SPROPORZIONATAMENTE PICCOLI

« Malgrado la sua storia, il suo patrimonio culturale, la forza di alcuni settori della sua economia, il paese ha difficoltà di governance e un’influenza sproporzionatamente piccola sulla scena globale. Le sue prospettive economiche e sociali appaiono negative. »

Così, al World Economic Forum 2011, gli organizzatori della session “Italia, un caso speciale” presentano il nostro paese. Tremonti: non pervenuto.

Dopo la presentazione, arrivano stangate anche peggiori:

  • Contate molto meno di quel che dovreste nell’economia internazionale, i problemi del vostro governo vi precludono di svolgere il ruolo che vi spetta[Michael Elliot, editore del Time International]
  • Di solito parlo solo di economia ma nel vostro caso il problema del governo è diventato grave, è una vera distrazione che v’impedisce di fare quello che dovreste. Siete di fronte ad accuse di una vera e propria prostituzione di Stato, orge con minorenni, ostruzione alla giustizia. Avete un serio problema di leadership che blocca le riforme necessarie. Un contagio della sfiducia dei mercati è ancora possibile, perché il divario è enorme tra le riforme strutturali di cui avete bisogno, e ciò che è stato fatto[Nouriel Roubini, fondatore e chariman di Roubini Global Economics. Nel 2007 previde la crisi globale]
  • La vostra situazione è preoccupante. Siete il paese più direttamente in competizione con la Cina, per la tipologia dei prodotti. Da dieci anni si sa quali riforme andrebbero fatte. Di questo passo l’Italia potrebbe diventare il prossimo grosso problema dell’eurozona [Daniel Gros, direttore del Centre for European Policy Studies di Bruxelles]
  • Se l’Italia non usa i prossimi cinque anni per un reale cambiamento, vi ritroverete dalla parte perdente dell’eurozona. I gravi reati di cui Silvio Berlusconi è accusato sono ben noti. Ma a voi sta bene lo stesso? E’ questo il governo che volete?[Matthew Bishop, capo della redazione americana di The Economist]

Aspettate, chi era quel leader che continuava, come un mantra, a ripetere che sotto la sua guida l’Italia aveva riacquistato il pese che le compete sullo scenario internazionale? Non è detto che abbia mentito: forse più semplicemente pensava che il peso che ci compete fosse proprio questo.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

15 risposte a SPROPORZIONATAMENTE PICCOLI

  • 2

    La cosa che più rattristisce è che la gente crede ancora nelle sue parole, la gente lo difende, lo ama e lo appoggia. Crede davvero a quello che il tizio dice. Io sono sempre più convinto che ogni popolo ha il governo che si merita. Noi abbiamo questo pagliaccio allora ce lo meritiamo. Tutti chiacchierano e non concludono e come si dice dallemie parti: "e chiaccr stann a zer". Gli italiani sono un popolo bizzaro lo diceva Churchill già nel 1945…

  • 1
    Lenin

    Il capitalismo, nel suo stadio imperialistico, conduce decisamente alla più universale socializzazione della produzione; trascina, per così dire, i capitalisti, a dispetto della loro coscienza, in un nuovo ordinamento sociale, che segna il passaggio dalla libertà di concorrenza completa alla socializzazione completa.

    Viene socializzata la produzione, ma l’appropriazione dei prodotti resta privata. I mezzi sociali di produzione restano proprietà di un ristretto numero di persone.

    […]

    l’evoluzione del capitalismo è giunta a tal punto che, sebbene la produzione di merci continui come prima a "dominare" e ad essere considerata come base di tutta l’economia, essa in realtà è già minata e i maggiori profitti spettano ai "geni" delle manovre finanziarie. Base di tali operazioni e trucchi è la socializzazione della produzione, ma l’immenso progresso compiuto dall’umanità, affaticatasi per giungere a tale socializzazione, torna a vantaggio… degli speculatori.

    […]

    I capitalisti di uno dei tanti rami industriali, di uno dei tanti paesi, ecc., raccogliendo gli alti profitti monopolistici hanno la possibilità di corrompere singoli strati di operai e, transitoriamente, perfino considerevoli minoranze di essi schierandole a fianco della borghesia del rispettivo ramo industriale o della rispettiva nazione contro tutte le altre. Questa tendenza è rafforzata dall’aspro antagonismo esistente tra i popoli imperialisti a motivo della spartizione del mondo. Così sorge un legame tra l’imperialismo e l’opportunismo; […] Più pericolosi di tutti, da questo punto di vista, sono coloro i quali non vogliono capire che la lotta contro l’imperialismo, se non è indissolubilmente legata con la lotta contro l’opportunismo, è una frase vuota e falsa.

    (L’imperialismo, fase suprema del capitalismo, 1917)

     

    http://diciottobrumaio.blogspot.com/

  • 0

    Guardatevi l’ultimo Zeitgeist

    http://www.youtube.com/user/TZMOfficialChannel

     

    e diffondetelo

  • -1

    Non penso sia colpa di qualche politico. I nostri sono i migliori e soprattutto i più onesti.

    Non penso neanche a imprenditori senza scrupoli.

    Sono ottimista per il futuro.

    ATTENZIONE!

    Conosco qualcuno però, che potrebbe far meglio….


  • -2
    cloc3

    Cosa non hanno sentito questa mattina, alla radio, le mie orecchie!

    La voce del lurido bavoso che dispensava, sotto forma di lettera aperta al leader dell’opposizione, Bersani, spocchiose lezioni di dotta strategia economica, colme di presunzione vuota ed inconsistente.

    Ma vi pare il caso, in questo momento storico, di ipotizzare crescite sul piede del tre o del quattro per cento annuo? Su quali basi, su quali considerazioni concrete?

    A crescere, vecchio porco, ci dovevi pensare da piccolo, che ti scopriamo ancora oggi a giocare la notte con le bamboline.

    Altro che crescita: tu, l’Italia, la hai fatta stendere. Sul materasso.

    Adesso togliti dai piedi. Prenditi, con calma le tue vacanze e rassegna finalmente queste sospirate dimissioni.

    Che la nostra Patria, ci penseremo noi a rimetterla in piedi.

  • -3
    Alisernio

    La crisi stavolta è di SISTEMA, è stato gia detto. L’economia di mercato sta fallendo! Il nostro sistema monetario crea debito in maniera progressiva ed esponenziale. ma a chi serve?  Lo schiavismo non era stato abolito?

    Ora, pensate ad una situazione come la odierna, dove si calcola la ricchezza dal Pil e  dove, per il portafoglio di veramente pochi si fa scempio delle risorse del pianeta, Dove MALATTIE, VIOLENZA E GUERRE sono occasioni di affari per le corporazioni.

    Le cose non stanno più funzionando.

    I politici stranieri hanno come compito ufficioso di farci ingoiare tutto questo,daccordo con le varie multinazionali che giocano contro all’umanità intera, in effetti non è lavoro da poco e bisogna essere piuttosto bravi, specialmente con opinoini pubbliche evolute (non la nostra).

    Ma i nostri capi? Ci han rinc*****nito con “il rosso e il nero” fino ad oggi (notare che certi temi son del secolo scorso -per molte società evolute). Come possono quei piccoli ometti che ci comandano, assuefatti dai loro privilegi e incapaci di prendere decisioni, Trovare una via che ci traghetti in questa nuova fase?

    Non possono.

    Per questo sono fiction pure i telegiornali.

    La p****na di turno non mi interessa.  

     

  • -4
    Alisernio

    La crisi stavolta è di SISTEMA, è stato gia detto. L’economia di mercato sta fallendo! Il nostro sistema monetario crea debito in maniera progressiva ed esponenziale. ma a chi serve?  Lo schiavismo non era stato abolito?

    Ora, pensate ad una situazione come la odierna, dove si calcola la ricchezza dal Pil e  dove, per il portafoglio di veramente pochi si fa scempio delle risorse del pianeta, Dove MALATTIE, VIOLENZA E GUERRE sono occasioni di affari per le corporazioni.

    Le cose non stanno più funzionando.

    I politici stranieri hanno come compito ufficioso di farci ingoiare tutto questo,daccordo con le varie multinazionali che giocano contro all’umanità intera, in effetti non è lavoro da poco e bisogna essere piuttosto bravi, specialmente con opinoini pubbliche evolute (non la nostra).

    Ma i nostri capi? Ci han rinc*****nito con “il rosso e il nero” fino ad oggi (notare che certi temi son del secolo scorso -per molte società evolute). Come possono quei piccoli ometti che ci comandano, assuefatti dai loro privilegi e incapaci di prendere decisioni, Trovare una via che ci traghetti in questa nuova fase?

    Non possono.

    Per questo sono fiction pure i telegiornali.

    La p****na di turno non mi interessa.  

     

  • -5
    Alisernio

    La crisi stavolta è di SISTEMA, è stato gia detto. L’economia di mercato sta fallendo! Il nostro sistema monetario crea debito in maniera progressiva ed esponenziale. ma a chi serve?  Lo schiavismo non era stato abolito?

    Ora, pensate ad una situazione come la odierna, dove si calcola la ricchezza dal Pil e  dove, per il portafoglio di veramente pochi si fa scempio delle risorse del pianeta, Dove MALATTIE, VIOLENZA E GUERRE sono occasioni di affari per le corporazioni.

    Le cose non stanno più funzionando.

    I politici stranieri hanno come compito ufficioso di farci ingoiare tutto questo,daccordo con le varie multinazionali che giocano contro all’umanità intera, in effetti non è lavoro da poco e bisogna essere piuttosto bravi, specialmente con opinoini pubbliche evolute (non la nostra).

    Ma i nostri capi? Ci han rinc*****nito con “il rosso e il nero” fino ad oggi (notare che certi temi son del secolo scorso -per molte società evolute). Come possono quei piccoli ometti che ci comandano, assuefatti dai loro privilegi e incapaci di prendere decisioni, Trovare una via che ci traghetti in questa nuova fase?

    Non possono.

    Per questo sono fiction pure i telegiornali.

    La p****na di turno non mi interessa.  

     

  • -6
    Ambient84

    Nel post si dice che a livelli di produzioni siamo in competizione con la Cina: son totalmente d’accordo. Io aggiungo un eufemismo: e ci cagano in testa! Mi trovo d’accordo anche con Mentana quando ieri da Fazio diceva “bisogna dar merito a Tremonti di aver tenuto stabile i conti pubblici all’inizio del governo Berlusconi”.

    Come si può sviluppare uno stato come il nostro, con i nostri usi e costumi, con la nostra cultura millenaria a copiare il modello capitalistico cinese: potere totale agli imprenditori, operai sfruttati, governo imprenditoriale? Questo è il modello giusto? Può funzionare in Italia? 

    Non son un politologo, né un economista, ma a me pare che le cose stiano andando proprio così: aiuti statali solo alle grandi aziende, modello stato-azienda, diritti degli operai che tornano indietro di anni e manager con superpoteri come i supereroi. Secondo me l’unica cosa che abbiamo in comune con la Cina è la mafia e il riso!

    A parte le battute, voglio ricordare che i paesi più forti al mondo non riescono ad imporsi sulla Cina (sulla sua economia e sulla sua moneta) a differenza di quanto accade per l’Italia! Trame di poteri sovrastatali attraversano l’Europa e l’occidente in generale, mentre la Cina ce la butta nel c**o a tutti.

    L’Italia deve pensare al suo bene c**zarola, ma i politici, e non solo, spremono le loro forze e trovano parole forti solo per buttar giù o per difendere Berlusconi. Nel mentre l’Economist, ci ricorda le nostre potenzialità, interne e a livello globale. Duemila anni fa eravamo maestri esportatori di cultura, mentre ora ci bacchettano come studenti svogliati per colpa della nostra classe politica e della cultura che ci propina: che schifo!

    Odio l’Italia e gli italiani, per questo rimango!

  • -7
    roberto p.
    roberto p.

    Scusate,

    ma io non mi vergogno di essere Italiano.

    Purtroppo abbiamo la classe dirigente più meschina dal dopoguerra ad oggi, ed un capo di governo che sta lì per non stare in galera. A lui non importa niente del Paese, importa solo di salvarsi, e per farlo ha promesso tutto a tutti. Chi oggi ancora continua a difenderlo lo fa solo per difendere se stesso, i privilegi acquisiti : il caso di Emilio Fede è emblematico. La politica, quella vera, tratta i bisogni dei cittadini, e sono quasi venti anni che questo non avviene. Per ora ci possiamo preoccupare del nostro Paese, non possiamo far altro. Se non provvediamo a questo però, non possiamo pensare ai grandi temi del nostro futuro.

  • -8
    roberto p.
    roberto p.

    Scusa caro John,

    a parte che si dice rattrista e non rattristisce,

    ma non sono d’accordo con la tua rassegnazione.  Non ho fatto niente di male per meritarmi un simile governo, e vorrei ricordarti che  solo una parte degli Italiani ha votato questa maggioranza, gli altri no. Però quando questa maggioranza decide, decide per tutti gli Italiani.

    Io non mi rassegno ad avere questo governo ignobile.

  • -9
    Matt

    Fino a quando continueranno a lobotomizzarci tramite le televisioni (tutte prorpietà del dittatore) l’italia scenderà sempre più in basso.

    Mi chiedo cosa succederebbe se il testo di questo post fosse letto o discusso in un telegiornale di una qualsiasi rete televisiva. Cosa succederebbe se le persone sapessero cosa pensano davvero di noi tutto il mondo… Cosa farebbero quei padri di famiglia che lavorano con la speranza di dare ai loro figli un futuro, di farsi un nome anche all’estero, quando poi scopriranno che in questo paese un futuro non c’è e che all’estero è meglio che non ci facciamo vedere… 

    Io mi vergogno di essere italiano… Non per quello che sono io… ma per chi CI RAPPRESENTA!

    L’ultima cosa che avrei mai voluto è il dovermi vergognare della mia provenienza nel momento in cui supero i confini del nostro stato. Dover essere tornato ai tempi in cui gli italiani erano tutti mafiosi. Bene… ora per loro siamo solo pagliacci e p****nieri. (di male in peggio!)

  • -10
    Luigi 6

    Noi non siamo degli economisti,siamo degli osservatori,ma l’osservazione degli eventi ci impone una riflessione anche di tipo economico.

    Quella che ci presentano oggi come una crisi economica è una crisi di sistema,la crisi di un modello,quello del capitalismo d’assalto,del capitalismo bulimico,divoratore di Ambiente,di Territorio,di Partecipazione e di Democrazia.

    Ecco perché la crisi attuale è soprattutto crisi ambientale e crisi democratica.

    L’economia convenzionale,come dice Vladimiro Giacchè,ha l’esigenza di mantenere inalterati i consumi,ecco perché è così difficile attuare politiche di buon senso di riduzione dei rifiuti,di energia,perché il diktat economico va in altra direzione:la produzione ed i consumi devono crescere,a tutti i costi!Anche a fronte del fatto che i redditi calino e la disoccupazione aumenti. L’obiettivo utopico è:abbassare i salari e aumentare i consumi. Non a torto il nostro premier si rivolge ai cittadini italiani chiamandoli testualmente “consumatori” invitando i telegiornali a non spaventarli inutilmente con dichiarazioni economiche catastrofiche.Si incentiva così l’indebitamento con il miraggio che i consumi portino la ripresa economica,si incoraggia la cementificazione del territorio e l’abusivismo edilizio,quando oramai il nostro territorio è saturo,al collasso(dal 1950 ad oggi, un’area grande quanto tutto il nord Italia è stata seppellita sotto il cemento).

    Ma il Modello attuale,del capitalismo vampiro ha fallito,è un modello irrazionale di tipo lineare che tende a consumare le risorse in maniera bulimica come se queste fossero inesauribili,e non lo sono;grava sull’ecosistema in maniera oramai insostenibile ad una crescita esponenziale generando un impronta ecologica cinque volte superiore alla capacità della terra di rigenerare la risorse consumate.

    NEGLI ULTIMI 60 ANNI ABBIAMO CONSUMATO L’EQUIVALENTE DEI PRECEDENTI 200.000 ANNI!

    E SIAMO IN ACCELERAZIONE, VISTO CHE PAESI COME LA CINA,IL PAKISTAN E L’INDIA SONO IN CRESCITA

    2 MILIARDI E MEZZO DI PERSONE CHE VOGLIONO IL NOSTRO STESSO SVILUPPO!

    CI SERVONO ALMENO 5 PIANETI COME IL NOSTRO!

    OGNI GIORNO:40 MILA ETTARI DI DISBOSCAMENTO!

    OGNI GIORNO:30 MILA ETTARI DI DESERTO IN PIU’!

    OGNI GIORNO CONSUMIAMO:

    85 MILIONI DI BARILI DI PETROLIO con una crescita del 2,3%

    OGNI GIORNO:SCARICHIAMO IN ATMOSFERA 100 MILIONI DI TONNELLATE DI CO2

    OGNI GIORNO:150 SPECIE ANIMALI SI ESTINGUONO

    OGNI GIORNO SIAMO 250 MILA ESSERI UMANI IN PIU

    QUESTO MODELLO DI SVILUPPO PRODUCE:

    OGNI GIORNO: 10 MILIARDI DI TONNELLATE DI RIFIUTI !

    Ma il rifiuto è la cartina di tornasole del sistema, è la prova provata dell’errore di progettazione che sta alla base di questa concezione di sviluppo illimitato ed esponenziale.

    Il problema della gestione dei rifiuti nemmeno esiterebbe in un modello ecologico di tipo circolare.

    Ma quanto ci costa in termini economici, ambientali,sanitari tutto questo?

    Quanto ci costa in termini culturali,questo sistema Capitalistico Selvaggio?

    L’Uomo e la terra sono a rischio,e le cause sono indubbiamente in questo sistema che è mantenuto in vita da una "minoranza di persone"(leggasi classi dominanti)sulla stragrande maggioranza.

    Non basta volere, ma soprattutto occorre sapere: come funziona questo sistema in cui tutti (e sottolineo tutti) siamo immersi e quindi le soluzioni che occorrerebbe trovare e mettere in atto.

    P.S.

    “Il sistema è opaco e la sua natura sfruttatrice e predatoria non appare evidente agli occhi degli uomini e delle donne del mondo”.

    K.Marx

  • -11
    Alisernio

    Matt ha scritto :
    L’ultima cosa che avrei mai voluto è il dovermi vergognare della mia provenienza nel momento in cui supero i confini del nostro stato. Dover essere tornato ai tempi in cui gli italiani erano tutti mafiosi. Bene… ora per loro siamo solo pagliacci e p****nieri. (di male in peggio!)

     

    Vero, spesso mi son vergognato di essere italiano, specie all’estero. Ma ti contesto 1 cosa: 

    Quando abbiamo sconfitto la mafia?  

     

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>