COME SI FA? La Patch Cord, ovvero come terminare un cavo di rete

 

C’è crisi. Il lavoro latita. Ma internet ci salverà. Chissà: magari ci aiuterà anche a trovare un lavoro. Non ci credete? Uomini di poca fede!

Allora oggi impariamo a realizzare una patch cord, o un patch cable. Insomma: impariamo a terminare un cavo di rete. Quando sarete esperti, potrete offrirvi di terminare cavi di rete a chiunque ne abbia bisogno. E vi garantisco che, in un mondo via via sempre più interconnesso, se sai terminare un cavo di rete te la cavi sempre. Inoltre, saper maneggiare cavi di rete e affini è un mattoncino fondamentale della conoscenza per chiunque abbia a cuore i temi dell’alfabetizzazione informatica. Oltre il 58,8% degli individui che al gennaio 2010 non hanno mai navigato dichiara esplicitamente di non sapere usare il computer. Il 15,8% si sente inadeguato in quanto a conoscenze informatiche e il 7,3% navigherebbe se trovasse qualcuno che lo aiuta.

 

Come si fa?” potrebbe anche diventare una rubrica stabile e, magari, coprire progressivamente tutte le aree critiche, quelle in cui la carenza di semplici nozioni base aumenta il doloroso gap digitale che separa l’Italia dal resto del mondo.

Oggi Roberto Razzetti ci insegna come terminare un cavo di rete, ovvero come realizzare un collegamento fisico tra due computer, tra un computer e un apparato di rete (router, switch etc…) o tra due apparati di rete che utilizzino per lo scambio dati il protocollo Ethernet.

Una patch cord, o patch cable, è un cavo utilizzato per connettere (patch-in) due dispositivi elettronici in maniera da consentire lo scambio dati. Se ne possono realizzare di estremamente corti, pochi centimetri – utili per collegare due apparecchi impilati uno sull’altro -, o anche di diversi metri. Attenzione che una patch cord non dovrebbe collegare due computer fra di loro in maniera diretta, a meno che non fosse realizzata incrociando i cavetti al suo interno (cross cable). La maniera giusta è quella di avere a disposizione due cavi ethernet e frapporre tra i due pc uno switch, uno hub o un router con funzionalità di switch. Cosa siano di preciso è materia di un altro articolo, ma Wikipedia può darvene un’idea. Grossolanamente, intanto, pensate a uno switch come a uno scatolotto che consente di collegare più computer fra di loro e che si occupa automaticamente di inoltrare i dati sui cavi di collegamento giusti, a seconda della loro destinazione finale.

Per realizzare la vostra prima patch cord dovete procurarvi il seguente materiale:

  • un cavo UTP (unshielded twisted pair, doppino ritorto non schermato), costituito da quattro coppie di conduttori di rame ritorti (quattro coppie di cavetti, quindi otto in tutto);
  • alcuni connettori RJ-45 (gli spinotti di plastica che termineranno il cavo), con i relativi cappucci di protezione in gomma;
  • una forbice a punta corta da elettricista;
  • una pinza per crimpare, detta anche crimpatrice, che in gergo significa intestare il cavo, ovvero assicurare i connettori RJ-45 ai due estremi del cavo;
  • una pinza per spellare il cavo, ovvero rimuovere la guaina protettiva portando allo scoperto le coppie di cavetti che scorrono al suo interno, senza danneggiarle. Se siete in grado di eseguire questa operazione senza l’apposito strumento, potete tranquillamente farne a meno. Alcune pinze per crimpare hanno anche una coppia di lame utile per spellare i cavi.

Si dia inizio alle danze, dunque!

 Rimuovete la guaina protettiva da un lato del cavo, per circa tre centimetri.
Bravi, avete appena spogliato il vostro primo cavetto UTP, portando alla luce le quattro coppie di cavetti, ognuna caratterizzata da un colore diverso: verde, arancione, blu e marrone.
Ogni coppia, a dire il vero, è formata da un cavetto di colore uniforme e da un cavetto per metà bianco e per metà del colore del cavetto gemello. Per esempio: la coppia verde sarà formata da un cavetto interamente verde e da un cavetto mezzo bianco e mezzo verde, e via di seguito.


Svolgete le coppie di fili in modo da avere otto fili separati, ma fate attenzione a distinguerli nel caso non avessero colori diversi (in alcuni cavi i fili bianco/colore sono tutti bianchi).
Per realizzare un cavo diretto(ovvero non incrociato), dovremo disporre i cavetti nel seguente ordine:

 

  1. Bianco-verde
  2. Verde
  3. Bianco-arancione
  4. Blu
  5. Bianco-blu
  6. Arancione
  7. Bianco-marrone
  8. Marrone

Tenete ora i cavetti stretti tra due dita, appiattendoli in modo che stiano ben affiancati tra di loro. Lisciateli, stirandoli con le dita, per togliere le eventuali deformazioni dovute al precedente avvolgimento tra le coppie di cavetti.
Tagliate con la pinza la parte eccedente, portandoli tutti a una lunghezza di due centimetri. Le estremità devono essere tutte parificate.
Inserite intorno al cavo il cappuccetto in gomma del connettore RJ-45 e fatelo scivolare indietro. Farlo dopo la crimpatura sarebbe molto più difficile.
Inserire i fili nel connettore RJ-45, facendo attenzione a non disallinearli, tenendo il connettore in maniera che abbia la linguetta in basso, cioè non visibile. Non è complicato, perché il connettore dispone di guide che facilitano l’inserzione dei fili. Prestate particolare attenzione alla guaina isolante, che deve superare il limite indicato nel connettore, in modo che con l’operazione di crimpatura il cavo verrà schiacciato bene, evitando così che durante l’utilizzo un accidentale strattonamento del cavo possa disallineare i cavetti e portare a falsi contatti.
Dopo avere verificato che i singoli fili siano giunti al termine del loro percorso, dentro al connettore trasparente, inserite il connettore nella pinza per crimpare e stringete a fondo la pinza, agendo con forza sulle leve.

 Fate avanzare ora il cappuccetto in gomma fino a coprire l’area di congiungimento tra il cavo UTP e il connettore RJ-45 e… voilà: la vostra prima patch cord è servita! Ovviamente, non dimenticate di ripetere l’operazione per l’altra estremità del cavo.

Ora siete pronti per collegare tutto quello che trovate, compreso l’apparecchio acustico del nonno ai video del canale YouTube di Byoblu.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

48 risposte a COME SI FA? La Patch Cord, ovvero come terminare un cavo di rete

  • 12
    Singsonghio

    Grazie Claudio per il Tuo sentito impegno.

    Mi piace l’idea. Io sono un installatore termoIdraulico posso partecipare ?

    Dei primi soldi che riuscirò  a guadagnare t’assicuro una parte sul Tuo conto postale….

    ….e non sono chiacchiere ….. Buon Proseguimento

  • 11
    Francy

    PIGRECO ha scritto :
    un post su 3 parla di internet byoblu .a parte la campagna incessante da parte dei blogger contro la tv  per prendere piu lettori alla televisione  in sostanza il messaggio che lancia è internet un mondo migliore e senza censura …sicuramente ha ragione sul fatto con internet si arrivi a conoscere degli autori che senza internet non avrei mai letto ..ma ci sono altre cose che internet secondo me nasconde ….internet sta replicando le stesse cose che accadono nella realtà..ormai sulla rete si stanno formando sempre piu gruppi e sempre piu chiusi in se stessi e nelle proprio idee e con difficoltà si confrontano serenamente senza sfociare nell’insulto ….ora sta succedendo la stessa cosa che succede nella realtà …tu puoi avere la macchina ma la devi saper guidare e devi relazionarti con gli altri per vivere in autostrada ed essere un gruppo di piloti non nocivi…imporre internet alle elementari è ridicolo quando non sappiamo nemmeno farci autocritica e confrontarci però basta che citiamo qualche articolo della costitutzione e parliamo di berlusconismo e antiberlusconismo che ci sentiamo un’elite intelletuale psicopatica  e per questo legittimati a dire ogni cosa senza nessun confronto …in piu internet sta diventando la piu grossa macchina di propaganda mai costruita nel mondo …ormai ogni persona ha nella sua mail il messaggio del politico o del blogger di turno che si è schierato e chiuso in se stesso in qualche idea fissata …non c’è nemmeno piu il tempo di reagire e fermarsi e riflettere un attimo come una volta accadeva …voi sicuramente pensate che non può succedere tutto questo che questa è un’isola felice …è già successo ..pensate a obama che in due anni o piu non ricordo ha messo in moto la macchina internet e ha ipnotizzato come fa la tv milioni  di persone nel mondo convincendoci che lui è il salvatore ….passate 3 settimane dalla sua elezione mette dentro tutta la commissione trilaterale e fa il piano salva banche ….stavolta però non c’è cascata una sola nazione ma milioni di persone nel mondo compresa l’italia compreso byoblu grillo io e tanti altri  e tutto questo grazie a internet ….un ‘educazione tecnica e non formativa crea solo un uomo consumatore che nonr eagisce al sistema capitale produzione consumo   …uomo consumatore è una visione ottimistica che diciamo che ormai tende a uomo schiavo visto le risorse che sis tanno limitando non solo per il terzo mondo stanno arrivando anche a noi occidentali….

    credo che il fatto stesso che tu sia qui a scrivere queste righe contraddica il tuo stesso pensiero: più libertà e democrazia di così? Internet è uno strumento importantissimo, che richiede cervello. Uno stupido resta tale con o senza internet. Un intelligente con internet invece può migliorare e trovare informazioni, evolvere nei suoi pensieri. Non si tratta di intellettualismi, ma di pensiero umano.

    Se non sei d’accordo con una persona puoi ancora esprimere il tuo pensiero, se non ti piace un sito puoi cambiarlo, se non ce n’è uno che ti soddisfa puoi crearne uno tuo e aggiungere conoscenza.

    La fiducia in obama, nonostante tutto, credo sia stata ben riposta. Non ha la bacchetta magica, già, si comincia dalle piccole cose, e si diventa grandi. Quando hai il mondo contro è difficile cambiare con uno schiocco di dita, altrimenti anche noi non stavamo messi così in italia. Sono processi più lunghi e complessi, che richiedono compromessi, come quello di insegnare come si crimpa anzichè parlare dei propri pensieri…

    • 11.1
      alsalto

      Obama non ha la bacchetta magica, non gli serve perche’ ha i marines, i cannoni e le mitragliatrici. E’ vero si inizia dalle piccole cose, come far guerra anche all’Afganistan giustificandola come guerra preventiva.

      Chi tace soggiace alla volonta’ del loquace, si bene c**zate come la guerra di pace. (caparezza)

  • 10
    camar4

    Ottima iniziativa.

    straquoto.

    sono abbastanza esperto in queste cose, ma sono in ansiosa attesa di quelle in cui non sono ferrato per imparare di più.

    complimenti per l’iniziativa

  • 9
    alsalto

    @kautostar86

    …perfetta sintonia! Bello non sentirsi soli di tanto in tanto.

    Ciao!

    PS. leggiti il commento qui sotto di Singsonghio…ha ha ha. Altro che, la rete e’ un pericolo in piu’ in questo mondo gia’ di per se assai rischioso, he hehe, ma se e’ uno a cercarsele e’ anche giusto che se le trovi, o no?

  • 8

    Personalmente utilizzo cavo FTP e non UTP schermato e costa pochi centesimi in più, così se il cavo passa vicino alla rete elettrica è meno soggetto a disturbi.

    Forse sarebbe più interessante una serie di tutorial sulle configurazione software che sull’assemblaggio. Cosa mi compro la pinza a clippare per fare un paio di cavi? Per certe cose meglio il professionista.

  • 7

    Ottima idea Claudio!

    Spero che in futuro ci siano sempre più iniziative per avvicinare i reticenti alla rete.

    Ad esempio, ci vorrebbe uno stand fisso in tutti i mercatini d’Italia, dove ci sono i pensionati che vanno a fare la spesa e che pensano che bisogna essere dei geni per usare un pc.

    Spero in qualche iniziativa di IDV, senza troppi giri di parole.

    Sapessi quante volte mi sento dire: TU CHE SEI TECNOLOGICO.

    Mi verrebbe da dire: TU CHE SEI ADDORMENTATO!

    Ma spesso, quelli che pensano che io sia TECNOLOGICO pensano anche che io sia ADDORMENTATO.

    I N C R E D I B I L E !!!! 

    Il bue che dice cornuto all’asino. 

     

  • 6
    pda
  • 5
    alsalto

    Visto che siamo alla frutta….

    Io potrei insegnarvi a fare le pesche sciroppate.

     

    Ma se per imparare ad usare un PC si deve inziare col saper cablare un rj45…mi sa che i pensionati come minimo crepano prima di essere arrivati a 1/2.

    Meno vittimismo, bisogna anche sapersi ridere addosso, questo per anticipare quelli che mi vorranno insultare per non osanno qualsiasi iniziativa di Messora, le cagate gli scappano pure a Lui…

    • 5.1
      kautostar86

      ALSALTO sono d’accordissimo con te, la rete è solo un mezzo, un mezzo che diventa utile solo se usato nella maniera giusta, con la giusta conoscenza tecnica e un buona dose di spirito critico.

      Non è vero che la rete amplifica automaticamente la cultura o l’intelligenza di una persona, non è affatto vero, anche la rete come la vita reale pullula di imbecilli e ignoranti (specialmente dalle parti di BEPPE GRILLO e compagnia :-))

      E’ vero che la rete oggi come oggi è quasi necessaria per rimanere al passo coi tempi, ma come dice Alsalto le persone curiose e aperte verso le novità saranno capaci da sole di avvicinarsi e imparare ad usare il mezzo, a chi non ha l’interesse e la curiuosità, non vedo perchè imporglielo l’uso di internet.

      X concludere secondo me internet è mezzo necessario oggi come oggi per informarsi e ampliare le conoscenze, ma non è di per se un mezzo sufficiente.Se uno ha una cultura molto scarsa,e non ha ancora acquisito abbastanza spirito critico, in rete potrebbe diventare ancora più disinformato di quello che è…

      Io per esempio trovo assurdo chi dice che si dovrebbe insegnare l’uso della rete già all’asilo, o alle elementari. Prima ai bambini insegnamogli a leggere e a scrivere, e soprattutto a pensare con la propria testa. Se uno non ha certe basi culturali con internet non ci fa nulla( a parte chattare e scaricare qualche pornazzo)

    • 5.2
      alsalto

      Grazie Claudio della risposta, sai che tengo assai alle tue opinioni, anche se a volte non le condivido. Comunque hai sviato goffamente sulla mia battuta, dai ammettilo…la battuta fa’ ridere ed il fatto che tu abbia in passato realizzato uno splendido ed esaustivo video documento sul fotovoltaico centra ben poco, una cosa in alcun modo annulla l’altra. Ammetto che preferisco quando ti concentri su quei temi che non su Di Pietro, ma questa e’ solo la mia opinione.

      Confido, anzi sono sicuro del fatto che tu sappia soppesare bene le mie critiche, non sono mai lanciate nel tentativo di offendere o svilire il lavoro di nessuno ma vorrebbero invece arricchire di nuovi punti di vista l’argomento in oggetto. Non mi aspetto certo da te un’ammissione sul fatto che questo post sia piuttosto bislacco, diciamo cosi’, non ve ne e’ bisogno, bensi’ esprimo solo un mio parere, per quanto poco possa valere chiaramente.

      Converrai con me che, comunque sia, rimango, ed intendo rimanere, uno tra i commentatori piu’ attivi del blog, per quanto spesso i miei interventi risultino intrusivi o, aggettivo che preferisco, urticanti; se son qui e’ perche’ apprezzo il tuo operato e nel mio piccolo cerco di sostenerlo.

      A tal proposito, il dvd INTERNET FOR GIULIANI tardera’ ancora? Sono sinceramente ansioso di godermelo.

      Con altrettanta cordialita’

      alsalto (Francesco Bianco)

    • 5.3
      alsalto

      @Sir lan

      Sei gentile, apprezzo molto la tua offerta e per quanto riguarda la maglia a ferri e l’ucinetto accetto di buon grado ma il vitello tonnato non posso, mi spiace, non mangio carne, anzi non mi dispiace affatto di esser vegetariano.

      Mi stupisce pero’ la totale assenza di senso dell’umor…il mio commento, sopratutto il secondo quello con il link, fa scompisciare dalle risate, e’ innegabile, ha ahahahaha.

      Tu invece che fai, mi additi offesa (dico bene, donna?) dicendomi che e’ ora di imparare ad usare il computer. E la colpa e’ forse mia se c’e’ chi non lo sa usare? Ho un Nonno acquisito (lo giuro) che ha 86anni ed al pc smanetta come un ragazzetto ed ha imparato da se, a me chiede di tanto in tanto qualche consiglio, nulla di piu’.

      Morale della favola? Chi vuole imparare ad usare un PC se lo compra, lo accende ed inizia. Questo se vuole navigare…certo se poi uno vuole diventare un tecnico informatico bhe’ e’ un’altra cosa, ma per quello ci sono le scuole mi pare. O no?

      Lo gia’ detto piu’ volte, il 90% dei lettori di Byoblu hanno il cervello di gomma. Si farebbero fottere dalla rete come dalla TV. SVEGLIA!!!! Senso critico, rispetto ed umorismo posso convivere.

    • 5.4

      Caro AlSalto,
       un caloroso bentrovate alle tue simpatiche intrusioni. La battuta sul video, tratto da YouTube, su come realizzare un impianto fotovoltaico partendo da un tutorial su come assemblare una spina elettrica sarebbe anche gustosa, se non fosse che anche in questo caso ti è capitato, ma non volontariamente – diciamo che è stato un incidente – di farla fuori dal vasino: la battuta poteva essere buona, senonché hai scelto l’esempio sbagliato, perché sugli impianti fotovoltaici il blog (cioè io) ha realizzato il video più visto in assoluto da aziende e clienti (oltre centoundicimila visualizzazioni). Si chiama “Energia solare for dummies“.

      Ecco il post (con video) del 29 maggio 2008: CLICCA QUI PER LEGGERLO

      Se invece vuoi vedere le statistiche del video: CLICCA QUI PER GUARDARE

      Mi dispiace. “Nice Try”, come dicono gli inglesi (Bel tentativo). Aspetto la prossima critica.
      Cordialmente :)

    • 5.5
      alsalto

      In effetti devo aver sottovalutato le potenzialita’ dell’idea.

      Solo ora che mi appresto a realizzare il mio impianto fotovoltaico capisco il valore di articoli di questo tipo.

      Ho infatti trovato sul tubo una guida che mi aiutera’ passo passo a realizzarlo.

      La trovate qui  http://www.youtube.com/watch?v=rPfvaNQzeY8&feature=fvhl ed e’ molto approfondita anche se un po difficile per chi come me appena inizia a masticare l’argomento.

      Hahhahahahah!!!!!!!!!!!!!!

    • 5.6
      alsalto

      @Sil lan

      Dimenticavo….anche il découpage, lo rifiuto mio malgrado.

      Mi incutono tristezza le cose imbalsamate, anche se inanimate.

      HAHAHAHAHAHAH  e ridi dai. su ridi che fa bene….dai ridi!!!

      Ridere, anche quello sarebbe il caso di imparare a fare, temo.

      Sempre con rispetto, cortesia e possibilmente qualita’. HAHAHAHA

    • 5.7
      FitTizio

      Hola!

      Alsalto, la tua battuta mi ha fatto solo sorridere però! Acc, sto diventando vecchio o sei tu ad aver perso lo smalto dei tempi migliori?

      Beh, a dirla tutta saper fare un cavo di rete può essere utile. A me è servito e a suo tempo ho dovuto cercare con google. Questo video è ben fatto e mi avrebbe fatto comodo vederlo.

      Perché mai ho voluto cimentarmi con le crimpature dei cavi di rete? Beh, con l’adsl se uno ama la comodità di poter navigare in ogni stanza di casa sua ma preferisce evitare il wi-fi perché non è sicurissimo sugli eventuali danni che possa fare alla figlia di pochi anni, può cablare casa sua facendo passare i cavi di rete dove prima passavano (o passano ancora) i cavi del telefono (o della corrente). Un buon modo per non aver cavi per terra dove chiunque può inciampare. Per questo però è indispensabile saper crimpare perché i connettori rj45 nelle canaline non ci passano.

      Ciao ciao

    • 5.8
      sil lan

      Anch’io potrei insegnarti a fare tante cose: il vitello tonnato, l’uncinetto, la maglia con i ferri, il découpage… e moltre altre.

      Non si tratta di osannare byoblu, ma di riflettere su ciò che serve imparare ORA e credo che ORA serva  imparare ad usare (possibilmente bene) un computer.

       

    • 5.9

      La casualità del post sulla patch cord è dovuta semplicemente al fatto che Roberto ha realizzato un video  su come realizzare una patch cord. Tutto qui. Non c’era nessun progetto e nessuna visione di insieme. Se la cosa piace, si può pensare a realizzare una serie, a questo punto focalizzandosi su quello che è più utile. Anzi, magari lanciamo un bel sondaggio prima.

    • 5.10
      alsalto

      @Fittizio

      Leggo solo ora il tuo commento…evidentemente sei tu che stai invecchiando :-) se avessi letto meglio e il post ed il mio commento avresti compreso che il mio intento era di ridicolizzare il fatto che per imparare ad usare un pc si dovesse iniziare dal cablare un rj45.

      Non ti nascondo che secondo me l’hai capito eccome, e che fai comunella con Messora quindi mica mi puoi dare soddisfazione!!! HEHEHEHE

      Scherzo chiaramente e condivido al 100% la tua scelta di evitare il whifi. Ciao!

  • 4
    2x1=4 (2 a me e 2 a te)

    CLAUDIO… SECONDO ME E’ UNA BATTAGLIA PERSA IN PARTENZA, NON PUOI ANDARE CONTRO LE LEGGI DELLA NATURA.

    LA GENTE NON VA ISTRUITA (MOLTO DIFFICILE VISTO CHE E’ RINc*****nITA), VA  INVECE ASSECONDATA. SOLO IN QUESTO MODO SI OTTENGONO I RISULTATI VOLUTI.

    IL PUNTO E’: CHE SENSO AVREBBE GESTIRE UN POPOLO DI RINc*****nITI?

     

  • 3
    2x1=4 (2 a me e 2 a te)

    CLAUDIO… SECONDO ME E’ UNA BATTAGLIA PERSA IN PARTENZA, NON PUOI ANDARE CONTRO LE LEGGI DELLA NATURA.

    LA GENTE NON VA ISTRUITA (MOLTO DIFFICILE VISTO CHE E’ RINc*****nITA), VA  INVECE ASSECONDATA. SOLO IN QUESTO MODO SI OTTENGONO I RISULTATI VOLUTI.

    IL PUNTO E’: CHE SENSO AVREBBE GESTIRE UN POPOLO DI RINc*****nITI?

     

  • 2
    2x1=4 (2 a me e 2 a te)

    CLAUDIO… SECONDO ME E’ UNA BATTAGLIA PERSA IN PARTENZA, NON PUOI ANDARE CONTRO LE LEGGI DELLA NATURA.

    LA GENTE NON VA ISTRUITA (MOLTO DIFFICILE VISTO CHE E’ RINc*****nITA), VA  INVECE ASSECONDATA. SOLO IN QUESTO MODO SI OTTENGONO I RISULTATI VOLUTI.

    IL PUNTO E’: CHE SENSO AVREBBE GESTIRE UN POPOLO DI RINc*****nITI?

     

  • 1
    PIGRECO

    un post su 3 parla di internet byoblu .a parte la campagna incessante da parte dei blogger contro la tv  per prendere piu lettori alla televisione  in sostanza il messaggio che lancia è internet un mondo migliore e senza censura …sicuramente ha ragione sul fatto con internet si arrivi a conoscere degli autori che senza internet non avrei mai letto ..ma ci sono altre cose che internet secondo me nasconde ….internet sta replicando le stesse cose che accadono nella realtà..ormai sulla rete si stanno formando sempre piu gruppi e sempre piu chiusi in se stessi e nelle proprio idee e con difficoltà si confrontano serenamente senza sfociare nell’insulto ….ora sta succedendo la stessa cosa che succede nella realtà …tu puoi avere la macchina ma la devi saper guidare e devi relazionarti con gli altri per vivere in autostrada ed essere un gruppo di piloti non nocivi…imporre internet alle elementari è ridicolo quando non sappiamo nemmeno farci autocritica e confrontarci però basta che citiamo qualche articolo della costitutzione e parliamo di berlusconismo e antiberlusconismo che ci sentiamo un’elite intelletuale psicopatica  e per questo legittimati a dire ogni cosa senza nessun confronto …in piu internet sta diventando la piu grossa macchina di propaganda mai costruita nel mondo …ormai ogni persona ha nella sua mail il messaggio del politico o del blogger di turno che si è schierato e chiuso in se stesso in qualche idea fissata …non c’è nemmeno piu il tempo di reagire e fermarsi e riflettere un attimo come una volta accadeva …voi sicuramente pensate che non può succedere tutto questo che questa è un’isola felice …è già successo ..pensate a obama che in due anni o piu non ricordo ha messo in moto la macchina internet e ha ipnotizzato come fa la tv milioni  di persone nel mondo convincendoci che lui è il salvatore ….passate 3 settimane dalla sua elezione mette dentro tutta la commissione trilaterale e fa il piano salva banche ….stavolta però non c’è cascata una sola nazione ma milioni di persone nel mondo compresa l’italia compreso byoblu grillo io e tanti altri  e tutto questo grazie a internet ….un ‘educazione tecnica e non formativa crea solo un uomo consumatore che nonr eagisce al sistema capitale produzione consumo   …uomo consumatore è una visione ottimistica che diciamo che ormai tende a uomo schiavo visto le risorse che sis tanno limitando non solo per il terzo mondo stanno arrivando anche a noi occidentali….

    • 1.1
      alsalto

      Non ne usciamo Claudio, sai benissimo che nessuno nasce “imparato” e ben fosse c’e’ sempre chi ne sa piu’ di te e di me messi insieme. Ma hai idea di quanti bag ci sono nei software di un computer…dai su’. L’unico modo di tutelarsi e’ quello di navigare con un pc diverso da quello che usi per le cose personali…sempre se hai potenzialmente delle cose da nascondere, perche’ se cosi’ non fosse unico rischio e di far sapere a chi te lo spia i tuoi gusti o le tue frequentazioni sul web. Comunque un pezzo di nastro isolate sull’obbiettivo della web cam quando non la si usa non e’ un consiglio cosi’ stupido…potresti farne un tutorial…”come applicare lo schotc sulla web cam”.

      hahhahhahaha

      O non te la prendere! :-)

    • 1.2

      Caro PIGRECO. Nessuno mette in discussione il fatto che internet sia solo un mezzo e possa essere utilizzato per scopi buoni o scopi meno nobili.
      Resta il fatto, però, che in televisione scelgono gli altri cosa devi sapere e, soprattutto, chi non deve parlare e cosa non devi sapere.

      Su internet, invece, con un buon motore di ricerca il palinsesto puoi fartelo da solo, e quindi la responsabilità dell’uso che ne fai e da chi, o da cosa, scegli di farti “indottrinare” è solo tua, non puoi dare la colpa a nessun altro.

      Questo da solo basta a spingere piu’ persone possibili in rete, tout-court, senza se e senza ma, o forse preferisci restare con tre reti in mano a una persona sola, e altre tre reti in mano alla stessa persona quando governa, per poi sentire i suoi monologhi a reti unificate in occasione delle elezioni, quando tutti gli altri candidati spariscono?

      Sulla questione di internet alle elementari non entro, perché non la conosco. Sta di fatto che all’estero la tecnologia è l’abc per chiunque, mentre ci sono trenta milioni di italiani che non sanno usare il computer e per questo non solo sono tagliati fuori dai blog, ma dal mondo del lavoro e della competitività internazionale.

      Quindi insegnare ai ragazzi (da che età è materia di pedagogia) a usare il computer, ormai è essenziale come insegnargli a leggere e a scrivere, anche perché ormai i temi si scrivono con la penna solo sui banchi di scuola.

      In un altro tipo di società, o dopo il 2012, forse non ce ne sarà più bisogno. Ma oggi viviamo in questa.

    • 1.3
      alsalto

      Tu sei un genio secondo me. Non c’e’ ironia in cio’ che affermo, lo credo.

      Chiaramente il mio giudizio sul tuo pensiero e’ di parte, della mia parte, in quanto la penso esattamente come te, tho’…s’e’ appena creato un’altro piccolo gruppetto!!! HAHAHAHAHA….

      Il mio punto di vIsta e’ che non c’e’ soluzione, il mondo e’ fatto di tante persone piu’ o meno dissimili tra loro, solo pochi tra questi riescono ad avere una propria opinione, la stragrande maggioranza adotta quelle dei propri MITI, ne hanno per tutte le occasioni di MITI, di LEADER, senza stanno male. Morale: SE LA CERCANO E SE LA TROVANO, QUESTA E’ DEMOCRAZIA!!!!  La vera liberta’ si avrebbe solo in una struttura sociale anarchica ma e’ utopia, e’ inverificabile in quanto occorrerebbe che tutte le persone avessero un grado di consapevolezza, rispetto, altruismo, correttezza, onesta’ altissimo e cosi’ non sara’ mai. L’uomo e’ per sua natura bastardo, egoista, ladro ed ipocrita, nonche’ stronzo, quindi….nulla di patto. Unica cosa che ci si puo’ augurare e di avere un bravo boia, che non ti faccia soffrire troppo.

    • 1.4
      alsalto

      …una stellina su cinque anche qui sotto please!

      Adoro i voti sui commenti, sembra di essere tornato a scuola, e’ oltretutto una cosa splendida, non si risponde ad un commento con un’opinione ma con un voto!

      Io adoro la democrazia partecipativa (sarcastico)!!!! Uno fa e tutti gli altri guardano fermi e giudicano come pettegole la domenica mattina fuori da una chiesa!!!! HAHAHAHAHAHHAHA…..

    • 1.5
      alsalto

      Come mio solito mi intrufolo, “scusatemelo”. E’ tutto vero cio’ che dici, Claudio. Questo non implica che 3,14 (per gli intimi) dica fesserie. Io credo che i bimbi debbano imparare ad usare il computer cosi’ come debbono imparare a nuotare, andare i bicicletta etc…tante cose, tutte cose importanti. Ma accade che ci siano dei rischi nuovi all’interno delle tecnologia nuove ed anche questi debbono essere motivo di grande attenzione. A tal proposito linko questo articolo

      http://www.repubblica.it/scuola/2010/02/20/news/scuola_usa_spia-2374378/

      che credo possa dare solo un’esempio del perche’ occorra attenzione, non demonizzazione ma attenzione, non controllo, ma attenzione. Il computer da se non fa male a nessuno, sono le persone che come al solito sono bastarde.

    • 1.6

      Se ci fosse stata più cultura informatica, nè una scuola nè un datore di lavoro avrebbe potuto installare un software di monitoraggio delle tue attività senza che tu non avessi gli strumenti, le capacità e perlomeno il “giusto sospetto” per indagare, accorgertene e denunciare o rimuovere il tool.

      Quindi: più conoscenze informatiche per tutti! Una volta, quando si andava a cavallo, dovevi sapere tutto sui cavalli se volevi avere una vita normale. Oggi devi sapere cos’è, come funziona e come si usa, nel bene e nel male, un computer.

  • 0
    ilgattosilver

    Magari fare un cavo di rete è un po’ fuori della portata di un utente medio, anche perché non è facile riuscire a crimpare bene un cavo, ci vuole una certa manualità (e una crimpatrice un po’ decente, che quelle di plastica schiattano subito).

    Però potresti spiegare come si costruisce con cartoncino e carta di alluminio un riflettore per migliorare la ricezione dei segnali wireless, ci sono un sacco di articoli in giro!

  • -1
    pda

    Ma non sono più in vendita?

  • -2

    mi sembrano le lezioni di sopravvivenza  :) – immagino che finche’ ci sara’ la rete ci sara’ anche il negozio in cui comprare un cavo … ehm ehm – in caso contrario come uso il cavo?

  • -3

    mi sembrano le lezioni di sopravvivenza  :) – immagino che finche’ ci sara’ la rete ci sara’ anche il negozio in cui comprare un cavo … ehm ehm – in caso contrario come uso il cavo?

  • -4

    mi sembrano le lezioni di sopravvivenza  :) – immagino che finche’ ci sara’ la rete ci sara’ anche il negozio in cui comprare un cavo … ehm ehm – in caso contrario come uso il cavo?

  • -5
    giogiu

    Grandissimo. Iniziativa splendida!

    Puoi raccoglierle in un power point o  qualcosa del genere?

    • -5.1

      Sì … Sì… le posso raccogliere in uno splendido DVD e te le vendo a prezzo popolare, così magari ho una speranza di provare a non chiudere il blog domani mattina. :)

    • -5.2
      FitTizio

      @Byoblu

      Acc, venduti pochi dvd?

  • -6
    uruk-hai

    Mi sembra un’ottima idea aprire una rubrica dedicata a queste cose, complimenti. Ricordo quando da neofita ho dovuto fare il primo collegamento col router per più computer, realizzare la rete di casa anche wireless…un casino immane. Quando te lo dicono gli altri sembra sempre facile, cosa ci vuole: spacchetti il router, colleghi il cavo e navighi. Vorrei ritrovare quelli che mi avevano detto così e fargli mangiare un router intero! Fortuna che c’è internet tramite cui trovare tutte le info anche se però, per navigare e trovare le info, prima bisogna collegare il modem-router e…porca vacca, è un cane che si morde la coda!

  • -7

    wow!

  • -8

    Non credo che una persona si mette a fare tutto questo casino per realizzare un cavo di rete. Meglio che vada in qualche negozio specializzato, con pochi euro ti porta a casa un bel cavo di rete…

  • -9
    alsalto

    byoblu ha scritto :
    .In un altro tipo di società, o dopo il 2012, forse non ce ne sarà più bisogno. Ma oggi viviamo in questa.

    NO no, Claudio, mo’ questa me la devi spiegare pero’. Perche’ cosa accade dopo il 2012?

  • -10
    robiraz

    Internet è un mondo immenso, e vedere come si fa una patch cord e solo la punta di un iceberg. Tutto il sistema si basa su un insieme di mondi apparentemente lontani l’uno dall’altro. Ma in realtà quelle parti di internet, quindi del mondo cablato, ovvero la RETE, che possono sembrare inutili per la propria conoscenza e poco affascinanti hanno la stessa importanza o fascino di un argomento d’informatica come KERNEL.

    Quando riceviamo la posta oltre a sepere usare con dimistichezza l’uso del software o applicativo è necessario sapere cos’è un cavo di rete, almeno nelle nozioni base, esempio un cavo di rete in rame superati 100 metri di distanza non trasmette più dati.

    E aggiungo per finire, che nozioni simili vi permettono di non prendere cantonate come quelle rifilate da TELECOM, quando vende connessioni fino a 7 mega raggiungendo l’ultimo nodo di smistamento verso l’utente con un cavo di rame, infatti viaggiano non oltre i 640k.

     

  • -11
    sil lan

    Bravo! Credo tu abbia avuto una splendida idea!

    Io non sono giovane e il pc non mi serve per lavorare, solo per informarmi, ma molti potranno usufruire di queste “lezioni”.

    Qualche anno fa, quando “volli, fortissimamente volli” imparare almeno a navigare, ebbi molte difficoltà: innanzi tutto per via dell’età (ti assicuro che a una certa età è MOLTO più difficile), ma anche perché ho trovato scarsamente pratici i vari “libretti” e alla fine mi sono arrangiata praticamente da sola (con tragiche telefonate ai figli). 

    Ora sono praticamente semianalfabeta, nel senso che, fin che fila tutto liscio vado, ma alla prima difficoltà e/o problema, mi blocco, non so cosa fare, e devo aspettare figli e/o nipoti la domenica, ma almeno riesco a trovre informazioni, partecipare ai blog, fare insomma ciò che mi interessa.

    Perciò ti suggerirei, se possibile, una rubrica di domande e risposte per superare difficoltà magari banali (ad esempio, ora ho dei problemi con la posta, e non so proprio che fare). Forse la cosa può servire ad altri, non pretenderei certo che tu aprissi una rubrica per me!

    Ciao e complimenti per tutto ciò che fai.

     

    • -11.1

      A me sembra questa richiesta molto piu’ sensata che mostrare come assemblare cavi. Mia madre e’ la fotocopia di questa signora.

      Mi spiego: non ci serve sapere come il pistone trasmette il suo movimento alle ruote per utilizzare bene una macchina. Cosi’, al posto dei cavi, lezioni di SOFTWARE o di setup di hardware (ma non di costruzione ;) – sono sicuro farebbero furore.

      In piu’ mia madre mi romprerebbe meno i maroni tutti i giorni ;)

       

    • -11.2

      A me sembra questa richiesta molto piu’ sensata che mostrare come assemblare cavi. Mia madre e’ la fotocopia di questa signora.

      Mi spiego: non ci serve sapere come il pistone trasmette il suo movimento alle ruote per utilizzare bene una macchina. Cosi’, al posto dei cavi, lezioni di SOFTWARE o di setup di hardware (ma non di costruzione ;) – sono sicuro farebbero furore.

      In piu’ mia madre mi romprerebbe meno i maroni tutti i giorni ;)

       

    • -11.3

      A me sembra questa richiesta molto piu’ sensata che mostrare come assemblare cavi. Mia madre e’ la fotocopia di questa signora.

      Mi spiego: non ci serve sapere come il pistone trasmette il suo movimento alle ruote per utilizzare bene una macchina. Cosi’, al posto dei cavi, lezioni di SOFTWARE o di setup di hardware (ma non di costruzione ;) – sono sicuro farebbero furore.

      In piu’ mia madre mi romprerebbe meno i maroni tutti i giorni ;)

       

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

CARLO SIBILIA (M5S): BASTA GOVERNI IMPOSTI, ORA POTERE AL POPOLO!

Carlo Sibilia Potere al Popolo Carlo Sibilia, deputato del Movimento 5 Stelle: nazionalizzazione di Monte dei Paschi di Siena, basta governi non decisi dai cittadini e restituzione del potere al popolo. ...GUARDA

VERGOGNOSO: GIULIO SAPELLI INIZIA A PARLARE DI MES E TROIKA E… TAAC: CAMBIANO DISCORSO!

Giulio Sapelli CondizionalitàL'economista Giulio Sapelli, dopo la mossa della BCE che non ha concesso tempo a MPS per la ricapitalizzazione, aprendo così la strada agli aiuti di Stato (e quindi al MES, con il commissariamento che ne deriva), inizia a parlare di MES e di pesanti condizionalità da sopportare. Ma il conduttore...GUARDA

Massimo Fini invoca i Cinque Stelle e un “dictator” per governare su tutti.

scontro-ronzullo-de-sanctis-si-vergogni Massimo Fini invoca un "dictator" per governare su tutti. Poi dà del delinquente a Berlusconi (e chiama "Saluzzi" la De Sanctis), con il plauso di Vittorio Sgarbi. Licia Ronzulli se la prende e offende Federica De Sanctis, Sky Tg24: "Si vergogni, come conduttrice e come donna!...GUARDA

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento

Giulietto Chiesa: ultima chiamata contro il commissariamento Giulietto Chiesa parla del dopo Renzi, richiama l'attenzione sulle insidie del ricorso al fondo salva stati (volgarmente detto Esm o Esm) e lancia la sua proposta per impedire ai ladri di sovranità di portare a termine i loro piani sulla pelle dei cittadini. (altro…)...GUARDA

Claudio Messora su RadioRadio: “Okkio alla Troika”

claudio-messora-radioradio-radio-radio-okkio-alla-troika Questa mattina alle 10 ho informato gli ascoltatori di "Un giorno speciale", in onda su RadioRadio, della necessità di restare in guardia sulla possibilità che un Governo (doppiamente illegittimo, oggi come oggi) chieda di fare ricorso all'Esm, commissariando di fatto l'Italia e imbrigliando qualunque Governo a...GUARDA

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>