La guerra dei cessi

L'Ultima Parola - ospitata Claudio Messora

Se gli abruzzesi necessitavano di infrastrutture già prima del terremoto (Berlusconi a questo scopo promise loro 16 miliardi di euro in cambio della vittoria alle regionali, dei quali ottenuto il voto non scucì mai un centesimo) figuriamoci come ne avrebbero bisogno adesso. Ancora oggi, per andare da Pescara a Roma in treno si prova la stessa ebrezza che provavano i primi coloni americani quando attraversavano il deserto su una diligenza trainata da cavalli.

Lo stesso non si può dire tuttavia per un altro tipo di traffico: quello che ogni giorno conduce fiumi di montepulciano e montagne di arrosticini dalle fauci e lungo l’esofago, transitando per lo stomaco e poi per l’intestino, giù giù fino a riveder le stelle, imboccando spurghi fognari a 16 corsie e sversandosi in maleodoranti liquami nei fiumi-latrina che abbiamo trasformato in fogne. Forse, in considerazione dell’enorme quantità di merda che sarebbe venuta a galla, lì il governo ha preferito non lesinare, dimensionando un sistema di spurghi che avrebbe potuto accogliere fino a 73 litri di escrementi pro capite al giorno. E se gli aquilani non ce li hanno, tutti questi escrementi, poco male: la diaria alle ditte appaltanti si corrisponde lo stesso, innescando un vero e proprio conflitto, con tanto di spie e sabotatori armati di spazzoloni e mollette sul naso, che sarebbe facile ridefinire la guerra dei cessi.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

Per Byoblu.Com, Valerio Valentini:

La guerra dei cessi

La maxi truffa sui bagni chimici dell’emergenza aquilana

  Questa storia inizia da lontano. È il maggio del 2005, infatti, quando la Protezione Civile assegna alla ditta SEBACH, con il contratto numero 535, l’appalto riguardo al noleggio dei Bagni Chimici in situazioni di emergenza. Sull’accordo, scaduto nel maggio del 2008 e subito rinnovato fino a marzo 2010, si allungano tuttavia ombre scure, dal momento che sembra violare tutte le normative nazionali e comunitarie sugli appalti pubblici, tanto che una ditta concorrente presenta ricorso.

Poi, il 6 aprile, arriva il terremoto. Parte la rincorsa frenetica delle varie ditte per aggiudicarsi la gestione dei servizi igienici nelle tendopoli e si capisce subito che l’affare fa gola a molti concorrenti. Se ne accorge per prima Libera, che nel maggio del 2009 segnala strani sabotaggi alle pompe di espurgo di alcune ditte, oltre ad accordi e accordicchi tra le ditte appaltatrici e i responsabili della Protezione Civile allo scopo di gonfiare le fatture. Era cominciata quella che si potrebbe ribattezzare oggi come la guerra dei cessi, perché se la materia del contendere non è certamente elegante,  i ricavi che se ne possono trarre sono al contrario piuttosto cospicui. E poi si sa: pecunia non olet!

Oltre al guadagno immediato, derivante dalla mera gestione dei servizi chimici nei vari campi, aggiudicarsi l’appalto comporta un altro ricercatissimo privilegio, quello di poter sversare nei fiumi e nei canali quantità industriali di liquami nocivi, falsificando le bolle di trasporto al fine di spacciarli per residui organici. Una guerra, a quanto pare, vinta dalle stesse aziende che da anni collaborano con la Protezione Civile nell’ambito dell’emergenza rifiuti in Campania. Ma tu guarda le coincidenze, alle volte…

Ad analizzare le cifre della truffa, poi, si capiscono meglio le proporzioni della speculazione, e sono cifre da capogiro. Il numero dei bagni chimici inizialmente impiegati nelle tendopoli ammonta a 3600, per una spesa quotidiana di 79 euro cadauno. Parliamo cioè di 8 milioni di euro al mese. In seguito alcuni gabinetti chimici vengono ritirati. Al loro posto, nei campi, fanno la loro comparsa i box bagno-docce in dotazione al Ministero dell’Interno. Stando ai dati della polizia giudiziaria, sarebbero 1600 i bagni chimici di troppo, per un totale di 3 milioni e 800 mila euro al mese. Soldi che mai come in questo caso si può dire siano stati letteralmente  buttati nel cesso, perché sono soldi tolti alla ricostruzione. Parliamo di quasi 23 milioni di euro nei soli primi sei mesi dell’emergenza, denaro con il quale, tanto per fare un esempio, sarebbe stato possibile costruire MAP (moduli abitativi provvisori) per almeno 460 famiglie aquilane. Quattrocentosessanta famiglie di senza tetto che sono state private del diritto di vedersi consegnare un alloggio.

Come se non bastasse, l’ombra della speculazione – ovvero degli sprechi – si allarga anche sulle altre toilette. La Protezione Civile infatti ne avrebbe ordinate 4000, numero poi sceso a 3200, ognuna delle quali costava 19,50 euro al giorno iva esclusa per il quotidiano ciclo di pulizia. La Protezione Civile tuttavia pretende che si effettuino ben quattro espurghi al giorno il che, stando alle fatture, fa lievitare i costi a 46,50 euro giornalieri, sempre iva esclusa, ma pensare che si siano effettuati davvero tutti questi cicli di espurgo è semplicemente un’assurdità. Per rendersene conto basterebbe chiedere a chi nelle tendopoli c’è stato. Oppure basta far due conti. Quattro espurghi al giorno per ogni bagno significa che ciascun gabinetto, ogni sacrosanto giorno, avrebbe dovuto essere liberato di 800 litri di liquami. Essendo 3200 il numero dei bagni totali parliamo, con rispetto parlando, di 2 milioni e 560 mila litri di merda. Ora, considerando che il numero degli sfollati, nel periodo di massima permanenza, era di 35 mila persone, se ne deduce che ogni aquilano avrebbe dovuto liberarsi quotidianamente di non meno di 73 litri di escrementi, sia in forma liquida che solida. D’accordo che un terremoto fa cagare sotto tutti quanti, ma appare forse un filino eccessivo.

La spiegazione più plausibile è quella che duemila anni orsono nientemeno che l’imperatore Vespasiano fornì al figlio Tito, il quale gli chiedeva “Ma papà… sei matto a mettere una tassa pure sui cessi?“. “Pecunia non olet, figliolo!“: i soldi non puzzano.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a La guerra dei cessi

  • 1

    wow! 

  • 0
    Paolo 2.0

    e poi dicono che i terremoti non si possono prevedere.

  • -1
    OmarValente

    per dare senso a questa spesa dobbiamo andare avanti una settimana a limonata, prendere un treno, andare all’Aquila, liberarci degli escrementi e poi tornare a casa? :P

  • -2
    Pasqua

    Lungi da me difendere l’operato di chi ha gestito l’emergenza, ci sono stati sprechi e ruberie senza vergogna alcuna e questo non è assolutamente in dubbio.

     Però posso testimoniare che l’intervento ai Sebach al campo dove prestavamo servizio era effettivamente fatto 4 volte al giorno, più che per l’espurgo per la pulizia interna, fondamentale specie nei periodi in cui le temperature salivano. Poi ovviamente li vuotavano quando erano pieni o quasi…

  • -3
    luigi 'GBNB'

    Gesù! quando i nostri soldi vanno in m**da, insomma…. che vergogna…grazie per il resoconto e continuate a tenere viva l’attenzione su quanto stiano sfruttando la situazione in cui versa la nostra ‘già-morta-cittadina’…. 

  • -4
    Mozempk

    Bella roba… ormai non mi stupisco più…. ordinaria amministrazione…

    Complimenti al giornalista, ottimo articolo!

  • -5
    mozempk

    Ho perso la capacità di stupirmi, era quasi prevedibile… bah

    Ottimo articolo complimenti al giornalista

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Curarsi con la cannabis? In farmacia costa troppo, e in Sicilia parte l’autoproduzione.

Cannabis SativaHa quasi 35 anni e quando ha scoperto di essere malato di sclerosi multipla ne aveva 23. Per continuare coi numeri: sono 12 anni che Alessandro Raudino, operatore sociosanitario di Siracusa, combatte con la malattia. E quattro anni da quando ha fondato l'associazione Cannabis cura Sicilia: 170 soci, adesso azzerati...--> LEGGI TUTTO

Il complotto di tutti i complotti.

ventotene il complotto di tutti i complotti Questo è il Manifesto di Ventotene, incensato su larga scala da tutti i politici come il pilastro fondante dell'Unione Europea, come simbolo di democrazia e di libertà. La prova provata che tutto quello che denunciamo da anni è vero. Il complotto di tutti i complotti. La teorizzazione...--> LEGGI TUTTO

Euroinomani: Diego Fusaro e la verità che Porro finge di non capire.

Euroinomani Diego Fusaro: "Appurato il fatto evidente, conclamato, che l'Europa è il nostro problema oggi, per il fatto che sta imponendo politiche depressive, di austerità, di lotta contro i diritti del lavoro e contro i diritti sociali, vi è una sorta di dogmatismo generalizzato che ripete come soluzione, come...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

Anche il ministro del Tesoro UK, contro la Brexit, adesso passa tra i grandi speculatori

Ministro del Tesoro UK - Non voleva la Brexit - Ora passa in BlackRock Un altro leader politico europeo (cfr: "E Barroso passa a Goldman Sachs! Taaaaac!") imbocca la cosiddetta “porta girevole” dell’alta finanza. George Osborne, per sei anni ministro del Tesoro britannico fino al referendum sull’Unione Europea del giugno scorso, ha accettato un’offerta della BlackRock per diventare consulente del...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Lupi ai Cinque Stelle: il referendum sull’euro non lo farete mai. Solo demagogia!

Maurizio Lupi, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia alla Camera sul Governo Gentiloni, si rivolge ai Cinque Stelle accusandoli di demagogia, e spiega perché il referendum sull'Euro non si può fare....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>