Nuvole fosche all’orizzonte

  Venerdì mattina, a Chieti, si è tenuto il Premio Agenda Rossa, organizzato dall’Associazione Chieti Resiste, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Chieti. Il Premio Agenda Rossa premia chi si distingue, nel suo specifico ambito di influenza, per contribuire a riportare l’impegno civico al centro dei valori di questa società. Io sono stato premiato per la difesa e per il contributo alla libertà di informazione in rete. Non so se fra tutti io fossi quello che più di altri lo meritava, ma di certo ha pesato il lungo impegno profuso in una terra dilaniata dal terremoto, fin da quando, quel 6 aprile, mi sono ritrovato in una città distrutta, che non avrebbe di certo sfigurato all’indomani della fine della seconda guerra mondiale.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

Appena mi sarà possibile, pubblicherò anche gli interventi di Vauro Senesi, Giulia Innocenzi, Daniele Silvestri e Cecilia Sala, la ragazzina appena quattordicenne simbolo delle nuove generazioni che sfidano il Grande Fratello, Uomini e Donne e l’Isola dei Famosi per parlare di mafia, per difendere la Costituzione, per avvicinare al cielo, il braccio teso, il simulacro di quell’agenda rossa di Paolo Borsellino che sparì misteriosamente, dopo essere stata requisita dallo Stato quel tragico 19 luglio 1992. Grazie Cecilia perché rappresenti il seme che germoglia nel deserto.

La situazione, è inutile negarlo, è tragica, e non sarò io a fingere il contrario. Sbaglia chi parla del Decreto Interpretativo come dell’ennesima legge ad-personam. In realtà, si tratta della prima legge di un nuovo ventennio fascista, promulgata da un Presidente della Repubblica che è in parlamento da oltre mezzo secolo, tanto da avere perso ogni legame con il popolo che si onora di rappresentare e avere preso a confondersi con gli arredamenti, con le esigenze di auto-conservazione del potere, smarrendo il significato più autentico della parola democrazia e confondendo le intenzioni originarie dei padri costituenti.

Si sente dire che non era ragionevole escludere uno dei principali partiti politici dalla competizione elettorale. Ci si giustifica asserendo che milioni di elettori non potevano essere privati del loro diritto al voto. Sono assurdità senza senso, ignobili mistificazioni concepite da menti intellettualmente disoneste, incapaci di mantenere la schiena dritta di fronte all’eventualità di dispiacere all’oligarchia dei potenti, di scontrarsi con la volontà dei predoni. Una democrazia si regge sul concetto di popolo sovrano e sulla suddivisione dei poteri. Quello politico si costituisce attraverso un corpo di regole, attenendosi alle quali i cittadini possono presentare formalmente l’elenco dei loro rappresentanti perché possano essere proposti a quell’assemblea plenaria che si esprime con il rito elettorale. La pletora di candidati alle prossime elezioni regionali è stata correttamente presentata. Alcuni movimenti sono stati in grado di offrire le loro proposte seguendo l’iter previsto dalla Costituzione italiana e dalle leggi. Altri movimenti hanno fallito. Tutto ciò è il cuore, l’essenza stessa della democrazia. Chi riesce a rispettare i requisiti è dentro, chi non riesce è fuori. Indipendentemente dall’importanza, dal peso sociale dei sostenitori delle liste che sono arrivate fuori tempo massimo, oppure con vizi formali e sostanziali, i cittadini italiani sono comunque in grado di esprimere appieno il loro diritto al voto. Diritto al voto non significa possibilità di votare chi mi pare, ma la facoltà di votare all’interno della rosa dei candidati che risultano regolarmente iscritti alla competizione elettorale. Nessuno quindi avrebbe perso il diritto al voto. Solo, avrebbero dovuto scegliere candidati diversi da quelli che il solito gruppo di accentratori di potere continua ad offire da diversi anni a questa parte. Quanto alla ragionevolezza circa l’esclusione di uno dei più grossi partiti, l’unica cosa di una certa ragionevolezza è che la dimensione del partito che si candida a partecipare ad una competizione elettorale è un parametro ininfluente, che laddove venisse applicato traccia un incolmabile solco tra uno stato democratico e una dittatura dichiarata, che si distingue proprio perché prende in considerazione l’interesse dei pochi rispetto alla volontà dei molti, e che piega la legge al soddisfacimento dei bisogni del più forte, anziché esprimere norme e regolamenti a tutela dell’uguaglianza dei diritti. Cosa sarebbe successo se a restare fuori dalle liste delle regionali fosse stato un partito o un movimento minore, per esempio l’Italia dei Valori? Berlusconi si sarebbe precipitato da Napolitano e avrebbe parimenti convocato un Consiglio dei Ministri d’urgenza a tutela dei cittadini rappresentati da Antonio Di Pietro? E quanti altri movimenti di cittadini non saranno presenti in questa tornata elettorale, proprio perché non sono riusciti a racimolare il numero di firme autenticate necessarie ad iscriversi alla competizione elettorale?

Era dunque ragionevole escludere un movimento sostenuto da milioni di cittadini, se questo movimento aveva fallito nel rappresentare quegli stessi cittadini di cui si faceva portavoce. Più che ragionevole, era democratico. Esattamente e dannatamente democratico.

Con l’atto prepotente, violento e vigliacco che il Governo si è arrogato nell’emanare questo decreto d’urgenza, e con l’avallo che il Capo dello Stato gli ha conferito mediante una firma che suona come una condanna a morte, l’Italia è di fatto entrata in una fase buia della sua storia, e i suoi cittadini hanno ufficialmente perso ogni rappresentanza all’interno del comitato di affaristi che decide delle loro sorti.

I titoli spudorati delle prime pagine di alcuni quotidiani, tra cui spicca il Giornale di Vittorio Feltri, suonano offensivi e francamente ormai insopportabili in questo loro degenerante disprezzo non solo delle più elementari regole della società, ma anche dell’intelligenza e della dignità del popolo italiano.

Chissà se la nascita degli anni di piombo non sia stata favorita da un clima di tensione sociale simile a questo.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

18 risposte a Nuvole fosche all’orizzonte

  • 5

    Mi ha fatto piacere sentire Daniele Martinelli che in tv ha ricordato il video sul tubo in cui Berlusconi ricorda che l’elettore italiano medio ha la testa di un bimbo di seconda media e che non siede neanche nei primi banchi. L’opposizione impari. :-)

  • 4
    Focaccia

    … C’è un altro aspetto della vicenda che mi preoccupa.Insomma, mi chiedo come potrebbe essere in grado di rivestire con efficienza un ruolo amministrativo chi non è stato capace di completare regolarmente l’iter che l’avrebbe condotto legittimamente alla corsa elettorale; Chi non è stato capace di operare proficuamente per se stesso sarà mai capace di lavorare efficientemente in ambito amministrativo per i cittadini ?

    In ogni caso, pur nella drammatica gravità di questo caso, trovo quantomeno comici certi aspetti della situazione.E’ stupefacente.E’ come se durante una partita di calcio alla squadra capolista, in difficoltà sul campo, venisse concesso di giocare anche con le mani, cambiando le regole in pieno svolgimento della gara e prevedendo che tale misura non sia fruibile anche dagli avversari.

    Ma la cosa più assurda è che certe linee di condotta anticostituzionale si stanno conducendo all’interno di una democrazia, quasi con eleganza, con disinvoltura.Non è necessario neanche il colpo di stato… 

  • 3
    Tough83

    Ciao Claudio,

    mi chiamo Andrea. Vengo sull tuo blog tutti i giorni. Dal 7 aprile 2009.

    Sono un Abruzzese, all’estero da anni per lavoro.

    Non ho mai commentato. Ma questa volta volevo farlo. Dovevo farlo.

    Solo per dirti che di tutti i tuoi ottimi post, nonostante altri siano stati più di richiamo, dai titoli più altisonanti, su temi più sentiti, questo è stato quello che ho apprezzato di più.

    Sono state le parole semplici e vere che hai usato. Una fotografia franca e disarmante della realtà. Quella che dall’estero riesco a percepire, ormai disintossicato dalla rieducazione mentale che imprigiona l’Italia. Quello che non riesco a far vedere ai miei familiari, alle persone con le quali sono cresciuto.

    Mi piacerebbe poter far capire come ci si sente, cosa si prova, quando si osserva impotenti la feroce macchina “crea-realtà” riscrivere la storia in tempo reale. Manipolare la percezione di sé.

    Come faccio a tornare in Italia…

    me lo chiedo spesso perchè mi manca la mia terra. Mi manca la vita e la dignità di un popolo che del lavoro e dei sacrifici ha fatto il proprio mantra. Liberi erano gli Abruzzesi. Liberi erano gli Italiani. Eppure ora mi tocca rimanere incredulo davanti ad una nazione che, ormai persa dietro ogni bisogno televisivamente indotto, si lascia propinare qualsiasi cosa. Incapaci di leggere la realtà, nascosti da ogni stimolo, impossibilitati a percepire quella tua fotografia.

    Siamo i tossici del bell’apparire.

    Grazie Claudio.

    Ti abbraccio forte.

    • 3.1
      Focaccia

      Mi piacerebbe capire come mai con gli italiani questa tecnica ipnotica funzioni così bene.Cioè, negli altri paesi europei, per esempio, sono i cittadini più “svegli geneticamente” o abbiamo in Italia i mascalzoni più “geneticamente evoluti” ?

  • 2
    diniego

    Concordo pienamente Claudio, siamo alle prove tecniche di dittatura.

    Sono anni ormai che ci viene sottratto un pezzetto di libertà alla volta, e di questo passo senza che ce ne accorgeremo, se non riusciremo democraticamente a sfrattare questi delinquenti, vedremo le nostre, ovvie! libertà personali allontanarsi da noi.

    Che sia il caso di cominciare a organizzare le prove tecniche di resistenza?

     

    ciao avanti così.

     

  • 1

    Non chiamiamola televisione.

    Chiamiamola “generatore di consensi“. 

  • 0
    Noa

    Il tuo impegno, per fortuna, sta iniziando a portare frutti.

    Bravo!

    Luigi

  • -1
    Ambient84

    Caro Claudio complimenti per il premio che hai meritatamente ricevuto.

    Una critica, che non vuol essere polemica: su wikipedia c’è solo l’essenziale e ti perderesti mille altre cose che esistono, ANCORA e SOLO, sui libri, oltre che nella vita di tutti i giorni. I libri sono opinioni, incise, come un video.

     

    • -1.1

      Io parlavo delle ricerche scolastiche, quelle cose che ritagli le foto, le incolli e scrivi, per l’appunto, l’essenziale…

    • -1.2

      Io parlavo delle ricerche scolastiche, quelle cose che ritagli le foto, le incolli e scrivi, per l’appunto, l’essenziale…

    • -1.3

      Io parlavo delle ricerche scolastiche, quelle cose che ritagli le foto, le incolli e scrivi, per l’appunto, l’essenziale…

  • -2

    Complimenti per il premio. Concordo con ciò che hai scritto sul caso lista PDL. Aggiungo solo che il “casino” è stato fatto perchè si dovevano “piazzare” uomini e donne(tra cui anche una “telecafona”) nel consiglio regionale. Se il PDL non viene riamesso, chi da da mangiare a quei “poveracci”?

  • -3
    Alberto

    “Chissà se la nascita degli anni di piombo non sia stata favorita da un clima di tensione sociale simile a questo.”

    Io ho vissuto quegli anni e direi proprio di no, anzi proprio il contrario, son dovuti intervenire i servizi segreti vari per spezzare un processo che era sfuggito di mano ai burattinai-burattinati. C’era ancora il senso della politica. Oggi facciamo tutto da noi, i predatori stanno a guardare, soddisfatti. Quanto alla democrazia, ormai ridotta a un ectoplasma, starà al popolo italiano l’ardua sentenza, se rianimarla punendo i traditori o lasciare che muoia definitivamente, per causa propria, nella speranza che si reincarni successivamente in forme più adeguate ai tempi che verranno.

    Ma penso che gli eventi travolgeranno anche questo processo, troppo lento, ormai privo di significato.

  • -4

    c o m p l i m e n t i  a  Claudio.

    Spero che tu possa avere sempre più frequentatori del blog.

    Sono perfettamente consapevole che ti fai “un mazzo così” 

  • -5

    Penso che, come i bambini vengono vaccinati contro la poliomelite, così, nell’età della ragione, a scuola, si dovrebbe studiare 1984, il romanzo di George Orwell.

    OBBLIGATORIO.

    Inoltre tutti i ragazzi, in tutte le scuole dovrebbero guardare il documentario THE CORPORATION e commentarlo, sviscerarlo durante un intero anno scolastico.

    OBBLIGATORIO.

    Il piano di rinascita democratico dovrebbe essere oggetto di discussione.

    Educazione civica infine è una materia importantissima.

  • -6

    secondo un sondaggio della BBC internet è un diritto fondamentale dell’uomo

    (sondaggio su 26 differenti nazioni)

    http://libertadipensiero.info/2010/03/08/secondo-sondaggio-bbc-internet/

  • -7
    dl31

    credo che ormai stia partendo un qualche tipo di movimento popolare….si sente nell’aria !!!!!

    stiamo a vedere che piega prenderà !!!!!!

    e soprattutto come si comporteranno i burattinai-burattinati….ma anche i burattinai dei burattinai-burattinati !!!!!!

    che burini questi  !!!!

  • -8
    emiliano s.

    Sono veramente indignato, non esiste che in uno stato democratico il capo dello stato, firmi un decreto che va’ contro la legge e contro la costituzione. Questo decreto permette a chi non ha rispettato la legge in materia elettorale di essere comunque ammesso alle elezioni regionali. E come se nel bel mezzo di una partita di calcio l’allenatore della squadra che sta avendo la peggio vada dall’arbitro e chieda che siano ammessi i falli fatti dalla propria squadra spiegando che: “Sa’ signor arbitro, i miei giocatori, con tutto quello che hanno dovuto fare, non hanno avuto il tempo per allenarsi, ed ora non riescono a correre come gli altri, così, quello che sta accadendo ora in campo non è giusto dato che i nostri avversari, avendo avuto il tempo di allenarsi, corrono più di noi.” A questo punto l’arbitro dovrebbe negare quest’assurda proposta, non perche non gli importi se i giocatori della squadra disgraziata si siano o meno allenati ma perche nelle REGOLO DELLA PARTITA vi è scritto che i falli non sono ammessi e quindi puniti.
    Invece con questo decreto “VERGOGNOSO” si cambiano le regole durante la partita, con lo star bene dell’arbitro.
    Mi vergogno, mi vergogno di essere rappresentato da queste persone.
    Voglio che quando questi esseri si presentino dicano :”Sono il rappresentante degli Italiani tranne un certo EMILIANO.”

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Il complotto di tutti i complotti.

ventotene il complotto di tutti i complotti Questo è il Manifesto di Ventotene, incensato su larga scala da tutti i politici come il pilastro fondante dell'Unione Europea, come simbolo di democrazia e di libertà. La prova provata che tutto quello che denunciamo da anni è vero. Il complotto di tutti i complotti. La teorizzazione...--> LEGGI TUTTO

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>