Se Grillo è un violento, Maroni è un Black Bloc

Se Grillo è un violento, Maroni è un Black Bloc

I valsusini sono degli eroi. Chiunque li abbia conosciuti non potrebbe definirli diversamente. Sono anni che vivono, o meglio, sopravvivono all’interno di baracche che chiamano presidi, di notte e di giorno, d’estate e d’inverno. Si riscaldano intorno ai bidoni accesi, come i neri delle periferie di New York. Cucinano e mangiano alla meno peggio, con fornellini da campo improvvisati. Dormono con il telefonino acceso e si svegliano a qualsiasi ora della notte: in dieci minuti formano una catena umana impressionante e sono operativi sui cantieri dove le ruspe tentano una timida sortita. Si prendono le manganellate, si fanno qualche giorno di ospedale e ritornano lì, imperterriti, per ricominciare tutto daccapo.

Sono degli eroi: cos’altro potrebbero essere? Dei pazzi, forse, ma una buona dose di follia e di incoscienza è pur necessaria per fare questa vita quando potrebbero starsene a casa a guardare Uomini e Donne e andare la domenica allo stadio. Come tutti gli altri. Invece no. “Ognuno si diverte come può”, direbbe Maroni. “Hanno ragioni da vendere e il coraggio di difenderle, Davide contro Golia, fino alla morte”, diremmo noi. E un po’ li invidiamo.

 

L’amianto e l’uranio che gli scavi solleveranno nell’aria li respireranno loro e i loro figli, ma l’inutilità di un’opera che costerà come 3 ponti sullo stretto e che non serve a niente la pagheremo noi e i nostri figli. Avete sentito forse una sola intervista, sui TG nazionali, che spieghi approfonditamente le ragioni dei NoTav? Le uniche fonti di informazione vera sono i blog. La rete è il media universale, l’enciclopedia che ancora sfugge alle grinfie delle cricche, forse per poco (guarda la lunga triste storia degli assalti alla rete), il tempio della par condicio naturale.

No TAV La guerra dimenticata dai media Piero Ricca Claudio Messora

Se dici che i valsusini sono degli eroi, per la Struttura Delta (di cui su questo blog si parlava già il 16 aprile 2009, e che ora sui giornali sembra la scoperta dell’acqua calda) è come se tu avessi detto che Hitler faceva bene a deportare gli ebrei. Sei costretto a rettificare l’ovvio, sei costretto a dissociarti dai black bloc, come se ce ne fosse bisogno. Sono marci dentro. Giovanardi mi fa schifo:

«Beppe Grillo condannato a suo tempo con sentenza passata in giudicato per aver provocato per sua colpa la morte di 3 persone, è recidivo nel fomentare ed esaltare i violenti che mettono a rischio la vita altrui

Il TG5 non è da meno. Nell’edizione delle 13.00, oggi titolava “Beppe Grillo è costretto a fare marcia indietro”. Marcia indietro da cosa? Dall’ovvio? Ci vuole un blog come questo per mandare in onda delle immagini dalle quali si evince chiaramente che Grillo cercava di calmare gli animi e toglieva la parola ai facinorosi? Dov’erano le telecamere dei telegiornali? Riprendevano solo quello che faceva comodo riprendere?

Ma soprattutto, se Grillo è un terrorista (termine utilizzato dal morsicatore di caviglie Maroni) per aver detto che i valsusini sono degli eroi, Roberto Maroni, per essere il mandante di agenti che in un eccesso di zelo non previsto da nessuna regola di ingaggio hanno conciato così un ragazzo, pestandolo fino a fratturargli un braccio e il naso come un branco selvaggio, cos’è? Un black bloc egli stesso?

Maroni Black Bloc

Deploro la violenza e l’unico casco che io abbia mai indossato è quello della mia moto, quando ancora l’avevo. Soprattutto deploro quella organizzata, che non ha nulla a che fare con le manifestazioni pacifiche nelle quali si infiltra come un batterio killer, ogni volta che cittadini onesti e pieni di ragioni tentano di esercitare i loro diritti e di comunicare affacciandosi ai media, in questo modo distruggendo sistematicamente l’immagine di chi incede fieramente, a viso scoperto, per difendere le sue legittime istanze, tanto che forse bisognerebbe iniziare a chiedersi da dove vengano, questi squadroni di facinorosi che paiono uscire più dalla penna di uno scrittore horror che da una qualsiasi declinazione di protesta civile, organizzata da persone impegnate che possono dare lezioni a chiunque di senso civico.

Però le forze dell’ordine, se vogliono continuare a poter essere chiamate in questo modo, non possono trasformarsi in un branco, facendosi scudo di una divisa di ordinanza. Chi infrange la legge va fermato, processato ed eventualmente condannato, non pestato a sangue. La legge del taglione è buona per una società barbarica, e in una società di barbari non c’è nessun bisogno di avere forze dell’ordine: basta avere la clava più grossa.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

18 risposte a Se Grillo è un violento, Maroni è un Black Bloc

  • 12

    Complimenti Claudio, un pezzo di grandissima informazione.

    Ho seguito gli avvenimenti del giorno minuto per minuto via twitter e attaccatto a tutti gli organi di informazione ufficiale e non. Qualche informazione decente arrivava dalle radio-web antagoniste, ma nulla più.

    Non uno, dico, non un “giornalista” che sia arrivato sul posto. Qualche corrispondente, i.e. della Repubblica, era in mezzo ai black block e ogni tanto telefonava in redazione; ma le c.d. dirette erano totalmente inesistenti.

    Era la manifestazione più importante degli ultimi anni e non c’era nessuno, se non qualche “cane sciolto” dell’informazione che si teneva a debita distanza, o qualche altro “cane scioltissimo” che si improvvisava reporter.

    La professionalità che hai dimostrato e la capacità di essere nel posto giusto al momento giusto è al di sopra di ogni possibile commento. 10 e lode in giornalismo, in un giorno dove tutti gli altri, Rai News (i migliori, almeno moralmente) inclusa, si sono meritati uno zero spaccato.

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 11

    roberto p. ha scritto :
    … denuncia con una coerenza sovraumana tutte le ingiustizie, le ruberie, le porcherie che vengono commesse da questa classe di pessimi politicanti, ai danni del popolo italiano.Credo che non riusciremo mai a  ringraziarlo abbastanza per quello che ha fatto ( e continuerà a fare)  per questo Paese. 

    Si, tutte tranne una, quella che vede lui come protagonista silente e consenziente.

    Mi riferisco all’immane porcata della sottrazione del microscopio ai ricercatori modenesi Gatti/Montanari.

    La coerenza, in questo mondo di ipocriti, è un vero lusso.

    GD Star Rating
    loading...
  • 10
    Singsonghio

    Un Saluto dalla Val Susa che spero proprio non molli mai e sarebbe  più  che  GIUSTO  che   TUTTI  quelli  che  non sono  d’accordo con  questi  movimenti si  impegnassero  a presenziare alle future manifestazioni che ci saranno di sicuro….così  come  le  chiacchiere della INFAME DIGOS ( e ci metto la mano sul fuoco) sui ragazzi armati. La lotta è  stata  ViNTA  PER LA SCHIACCIANTE E INASPETTATA PARTECIPAZIONE DI  UN  POPOLO  CONTRARIO alle  imposizioni  di  un  sistema  che  è  chiaramente di  parte , inconsapevole del  danno che  causa e opportunisticamente VIGLIACCO con la mancanza  di  una  visione  migliore della vita.

                                    Buon Proseguimento

    GD Star Rating
    loading...
  • 9
    sofiaastori

    Tra i commenti, alcuni devo ammettere abbastanza insoliti per lo “standard” di lettori che si rivolgono a questo blog, leggo con dispiacere alcune critiche a Beppe Grillo.  Faccio presente agli autori dei commenti che da sempre Beppe ha dato spazio e voce alle proteste di associazioni e comitati. Semmai la critica che gli è arrivata, in passato, è stata proprio quella di non trattare o di non parlarne a sufficienza di qualche scandalo o problema che interessava diversi cittadini (vedi signoraggio o scie chimiche). 

    Beppe ha usato e usa la sua notorietà e la sua comunicatività proprio per far conoscere ad un numero sempre più grande di persone i movimenti di cittadini che lottano nell’indifferenza dei mezzi d’informazione. Il movimento NoTav, assieme al movimento No Dal Molin e tanti altri, sono stati tra i primi che Beppe ha portato a conoscenza di un grande pubblico, rivelando senza mezzi termini tutti i veri motivi delle loro proteste. Nessuno era riuscito prima di lui a fare altrettanto: non potete ignorare chi ha dato l’avvio, l’entusiasmo; chi ha indicato, qui in Itali, rischiando in prima persona,  la strada per un’informazione diversa ad un pubblico così vasto.

    L’orgoglio e la soddisfazione di vedere i suoi enormi sforzi concretizzarsi in una forma di democrazia sempre più partecipata sono il compenso più grande che può provare quest’uomo; perché affannarsi a distruggere la sua immagine ancora prima di aver distrutto il vero nemico comune? Masochisti? Interessati? Mah!

    Anch’io avrei qualcosa da ridire sull’operato di Beppe. Come si è soliti dire: “Chi fa, falla”. Ma non è un politico o il manager di una multinazionale e può permettersi anche di sbagliare. Non solo, ha tutto il diritto di pretendere che chi si presenta con il suo nome rispetti le idee fondamentali del movimento, prima fra tutte quella della democrazia dal basso e, di conseguenza, il rifiuto di allearsi con i vecchi partiti verticistici. Alla fine, nella maggior parte dei dissidi sorti nei vari gruppi, questo è stato il motivo.

    Tornando sulle possibili critiche, posso dire che di dubbi su una sua probabile “dipendenza” dalla Casaleggio (della quale ammetto di ignorare ancora se investe in qualcosa di diverso dalla sua attività ed in che cosa) potrebbe essercene solo uno, tutto da provare. 

    Io preferisco pensare ad un semplice, umanissimo errore e continuare a dare il mio contributo, assieme a tutti i cittadini di buona volontà, per continuare  tutte le giuste battaglie che anche Beppe sostiene e per sperare in un futuro migliore.

    Dove lui sbaglia, io non lo seguo. ;-)

    GD Star Rating
    loading...
  • 8
    chiarosuro

    Forse Maroni e co. hanno dimenticato NAPOLI e GENOVA.Anche li circolavano certe bombe  e altri similari e poi si e’ scoperto che se le erano portate i poliziotti da casa per giocare alla “GUERRA”. Fosse successo anche stavolta con l’ammoniaca ed ecc……………Se hanno gia’ preso le mazzette e’ duro darle indietro

    GD Star Rating
    loading...
  • 7
    GAP

    Beppe Grillo é un paraleghista che come sempre tenta di mettere il cappello su proteste in cui spera di guadagnare popolarità. Il suo indissolubile e misterioso legame con la misteriosa Casaleggio, che porta in dote una serie di funzionari anonimi (anche per gli eletti regionali nel M5S) che circondano Grillo e che prendono le decisioni per tutti, alla faccia dell’orizzontalità e democrazia, il possesso personale del marchio 5 Stelle e le lettere di minaccia e ile lettere di inibizione da parte deglia avvocati di Grillo ad usare o parlare per il “marchio 5 Stelle” verso esponenti anche di primo piano che avevano espresso critiche o perplessità, la politica vetero-leghista culminata nel post “Invadono i nostri sacri confini” in cui dava prova di xebofobia e razzismo…lo rendono dccisamente poco credibile…Il rislutato infatti é stato quello che voleva Grillo: si è parlato solo di lui e dei black bloc oscurando la protesta di massa dei valligiani e dei No Tav….

     

     

     

     

    GD Star Rating
    loading...
    • 7.1
      roberto p.

      … se quello che scrivi, corrisponde al tuo pensiero, beh sei sicuramente in malafede.

      Grillo xenofobo ? Grillo razzista ? Grillo poco credibile ?

      Grillo è dagli anni ottanta (da quando fu cacciato dalla RAI per aver detto la verità e cioè che i socialisti di Craxi rubavano) che denuncia con una coerenza sovraumana tutte le ingiustizie, le ruberie, le porcherie che vengono commesse da questa classe di pessimi politicanti, ai danni del popolo italiano.

      Credo che non riusciremo mai a  ringraziarlo abbastanza per quello che ha fatto ( e continuerà a fare)  per questo Paese. 

      GD Star Rating
      loading...
  • 6

    In questi giorni le televisioni principali hanno strumentalizzato in una maniera orrenda sia la gente tranquilla sia i black block.
    hanno detto dei BB che sono esseri che quando possono picchiano più che possono. solo che non dicono mai perchè e contro chi e cosa picchiano.
    Riguardo alla gente pacifica che manifesta, NON DICONO NULLA. Tutti quanti buttati in un unico calderone.
    QUANTO NON SI DICE, è CHE LA TAV è IDEATA UNICAMENTE PER FARE GUADAGNARE I SOLITI GRASSI E CHE NON SERVE A NULLA.
    UN PO’ COME IL PAD. 9, NUOVO DI TRINCA, VUOTO INUTILE. PERCHè HANNO SPESO I SOLDI DI NOI POLLI SE POI NON LO USANO? PERCHè A COSTRUIRLO CI HA MANGIATO QUALCUNO!!!!!!!!!!
    LA TAV PER LE MERCI, FIGURATI.
    SU UN TRASPORTO DELLA PORTATA DI 300 TRENI AL GIORNO FARANNO GIRARE 15 TRENI.
    PER TRASPORTARE LE VERZE, TORINO – LIONE.
    MA ANDATEVENE AVVANc**o, m**dE.
    NELLA POLITICA NESSUNO DICE CHE FORARE MONTAGNE E COSTRUIRE PONTI PER ABBRUTTIRE LA NOSTRA ITALIA SERVE SOLO AI RICCHI. OPERE INUTILI COME IL PAD. 9 DEL VILLA SCASSI.
    W TUTTI I PARTIGIANI CHE DIFENDONO LA TERRA DALL’USURPATORE.
    W TUTTI QUESTI EROI CHE SONO INFANGATI DAI MEDIA CHE NON LI INTERVISTANO, CHE NON CHIEDONO UN PERCHè.
    W TUTTE QUESTE PERSONE CHE A DIFFERENZA DEI POLITICI AMANO IL PROPRIO PAESE E PENSANO A COME NON SPRECARE IL DANARO.
    in una situazione di violenza, partita dai principali poteri dello Stato che rifiutano di prendere in considerazione le opinioni di chi è sottoposto allo scempio chiamato TAV possiamo solo aspettarci morte, distruzione, dolore.
    Voglio ricordare che la Prestigiacomo, subito dopo Fukushima, ha prontamente detto, il programma nucleare va avanti.
    non aspettiamoci nulla di buono dalla gentaglia politica.
    c’è voluto il referendum per salvarci, mentre la Germania ha iniziato defnitivamente in questi giorni il programma per chiudere il nucleare nel 2022.
    ORMAI LA DIMOSTRAZIONE DI UNA DESTRA E DI UNA SINISTRA COMMISTE SONO LA DIMOSTRAZIONE PALESE DELL’ALTERNANZA DELLA DITTATURA CONTINUA CHE NON ASCOLTA MAI LA GENTE SE NON QUANDO è COSTRETTA SOTTO I RIFLETTORI DEL MONDO.
    ABBIAMO RICEVUTO I COMPLIMENTI DEL POPOLO GIAPPONESE, CONTRARIO ALL’80%, CONTRO IL NUCLEARE, MA I MEDIA NON LO DICONO. 
    TAV veleno

    GD Star Rating
    loading...
  • 5

    Io avrei voluto andare in Val di Susa ieri, ma ho avuto paura.

    Anche io, in passato, ho rischiato seriamente la mia incolumità personale come quel ragazzo, solo per aver affermato delle idee. Questo non può accadere, non è giusto e non è normale che accada. Nella realtà ho visto che si perde con troppa facilità il senso delle proporzioni tra offesa e reazione.

    Chi ha il primato della forza è in genere portato ad affidarsi a quella per vincere eventuali dissensi e resistenze ma questo è un grande male, visto che, per dirla con Prielli, la potenza è nulla senza controllo.  Le Forze dell’Ordine di oggi mi sembrano ordigni di grandissima potenza che esplodono alla minima scorreggia. Credo facciano più danni che altro.

    Guardate quel ragazzo! La polizia per me sarà inaffidabile fino a quando queste cose continueranno ad accadere.  Per dirla tutta, quando vedo episodi come questo non sono più in grado di distinguere un criminale da un poliziotto. Affido la mia sicurezza alle mura di casa. Rinuncio a vivere. E’ terribile!

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 4
    PRHOTEUS

    caro claudio lo sappiamo bene chi é stato posto li per provocare violenza , e ne posso testimoniare, da vecchi compagni arruolati nelle forze dell’ordine, che nella mia gioventù mi raccontavano quando andavano a fare posti di blocco, e che tra di loro venivano scelte persone che dovevano contrastare le manifastazioni infiltrandosi tra di esse, quindi ame e a  molti come me ste st****te dei bleck bock, o come altro li chiamano , non funziona , si sa bene chi sono questi personaggi messi li apposta per trovare un diversivo, visto che non hanno altra scelta

    GD Star Rating
    loading...
  • 3
    PRHOTEUS

    E Basta, adesso basta , ma che cosa aspetta il popolo Italiano a scendere nelle piazze e rivoltare questi mafiosi e corrotti che sono al parlamento .

    tutti i giornali e politicanti , senza nessuno escluso, ( e chi non si é espresso é perché acconsentiva), hanno raggirato la presenza di Grillo diffamandolo a instigazione alla violenza, ma la gente si rende conto delle c**zate che gli raccontono, io che vivo all’estero piango per il mio paese ancora una volta deturpato e massacreato da politicanti e associati che hanno pensato solo per se stessi , se sono emigrato non é stato per ragioni di lavoro, ( potevo fare anch’io il camorrista o altro), ma é stata una scelta personale riguardante un’affezione, ma nel mio intimo ho sempre tanuto acceso il desiderio di ritornare per sempre nella mia terra natia, ma guardando cio che accade li, mi trafigge il cuore, poi con questa questione della tav ancor di più perché li c’é gente che difende il propio territorio,non sottomettendosi a quella gentaglia che come  i garibaldini e i cavour nel passato conquistarono un territorio sovrano , e come oggi ancor più si vede nelle guerre dichiarate contro altri paesi, l’ultimo la libia,

    allora dico basta e quelli che hanno ancora le palle scendono nelle piazze e alla fine se c’é da fare rivoluzione che ben sia , é diventato tutto insorportabile, cacciamoli fuori questi impestati mafiosi e corrotti, che facciano come le persone che si stanno scontrando nella situazione della Tav,

    se oggi c’é una festa dell’unità d’Italia, allora vorrei che tutti gli italiani scendessero nelle strade a manifestare questo abusivismo del potere e che una volta per tutte cacciassero per sempre questie sanguisughe che vivono sulle nostre vite , anche se vivo all’estero, vengo in italia per mischiarmi ai manifestanti, ma mi piacerebbe che tutte le città d’Italia lo facessero nello stesso istante per fermare un massacro oramai deciso visto che il potere politico non vuole cedere ai diritti dei cittadini, e spero che un giudice, un magistrato abbia il coraggio di denunciare questo abusivismo di potere inflitto da uomini politici, che alla fine sono anche illegali visto che sono stati posizionati al loro potere non per legittima decisione del popolo, ma da chi in quel momento prendeva decisioni opportune al propio scopo di potere. sinceramente mi piacerebbe tanto che domani vari comuni si schierassero contro questro soppruso, cosi forse sarà anche la volta buona per far rientrare i nostri contingenti militari all’estero, per presidiare nella nazione vista l’affluenza della folla e la mancanza delle forze dell’ordine per controllarla ;

    ma qui forse sogno , ma é l’unica cosa che mi resta da fare gratis visto che ben presto pagheremo anche l’aria che respiriamo

    un’abbraccio profondo a tutti i VALSUSIANI, sono vicino a voi eben presto anche di persona, perché ho deciso che é una battaglia non solo vostra ma di tutto il popolo Italiano e quindi dobbiamo difendere insieme il nostro diritto alla libertà. ciao

    GD Star Rating
    loading...
  • 2
    Giulio74

    avete ragione!!!!

    NO alla TAV

    NO ai termovalorizzatori

    NO alle centrali eoliche

    NO alle centrali nucleari

    NO al ponte sullo stretto

    NO ai lavori necessari alla Salerno Reggio C.

    NO come principio

    SI alla violenza

    SI al comunismo

    Si all’ipocrisia

    SI alla regressione

    SI a guardare l’Europa che avanza

    SI a vedere che siamo sempre più ridicoli

    GD Star Rating
    loading...
    • 2.1
      bhodi666

      I comunisti, eh….! Vabbè…! 

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.2

      In retorica, questo artificio si chiama “uomo di paglia” o “strawman”. Si crea un fantoccio, si fa finta che quelle siano le posizioni dell’avversario, e le si attaccano.

      No TAV e no ponte sullo stretto non hanno nulla  a vedere con “no salerno reggio-calabria”. Che francamente non ho mai sentito dire a nessuno.

      Per quanto riguarda le centrali nucleari, allora sono “comunisti” tutti, Giappone e Germania, dove hanno già deciso di rinunciare al nucleare e di concentrarsi sulle energie alternative.

      Senza contare che anche gli Stati Uniti ci stanno pensando, e l’avrebbero già fatto (da programma di Obama), non fosse stato per le potenti lobby che hanno fatto fare retromarcia.

      Comunque, qui parliamo della TAV. Un opera inutile, concepita più di quarant’anni fa (ti ricordo che l’economia digitale non esisteva, e il baricentro dell’economia si è spostato nel frattempo a favore dei beni immateriali), che costa la metà della manovra di Tremonti e che causerebbe dei danni ambientali irrecuperabili. Onestamente, io non ho alcuna voglia di pagare con le mie tasse per questo, quando sono costretto a portarmi il boccaglio tutte le mattine perché il treno che mi porta al lavoro è una camera a gas.

      Ma se proprio ci tieni, pagala tu.

       

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.3

      In effetti m’era scappata la riga “no ai lavori di ammodernamento della SA-RC“: al sud, quindi, ci andremo a dorso di mulo come prima del 1862?

      Queste affermazioni dimostrano la superficialità con cui si affrontano determinati argomenti senza alcuna cognizione di causa.

      La SA-RC è il simbolo più evidente della mancata unità nazionale e del patto silente esistente tra criminalità organizzata, potere economico e potere politico che si garantisce il suo buon bacino di clientele in termini di voti. Il collante è rappresentato dagli emissari di queste tre istituzioni di fatto che nell’osceno decidono il bello e il cattivo tempo di questo paese: si chiama massoneria. La Calabria, in particolare, è la seconda regione d’Italia per numero di logge, in Calabria è nata la figura della “Santa“, grado sui-generis della massoneria, che consente a selezionatissimi ‘ndranghetisti di sedere contemporaneamente ai tavoli massonici e delle locali di ‘ndrangheta.

      Al nord, la costruzione della 5a corsia dell’autostrada MI-BS, rappresenta un’opera ‘ordinaria’. Al sud, il completamento di un’infrastruttura viaria fondamentale e di base come la SA-RC, istituzionalmente è un’opera ‘straordinaria': questo modo di procedere con due pesi e due misure, volutamente tenuto in essere da chi gestisce il potere in Italia, va avanti dal 1862, con il palese scopo di tenere il sud in una condizione di sudditanza morale, economica e culturale nei confornti del nord.

      Non ancora per molto.

      GD Star Rating
      loading...
  • 1

    Due cose.

    La prima è che la presenza dell'”onnipresente” Grillo, con quel che ne è seguito sui media, è stato un disastro proprio per l’immagine stessa dei valsusini in lotta, i quali già erano poco conosciuti dalla popolazione italiana e si ritrovano, oggi, ad avere un “cattiva pubblicità” ad opera della struttura Delta, a cui Grillo ha dato un’enorme man forte: i risultati in termini di negativo schiamazzo mediatico raggiunti dall’opera dei black bloc e dalla sua mi paiono abbastanza omologabili. Il mio parere è che se se ne fosse rimasto a casa, evitando di occupare spazi mediatici non suoi ed impadronendosi -sempre mediaticamente- di una manifestazione tanto preparata e sentita da chi in quella battaglia di democrazia e civiltà crede, avrebbe fatto meno danno ai valsusini.

    Il secondo pensiero è quello del totale fallimento dello stato, da qualsiasi parte si guardi la situazione. Le forze dell’ordine che manganellano cittadini che manifestano contro soprusi che durano da decenni, anziché difenderli dai vari potentati che mettono a repentaglio l’incolumità e il modo di vivere loro e dei loro figli, la dice lunga sulla china che stiamo imboccando in questo paese.
    Ma su un particolare non riesco a rendermi le idee chiare: paghiamo fior di quattrini (pubblici, of course) per mantenere una schiera di 007 di stato, affinché facciano operazione cosiddetta d'”intelligence” e questi neppure riescono ad intercettare ed acciuffare qualche decina di vistosissime teste di c**zo che s’infiltrano nei cortei altrui?

    Qualche dubbio, a questo punto, nasce spontaneo…

    GD Star Rating
    loading...
    • 1.1
      Pale995

      …e se alcuni facinorosi black blok fossero al soldo di qualcuno ?

      Come cambierebbe il panorama ?

      GD Star Rating
      loading...
    • 1.2

      Ci volevano far massacrare per creare un caso“, queste le dichiarazioni di un anonimo poliziotto impegnato negli scontri in Val di Susa.

      Non so quanto possa essere veritiera e non costruita questa testimonianza, ma il passaggio «…se ci sono duecento feriti vuol dire che qualcosa non ha funzionato. O qualcuno ha sbagliato dal punto di vista operativo, oppure ha voluto tutto questo. Francamente è difficile pensare alla prima ipotesi: volendo, avremmo potuto isolare tutti i violenti.» è esattamente ciò che mi lascia perplesso per ciò che riguarda la gestione dell’ordine pubblico in casi come questo.

      GD Star Rating
      loading...

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Seguimi
facebook twitter google+ streamit youtube tzetze oknotizie rss
tasto_newsletter
TU, SU BYOBLU

Rai organo di partito?

Buongiorno, ti scrivo per denunciare come il canale RAINEWS (canale pubblico) sia completamente dedicato e asservito al PD e suoi satelliti di governo. RAINEWS concede continuamente spazi a Berlusconi replicando le sue interviste in giro spacciate per le altre televisioni, ospita giornalisti Italiani ed esteri dichiaratamente schierati suposizioni pro BCE,...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati