Furti digitali


Questa è la registrazione della diretta streaming di mercoledì 10 novembre 2010. Si parla di evoluzione dei diritti digitali.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

36 risposte a Furti digitali

  • 29

    A proposito di diritto all’oblio:

    Dato che troppi portali italiani, come libero.it piuttosto che alice.it; o anche internazionali come Skype; non consentono l’eliminazione dell’account; potrebbe essere un buon metodo, magari da suggerire all’istituto ISO, quello di fornire all’utente che si registra un numero PUK associato all’account, come quello delle schede SIM dei telefoni cellulari, da utilizzare per: backup, upload, modifiche o eliminazioni dell’account; rendendo obbligatoria per tutti i portali e fornitori di servizi web la funzione di eliminazione dell’account?

  • 28
    paolo papillo

    facci sapere cosa possiamo fare …conta sul mio modesto aiuto

  • 27
    Solo

    Lo detto e lo ripeto. questa non è opera di un ragazzino che vuole fare l?Hacker.

    questi sono i soliti tira piedi del potente di turno.

    la mossa dei Banner abusivi è stato un goffo tentativo per far passare l’attacco al tuo sito da parte di un pirata informatico…

    Che sia la stessa persona che aveva intercettato mezza italia?

    che “curiosamente” se le cavata solo con un piccolo rimprovero! 

    Ecco come funziona la Giustizia (?) NELLA REPUBBLICA POPOLARE DELLE BANANE!

  • 26
    Solo

    Lo detto e lo ripeto. questa non è opera di un ragazzino che vuole fare l?Hacker.

    questi sono i soliti tira piedi del potente di turno.

    la mossa dei Banner abusivi è stato un goffo tentativo per far passare l’attacco al tuo sito da parte di un pirata informatico…

    Che sia la stessa persona che aveva intercettato mezza italia?

    che “curiosamente” se le cavata solo con un piccolo rimprovero! 

    Ecco come funziona la Giustizia (?) NELLA REPUBBLICA POPOLARE DELLE BANANE!

  • 25
    Solo

    Lo detto e lo ripeto. questa non è opera di un ragazzino che vuole fare l?Hacker.

    questi sono i soliti tira piedi del potente di turno.

    la mossa dei Banner abusivi è stato un goffo tentativo per far passare l’attacco al tuo sito da parte di un pirata informatico…

    Che sia la stessa persona che aveva intercettato mezza italia?

    che “curiosamente” se le cavata solo con un piccolo rimprovero! 

    Ecco come funziona la Giustizia (?) NELLA REPUBBLICA POPOLARE DELLE BANANE!

  • 24
    MarcoMenu

    sofiaastori ha scritto :
    Caro Marco, spero che tu abbia seguito la diretta, così avrai capito come intende Claudio l’utilizzo dello spazio virtuale di internet. Inoltre ha sottolineato, ed io condivido, che nessun server si sogna mai di accettare il tuo account con riserva, anzi, mi pare proprio il contrario. Per quel che riguarda il backup dei dati, ha già ripetuto più volte che è una questione di tempo: non ce la fa proprio. Eventualmente, in futuro, qualcuno potrebbe offrirsi a dargli una mano. Così siamo tutti più tranquilli e contenti.    

     

    Ovviamente ho seguito tutta la diretta, altrimenti perché inserire un commento qui?

    Condivido l’idea di Claudio sullo spazio pubblico e accessibile. La scusa del tempo è appunto solo una scusa, da anni eseguo backup di Gmail e leggo la posta da vari dispositivi senza nemmeno impiegare 1 secondo in più: bisogna solo sapersi organizzare.

    Mi pare che a Claudio non manchi l’appoggio e l’aiuto di esperti, lo ha più volte già ribadito nel video. Perché non contattarli e lavorare PRIMA che succedano queste cose? Non è il primo caso di furto dell’identità in rete.

  • 23

    Caro Claudio Messora;

    Stò guardando in questo momento la registrazione della tua diretta di ieri.

    Dato che sono convinto dei vantaggi della digitalizzazione e appassionato delle potenzialità di questa, sono sensibile a tutti i problemi relativi alla digitalizzazione.

    Io sono un illustre sconosciuto; tuttavia credo che con la tua visibilità digitale, certamente più influente della mia, specialmnete in occasione dei problemi che hai avuto in questi giorni, possa farti promotore di un’innovazione che secondo me sarebbe ora di integrare nel web 2.0.

    Tutti i portali o server hanno certamente una directory relativa ad ogni account, è pertanto tecnicamente possibile consentire download ed upload della directory per salvare un backup della directory ed un ripristino in caso di crash o qualsiasi altro problema.

    Perché non inserire per ogni portale le funzioni backup ed upload dei dati di directory, magari standardizzando una scheda di apertura di account?

    Ci sono già di sicuro, anche se ora non me ne ricordo con precisione il nome, software opensource di interazione con portali wiki.

    Io certamente proverò a scrivere una proposta più dettagliata e precisa da inviare ai maggiori gruppi presenti sul web. Ma sono convinto che tu, avvantaggiato dalla tua notorietà digitale, e sulla scorta della tua recente esperienza, riusciresti meglio.

    Tutti i miei auguri di una fortunata risoluzione del problema.

    Alessandro Caprio

  • 22
    alberto79

    Ciao Claudio,

    salto a piè pari tutta la parte sull’indignazione per quanto sta succedendo perchè non c’è tempo e bisogna agire immediatamente. Mi permetto qualche consiglio:

    1. Blocca qualsiasi attività sui computer che usi normalmente, procurati una macchina vergine, possibilmente con linux.

    2. Creati un nuovo account gmail e facci sapere la mail, è prioritario che tu possa ripristinare i contatti. Se non riesci a procurarti il pc al punto 1 hai due possibilità:

    – recarti in un internet cafe (ora come ora è comunque più sicuro della tua rete)

    – usa distribuzione live di linux, va benissimo un cd di installazione di Ubuntu o se devi scaricarlo opta per qualcosa di più leggero come Puppy (http://puppylinux.org/)

    Il resto preferisco gestirlo privatamente via email, vista la situazione non mi pare il caso di proseguire pubblicamente.

  • 21

    Carissimo Claudio,
    perdonami ma non posso che fare quello che ti bacchetta le mani insieme ad altri, sebbene ti sia vicino perche’ comprendo benissimo la gravita’ della situazione.

    Alcune note per il futuro

    1 – Account separati. Anche di account Google ne puoi avere piu’ di uno: sarebbe “furbo” averne uno per i contatti del blog, uno per i video ed un terzo per tutto cio’ che e’ piu’ importante e di natura privata.

    2 – Backup, backup, backup. I metodi sono stati indicati gia’ da altre persone, ma si riassumono sostanzialmente nella sincronizzazione via IMAP/POP3 per la posta, riscaricare i video di cui si e’ fatto l’upload e salvarli su un disco esterno (o salvare copia degli originali). Per Google docs le soluzioni sono diverse ma GDocBackup e’ un progetto open source che sembra funzionare molto bene.

    3 – Password sufficientemente complesse. Non ti dico di usare password totalmente casuali, ma e’ importante usare almeno (ma e’ ancora poco) 8 caratteri misti tra alfabetici (maiuscoli e minuscoli), numerici e simboli. Questo sempre che ti interessi la sicurezza del tuo account.

    Per quanto riguarda l’hack che hai subito sembrerebbe mirato a guadagnare soldi, quindi non mi preoccuperei piu’ di tanto per la sicurezza dei video, ma nel caso sono sicuro che i “ragazzi” a Google saprebbero aiutarti. Magari ci vorra’ un po’ di tempo, ma di solito rispondono.

    Come altri ti indico il link per cercare di sistemare una situazione come questa.

    http://mail.google.com/support/bin/answer.py?hl=it&answer=50270

    In bocca al lupo

    • 21.1

      Caro Nexus,

       bacchetta… bacchetta pure. Però ragazzi, non pretendiamo il mondo. Lo so che per alcuni di voi “questo” è il mondo, e va bene… ma a volte uscire dal “proprio” mondo e tentare solo per un momento di entrare nel mondo degli altri può aiutare a capire.

      Nel mio caso, ho fatto per tre anni il lavoro di una squadra di cinque/sei persone. Ho lavorato spesso giorno e notte, una volta non ho dormito per due notti consecutive. Tutto questo tra l’altro lo sto pagando, ma va bene così, mi è piaciuto. Ho dovuto trascurare tonnellate di attività importantissime per me, per la mia casa, non sono riuscito a stare dietro a tutte le segnalazioni, la mole di gente inc**zata perché non rispondevo ha piano piano formato un esercito, il dvd, l’Abruzzo, il terremoto… corri.. corri.. metti la telecamera a tracolla.. cambia computer… vola di qua… lancia il rendering di qua…posta di su… scrivi di gù.. studia documenti… non dormire.. magari vai a fare la spesa perché hai dei figli e devi ricordarti di fare il padre… non farmi continuare perché mi rendo conto che è noioso.

      Detto tutto questo, ti senti ancora di bacchettarmi perchè.. no… non ho fatto il backup delle svariate decine di gigabyte di email su Gmail? O perché non ho pianificato con esattezza la separazione di account magari nati quando non ce n’era l’esigenza, e che sono rimasti così nel tempo perché tra le priorità (e anche loro sono una priorità, per carità) ce ne erano tante altre addirittura più importanti che pure restavano lì senza soddisfazione alcuna?

      Insomma… questo è volere la botte piena e la moglie ubriaca. Ho fatto informatica alla statale e ho fatto l’informatico a tutti i livelli (tutti) per dieci anni. Credete che non lo sappia? Ma non si può volere un blog di attacco, non si possono chiedere video, inchieste, spostamenti, aggiornamenti giornalieri, lunghe dirette, rassegne stampa, montaggi etc etc e poi dire: “ma come, non hai trovato il tempo per separare gli account? Non si fa!”.

      Lo so che lo dici a fin di bene e non sono affatto risentito, ma ti uso per rispondere a quelli che impersonano la veste del tecnico e vengono a spiegarti come avresti dovuto fare.

      Bene, vi rispondo così: se avessi avuto il tempo di usare tutti questi accorgimenti, questo blog e quasi 300 video non sarebbero stati quello che sono diventati, anche grazie a voi che li avete guardati e condivisi. 

      Visto che sei un tecnico, saprai apprezzare questo esempio: non puoi prendere un processore multi-core, pure ben dotato, spremerlo al 100% e poi bacchettarlo perché se lanci un’ulteriore applicazione si inchioda e non parte. Ecco: qui hai davanti un processore overcloccato con problemi di raffreddamento :)

      cmq provo a rispondere ai tuoi punti:

      1. Account separati. 
       Ok. Ma ti dirò di più. Cercherò di non usare più Google e di andare su sistemi privati e più sicuri. 

      2 – Backup, backup, backup
       Il backup dei video ce l’ho, sono svariati TERA, con conseguente spesa continua di hard-disk (solo ieri altri 114€ per un Lacie). Il problema non è il backup: se cancellano il canale Youtube o cancellano i video fottono tutte le relazioni e le indicizzazioni costruite nel tempo. Sono quelle la vera ricchezza, nel Web2.0. Anche se trovassi la voglia e le settimane per ricaricare tutti i video, non se li guarderebbe più nessuno e non avrebbero più lo stesso valore relazionale. Per non parlare degli iscritti e di tutto il resto. E’ il canale che deve essere tutelato. Non è solo il contenuto. Siamo nell’era del 2.0.
      Per quanto riguarda la posta, prima usavo Thunderbird, poi siccome uso diversi PC, e oltretutto li cambio spesso, mi accadeva di scaricare una cosa di qua, una cosa di là, e in generale era un casino tenere tutto sincronizzato. Così ho deciso di lavorare nella nuvola e basta. Non ho una postazione fissa dalla quale lavoro sempre. A volte devo andare via (spesso) e stare via magari settimane. Dove lo fai il sync? Dove hai la banda (magari sei in mobilità) per lasciare il computer a scaricare? E poi… siamo sicuri che è un tuo dovere farlo? O non sarebbe più un dovere di chi gestisce la “nuvola” (tanto sbandierata) proteggere il tuo account e, soprattutto, risponderti e risolvere con metodi efficaci ed efficienti quando succede qualcosa? Sono sicuro che Google ha ancora tutti i dati. Devono tenerli per legge anche se uno elimina l’account. E’ la loro latitanza che mi disturba e che deve essere oggetto di riflessione. 

       3 – Password sufficientemente complesse.
       Uso password non “sufficientemente” complesse. “Estremamente” complesse, con simboli anche non alfanumerici. E le cambio spesso. La password dell’account Google, per esempio, l’avevo cambiata da meno di un mese e non la utilizzavo da nessun altra parte.

       Per quanto riguarda l’hack che hai subito sembrerebbe mirato a guadagnare soldi, 

       Di questo non sarei così sicuro. Hanno messo due o tre bannerini. Potrebbe essere un diversivo.

      Per quanto riguarda il link che mi hai passato, ci ho già provato, ma richiede di ricordare dettagli troppo precisi, che avendo Gmail e altri servizi da anni non sono assolutamente in grado di ricordare.

      L’ho fatto per quello che mi ricordavo, e mi hanno risposto che “non sono in grado di identificarmi”. Ma usare sistemi alternativi? Che so… richiedere un documento, magari un video, o fare una telefonata… ? Troppo complesso?

      Se segui la diretta che ho registrato (ma è lunga) spiego bene la mia visione delle cose.

      Ciao,

      Claudio

  • 20
    M.C.

    Svelato il mistero: insieme al testo ho copiato e incollato anche la tabella (invisibile) con cui era fatta la pagina html.
    Per non fare i pasticci di cui sopra, credo che si debba incollare in un’editor di testo, solo il testo (in Word quest’opzione c’è) e poi da li incollarlo qui.

    Scusa Claudio, puoi fare qualcosa per rimediare? Buona notte

  • 19
    Pippo

    Solidarietà anche da parte mia

    oltretutto poco fa sul sito di repubblica on line leggo che facebook ha chiuso il profilo del fotografo Zappadu (quello delle foto su berlusconi)

    Si avvicinano le elezioni e qualcuno si sta preparando

    Mi auguro che almeno noi che commentiano (lasciando la nostra email) non siamo finiti in qualche lista nera

  • 18
    sofiaastori

    Claudio, hai una mail che funziona, ora?

  • 17
    @lex

    NNNUUUUUOOOOOOOOO!

    la diretta è finita all’improvviso claudioooooo!

  • 16
    albertog

    A questo indirizzo il forum di assistenza Google dice che cercherà di aiutarti, non so se lo avete già contattato:

    http://www.google.com/support/forum/p/gmail/thread?tid=6e70265d770dcdc1&hl=it

     

    P.S. l’indirizzo e-mail dei contatti del blog byoblu è mica ancora @gmail.com?

  • 15
    silvio (non quello..)

    irritante l’occasione ma interessante l’argomento, grazie ^^

  • 14
    Maiden65

    Ciao,Claudio,ho appena letto e venuto a conoscenza della vigliaccata che ti han fatto:che bastardi!!!

    Se ti è di conforto,sappi che non sei solo e che,nel nostro piccolo(cioè di utenti del tuo blog),nel caso dovessi chiedere un aiuto per poterti rimettere in carreggiata quanto prima,beh,credo che nessuno si sottrarrà a questa forma di solidarietà nei tuoi confronti.

    Ho appena visitato il blog del grande Beppe Grillo,nel quale c’è un riferimento alla triste vicenda che ti è successa:era ovvio che se ne sarebbe occupato e avrebbe interessato della cosa il suo vastissimo seguito di estimatori.

    Noi come MoVimento 5 Stelle faremo da cassa di risonanza per mettere nelle condizioni anche chi non ti conosce di potersi fare un’idea di come la libertà di espressione e di idee sia costantemente in pericolo in questo nostro disgraziato paese…

    Se ti è possibile,tienici informati su eventuali sviluppi della vicenda e,personalmente,ti rinnovo la mia stima e ammirazione.

    NON MOLLARE,Claudio!!!!MAI!!!!

     

  • 13

    A proposito di cloud computing e account backup:

    Caro Claudio

    Stò guardando in questo momento la registrazione della tua diretta di ieri.

    Dato che sono convinto dei vantaggi della digitalizzazione e appassionato delle potenzialità di questa, sono sensibile a tutti i problemi relativi alla digitalizzazione.

    Io sono un illustre sconosciuto; tuttavia credo che con la tua visibilità digitale, certamente più influente della mia, specialmnete in occasione dei problemi che hai avuto in questi giorni, possa farti promotore di un’innovazione che secondo me sarebbe ora di integrare nel web 2.0.

    Tutti i portali o server hanno certamente una directory relativa ad ogni account, è pertanto tecnicamente possibile consentire download ed upload della directory per salvare un backup della directory ed un ripristino in caso di crash o qualsiasi altro problema.

    Perché non inserire per ogni portale le funzioni backup ed upload dei dati di directory, magari standardizzando una scheda di apertura di account?

    Ci sono già di sicuro, anche se ora non me ne ricordo con precisione il nome, software opensource di interazione con portali wiki.

    Io certamente proverò a scrivere una proposta più dettagliata e precisa da inviare ai maggiori gruppi presenti sul web. Ma sono convinto che tu, avvantaggiato dalla tua notorietà digitale, e sulla scorta della tua recente esperienza, riusciresti meglio.

    Tutti i miei auguri di una fortunata risoluzione del problema.

  • 12
    MarcoMenu

    Siamo di fronte a un reato, quindi massima solidarietà per lo scassinamento e le relative conseguenze.

    Banalmente: proprio perché conosci il valore di quelle informazioni, relazioni, e la loro precarietà (accettando le clausole di Google, Facebook, ecc. praticamente si accettano tutti gli utilizzi e le perdite di dati possibili che tu oggi hai denunciato nella diretta), dovresti proteggere in maniera molto accurata i dati sensibili: per esempio aumentando i livelli di complessità delle password e modificandole regolarmente nel tempo. Facendo backup regolari. Studiando meccanismi che ti permettono di fare queste cose in maniera semplice se non automatica. Il mio dubbio è: hai preso tutti gli accorgimenti del caso?

    Il furto d’identità è una questione controversa e complessa, ma anche l’utente (non solo la piattaforma che offre il servizio) ha delle responsabilità. Per esempio deve conoscere e saper valutare le clausole del contratto e l’importanza delle informazioni che si appresta ad affidare a terzi, e nel caso decidere di non aderire al servizio.

    Internet è condivisione di conoscenza? Bene, diffondiamo una cultura civile, tecnologica e giuridica della rete che renda davvero il cittadino digitale informato, cosciente, tutelato quindi libero.

    • 12.1
      sofiaastori

      Caro Marco,

      spero che tu abbia seguito la diretta, così avrai capito come intende Claudio l’utilizzo dello spazio virtuale di internet. Inoltre ha sottolineato, ed io condivido, che nessun server si sogna mai di accettare il tuo account con riserva, anzi, mi pare proprio il contrario.

      Per quel che riguarda il backup dei dati, ha già ripetuto più volte che è una questione di tempo: non ce la fa proprio.

      Eventualmente, in futuro, qualcuno potrebbe offrirsi a dargli una mano. Così siamo tutti più tranquilli e contenti.

       

       

    • 12.2
      DeMordrey

      Ho ascoltato tutta la diretta streaming dove Claudio ha detto che non è stato uno sprovveduto nel gistire i suoi account anche perchè non è ignorante in materia. Come dice lui è impensabile scaricare tutte le email sui vari pc perchè saresti limitato nel consultarle se, come lui, hai vari dispositivi. La complessità delle password è relativa visto che ci sono hacker che riescono a violare anche i siti più protetti dei vari governi (è successo negli USA).

    • 12.3
      DeMordrey

      Ho ascoltato tutta la diretta streaming dove Claudio ha detto che non è stato uno sprovveduto nel gistire i suoi account anche perchè non è ignorante in materia. Come dice lui è impensabile scaricare tutte le email sui vari pc perchè saresti limitato nel consultarle se, come lui, hai vari dispositivi. La complessità delle password è relativa visto che ci sono hacker che riescono a violare anche i siti più protetti dei vari governi (è successo negli USA).

    • 12.4
      DeMordrey

      Ho ascoltato tutta la diretta streaming dove Claudio ha detto che non è stato uno sprovveduto nel gistire i suoi account anche perchè non è ignorante in materia. Come dice lui è impensabile scaricare tutte le email sui vari pc perchè saresti limitato nel consultarle se, come lui, hai vari dispositivi. La complessità delle password è relativa visto che ci sono hacker che riescono a violare anche i siti più protetti dei vari governi (è successo negli USA).

    • 12.5
      MarcoMenu

      Non sarà stato uno sprovveduto, ma ci sono vari modi per proteggersi da questo tipo di attacchi e sarei curioso di sapere quali Claudio ha utilizzato e in che modo.

      Io suggerivo un backup automatizzato, non scaricare i dati in tutti i dispositivi, che è cosa ben diversa. Basterebbe scaricarli saltuariamente su un solo dispositivo e memorizzarli su una memoria esterna.

      La complessità e il cambio delle password sono variabili importanti nella tutela dei propri dati personali in rete, non proprio dettagli trascurabili o di importanza relativa, ma precauzioni essenziali, ecco perché li ho citati.

  • 11

    Ti ripeto Claudio "Koobface" virus che infetta il sistema e cambia le password .. DA QUANDO ACCEDONO AL TUO SISTEMA TUTTE I DATI SONO IN POSSESSO DI NON SO CHI .. FAI UNA RICERCA PERCHé ERANO RIUSCITI AD ISTALLARMI UN ALTRO VIRUS CHE SI ATTIVAVA CON IL SOPRAVVENIRE DELLO SCREENSAVER .. LA FORMATTAZIONE DEL SISTEMA è STATO L’UNICA SOLUZIONE

  • 10
    cloc3

    mi dispiace moltissimo.

    ma… tenere un backup in locale?

    immagino che mi risponderai che affronti già una notevole mole di costi a mantenere il blog in questo modo. tuttavia, quando si utilizza l’informatica nel modo che fai tu, è essenziale porsi il problema della proprietà, anche fisica, dei propri materiali.

    google è un servizio gratuito e va considerato come tale. affidarcisi troppo significa mettere a repentaglio la propria stessa libertà.

  • 9

    Resto basito di fronte a queste cose, ho ascoltato il tuo prezioso video, pensando che se uno come te, che ha competenza e sa come muoversi in questi campi, è cos’ in diffcoltà non sapendo dove sbattere la testa per farsi ascoltare… immaginiamoci un utente normale con conoscenze base. Preoccupante davvero!

    Spero ripenderai in mano il tuo account e che questo episodio non influenzi negativamente la tua voglia di fare informazione perché credimi abbiamo bisogno di gente come te!

  • 8
    M.C.

    CI RINUNCIO

  • 7
    M.C.
    Domain
    Domain: google.it
    Status: ACTIVE
    Created: 1999-12-10 00:00:00
    Expire Date: 2010-11-27
    Last Update: 2009-12-13 00:03:01
    Registrant
    Name: Google Ireland Holdings
    Organization: Google Ireland Holdings
    ContactID: GOOG175-ITNIC

    Address:

    30 Herbert Street
    2 – Dublin (IE)

    Nationality: IE
    Phone:

    +353.14361000 begin_of_the_skype_highlighting              +353.14361000     end_of_the_skype_highlighting

    Email: dns-admin@google.com
    Created: 2008-11-27 16:47:22
    Last Update: 2008-11-27 16:47:22
    Admin
    Name: Tsao Tu
    Organization: Tu Tsao
    ContactID: TT4277-ITNIC
    Address: 30 Herbert Street
    2 – Dublin (IE)
    Phone: +353.14361000 begin_of_the_skype_highlighting              +353.14361000      end_of_the_skype_highlighting
    Email: dns-admin@google.com
    Created: 2008-11-27 16:47:22
    Last Update: 2008-11-27 16:47:22

    ____________________________________________

    Forse non servirà a niente e sicuramente ci avrai già pensato tu a controllare a chi è intestato il dominio “google.it” (ammesso che serva a qualcosa); comunque ognuno cerca di portare il prorio contributo, anche se a volte inutile.

    ps
    non mandarci a quel paese :)

  • 6
    shampo

    siamo in un mondo davvero fuori di testa…

  • 5
    tobaccos

    sofiaastori ha scritto :
    Per quel che riguarda il backup dei dati, ha già ripetuto più volte che è una questione di tempo: non ce la fa proprio.

    Io sono concorde con MarcoMenu, il backup non deve essere sottovalutato e con un minimo d setup tecnico è praticamente indolore.

    Usando sistemi come IMAPSync (http://freshmeat.net/projects/imapsync/) o ISync (http://isync.sourceforge.net) il backup viene fatto quotidianamente in background. All’inizio saranno necessarie ore vista la mole di dati ma in seguito sarà questione di pochi minuti. E un HD da 1TB costa 100 Euro.

    Inoltre, come già scritto a Claudio, quando si utilizza gmail è consigliabile sfruttare la modalità Apps che permette di usare un proprio dominio; in caso di furto (o anche semplice blocco dovuto a cause tecniche, o cambio delle condizioni contrattuali, o… ) come ultima possibilità è sempre possibile puntare i DNS verso un nuovo server e ripristinare il funzionamento del servizio garantendo almeno la ricezione della posta. Avere un dominio proprio garantisce libertà, usarne uno altrui ci rende schiavi. Questo vale anche e soprattutto per i servizi legati alla pubblicazione di informazioni sul web.

  • 4

    Ciao Claudio, mi dispiace moltissimo.

    Però abbiamo un indizio.

    Il tipo ha spammato i video consigliando il sito http://www.200gratis.net

    Ebbene, è registrato all’estero:

    http://whois.domaintools.com/200gratis.net

    Trovi il numero di telefono del contatto. Spero possa esserti utile, questi sono evidentemente dei truffatori di professione.

  • 3
    skatro

    ..novità? :(

    • 3.1

      Lato Google nessuna….
      Lato me… sto formattando tutto e… sto facendo esperimenti con Ubuntu come macchina di produzione. Ho un’altra macchina Ubuntu (Linux), che è quella da dove scrivo, ma sulla macchina di produzione, che è estremamente accessoriata, dovevo giocoforza avere Windows7 64 bit per Premiere. Ho un sacco di soldi di investimenti in Premiere e in tutti i plug-in che uso, oltre che in una scheda grafica appena comprata da 600€ per fare rendering in tempo reale. Oltretutto, Premiere lo conosco come le mie tasche e lavoro velocissimamente.

      Ora, però, approfitto del fatto che il canale YT non è accessibile per sperimentare CineLerra, che sono sicuro non mi darà le stesse cose di Premiere, oltre che richiedere lunghi tempi di apprendimento, ma se niente niente è sufficiente per le mie esigenze (e ha tempi di rendering accettabili) potrei approdare alla decisione definitiva di restare su Linux anche in ambiente di produzione.

      Chissà… sono esperimenti… chi vivrà vedrà… :)
      Un abbraccio…

      Grazie 

  • 2
    pomik

    … condivido l’ipotesi dell’attacco ad personam.

    E penso anche che non si tratti di uno sprovveduto… MA, resta un ma.

    Come gia’ detto da altri… quando si usa un “account” gratuito o un server ad accesso gratuito gestito da una grande azienda (SN o meno) ci si espone seriamente al rischio di perdere tutti i dati in esso contenuti. Capisco l’utilita’ di usare le funzionalita’ di Gmail… MA, io, francamente, mai e poi mai mi sarei sognato di lasciare dei dati MIEI unicamente su di un server remoto. Cosi’ come non capivo la folle idea del net-PC con SO in rete e relativi dati personali (per fortuna che non sono stato il solo…). Ma ormai e’ successo e non ci possiamo fare niente. Ok.

    Stessa cosa dicasi per YT… non e’ “ragionevole” pensare che il tuo canale possa restare intonso ed integro per sempre. Per tanti motivi, non necessariamente di natura illecita.

    Qui siamo in presenza di un crimine. E non ci piove.

    Avevi ed hai, ci mancherebbe, il diritto di usare YT senza dover pensare a cose del genere, idem per google… e quando dici che VUOI raggiungere TUTTI, specialmente chi e’ poco avvezzo all’uso del PC sei nel giusto, ci mancherebbe. E QUINDI, proprio per questo, sai cosa devi fare?? (cosa farei io, almeno)

    Fregatene.

    Mi spiego, ti hanno sottratto decine di migliaia di e-mail da google?!? ti hanno tolto la possibilita’ di usare YT?? hai perso i contatti?! la visibilita’… le indicizzazioni… ecc…ecc… pensi di aver subito un attacco personale?! qualcuno pensa di poterti fermare e/o indurre al silenzio o che altro??

    Problemi loro.

    TU non potevi e non potrai (ne’ avresti potuto) impedire a questo “qualcuno” di attaccarti, o di farlo di nuovo… la tua UNICA liberta’ ti viene dall’uso del dominio byoblu.com CHE PAGHI e risiede su aruba. TUTTO il resto ti espone ad attacchi e perdita di dati. E ad una perdita considerevole di liberta’.

    QUINDI cosi’ come e’ necessario che tu continui ad usare i SN e/o i servizi di google e YT… e’ parimenti necessario che tu non ti esponga piu’ al rischio di perdere dati sensibili. Questa e’ l’unica cosa che puoi fare.

    Ti attaccheranno… potranno farti quello che vogliono, ma saranno problemi loro.

    Sara’ impossibile che tu arrivi a capire chi e’ stato. Non puoi impedire che si ripeta… puoi solo impedire di subire un danno serio. (di nuovo)

    Certo, si pensava di vivere in un paese libero… ecc…ecc…evidentemente e’ un lusso!

     

    PS: la puzza della digos si sente da lontano,… ma io non ho detto niente :-DD

     

     

  • 1

    Solidarietà a Claudio per quanto sta succedendo in queste ore. La speranza è che possa rientrare in possesso di tutti i bit che compongono la sua personale rete sociale e di conoscenza al più presto.

    A tema, segnalo l’ottimo Marco Calamari e il suo articolo per "Cassandra Crossing", che di questi temi tratta ormai da anni:
    La logica dell’Impero

     

    Un grande, grande in bocca al lupo Claudio!

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>