Italia-Sudafrica: trova le differenze!


Ci sono paesi dove i giornalisti si cacciano, e paesi dove i giornalisti ti cacciano. Certo, non fisicamente, ma ti mettono così in difficoltà che finisci per perdere il controllo e andartene da solo. Ovviamente noi non facciamo parte della prima categoria.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

L’Italia è un posto dove se non segui il copione vieni accompagnato alla porta, come è succeso recentemente a Rocco Carlomagno, il giornalista sui generis, forse un tantino invadente, che Berlusconi cacciò dalla conferenza stampa dove aveva preparato il solito teatrino di circostanza in occasione del Decreto Interpretativo. La cosa curiosa è che in quell’occasione fu un consigliere stesso del Presidente del Consiglio a suggerirgli di “non esagerare“, ma soprattutto accadde una cosa che dovrebbe far riflettere anche quelli con il pelo sullo stomaco più folto. L’ordine di accomodare il disturbatore alla porta non fu eseguito dal servizio di sicurezza, come ti aspetteresti che accada in  qualsiasi paese che non sia ad-personam, ma dallo stesso Ministro della Difesa, che evidentemente intende per difesa la difesa individuale del capo del PDL. Dopo le leggi ad-personam, insomma, i ministeri ad-personam.
Ma che la posizione ideale nel kamasutra dei rapporti politica-stampa in Italia sia la pecorina si evince da mille altri episodi. Su tutti, svetta la volta in cui il premier ricordò ai giornalisti che le nomine si fanno ad Arcore, o quella in cui Berlusconi fece il gesto del mitra alla povera inviata russa durante una conferenza con Putin. Non era passato molto tempo dalla morte cruenta di Anna Politkovskaja, e la povera giovane cronista non smise di piangere terrorizzata per ore.

Ricordo questi episodi per introdurvi a un fatto speculare accaduto molte miglia a sud, per la precisione in Sudafrica, nell’emisfero opposto al nostro.

Mercoledì scorso, 7 aprile, durante la trasmissione di approfondimento politico Africa 360, in onda su ETV, insieme al conduttore Chris Maroleng e all’analista Lebohang Pheko è stato ospite in studio André Visagie, segretario generale del Movimento di Resistenza Afrikaner (AWB).
Chi sono gli Afrikaner? Ripercorrere la storia del Sudafrica in un post di poche righe è una pessima idea. Diciamo però che quando gli olandesi, sulle rotte commerciali della Compagnia Olandese delle Indie Orientali (VOC), doppiarono il corno d’Africa, decisero di crearvi un insediamento stabile che funzionasse un po’ come una stazione di rifornimento. Correva l’anno 1652 e la regione del Capo di Buona Speranza venne colonizzata dai primi coloni bianchi calvinisti, cui nel 1688 si aggiunsero un piccolo gruppo di Ugonotti. I membri di questa nuova comunità vennero definiti Boeri, dall’olandese boer: contadino. Questi ultimi, che erano in buoni rapporti con le popolazioni locali, importarono schiavi dal Madagascar, dalle Indie e dall’Indonesia, dando luogo nel tempo a una mescolanza, frutto dei matrimoni misti, che oggi viene definita cape coloured e che parla l’Afrikaans, un tedesco di derivazione olandese che integra prestiti dai linguaggi africani e dalla lingua inglese. Si pensa che il termine Afrikaner sia stato usato per distinguere, all’interno della popolazione bianca, quelli di lingua afrikaans da quelli di lingua inglese, dopo che l’Inghilterra assunse il controllo dell’area nel 1795.
Nel 1948 vince le elezioni il Herenigde Nasionale Party, il principale partito nazionalista degli Afrikaner, filo nazista durante la seconda guerra mondiale, secondo il quale il Sudafrica non può essere considerato una nazione sola, ma comprende almeno quattro gruppi etnici fondamentali: i bianchi, i neri, i cape coloured e gli indiani. E’ l’inizio dell’Apartheid, in lingua Afrikaner “segregazione”, che terminerà solo nel 1994 con la vittoria del Congresso Nazionale Africano di Nelson Mandela.

 Bene: l’Afrikaner Weerstandsbeweging (AWB) è un gruppo politico sudafricano di estrema destra e secessionista, fondato da Eugène Terre’Blanche e altri sei compari il 7 luglio 1973 in un garage di Heidelberg. che ha sempre rivendicato la creazione di una repubblica indipendente Boero-Afrikaaner, sul modello delle Repubbliche Boere (vedi lo Stato Libero di Orange e il Transvaal).

La bandiera dell’AWB è un fenomeno di simbologia. Si compone di un triscele di sette che da un lato formano il numero 777 in contrapposizione con il 666 biblico (come tutti i partiti nazisti, anche l’AWB rivendica forti radici cristiane), da un lato richiamano la data di fondazione e il numero di fondatori del movimento e da ultimo, ovviamente, ricordano simboli arii come la svastica nazista.
Eugène Terre’Blanche è morto una settimana fa, ucciso a colpi di machete nella sua azienda agricola, presumibilmente ucciso da due braccianti di colore cui non corrispondeva il salario da mesi, ed è proprio in seguito a questo assassinio, prevedibilmente foriero di tensioni sociali, che Africa 360  ha invitato in studio André Visagie, a capo dell’AWB dopo la morte di Terre’Blanche.

Quello che è successo potete vederlo nel video. Lebohang Pheko, la donna di colore analista politico della trasmissione, ha incalzato Visagie sulla condizione dei milioni di braccianti agricoli di colore nelle terre possedute dai ricchi agricoltori bianchi. Visiagie ha perso la pazienza, si è alzato gettando il microfono a terra e ha fatto per andarsene, poi è tornato sui suoi passi minaccioso nei confronti della giornalista. Chris Maroleng, il collega conduttore di Lebohang, ha intimato al politico di non avvicinarsi. Visagie ha chiamato la sua guardia del corpo e ne è nata la classica situazione alla Valerio Staffelli: ovvero il solito mi tolga le mani di dosso aggiornato a mi tocchi nel mio studio e può considerarsi nei guai. A quel punto il segretario dell’AWB ha preso a minacciare verbalmente la giornalista: si ricordi che non ho finito con lei! Maroleng ne ha preso ulteriormente le difese, perché non si può minacciare chi, facendo solamente il suo lavoro, esprime i propri punti di vista, finchè non è stato chiesto l’intervento della sicurezza e il politico si è allontanato.

Da un lato abbiamo quindi un paese – il nostro – dove i giornalisti si approssimano alle interviste con i politici influenti camminando in ginocchio sui ceci, come se si stessero recando in pellegrinaggio a Lourdes, oppure vengono cacciati. Dall’altro lato esiste almeno un posto dove i giornalisti mettono in tale difficoltà i politici che questi si allontanano da soli, e se non lo fanno interviene la sicurezza.

Ora ho capito perché, nella classifica che misura la libertà di stampa di Reporter Sans Frontières, l’Italia viene al 49° posto, sedici posizioni dopo il Sudafrica che è 33°.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

12 risposte a Italia-Sudafrica: trova le differenze!

  • 3
    sil lan

    A proposito di giornalisti, interviste, programmi…

    Seguo poco la tv, ma durante i pasti (vivo sola) mi piace sentire un telegiornale. Alcuni mesi fa, nauseata dal Tg1, dal Tg2, dal Tg5 (non ho provato il 4), ho deciso di abbonarmi a Sky (l’abbonamento più “leggero”, perché sono una pensionata…).

    Per un po’ ne sono rimasta abbastanza soddisfatta, ma ultimamente mi sta davvero deludendo: per dirne una, oggi avrei dovuto sorbirmi in diretta per ore le farneticazioni di un tizio che blaterava alla riunione di Confindustria… Non so per quanto tempo ha continuato, so che quando ho finito di pranzare lui era ancora lì… E non è certo la prima vola!

    Speriamo in Europa 7, che finalmente comincerà a trasmettere. Mi auguro che non sia un’altra delusione…

     

  • 2
    Lorenzo1911

    Carissimi, le similitudini tra l’Italia e la Repubblica del Sud Africa non finiscono qui!

    in nuovo presidente, Jacob Zuma, ha delle somiglianze curiose con in presidente del consiglio:

    Zuma ha favorito (supponendo illegalmente) il rilascio di un corruttore, dichiarandolo pubblicamente, ha nominato personalmente il capo della giustizia, nonostante l’opposizione; non ha dichiarato i suoi interessi economici prima delle elezioni (e ha cercato di giustificarsi dicendo che ha una famiglia molto numerosa, come se fosse perciò normale non averne il controllo); tramite le sue guardie personali ha arrestato illegalmente un oppositore.

    E questo e’ solo ciò che si legge su wikipedia

  • 1
    dl31

    quel poco che ho capito io fino ad oggi è che in africa un giornalista non puo metterci piede !!!!!!

    forse questo descritto nell’articolo è un caso particolare, in una regione particolare e comunque sicuramente facente parte di un contesto particolare (epocale e politico, non dimentichiamoci che  tra un po li ci sono i mondiali di calcio)………

    prova Claudio a metter piede li ed a far quel che fai qui……..non lo so se dopo ti faranno ritornare, ne quanto ti faranno campare !!!!!!!!

  • 0

    Mi permetto solo una critica, per quanto trovi ridicola l’azione di La Russa ed offensiva per la liberta’ d’informazione l’arrabbiatura di B.

    Dei due casi messi  a confronto, in uno si trattava di una conferenza stampa, i cui si sarebbero dovuti rispettare determinati tempi e modi, l’altro invece era un espisodio in studio, dove sono i conduttori ad avere il controllo.

    Io avrei preso, ad esempio, il video di Berlusconi dalla Annunziata ed avrei messo a confronto le similitudini tra Terre’Blanche e B.

  • -1

    Mi permetto solo una critica, per quanto trovi ridicola l’azione di La Russa ed offensiva per la liberta’ d’informazione l’arrabbiatura di B.

    Dei due casi messi  a confronto, in uno si trattava di una conferenza stampa, i cui si sarebbero dovuti rispettare determinati tempi e modi, l’altro invece era un espisodio in studio, dove sono i conduttori ad avere il controllo.

    Io avrei preso, ad esempio, il video di Berlusconi dalla Annunziata ed avrei messo a confronto le similitudini tra Terre’Blanche e B.

  • -2

    Mi permetto solo una critica, per quanto trovi ridicola l’azione di La Russa ed offensiva per la liberta’ d’informazione l’arrabbiatura di B.

    Dei due casi messi  a confronto, in uno si trattava di una conferenza stampa, i cui si sarebbero dovuti rispettare determinati tempi e modi, l’altro invece era un espisodio in studio, dove sono i conduttori ad avere il controllo.

    Io avrei preso, ad esempio, il video di Berlusconi dalla Annunziata ed avrei messo a confronto le similitudini tra Terre’Blanche e B.

  • -3
    skatro

    La cosa più bella è vedere un giornalista che difende a spada tratta la libertà d’espressione dei suoi ospiti. Quanto costa un biglietto sola andata per il Sudafrica? Non per me eh, ci mandiamo Berlusconi (coi nostri soldi, tanti ci è abituato..) così capisce come dovrebbero funzionare le cose.. e magari si becca anche due colpi di machete tra capo e collo, che non fa mai male..

  • -4
    vittorio

    praticamente loro hanno Africa 360°, e noi abbiamo Italia a 90°.

     

  • -5

    Ti faccio i complimenti per l’ottimo servizio che hai realizzato e per la considerazione finale. Nel film “Fortapasc” c’è una scena in cui il caporedattore de “Il Mattino” di Torre Annunziata spiega a Giancarlo Siani che i giornalisti si dividono in due categorie: i giornalisti giornalisti e i giornalisti dipendenti. Ahimè in Italia pullulano i giornalisti dipendenti(o vassalli).

    PS: Hai visto la guerra nord sud di Gianluigi Paragone?

  • -6

    Ciao Claudio, oggi alla riunione di confindustria il presidente del consiglio ha detto che i padri fondatori scrissero la nostra costituzione con in mente il principale obbiettivo di evitare il ritorno di un regime. Infatti …..

  • -7
    Singsonghio

    Riscrivo…dopo Ooops …c’è stato un errore..!

    E’ chiaro che quando uno fa quello che è GIUSTO, chi salta è chi fa quello che conviene.

    La differenza tra Italia è SudAfrica è la FRESCHEZZA di memoria.

    Qui in Italia deve essere andata proprio a male !!

    Esistono ora le stesse condizioni che creano uno stato di involuzione dell’Uomo,come in passato… Meditate Gente…Meditate…!!!

                                        Buon Proseguimento 

  • -8
    Sandro

    Sapevo della classifica di reporter sans frontieres, ma l’accostamento è assolutamente efficace. Domani ripubblicherò il video sul mio blog, perché merita di essere diffuso e lo diffonderò anche sul mio profilo.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Miracolo della Boldrini: riesce a farmi dare ragione a Pierluigi Battista

Pierluigi Battista - Fake News - Fake What di Pierluigi Battista Peccato, che delusione. Questo dibattito sulla «post-verità», sulle fake news , sul mare di bufale che si amplificano sulla Rete ha preso una brutta piega, persino un po’ paranoica. Peccato, perché da interessante discussione sul valore e la qualità dell’informazione, il nuovo...--> LEGGI TUTTO

Gianluca Ferrara: Trump? Non cambierà niente. Ecco perché.

Trump Gianluca Ferrara - Play di Gianluca Ferrara 26.172, sono il numero di bombe che gli USA hanno sganciato soltanto nel 2016 su sette paesi. Una media spaventosa di 3 ordigni ogni ora. E Dinnanzi a questa ipocrisia che ruotava intorno al Premio Nobel per la pace Barack...--> LEGGI TUTTO

Quando non paghi nulla per l’informazione, ricorda che la merce sei tu!

Valerio Lo Monaco - Se per il tuo media non paghi nulla, la merce sei tu Quanto accaduto a Claudio Messora e al suo sito Byoblu di informazione indipendente è la prova provata di due cose importanti. Google ha deciso unilateralmente e irrevocabilmente di rimuovere tutte le procedure di monetizzazione attraverso gli annunci ADSense sul sito di Byoblu, sistema utilizzato da Byoblu...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

Le fake news su Trump di Repubblica e la post-verità di Michele Serra

di Massimo Mazza L’amaca di Michele Serra è finita in cima alla prima pagina di Repubblica, ma questo non ha evidentemente incentivato il giornalista a migliorare la qualità della sua striscia quotidiana, che oggi registra l’ennesimo scivolone figlio d’approssimazione e ignoranza dei temi...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

CARLO SIBILIA: LA PSICOSI DEL MOVIMENTO 5 STELLE

"Io questa psicosi non la capisco: volere necessariamente addossare delle responsabilità al Movimento 5 Stelle, che ce le ha, se le stra prendendo, sta lavorando, abbiamo già fatto delle cose nel Comune di Roma e saranno i cittadini, quelli che sono deputati a decidere. È chiaro che noi...GUARDA

E PERFINO IL DIRETTORE DE L’ESPRESSO, TOMMASO CERNO, DIFENDE M5S: SOVRANITÀ AL POPOLO!

Tommaso Cerno, direttore de L'Espresso, si accalora e sostiene con passione la causa della sovranità popolare e del diritto dei cittadini di esercitarla attraverso il voto, e difende anche la posizione del Movimento 5 Stelle rispetto alla lotta che sta conducendo dentro e fuori dal Parlamento...GUARDA

TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE… DEL PRESIDENTE PRECEDENTE – Walter Rizzetto alla Camera

Il discorso di Walter Rizzetto a Paolo Gentiloni per la fiducia del Governo Gentiloni alla Camera: "Il Partito Democratico incarica il Partito Democratico di formare un nuovo Governo del Partito Democratico, dopo le dimissioni del Governo del Partito Democratico per il referendum del Partito Democratico. Tutti...GUARDA

Come salveranno MPS passo passo, fino al decreto Gentiloni, spiegato da Dino Pesole del Sole24Ore

MPS Pesole Mes Come salveranno MPS e (probabilmente) invocheranno il Fondo Salva Stati (MES) con la scusa di mettere una pezza ai bilanci delle banche, spiegato da Dino Pesole del Sole 24 Ore.  (altro…)...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>