la presenza. Informazioni quasi impossibili da verificare: meglio nasconderle, anche e soprattutto a se stessi, piuttosto che tentare di approfondire.

Io mi ricordo Cristiano, l’operatore di ripresa Rai che volle raccontarmi la sua storia. La storia di una troupe che aveva parlato con l’eretico, il folle, lo scienziato scomunicato la cui opinione divergeva dalle rassicurazioni ufficiali, quelle stesse rassicurazioni che le cronache più recenti avrebbero smascherato come l’ennesima distorsione fraudolenta della verità, mentre un piccolo tecnico di laboratorio veniva riabilitato dalla magistratura che lo discolpava da ogni accusa e ne riconosceva la competenza, restituendogli d’ufficio il diritto di parola, anche se nessuna parola ormai poteva raggiungere chi avrebbe potuto farne tesoro per mettersi in salvo.

Io ricordo queste e mille altre battaglie combattute da questo blog, dalla rete e dagli abruzzesi. E per non dimenticare, tornerò a L’Aquila, il 6 marzo, a soli undici mesi da quell’aprile che resterà nei libri di storia per molto tempo a venire. Sarò con gli aquilani e con i ragazzi che hanno organizzato Il Presidio della Memoria.

Sarò con tutti quelli che ricordano, e che quella notte, alle 3.30, non ridevano.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Il Presidio della Memoria

  • 1
    Focaccia

    E’ vero, accidenti, è passato quasi un anno!

    E tante verità sono ancora sepolte, nascoste alla gente comune che attinge prevalentemente dai media che dell’informazione ne fanno uno strumento di controllo delle coscienze, delle opinioni.

    Tutto il lavoro fatto in controtendenza da Byoblu direi che trova ulteriori validazioni dopo gli sconcertanti vergognosi fatti venuti alla luce.

    Purtroppo è vero, c’è una macchina cinica operante in un sistema spregiudicato che la verità non la vuole per poter muovere senza incomodi i propri sporchi ingranaggi; il profitto a tutti i costi prevede anche il sacrificio di vite umane mentre i Cristiano, Claudio, Giampaolo e Stefania di turno sono delle pericolose schegge impazzite che rischiano di sfuggire al controllo e di allargare la conoscenza dei fatti reali, rappresentando una seria minaccia per chi in certe notti maledette “se la ride” mentre aspetta di poter piombare sul disastro come un avvoltoio.

     

     

  • 0

    ci sarò! :-)

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>