La sanatoria truffa

«D’in su la vetta de la torre antica, uomini solitari, alla città gridando andate anche poscia che il giorno more, ed erra il vostro grido di dolore»

Ieri a Milano c’era il sole. La vecchia ciminiera in via Carlo Imbonati, stagliata contro il cielo azzurro al tramonto, pareva quasi romantica. Un’illusione, un armistizio temporaneo in mezzo a giornate livide di piombo, cariche di rovesci torrenziali, gelide di vento sferzante che si fa beffe delle fortunose coperture in plastica, dei baveri delle giacche e delle nocche che cercano rifugio in tasca. Tre immigrati, tre lavoratori, tre uomini invisibili, sans papier, dal 4 novembre vivono lassù, accampati nello stretto anello che si avvolge intorno alla torre a decine di metri di altezza, che solo per raggiungerlo c’è da arrampicarsi su una tale sequela di pioli di ferro che basta guardarli, dal basso, per avere un attacco di vertigini. Figurati a salirci.

 

 
E allora cosa ci fanno tre ragazzi in cima a quella torre? Perché non ciapen el camel e la barcheta e non tornano a casa, come direbbe Prosperini? Magari! Non chiedono di meglio. Anzi, si può dire che non vedano letteralmente l’ora di tornarsene a casa. Senza perdere il lavoro, si intende, perché anche loro tengono famiglia, come tutti. Eppure, per il fatto che non ce li vogliamo, sono costretti a restare. Ironico, non è vero? C’è gente che è in Italia da 6, perfino 8 anni. Ha sempre lavorato sodo, facendo quei mestieri che tanto fanno storcere il naso alla generazione del Grande Fratello. Guadagnano 400EUR al mese, come Syed Ali, e riescono anche a mandarne 200 a casa, a un bimbo che hanno visto nascere e basta, perché nel frattempo è cresciuto, come nel frattempo i tuoi genitori sono morti senza che tu abbia potuto versare una sola lacrima sulla loro tomba. Senza permesso di soggiorno non si può andar via, perché un clandestino ha solo doveri e nessun diritto: deve lottare ogni giorno per conservare i quattro stracci che si è conquistato. Chi parte, perde tutto. Soprattutto quei 200EUR da mandare a casa al prezzo di una vita da schiavo deportato. Tutto questo nel 2010, in piena globalizzazione, nella civilissima Italia. E pensare che perfino in Romania ogni minoranza etnica ha per legge una rappresentanza in Parlamento.

Nel 2009, finalmente, dopo oltre 8 anni di incertezza arriva la sanatoria. Dai che ci siamo… Macché! Possono fare domanda di regolarizzazione solo colf e badanti. Non importa quante aziende ti abbiano sfruttato per oltre un lustro: se non hai cambiato pannolini o lavato cessi non puoi diventare un uomo libero. Fa niente che anche Pompei stia cadendo a pezzi: nell’attesa che il Vesuvio perda la pazienza, la Repubblica del Bunga Bunga reclama i suoi servitori. Ma l’Italia, come diceva Shakespeare, è un popolo di furbi e di servi. E di furbi che fregano i servi, aggiungo io. Così i furbi, novelli Re Mida, iniziano a trasformare manovali e carpentieri in colf. Dietro lauto compenso, si intende. Cosa fareste voi, dopo 8 anni che non vedete vostro figlio? Paghereste fino a 10mila euro per rientrare nella sanatoria. E siccome non ce li avete, telefonate a vostro padre in Bangladesh che si vende la casa per mandarvi tutto quello che ha. In fondo, pensa papà, l’Italia è la culla della civiltà e val bene una messa. Sbagliato, perché oltre ai tuoi 10mila euro, il tuo improvvisato benefattore sta cercando di regolarizzare almeno altre 50 colf, tutte a rigoroso servizio presso il suo monolocale di 45 mq. Il che finisce per insospettire perfino i più mansueti burocrati, incalliti maratoneti del timbro, che rigettano la vostra domanda. Così vi ritrovate con un papà senzatetto e un foglio di rigetto della vostra domanda in mano, sempre che il vostro aguzzino sia tra quelli che l’istanza di regolarizzazione l’ha presentata davvero, perché ci sono ben 20 mila tuoi fratelli che hanno versato migliaia di euro in cambio di ricevute grossolanamente falsificate in Photoshop. Poi, sulle carcasse sventrate dagli sciacalli, arrivano anche gli avvoltoi: gli avvocati. Non c’è problema, ti dicono, risolviamo tutto noi: ci vogliono solo altri 2 mila euro per fare ricorso, ovviamente senza alcuna garanzia circa l’esito favorevole dello stesso. E dove li prendi altri 2 mila euro, ora che papà non ha più una casa e mamma è morta? Allora vogliono proprio che alla fine tu ci vada, a rubare! Tanto, così o cosà, nel frattempo ti sei fatto oltre 500 giorni di carcere, perché oltre al danno hai dovuto sopportare anche la beffa di essere stato prelevato decine di volte dai carabinieri, mentre aspetti l’autobus per andare a lavorare (mica a spacciare). E il tuo datore di lavoro? E gli sciacalli? E gli avvoltoi? Liberi di continuare a delinquere. La legge è uguale per tutti, …o no?

I ragazzi che salgono sulle gru e scalano le torri sono figli e sono padri di famiglia disperati, truffati, beffati. Non pretendono niente, chiedono solo di poter continuare a fare gli schiavi. Magari senza essere arrestati, derubati e presi in giro. L’Italia ha bisogno di almeno 180 mila lavoratori all’anno per ricoprire i ruoli che gli italiani non gradiscono. Grazie alla legge Bossi-Fini la carenza di organico è arrivata a sfiorare quota 800 mila. Loro non sono più di 5-600 mila: 50 mila quelli truffati dalla sanatoria della vergogna; 20 mila quelli che hanno pagato il racket della regolarizzazione senza che neppure la loro domanda venisse presentata e 500 mila che in quella truffa, almeno in quella, non ci sono cascati. Chiedono un permesso di soggiorno valido sei mesi. Sei mesi in cui potranno dimostrare di avere un lavoro, nel rispetto delle norme di sicurezza, per uscire dal nero e contribuire con le loro tasse, con i loro doveri alla soddisfazione dei diritti degli italiani: di tutti gli italiani, non solo di quelli che fanno gli imprenditori sulla pelle degli altri, aggirando contribuzioni e normative proprio grazie al serbatoio di clandestinità che la Bossi-Fini garantisce, sottraendo così domanda al mercato del lavoro al quale mezzo milione di italiani potrebbero rivolgersi se solo potessero competere ad armi pari con chi si può privare di tutto, perfino dell’identità, con chi è costretto a restare da chi a parole vorrebbe mandarlo via, ma nei fatti lo imprigiona nei suoi campi-lavoro, alle sue condizioni, riducendolo all’obbedienza più cieca e totale in cambio di un tozzo di pane.

Eh già: gli immigrati servono proprio perché sono clandestini. A chi vuoi che convenga regolalizzarli?

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

13 risposte a La sanatoria truffa

  • 6
    Danielsan

    Se entrare ed uscire in e da qualsiasi parte del mondo fossero concetti inconcepibili non dovremmo star qui come ciechi che si lanciano sassate…ma del resto come potremmo poi monopolizzare l’economia  schiavizzando gli sfigati di non nobile progenie o geneticamente ecclesiasticizzati solo per possedere beni effiemeri finchè non saremo terra per cieci?

  • 5
    fanny

    La cosa incredibile è che le offerte di lavoro ci sono e non poche .

    Sono lavori che gli italini non fanno .

    Mi chiedo quanti di noi sarebbero disposti a far da badante .Fare la o il badante non è solo portare a spasso un anziano .

    I manovali nei cantieri sono per la maggior parte stranieri ,col freddo e col caldo ,loro sono li a far quella fatica che noi non siamo più disposti a fare .

    Ai mercati generali ,prima dell’alba ,son li a pulir verdure e a smazzarsi pesi su pesi su spalle già provate dalla fatica .

    Per non parlare della raccolta nei campi .

    Ci terrei a dire un’ultima cosa .Non dimentichiamo lo sfruttamento sessuale sulle donne ,sono tutte STRANIERE ,salvo qualche eccezione ,costrette alla prostituzione come schiave

    Claudio perchè non fai una bella lista d iguesti lavori tanto “pregiati”e vediamo quanti di noi sarebbero disposti a fare ?

    • 5.1
      Manuela Crisante

      Ti chiedi quanti di noi sarebbero disposti a fare "certi" lavori?

      Ti rispondo che tanti sarebbero disposti a fare  anche i lavori più umili e pesanti, purché giustamente retribuiti, ma con una concorrenza così sleale, non c’è gara, punto.

      Io forse, 2000 o 10000 euro per tentare di comprarmi un permesso di soggiorno non li avrei comunque (neppure vendendo ipotetiche case di proprietà).

      Purtroppo non combattiamo ad armi pari!

    • 5.2

      Se li regolarizzi, escono dalla clandestinità e chi li assume deve rispettare i contratti di lavoro. A quel punto siete pari. E’ adesso, nel nero selvaggio, che loschi imprenditori possono lucrare sula disponibilità di lavoratori che non esistono, e che dunque possono essere pagati niente.

      Le pari opportunità fanno emergere il valore reale delle persone. Se viceversa legittimi l’esistenza anche di un solo schiavo, schiavizzi implicitamente te stesso e neanche te ne rendi conto.

  • 4
    kautostar86

    Commento qui

    Praticamente secondo la tua opinione gli immigrati in italia sono sfruttati solo perchè non sono regolarizzati, e non viene concesso a tutti, indistintamente, il permesso di soggiorno??

    Secondo me il permesso di soggiorno, con lo sfruttamento da parte di imprenditori e non solo, c’entra poco, c’entra fino a un certo punto.

    Il mercato del lavoro (come qualunque tipologia di mercato) si regge sulla dinamica della domanda e dell’offerta. Per es. che cosa succede se la domanda per un certo tipo di lavoro è 100( di cui la maggior parte poveri disperati, bisognosi di trovare immediatamente una fonte di reddito) e l’offerta è 10? è ovvio che all’aumentare della domanda , salario e condizioni di lavoro peggiorano. E’ ovvio che se la domanda fosse 20 e l’offerta 10, oppure domanda 10(o inferiore) e offerta sempre 10, le condizioni e le paghe sarebbero nettamente migliori!

    Quindi granparte del problema dello sfruttamento degli immigrati, extracomunitari o no, e in alcuni ambiti, il netto peggioramento delle condizioni anche per gli italiani, oltre che con la crisi economica internazionale, secondo me si può spiegare anche con la semplice, e purtroppo inevitabile, legge economica della domanda e dell’offerta.

    Insomma è evidente che negli ultimi 5-10 anni sono entrati TROPPI poveri disperati, più di quanto la struttura economica e sociale italiana ne potesse sopportare e integrare senza troppi problemi socioeconomici, e questo non è colpa solo di questo governo(che anzi in parte ha provato a metterci una pezza, anche se con metodi discutibili), ma anche e soprattutto dei governi precedenti.

    Lo sfruttamento è soprattutto la conseguenza di una cattiva politica dell’immigrazione, che per come la vedo io, avrebbe dovuto limitare gli accessi a una quota di persone sostenibile, e allo stesso tempo offrire a queste persone tutti gli strumenti necessari per integrarsi.

     

    • 4.1
      kautostar86

      In tema, vi consiglio di leggere questo interessante articolo, che spiega molto bene cosa c’è spesso, dietro tanta solidarietà di facciata:

       

      http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=4823

    • 4.2

      Grandissima risposta Claudio, purtroppo in questa società diciamo iperliberista, quando fa comodo, tantissimi sproloquiano di mercato sempre e comunque, e si comportano come i farisei del Vangelo.

      A proposito di Vangelo, spero mi perdonerai se riporto il Vangelo della liturgia di oggi, che mi pare "ci azzecchi".

      Dal Vangelo secondo Luca

      In quel tempo, Gesù, entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano, dicendo loro: «Sta scritto: "La mia casa sarà casa di preghiera". Voi invece ne avete fatto un covo di ladri».
      Ogni giorno insegnava nel tempio. I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo morire e così anche i capi del popolo; ma non sapevano che cosa fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue labbra nell’ascoltarlo.

       

    • 4.3
      Rebel

      kautostar86,

      innanzitutto devo ricordarti che di Italiani siamo 160 milioni.

      In italia 60.

      Sono figlio di emigranti, che si sono puppati 15 anni in Inghilterra, lavorando e vivendo dignitosamente.

      La tua pippa della domanda e dell’offerta non mi fa capire di cosa accidenti parli?

      Inizialmente pensavo parlassi di dentifrici.

      Tornando a noi, chi lavora ha doveri, ma anche DIRITTI.

      Provo a spiegartela semplice: hanno sborsato migliaia di euro (già di per se uno scandalo) per fare una c**zo di domanda per il soggiorno, non ha avuto seguito.

      Ma che cosa c**zo è? Un furto?

      Ma ti sei mai chiesto se il tuo benessere potrebbe dipendere da quello altrui?

      Ma è MAI possibile che “l’ITAGLIANO” ha una memoria così corta? 60 anni fa siamo partiti a milioni con le pezze al c**o, alla volta del nord Europa, america latina,USA, Australia, etc.

      Abbiamo un debito morale verso queste popolazioni abnorme.

      In Italia la nostra ricchezza è basata sulla lavorazione dei materiali.Non abbiamo materie prime. Quindi succhiamo materia essenziale per le nostre industrie creando “ricchezza e benessere” a spese di altri paesi che, per fortuna, ancora non arrivano ai nostri livelli, altrimenti sarebbe la fine.

      E’ un equilibrio che prima o poi porterà con se il conto da pagare.

      Questo è nulla.

      Forse dovresti conoscere meglio Pasolini.

      E, ovviamente, rinascere un immigrato.

      Attento a non farti riconoscere però…

       


    • 4.4
      kautostar86

      Claudio, io non ho affatto detto quello che hai dedotto tu.

      Solamente che tu credi, in maniera secondo me poco realistica, che basti dare il permesso di soggiorno a tutti, per evitare lo sfruttamento. Invece secindo me il permesso di soggiorno da solo, non può evitare nessun tipo di sfruttamento, perchè lo sfruttamento è soprattutto legato al bisogno economico!

      Se in un posto i poveri cristi venuti in italia a cercar fortuna, superano di granlunga il numero di posti di lavoro leciti, e dignitosi, è ovvio che non avendo nessuna fonte di sostentamento, e avendo assoluto bisogno di denaro(magari non solo per se stessi, ma anche per la famiglia), le scelte che si trovano davanti sono 2. O lavorare a condizioni non dignitose, per stipendi da fame, o darsi alla criminalità(furti, spaccio, manovalanza mafiosa ecc…)

      E nessuno stato può evitare totalmente che questo accada, perchè è materialmente impossibile aiutare a spese pubbliche tutti gli immigrati ad integrarsi, ed è ancora più difficile monitorare tutto, e individuare le situazioni di sfruttamento!

      Se negli anni passati avessero respinto più immigrati, e ne avessero fatto entrare un numero sostenibile, a quest’ora non ci sarebbero queste situazioni.

       

       

      Quindi, ormai, visto che questi “disperati” sono entrati, sfruttiamoli pure a dovere, fino in fondo, fino al midollo, fino all’ultima goccia di sangue, disinteressiamocene, non solleviamo un problema politico, non cerchiamo di riequilibrare nulla… lasciamoli al loro destino e gli imprenditori al loro rigoroso adeguamento alla “legge della domanda dell’offerta”?

       

      Mai detto nè pensato questo, mi stai mettendo in bocca una tua interpretazione del tutto arbitraria!

      Casomai visto che sono già troppi, non mi sembra un’ottima idea distribuire permessi di soggiorno tanto facilmente, invitando così ancora più disperati a venire nel nostro paese. Sono io favorevole allo sfruttamento??, o è chi vuole farne venire ancora di più( sindacati, Chiesa, imprenditori, partiti di sinistra) che vorrebbe incrementare il numero degli immigrati, per sfruttarli ancora meglio, sia dal punto di vista economico, che per  accrescere la propria influenza politica?

       

    • 4.5

      o sfruttamento è soprattutto la conseguenza di una cattiva politica dell’immigrazione, che per come la vedo io, avrebbe dovuto limitare gli accessi a una quota di persone sostenibile, e allo stesso tempo offrire a queste persone tutti gli strumenti necessari per integrarsi.

      Quindi, ormai, visto che questi “disperati” sono entrati, sfruttiamoli pure a dovere, fino in fondo, fino al midollo, fino all’ultima goccia di sangue, disinteressiamocene, non solleviamo un problema politico, non cerchiamo di riequilibrare nulla… lasciamoli al loro destino e gli imprenditori al loro rigoroso adeguamento alla “legge della domanda dell’offerta”?

      Il tuo problema è che non hai nessuna, e dico nessuna, visione o aspirazione sociale. Tu dovresti vivere in una società dei numeri e non dei diritti, perché i diritti che discendono dall’essere “esseri umani” che si consorziano in società per tutelarsi vicendevolmente, in un’ottica di etica condivisa, ti sono in larga parte sconosciuti, non meno di quanto lo sarebbero per un automa governato dalla logica binaria.

      Senza nessun tipo di rancore, ma solo a livello terapeutico, ti auguererei nella prossima vita di fare l’immigrato, ovviamente clandestino, in un paese che lungi dall’integrarti e tantomeno dall’espellerti o dal non farti entrare, sceglie la strada più comoda: usarti come merce su uno scaffale.

      Sarei proprio curioso, sempre che tu nella nuova vita sapessi leggere e scrivere, vedere come commenteresti la cosa nei blog.

  • 3
    Harlock

    Il blog sul Fatto quotidiano??  :o

    Birbantone…

  • 2
    Nibbio

    Ciao Claudio.

    Ottimo lavoro di informazione. E sono contento di averti visto sul "Fatto Quotidiano". Bisogna bombardare questa gentaglia che ha fatto leggi tanto stupide ed indecenti. Rivoltargli addosso tutta la m**da che tentano di scagliare su di noi e su ogni persona che non è come loro e che non la pensa come loro.

    Mi sento anch’io su quella torre; su quella torre ci sono tutti quelli che non riescono a far sentire la loro voce, tutti quelli che hanno solo doveri, tutti quelli per i quali il diritto di vivere esiste solo perchè possano essere sfruttati sino all’ultimo giorno. Quelle persone in qualche modo li rappresentano tutti. Purtroppo non ho la possibilità di andare a Milano di persona a manifestare la mia solidarietà; magari portando loro sin lassù qualcosa di caldo e dimostrar loro – se possibile – che non tutti gli Italiani sono come certi personaggi.

  • 1
    kautostar86

    byoblu ha scritto :
    Se li regolarizzi, escono dalla clandestinità e chi li assume deve rispettare i contratti di lavoro. A quel punto siete pari. E’ adesso, nel nero selvaggio, che loschi imprenditori possono lucrare sula disponibilità di lavoratori che non esistono, e che dunque possono essere pagati niente. Le pari opportunità fanno emergere il valore reale delle persone. Se viceversa legittimi l’esistenza anche di un solo schiavo, schiavizzi implicitamente te stesso e neanche te ne rendi conto.

    Scusa se intervengo, ma era proprio su questo che volevo portarti a ragionare l’altro giorno(quando m’hai etichettato come complice degli aguzzini!)

    Il permesso di soggiorno basta da solo a evitare lo sfruttamento e a regolarizzare tutti gli immigrati?io ho parecchi dubbi su questo punto!

    Conosco per esempio un ragazzo dell’ecuador, con il permesso di soggiorno, e tutto quanto perfettamente in regola, che per un periodo è stato costretto a lavorare 10-12 ore al giorno, in nero, e pagato come uno che ne lavora 8 (quindi considerando che era in nero, al datore costava molto meno, di un operaio in regola!)

    Nonostante il permesso di soggiorno è stato costretto ad accettare quelle condizioni, perchè aveva urgente bisogno di soldi…

    Spesso a far accettare certe condizioni, è la fame, il bisogno, non è solo la mancanza di permesso di soggiorno! Certo la mancanza di quello ovviamente è un’handicap in più, ma da solo non basta.

    Trovare una soluzione allo sfruttamento non è facile, ma sono sicuro che se si fossero fatte entrare un po’ meno persone, negli ultimi anni, oggi le situazioni di sfruttamento sarebbero molte meno!

    Se le persone bisognose di soldi e di un lavoro aumentano di brutto, e il numero di posti di lavoro rimane invariato(l’economia italiana non è in espansione), le condizioni peggiorano per tutti, anche per gli italiani disponibili a fare certi lavori (a patto che non siano sottopagati)

     

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

In India schedature biometriche di massa ed eliminazione del cash oltre le 500 rupie.

india schedatura di massa e via i contanti La demonetarizzazione dell'India Lo scorso 8 novembre il nuovo primo ministro indiano Narendra Modi dichiarava fuori corso le banconote da 500 e 1000 Rupie, responsabili di circa l'85% del cash in circolazione in India. Sarebbe come se in Europa venissero eliminate in poche ore le banconote da...--> LEGGI TUTTO

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il terribile errore: “È il momento più pericoloso per l’umanità: le élite imparino ad essere umili”. Stephen Hawking

stephen hawkings attente elite di Stephen Hawking, fisico teorico e scrittore Essendo un fisico teorico che vive a Cambridge, ho vissuto la mia vita in una bolla di eccezionale privilegio. Cambridge è una città insolita, tutta incentrata su una delle grandi università del pianeta. All'interno di questa...--> LEGGI TUTTO

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle a volere il vitalizio!

Rosi Bindi Rosi Bindi: sono i Cinque Stelle che vogliono il vitalizio!...GUARDA

Roberto Fico (M5S): basta con gli uomini soli al comando!

Roberto FicoRoberto Fico, deputato M5S a capo della Commissione di Vigilanza Rai, risponde sulla questione della legge elettorale e sulle voci di una sua candidatura alla guida di un possibile Governo a 5 Stelle. ...GUARDA

Renzi si è dimesso: il video dell’annuncio in diretta dal Quirinale

renzi-dimissioni-quirinale Matteo Renzi ha dato le dimissioni. Aperta la crisi di Governo. L'annuncio in diretta dal Quirinale, dopo il colloquio con Sergio Mattarella. Da domani alle 18 partono le consultazioni. Il calendario sarà reso disponibile dall'ufficio stampa del Quirinale....GUARDA

Referendum: vinta una battaglia, ma la guerra continua – Diego Fusaro

fusaro-vinta-la-battaglia-ma-non-la-guerra "L'élite mondialista tornerà presto o tardi ad attaccare la Costituzione e lo Stato sovrano nazionale. Il suo obiettivo è quello della distruzione degli stati sovrani nazionali, che dopo il 1989 sono i soli ancora a resistono come luoghi del primato della politica sull'economia. La battaglia è...GUARDA

Attenzione: ecco come vogliono ribaltare l’esito del referendum

come-ti-ribalto-il-referendumATTENZIONE: ieri sera ho fatto questo video. E stamattina... zac: La Stampa conferma tutto: Padoan vuole chiedere aiuti all'ESM. Sapete cosa significa? Significa RIBALTARE IL NO AL REFERENDUM e prendersi in casa la Troika. QUESTO NON DEVE ACCADERE. Non c'è nessun Governo legittimo attualmente nel Paese, e qualunque decreto legge...GUARDA

La vittoria dell’informazione e i pericoli del dopo Renzi

claudio messora Il No al referendum costituzionale è la vittoria dell'informazione contro chi pensava che per convincere gli italiani a votare basta una comunicazione semplificata, comprensibile a un bambino delle scuole medie. La sconfitta di Renzi passa anche per una ipersemplificazione della Comunicazione che non ha convinto e...GUARDA

Barbareschi ai giovani: “Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!”

Barbareschi ai giovani: "Siete superficiali! Avete votato no per ribellarvi al paterno!" Luca Barbareschi traccia un quadro deprimente dei giovani che hanno votato no al referendum: sarebbero disinformati, superficiali, privi di strumenti, e con un grosso problema con il paterno, che li induce a ribellarsi contro qualsiasi cosa senza mai entrare nel merito....GUARDA

Barbareschi: siamo ascoltati e spiati da tutti i telefonini.

barbareschi-siamo-tutti-spiati-icona-play Luca Barbareschi, il popolare showman ora direttore del Teatro Eliseo a Roma, ha un'idea ben precisa sulla società della comunicazione digitale. A RaiNews24, il giorno dopo del voto al referendum, dice: "Siamo in democrazia... Capisco che ormai siamo ascoltati e spiati...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>