Mentre dormite, vi sfilano via la rete dai muri

Il mio intervento di ieri nella registrazione dell’anteprima dell’Ultima Parola, RaiDue.

Finchè questa casta di intoccabili gerontocrati autoreferenziali non lascia il posto a una nuova generazione di italiani, ovvero a qualcuno che abbia una seppur minima, vaga idea di come il mondo ormai usi la rete per fare ogni cosa, dalla spesa alla rivoluzione, non ci muoveremo di un millimetro nella direzione di quello che per noi è innovazione, mentre per altri è ormai il mesozoico della comunicazione.

Gli italiani riuscirono, due anni fa, ad essere il solo popolo che anzichè aumentare vertiginosamente il numero dei nuclei familiari connessi ad internet, andò in controtendenza e lo diminuì. Sempre originali, noi. E mentre Obama incontra Zuckerberg, Jobs, Schdmit, Costolo, Bartz, Ellison, Chambers ed altri (rispettivamente mr. Facebook, mr. Apple, mr. Google, mr. Twitter, mr. Yahoo etc) per definire le linee strategiche di investimento in materia economica e in termini di posti di lavoro, da noi parliamo ancora sempre e solo di Fiat, di nucleare, di inceneritori e via di seguito. Facebook, Google, Twitter, Yahoo e il resto della rete esistono solo quando Maroni ne incontra a porte chiuse gli esponenti per definire le nuove linee guida della censura, ovvero come ti abilito 400 fuzionari della polizia postale ad entrare in qualsivoglia profilo online tra quelli di 18 milioni italiani per indagare, schedare, chiudere profili eventualmente responsabili di lesa maestà o anche solo possibilmente diffamatori nei confronti delle celebrità. Le tecniche per rendere poco visibili i contenuti più scomodi, nella società digitale, sono infinite, e tutte assolutamente invisibili. Il delitto perfetto, insomma, almeno finché non ci adopereremo per creare social network aperti, open source, improntati alla trasparenza e portatori di democrazia reale nella società dell’informazione.

La nostra avversione alla crescita dell’economia digitale passa soprattutto dalla negazione infrastrutturale. La banda larga (banga larga, come la chiama Berlusconi, evidentemente riferendo ogni cosa alle sue notti festose) in Italia non esiste. Non esiste al Sud, dove ci sono interi paesini nei quali a stento arriva il doppino telefonico. Non esiste nell’etere, dove le chiavette usb – ormai in grado di raggiungere solo sulla carta velocità molto elevate – languono nell’attesa di dati che non arrivano mai, ingolfati nelle celle 3G sature e incapaci di sostenere le richieste del traffico digitale. Non esiste neppure nelle grandi città. Vi sono ADSL Telecom, in piena Milano, che nonostante la velocità dichiarata di svariati mega al secondo, a stento raggiungono i 540 Kbsvisto con i miei occhi. E la gente non se ne accorge neppure.

Tutto normale, finchè al governo regneranno indisturbati i signori della televisione, quelli che hanno fatto i soldi con trasmissioni come Colpo Grosso e Vizi Privati (Paolo Romani, ministro al sottosviluppo economico), quelli che grazie a Drive In, a Non è la Rai, al Costanzo Show, al Grande Fratello non solo sono diventati tra gli uomini più ricchi del mondo, ma hanno acquisito il potere di confezionare illusioni assolutamente realistiche, convertibili in consenso sonante valido per vincere qualsiasi elezione, per rendere credibile qualunque balla, per chiedere qualsiasi cosa ad un controvalore corrente pari allo zero assoluto.

Sono loro i responsabili principali di questa arretratezza culturale e tecnologica. Sono loro che non hanno investito mai un centesimo per la diffusione della banda larga. Sono loro che vogliono rendere internet uguale alla televisione e non viceversa, come accade ovunque. Sono loro che fingono di stanziare 100 milioni per la connettività e poi se li rimangiano subito dopo. Sono loro che fanno dichiarazioni roboanti (Brunetta a Radio24: “In un anno o due l’intero paese sarà coperto dalla banda larga universale“. Universale? Cos’è la banda larga universale, di grazia, Brunetta?), loro che annunciano di avere stanziato nuovi fondi destinati allo sviluppo di internet e poi, con il decreto milleproroghe, vi sottraggono 30 milioni di euro per incentivare il digitale terrestre! Tolgono alla rete per dare alla televisione. Ditemi, non è abbastanza sviluppata, questa televisione?

Sono questi archeopolitici, monopolisti della comunicazione, tiranni di una telecrazia che dovremmo rovesciare a pedate nel culo, sono questi protozoi dell’evoluzione multimediale i responsabili delle nostre sventure democratiche e finanziarie.

Io voglio insegnare agli italiani ad accendere un computer, ad usare i forum, ad abbonarsi ad un feed rss, a realizzare contenuti multimediali accattivanti per scambiarsi pensieri liberi, a sostituire il digitale terrestre con i nuovi schermi connessi alla rete, a comunicare gratuitamente grazie al Voice Over Ip o protocolli affini open source, a scambiarsi informazioni, documenti, immagini, consigli, pareri, ad organizzarsi e ritrovarsi fuori dalla rete, nelle piazze o anche solo per una scampagnata in montagna, a creare nuovi posti di lavoro, a programmare un computer per creare qualcosa di immateriale che poi sia possibile vendere o scambiare, innovando grazie alla genialità, all’intuito, alla creatività che ci ha sempre contraddistinto.

Cristoforo Colombo navigò indomito e imperterrito fino a scoprire l’America. Era un genovese, cazzo! Obama l’abbiamo scoperto noi. Oggi gli oligarchi dei ripetitori televisivi tengono alla fonda le nostre caravelle. Dobbiamo ricominciare a navigare. Liberi. E invece ci vogliono fregare ancora una volta: vogliono mettere le mani sulla neutralità della rete. Alcuni estratti significativi estrapolati da un comunicato dell’AgCom:

“Il problema della network neutrality evidenzia un profilo tecnico la cui soluzione e’ connessa all’individuazione del giusto equilibrio tra la parte di banda (e di rete) da dedicare a servizi che necessitano di una gestione per la parte di banda che deve continuare a garantire l’accesso a internet sulla base del principio del best effort. Tale equilibrio riveste particolare rilevanza sotto due aspetti: tutela del consumatore nella sua liberta’ di accedere ai contenuti su internet senza restrizioni; tutela degli operatori ad ottenere una remunerazione per i servizi offerti in rete. Alla base di principio di neutralita’ tecnologica risiede la necessita’ di favorire il benessere dei consumatori, cioe’ la possibilita’, da parte degli stessi, di aver accesso ai contenuti, senza discriminazione tra le reti di trasmissione’

  Sapete cosa significa? Che se non rizzate le antenne, presto un provider potrà stabilire quanto e come dovrete pagare per parlare con vostra nonna in Australia via Skype, oppure quanto e come potrete scaricare dalla rete. E, immediatamente dopo, inizierà a vendervi abbonamenti alla rete scaglionati in base a differenti tipologie di prezzo: nelle fasce più economiche si avrà un bouquet di siti navigabili proposti dal fornitore di servizi e/o contenuti, giudicati essenziali e autorevoli, mentre sul resto dei siti si potrà andare solo accedendo ad un abbonamento di fascia alta, chiaramente molto più costoso.

Tradotto: TgCom, Mediaset.it e allineati saranno inclusi nel bouquet che, per favorire il benessere del consumatore, sarà incluso nell’abbonamento base, magari offerto perfino gratuitamente se fai il bravo e scarichi almeno un film alla settimana in pay per view. I siti di informazione libera, invece, si potranno leggere solo pagando per avere accesso completo. Secondo voi quanti potranno permettersi o coglieranno l’importanza di esborsare una quantità di quattrini molto maggiore per leggere i blog o i giornali considerati non essenziali o non autorevoli da Telecom Italia, da Vodafone (quella che ha chiuso la rete agli egiziani durante la rivoluzione) o da un altro fornitore di connettività e/o contenuti?

Se avete risposto pochi, benvenuti tra gli oculati analisti che presagiscono un futuro a tinte fosche. Questa è l’importanza di tutelare, oggi per domani, la neutralità della rete.

Ditelo ad un amico, e chiedetegli di fare altrettanto. Riprendiamoci le nostre caravelle!

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

31 risposte a Mentre dormite, vi sfilano via la rete dai muri

  • 9
    Rebel

    Claudio, 

    la destra è stata votata, la sinistra è complice da 15 anni.

    Se volessero andare DAVVERO alle elezioni, si dovrebbero DIMETTERE dalla carica di parlamentari.Intendo tutta l’opposizione.Perchè non lo fanno?

    Sono tutti porci, questa è la realtà.

    L’unica realtà che non chiacchiera ma che ha un PROGRAMMA che condivido in OGNI punto e ci sono i giovani che tu cerchi è il movimento 5 stelle.

    Fino a quando riuscirà a comperare lo zucchero e la farina l’Italiano tira a campare, è vigliacco nel genoma, falso, intrallazzone, furbo.

    Siamo l’avanposto dello sfascio, sempre avanti su tutto è stato questo popolo.

     

    • 9.1

      no. non lo faranno. Semplicemente perché ognuno è servo del micro potere che quella poltrona gli conferisce, e non è disposto a barattare il suo bene personale con il bene collettivo. E poi perché se non si fanno tutta la legislatura non avranno la pensione.

    • 9.2
      roberto p.
      roberto p.

      E allora li obbligheremo noi a farlo.

      Fare la rivoluzione non significa necessariamente l’assalto alla Bastiglia. Ci sono dei modi incruenti parimenti efficaci.

      Uno di questi è la rivolta fiscale.

      A voi vi sembra giusto continuare a pagare le tasse per mantenere in piedi questo stato di cose? Continuare a mantenere i maiali della “politica”, i loro privilegi, le loro cricche, gli sprechi,  ecc. ? Vi sembra giusto continuare a pagare le tasse, che ormai sfiorano il 45 %, e poi vedere approvato uno scudo fiscale con una ridicola sanzione pari al 5 %, del capitale nascosto,  sul quale non si è  mai pagato un centesimo di tasse ? Una siffatta norma, oltre a essere mortificante e ingiusta, è pericolosa, perché incentiva a continuare ad evadere.

      Sapete che se negli atti di compravendita degli immobili non si dichiarano i dati catastali, o si dichiarano errati, scatta una sanzione che va dal 120 al 240 % del valore dell’imposta di registro dovuta ? Questo è solo un esempio a caso delle innumerevoli imposizioni fiscali che vengono sempre più inasprite (e che  molti di coloro costretti a pagarle non conoscono) a favore di chi poi non paga nulla.

      Per non parlare della logica dei condoni che hanno sempre favorito i “furbi” a danno degli onesti. I condoni sono stati la moneta di scambio usata dal potere per mantenere il consenso, ma che hanno avuto un effetto dirompente, perché hanno reso il popolo corresponsabile allo spostamento del limite della legalità.

      Vogliamo ancora un Paese così degradato? Quale messaggio comunichiamo alle prossime generazioni ? Deponiamo le armi senza nemmeno provare a combattere ?

      A questo punto mi chiedo : avranno gli Italiani la forza di farlo ?

       

    • 9.3
      roberto p.
      roberto p.

      Berlusconi non si dimetterà mai, perchè quelli che lo sostengono non glielo permetteranno.

      L’unica soluzione (che finalmente qualcuno ha evocato) sarebbero le dimissioni in blocco di tutte le opposizioni parlamentari.

      Costringerebbero Napolitano a svegliarsi dal suo “torpore”.

      Avranno la forza di farlo ?

  • 8
    Anatelmio

    Caro Claudio il problema, secondo me, e proprio quello che sottolinei tu nel Tuo intervento e cioè:"che c’è ora dall’altra parte?"

    Beh, sempre secondo me, ora dall’altra parte c’è un sacco di gente vecchia che se mettesse sul serio il suo programma in rete punto per punto ci accorgeremmo che tutto sommato non è poi tanto lontano da quello del PDL.

    E allora che cosa si può fare? Siamo in un "cul de sac".

    Io spero tanto non dai politici ma dai movimenti che sappiano imporre ai politici le scelte più giuste per gli italiani.

    Però per il momento penso siamo solo all’inizio, c’è in giro ancora troppa indifferenza.

  • 7
    barbo
  • 6

    Ciao Claudio, volevo segnalarti che forse per la prima volta in italia e grazie a persone come Remo Tabanelli menbro di ISOC e altre associazioni che si sono unite per un progetto di TelCo di proprietà dei cittadini http://ragnatela.condividi.org 

    Questa azione concreta e in fase di realizzazione a Cerveteri/Ladispoli e a Roma, si inserisce in un quadro più ampio di progetti concreti per la ricostruzione delle economie locali come http://www.arcipelagoscec.net/

  • 5
    roberto p.
    roberto p.

    Un altro modo per fare una rivpluzione incruenta è la disobbedienza civile.

    Il rifiuto ostinato e continuato di obbedire e rispettare leggi ritenute palesemente ingiuste dalla maggioranza del popolo.

    Metodi non violenti (anche perchè credo che la violenza delegittimi la bontà del fine) ce ne sono.

    Iniziamo a praticarne uno, ma unanimamente.

  • 4

    Claudio, da tutti noi


  • 3
    Rebel

    Errata corrige:

    Intessere=Interesse

    Condividenza nella sostanza tutto=che condivido nella sostanza

     

    Scusa ma questa mattina mi sono alzato prestissimo e credo di non avere le rotelle in ordine ancora. 

  • 2

    Ti ho già dato 5 stelle. Prima voto e poi rifletto. 

    Ora mi leggo il post.

  • 1
    roberto p.
    roberto p.

    Saremo tutti più ricchi se saremo tutti più liberi di informarci. L’investimento della rete non deve essere solo economico, pensando che quello sia l’unica forma di investimento. La rete, non potendo essere controllata dal potere, permette a ciascuno di noi di informarsi liberamente, di farsi la propria opinione, ed è questo che il potere non vuole. Permette a ciascuno di noi di rendersi conto di quello che lo circonda e, se non lo approva, di uscirne.

    Pensate che Craxi sarebbe   stato  condannato se l’opinione pubblica non fosse stata informata a dovere sugli episodi di corruzione ?

    E perchè l’inchiesta Mani Pulite fu lentamente insabbiata fino a scomparire, da colui che spacciandosi per il “nuovo” in realtà mirava solo alla sostituzione di quel potere che lo aveva favorito ?

    Con la TV ci viene  trasmesso un messaggio unico, fuorviante,  ipnotico che ci preclude ogni via d’uscita.

    Non è un caso se il decreto Milleproroghe (che poi non proroga niente, ma introduce cose nuove quasi a farlo diventare una minifinanziaria, spero solo che Napolitano ne prenda nota) toglie risorse destinate alla banda larga per dirottarle sul digitale terrestre.

    Mi auguro che gli Italiani sappiano unirsi per cacciare questi parassiti.

    • 1.1

      Roberto P. non avevo alcun dubbio circa le tue intenzioni, il commento era chiaro e preciso, volevo solamente che ribadissi la tua posizione di cittadino Italiano.

      Lo hai fatto in maniera impeccabile e precisa …

      Siccome il “partito del fare” abbiamo visto come agisce, propongo di fondare il CLAN DI QUELLI CHE FANNO.

      Benvenuto nel CLAN, per ora siamo in due, cominciamo dal basso, ma sinceramente sono stufo di scansare ratti e scarafaggi, a volte mi confondo se sono dal basso o in alto !!

      Chi altro vuole la tessera ??

    • 1.2

      Roberto P. concordo in pieno col tuo pensiero, però una domanda mi viene spontanea … di che nazionalità sei ?? In quale nazione vivi ??

      Io personalmente mi sto alzando le maniche, so anche che non basta …

    • 1.3
      roberto p.
      roberto p.

      Sono un cittadino italiano che non si rassegna a essere un suddito.

      Che vuole vivere in un Paese non governato da parassiti, dove siano rispettati i diritti e i doveri, riconosciuti i meriti e processati i delinquenti, politici e non ; che cerca di fare la sua parte comportandosi da cittadino onesto, rispettando le leggi, ma soprattutto il prossimo.

      Sembra impossibile ? Anche l’Unità d’Italia lo era, anche cacciare i nazisti invasori lo era. Eppure si sono realizzati entrambi gli eventi.

      Lavoriamo uniti perchè si realizzi anche questo. 

  • 0
    Ghibli

    Io non credo che la rete voglia essere concepita come una forma di investimento per la creazione di ricchezza. Tu, Claudio, parti da un assunto di questo tipo, e cioè che la rete porti sviluppo.

    Ma è l’ unica cosa che il nostro governo non vuole! La rete, in fin dei conti, qui in Italia serve per controllare la gente. Quindi non deve essere potenziata e sviluppata, ma deve rimanere così.

    Questo non è ovviamente il mio desiderio, ma proprio a te era sparito l’ account gmail con tutto ciò che vi era connesso. La rete è un vestito: il fatto che solo ci sia ci pone illusoriamente nella rosa dei paesi democratici. Solo che è una democrazia a scatti e a bassa velocità, e quindi non arriva a tutti…

     

  • -1
    acimoto

    Mi sento infinitamente piccolo. Cosa dire, sperare in Grillo?

  • -2
    zapata

    HA RAGIONE IL GRANDE BEPPE GRILLO, BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA,

    BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA, DEVONO ANDARE VIA TUTTI SONO PEGGIO DEI PARASSITI,CI STANNO DISTRUGGENDO A POCO A POCO MORALMENTE E FISICAMENTE,A QUELLE PERSONE CHE DICONO MA CHI CI METTIAMO? NON LO AVETE ANCORA CAPITO,LA POLITCA E MORTA VI HANNO FATTO CREDERE CHE SENZA LA POLITICA NON SI PUO VIVERE E’ VERO IL CONTRARIO,PER MIGLIONI DI ANNI NEL BENE E NEL MALE L’ESSERE UMANO E SOPRAVVISUTO IN QUESTO PIANETA ANCHE SENZA POLITICA.MA DICO IO SE METTIAMO DEI TECNICI AL POSTO DELLA POLITICA CHE SI FANNO LE LORO OTTO ORE E SE SBAGLIANO A CASA, COSA CAMBIA SE NON IN MEGLIO.QUELLI CHE DICONO CHE NON HO RAGIONE LI CAPISCO PERCHE ORAMAI SONO TROPPI E MOLTO INTENSI I VARI LAVAGGI DEL CERVELLO………….HA RAGIONE BEPPE GRILLO…….MA VAFf***ulO……..SVEGLIATEVI……O COME DICEVA UNO CHE CONOSCO TOCCANDO LA TESTA..CE QUALCUNO IN CASA?

  • -3
    spartacus

    Analizzando moralmente eticamente e spiritualmente la situazione della nostra amata italia ,sinceramente con tutta la volonta’ non trovo nessuna soluzione,credo che ormai che per le poche persone oneste  e moralmente degne sia rimasta una sola soluzione andarsene via,tutte le brave persone dovrebbero lasciare l’italia e vedere cosa succede come in esperimento da laboratorio,io credo che oramai dovrebbero alla nostra frontiera mettere un cartello,"lasciate o voi che entrate ogni speranza di giustiza etica e morale,perche siete nella terra del bunga bunga".Tutti i vari grillo ,di pietro travaglio mi fanno "pena" nel senso che sono troppo brave persone e i loro cuori soffrono a vivere in questo paesello delle banane non ve la prendete per chi lottate? Per un popolo che la maggiornaza manderebbe sua figlia a letto con il premier e ne sarebbe orgogliosa.Un consiglio lasciamo il bunga bunga al tarzan di turno e alle sue scimmie (sin voler offendere gli intelligentissimi primati) lasciamoli soli e vediamo se evoluzionano o se si etinguono.

  • -4
    darthenzo

    Ciao Claudio se succede una cosa del genere sarebbe un fatto unico a livello mondiale.Per cui nel caso bisognerebbe davvero organizzare una protesta con milioni di persone sotto il Quirinale!

    Ciao

  • -5
    Ghibli

    Non si può lottare contro uno come B. con i suoi stessi mezzi…Il PD le persone migliori le ha escluse a priori: Marino, era l’ unico ad evere un programma abbastanza serio e moderno. Come immagine poi, non credo fosse così male: cardiochirurgo negli USA, estraneo a certi giochi di potere.

    E’ stato silurato, come è stato cacciato Grillo come un lebbroso quando provocatoriamente ha chiesto di partecipare alle primarie. La Serracchiani poteva essere una risorsa: infatti l’ hanno spedita a Bruxelles. Hanno lasciato Di Pietro da solo a fare opposizione!

    Nemmeno ai vari raduni in piazza hanno voluto andarci insieme! Se una opposizione così non capisce che solo l’ unione e un cambio interno delle regole può fare la differenza, allora siamo finiti. Renzi ultimamente, mi sa che ha più voglia di bunga-bunga che non di cambiare il PD. Ma alcune cose di giusto i “rottamatori” le hanno dette: certe persone devono sparire perchè ci sia un cambiamento!

  • -6
    sil lan

    acimoto ha scritto :
    Claudio, da tutti noi

    Quoto!!!

  • -7

    Caro Claudio… credo che sia venuto il momento di creare un vero e proprio "Movimento della Rete", ponte effettivo delle nostre istanze tra il web e la realtà, dimostrazione assoluta delle nuove capacità organizzative che la Rete ci offre e promotore di tutte quelle iniziative che l’archeo politica non ascolta! Che ne dici?

  • -8
    sil lan

    “Cristoforo Colombo navigò indomito e imperterrito fino a scoprire l’America. Era un genovese…”

    Sì, ma l’ha finanziato la Spagna…

  • -9
    Rebel

    byoblu ha scritto :
    no. non lo faranno. Semplicemente perché ognuno è servo del micro potere che quella poltrona gli conferisce, e non è disposto a barattare il suo bene personale con il bene collettivo. E poi perché se non si fanno tutta la legislatura non avranno la pensione.

     

    Quindi, tutti porci, radicati alla poltrona e, chi più e chi meno, se ne sbattono altamente dell’inteserre collettivo.

    Non tutti perdono la pensione, ci sono persone dentro da 30 anni.

    Cmq, parlavo della lista a 5 stelle.

    Mi pare sia l’unica con un programma ambientale (prima emergenza assoluta in Italia a mio avviso) DEGNO di rispetto.

    Sono CONTRO i finanziamenti pubblici.

    NON sono un partito ma un movimento che si crea sul web, della gente e per la gente.

    I consiglieri si sono ridotti lo stipendio ad 1/4, FATTI non chiacchiere.

    Due legislature MASSIMO e fuori dalle palle, lo hanno per statuto.

    Ho seguito attentamente la tua intervista condividenza nella sostanza tutto per quanto riguarda l’analisi della situazione grottesca socio-politica che il nostro paese passa, ti chiedo visto che parlavi di giovani, il movimento a 5 stelle che ti pare?

    Hai letto il programma? Segui quello che stanno proponendo i vari eletti nelle regioni? Segui i loro video denuncia? Io si, mi pare che stanno facendo un degno lavoro, ma non capisco perchè nessuno dqa risalto a loro e tutti sono concentrati sulla fognatura del p****niere brianzolo, DiPietro, Vendola,D’Alema,Guzzanti e tutta la feccia rimanente…

    Tanti auguri Claudio!!!

     

  • -10
    JLPicard

    Cristoforo Colombo già all’epoca ha dovuto far fronte alla miopia dei signorotti (relativamente a imperi più grandi) che governicchiavano il loro piccolo cantoncino in quel mosaico di staterelli in cui era divisa la penisola italiana. Ha dovuto affidarsi ai reali di Spagna per sbarcare a San Salvador. Oggi è la stessa cosa, come hai descritto nel post: il piccolo signorotto locale (relativamente agli atri stati del mondo) protegge il suo cantoncino televisivo a scapito della conoscenza che offre la rete. Stavo pensando che aveva ragione Monicelli sul fatto che l’Italia non ha mai avuto una Rivoluzione vera e propria, che ne forgiasse l’identità nazionale.

  • -11
    Ghibli

    La nuova proposta sulla Giustizia (e non credo che Augusta Iannini sia andata a caso a Palazzo Grazioli) prevede la divisione delle carriere con due CSM…Ma il Presidente della Repubblica, che dice? Lui non è pure Presidente del CSM? Anche se è una carica onorifica, questa proposta di Legge andrebbe a confliggere direttamente con le prerogative costituzionali di Napolitano.

    Infatti uno dei pochi punti di raccordo tra la politica e la Giustizia sta nel Presidente della Repubblica, che ha un ruolo affinchè l’ azione della Magistratura non venga messa al servizio di chi governa in quel momento. Parte dei magistrati (vedi la Forleo) vorrebbero una divisione delle carriere tra i magistrati, ma io sono convinto che questo aborto giuridico sia più uno schiaffo a Napolitano e alla sua funzione di garante che altro.

    Due CSM..e di quale dei due sarebbe Presidente Napolitano? Di nessuno dei due? Di tutti e due? O si tira a sorte?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Vota Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Mancano poche ore! Hai votato!?

macchianera internet awards 2016 vota byblu Vuoi contribuire in qualche modo a far conoscere questo blog? Ci sono tre giorni di tempo per votare Byoblu ai Macchianera Internet Awards 2016. Votate per almeno 10 categorie e usate un vostro indirizzo email reale, altrimenti il vostro voto sarà nullo. Byoblu si trova nella categoria "30....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Scontro Berlusconi Berlinguer sul Referendum: “Qualcos’altro da aggiungere?”. “Sì: sarebbe un regime!”

Berlusconi Berlinguer Referendum Scontro tra Silvio Berlusconi e Bianca Berlinguer, che non gli permette di elencare le ragioni del No al Referendum Costituzionale. - "Ha qualcos'altro da aggiungere?". - "Sì... Sarebbe un regime!"....GUARDA

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi

Fusaro: se vince il No, arriverà un governo tecnico guidato da Mario Draghi Diego Fusaro: "Se al Referendum Costituzionale vince il sì, come vogliono le élite, distruggono la Costituzione, desovranizzano lo Stato e impongono l'Unione Europea come Banca Centrale che decide per tutti. Se vince il no l'élite ha pensato anche al piano B, perché il popolo si sta...GUARDA

MELONI A RENZI: SCIOCCATA DA QUANTO SEI BUGIARDO!

giorgia meloni vs matteo renzi sei un bugiardo Giorgia Meloni si scontra violentemente con Matteo Renzi, durante la campagna per il referendum costituzionale, sul Porcellum e sulle liste bloccate, che Renzi sostiene di avere tolto dall'Italicum....GUARDA

Silvio Berlusconi su Beppe Grillo: “Non posso parlarne bene”.

Berlusconi su GrilloSilvio Berlusconi su Beppe Grillo a Matrix: "Mi piace parlare delle persone quando posso parlarne bene. Quando devo parlarne malissimo, ...evito". ...GUARDA

Nino Galloni mena schiaffoni anche alla Presidenza del Consiglio

galloni marattin Nino Galloni si scontra con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, su banche, Referendum, privatizzazioni, debito pubblico, mercati e scenari catastrofici....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>