Basta non fermarsi proprio adesso!

 

Il Fatto Quotidiano sarà anche un giornale fazioso, in un mondo dove gli stessi fatti sono considerati faziosi rispetto alle invenzioni, alle ricostruzioni di pura fantasia che hanno la pretesa di costituire la sola, incontrovertibile, irrefutabile versione della realtà. Sarà anche un quotidiano fazioso, quindi, ma è l’unico che si occupi di internet in maniera stabile, con una pagina dedicata, più o meno tutti i giorni: Mondo Web, a cura di Federico Mello.

Ed è proprio scartabellando la rete alla ricerca di contenuti da mettere in risalto, che Federico si imbatte in una paginetta su Facebook, fresca di giornata come un ovetto ancora caldo, che cresce a vista d’occhio. Gli iscritti chiedono le dimissioni di Berlusconi, al quale sono ansiosi di intitolare nientepopodimeno che un’intera giornata. Sta nascendo il No Berlusconi Day ma, soprattutto, sono i primi teneri vagiti di movimento destinato ad essere ricordato a lungo: il Popolo Viola.


 

Nel mondo dello spettacolo, e quindi in Mediaset, il viola porta sfiga. Per lunghi anni non se n’è capito il motivo, forse perché lo si cercava in qualche episodio del passato. Invece la regolare consecutio, l’ordinario nesso temporale causa-effetto, andava banalmente invertita: il peccato originale, cioè, doveva ancora avvenire. Ogni volta che registi, sceneggiatori, fonici, tecnici luce, presentatori, cabarettisti, veline e show-girl storcevano la bocca in una smorfia di disgusto di fronte ad una qualsiasi tonlità di fuchsia, lo facevano perché avevano già in mente piazza San Giovanni, ma non quella delle majorette, dei cappellini e dei deportati aquilani costretti a presentarsi per saldare la cambiale del progetta CASE, no: quella delle centinaia di migliaia di persone giunte spontaneamente da ogni parte d’Italia, a spese proprie, cui facevano eco centinaia di altre piazze in Italia e nel mondo, da Milano a Londra, da Bali a Sidney, il 5 dicembre 2009.

Insieme a Raiperunanotte, organizzata autonomamente e diffusa attraverso canali che l’oligopolio televisivo del Discepolo 1816, fino a pochissimo tempo fa, non poteva neanche immaginare, il No Berlusconi Day rappresenta simbolicamente il punto di svolta, il superamento delle Colonne d’Ercole, il doppiamento di Capo di Buona Speranza, la dimostrazione del teorema dell’informazione libera.

Dopo avere eseguito la prova empirica, dopo avere condotto con successo l’esperimento di laboratorio teso a portare i calcoli dei blogger dalla carta elettronica al mondo reale, ora sappiamo che un nuovo modello di informazione e di partecipazione politica è possibile, sappiamo che fuori dai coni segnaletici posti dagli strateghi della casta a delimitare e delineare il nostro cammino, fuori dagli scenari di controllo ideati dai visionari che piegano la sociologia al conseguimento degli obiettivi di pochi, fuori dai binari gentilmente deposti sul cammino delle masse, perché non abbiano a seguire sentieri riservati ai soli capo-caccia e non possano godere delle riserve e dei verdi pascoli destinati alle dinastie regnanti, è possibile avventurarsi e riscrivere mappe e confini, è possibile ritrovarsi e costruire autonomamente nuovi insediamenti, è possibile destare l’attenzione di tanti altri e liberare metaforicamente nuove mandrie, durante la loro noiosa transumanza tra un reality-show e un telegiornale ufficiale, attratte da inaspettati segnali colorati, suoni di festa, canti familiari e danze intorno al fuoco.

Il resto? E’ solo questione di tempo. Basta non fermarsi proprio adesso.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

8 risposte a Basta non fermarsi proprio adesso!

  • 6
    Singsonghio

    Si va Avanti…anche col piede marcio che mi son ritrovato da dopo Roma…aveva desiderio di esplodere.!!!   Forza Claudio

  • 5
    uruk-hai

    Non solo il popolo della rete non si ferma adesso, ma avanza a passi da gigante. Sul sito dell’Ansa le proiezioni nella regione Emilia Romagna (basta cliccare sulla regione Emilia) attualmente danno Giovanni Favia del Movimento 5 Stelle al 7,8%!!!!!! Una cosa pazzesca pensando che il movimento è appena nato e si regge solo sul web come mezzo di pubblicità…Ricollegandomi al post precende a questo direi: L’era di internet è iniziata!

    • 5.1

      Non sempre il nuovo è diverso dal vecchio.

      Liderismo, ricerca delle risposte istintive e viscerali, affidamento alla guida paterna e protettiva…

      E poi, sicuro sicuro sicuro che il mov 5 stelle si diffonda solo via web? E papà Grillo? e il Fatto? …vedano i grillini di non cascare nella solita vecchia trappola e di fare cavalcare il bisogno di partecipazione e di cambiamento in direzioni strumentali…

      quanta strda occorrerà ancora fare perchè i cittadini si riprendano ciò che è loro: il diritto all’autodeterminazione senza padri putativi…

  • 4
    pda
  • 3

    A chiusura di campagna elettorale informo il direttore Padellaro e tutti gli amici dell’informazione “libera” di una gravissima mancanza, nonché illegalità, sul rispetto delle norme che regolano pari condizioni di visibilità alle liste politiche.
    Abbiamo verificato che l’unico quotidiano online ad essersi TOTALMENTE dimenticato di parlare -o solo citare- la Lista RETE DEI CITTADINI per Marzia Marzoli (che corre alle regionali Lazio) è proprio IL FATTO QUOTIDIANO, ovvero il giornale nato per essere libero, indipendente ed obiettivo.
    La cosa più fastidiosa è che tra i sostenitori/elettori di RETE DEI CITTADINI ci sono molti abbonati a IL FATTO, quindi danno e beffa assieme.
    A questo punto, è stato più rispettoso della par condicio nientemeno che IL GIORNALE o LIBERO, non c’è che dire, un bel primato per voi, Padellaro, Travaglio & C.
    Con molto rammarico e in attesa che il comitato promotore faccia partire le denunce presso le autorità competenti, saluti a tutti e buona “libera” informazione.

    A chiusura di campagna elettorale (e, si può dire, anche dei seggi) informiamo il direttore Padellaro e tutti gli amici dell’informazione “libera” di una gravissima mancanza, nonché illegalità, sul rispetto delle norme che regolano pari condizioni di visibilità alle liste politiche.

    Abbiamo verificato che l’unico quotidiano online ad essersi TOTALMENTE dimenticato di parlare -o solo citare- la Lista RETE DEI CITTADINI per Marzia Marzoli (terza lista alle regionali Lazio) è proprio IL FATTO QUOTIDIANO, ovvero il giornale nato per essere libero, indipendente ed obiettivo.

    La cosa più fastidiosa è che tra i sostenitori/elettori di RETE DEI CITTADINI ci sono molti abbonati a IL FATTO, quindi danno e beffa assieme.

    A questo punto, sono stati più rispettosi della par condicio nientemeno che IL GIORNALE o LIBERO, non c’è che dire, un bel primato per voi, Padellaro, Travaglio & C.

    Con molto rammarico e in attesa che il comitato promotore faccia partire le denunce presso le autorità competenti, saluti a tutti e buona “libera” informazione.

     

  • 2
    Francy

    Francy ha scritto :
    tutti zitti, nessuna proiezione. che succede? l’unico sito che le dava, l’ansa, dà alla destra solo lombardia e veneto! che sia questa la regione del silenzio ovunque?lo speciale rai1 ha ospito d’eccellenza: solo il direttore del corsela e de il giornale!!! w il pluralismo!solo 2 regioni!!!! attendiamo conferme…

    errata corrige: si aggiunge la campania pare

  • 1
    Francy

    tutti zitti, nessuna proiezione. che succede? l’unico sito che le dava, l’ansa, dà alla destra solo lombardia e veneto! che sia questa la regione del silenzio ovunque?

    lo speciale rai1 ha ospito d’eccellenza: solo il direttore del corsela e de il giornale!!! w il pluralismo!

    solo 2 regioni!!!! attendiamo conferme…

  • 0
    Nick Frost

    “Nel mondo dello spettacolo, e quindi in Mediaset, il viola porta sfiga. Per lunghi anni non se n’è capito il motivo…”

    Il viola è il colore dei paramenti che vengono usati dal sacerdote durante i funerali.

    Siamo un popolo intriso (affogato) di cattolicesimo ma superstizioso :-D

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>