La terza guerra mondiale della Merkel

 

Nel teatrino della consegna della letterina di Babbo Natale di Silvio Berlusconi al vertice dei 17 capi di stato dell’Eurogruppo, c’è una frase della Merkel che è passata abbondantemente sotto traccia: “Se cade l’euro cade l’Europa. Nessuno prenda per garantiti altri 50 anni di pace in Europa“. E Nicolas Sarkozy ci è andato giù ancora più pesante: “L’Europa è il continente che ha conosciuto le guerre più barbare al mondo, e non sono accadute nel Medioevo, ma nel XX secolo, per ben due volte. […] Lasciare distruggere l’euro è prendersi il rischio di distruggere l’Europa. Colore che vogliono distruggere l’euro si assumeranno la responsabilità di riaccendere i conflitti nel nostro continente“.

In effetti, è pacifico che questa area del mondo stia vivendo un’epoca priva di conflitti armati che è sicuramente la più lunga in tutta la nostra storia. L’altro giorno, dopo i risolini della Merkel e di Sarkozy destinati a Silvio Berlusconi, scrivevo: “ci sono guerre che sono iniziate per molto meno“. La frase di ieri, pronunciata dal cancelliere tedesco, getta una luce sinistra sulla riapertura della scatola del Risiko.

 

Francia Spagna Italia Giappone Usa Uk Germania Irlanda Pgl
Usa 322 163 796 345 324 1
Francia 22
Giappone 8
Germania 54 111 88
Italia 366 10 39 3 26
Spagna 118 26 58 6
Grecia 54 1 3 1 3 1 19 0,3 10
Portogallo 18 62 1 2 19 33
Tab. 1: Nelle righe i paesi debitori. Nelle colonne i paesi creditori e gli importi in mld $

 

Se i cosiddetti pigs vanno in default, gli investimenti dei paesi creditori vanno in fumo. Come si può vedere dalla tabella 1, non si tratta propriamente di quattro spiccioli, né ci vuole una fantasia eccessivamente fervida per immaginare tutti i possibili modi di recuperare i soldi.  La storia insegna che le grandi crisi non hanno mai portato nulla di buono. Le tensioni recenti tra gli Stati sovrani e la formazione di un solido asse franco – tedesco, con l’inconsueta esacerbazione dei toni al di fuori di ogni formula diplomatica, non serve certo a sedare i timori.

Uno scenario di risoluzione militare dei conflitti economici è ancora di là da venire ma, volendo dare alle parole della Merkel il significato peggiore che vi si può attribuire, è utile fare una classifica sommaria della spesa militare di alcuni degli stati interessati più da vicino alla nostra crisi del debito sovrano.

 

Stato Spesa %Pil pro capite
Usa 698.105.000.000 4,70% 2.653,00
Cina 114.000.000.000 2,20% 75
Francia 61.285.000.000 2,50% 977
Uk 57.424.000.000 2,70% 940
Russia 52.586.000.000 4,30% 430
Giappone 51.420.000.000 1,00% 401
Germania 46.848.000.000 1,40% 558
Italia 38.303.000.000 1,80% 593
Spagna 25.507.470.000 1,10% 398
Grecia 10.398.498.000 3,20% 1.230
Portogallo 3.825.843.000 2,10%
Tab. 2: Nelle righe i paesi. Nelle colonne la loro spesa militare, espressa in $

A questo punto, stanti i rapporti di forza e gli interessi in gioco, siamo pronti a immaginare cosa potrebbe succedere se le cose non si sistemano in fretta e se la Merkel stesse veramente alludendo a uno scenario di guerra.

La Francia, che è il terzo paese per spesa militare e che ha prestato una valanga di soldi a Roma e a Madrid, invaderebbe l’Italia e la Spagna. Gli Stati Uniti no perché son grossi. Siccome la Germania deve alla Francia “solo” 54 miliardi, per saldare il suo debito aiuterebbe la Francia nella sua campagna di invasione. Così la Merkel eviterebbe anche di restituire i 111 miliardi che ci deve. E poi, già che ci sono, cadrebbero in sequenza anche il Portogallo e forse anche la Grecia. L’Inghilterra potrebbe decidere di dare una mano, visto che le stanno a cuore i 22 miliardi prestati a Sarkozy e i 26 che le dobbiamo noi. E siccome ne vuole anche 345 dagli Stati Uniti, questi non metterebbero becco, per non inimicarsi la regina. Ma anche per non infastidere Parigi che tutto sommato vuole da Washington oltre 300 miliardi. Anzi, potrebbero anche dare un aiutino, casomai servisse. Il Giappone, essendo esposto più del doppio con la Germania che non con l’Italia (e dovendo 8 miliardi alla Francia) resterebbe a guardare. Tanto più che il suo esercito ha una maggiore inclinazione alla difesa e non è molto bravo ad aggredire. La Cina, che detiene saldamente il debito pubblico degli Stati Uniti, pur avendo l’esercito più popoloso del mondo potrebbe risolversi a non mettere a rischio i suoi crediti e a lasciar fare.

L’incognita è la Russia. Che farà Putin, dopo aver condiviso il lettone con il suo compare di Arcore? Ci lascerà invadere così facilmente? In fin dei conti, è quello che ha fatto Silvio con il suo amico Muammar. Anzi, ha pure dato una mano. Oppure, visto che ha molti interessi economici incrociati con l’Italia, a cominciare da quelli energetici, potrebbe decidere di aiutarci (certo, a quel punto né gli Stati Uniti nè la Cina resterebbero affacciati alla finestra)?

Insomma, vuoi vedere che alla fine saranno proprio i comunisti a salvare Berlusconi?

Fonti


Classifica dei paesi per spesa militare
Costo pro capite rispetto alla spesa militare
Dettaglio delle potenze militari
Calcolo dei debiti incrociati

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

36 risposte a La terza guerra mondiale della Merkel

  • Pingback: Ecco chi è in realtà lo speculatore George Soros, arruolato dai “Radicali” come loro “filantropo”. Gli tzunani della moralità | Escogitur.it

  • 20
    Alerighini

    alla luce di tutto questo, posso fare una domanda? secondo voi noi siamo o stiamo diventando uno stato satellite ? e se si , russo o cinese?

     

    • 20.1
      luigiduca

      C’è da dire che da quando gli stati europei hanno via via “abdicato” alla coscrizione obbligatoria, le componenti di qualità degli eserciti sono ridotte un po’ dappertutto.

      In realtà non credo che il conflitto sarebbe tra Francia e Italia o Spagna quanto tra un blocco UK/USA (e accoliti) ed Europa continentale (con alle spalle la Russia). Probabilmente ci sarebbe un’inedita alleanza “franco-prussiana” con i mediterranei sparsi un po’ di quà un po’ di là…

      Ma in realtà non credo che ci sarà (ancora) un conflitto armato: piuttosto credo che le tensioni si sfogheranno all’esterno (siria, iran e quant’altro)

    • 20.2
      luigiduca

      Scusa se te lo dico ma la domanda rivela una certa ingenuità… Noi non stiamo diventando uno stato satellite: noi siamo sempre stato uno stato satellite! I Savoia hanno negoziato la riunificazione con l’Inghilterra e in ultima analisi hanno sempre risposto a loro del loro operato. Duole dirlo, perchè io mi sento di sinistra, ma l’unico momento in cui abbiamo avuto una parvenza di autonomia è stato durante il ventennio e l’abbiamo pagata carissima. L’ultimo vero atto di sovranità nazionale precedente al ventennio è stato fatooda Ferdinando di Borbone con la questione dello zolfo, peraltro perdendo nella diatriba e pagandola carissima (per fortuna morì poco prima e non vide ciò che toccò di lì a poco a suo figlio. Dopo la seconda guerra mondiale non stiamo neanche a parlarne… e dopo la caduta del muro, in definitiva nemmeno. Anche Berlusconi, che adesso che per salvarsi dalla galera si mette di traverso a tutto e tutti dando l’impressione di voler agire autonomamente, in realtà è servo inside e fin quando non è diventato socialmente del tutto impresentabile, ha passato tutto il temp oa scondinzolare a pancia all’aria sullo zerbino della casa bianca, poi per salvarsi si è rintanato nella dacia, poi ha baciato le mani e quindi accoltellato alle spalle rendendosi inviso a tutti, senza ormai alcuna eccezione e quindi ormai sta asserragliato a palazzo chigi cercando di far passare l’idea che il mondo ce l’ha con noi mentre in realtà ce l’ha con lui… Se si gioca bene le sue carte, comunque, questo potrebbe essere il secolo cinese, e saremmo in ottima compagnia ad orbitare intorno al dragone, altrimenti ci sono altrettanto buone probabilità che si regolino i conti tra continente europeo e potenza insulare, e alla fine potremmo finire nell’orbita della Russia (o viceversa se l’Europa si da una svegliata).

  • 19
    CAMERATA GRAFFIGNONE

    PIU’ CHE UN CONFLITTO TRA I PAESI EUROPEI,IO IPOTIZZEREI CHE LA TERZA GUERRA MONDIALE SCOPPIERA’ QUANDO USA,GB ED ISRAELE ATTACCHERANNO L’IRAN PER IMPEDIRLE DI FARSI LE BOMBE ATOMICHE.ALLORA CINA E RUSSIA INTERVERRANNO A FIANCO DEI PERSIANI ED IL CONFLITTO DIVENTERA’ MONDIALE!

  • 18

    Bellissimo post…

    tra l’altro m’hai messo voglia di rispolverare lo scatolone del risiko…dato che coi freddi e con dicembre che s’avvicina s’avvicinano pure le sere da passare a giocare a carte e coi giochi di società..

    Scherzo….anzi, sdrammatizzo

    Comunque…speriamo che i carrarmati rimangano solo sul tabellone di cartone.

    E penso all’Islanda, con fraterna invidia.

    Ciao cla

     

  • 17
    Stratega

    Spero il tuo scenario non si realizzi, anche perchè gli eserciti invasori rischierebbero una sorpresa…

    http://it.wikipedia.org/wiki/Condivisione_nucleare

    Ennesima beffa all’ italiana. Uso e non pago! :-D

    Stratega

    • 17.1
      claudiorossi

      ….peccato che per attivare gli ordigni nucleari lasciati “in condivisione” sul nostro territorio per mera comodita’, servano dei codici di innesco che gli USA non ci daranno mai…..

  • 16
    Saverio

    Non mi riesce difficile credere che sia vero, però non sono riuscito a trovare da nessuna parte che la Merkel abbia pronunciato queste parole… Come fate a saperlo?

  • 15
    luigiduca

    Dal link che hai messo al blog di Le Monde con la dichiarazione di Sarkozy, e considerando l’amore di Cameron e degli USA per l’Euro, che danno pe rspacciato un giorno sì e l’altro pure mentre le loro monete non valgono più la carta su cui sono stampate, si profilerebbe un asse franco-tedesco, quindi continentale… Se il duo al comando riuscisse ad essere meno pomposamente arrogante, si potrebbe compattare un serio “blocco continentale” che potrebbe far passare la voglia a USA e UK e sia mai ci affrancassimo finalmente dalla sudditanza verso Washington (che non significa necesariamente diventare nemici, ma avere un rapporto più paritetico)

  • 14
    raffguisc

    Articolo provocatorio, certo, ma veramente interessante. Non sapevo che se tutti gli eserciti del mondo svanissero in un secondo, basterebbero pochissimi anni a ripianare tutti i debiti! Cerchiamo nel mondo altre forme di vita intelligenti, in realtà cerchiamo LE forme di vita intelligenti!

  • 13
    Paolo 2.0

    bah…

  • 12
    luis

    Se questa crisi fosse il preludio di una guerra mondiale come potremmo fare a farmarla? Sono sicuro che la crisi globale è pianificata, se scoppierà un conflitto mondiale anch’esso sarà stato pianificato.

    Secondo me con l’avvento della globalizzazione la nozione di nazione è utile a compartimentare la popolazione mondiale in diversi territori con diverse usanze e culture e dove si parlano lingue diverse, ma le nazioni come entità politiche indipendenti non esistono più. In altre parole in un’era globalizzata le nazioni, nonstante l’abbattimento delle frontiere, servono per dividere le genti(dividi et impera), mentre il potere costituito si è ormai unificato in un’unità sovrannazionale.

    Quindi oggi non si possono applicare i concetti della seconda guerra mondiale su un eventuale conflitto, questo lo farebbe eventualmente la propaganda, ma non sarebbe credibile (almeno per me), invece le cause e gli intenti di un eventuale guerra sarebbero ben diversi da quelli che la logica da seconda guerra mondiale ci farebbe immaginare.

    Spero che la guerra non sia l’intento di quei potenti, spero che, se proprio hanno intenzione di rafforzare il loro controllo, lo facciano con soluzioni il meno cruente possibili.

  • 11
    M

    Purtroppo le cose non sono così aleatorie ed astratte come potrebbero sembrare.

    E’ un dato di fatto che in caso di collasso della moneta unica si dovrebbe ritornare ad una moneta "nazionale" gestita dalla Banca d’Italia. La questione è che NON è affatto certa la "sottomissione" di talune regioni del paese al ritorno del precedente novecentesco status quo. Tale effetto è visibile nella storiografia di molte nazioni del passato e può essere parafrasato nel cosidetto "effetto Yugoslavia". L’Italia non ne è assolutamente immune e non mi sto riferendo al fenomeno leghista. I veri problemi si paleserebbero innanzitutto in Alto Adige e nel triveneto che potrebbero essere attirati nell’orbita tedesca (così come la Slovenia); nella Valle D’Aosta e nelle provincie confinanti con la Svizzera; in Sicilia ed in Sardegna.

    Ricordo che il fenomeno del "separatismo" periferico è stato sopito con la strategia dell’autonomia regionale ed un notevole trasferimento di denaro dal centro (Roma) verso la periferia. Si chiama cooptazione economica. In regime di austerità ciò non sarebbe più possibile e gli effetti sarebbero dirompenti con l’unico effetto di far saltare gli equilibri instaurati negli ultimi 60 anni.

    Per quanto assurdo può sembrare, una uscita dall’euro ora sarebbe molto meno pericoloso di un forzoso ritorno alla lira in uno scenario post-collasso.

  • 10
    Paolo 2.0

    ecco perché hanno comprato quei 150 bombardieri nuovi…

  • 9
    EC-2

    Avevo spento il PC per andarmene finalmente a mangiare in santa pace ma questo post ha ha scatenato una tale valanga di pensieri, ovviamente negativi, nella mia testa che son dovuto tornare indietro tanto era il frastuono d’idee che sentivo! Innanzitutto la Merkel che fa una dichiarazione del genere, chiaramente intimidatoria, sarebbe da riportare a caratteri cubitali sulle prime di tutti i giornali di domattina. Perchè? Perchè così -FORSE- la gente, invece che occuparsi il cervello e blaterare inutilmente sulle ennesime, noiose e stantie balle di Berlusconi “Le Merkel si è scusata” etc…, si concentrerebbe un attimo di più su COSA è l’Europa veramente. La frase della cancelliera tedesca è INEQUIVOCABILE e lo spiega con una esattezza che solo teutonica poteva essere. Inizia infatti così, “se cade l’EURO…“, attenzione, non “Se la libertà dell’individuo verrà minacciata…”, non “Se la dignità della persona non sarà garantita…”, NOOOOO, non principi universali ma S-O-L-D-I. “Se ci metterete in difficoltà coi soldi che ci dovete e che ci servono, vi distruggeremo“. Questo è il potere delle banche e della BCE sulla stessa Merkel: la cancelliera ha una paura fottuta e dico FOTTUTA che l’Euro cada perchè il sistema dello stato a moneta sovrana pre-Euro non esiste più e quindi nessuna delle Nazioni che fanno parte dell’Unione può più produrre moneta per finanziare la propria spesa. L’EURO è della Banca Centrale Europea e non appartiene a nessuna delle Nazioni della UE. Quindi Merkel sa benissimo che se l’Italia NON rifonde i debiti che la Germania detiene, la Germania stessa, non potendo approvviggionarsi altrimenti di soldi per la propria spesa, è FOTTUTA. E se noi NON gli diamo i soldi, loro se li verranno a prendere. Paolo Barnard, che reputo un vero giornalista con le contro-palle, questi concetti li sta spiegando molto bene. Gli articoli, in linguaggio chiaro ed immediatamente comprensibile, li trovate qui e meritano approfondimento, considerazione e discussione, soprattutto in un momento come questo. Barnard li sta pubblicando, a puntate, proprio in questi giorni, per informare. E a proposito d’informazione, è davvero il caso di dire “Se non ora, quando?”. Claudio, contatta Barnard, approfondisci e pubblica qualcosa sul Fatto. Insomma, è vitale che più gente possibile inizi ad acquisire spirito critico su come davvero stanno le cose: Barnard non è perfetto, non è infallibile ma è un ottimo, soprattutto obiettivo, punto di partenza.

    • 9.1
      ehrliche

      Non riesco a trovare la fonte della frase della cancelliera Merkel? Qualcuno ce l’ha? Parlo tedesco. Grazie

  • 8
    Anas E.

    Se cade l’euro cade l’Europa. Nessuno prenda per garantiti altri 50 anni di pace in Europa”.

    Le guerre si fanno per motivi geopolitici, per approppriarsi del petrolio e per avere la facoltà di essere i soli a controllare le rimanenti riserve ( visto che il picco di Hubert è stato già raggiunto), nel futuro si faranno per appropriarsi dell’acqua potabile. Questo lo sà la Merkel e lo sanno tutti. Non le faranno mai per farsi restituire un debito. Quello a cui assistiamo è solo una sceneggiata dettata dalle banche e dai lobbysti finanzieri per mettere sui binari l’INDISCIPLINATA Italia.

    la forza dell’europa è nella sua unione, ciò che non conviene nè agli USA, nè alla Cina e la Merkel e tutti quanti lo sanno benissimo. Non ci sarà nessuna guerra tra i paesi Europei, la terza guerra mondiale sarà una guerra per la SOPRAVVIVENZA, quella che si farà per l’ACQUA !

    Potete dormire tranquilli, il cattivone Messora vi ha fatto un brutto scherzo  ;)

    P.s.: Perchè non vedo la Cina sulla colonna nella TAB. 1 ???

  • 7
    luigiduca

    Scusate, doveva essere una risposta a Ronnie più sopra

    luigiduca ha scritto :
    “Ronnie ha scritto :
    A prescindere che l’Italia, dopo la cessata protezione degli USA, è conciata davvero male a livello esercito (praticamente non c’è. 20-30mila uomini in tutto veramente addestrati, visto che è ridotta a Stato di polizia), quanti italiani pensi che si schiererebbero per il nostro tricolore? Senza voler fare del sarcasmo o dell’ironia spicciola a mo’ del ns governante, credo che la maggior parte degli italiani davvero onesti, accoglierebbe “chiunque” come un esercito di liberazione. ma perchè è sempre stato così, fin dalla notte dei tempi, per gli italioti. Come alludeva qualcuno, forse perchè non siamo mai stati un vero popolo.   Ps Comunque complimenti a tutti per la pacatezza e l’intelligenza con cui tutti discutono di un argomento così delicato senza insultare, o buttandola su personale politico, o vomitando parolacce. quasi non mi sembra vero! Grande lavoro Byoblu.

  • 6
    EC2

    In relazione agli articoli che esemplificano i concetti spiegati ne “Il più grande crimine” di Paolo Barnard, avevo dimenticato di inserire i link alle puntate dell’edizione “for dummies” (me per primo).

    Parte 1a

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9179&mode=thread&order=0&thold=0

    Parte 2a

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9186

    Parti 3a e 4a

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9200

    Parti 5a e 6a

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9217

     

    Ed ora un link che credo troverete di un interesse estremo e che OVVIAMENTE i nostri media non trattano, così come volutamente ignorano ciò che è accaduto e sta accadendo in Islanda. Si tratta comunque, in entrambi i casi, di movimenti di persone contro il sistema bancario (FED e BCE) che sta consumando il mondo.

    E’ tutto vero, guardatevi il video. A me la cosa fa da un lato un piacere indescrivibile ma dall’altro mi angoscia perché siamo finiti davvero male e sarà sempre peggio. Basta una scintilla.

    http://www.abovetopsecret.com/forum/thread769019/pg1

  • 5
    Claudio.farna

    EC-2 ha scritto :
    Avevo spento il PC per andarmene finalmente a mangiare in santa pace ma questo post ha ha scatenato una tale valanga di pensieri, ovviamente negativi, nella mia testa che son dovuto tornare indietro tanto era il frastuono d’idee che sentivo! Innanzitutto la Merkel che fa una dichiarazione del genere, chiaramente intimidatoria, sarebbe da riportare a caratteri cubitali sulle prime di tutti i giornali di domattina. Perchè? Perchè così -FORSE- la gente, invece che occuparsi il cervello e blaterare inutilmente sulle ennesime, noiose e stantie balle di Berlusconi “Le Merkel si è scusata” etc…, si concentrerebbe un attimo di più su COSA è l’Europa veramente. La frase della cancelliera tedesca è INEQUIVOCABILE e lo spiega con una esattezza che solo teutonica poteva essere. Inizia infatti così, “se cade l’EURO…”, attenzione, non “Se la libertà dell’individuo verrà minacciata…”, non “Se la dignità della persona non sarà garantita…”, NOOOOO, non principi universali ma S-O-L-D-I. “Se ci metterete in difficoltà coi soldi che ci dovete e che ci servono, vi distruggeremo”. Questo è il potere delle banche e della BCE sulla stessa Merkel: la cancelliera ha una paura fottuta e dico FOTTUTA che l’Euro cada perchè il sistema dello stato a moneta sovrana pre-Euro non esiste più e quindi nessuna delle Nazioni che fanno parte dell’Unione può più produrre moneta per finanziare la propria spesa. L’EURO è della Banca Centrale Europea e non appartiene a nessuna delle Nazioni della UE. Quindi Merkel sa benissimo che se l’Italia NON rifonde i debiti che la Germania detiene, la Germania stessa, non potendo approvviggionarsi altrimenti di soldi per la propria spesa, è FOTTUTA. E se noi NON gli diamo i soldi, loro se li verranno a prendere. Paolo Barnard, che reputo un vero giornalista con le contro-palle, questi concetti li sta spiegando molto bene. Gli articoli, in linguaggio chiaro ed immediatamente comprensibile, li trovate qui e meritano approfondimento, considerazione e discussione, soprattutto in un momento come questo. Barnard li sta pubblicando, a puntate, proprio in questi giorni, per informare. E a proposito d’informazione, è davvero il caso di dire “Se non ora, quando?”. Claudio, contatta Barnard, approfondisci e pubblica qualcosa sul Fatto. Insomma, è vitale che più gente possibile inizi ad acquisire spirito critico su come davvero stanno le cose: Barnard non è perfetto, non è infallibile ma è un ottimo, soprattutto obiettivo, punto di partenza.

     

     

    Quanta ragione hai, seguo Barnard da molto e davvero dovremmo far girare il più possibile ciò che ha lasciato e rendere consapevoli sempre più persone.

    Ma sono certo che Claudio troverà il tempo per approfondire sulla cosa…( sennò gli tiro gli orecchi).  :P

     

    P.S  Claudiooooooo  quel manoscritto che ho stampato  (il più grande crimine…visibile  anche qui http://www.paolobarnard.info/docs/Il_Piu_Grande_Crimine.pdf )e  che ti ho dato a mano lo hai ancora vero!?!??!

     

  • 4
    luigiduca

    Facendo finta di giocare a Risiko, non darei così per scontata la posizione della Germania: Sarkò mastica amaro perchènon è riuscito a far passare l’EFSF come banca (è stato bloccato dalla Merkel) e la Merkel più dei 211 miliardi non ci mette.

    Inoltre Sarkò già qualche giorno fa ha perso la pazienza con Cameron è ha evocato scenari di “conflitto” dicendo ceh chi farà cadere l’euro e l’UE si assumerà la responsabilità della riaccensione di conflitti all’interno dell’Europa.

    Se saltano le banche francesi (e anche se la DB non è messa bene, saltano prima le francesi) con quali soldi farebbero la guerra? Invece l’Italia potrebbe “comprare” l’alleanza tedesca in cambio della cancellazione del credito di 111 miliardi contro i 54 che può offrire la Francia: certo non ci siamo dimostradi alleati molto affidabili in passato, ma per i tedeschi è sempre stato più facile sconfiggere i francesi che gli italiani.

    Inoltre vedo problematico per la Francia aggredire contemporaneamente Italia e Spagna (immagino che ambedue sappiano che sarebbero i successivi in lista, quindi credo che nessuno dei due starebbe fermo se la Francia aggredisse l’altro).

    Insomma, sempre pensandoc he stiamo giocando a Risiko, direi che ci sono tali e tante situazioni di blocco incrociato che ancora non convenga a nessuno farsi la guerra… certo se si trovasse un terzo bersaglio comune…

    • 4.1
      Ronnie

      A prescindere che l’Italia, dopo la cessata protezione degli USA, è conciata davvero male a livello esercito (praticamente non c’è. 20-30mila uomini in tutto veramente addestrati, visto che è ridotta a Stato di polizia), quanti italiani pensi che si schiererebbero per il nostro tricolore? Senza voler fare del sarcasmo o dell’ironia spicciola a mo’ del ns governante, credo che la maggior parte degli italiani davvero onesti, accoglierebbe “chiunque” come un esercito di liberazione. ma perchè è sempre stato così, fin dalla notte dei tempi, per gli italioti. Come alludeva qualcuno, forse perchè non siamo mai stati un vero popolo.

       

      Ps Comunque complimenti a tutti per la pacatezza e l’intelligenza con cui tutti discutono di un argomento così delicato senza insultare, o buttandola su personale politico, o vomitando parolacce. quasi non mi sembra vero! Grande lavoro Byoblu.

  • 3
    Un cittadino preoccupato

    Personalmente penso che si dovrebbe tornare tutti con i piedi per terra:

    sicuramente le parole della Merkel e di Sarkosy sono forti, ed interpretate in senso minaccioso, anche preoccupanti, ma tra gli stati europei (e non solo) vi sono comunque oltre 60 anni di trattati che confliggerebbero con uno scenario di questo tipo (primo fra tutti la NATO), quindi va bene scrivere articoli con toni allarmistici se ciò serve a dare una scossa e svegliarsi, ma questo scenario di guerra, a breve termine (5 – 15 anni), è assolutamente impossibile. Inoltre stiamo parlando di stati costituzionali democratici, che nell’imbarcarsi in “un’avventura” militare europea, oggi, dovrebbero affrontare anche i malumori del proprio elettorato.

    Che poi vi siano pressioni nei confronti dell’Italia per attuare un certo tipo di misure e riforme economiche non c’è dubbio, ma cerchiamo di non farla più tragica di quello che è.

    Ovviamente nel lungo periodo (20 – 30 anni) il discorso cambia, ma è talmente di là da venire che tentare di fare previsioni in questo senso, per un comune cittadino, è praticamente impossibile. Troppe cose possono cambiare in 30 anni, l’attendibilità di qualunque tipo di previsione sarebbe veramente risibile.

    Detto questo, militarmente siamo talmente dipendenti dagli USA che un (estremamente) ipotetico scenario di guerra, con le forze in campo attuali, senza un supporto americano, ci vedrebbe sconfitti nell’ordine di giorni, non di settimane.

    C’è da dire però che il disprezzato (in qualche post precedente) “voltagabbanismo” italiano, nella storia, non ci avrà portato simpatie, e non ci ha aiutato ad imporre scelte che tutelassero interessi “italiani” (ma poi di quali italiani? del comune cittadino o di agnelli et similia), li dove andavano in conflitto con interessi di paesi “alleati” e non, ma talvolta ha limitato talvolta danni ben maggiori (come il finire dalla parte “giusta” pur perdendo una guerra) che in fin dei conti hanno risparmiato sofferenze ben maggiori alla popolazione.

    Perchè alla fine della fiera di questo si tratta, del cercare di garantire la vita migliore possibile al comune cittadino, e l’andare a morire su qualche passo alpino in nome degli interessi di qualche banca o della “FIAT” di turno non è il massimo dell’aspirazione in questo senso.

    E questo non è un invito o un augurio a rimanere uno stato satellite, ma solo a chiedersi se, ponendo il caso in cui non lo fossimo più, gli interessi di chi, la classe dirigente di questo stato “non più satellite”, con le proprie scelte, sarebbe più propensa a tutelare.

  • 2
    Luca Colombi

    Sono un lettore saltuario di questo interessante sito. Leggo questo post a molti mesi di distanza seguendo un link di Megachip.

    Mi pare tutto ragionevole, ma al tempo stesso campato un po’ per aria. Certo la Merkel è andata giù pesante, ma lo scenario descritto non ha per ora molti riscontri oggettivi. Mi sembra un po’ approssimativa la descrizione delle strategie militari: andrebbe per lo meno immaginato come creare una “strategia della tensione” europea che porti alla guerra, dato che, nonostante tutto, un pretesto formale ci vuole pure. Al momento non vedo una arciduca Ferdinando da assasinare. Se la Grecia esce dall’Euro, a quale pretesto dovrebbe attaccarsi la Germania?

    In secondo luogo, non mi è affatto chiaro il significato della prima tabella. Mi risulta che siano i tadeschi ad essere creditori nei nostri confronti, sia sul piano della blancia commerciale, sia perché le banche tedesche hanni in pancia nostri titoli di stato. Non è così? La tabella (che non cita le fonti delle cifre) mi sarebbe poco chiara anche se fosse riferita agli investimenti diretti esteri (IDE). A cosa corripondono i 111 miliardi che la Merkel (sic) ci dovrebbe?

    Grazie,

    LC

    • 2.1

      È un conto che ha fatto The Guardian un po’ di tempo fa, e che avevo linkato già. Mostra i debiti e i crediti veri, cioè quelli che risultano dopo avere bilanciato i vari dare avere che ogni stato deve all’altro, in un gioco di debiti incrociati.

  • 1
    TheResearcher80

    Non lo so, ma l’impressione è che ti sia spinto un po’ troppo al di là: male che vada, se l’€ cade, ogni paese tornerà alla sua moneta e soltanto se gli astii continueranno ci potrebbero essere avvisaglie di conflitti. Certamente se ogni paese abbandonerà l’€, i suoi debiti non graveranno sull’Europa come lo fanno ora che c’è in ballo una moneta unica, oltre che un governo Europeo, né tanto meno ci sarà necessità per gli altri Stati Europei di correre in soccorso per evitare di affondare insieme. Il ricorso alle armi da parte dei paesi europei non sarà neppure tanto scontato perché se nel frattempo la crisi avrà messo in difficolta anche Stati come la Germania e la Francia, immagino che avranno qualcosa di meglio da fare piuttosto che dichiararsi guerra senza avere i fondi necessari per degli armamenti che possano dare garanzie di durata e forza. Piuttosto se di guerra si potrebbe parlare, ad aspettarla non saranno mica gli Stati Europei, quanto quei paesi come Cina e paesi orientali, dove invece c’è un boom economico che potrebbe tranquillamente permettergli di armarsi fino ai denti, per estendere definitivamente un dominio che già ora sembra essere più che evidente (e non escluderei neppure la Russia dall’allegra combriccola). Anzi, proprio perché c’è qualcuno che potrebbe essere più forte dell’Europa messa insieme, gli Stati Europei farebbero bene ad abbassare la testa e trovare il modo di risalire la china da una crisi che richiede tanto sacrificio ed umiltà. Questo per non dire che diventeremo i nuovi cinesi, anche se ormai poco ci manca.

  • 0

    il giorno che ci invaderanno io ringrazierò l’invasore: finalmente in Italia arriverà qualcuno capace di mettere il m**daio in riga.

    da secoli abbiamo avuto bisogno di: arabi per le coltivazioni che ora la Sicilia esporta, tedeschi per mettere in piedi uno straccio di governo feudale, normanni per dare un po’ di giustizia al meridione, francesi e spagnoli per l’amministrazione (meglio i primi dei secondi, specie da Napoleone in giù). siamo un popolo incapace di fare qualcosa di buono senza uno straniero a governarci. la storia lo dimostra senza dubbio. e se abbiamo vinto la 1° guerra mondiale è perché per c**o siamo finiti dalla parte giusta ma poi, ovviamente, siuamo stati gli unici scemi a non guadagnarci sull’unica guerra vinta a costi disumani. traditori nella prima (patto segreto di londra) e traditori nella seconda (8 settembre) che c**zo pretendiamo? pure il rispet? risatissime!

  • -1
    Maria

    Se arrivano i francesi (che sono proprio dietro l’angolo di casa mia) li accolgo a braccia aperte: avete presente le foto della Seconda guerra mondiale, quando gli americani entravano nelle città italiane? Proprio così.

    Sarkò per me è un personaggio da teatrino malato di grandeur, ma non c’entra. Visto che vogliono i soldi degli italiani (compresi i miei due centesimi), visto che comunque cagheremo lacrime sudore e sangue finchè non abbiamo spurgato tutto il grasso, tanto vale che la purga ce la somministri la Francia: l’alternativa è unl’Italia da operetta alle prese con l’olio di ricino, una roba tipo dottor Purgone di Molière.

    L’alternativa vera, l’alternativa delle alternative, sarebbe cavare lacrime, sudore e sangue non per gettare brandelli della nostra carne agli squali della finanza internazionale, bensì per emanciparci da loro, e aff***ulo il debito, visto che – a pagarlo o a non pagarlo – ci faremo male lo stesso.

    In Italia non vedo nessuno in grado di seguire questa strada: se ci fosse, altro che accoglierlo a braccia aperte! In mancanza,  vive la France…

    • -1.1
      carmine d

      “…L’alternativa vera, l’alternativa delle alternative, sarebbe cavare lacrime, sudore e sangue non per gettare brandelli della nostra carne agli squali della finanza internazionale, bensì per emanciparci da loro, e aff***ulo il debito, visto che – a pagarlo o a non pagarlo – ci faremo male lo stesso…”

       

      Questa mi piace proprio! Molto…moltissimo!

      Ma sai che governo coi contro-attributi ci vorrebbe!!

      Ma soprattutto l’Italia dovrebbe essere abitata da un Popolo!

       

  • -2
    dariospaventato

    Grazie di averci spaventato!… ma direi che non è difficile immaginare che possa accadere… m**dA!

  • -3
    Giampiero

    Claudio,

    l’unica cosa che non capisco é:

    perchè fare la guerra se a me, a te e, probabilmente a qualche milionata di italiani, francesi, tedeschi… che c**zo gliene importa se falliscono banche ed i vari paesi?

    Più precisamente, se investo in qualcosa di rischioso, devo accettarlo questo rischio o no? Il rischio delle banche è prestare denaro che non hanno e poi sono costrette a ridarlo ai correntisti.

    Anche al “nostro” Silvio o al francese Nicolas, che gliene frega. Sono soldi loro? 

    Quindi ripeto la domanda: per quale motivo più profondo dovrebbero dichiararsi guerra?

    E ne faccio anche un’altra: può la EDF spingere perchè la Francia ci dichiari guerra solo perchè ha investito da noi e non ha avuto i soldi?

    (l’esempio della EDF è solo preso a caso e potrebbe valere per qualsiasi altra compagnia).

    Cordialmente,

    Giampiero

    • -3.1
      fafa

      E’ piuttosto interessante vedere come l’Inghilterra che non è nell’euro, si scagli contro l’Italia, accusandola di non essere abbastanza seria nelle sue manovre in difesa della moneta unica: ma che gliene frega a lei? Mi sono fatto l’idea che dietro questo complotto mondiale è proprio lei che né tira le fila insieme agli Stati Uniti. La mondializzazzione e la moneta unica è un progetto che è stato pianificato a tavolino e di cui i fondatori erano al corrente delle future conseguenze, quelle piu’ subdole, cioé quelle di assoggettare il mondo al potere delle banche e dei banchieri, perché è questo che sta succedendo. 

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Pepe (ex M5S) scatena l’inferno su vaccini e autismo al Senato. Che lo censura.

vaxxed vaccini autismo bartolomeo pepe Vaxxed, la prima europea del film sui vaccini messo alla berlina Il 4 ottobre 2016, Bartolomeo Pepe (senatore ex Movimento 5 Stelle), doveva presentare "Vaxxed - from cover up to catastrophe", il film documentario di Andrew Wakefield sulla discussa relazione tra la vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia e l'autismo. Il...--> LEGGI TUTTO

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Alfano: M5S peggio di fascisti e comunisti

ALFANO: M5S PEGGIO DI FASCISTI E COMUNISTI"Alcuni dirigenti M5S hanno la cecità ideologica di alcuni vecchi comunisti e la feroce violenza di alcuni primi fascisti". Così Angelino Alfano ieri al Corriere della Sera. Di seguito, nel video, la replica di Di Battista: ...GUARDA

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>