Ammazzane un’altra, Alessio!

  Non siamo più uomini e donne. Siamo italiani oppure siamo rumeni. Come dire: non siamo più appassionati di calcio, ma interisti o milanisti, romanisti o laziali. Lasciamo che il colore dei nostri vestiti, una scritta su un passaporto, la lingua che abbiamo imparato al solo esclusivo scopo di comunicare diventino le sbarre che separano le fate dalle streghe, gli uomini dai mostri, il giusto dallo sbagliato.

 

Non importa se condividiamo lo stesso identico dna. Non importano le nostre azioni, i nostri pensieri. E’ stramaledettamente più importante quel marchio di infamia impresso in maniera indelebile non sulle carni nè tra le sinuose circonvoluzioni che irruvidiscono i polpastrelli, ma su un pezzetto di carta, emesso in via convenzionale da un’autorità surrettiziamente istituita ad immatricolarci come vacche, dotate di certificato di provenienza, originarie di questa o quella fattoria dai confini arbitrariamente eretti a separare le pianure dalle colline, le colline dalle montagne, da altre colline, da altre pianure, tutte indissolubilmente legate l’una all’altra, senza nessuna discontinuità come non vi è barriera che separi il naturale fluire del sangue tra gli organi del corpo umano.

I confini non esistono, eppure grazie ad essi la gente odia. Quando Alessio Burtone, una settimana fa, sferra un pugno degno di Cassius Clay al volto di Maricica Hahaianu, non sembra essere questione di razzismo. Una discussione per la precedenza durante la fila alla biglietteria prosegue degenerando in un atteggiamento di reciproca ostilità, fino a quando il ventenne dimostra di non avere chiari i rapporti di forza tra una donna e un uomo. Questo sì: una questione di fragilità femminile, di mancanza di rispetto nei confronti delle donne. Non precipuamente di razzismo.

Ieri, però… Quei cori, quegli slogan mentre i carabinieri portano via Burtone dalla sua residenza. “Via i rumeni”… “Ammazzane un’altra“. Lui che sorride, sotto al cappuccio. Ieri la questione ha cambiato faccia. E’ come quando gratti con una monetina la patina dorata che nasconde gli esiti di un gratta e vinci: quel che c’è sotto viene disvelato, lentamente.

Se questi sono gli amici di Alessio; se lui, dipinto dal suo avvocato difensore come un ragazzino affranto, se la ride sotto i baffi; se questo è il degradante quadro culturale, il substrato sociale, lo spaccato suburbano dove Alessio è cresciuto ed ha coltivato il quadro di riferimento dei suoi principi, condividendoli, come certifica il suo sorriso; se queste sono le persone che gli vogliono bene e che lo hanno sempre difeso, definendolo un bravo ragazzo, allora Maricica non è più una donna vittima dell’esuberante frustrazione da impotenza di un giovane maschio eterofobico. Maricica è solo una rumena, ammazzata da un italiano xenofobo, cresciuto in un contesto di legittimazione della giustizia fai-da-te, al grido di cacciamo l’invasore e non passa lo straniero, che credeva di rivendicare la supremazia territoriale della sua razza lasciando esplodere incontrollata la barbarie di un’inusitata violenza. Con le bestie non è necessario alcun riguardo: se diventano aggressive è lecito abbatterle in qualsiasi modo.

Gli amici di Alessio credevano forse di aiutarlo, manifestando davanti alle telecamere il loro sostegno, ma non gli hanno fatto un gran favore. Hanno viceversa aiutato gli inquirenti ad inquadrare l’aggressione nel suo contesto più probabile: quello di un’Italia razzista, che scarica sull’altro, sul diverso tutta la furia cieca, ottusa ed anti-storica di chi vive in una società che non sa offrirgli che valori in scatola, prodotti da scaffale circense, principi artificiali, adulterati dalla sofisticazione mediatica che prima pompa il vuoto spinto di una sceneggiatura politica e culturale buona solo per ammaestrare sparuti gruppi di cercopitechi scelti tra i meno brillanti, poi pretende di ergersi a predicatore morale, distribuendo omelie laiche e lacrime di coccodrillo.

Se la cultura di cui Bondi è posto a baluardo è quella del dito medio alla Costituzione, del tricolore incendiato, dei figli di papà e delle igieniste dentali insediati in Regione a percepire stipendi da nababbi, dei banchetti da osteria davanti alla Camera, consumati con la raffinatezza, l’etichetta, la consapevolezza e l’opportunità politica di un branco di porci, delle tragedie umane assimilate ai reality show a concretizzazione delle previsioni a tinte fosche tratteggiate dal decalogo della manipolazione mediatica di Noam Chomsky, allora cosa volete mai che possa frapporsi tra la vita di una giovane donna – rumena? – e la sua morte, se non un esile diaframma più fragile di una cartina di tornasole?

Gli uomini della pietra erano costretti ad uccidere, ma rispettavano ed onoravano perfino i corpi degli animali che, con il loro sacrificio, consentivano loro di continuare a vivere.
Tu ammazzane pure un’altra, Alessio. Ma per cortesia, smettila di ridere.

Pubblico i risultati del sondaggio sul comportamento tenuto dai passanti nell’immediatezza dell’aggressione a Maricica, commentati nel post “L’UOMO SULLA PANCHINA – Un pugno a Roma, una donna in coma, gli zombie intorno

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

43 risposte a Ammazzane un’altra, Alessio!

  • 8
    giordi

    più va avanti questa storia e più si perde la realtà di quello che è avvenuto:maricica che a  causa di questa morte è già in odore di santità  nella realtà ha iniziato tutto il dramma come testimoniano diverse persone,è stata la prima ad alzare le mani pensando forse in quanto donna di avere chissà quale privilegio nell’offendere e picchiare.  purtroppo alessio non si è comportato da signore ma ha fatto prevalere la legge del più “forte” ha colpito violentemente,ma una volta sola,poi ognuno si farà un opinione,rimane il fatto che lui è giusto che qualcosa paghi  ma lei non si era comportata certamente meglio di lui e non bisognerebbe farne una eroina,ma avere solo la giusta pietà per la morte di una persona  

  • 7
    roby64

    C’è un punto però che non mi è chiaro. Molti, forse troppi, giustificano in parte la reazione del ragazzo con il fatto che è stato provocato, che il torto a monte era della donna (mi è capitato di sentire addirittura che è stata lei a passargli davanti nella fila). I commenti estremi è che “se l’è cercata”. Ignorando per un attimo la nazionalità, una donna di 32 anni, infermiera e con un figlio di 3 anni… quanti crederebbero a questa versione ? Invece dell’altro, con precedenti, è stato dipinto come un angelo, almeno fino a quel pomeriggio. Beh… con tutta la buona volontà, forse neanche se fossi stato presente crederei a questa ricostruzione. La reazione della donna, nel video, è di chi ha subito un sopruso, non di chi l’ha fatto. O forse adesso verrà fuori che era una pazza ?

    • 7.1
      fefochip

      roby64

      tu parti dal presupposto che la donna deve essere stata offesa pesantemente prima dell’inizio della ripresa video.

      a parte che è tutta un ipotesi e allora?lei si sarà stata zitta ?non sembrava il tipo.

      ripeto : fammi capire pure te sei una di quelle che se uno ti offende allora lo prendi a sberle?

      se sei usa comportarti cosi ti sconsiglio di farlo in metro (e in genere dappertutto) perche potresti trovare un altra persona violenta piu di te come la sfortuna donna di 32 anni.

      passare dalle parole alle mani non solo viola un principio ma è criminale e viola la legge .

      o è perche per le donne fa parte nell’immaginario collettivo che possono prendere a sberle gli uomini perche tanto “una donna non si picchia nemmeno con un fiore?”

      tutto questo discorso NON vuol dire che il ragazzo è innocente visto che si è macchiato di un crimine grave e pagherà per questo (lo sta già facendo) ma non invochiamo la forca per favore

       

  • 6

    Notizia di oggi: morti 4 ventenni romeni in incidente su G.R.A. È importante sapere la nazionalità??

  • 5
    uluc

    quì in italia ormai siamo diventati zombies. forse non solo in italia. forse tutto il pianeta ormai è popolato solo e esclusivamente da zombies. gente che non ha alcun rapporto con quello che succede al di fuori del proprio microsistema di sopravvivenza. gente che non è più neanche GENTE. penso che siamo diventati qualcosa di meno che animali. il fatto è che quando mi sento triste, Morgana, il membro canide del mio nucleo familiare, si precipita a cercare di consolarmi. ignoro come faccia a capirlo, ma lo capisce al volo. forse, se mettessimo gli animali a gestire il pianeta le cose andrebbero un po’ meglio.

  • 4
    dana74

    quoto in pieno

    kautostar86 ha scritto :
    La reazione di questo ragazzo è ingiustificabile sotto tutti i punti di vista, sia il pugno( reazione esagerata e violenta), che l’omissione di soccorso. Però non si può negare che anche la vittima  abbia agito in maniera violenta, da quello che si vede nei video è lei che mette le mani addosso per prima, e quando 2 violenti si scontrano, è il più forte che ha la meglio, ma anche il più debole non è che sia del tutto innocente! Quindi al ragazzo una condanna per omicidio colposo, per eccesso di legittima difesa non glielo toglie nessuno, ma per come la vedo io, da quello che si vede nel video, non può essere condannato per omicidio volontario, e forse nemmeno per omicidio preterintenzionale. Io comunque più che di italia razzista, parlerei di italia violenta in generale, in tante città italiane si respira tanto odio, frustrazione e intolleranza, che va al di là del razzismo, che si manifesta anche tra italiani stessi, e secondo me c’è tanto odio anche degli extracomunitari nei confronti degli italiani. E comunque credo che il razzismo e l’intolleranza, in parte siano anche frutto dell’assurda politica del MULTICULTURALISMO, che pretenderebbe di far entrare in italia chiunque

  • 3
    dana74

    potrebbe andare a fare compagnia ad Ametovic, il rom che uccise 4 ragazzi sulle motorette, sempre se è ancora al resort al mare.

    Peccato non si possa vedere dietro le sbarre il camionista romeno che ha ucciso un uomo di 50 anni che era straiato davanti al camion FERMO

    Hai fatto un post su questo?

    Ai rom che hanno ucciso de meo con pugni e calci reiterati hanno dato 8 anni.

    Vediamo qui.

    http://www.abruzzo24ore.tv/news/Omicidio-De-Meo-i-due-minorenni-rom-condannati-a-8-anni/15445.htm


    Omicido Emanuele Fadani, la colpa era anche sua per i magistrati.

    http://www.ladestranews.it/notizie-la-destra/vittime-senza-difesa.html

    TORNATI LIBERI GLI ASSASSINI DI FADANI

    ce lo fai un post su questo o bisogna essere vittime straniere?

    http://www.primadanoi.it/notizie/27501-Omicidio-Fadani-tornano-in-liberta-i-due-rom

    CHE INTANTO DA LIBERO HA AGGREDITO ANCORA

    http://www.ilpescara.it/cronaca/dalla-regione/giulianova-nuovo-arresto-sante-spinelli.html

    Solo tre anni fa l’efferato omicido dei coniugi Pellicciardi ad opera anche di due albanesi rimessi fuori GRAZIE ALL’INDULTO

    http://vigilanzaprivata.blogspot.com/2010/08/tre-anni-fa-la-tragedia-pellicciardi.html

    scrivesti un post allora?

    si potrebbe continuare a lungo ma si potrebbe essere tacciati di xenofobia, gli italiani non sono mai vittime, son sempre colpevoli punto e basta, questo è il pensiero dominante.

     

     

    • 3.1
      Pippo

      ti sbagli Dana74

      il pensiero dominante è il contrario: quando delinquono gli stranieri si invoca la forca perché sono tutti violenti e criminali, quando delinquono gli italiani sono sempre figli di mamma .

      Vogliamo parlare di Vernarelli (il figlio del ex capo dei Vigili Urbani di rione Prati a Roma) che alla tenera età di 32 anni ha ucciso due turiste irlandesi bmentre guidava la sua mercedes ubriaco e senza patente ?

      dopo tre anni di processo è stato condannato a otto anni in primo grado ed è a piede libero. I suoi avvocatgi stanno cercondo di dimostrare che non eraa lui che guidava ma un misterioso personaggio straniero che gli aveva chiesto un passaggio.

      Vogliamo parlare dei 3 bravi ragazzi di Nettuno (32 20 e 16 anni) che hanno dato fuoco ad un disoccupato indiano per divertimento?

      lI maggiorenni hanno avuto 14 in primo grado nel 2010 il minorenne è ancora sotto processo.

      Vogliamop parlare dell’imprenditore di Gallarate che ha bruciato vivo l’operaio rumeno ché non vileva più lavorare in nero?

      30 anni in primo grado nel 2001 dimezzata a 16 anni in appello nel 2003  (hanno tolto l’aggravante dei motivi abietti) conferma in Cassazione nel giugno 2007.

      Non esiste nessun favoritismo verso gli stranieri la legge è quella che é e ne approfittano quelli che si possono permettere di pagare gli avvocatri migliori (fossero anche zingari)

      Badate bene che i pregiudizi sono un’arma a doppio taglio e ne facciamo le spese noi italiani che appena mettiamo il naso fuori dalla peniosola vemìniamo subito assimiliati alla mafia (il nostro prodotto più esportato al mondo).

  • 2
    fefochip

    acimoto ha scritto :
    Perché i media devono specificare sempre la nazionalità dei soggetti? Non ci potrebbe essere una direttiva europea per impedire ciò?

     

    sennò poi i gironali in cosa inzuppano il pane?

  • 1
    fefochip

    guido-eugenio ha scritto :
    @giordi:Di certo sarà andata così ma che ci rida su, col senno di poi, fa davvero schifo! Riderà meno se capita in un carcere affolato di Rumeni, e ce ne son molti così in Italia.. rischia che qualche connazionale della Maricica gliela fa pagar cara.

    certo ceh ti bevi tutto quel che c’è sul giornale eh?

    come fai a dire che il ragazzo “se la ride” per la morte dell’infermiera ?

    perche c’è scritto sul giornale con la sua foto?

    andiamo veramente male i media fanno di TE quello che vogliono

  • 0
    fefochip

    sofiaastori ha scritto :
    hio, galante principio che non si alzano mai le mani su di una donna, un ceffone non sarebbe stato più che sufficente per avere soddisfazione? Qualcuno lo deve spiegare a questo ragazzo che la vita non è un ring. E picchiare un essere più debole come fosse un suo pari è un

    certo che sarebbe stato sufficente .

    purtroppo però si sono incontrati due imbecilli e tutti e due hanno pagato conseguenze enormi per i loro gesti …da imbecilli

  • -1
    fefochip

    giordi ha scritto :
    più va avanti questa storia e più si perde la realtà di quello che è avvenuto:maricica che a  causa di questa morte è già in odore di santità  nella realtà ha iniziato tutto il dramma come testimoniano diverse persone,è stata la prima ad alzare le mani pensando forse in quanto donna di avere chissà quale privilegio nell’offendere e picchiare.  purtroppo alessio non si è comportato da signore ma ha fatto prevalere la legge del più “forte” ha colpito violentemente,ma una volta sola,poi ognuno si farà un opinione,rimane il fatto che lui è giusto che qualcosa paghi  ma lei non si era comportata certamente meglio di lui e non bisognerebbe farne una eroina,ma avere solo la giusta pietà per la morte di una persona  

     

    già due cretini si incontrano e si intotola  una piazza con il nome di quello meno cretino ….bah

  • -2

    Perché i media devono specificare sempre lanazionalità dei soggetti? Non ci potrebbe essere una direttiva europea per impedire ciò?

  • -3

    Il mio paese è peggiorato a causa dello sterminio delle coscienze da parte dei signori dei media. A questo punto non credo che le famigerate elezioni possano cambiare qualcosa. IDV, PD, MOVIMENTO 5 stelle e tutti gli altri partiti che volessero abbattere il sistema, dovrebbero semplicemente dire ai cittadini di NON ANDARE A VOTARE. Il padrone attuale del nosto paese non sarebbe legittimato. Non si può accettare di gareggiare con chi gode di enorme vantaggio mediatico ed economico, illegittimo. Senza una soluzione sulla tv non c’è soluzione. :((

  • -4
    kautostar86

    La reazione di questo ragazzo è ingiustificabile sotto tutti i punti di vista, sia il pugno( reazione esagerata e violenta), che l’omissione di soccorso.

    Però non si può negare che anche la vittima  abbia agito in maniera violenta, da quello che si vede nei video è lei che mette le mani addosso per prima, e quando 2 violenti si scontrano, è il più forte che ha la meglio, ma anche il più debole non è che sia del tutto innocente!

    Quindi al ragazzo una condanna per omicidio colposo, per eccesso di legittima difesa non glielo toglie nessuno, ma per come la vedo io, da quello che si vede nel video, non può essere condannato per omicidio volontario, e forse nemmeno per omicidio preterintenzionale.

    Io comunque più che di italia razzista, parlerei di italia violenta in generale, in tante città italiane si respira tanto odio, frustrazione e intolleranza, che va al di là del razzismo, che si manifesta anche tra italiani stessi, e secondo me c’è tanto odio anche degli extracomunitari nei confronti degli italiani.

    E comunque credo che il razzismo e l’intolleranza, in parte siano anche frutto dell’assurda politica del MULTICULTURALISMO, che pretenderebbe di far entrare in italia chiunque

    • -4.1
      fefochip

      sarà veramente difficile invocare l’eccesso di leggittima difesa per l’avvocato del ragazzo in quanto dovrebbe convincere il giudice che la ragazza lo stava mettendo in pericolodi vita o quasi.

      in questo caso la preterintenzionalità del gesto è tutta nel video il quale rimanda una donna aggressiva che viene messa KO .

      è da valutare anche che il colpo infertole è da considerarsi il “pugno della domenica ” e per questo motivo il ragazzo non pensava proprio di aver fatto quei danni e quindi l’omissione di soccorso è ridicola .

      per essere scagionato il ragazzo dovrebbe provare che il colpo era commisurato alla aggressione della donna e il fato ha fatto il resto ma sinceramene è un po difficile sostenerlo dal video.

       

       

       

  • -5
    baeser

    Da milanese, posso raccontare quanto mi è successo nel 2005, a Milano, in Viale Monza alle 7 di sera, in un orario in cui c’erano centinaia di persone a passeggio..

    Due persone si picchiano davanti ad un bar ( uno di questi è un mio conoscente ), si intromette un estraneo e malmena uno dei due ( quello che non conoscevo ).

    Lo riduce in fin di vita ed io vedendo questo ragazzo riverso in una pozza di sangue, preoccupato soprattutto delle conseguenze che avrebbe affrontato la persona che io conoscevo, se quel ragazzo a terra, fosse deceduto, sono corso in un bar, ho fatto riempire un sacchetto di ghiaccio e l’ho posto sul capo del malcapitato.

    A seguito di questo gesto, questa persona alzandosi di scatto da terra, mi ha colpito di striscio con un pugno ( alla cieca e dalla disperazione ). In quel momento è arrivata una pattuglia della Polizia di Stato.

     

    Risultato?

    Un avviso di garanzia

    Sette ore rinchiuso alla questura di Via Fatebenefratelli

    3 punti di sutura alla nuca

    Denuncia penale da parte della Procura di Milano per "Rissa aggravata"

    1500 euro di avvocato d’ufficio, 4 udienze + la sentenza.

    A giugno di quest’anno, dopo 5 anni tormentati, sono stato assolto.

    La cosa grave a mio parere, oltre al calvario, è stato l’atteggiamento delle forze dell’ordine, che a cosa spiegata ( le centinaia di persone testimoni??? ), mi han detto: "Scusi, ma lei perchè non si è fatto da parte?". e fin qui ci sta.. Ancor più grave è stato però sentirselo dire in ospedale dai medici, che dopo aver constatato un trauma cerebrale di media entità, mi hanno ribadito lo stesso concetto.. "Scusi, ma lei non poteva farsi gli affari suoi?".

    Con tutto il cuore gli ho risposto a quei dottori..

    "Da un poliziotto posso anche aspettarmi una frase del genere, ma da un medico proprio no!"

    Per cui, dove sta la verità???

    • -5.1
      fefochip

      la verità è che  chi inneggia cosi all’omissione di soccorso dovrebbe farlo con piu cautela

  • -6
    zizu76

    brava, a mio avviso hai centrato la questione

    quoto in toto

    sofiaastori ha scritto :
    http://www.primadanoi.it/notizie/27501-Omicidio-Fadani-tornano-in-liberta-i-due-rom

  • -7
    fefochip

    baeser ha scritto :
    Da milanese, posso raccontare quanto mi è successo nel 2005, a Milano, in Viale Monza alle 7 di sera, in un orario in cui c’erano centinaia di persone a passeggio.. Due persone si picchiano davanti ad un bar ( uno di questi è un mio conoscente ), si intromette un estraneo e malmena uno dei due ( quello che non conoscevo ). Lo riduce in fin di vita ed io vedendo questo ragazzo riverso in una pozza di sangue, preoccupato soprattutto delle conseguenze che avrebbe affrontato la persona che io conoscevo, se quel ragazzo a terra, fosse deceduto, sono corso in un bar, ho fatto riempire un sacchetto di ghiaccio e l’ho posto sul capo del malcapitato. A seguito di questo gesto, questa persona alzandosi di scatto da terra, mi ha colpito di striscio con un pugno ( alla cieca e dalla disperazione ). In quel momento è arrivata una pattuglia della Polizia di Stato.   Risultato? Un avviso di garanzia Sette ore rinchiuso alla questura di Via Fatebenefratelli 3 punti di sutura alla nuca Denuncia penale da parte della Procura di Milano per “Rissa aggravata” 1500 euro di avvocato d’ufficio, 4 udienze + la sentenza. A giugno di quest’anno, dopo 5 anni tormentati, sono stato assolto. La cosa grave a mio parere, oltre al calvario, è stato l’atteggiamento delle forze dell’ordine, che a cosa spiegata ( le centinaia di persone testimoni??? ), mi han detto: “Scusi, ma lei perchè non si è fatto da parte?”. e fin qui ci sta.. Ancor più grave è stato però sentirselo dire in ospedale dai medici, che dopo aver constatato un trauma cerebrale di media entità, mi hanno ribadito lo stesso concetto.. “Scusi, ma lei non poteva farsi gli affari suoi?”. Con tutto il cuore gli ho risposto a quei dottori.. “Da un poliziotto posso anche aspettarmi una frase del genere, ma da un medico proprio no!” Per cui, dove sta la verità???

     

    questa testimonianza la dovrebbe dire molto lunga a chi come il sindaco alemanno inneggia all’omissione di soccorso.

    io mi chiedo comunque come è possibile che un blogger cosi in gamba come il nostro byblu casa nelle trappole mediatiche piu imbecilli del mondo ..siamo tutti umani

  • -8
    Pippo

    Lui ride perché ancora non si rende pienamente conto della situazione quando è uscito di casa ha trovato 200 persone che lo acclamavano i fotografi le tv – per un attimo gli è sembrato di essere al Gande Fratello.

    Come la penso sul fatto l’ho già scritto sul post “l’uomo sulla panchina” e non è il caso di ripetere.

    E’ più utile ricordare il caso inverso che si verificato alcuni anni fa così chi è interessato potrà fare dei confronti.

    26 aprile 2007 la ventenne rumena Dorina Matei  ha un diverbio in metro con l’italiana ventenne Vanessa Russo (pare che la Russo avesse acusato la Matei di volerle rubare il portafaglio) e pensa bene di colpirla con la punta dell’ombrello provocandone la morte.

    Anche in questo caso la responsabile del fatto non si ferma veiene identificata grazie a un video, poi arrestata mentre tentava la fuga.

    Carcere immediato e niente arresti domicliari, processo rapidissimo e condanna nel dicembre 2007 con rito abbreviaro a 16 anni per omicidio preterintenzionale (praticamente il massimo della pena perché la scelta del rito abbrviato prevede per legge lo sconto di un terzo).

    Appello ultrarapido condanna confermata nel 25 novembre 2008 e poi riconfermata in Cassazione il 26 gennaio 2009 .

    (questo alla faccia di chi si lamenta nella lunghezza dei processi – i processi lunghi sono solo quelli civili e quelli dei VIP i processi penali dei povaracci sono tutti brevissimi).

    Ovviamente nessuno si è sognato di parlare di legittima difresa o di eccesso colposo anzi ci sono state lamentele perché non  c’è stata condanna per omicidio volontario.

    Bene chi vivrà vedrà vedremo tra tre anni a che punto sarà il processo di Burtone e quanto tempo lo lasceranno in carcere.

    A Kautostar86 che attribusice  questi episodi al multiculturalismo vorrei dire che anche quando non c’erano immigratri in Italia ci si ammazzava allegramente tra italiani ma immagino che mi risponderebbe che ci bastano i nostri per sopportare anche gli stranieri.

     

     

    • -8.1
      Pippo

      Kautosta

      quello che dici ha proposito delle differenze culturali può essere valido per gli islamici o per i cinesi non certo per i rumeni

      i rumeni sono anche troppo simili a noi italaiani (nel bene e nel male) sono cristiani (anche se di rito ortodosso) hanno dei valori simili ai nostri (il fatto che viene prima la famiglia poi lo stato) paralno una lingua neiolatina e dopo pochi mesi che stanno in italia imparano parlano l’italiano anche meglio di alcuni cionnaziionali, la maggioranza di loro lavora duro e sono bravi e accurati.

      In generale si integrano benissimo in italia e nion è giusto criminalizzarli per colpa di ochi mascalzoni

      Te lo dico anche per esperienza personale datro che uno dei miei migliori amci ha sopsato una donna rumena.

      A volte noi italiani non distingiamo tra i rumeni e i rom di lingia rumena che in Romania erano un quinto della popolazione e si sono riversati in tutta europa italia compresa

      Ovviamente si tratta di gente di tutt’altra risma che finisce per condizionare la percezione che noi abbiamo di questo popolo che docrebbe esserci vicinio per storia lingua e cultura.

       

    • -8.2
      kautostar86

      Nel caso Matei, chi ha iniziato la violenza, chi ha aggredito fisicamente per prima?? se la Matei ha avuto il massimo della pena, evidentemente è perchè i giudici hanno stabilito che è stata lei ad aggredire e uccidere l’italiana, e la sua non è stata una reazione sproporzionata a una aggressione, ma la violenza è partita dalla rumena!

      In questo caso, visto che è stato ripreso dalle telecamere, chiunque può vedere chiaramente chi dei 2 è stato ad aggredire, a molestare fisicamente, ad alzare le mani addosso per primo.

      Il ragazzo non può certo pretendere l’impunità, la sua reazione violenta e sproporzionata è sempre ingiustificabile.

      Ma anche dal punto di vista giuridico, c’è  differenza tra il  reagire in maniera sproporzionata ad un’aggressione subita, provocando involontariamente la morte, e tra invece aggredire una persona inerme, che non ti ha affatto aggredito fisicamente, fino a provocarne la morte!

    • -8.3
      kautostar86

      Poi un conto sono le reazioni della gente o degli amici, un’altro conto è quello che si deciderà in tribunale.

      Intanto Burtone è stato arrestato, quindi non mi sembra che stia subendo un trattamento di favore, poi se i giudici lo riterranno opportuno, nessuno gli toglierà una condanna per omicidio preterintenzionale con omissione di soccorso, simile a quella di DOINA MATEI!

      A mio parere potrebbe anche cavarsela con l’omicidio colposo, visto che anche la vittima ha avuto un comportamento decisamente violento, ma staremo a vedere.

    • -8.4
      kautostar86

      Io parlavo più in generale non mi riferivo ai rumeni in particolare, che come giustamente dici ci sono culturalmente molto vicini, e la maggior parte di loro si integra benissimo.

      Ma il problema è che quando subentra il meccanismo del razzismo, (che secondo me in italia in è anche stimolato da problemi concreti, che si sono venuti a formare sia a causa di un’immigrazione incontrollata, sia a causa della totale assenza di una politica di integrazione), poi subentra odio, intolleranza, malcontento, tensione sociale a tutti i livelli, anche contro quegli immigrati che sono perfettamente integrati, e rispettano le nostre leggi. Insomma quando l’ordine e la convivenza civile degenarano, poi esplode la violenza più cieca, e ci finiscono di mezzo tutti, anche quelli che non hanno colpe!

      Nessun paese al mondo può permettersi di accogliere chiunque, oltre le sue possibilità, senza che l’ordine e la pace sociale vadano a p****ne.

      Ad alcuni sembrerà un discorso razzista il mio, ma credo che sia necessario selezionare e far entrare solo un numero di immigrati che possa essere assorbito nell’economia lecita, dando la netta precedenza agli immigrati provenienti da paesi con culture e religioni che siano più compatibili con quelle del nostro paese.

      Ad esempio tra un sudafricano,un sudamericano, un cinese,  un rumeno, un russo, un polacco, un coreano, un filippino  e un Arabo, un pakistano, un turco , o un’immigrato di etnia ROM ecc… secondo me sarebbero da preferire nettamente i primi, rispetto ai secondi, ma non è un discorso razzista, è un discorso di integrazione. Un Arabo, specie se è musulmano praticante( se è non credente, o cristiano il discorso cambia, ma nei paesi arabi il 90% e passa degli abitanti, sono tutti musulmani praticanti!), non si potrà mai integrare perfettamente e in maniera del tutto pacifica! mentre un brasiliano, un cubano, un filippino, si possono potenzialmente integrare benissimo (poi tutto dipende dalle caratteristiche individuali) ma non entreranno mai in conflitto violento con la nostra cultura, o con le nostre leggi, come potrebbero fare i musulmani, specialmente se in futuro raggiungessero numeri consistenti, o addirittura ci superassero numericamente.

       

    • -8.5
      kautostar86

      Comunque mi sono espresso male, ma per multiculturalismo, intendo una politica che per anni non s’è minimamente preoccupata delle possobili conseguenze sociali di un’immigrazione incontrollata, e dell’impossibilità di alcune culture estremamente diverse, di convivere pacificamente sullo stesso pezzo di terra.

      Molti italiani si sentono, spesso a ragione, “derubati”, e minacciati da alcuni extracomunitari, un’eccesso di immigrazione ha in certi casi aggravato il problema della disoccupazione (gli extracomunitari sono spesso manodopera a basso prezzo, e quindi in alcuni ambiti provocano un ribasso dei salari), ha aumentato in alcune aree il degrado e la microcriminalità (basti pensare ad esempio alla zona di via Padova a Milano) ecc…ed è anche da qui che purtroppo parte il razzismo, l’odio per gli immigrati, non è che la gente si sveglia la mattina e inizia ad odiare qualcuno così, senza ragione, senza motivi, dietro al conflitto sociale tra italiani e alcuni extracomunitari, ci sono anche motivazioni reali e concrete, che dovrebbe essere compito della politica prevenire e curare, ma purtroppo i politici se ne fregano (soprattutto  il centrosinistra)

  • -9
    sofiaastori

    Non ci posso credere!

    Giordi, fefochip, ma quanti anni avete?

    Probabilmente siete ancora dei ragazzi perché la maturità (e un figlio o due) vi avrebbe dato una visione diversa dei rapporti con il prossimo.

    è stata la prima ad alzare le mani pensando forse in quanto donna di avere chissà quale privilegio nell’offendere e picchiare.

    Anzitutto mi scuso per il mio errore del primo commento: a quanto pare, a sputare in faccia è stato lui.

    Lei gli ha dato uno spintone…uno spintone? E tu, per una simile onta subita pesti a sangue? Un soggetto più debole di te?

    Ragazzi, spero davvero di non incontrarvi mai. Se, per sbaglio, vi dovessi pestare un piede, potrei non tornare più a casa…

    • -9.1
      fefochip

      sai quale è il tuo problema? banale come tanti 

        se uno non è d’accordo con te automaticamente è uno scemo o un ragazzino o non capisce ecc ecc

       

      innanzi tutto guarda il video …lei cerca lo scontro fisico perche lo ferma poi un ceffone poi un altro.

      lui si avvicina lei lo spinge .

      dal gesto con la testa di lui sembra che sputi e lei a quel punto reagisce istintivamente

      cercando di colpirlo con violenza ma lui si para.

      evidentemente non ancora soddisfatta perche non lo aveva ancora colpito bene torna alla carica ed è li che parte il colpo del ragazzo che esagera e la mette ko

      il colpo violento con il terreno aimhe come sappiamo risulta fatale.

      ora quale è il problema di capire che la ragazza si è comportata per prima da violenta visto che è passata dalle parole alla aggressione fisica ?

      chi si comporta cosi contro un pischello probabilmente bulletto in una metro di roma?una cretina

      la sua stupidaggine l’ha pagata molto cara come pagherà il ragazzo che adesso si trova un accusa di omicidio preterintenzionale da 10 a 18 anni di carcere.

      adesso visto che la ragazza è morta diventa santa e gli intotoliamo una piazza?

      ha le sue responsabilità perche non mi pare che sia un esempio da seguire .

      pensa se tutti quelli che si insultassero in metro si sentissero autorizzati per difendere a loro modo di vedere la loro dignità valicassero quel confine tra aggressioni verbali e aggressioni fisiche che è ben preciso :colpire l’altro.

      questo non scagiona il ragazzo che come abbiamo detto si è macchiato delle piu gravi delle colpe uccidere qualcuno ….e per questo giustamente pagherà.

       

      sinceramente mi ha dato molto fastidio come il caso è stato trattato dai media subito giustizialisti a cercare il bullo da periferia da mettere in prima pagina e il solito scandalo delle persone che non prestano soccorso .

      il solito vomitevole luogocomune.

      la cosa che mi dispiace è che un bravo blogger come byoblu cada nella trappola mediatica e si unisca al coro di alemanno sull’omissione di soccorso raccontando con voce da “divina commedia” la vicenda dell’uomo sulla panchina.

      come giustamente fatto notare da altro utente che racconta la sua esperienza bisogna essere molto cauti e comunque è LUI che ha per primo chiamato i soccorsi quindi è paradossale prendersela proprio con lui 

       

      mi dispiace claudio messora hai fatto una figura barbina

    • -9.2
      sofiaastori

      Hai ragione: ero molto triste; cercavo una spiegazione ed ho scritto istintivamente ciò che pensavo. Quando me ne sono resa conto non potevo più rimediare. Mi dispiace.

      Però sbagli anche tu, quando mi affibbi un sentimento di vendetta che non ho mai manifestato. Secondo me quel ragazzo e, sicuramente, i suoi amici, hanno assoluto bisogno di aiuto, di qualcuno che riesca a risvegliare in loro un po’ di pathos, di comunicazione con l’altro.

      Mi rendo conto che, se non vogliamo scivolare in un secondo medioevo, dobbiamo investire energie e risorse per chi si sente perso, estraneo a quello che lo circonda al punto di non scusarsi per aver irritato una giovane signora, oppure, nel caso avesse avuto ragione, di compatirla e andarsene con una scrollata di spalle consapevole della sua forza e della di lei fragilità.

      Non dimentichiamo che gli “schiaffi” che ha preso gli hanno fatto sicuramente il solletico.

      Vedi, è davvero difficile pensare che una come Maricica sia solita attaccar briga con i giovanotti ma, se anche fosse,  non merita una simile fine nè lei, nè la sua bambina.

      Quello che mi rattista di più, è che tu la chiami fatalità. Ti prego, riflettici con il cuore: non si alzano le mani su chi è più debole proprio per evitare simili tragedie.

      Allora, per lui c’è una speranza, se lo aiutiamo; ma per quelli che in rete lo giustificano, che facciamo?

      Per me non è una questione di opinioni ma di sopravvivenza. Cosa devo pensare che stia accadendo, fuori di casa? Dovremo diffidare uno dell’altro, tirare dritto per non ficcarsi nei guai per poi richiudersi tra quattro pareti? Dov’è finita la superiore cultura occidentale?La società più antica ed evoluta?

      Lo dico a tutti (anche a me): usiamola bene, la rete. Usiamola per confrontarci ma soprattutto per impare a guardare ciò che ci circonda nelle vita reale con rispetto e tolleranza.

    • -9.3
      fefochip

      sofiaastori ha scritto :
      ….. Però sbagli anche tu, quando mi affibbi un sentimento di vendetta che non ho mai manifestato. …….. Non dimentichiamo che gli “schiaffi” che ha preso gli hanno fatto sicuramente il solletico. Vedi, è davvero difficile pensare che una come Maricica sia solita attaccar briga con i giovanotti ma, se anche fosse,  non merita una simile fine nè lei, nè la sua bambina. Quello che mi rattista di più, è che tu la chiami fatalità.

      mi pare che hai risposto a me sofia se non è cosi mi scuso in anticipo e ho preso una cantonata .

      a me non sembra averti  “affibiato” sentimenti di vendetta.non so dove lo hai letto .se poi   mischi il sentimento di giustizialismo che viene fuori dai giornali con i tuoi commenti io non ne sono responsabile perche non mi pare di aver fatto un simile paragone.

      gli “schiaffi” certamente hanno fatto il “solletico” al ragazzo ..ma tutto ciò con il senno del poi e misurandolo con il risultato finale. sul momento sono importanti(gli schiaffi) per determinare lo stato in quel momento del ragazzo per giudicarlo giustamente invece che ingiustamente.riconoscere della violenza anche nella vittima non vuol dire spalmare m**da su di essa o assolvere il ragazzo ,vuol dire cercare di inquadrare bene quel che è successo per condannarlo a una pena giusta .non credo che nessuno oltre la madre e i fedelissimi (immagino) chieda l’assoluzione.

      sul fatto che sia solita attaccar briga è un aspetto che andrebbe indagato come andrebbe indagato dagli inquirenti nella vita del ragazzo la sua propensione a far uso della violenza(cosa già abbondantemente trattata e sp****nata dai giornali).e comunque non metterci pure la bambina di mezzo perche altrimenti al posto della razionalità usi l’emotività per giudicare il ragazzo e fai lo stesso gioco dei giornali che cercano di “buttarla  in caciara” mettendo nel piatto elementi che c’entrano poco con la vicenda :razzismo ,odio contro le donne , violenza urbana in degrado ,ecc ,ecc e si rischia di far pagare a un ragazzo cretino come tanti che ha fatto un enorme errore e non belzebù in persona lo scotto di tutto il pacchetto emotivo allegato.

      io ho detto che il colpo è stato “fatale” ovvero “mortale” scusa ma non capisco dove leggi che è stata una “fatalità” che ha ben altri significati.

       

       

       

  • -10
    Samina

    acimoto ha scritto :
    Perché i media devono specificare sempre la nazionalità dei soggetti? Non ci potrebbe essere una direttiva europea per impedire ciò?

     

    Ma che discorso dal cactus è??

    o magari una direttiva universale nel definirli cittadini dell’universo?

     

     

     

  • -11
    alessandroc

    caro claudio condanno il fatto gravissimo successo, tuttavia vorrei dire un mio pensiero riguardo ad alcune cose che hai scritto.

    Il tricolore non è molto amato perchè l’italia non è molto amata da tantissimi italiani, io per esempio sono veneto prima che italiano così come un siciliano è fiero di essere siciliano, chiedi hai due se dovessero scegliere tra “lasciare” il fatto di essere italiani e la loro vera origine e sicuramente sceglierebbero la loro regione, questo per ragioni storiche e sociali.Per quanto mi riguarda la repubblica italiana esiste da 160 anni la repubblica serenissima per 1100 circa, nella 1 guerra mondiale (scrive il veneto serenissimo governo) i carabinieri stavano dietro le prime linee dei soldati e sparavano se qualcuno voleva scappare altro che patriottismo, comunque il” problema” stranieri residenti esiste è inutile far finta che tutto va bene e tutti sono contenti non sono degli sparuti gruppi, ma tantissime persone ricordo che ad oggi negli usa ci sono tanti problemi di convivenza nonostante i secoli di storia e il fatto che solo i pellerossa possono accampare casomai qualche diritto (loro c’erano prima di tutti gli invasori) non certo i bianchi sui neri, detto questo il mondo è di tutti ma io visto tutte le tragedie in giro per il mondo, non credo nella convivenza quando ci sono troppe differenze, io ad esempio penso che i rumeni col tempo si possano integrare e ne abbiano più diritto degli altri viste le lontane origini di colonia romana, non i nomadi, non i mussulmani, non gli africani , se non in piccoli gruppi che non diventino ghetti prima o poi se non si segue questo si arriva a tragedie, rappresaglie, scontri è purtroppo nel dna umano.

  • -12
    fefochip

    acimoto ha scritto :
    Perché i media devono specificare sempre la nazionalità dei soggetti? Non ci potrebbe essere una direttiva europea per impedire ciò?

     

    sennò poi i gironali in cosa inzuppano il pane?

  • -13
    Cercoquelloonesto

    Che dire…penso che questo sia il punto dove siamo arrivati dopo anni di lavaggi cerebrali a base di quella cosa cosa che non guardo più, la cosiddetta “Televisione”.

    Il razzismo nutrito dalla ignoranza di programmi televisivi e telegiornali sempre più simili ad uno spettacolino teatrale.

    Ormai vogliono la guerra tra i poveri…

    E’ già cominciata e si vede da quel ghigno sotto al cappuccio.

    Mi scuso con il popolo rumeno per quello che viene detto e che viene fatto da questi animali.

  • -14

    Se fossi il marito della povera donna dovrei essere sorvegliato a vista e legato con una cintura di forza.

  • -15
    Claudio.farna

    dana74 ha scritto :
    quoto in pieno kautostar86 ha scritto : ” La reazione di questo ragazzo è ingiustificabile sotto tutti i punti di vista, sia il pugno( reazione esagerata e violenta), che l’omissione di soccorso. Però non si può negare che anche la vittima  abbia agito in maniera violenta, da quello che si vede nei video è lei che mette le mani addosso per prima, e quando 2 violenti si scontrano, è il più forte che ha la meglio, ma anche il più debole non è che sia del tutto innocente! Quindi al ragazzo una condanna per omicidio colposo, per eccesso di legittima difesa non glielo toglie nessuno, ma per come la vedo io, da quello che si vede nel video, non può essere condannato per omicidio volontario, e forse nemmeno per omicidio preterintenzionale. Io comunque più che di italia razzista, parlerei di italia violenta in generale, in tante città italiane si respira tanto odio, frustrazione e intolleranza, che va al di là del razzismo, che si manifesta anche tra italiani stessi, e secondo me c’è tanto odio anche degli extracomunitari nei confronti degli italiani. E comunque credo che il razzismo e l’intolleranza, in parte siano anche frutto dell’assurda politica del MULTICULTURALISMO, che pretenderebbe di far entrare in italia chiunque ”

     

     

    Dal mio punto di vista le ultime tre righe di questo post che ho quotato contengono una bella dose di “razzismo” o quantomeno di intolleranza.

    Forse non esiste una ricetta doc per far capire alla gente che questa terra che chiamiamo “nostra” quando ci fa comodo (ma che non difendiamo mai quando davvero servirebbe) ce la siamo presa per decreto tanti anni fa…certo senza interpellare questi “poveracci” che approdano in cerca solo di un sogno  che ahime non ci sarà più manco per noi tra qualche decennio.

    Ma la storia è troppo lunga…ma chi vuole conoscerla la trova in rete…basta scavare e non avere i paraocchi.

    • -15.1
      kautostar86

      Il mio non è razzismo, è realismo, nessun paese al mondo può permettersi di accogliere chiunque. Le implicazioni sociali, economiche e culturali sarebbero disastrose!

      Non è giusto( e non è nemmeno possibile) chiudere totalmente le frontiere(come a parole vorrebbero fare alcuni leghisti), però visto che non c’è oggettivamente posto per tutti, è necessario far entrare solo un numero di persone ragionevolmente integrabile, specialmente dal punto di vista lavorativo( se ci sono solo 100 posti di lavoro liberi, e io faccio entrare 1000 persone, di cosa c**zo campano le altre 900?? è ovvio che si arrangeranno in maniere più o meno illegali…), e fare anche selezione, dando la precedenza agli immigrati che provengono da paesi con culture e tradizioni compatibili pacificamente con le nostre

  • -16
    fanny

    caspita il 13% si sarebbe comportato come l’uomo sulla panchina,non è un buon segno .

    In tutta questa storia vedo solo tante vittime , perdenti e un degrado spirituale e culturale infinito .

    La misericordia è un antico sentimento che deriva dalla compassione,sembrano sentimenti ormai scomparsi nelle notte dei tempi ,dimenticati in qualche angolo di cuore .Hanno preso il loro posto la rabbia ,il giudizio e la frustrazione .

    Cosa si dovrebbe fare per risvegliare antichi sentimenti ormai divorati dall’egoismo di questa sottospece di evoluzione umana? 

     

    • -16.1
      claudiorossi

      Al 13% che ha risposto almeno con sincerità va aggiunto circa un 80 % il cui esemplare civismo si esprime solo nei sondaggi; poi quando ci si trova veramente…..

  • -17

    @giordi:
    Di certo sarà andata così ma che ci rida su, col senno di poi, fa davvero schifo! Riderà meno se capita in un carcere affolato di Rumeni, e ce ne son molti così in Italia.. rischia che qualche connazionale della Maricica gliela fa pagar cara.

  • -18
    sofiaastori

    Sono a disagio…qui ci sono diversi commentatori che sembrano discutere di un mondo virtuale. in un videogioco probabilmente è normale che un energumeno colpisca una Lara Croft agguerrita. Nella realtà, picchiare al viso con un pugno che avrebbe fatto vacillare anche un maschio, non è una comprensibile reazione ad una provocazione.

    Quando un uomo si confronta fisicamente con una donna, in linea generale, è perfettamente consapevole della sua superiorità. E’ come se avesse davanti un bambino o un anziano. Lo sa, lo sa. Anche se lei lo provoca fino a sputargli in faccia.

    Ora provate a sostituire la permalosa, assillante, Maricica con un moccioso aggressivo e petulante. Lui non ci vede più e lo colpisce con tutta la forza dei suoi maschi ventanni.

    Chi ha il coraggio di dire che se l’è cercata?

    Eppoi, se proprio non riconoscete il vecchio, galante principio che non si alzano mai le mani su di una donna, un ceffone non sarebbe stato più che sufficente per avere soddisfazione? Qualcuno lo deve spiegare a questo ragazzo che la vita non è un ring. E picchiare un essere più debole come fosse un suo pari è una visione distorta della parità di diritti.

     

     

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

Raffaele De Dominicis: l’Assessore più veloce del West!

raffaele de dominicis l'Assessore più veloce del west Raffaele De Dominicis, l'assessore più veloce del West, nominato al Comune di Roma come successore a Minenna solo due giorni fa, e silurato il giorno dopo (ieri), rilascia un'intervista al vetriolo a Repubblica, nella quale definisce il Movimento 5 Stelle inadatto alla politica, un "asilo infantile"...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Terremoto Amatrice – Matteo Renzi: non lasceremo nessuno da solo. La conferenza stampa.

Renzi Terremoto Conferenza StampaTerremoto: la conferenza stampa di Matteo Renzi da Palazzo Chigi "Nei momenti di difficoltà l'Itala sa come fare. Tutta insieme, tutta intera mostra il suo volto più bello. Non lasceremo sola nessuna famiglia, nessun comune, nessuna frazione." (altro…)...GUARDA

Trump: “Barack Obama e Hillary Clinton hanno fondato l’Isis”

Trump Donald Trump, Barack Obama, Hillary Clinton e l'Isis Donald Trump , dal palco della Florida, mercoledì 10 agosto, non ha dubbi: "Barack Obama e Hillary Clinton hanno fondato l'Isis". E no, non hanno solo "colmato uno spazio politico lasciato vuoto", l'hanno proprio fondato (l'uno) e co-fondato (l'altra). Intervistato...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>