La guerra dei cessi

L'Ultima Parola - ospitata Claudio Messora

Se gli abruzzesi necessitavano di infrastrutture già prima del terremoto (Berlusconi a questo scopo promise loro 16 miliardi di euro in cambio della vittoria alle regionali, dei quali ottenuto il voto non scucì mai un centesimo) figuriamoci come ne avrebbero bisogno adesso. Ancora oggi, per andare da Pescara a Roma in treno si prova la stessa ebrezza che provavano i primi coloni americani quando attraversavano il deserto su una diligenza trainata da cavalli.

Lo stesso non si può dire tuttavia per un altro tipo di traffico: quello che ogni giorno conduce fiumi di montepulciano e montagne di arrosticini dalle fauci e lungo l’esofago, transitando per lo stomaco e poi per l’intestino, giù giù fino a riveder le stelle, imboccando spurghi fognari a 16 corsie e sversandosi in maleodoranti liquami nei fiumi-latrina che abbiamo trasformato in fogne. Forse, in considerazione dell’enorme quantità di merda che sarebbe venuta a galla, lì il governo ha preferito non lesinare, dimensionando un sistema di spurghi che avrebbe potuto accogliere fino a 73 litri di escrementi pro capite al giorno. E se gli aquilani non ce li hanno, tutti questi escrementi, poco male: la diaria alle ditte appaltanti si corrisponde lo stesso, innescando un vero e proprio conflitto, con tanto di spie e sabotatori armati di spazzoloni e mollette sul naso, che sarebbe facile ridefinire la guerra dei cessi.

 

Per Byoblu.Com, Valerio Valentini:

La guerra dei cessi

La maxi truffa sui bagni chimici dell’emergenza aquilana

  Questa storia inizia da lontano. È il maggio del 2005, infatti, quando la Protezione Civile assegna alla ditta SEBACH, con il contratto numero 535, l’appalto riguardo al noleggio dei Bagni Chimici in situazioni di emergenza. Sull’accordo, scaduto nel maggio del 2008 e subito rinnovato fino a marzo 2010, si allungano tuttavia ombre scure, dal momento che sembra violare tutte le normative nazionali e comunitarie sugli appalti pubblici, tanto che una ditta concorrente presenta ricorso.

Poi, il 6 aprile, arriva il terremoto. Parte la rincorsa frenetica delle varie ditte per aggiudicarsi la gestione dei servizi igienici nelle tendopoli e si capisce subito che l’affare fa gola a molti concorrenti. Se ne accorge per prima Libera, che nel maggio del 2009 segnala strani sabotaggi alle pompe di espurgo di alcune ditte, oltre ad accordi e accordicchi tra le ditte appaltatrici e i responsabili della Protezione Civile allo scopo di gonfiare le fatture. Era cominciata quella che si potrebbe ribattezzare oggi come la guerra dei cessi, perché se la materia del contendere non è certamente elegante,  i ricavi che se ne possono trarre sono al contrario piuttosto cospicui. E poi si sa: pecunia non olet!

Oltre al guadagno immediato, derivante dalla mera gestione dei servizi chimici nei vari campi, aggiudicarsi l’appalto comporta un altro ricercatissimo privilegio, quello di poter sversare nei fiumi e nei canali quantità industriali di liquami nocivi, falsificando le bolle di trasporto al fine di spacciarli per residui organici. Una guerra, a quanto pare, vinta dalle stesse aziende che da anni collaborano con la Protezione Civile nell’ambito dell’emergenza rifiuti in Campania. Ma tu guarda le coincidenze, alle volte…

Ad analizzare le cifre della truffa, poi, si capiscono meglio le proporzioni della speculazione, e sono cifre da capogiro. Il numero dei bagni chimici inizialmente impiegati nelle tendopoli ammonta a 3600, per una spesa quotidiana di 79 euro cadauno. Parliamo cioè di 8 milioni di euro al mese. In seguito alcuni gabinetti chimici vengono ritirati. Al loro posto, nei campi, fanno la loro comparsa i box bagno-docce in dotazione al Ministero dell’Interno. Stando ai dati della polizia giudiziaria, sarebbero 1600 i bagni chimici di troppo, per un totale di 3 milioni e 800 mila euro al mese. Soldi che mai come in questo caso si può dire siano stati letteralmente  buttati nel cesso, perché sono soldi tolti alla ricostruzione. Parliamo di quasi 23 milioni di euro nei soli primi sei mesi dell’emergenza, denaro con il quale, tanto per fare un esempio, sarebbe stato possibile costruire MAP (moduli abitativi provvisori) per almeno 460 famiglie aquilane. Quattrocentosessanta famiglie di senza tetto che sono state private del diritto di vedersi consegnare un alloggio.

Come se non bastasse, l’ombra della speculazione – ovvero degli sprechi – si allarga anche sulle altre toilette. La Protezione Civile infatti ne avrebbe ordinate 4000, numero poi sceso a 3200, ognuna delle quali costava 19,50 euro al giorno iva esclusa per il quotidiano ciclo di pulizia. La Protezione Civile tuttavia pretende che si effettuino ben quattro espurghi al giorno il che, stando alle fatture, fa lievitare i costi a 46,50 euro giornalieri, sempre iva esclusa, ma pensare che si siano effettuati davvero tutti questi cicli di espurgo è semplicemente un’assurdità. Per rendersene conto basterebbe chiedere a chi nelle tendopoli c’è stato. Oppure basta far due conti. Quattro espurghi al giorno per ogni bagno significa che ciascun gabinetto, ogni sacrosanto giorno, avrebbe dovuto essere liberato di 800 litri di liquami. Essendo 3200 il numero dei bagni totali parliamo, con rispetto parlando, di 2 milioni e 560 mila litri di merda. Ora, considerando che il numero degli sfollati, nel periodo di massima permanenza, era di 35 mila persone, se ne deduce che ogni aquilano avrebbe dovuto liberarsi quotidianamente di non meno di 73 litri di escrementi, sia in forma liquida che solida. D’accordo che un terremoto fa cagare sotto tutti quanti, ma appare forse un filino eccessivo.

La spiegazione più plausibile è quella che duemila anni orsono nientemeno che l’imperatore Vespasiano fornì al figlio Tito, il quale gli chiedeva “Ma papà… sei matto a mettere una tassa pure sui cessi?“. “Pecunia non olet, figliolo!“: i soldi non puzzano.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a La guerra dei cessi

  • 1

    wow! 

  • 0
    Paolo 2.0

    e poi dicono che i terremoti non si possono prevedere.

  • -1
    OmarValente

    per dare senso a questa spesa dobbiamo andare avanti una settimana a limonata, prendere un treno, andare all’Aquila, liberarci degli escrementi e poi tornare a casa? :P

  • -2
    Pasqua

    Lungi da me difendere l’operato di chi ha gestito l’emergenza, ci sono stati sprechi e ruberie senza vergogna alcuna e questo non è assolutamente in dubbio.

     Però posso testimoniare che l’intervento ai Sebach al campo dove prestavamo servizio era effettivamente fatto 4 volte al giorno, più che per l’espurgo per la pulizia interna, fondamentale specie nei periodi in cui le temperature salivano. Poi ovviamente li vuotavano quando erano pieni o quasi…

  • -3
    luigi 'GBNB'

    Gesù! quando i nostri soldi vanno in m**da, insomma…. che vergogna…grazie per il resoconto e continuate a tenere viva l’attenzione su quanto stiano sfruttando la situazione in cui versa la nostra ‘già-morta-cittadina’…. 

  • -4
    Mozempk

    Bella roba… ormai non mi stupisco più…. ordinaria amministrazione…

    Complimenti al giornalista, ottimo articolo!

  • -5
    mozempk

    Ho perso la capacità di stupirmi, era quasi prevedibile… bah

    Ottimo articolo complimenti al giornalista

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>