La rivoluzione ai tempi di internet


 Il 2011 sarà ricordato come l’anno delle grandi rivoluzioni del Mediterraneo e della caduta dei grandi despoti, conclamati oppure in incognito, appoggiati dalle forze armate o resi intoccabili da quella stesa Costituzione nata proprio per difendersene. Ovunque, nei paesi che si affacciano sul Mare Nostrum, dove le prime civiltà fiorirono e posero le basi per il successivo svluppo della democrazia, i popoli si sono sollevati e hanno raclamato a gran voce i loro diritti: dall’Egitto alla  Tunisia, dalla Libia alla Siria, dalla Turchia alla Spagna. Lo hanno fatto anche e soprattutto grazie a un mezzo che per la prima volta in quasi un secolo ha restituito loro voce e la possibilità di comunicare in maniera diretta, senza falsificazioni, manipolazioni, strumentalizzazioni o tecniche di ipnosi collettiva, battendo così  la più micidiale forma di controllo mai ideata dai potenti per soggiogare e ridurre all’auto-annientamento le masse : la televisione.  Lo si deve alla rete se anche in Italia molti hanno iniziato a rendersi conto che qualcosa non andava nel racconto mediatico-politico. E’ stato grazie ai blog, grazie ai social network, grazie ai cittadini che in rete hanno iniziato a pubblicare e scambiarsi informazioni senza sosta, senza censura, se lentamente una nuova coscienza collettiva sembra essere nata. Una consapevolezza, certo, che ora deve essere alimentata con maggiore vigore, perché è proprio quando il fuoco inizia ad accendersi che non bisogna smettere di soffiare, ma è l’inizio di un’avventura nuova, che ha determinato la nascita di nuove sorgenti di informazione: dal Fatto Quotidiano al Tg di La7, dall’affermarsi delle testate giornalistiche online all’esposione del blog come mezzo di comunicazione veloce, immediato, spesso professionale e veicolo essenziale di notizie, inchieste, approfondimenti di grande spessore la cui autorevolezza non è certificata da un tesserino, ma dal consenso acquisito a gran voce tra i lettori perché in internet nessuna notizia può resistere più di dieci minuti se esiste anche un solo naivigatore in grado di attaccarla e rivelarla per quello che è: ciarpame digitale.

 
Ecco dunque la nascita di movimenti apartitici, ecco la diffusione di documenti che prima non sarebbero mai stati a disposizione del grande pubblico, ecco un nuovo risorgimento per mano degli stessi cittadini che, trasformatisi da elettori a governatori, hanno marciato sui comuni e sulle regioni prendendo più voti del cosiddetto terzo polo. E così, anche la casta degli intoccabili ha iniziato a scricchiolare: la finzione che ne aveva determinato il successo per trent’anni filati si è sgretolata rivelando l’inganno che la sosteneva, e il cantore, la marionetta intenta a danzare con le stesse medesime movenze illusorie che prima avrebbero strappato applausi a non finire è crollata sotto a un impietoso lancio di pomodori.

Quattro delle più grosse città italiane sono passate al centro-sinistra, violentemente, plebiscitariamente. La macchina del fango è finalmente implosa su stessa, macchiando indelebilmente gli addetti al rifornimento munizioni. Il velleitario giochetto del Decreto Legislativo nato per sopprimere il referendum è stato smascherato in pochissimo tempo dai giudici della Corte di Cassazione: i cittadini hanno avuto restituito il loro diritto all’espressione del consenso. Perfino il campionato di calcio sembra poter essere inficiato nei suoi risultati finali da un filone di inchiesta cremonese che ha disvelato un giro di scommesse clandestine che avrebbero invalidato molti dei risultati, anche di serie A. Niente di nuovo sotto il sole: trent’anni fa fu proprio il Milan ad essere coinvolto proprio in un gioco sporco come questo quando il suo portiere, Albertosi, fu sanzionato pesantemente e la squadra venne retrocessa in B. Questa volta,  anche solo il pensiero che il nuovo scandalo possa sottrarre al Presidente della squadra l’ultima arma di consenso demagogico in suo possesso, gettando una possibile ombra sul conseguimento dello scudetto, appare come un sinistro gioco del destino che vuole indebolire il suo obiettivo minando alla base ogni suo residuale punto di forza.

La società civile, in un sussulto di dignità, solleva un maremoto di opinione che travolge ogni cardine dell’apparato statale, trascinando con sé tutti gli affluenti di un fiume che assomiglia sempre più ad una piena che tracima ed esonda, appianando le costruzioni illegittime di una cricca venuta improvvisamente allo scoperto insieme alle sue maleodoranti, nauseabonde, tristi malefatte. E buona parte di qureste piogge torrenziali le dobbiamo all’infaticabile lavoro di milioni di nodi della rete. E’ per questo motivo che oggi io, come Venditti cantava la sua gratitudine per i giallorossi, mi sento di dire un grande, profondo, dovuto e improcrastinabile grazie internet!

E quale occasione migliore di questa per presentare in anteprima le classifiche Wikio di giugno per i blog più seguiti nel mese appena trascorso di maggio, che vede byoblu.com avanzare di due posizioni grazie agli innumerevoli sforzi prodotti e al vostro infaticabile lavoro di condivisione delle informazioni. Questo è il genere di autorevolezza che è riconosciuto dalla rete e che vale molto di più di un tesserino logoro, ottenuto spesse volte al prezzo della svendita, della liquidazione, della svalutazione delle proprie idee e della propria etica professionale. Con tante scuse per i giornalisti in gamba, e ce ne sono tanti, che ancora rendono dignità e decoro al loro mestiere.

1 Blog di Beppe Grillo
2 Piovono rane
3 Metilparaben
4 Non leggere questo Blog!
5 ilNichilista
6 Il Post Viola
7 Byoblu.com
8 Cadoinpiedi.it
9 Polisblog
10 Diritto di Critica
11 Cerazade, il blog di Claudio Cerasa
12 Francesco Costa
13 Ciwati
14 Internet e Politica
15 L’AntiComunitarista – il blog di Daniele Sensi
16 Phastidio.net
17 Leonardo
18 Antonio Di Pietro
19 iMille
20 Sursum Corda

Classifica curata da Wikio

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

14 risposte a La rivoluzione ai tempi di internet

  • 3
    Anas E.

    Byoblu ha scritto :

    E quale occasione migliore di questa per presentare in anteprima le classifiche Wikio di giugno per i blog più seguiti nel mese appena trascorso di maggio, che vede byoblu.com avanzare di due posizioni…

    Claudio ! Vorrei una spiegazione !

    Sono entrato nel sito Wikio e nella pagina :

    Top Blog – Politica – Maggio 2011

    Politica

    Vedo nella classifica che Byoblu.com sta al posto 9 e con la freccetta rossa che probabilmente significa che è sceso rispetto alla classifica precedente !

    • 3.1
      Anas E.

      Io controllo anche “L’ovvio” :P:P:P

      Allora è una bella notizia ;) Però c’è un un problema, nel prossimo mese dobbiamo salire o al limite mantenere il settimo posto.

      Perciò al lavoro tutti quanti ! Byoblu! deve pubblicare sempre dei post interessanti e noi lettori dobbiamo aiutare con dei commenti seri e critiche costruttive !

      AUGURI a tutti noi per questo risultato e Auguri a Claudio per il suo ritorno a casa :)

    • 3.2
      Anas E.
    • 3.3

      è. semplice. quella che ho pubblicato io è l”anteprima. quella che vedi tu è ancora la vecchia classifuca che a brevissimo verrà sostituita da quella che puoi vedere qui.

    • 3.4
      Anas E.

      Mi sembra giusto dirlo visto che quel giorno avevo chiesto a Claudio come mai siamo al nono posto.

      Rettifica :

      Byoblu è al settimo posto nella classifica dei Top Blog – Politica – Giugno 2011 di wikio potete vedere la classifica aggiornata sul sito  http://www.wikio.it/blogs/top/politica

  • 2
    Gianni de stefanis
    Peccato che non esista il tasto "contrassegna come spam". Comunque, se vuoi imoarare come si fa un video fatto bene in stile uomo che ha paura di essere acciuffato: http://youtu.be/5auecRjoZGw .
    • 2.1
      Giamporsi

      Ma che palle… ma hai qualche problema con me scusa? Non è la mentalità della blogosfera quella di passarsi le informazioni e metterle a disposizione di tutti gratuitmente? e poi io mica faccio a gara con le altre persone per fare i video più belli o più brutti. Conosco benissimo la professionalità di Claudio e ne abbiamo anche discusso insieme via mail, privatamente.

      Vivi e lascia vivere…

  • 1
    Nikeweber

    Personalmente non vedo perchè c’è tutto questa gioia nel crollo di un Puppet, il cui significato è pienamente relativo a ciò che rappresentano i nostri politici, a null’altro che delle marionette al servizio delle banche, della chiesa, e di chi ha più potere al momento. Non vedo poi cosa ci sia di sereno nel pensare che possa cambiare qualcosa solo perchè le città venghino governate dalla sinistra, quella stessa sinistra che ha fatto ridere fino ad ora e che farà ridere come la destra ed il centro fino alla fine della loro storia. Forse vi piace un dittatore con la faccia più pulita, che fa le stesse identiche cose ma con più dignità.

    –Media&Polizia–

    Dovremo confrontarci con gli altri paesi come andava tanto in voga nei ‘tempi passati’ soprattutto con l’America, che è costantemente sotto uno Stato di Polizia che il nostro a confronto non è nemmeno paragonabile. O anche il fatto del TSA che viene introdotto nelle stazioni dei treni, nelle scuole, e che risponde agli stati che si ribellano “E’ inutile opporre resistenza, non serve a nulla tanto noi verremo lo stesso”. A quanto pare i Blogger di cui si parla o IlFattoQuotidiano credono che siano delle realtà di poco conto, soprattutto dato che accadono in uno degli stati, il cui mito è la libertà, più ‘liberi del mondo’.

    Poi non vedo come si faccia credere che non si possa creare i falsi in internet, ci sono aziende addette a creare i falsi in internet, e lo fanno bene.

    –Obama–

    Anche grillo era pro-obama, ma basta sentirlo ora e si nota che è difficile essere pro-obama perchè non è altro che un pappet uguale agli altri solo con il colore della pelle differente.

  • 0

    C’è anche chi cerca di fare anche di più, come il sito in 10° posizione (www.dirittodicritica.com), che tra mille difficoltà lavorative ed economiche dei suoi giornalisti sta mettendo in piedi una testata online che vada oltre i blog e possa portare un’informazione genuina e nuove chiavi di lettura per un sistema informativo, quello italiano, sempre meno indipendente e sempre meno utile ai cittadini. :)

  • -1
    ConoscenzaPower
  • -2

    Beh insomma… Il Fatto Quotidiano non è proprio un giornale apartitico dai. Cmq per quel che riguarda i blog ti rinnovo i miei complimenti ma ti invito a vedere questo video in cui cerco di spiegare il caso Carlo Ruta, blogger condannato per stampa clandestina. Bisogna riflettere e far cambiare questa legge, anzi eliminarla.

    http://www.youtube.com/watch?v=_fQi06rEAKk&feature=feedu

    un saluto di pronta guarigione!

    Giampaolo

    • -2.1

      ma che centra?? Claudio ha detto che sono nate nuove sorgenti di informazione. Sul Tg La7 sono d’accordo, però sul Fatto per nulla. Ovvero, si è una nuova sorgente di informazione, ma non è una sorgente migliore delle altre, tutto qua… quando invece Mentana fa un tg di tutto rispetto!

       

      Questo secondo il mio modesto parere…poi se si può attaccare solo Il Giornale o Libero, allora diciamolo subito…

    • -2.2
      Roberto Schinco

      Ciao Claudio, ciao Giampaolo, ciao a Tutti.

      Due semplici considerazioni a riguardo di La7 ed Il Fatto Quotidiano.

      La maggior parte dei lettori è a conoscenza che La7 è di proprietà di Telecom Italia Media ( vecchia Seat Pagine Gialle ), che a sua volta è controllata per oltre il 75% da Telecom Italia.

      TELECOM ITALIA !!!!!

      la stessa che censura i commenti su Gandhi:

      dilatua.aduc.it/forum/telecom+censura+alla+faccia+gandhi_8749.php 

      la stessa che censura il p2p:

      http://www.notrace.it/news/2011-02-23/telecom-censura-p2p.htm

      la stessa che censura GAD LERNER – LUTTAZZI – OK NO ed altre miriadi di informazioni che dai server italiani non partiranno mai ( provate a installare TOR http://www.torproject.org ne vedrete delle belle ).

      Detto questo l’ unica mosca bianca ( finchè lo share lo permette ) rimane il TgLA7 e gli sforzi davvero sovrumani che un professionista schiena-dritta come Mentana riesce a compiere per informarci quantomeno il più largamente possibile.

      A riguardo de Il Fatto Quotidiano ( cito subito che sono di parte ), è una “nuova sorgente di informazione”, come giustamente cita Giampaolo, e risponde al vero un’ altra sua citazione “non è una sorgente migliore delle altre”.

      Infatti non è migliore.

      E’ semplicemente diversa.

      Il Fatto Quotidiano non ha un azionista di riferimento, il 70% delle quote appartengono a Aliberti – Chiarelettere – D’ Aprile – Monteverdi, ma l’ aspetto “strano” è, che il restante 30% in quota ai giornalisti stessi è, per statuto del giornale, determinante per qualunque scelta editoriale.

      Come dicevo, non è “migliore”, ma semplicemente “diverso”.

      Un’ altra coincidenza quantomeno “curiosa” è data dalla notorietà che i parlamentari di centro-destra, in forma del tutto auto-lesionistico-gratuita conferiscono a Il Fatto Quotidiano tutti i giorni in ogni dove.

      Qualcosa vorrà pur dire.

      Una ultima inezia:

      NESSUN FINANZIAMENTO PUBBLICO.

      Se vende Campa. Se non vende Muore.

      A differenza di tutti i giornali sovvenzionati non in base alle vendite ( come almeno con un minimo di etica morale dovrebbe essere ), bensì alle tirature.

      Per quanto riguarda i lettori de Il Giornale – Libero – Il Riformista – Il Tempo – Panorama…non disperate:

      siamo tutti con Voi.

      Fortunatamente la cernita spetta all’ Evoluzione.

      Con Affetto 

       

    • -2.3
      Gianni De Gasperis

      Si, ma almeno impara a leggere, non c’é scritto da nessuna parte che il FQ sia apartitico (anche se di fatto lo é), ma solo che ci sono “movimenti” apartitici. Presumibilmente l’aggettivo apartitico é riferito a movimenti come “il popolo viola” ed altri.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>