Berlusconi offende un altro giornalista

 Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Quando due non sono mai andati d’accordo, e all’improvviso sono tutti caramelline e fiori, significa che c’è qualcosa sotto. Un po’ come quando alla fine degli anni ’90 Bossi smise improvvisamente di dare del mafioso a Berlusconi. I più maliziosi pensano che, in cambio, don Silvio abbia saldato i debiti del Carroccio. Cosa ci sarà, dunque, sotto al sostegno di Giulio Tremonti e del Governo alla candidatura di Mario Draghi alla presidenza della BCE?

 

 

L’ipotesi più light è che gli scandali di Berlusconi abbiano reso talmente inconsistente il prestigio internazionale dell’Italia da aumentare le possibilità che Draghi si infranga sulla scogliera dell’asse franco-tedesco. Insomma, un po’ come dire: “Vai, vai… tanto ti bruci. Poi non si può dire che io non ti abbia dato la tua occasione“. Quella più real politik, invece, è che un Draghi in più a Francoforte è un Draghi in meno a Roma. E per un eventuale Governo Tremonti significa sgomberare la strada da un ostacolo molto serio.

In ogni caso, queste domande a Berlusconi non si fanno. Chiedetegli di Ruby, piuttosto, ma non di Draghi. Della conferenza stampa di ieri i giornali hanno parlato solo per evidenziare i grandi sorrisi di Cesare alle domande sull’udienza del 6 aprile, che tanto per cambiare ha già annunciato che diserterà, ma hanno trascurato l’ennesimo insulto a un giornalista che stava facendo solo il suo mestiere, peraltro in maniera professionale e garbata.

 Lorenzo Totaro, di Bloomberg News, ha l’ardire di chiedergli se a suo giudizio la candidatura di Mario Draghi possa risultare indebolita dai recenti scandali giudiziari. Berlusconi friccica come una caffettiera sui fornelli. Tremonti cerca di trattenerlo ma non c’è niente da fare: ormai è lanciato. Prima offesa: “Lei non è compos sui“. Eh? “Compos sui“, in latino, significa letteralmente “padrone di sé“. Più in generale, anche giuridicamente, si usa in forma negativa per definire chi non è capace di intendere e di volere. In pratica gli ha dato dello scemo del villaggio.

Non contento, Berlusconi rincara la dose: “E quindi poi vada a tradurselo… [anzi] a farselo tradurre.”. Non solo, quindi, dà per scontato che il Totaro (che scrive correntemente in inglese per una testata internazionale e che non si vede perché non debba avere una certa cultura classica) sia ignorante, ma lo disprezza a tal punto che si corregge in corso d’opera e puntualizza: “vada a farselo tradurre”. Come dire che Totaro non sarebbe capace neppure in grado di leggersi una definizione sul vocabolario senza l’aiuto di qualcuno che gliela spieghi.

Non sono un avvocato, ma se uno mi dà dell’incapace di intendere e di volere e dell’ignorante in pubblico, senza nessun giustificato motivo, una querela non gliela toglie nessuno, e mi auguro che Lorenzo Totaro non perda l’occasione per scucirgli qualche soldo. Tanto, come disse Fede a Mora: “se ne buttano tanti“.

L’arroganza di Silvio Berlusconi nei confronti dei giornalisti che non recitano un copione concordato è l’esatto contraltare del suo atteggiamento paternalistico e confidenziale con quelli che stanno nei ranghi. Li tratta come sudditi, come vassalli. Dà loro del tu, ricorda in pubblico episodi privati che li riguardano e di cui egli è stato testimone, li accredita con cene cui ha partecipato insieme alle loro famiglie. E’ solo un altro modo per umiliarli, per trattarli da servi compiacenti oppure da incapaci (di intendere e di volere). Un’altra via non c’è: un rapporto professionale, equidistante, asettico nei confronti dell’informazione non rientra nelle caratteristiche della personalità gheddafiana, da padre padrone, di un leader che ha ridotto questo paese a una succursale di cosa nostra, intendendo cosa nostra quell’atteggiamento da padrino che approva il picciotto con un buffetto sulla guancia oppure gli fa sparare. Terzium non datur.

Sogno un’Italia normale, dove i politici fanno i politici, i giornalisti fanno i giornalisti e per evitare di rispondere ad una domanda basta dire “non voglio rispondere a questa domanda“, senza che sia lecito offendere chi l’ha posta, nel totale silenzio/assenso dei colleghi terrorizzati e di tutti gli organi di informazione, che forse preferiscono un giornalista umiliato in luogo di un giornalista libero.

Fai una microdonazione con Flattr Flattr this
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

7 risposte a Berlusconi offende un altro giornalista

  • 7
    MR

    Ottimo articolo che dà il giusto risalto ad una vicenda solo apparentemente minore, colpevolmente derubricata dal 99% dei media come l’ennesimo sgarbo del satrapo postribolare.

    Trovo assai opportuno anche sottolineare il silenzio degli astanti. Spesso infatto ciò che stupisce, indigna e spaventa, è non tanto l’arroganza del potente di turno (dal quale ahimè ormai ci si aspetta qualunque cosa), ma il silenzio di chi assiste al "pestaggio". Un po’ come Formigli alla riunione dei vermi…ops al teatro Dal Verme, in cui paradossalmente il pubblico sembrava più incattivito dello stesso Ferrara.

    GD Star Rating
    loading...
  • 6
    Alisernio

    Altra dimostrazione di superbia…

    Ma gli “stupidi”, non si annoiano mai?

    Tutti i giorni quest’uomo respinge eroicamente questi attacchi, lasciando la domanda senza risposta (senza contare il rispetto che si deve al prossimo “d’ufficio” e  se ne va, con il ghigno di chi ha vinto un altro scontro. Forse ne è convinto davvero…

     

     

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 5
    fanny

    Vuoi non lasciare la tua impronta?

    Chiudi il rubinetto!!!

    GD Star Rating
    loading...
  • 4

    Forse si potrebbe far qualcosa x sensibilizzare SB.Anni fa Grillo acquistò una pagina su Herald Tribune per denunciare il parlamento italiano che era pieno di inquisiti.Adesso si potrebbe fare lo stesso rivolgendosi alle aziende che acquistano pubblicità Mediaset.Un annuncio del tipo: ci sono X milioni di italiani pronti a boicottare i prodotti pubblicizzati sulle reti Mediaset. (Se gli togliamo il denaro impazzisce. ;) )

    GD Star Rating
    loading...
  • 3

    Io vedo in giro vecchi decrepiti con in mano Il Giornale.Questa cosa mi fa veramente arrabbiare.Come è possibile essere così sudditi?È tanto difficile domandarsi chi è il padrone del quotidiano che si legge?Tantissimi italiani non capiscono cosa sia il conflitto di interessi.Mi fa paura sapere che in giro esistono tanti stupidi perché quelli che sono nella stanza dei bottoni dispongono della mia vita a causa di questi rinc*****niti!

    GD Star Rating
    loading...
  • 2
    lucio

    Fantastico intervento. Condivido su facebook.

    Un suggerimento: NON CONSUMARE TUTTA QUELL’ACQUA PER FARTI LA BARBA

    Un forte abbraccio

    Luciano

    GD Star Rating
    loading...
  • 1
    sil lan

    Anch’io sogno…

    Ma i sogni sono sempre più numerosi, e i risvegli sempre più bruschi.

    GD Star Rating
    loading...

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Seguimi
facebook twitter google+ streamit youtube tzetze oknotizie rss
tasto_newsletter
TU, SU BYOBLU

Rai organo di partito?

Buongiorno, ti scrivo per denunciare come il canale RAINEWS (canale pubblico) sia completamente dedicato e asservito al PD e suoi satelliti di governo. RAINEWS concede continuamente spazi a Berlusconi replicando le sue interviste in giro spacciate per le altre televisioni, ospita giornalisti Italiani ed esteri dichiaratamente schierati suposizioni pro BCE,...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati