Come dargli torto?


 Agli elettori non interessa premiare o punire i candidati


 di Beppe Severgnini

Posso immaginare come si sentono Santoro, Travaglio, Luttazzi e Grillo (non Di Pietro, però): vittime di un pesce d’aprile anticipato. Sono passati tre giorni dall’ennesimo successo elettorale di Berlusconi (referendum confermativo, buon risultato, colpo di coda, esercizio di sopravvivenza: insomma, è ancora lì) e pensano: gli italiani sono plagiati! Succubi! Disinformati! Se sapessero certe cose, non lo voterebbero! Né lui, né gli alleati che lo sostengono.

 

Dietro questo pensiero sta un’illusione: che l’elettore voti, come in altri Paesi, per premiare e punire. Che l’indignazione stia alla base della scelta. Che la croce sulla scheda sia (anche) la conseguenza di un giudizio morale. Non è così. È accaduto nel 1992 — ne beneficiò la Lega — poi più. Noi italiani, a differenza di altri europei e degli americani, non votiamo per punire. Votiamo per altri motivi.

Per veder perdere chi ci sta antipatico. E i grandi maestri dell’antipatia applicata, in Italia, stanno a sinistra: li ho incontrati al liceo, negli anni ’70, e sono ancora in pista. Ogni tanto salta fuori qualcuno simpatico (Vendola, Renzi, Chiamparino): o non lo candidano o cercano di farlo fuori. In passato l’ho chiamato «effetto Palio» (ogni contrada vuole la vittoria, ma più ancora la sconfitta della contrada rivale). Il fenomeno è però più vasto. L’antipatia militante, in Italia, non muove solo la politica; muove tifo calcistico, arti e professioni.

Per veder vincere chi ci sta simpatico. E il grande artista della simpatia, chi è? Simpatia di facciata, con battute e comportamenti che ci danneggiano all’estero? Simpatia levigata giorno per giorno da riviste colorate e programmi del pomeriggio? Simpatia protetta in prima serata dalle notizie sgradite? Certo, anche: ma simpatia rimane. Umano, troppo umano; e utile, molto utile per raccogliere il consenso nelle società emotive.

Per interesse e convenienza. Non conosco cultura tanto idealista in teoria e così realista in pratica. Per quella che ritiene essere la sua convenienza vota il cittadino onesto, preoccupato della sicurezza. Ma anche l’evasore fiscale, occupazione part-time di buona parte della popolazione: non vota per arrivare all’equità e all’equilibrio dei conti pubblici, ma per minimizzare il rischio di controlli e sanzioni. Aggiungete il fatto che, tra i politici che parlano di morale e lungimiranza, molti sono degli ipocriti; e il quadro è completo.

Simpatia, antipatia, interesse e convenienza: chi sa interpretarle, vince. È una constatazione, non una denuncia. So bene come gli elettori di un altro Beppe non siano d’accordo con quest’analisi. Li muove una comprensibile indignazione, ma li danneggia un’incomprensibile illusione: che la maggioranza degli italiani, se solo fosse informata, voterebbe diversamente, mossa da senso della giustizia e indignazione. Non è così, e qualcuno l’ha capito molto bene.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

21 risposte a Come dargli torto?

  • 11
    doctorjypo

    Severgnini scrive semplice e chiaro, come sa fare. Ma la sua analisi è scialba. Tutta roba che si potrebbe dire di ogni paese e di ogni tempo.

    Non concordo assolutamente sul fatto che gli italiani abbiano questa predisposizione genetica al menefreghismo. Questo tritacarne in cui mettiamo tutto è un aspetto sociale certo italiano, ma la corrente elettrica per la triturazione la dà una massiccia ed assodata disinformazione.

    Esempio: se tutta la potenza di fuoco mediatica che ci circonda cominciasse a sparare all’unisono I FATTI su Berlusconi, in maniera martellante, Minzolini ogni sera a dire quanto sia assurdo sorbirci  B., immagini di B. nudo che fa sesso con minorenni, ovunque ti giri giornali e radio (internet lo fa già) a denunciare i soprusi perpetrati da quest’uomo, etc, non dubito che il suo impero sarebbe finito in 1 giorno.

    Bene, allargate il quadro inserendo questa “politica” ad ogni sopruso. Io credo che nessun italiano avrebbe più paura a dirsi indignato. Se tutto e tutti additassero continuamente i mafiosi e le loro attività, nessuno si sentirebbe abbandonato.

    Purtroppo, parole di banale buon senso come quelle di Severgnini suonano reazionarie ai giorni d’oggi. Essere disinformati è anche credere che siamo soli a pensare certe cose, così che più facilmente abbassiamo la testa e ci mettiamo in fila con l’opinione dominante.

  • 10
    Ambient84

    Queste elezioni, secondo me hanno confermato l’astensionismo delle europee cioè la sfiducia nella politica italiana, così come hanno confermato la crescita di Di Pietro… oltre il Mov. 5 Stelle.

    Quello che mi chiedo è perchè nonostante l’emergenza rifiuti, gestita loscamente, i campani abbiano votato Berlusca e ugualmente gli aquilani dopo il terremoto!!! Non può esser colpa solo della censura dei talk show rai, per intendere i “televotanti”. I campani e gli aquilani hanno vissuto sulla propria pelle le promesse, non si sarebbero un pò inc**zati? Perchè non vendicarsi?! 

    Forse anche in questi 2 esempi si potrebbe scorgere un cambiamento, visti i governi di sinistra precedenti, ma perchè cambiare nel peggio?! SEMPLICICE: perchè la CRISI cavalcata con SPETTACOLARITA’ crea più effetto, amplifica la speranza e la fede (da bravo cristiano): da una parte il G8, dall’altra l’esercito che presidia le discariche. Veramente troppo umano!

    “So bene come gli elettori di un altro Beppe non siano d’accordo con quest’analisi. Li muove una comprensibile indignazione, ma li danneggia un’incomprensibile illusione: che la maggioranza degli italiani, se solo fosse informata, voterebbe diversamente, mossa da senso della giustizia e indignazione. Non è così, e qualcuno l’ha capito molto bene”. Proprio vero Severgnigni, ma non sarei sicuro su IDV.

    Le pecore non moriranno mai perchè esistono da sempre. L’alternativa seria esiste e dobbiamo fare in modo che le pecore belanti di destra, vi rimangano; gli altri vanno svegliati! Non ho fede che le pecore muoiano tutte, anzi, soprattutto quelle nere…!

  • 9

    Grande Byo, agli italiani non frega un c**zo perché sono menefreghisti. L’ho detto anche in video che ho fatto qualche giorno fa: http://www.youtube.com/watch?v=nnwdH_YOuL0

     

    Anche se informati correttamente probabilmente se ne fregherebbero.

  • 8
    MaTe

    Jala ha scritto :
    Ho paura che hai ragione Claudio …

    …di Beppe Severgnini

     

  • 7

    Finchè ci sarà qualcuno disposto a leggere gli automatismi tautologici di uno dei tanti, troppi Severgnini capaci di riprodursi ogni secolo per gemmazione nei luoghi più sconci della società, allora potremo dire che gli eroi, in questo paese, avranno vita facile. Perchè eroe, in questo paese volgare, raccontato (e creato) da poveri opinionisti la cui principale mansione è al più rappresentare la cifra miserrima dell’opinione pubblica autoctona, è semplicemente chi vive una vita ispirata dai valori dell’umanità.

    Non c’è bisogno di un severgnini qualsiasi per rimestare la miseria di due parole ascoltate in ogni secolo, nè per realizzare l’aridità del contesto complessivo. Ovviamente, l’opinionista inappetente alle supreme questioni con cui ogni persona intellettuale è obbligata a confrontarsi, furbescamente liquida ogni problematica sotto la voce di tecnicismo (ignobile perchè a lui ignoto) per la netta consapevolezza di una propria umiliante sconfitta, nella terrorizzante ipotesi di un confronto nel campo dell’oggettivo.

    E dunque, chiacchere, chiacchere, chiacchere che fallendo miseramente l’obiettivo arrogantemente preposto (dati i miseri mezzi) di elevarsi a oracolo o almeno a vate della miseria imperiante, finiscono per mescersi indistinguibilmente alla generale putrefazione.

    • 7.1
      alsalto

      Quanto mai rischioso confrontarsi con l’opinione di chi come te sa’ affrontare le supreme questioni e magari nel farlo lo fa nei supremi palazzi della cultura. Elit itellettuale che sbrana con le fauci della becera nozionistica chi con semplicita’ affronta qualsivoglia argomento. Un tale arabesco intellettuale capace di far perdere il filo a chiunque non tesserato socio in quei supremi palazzi. Che detto come si mangia significa pane e salame ma concreti. Il becero snobbismo di chi ostenta cultura quale arma che tutto sa automaticamente abbattere non con l’opinione ma con la destrezza dialettica. Sterile e di dubbio gusto come la resideenza roccocco’ di un tiranno che col sangue del popolo s’e’ pittato le guancie ed ha dipinto le pareti della sala delle danze e sa farsene vanto al grido: IO sono IO e voi non siete un c**zo!

      Cosi’ COLTO da essere UNICO, cosi’ UNICO da esser destinato alla SOLITUDINE eterna.

  • 6
    Francy

    Grande Beppe, come sempre. Credo sia uno dei migliori giornalisti italiani, nonchè il mio scrittore italiano preferito. Non a caso i migliori Italiani sono gli Italians.

    La penso così: gli stupidi rimangono tali con o senza internet, ma gli intelligenti con internet hanno tante possibilità in più.

  • 5
    uruk-hai

    Ultimamente vedo e leggo sempre più articoli su questo tema che io ho da sempre sostenuto e che mi ha sempre fatto piovere addosso critiche feroci e insulti di ogni genere: cioè che l’italia non è conciata così perchè è disinformata e inebetita dalle tv ma lo è perchè è piena di italiani. Anche prima delle tv berlusconiane e anche prima della monopolizzazione dell’informazione sempre berlusconiana P2ista gli italiani hanno sempre votato delinquenti e mafiosi: Andreotti e Craxi giusto per fare gli esempi più noti anche per i meno vecchi.

    Il problema in questo non-paese non è un vecchietto basso, con la testa asfaltata e una dispensa zeppa di viagra, il vero e unico problema è l’ignoranza, l’inciviltà, l’egoismo, l’arroganza, l’ipocrisia e la superficialità di un popolino privo di onore, rispetto, etica e moralità sempre in guerra contro qualcuno e mai veramente a favore di qualcosa.

    L’italia è una cloaca sociale.

  • 4
    dl31

    io dico che piu della metà di questi italiani che non è andata a votare è incaxxata nera e non andrebbe mai e poi mai a votare nessuno di questi politicanti tutto belle chiacchere e soprattutto cattivi fatti !!!!!!

    l’altra metà, forse se idv (dipietro) non faceva questi suoi scivoloni (famosissimi) e continuava invece la sua alleanza con il popolo dignitoso voglioso di vera giustizia, e magari si fosse anche alleato con le liste civiche, bèh…allora credo che sarebbero andati a votare ed io sarei stato tra questi se ne avessi avuto la possibilita (sono siciliano) e credo che anche tanti di quelli che hanno votato lega e sinistra avrebbero votato idv-liste civiche varie

    a parte che comunque beppe grillo e liste civiche varie erano solamente in 5 regioni e senza uno stralcio di pubblicità in tv…addirittura tanta gente prima di queste elezioni nemmeno ne conosceva l’esistenza….alcuni mi domandano: ma tu lo sapevi delle liste civiche di beppe grillo ? mah !!!!

    GLI ITALIANI SIAMO TROPPO STRANI……e soprattutto siamo mooolto animali !!!!

    super-mammoni e papponi gli basta il sole, il mare, le montagne innevate, i piu bei posti turistici e culturali di tutta la storia, la gnocca, lo sballo, ed il miglior mangiare del mondo…..sono sadomasochisti a livello proprio mentale (super-mammoni) e devono tutto al loro papi e mami se si trovano al posto dove siedono quindi sono abituati sin da piccoli ad essere sottomessi al padre-padrone che gli da i soldi per uscire il sabato sera, tanto che poi ne hanno sempre di bisogno a vanno a votare il papi che piu gli garba (hanno bisogno del padrone)……ora pero forse si cominciano a svegliare ?!?!?!?!

    spero onestamente che non li facciano inc**zare troppo (veramente io spero il contrario)…ma non credo che faranno mai quest’errore i politici, che questo lo hanno capito e lo sanno molto bene e s’inventeranno sempre il modo di farli stare belli calmi e tranquilli tutti quanti !!!!!!

  • 3
    teleabuso

    La “sconfitta” del centro-sinistra non mi sembra schiacciante anche se premia abbondantemente questa truce maggioranza. Esiste un opposizione, se non determinante in Parlamento, almeno nel Paese e nella Rete, ma quel che conta in una democrazia è il parere o la convinzione della maggioranza, appunto. Si dovrebbe quasi prendere in considerazione la proposta di Messora di fare un elettore con la patente a punti…
    Se io dò il 30 % a testa, sia al centro-destra che al centro-sinistra, di consenso elettorale effettivo e convinto, ovvero complessivamente il 60%, resta pur sempre quel 40% che fa parte di “color che son sospesi”, come direbbe Dante. Tra costoro ci sono gli eterni sfiduciati che non votano,  quelli ricattabili con il voto, quelli facilmente influenzabili dall’immagine e dalla spettacolarizzazione della politica o da fattori che ne esulano nettamente. 

    Resta sempre il fatto che Berlusconi controlla quasi tutta l’informazione. Ovvero il reuccio fà cultura, crea modelli culturali, politici, di comportamento, di pensiero… La Rete non è ancora così popolare come lo sono i media tradizionali. Direi, a conti fatti, che la sconfitta non è poi una vera sconfitta. Abbiamo assistito all’entrata in grande del Movimento a Cinque Stelle di Grillo, la crescita dell’IDV, ovviamente a scapito del PDmenoelle.

    Questa maggioranza principalmente  coltiva l’ignoranza per mantenersi in piedi.  Il culturale alla televisione è ridotto a un battibecco salottiero, alla soappapera sfrenata, al sentimentaloide cachereccio…

    Vedevo ieri l’altro una toccante scemata pornografica, il Boss della Lega che sbaciucchiava il suo adorato figliolo, capace di intendersi del volere del genitore. Buon sangue non mente e soprattutto non demorde. Questa non è più politica e nemmeno un modo di fare politica… è pura soappapera. La categoria dell’amore e dell’immagine vince su quella prettamente politica.

    Una parte di quel 40% di cui dicevo sopra è totalmente rinc*****nita e vota questo sentimentabloid della politica dell’amore.

    Diciamo che questa maggioranza ha (come sempre) con-vinto l’elettore ignorante più che vinto politicamente.

  • 2
    Marsicano

    Gli aquilani non hanno votato per Del Corvo alias signor nessuno=Berlusconi. Gli aquilani non hanno votato proprio. Il berlusclone ha vinto perché questa volta sono stati di più i voti dei marsicani che purtroppo sono sempre stati abbandonati dalla politica provinciale, mai ricordo un marsicano presidente di provinacia, mettici che il neo presidente è sponsorizzato dal sen. Piccone che ha aziende e dispensa lavoro nella marsica, condisci tutto con l’ingnoranza generale e il senso di rivalsa sui cugini aquilani, uniti anche agli astensionisti del sulmontino ed il gioco è fatto. Ma la sostanza non cambia, siamo un paese marcio dal midollo e per liberarci dal berlusconismo ci vorrano due generazioni ben educate.

    • 2.1
      Siriana

      Quando parli d’ignoranza generale forse la misuri col tuo metro,che,visto come scrivi (alias presumibilmente come pensi…) sarà più un centimetro…I marsicani,quelli veri, fanno. Parlano,poco.E sembrano a un certo punto, sorprendentemente ostinati.Come l’asino di zio Peppuccio. Che tu stai li e lo scuoti,t’inc**zi. S’informano,guardano,e pensano. Poi vanno a votare.E come l’asino di zio Peppuccio,piuttosto che cercare di farti capire che l’hai sovraccaricato,scocciato,stremato,piuttosto tira calci.Perchè è un asino,lui,hai voglia a spiegargli le tue economie e le tue strategie.Tira calci,ed è per lui come mandarti aff***ulo.E a te, e a tutti gli altri,chiedo: è tanto ostico pensare alla Maggioranza, che,guarda caso, diventa sempre più Maggioranza in un Paese democratico(,malgrado escort, avvisi di garanzia,figure di palta internazionali, e molto altro,)come persone informate, intelligenti, mediamente,mediocrementi intelligenti, capaci di auto determinarsi, e rispettarle comunque? Rispettare comunque l’antagonista ?Poi,che non sia un Paese democratico,puoi dirlo tu,intanto lo puoi dire e scrivere e cantare,e convinci la popolazione che è come dici tu. Vedo vomitare insulti, analisi sul degrado del Paese e del popolo,culi in aria e auspici di ‘corsi di preparazione segue test d’ammissione al voto’.Non è che si possa,dico,piano piano,cominciare a pensare che forse,e dico foooorseee, eh,l’alternativa che si propone qualche difettuccio ce l’ha?Che FORSE qualche problemino, la Sinistra (democratica,di centro,pura o cometipare) ce l’ha,e si vede pure?Non è che a qualcuno venisse ispirazione di ripartire da lì?Ma non dai talk show,più o meno autorizzati,ma dalla Gente,dall’azione sul territorio.A questo proposito, mi piacerebbe dire,e che dicessimo,qualcosina soprattutto a Di Pietro,( che nè papi ma nianco zio Antonio,si chiama…)che ci è piaciuto tanto,sempre tanto,ma quando somigliava più a noi, che siamo un pò come l’asino di zio Peppuccio,ci piaceva ancora di più:Le vie delle strategie e dei talk show sono zeppe di insidie.Facciamo a meno della satira che urta,di sapere (e chi se ne fotte,ci sono madri sole che fanno triplo salto mortale con piroetta per sbarcare il lunario,figurati)quanto viagra ha il presidente contadino,ma per favore,un appello,facciamo mente locale sulle cappellate(tante)sulle ragioni(buone) e sulle possibilità( non disperiamo) di poter dare qualcosa di buono a questo Paese,e riparti da qui,da noi.Che,credici,talvolta siamo come l’asino di zio Peppuccio,ma asini perbene.

  • 1
    july 04

    Severgnini è uno dei pochi in Italia che unisce all’ ignoranza politica una capacità senza pari di attirare antipatia … Berlusconi è l’ uomo più odiato dall’ antichità ad oggi ed è votato da una valanga di gente che si tura il naso nel votarlo (cioè si vergognano di ammetterlo) ma lo fanno perché seguono le indicazioni del vescovo, della loggia, del capo mafia, della organizzazione di categoria ( commercialista, dentista, artigianato, confcommerciante & confindistriota ) e se esistesse, ovviamente, anche il sindacato delle zoccole. Senza contare i fedeli del dio Po e i pochi rimasti al seguito di Fini … e ciò nonostante …. se prendiamo il solo partito di proprietà di Berlusconi prende tanti voti quanti ne prende il PD con il solito leader democratico pro tempore ( sotto tutela ovviamente, di D’ Alema )

  • 0
    boemo66

    Ottima analisi di Severgnini che mi trova totalmente d’accordo.

    In effetti ho paura che alla base di tutti questi “misfatti” che da anni ormai ne abbiamo piene le palle, ci sia in noi una radice ben diversa da quella dell'”indignazione”. L’italiano medio vota quasi solo per “fare un dispetto o un favore” a questo o quello, piuttosto che per volontà di senso civico o per CAMBIARE davvero una qualsivoglia situazione. Non si riesce a spiegare altrimenti i continui successi all’ultimo minuto del Premier anche quando se ne intravede un possibile tracollo. Mettiamo da parte la sinistra che presumo sia come il Tamagochi: la cosa più inutile che abbiano mai inventato (levata qualche eccezione), attenzione: che Berlusconi sia un comunicatore di grande effetto, nessuno lo ha mai messo in dubbio. E’ 20 anni che ci spalma lo scroto con la sua “simpatia e libertà”. In più mettiamogli in mano 6 televisioni nazionali su 7, un valore di circa 7mld di € nelle tasche, un opposizione NULLA  e il gioco è fatto. Non è facile “far capire” il marcio alle persone anche di buon senso quando devi scontrarti con qualcuno con questi numeri tra le mani. Anche quando riesci a farlo passare in maniera interessante (RaiPerUnaNotte) in tanti abboccano alla faziosità di certi personaggi, putroppo.E i risultati ne danno una triste conferma.

    Mi permetto di fare un piccolo commento sul blog di Grillo (visto che comunque lo ha tirato in ballo anche Severgnini). Proprio adesso ho letto un suo post nel quale usa parole quasi di astio contro DeMagistris, solo perchè, a suo dire, vorrebbe dialogare (in senso politico) con tutti coloro che in questi mesi si sono fatti forti nelle piazze (popolo viola, movimento 5 stelle). Ma la cosa più sciocca è che quasi lo attacca di non fare il suo dovere alla commissione europea preoccupandosi troppo di politica. Addirittura Grillo accenna a DeMagistris di parlare a nome del Mov5Stelle senza averne l’autorità, e conclude “consigliando” al magistrato di fare “da solo i propri passi”! Attenzione ragazzi e attenzione Grillo. Stai facendo la stessa parte dell’attore principale, o con me o contro di me. E mi spiace, ma non funziona così. A lungo andare potresti davvero riniziare a ritrovarti a fare solo “spettacoli” come ai vecchi tempi. Che sia inc**zato come tanti di noi è legittimo, ma che se la prenda anche con le persone che fino a ieri idolatrava (e DeMagistris fino a prova contraria è un OTTIMA persona) è segno di un inizio di una pericolsa quanto confusionaria INCOERENZA.

  • -1
    Guastatore1986

    Claudio, Ormai siamo nell’Oblio!!!!

  • -2
    salvoscan

    Secondo me gli Italiani sono talmente ciechi è specialmente sordi visto che berlusca non parla altro che di riforme per pararsi il c**o e quello degli amici stretti tanto che parla in primis di riforma della giustizia “chissà come mai”.

  • -3
    Andrea M.

    mi sembra l’ennesima analisi pseudo-brillante e superficiale di Severgnini.

    solo una precisazione sul Palio di Siena: nel mondo superficiale e stereotipato di Severgnini esiste l’«effetto Palio» (“ogni contrada vuole la vittoria, ma più ancora la sconfitta della contrada rivale”). nella realtà, è assolutamente falso che ogni contrada voglia più di tutto la sconfitta della contrada rivale, più della stessa vittoria. Ogni contrada vuole prima di tutto la vittoria (andate a Siena in mezzo alla gente per verificare), poi, solo se non esistono le condizioni necessarie per vincere (contrada che non corre il Palio, fantino non all’altezza, cavallo non competitivo etc…) ogni contrada fa di tutto perché la rivale non vinca. Ma sempre e solo come seconda opzione. C’è una grande differenza, Severgnini. 

     

     

  • -4
    gino_ne

    Caro Claudio, hai perfettamente ragione,
    chi crede che essere informati ti possa far capire e scegliere il giusto sbaglia, e non penso che questo accada soltanto in Italia. Purtroppo penso che i valori del mondo occidentale, e quindi in qualche modo anche del resto del mondo di riflesso allo strapotere economico culturale dell’ occidente, abbiano offuscato la ragione e il buon senso delle persone, che avendo come valori dei ‘disvalori’ come il successo, i soldi, il materialismo più sfrenato, anche se sono a conoscenza delle malefatte di un individuo, non lo giudicano negativamente e lo votano proprio perchè hanno una scala di valori negativa dovuta dalla cultura dominante.

    Non ho mai avuto fiducia nella democrazia occidentale degli stati liberali proprio perchè alla base di questi sistemi esistono delle categorie valoriali completamente disumane, come la divisione in classi sociali, il valore predominante del denaro , la necessità di lavorare per vivere. Non fraintendermi, il mondo comunista, anche se all’ opposto, era comunque negativo e abberrante. proprio perchè partiva, come fa il capitalismo, nella costituzione di una società basata sull’ economia e sul lavoro e quindi sulla ricchezza, che puo’ essere profitto per il capitalista o distribuita in parti uguali (a perte per chi comanda) nel sistema comunista.

    L’ unica mia speranza risiede nell’evoluzione dell’ umanità e nel suo sviluppo scientifico, oggi sempre più veloce e alla portata di un maggior numero di persone.
    Domanda: riusciremo a sostituire la fatica e il lavoro per la sopravvivenza, assegnando questo onere alle macchine, con la possibilità di vivere le nostre vite da esseri umani fatti per pensare e sviluppare il proprio pensiero, senza distinzioni di classe, di razza, di censo, di religione, ma differenziandoci solo per il nostro modo di essere e per le individualità che ci caratterizzano?

  • -5

    Ho paura che hai ragione Claudio …

  • -6
    uruk-hai

    Per capire il senso delle parole scritte da Severgnini basta leggere i commenti precedenti che per lo più analizzano il periodo solo da Berlusconi in poi indicando in quest’ultimo e nelle sue tv spazzatura il male unico. Allora ripeto la domanda: vi dicono niente nomi come Andreotti, Craxi, Forlani, Spadolini ecc.? Sono stati tutti grandi statisti che hanno innalzato l’italia a nazione eccelsa? In quegli anni non esisteva ancora il Berlusconi manipolatore dei media e le tv come i giornali seguivano per bene gli scandali; basta ripensare alla copertura mediatica di tangentopoli. Ma allora se esisteva l’informazione e si sapeva che i predecessori di mr. B erano criminali, mafiosi, incompetenti e truffatori come mai sono stati eletti? Non è che veramente c’entra qualcosa la sotto-cultura che affligge la maggioranza degli italiani?

    • -6.1
      dl31

      no uruk-hai non sono inconsapevoli…..non è sottocultura !!!!!

      anzi al contrario è proprio una cultura….la cultura del padrone che più ci aggrada !!!!

      siamo troppo abituati ad essere accuditi dal papi e mami, tanto che poi non ne possiamo piu fare a meno rappresentandoli nei politici, che noi come i fessi, di volta in volta, andiamo a votare magari solo perche abbiamo sempre tifato per loro o magari solo perche per questa squadra ci tifano tutti i miei compagni, oppure perche questa squadra bada alla mia famiglia da sempre e ci da il lavoro,….quando andiamo a votare ci andiamo in funzione di questi moventi, facci caso….si, ora con la crisi economica e politica tutti si stanno trovando senza papi e mami e percio si stanno risvegliando le coscienze, ma volevo vedere se non c’era sta crisi eco-politica-totale…ancora eravamo io te e altri 4 gatti che presto o tardi impazzivamo e scappavamo chissà in quale isola sperduta nel nepal…pensaci bene….siamo profondamente malati, abituati ad essere governati da papi e mami sin da piccoli, sole, mare, natura, ottimo cibo a buon mercato…siamo troppo coccolati e crugiolati dalle bontà che DIO ci ha concesso ed ora credo che siano arrivati i nodi al pettine !!!!!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>