Magdi Cristiano Allam

Qual’è l’essenza del fondamentalismo, il minimo comune denominatore di ogni tipo di estremismo? La profonda, definitiva, irrefutabile convinzione di essere nel giusto, che si traduce in una conseguente logica intolleranza verso chiunque coltivi un pensiero che esibisca sfumature anche solo lievemente diverse. Dove il dubbio cede il posto all’irrevocabile certezza, la ragione partorisce mostri, zombie che perdono ogni facoltà di parola e divorano tutto ciò che é loro estraneo.

Ovunque nella storia gli integralismi abbiano preso il sopravvento, si sono prodotti effetti catastrofici, e non solo dal punto di vista religioso, ma anche politico e sociale. Nel nome della lotta a Satana i cristiani hanno bruciato giovani donne ree di avere un gatto nero; Torquemada ha torturato chiunque non volesse ammettere ciò che non aveva fatto, senza che la società reagisse; gli spagnoli hanno sterminato intere popolazioni, depredandole dell’oro e di ogni forma di ricchezza, mentre cavalieri forti della convinzione di combattere in nome di Dio hanno consumato stupri, omicidi e ogni sorta di crimini efferati, al solo scopo di scacciare l’infedele e di difendere i valori della cristianità. Ugualmente gli islamici più estremisti, affondando in una pari ignoranza le loro convinzioni più inalienabili, hanno condotto, forse di riflesso, e ancora conducono una “Guerra Santa” (la Jihad), per ridurre al silenzio tutti i nemici di Allah (che in Arabo significa semplicemente “Dio”: non è né potrebbe essere una divinità a parte, condividendo con Jahvè le stesse origini). Non va meglio quando al potere assoluto salgono certe ideologie politiche: dal comunismo sovietico dei gulag al fascismo delle camere a gas, la storia è sempre la stessa. Quando un gruppo di individui acquisisce un controllo eccessivo sugli altri, privato del contrappeso naturale dei bilanciamenti che generano spinte contrapposte che si compensano, finisce per non accontentarsi più del classico dito, ma per “prendersi tutto il braccio”, indulgendo alla tentazione di fare piazza pulita dell’avversario approfittando della sua condizione di minoranza.

Così, risulta chiaro che è proprio dall’eterna tensione delle forze di segno opposto, ovvero dalla battaglia multicolore resa possibile dalla diversità di un pensiero variegato e ricco di sfumature, laddove nessuna di queste forze prevalga con la violenza, che nasce la pace, o perlomeno la convivenza più pacifica possibile.

Magdi “Cristiano” Allam, scrivendo sul Giornale di Feltri e Sallusti, non resiste invece alla tentazione di rovesciare i valori in campo. C’era da giustificare i titoloni che attribuivano alla matrice islamica il duplice attentato di Oslo (poi risultato un’invenzione del tutto cristiana) e così, in barba a qualunque logica, Allam identifica nel progredito multiculturalismo norvegese la causa delle azioni di un pazzo intollerante, preda di una reazione allergica alla contaminazione delle razze e delle religioni. Sarebbe come individuare nell’esistenza dei bambini la giustificazione delle aberrazioni dei pedofili, oppure nell’incolpare le donne che girano senza burqa delle inquietudini e delle doverose soddisfazioni coatte degli stupratori. Non c’è che dire, una logica da vero talebano, altro che “Cristiano” Allam!

Qual è infatti la logica che guida le azioni di un integralista, islamico o meno, con o senza accenti talebani? La non accettazione della diversità. E qual è, di contro, l’essenza del cristianesimo, perlomeno nella sua forma pura? L’accettazione e l’inclusione, fino al punto da “porgere l’altra guancia” quando si è vittima di un’aggressione.

Magdi “Cristiano” Allam è dunque “tecnicamente talebano”, perché si limita a cambiare nome al credo che le sue origini gli ispirano senza modificarne la sostanza, ovvero senza rinunciare al fondamentalismo che esclude ogni forma di integrazione e di dialogo, anzi propugnandolo, nell’evidente tentativo di far retrocedere il cristianesimo di centinaia di anni, ai tempi che hanno preceduto l’illuminismo. Per questo la sua conversione è simile all’operazione bellica condotta con l’introduzione del cavallo di Troia nella mitica città assediata da Achille: penetra all’interno delle mura nemiche, renditi famigliare e poi, quando tutti dormono, resi poco circospetti dall’abitudine e dall’inganno di ritenerti uno di loro, sterminali minando nel profondo le loro convinzioni e l’origine di ogni loro valore.

Per fortuna, Magdi “Cristiano” Allam non ha la sufficiente caratura per portare a termine un’operazione tanto imponente, e questa convinzione è corroborata dagli scarsissimi risultati della sua lista alle recenti amministrative di Milano, “Io Amo L’Italia”, dove con un nome che più demagogico non si può, tentava di accaparrarsi nientedimeno che l’assessorato all’immigrazione. Come dare in mano ai Bassotti la security del deposito di Paperone.

P.s.: fategli sapere, tra l’altro, che la Norvegia non ha “profonde radici cristiane”. Al contrario, i barbari (così chiamati dai monaci amanuensi nostrani che allibivano dinanzi all’assenza di ogni sessuofobia e di una forma di scrittura ufficiale con la quale dominare ideologicamente e culturalmente le popolazioni ignoranti) adoravano divinità affatto diverse, alle quali forse, se fosse vissuto mille o duemila anni fa, Allam si sarebbe convertito come oggi si è convertito al cristianesimo. E credo, opinione personale, che in fondo gli si addicessero di più.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

11 risposte a Magdi Cristiano Allam

  • 4
    Andrea P.

    Magdi Allam in questo articolo perlomeno se è questo quello a cui si riferiva il blog http://www.ioamolitalia.com/2011/07/io-amo-litalia-condanna-la-strage-di-oslo-abbraccia-il-popolo-norvegese-e-denuncia-la-deriva-del-multiculturalismo/

    è alquanto oscuro no al razzismo no all’ideologia no al multiculturalismo? Capisco il discorso che non si può accettare qualunque ideologia sul concetto di multiculturalità ma quanto meno doveva spiegarsi meglio.

    Cioè predica tante cose in poche righe, senza farsi capire molto. Cosa c’entra tirare fuori la religione in un fatto come questo non lo capisco proprio. Si deve parlare semmai di follia, megalomania, ideologia, o magari politica occulta. Cosa c’entra Cristo con questo attentato? Nulla. Cosa c’entra il Corano? Nulla. Però si tirano sempre fuori perchè è sempre comodo attaccare delle fazioni opposte alla prima scusa. E’ il solito gioco degli intellettuali schierati, per dimostrare le proprie tesi si aggrappano a qualunque cosa. Il guaio è che chiamano in causa persone che proprio non c’entrano nulla: i cristiani e i musulmani. Quello è un assassino, non merita nemmeno il beneficio di trovargli delle motivazioni. Ma ogni scusa è buona per creare bisticci. Anche lei Sig. Messora non si lasci prendere nel cappio del ragionamento o sei di qua o sei di là. Usiamo il cervello. Nel mondo è pieno di gente che distingue le popolazioni in questi o quelli. Non commettiamo lo stesso errore. Magdi parla per se, lei parla per se, io parlo per me, e l’assassino ha agito in suo nome. Piantiamola di trovare responsabilità, radici, colpe agli altri. Il discorso siamo tutti buoni e cattivi è abbastanza banale. I Cristiani hanno 2000 anni di storia, un po’ meno i musulmani. Chissà quante cose brutte è possibile associare a queste due grandi religioni, e chissà quante cose buone. Ma l’associazione andrebbe fatta su basi storiche. Non basta dire il corano predica la violenza, o i Cristiani bruciavano le streghe. Iniziamo allora a citare il Corano, la sua versione, così come anche i passi dove la violenza si condanna. A citare i processi di stregoneria specificando qual’era la chiesa coinvolta magari, se protestante o cattolica o meglio il potere politico, e i crimini delle crociate in che periodo storico erano, da chi veramente erano commessi, da chi sono stati condannati già al tempo, a cosa servivano le crociate e a cosa reagivano. Altrimenti siamo fondamentalisti.

    GD Star Rating
    loading...
  • 3
    Paolo 2.0

    aahah, grande Claudio! Post perfetto!

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 2
    Anas E.

    Byo Blu scrive : “Allam identifica nel progredito multiculturalismo norvegese la causa delle azioni di un pazzo intollerante, preda di una reazione allergica alla contaminazione delle razze e delle religioni.”

    Avevo ragione quando l’avevo battezzato “Magdi BORGHESIO Allam”

    l’europarlamentare leghista Mario Borghezio. “L’ideologia della società aperta crea mostri – dice ai microfoni della Zanzara su Radio 24 -. Il killer Breivik è il risultato di questa società aperta, multirazziale, direi orwelliana”

    Byo Blu dice :

    Magdi “Cristiano” Allam è dunque “tecnicamente talebano”, perché si limita a cambiare nome al credo che le sue origini gli ispirano senza modificarne la sostanza, ovvero senza rinunciare al fondamentalismo che esclude ogni forma di integrazione e di dialogo, anzi propugnandolo, nell’evidente tentativo di far retrocedere il cristianesimo di centinaia di anni, ai tempi che hanno preceduto l’illuminismo.Per questo la sua conversione è simile all’operazione bellica condotta con l’introduzione del cavallo di t**ia nella mitica città assediata da Achille: penetra all’interno delle mura nemiche, renditi famigliare e poi, quando tutti dormono, resi poco circospetti dall’abitudine e dall’inganno di ritenerti uno di loro, sterminali minando nel profondo le loro convinzioni e l’origine di ogni loro valore.

    Per fortuna, Magdi “Cristiano” Allam non ha la sufficiente caratura per portare a termine un’operazione tanto imponente

    Claudio ! Scusami, ma dobbiamo chiarire una cosa. Siamo tutti daccordo sul fatto che Magdi Allam col suo comportamento e le sue posizioni NUOCE alla fede Cristiana, Però nel paragrafo che ho copiato sopra è come se tu lo facessi passare per un “Martire” una specie di agente undercover ,un infiltrato Musulmano che si è convertito nel Cristianesimo solo per distruggere il Cristianesimo. No Claudio ! bisogna SPECIFICARE che lui ODIA l’Islam e i Musulmani e che si è convertito per convinzione. Non mi sembra tanto GIUSTO  da parte tua quando citi la parola “le sue origini” (Uno pensa automaticamente alle sue origini Egizitto, Arabo, Islam) Sarebbe stato più LEALE dire non so “la sua personalità, le sue convinzioni…” Qualcosa di personale, di proprio suo.

    Un’altra cosa mi avrebbe fatto piacere che tu confrontassi o due BUONI Praticanti Musulmano / Cristiano o due fonadamentalisti Musulmano/Cristiano.

    Byo Blu Scrive :

    Qual è infatti la logica che guida le azioni di un integralista, islamico o meno, con o senza accenti talebani? La non accettazione della diversità. E qual è, di contro, l’essenza del cristianesimo, perlomeno nella sua forma pura? L’accettazione e l’inclusione, fino al punto da “porgere l’altra guancia” quando si è vittima di un’aggressione.”

    Citando per primo un “Diavolo ” Musulmano e poi dopo un “Agnello” Cristiano, aggiungendo solo ” perlomeno nella sua forma pura” Non è che pareggia tanto le cose.

    GD Star Rating
    loading...
    • 2.1

      Beh, ANAS, perdonami ma “porgi l’altra guancia” non credo sia un invito comune ad altre religioni, e le parole “musulmano o meno” sono precedute da “integralista”, il che non pone l’accento su “musulmano”, che é citato, come osservi, solo perché qui l’immagine che passa è spesso quella, e dunque porre l’accento su “integralista” serve anzi a scindere i due aspetti. Tra l’altro che il fondamentalismo è una iattura a se stante credo di averlo chiarito elencando lungamente gli orrori prodotti dal cristianesimo, cosa che non ho fatto per l’islamismo, dunque se vuoi proprio andare ai punti, credo che il cristianesimo possa recriminare. ;)Lo stesso dicasi per le sue origini, dove dico “gli ispirano”, intendendo che è l’interpretazione che lui ne dà il soggetto, e non le origini in sé. ANAS, occhio a non personalizzare il concetto generico, se no si incorre nell’errore di leggere tutto in una chiave di attacco pro o contro questa o quella religione, magari perché si è coinvolti a livello individuale, e non è proprio lo spirito del post.

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.2
      Anas E.

      O. T.

      “Porgere l’altra guancia” Versione Musulmana :

      125 Chiama al sentiero del tuo Signore con la saggezza e la buona parola e discuti con loro nella maniera migliore. In verità il tuo Signore conosce meglio [di ogni altro] chi si allontana dal Suo sentiero e conosce meglio [di ogni altro] coloro che sono ben guidati.

      126 Se punite, fatelo nella misura del torto subito. Se sopporterete con pazienza, ciò sarà [ancora] meglio per coloro che sono stati pazienti.

      127 Sii paziente! La tua pazienza [non viene da altri] se non da Allah. Non ti affliggere per loro e non farti angosciare dalle loro trame.

      128 In verità Allah è con coloro che Lo temono e con coloro che fanno il bene.

      Corano – Sura XVI An-Nahl (Le Api) Versetti 125…128

      Il concetto del “porgere l’altra guancia” esiste in tutte le religioni, solo che ad alcuni non conviene perche vuol dire accettare l’altro, perdonarlo…Purtroppo Ad alcuni di solito sono quelli che comandano)

      non conviene convivere in pace !

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.3

      Anas, premetto che non credo che una religione sia piú sbagliata o piú giusta di un’altra, ma che siano gli uomini a storpiarla per giustificare i più orrendi crimini. Premetto che sono cresciuto in un clima familiare multiculturale e ho degli zii e dei cugini musulmani, quindi so per esperienza diretta cosa significa praticare un islamismo moderato e ne conosco e ne apprezzo le tradizioni e molti rituali. Ció detto, credo che ci sia una bella differenza tra consigliare di avere pazienza e comandare addirittura di farsi menare una seconda volta! ;)Ciò detto, non ritengo l’islam una religione che, nelle dure, istiga alla violenza, anzi, stimolando esplicitamente nel Corano a compiere molti gesti di carità, a fare tanta beneficenza e ad essere generosi. É solo la sua strumentalizzazione che può farlo interpretare in questo modo.

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.4

      “dure” = “sure”. Il correttore dell’iPad è insidiosissimo.

      GD Star Rating
      loading...
    • 2.5
      Anas E.

      Ok ! Pace & bene ;)

      GD Star Rating
      loading...
  • 1
    Roberta-Sydney

    Da atea convinta (sono un’atea talebana? ahahah) non capisco assolutamente chi nasconde le proprie paure dietro a qualsiasi religione.

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 1.1
    Anas E.

    Complimenti !!!

    GD Star Rating
    loading...

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Seguimi
facebook twitter google+ streamit youtube tzetze oknotizie rss
tasto_newsletter
TU, SU BYOBLU

Rai organo di partito?

Buongiorno, ti scrivo per denunciare come il canale RAINEWS (canale pubblico) sia completamente dedicato e asservito al PD e suoi satelliti di governo. RAINEWS concede continuamente spazi a Berlusconi replicando le sue interviste in giro spacciate per le altre televisioni, ospita giornalisti Italiani ed esteri dichiaratamente schierati suposizioni pro BCE,...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati