Il business FAD

In Italia si muore sul luogo di lavoro perché le norme sulla sicurezza non sono applicate in modo corretto. Il Testo Unico 81 del 2008 dice chiaramente che i datori di lavoro sono obbligati a fare formazione ai propri dipendenti, ma il business di “attestati ai sensi di legge“, che le imprese si procurano spendendo poche centinaia di euro, nasconde molte ombre. C’è in ballo un business di oltre 500 milioni di euro.

Oggi Enzo Di Frenna ci racconta cosa siano i FAD, ovvero la cosiddetta formazione a distanza effettuata attraverso l’uso di piattaforme di e-learning. C’è chi in rete guadagna facendo formazione e chi spende del suo per fare informazione.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

 

 

SICUREZZA SUL LAVORO: IL BUSINESS DEI FAD

la nuova inchiesta di Enzo Di Frenna


 Il settore della sicurezza sul lavoro è un business milionario, che può rendere molto ricchi. In che modo? Ad esempio attraverso la Fad – cioè la Formazione a distanza – esercitata utilizzando in modo abile internet.

Ogni anno in Italia muoiono mille lavoratori e si verificano circa 800 mila infortuni. Il testo Unico 81 del 2008, voluto dall’ex ministro del Lavoro del governo Prodi, Cesare Damiano, disciplina la complessa materia che tutela la salute e sicurezza dei lavoratori e prevede una serie di obblighi, tra cui la formazione per il lavoratore. Infatti, se i dipendenti di un’azienda sono al corrente dei rischi a cui possono essere esposti, hanno più probabilità di evitare incidenti o contrarre malattie professionali. Il datore di lavoro, che può essere una piccola impresa o anche un’industria, si rivolge a società private ed associazioni per effettuare tale formazione. Che però ha un costo. Tanto per farsi un’idea, ogni attestato rilasciato dopo la frequentazione di un corso, ha un prezzo incredibilmente variabile: si parte da 35 euro, e si sale a 70, 150, 250, 450, mille euro ed anche di più, se si considerano le offerte a pacchetti. Questi corsi sono spuntati in Internet come i funghi. Niente aula, niente presenza fisica dei lavoratori, niente confronto con l’istruttore, ma solo un rapporto con la macchina: basta compilare dei questionari, dopo aver scaricato e studiato alcuni manuali. Ma sono molti a suscitare dubbi su tale modalità. Lo ha fatto per primo Rocco Vitale, presidente di Aifos, la principale organizzazione dei formatori della sicurezza in Italia, che ha denuciato in vari articoli la presenza di operatori usano la Fad in modo molto discutibile e richiamando il legislatore alla necessità di regolare il settore.

Anche Giancarlo D’Andrea, segretario nazionale del sindacato dei formatori Firas-Spp sulle pagine del quotidiano Punto Sicuro ha lanciato nel 2010 la sfida, parlando di Fad e operazione trasparenza. D’Andrea parla di una “sfrenata commercializzazione di percorsi formativi su cui gravano pesanti sospetti di illegittimità”. Inoltre, ha proposto a diversi imprenditori del settore di sedersi intorno a un tavolo per affrontare la questione, ma molti si sono defilati ed altri hanno storto il naso. Ma l’iniziativa della Firas-Spp va avanti e D’andrea scrive che “mancheranno all’appuntamento chi specula sulla mancanza di regole, chi vive di mancanza di regole o comunque ne trae beneficio, chi pensa che per lui le regole non valgano, e chi, normalmente, delle regole se ne frega, perché come è evidente anche il problema della formazione a distanza ha attinenza alla più generale questione della cultura della legalità che tanto incide sul grado di civiltà del Paese e sul diritto a lavorare in sicurezza.”

L’8 aprile 2011 si è tenuto a Roma – sempre per iniziativa di Firas-Spp – il 1° Congresso nazionale dei formatori della sicurezza sul lavoro, durante il quale è stata espressa la necessità di regolamentare la professione del formatore, certificando in maniera chiara i suoi corsi e gli attestati che rilascia. Inoltre, è stata proposta una Carta Dentologica del formatore, per stringere lo spazio di coloro che operano con pochi scrupoli. E’ stato poi annunciato che alla fine del 2011, nella città di Favara, si terrà il primo seminario internazionale sulla Fad, per portare alla luce i criteri con cui si può utilizzare tale modalità in maniera deontologicamente corretta.

Come vedete, su questo settore gravano molte ombre. La Fad produce un fatturato di centinaia di milioni di euro. Vi faccio un esempio: se una società eroga 20 mila corsi all’anno, al costo medio di 200 euro, incassa 4 milioni di euro ogni anno. Ma molti corsi, come dicevo, costano anche molto di più. Quindi vi possono essere casi in cui il fatturato supera i 5-6 milioni di euro all’anno. In Italia vi sono molti soggetti che erogano corsi per la sicurezza in modalità Fad. Il blog ha rintracciato una cinquantina di sigle, a cui bisogna aggiungere un certo numero di associazioni ed enti bilaterali. Quindi è plausibile che in Italia il mercato della Fad superi i 500 milioni di euro all’anno.

Ma vediamo come funziona un meccanismo che potrebbe nascondere possibili manovre illegali.Abbiamo sottoposto alcune domande sulla Fad a Lorenzo Fantini, dirigente dell’area Sicurezza del Ministero del Lavoro, avvocato ed esperto di materie giuridiche in materia di sicurezza, nonché presidente della Commissione permanente sullo Stress lavoro correlatoo presso il ministero.

Ecco l’esempio che gli abbiamo sottoposto.

Un signor X è titolare di una società che vende corsi on line, cioè in modalità Fad. Sul suo sito scrive che i corsi sono progettati da un’associazione che si occupa di formazione e da un ente bilaterale. Il testo Unico 81, infatti, all’articolo 37 dice che la formazione deve essere svolta in collaborazione con enti paritetici (cioè gli enti bilaterali, che sono organizzazioni che raggruppano associazioni di lavoratori, imprese e sindacati). Il dominio dell’Ente Bilaterale è intestato alla società del signor X, il presidente di tale Ente è un contabile del signor X. Infine, sul sito dell’Ente non c’è un indirizzo, un telefono, il nome del presidente e tra i membri aderenti figura una fantomatica organizzazione di piccole imprese, che riconduce alla società del signor X e che non ha nessu sito web, ma solo un dominio che è in intestato alla società del signor X. Allo stesso tempo, il signor X risulta essere presidente di una associazione che si occupa di formazione, che eroga corsi in modalità Fad attraverso la società del singor X.

Abbiamo chiesto quindi a Fantini se in una situazione del genere, gli attestati di tali corsi venduti on line hanno una validità ai sensi del Testo Unico 81/2008 e Decreto legislativo 106 del 2009. Gli abbiamo anche domandato se è possibile che una sola persona possa erogare corsi in modalità Fad, possedere un Ente Bilaterale ed essere presidente di una associazione che si occupa di sicurezza sul lavoro e promuove corsi Fad.

Fantini ci ha risposto che “tutto questo NON è possibile ex legge”.

Un simile meccanismo, in perfetto stile scatole cinesi, può solo essere partorito da un ragazzino geek – cioè che passa molte ore su un computerino convinto dell’onnipotenza della tecnologia – oppure da un signor X esperto di sicurezza sul lavoro, coadiuvato da una squadra di informartici, che possono anche operare all’oscuro del meccanismo, perché districarsi nel ginepraio legislativo che regola il settore della sicurezza sul lavoro è impresa davvero difficile. Il Testo Unico 81 ha infatti accorpato centinaia di leggi, ma resta ancora molto lavoro da fare per semplificare e blindare alcuni settori, come la Fad. Il Ministero del Lavoro, come è in grado di rivelare il blog, sta mettendo a punto proprio in questi giorni le regole per una Fad certificata, che sbarri il passo a possibili speculazioni.

Il blog si occuperà ancora dell’argomento dei corsi di formazione per lavoratori. In Italia, infatti, le Forze dell’Ordine hanno già verificato diversi casi di truffa sui corsi di aggiornamento professionale per i lavoratori e il problema è stato segnalato più volte anche alla procura di Torino, dove lavora il giudice più inflessibile d’Italia in tema di sicurezza sul lavoro: il pm Raffaele Guariniello. E anche la Commissione parlamentare d’inchiesta del Senato, che si occupa di sicurezza sul lavoro e presieduta dal senatore Oreste Tofani, a quanto pare si occuperà presto di Fad attraverso una serie di audizioni, ricordando tra l’altro che la commissione ha gli stessi poteri inquirenti della magistratura.

Il Testo Unico 81, purtroppo, è stato indebolito dal governo Berlusconi, attraverso il decreto 106 del 2009 – detto correttivo dell’81 – che in pratica fa una virata nei confronti degli interessi economici di imprenditori e affaristi, riducendo la tutela nei confronti dei lavoratori.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

2 risposte a Il business FAD

  • 1
    Claudio.farna

    Comico come il controllo avvenga anche nei siti di informazione…sicuro l’ algoritmo ha letto il titolo dell’ articolo del  blog sulle fad…e ad ad hoc a piazzato un bel banner su corsi per segretaria di studio medico!   Mamma mia raga non si sfugge più a nulla!!!

     

  • 0
    fedeborgia

    attenzione: il caso del signor X è portato all’estremo. Esistono codici etici, esistono persone che fanno FAD abbinata all’aula, esistono corsi validi ed effettivamente certificati. Faccio formazione da 4 anni ormai, in tutti i luoghi di lavoro miei e di amici e conoscenti non esistono situazioni del genere, ma nella maggior parte dei casi esiste FAD accompagnata da qualche ora in aula.

    E poi scusate se mi permetto un appunto. Se proprio fosse così sentito il problema della sicurezza sul lavoro, sarebbe gradito se anche il lavoratore ci mettesse un pochino di interesse, ogni tanto faccio formazione ad aule di mummie

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Il gioco responsabile al tempo del mobile

casino mobile La crescente diffusione delle nuove tecnologie ha radicalmente modificato gli stili di vita e le abitudini degli individui, contribuendo alla formazione di una cultura sempre più digitale. Dal 13° rapporto Censis-Ucsi sulla Comunicazione (2016) emerge che il 74% della popolazione italiana ha libero accesso ad una...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>