Il più grande complottista del secolo

La regola è semplice: se scrivi cose false o palesemente senza senso, nessuno ti considera. Se invece scrivi cose vere o ragionevoli che nessun altro scrive, nessuno ti considera lo stesso. Ma se siete in dieci, cento, mille, centomila a trovarle ugualmente ragionevoli e se, grazie alla rete, le condividete con altre 10 persone che le trovano ragionevoli a loro volta, allora create una tale massa critica che ignorare la questione diventa controproducente. Il passo successivo, per i tuoi detrattori, diventa cercare di inattivarti. La maniera migliore non è discutere le argomentazioni in sé, proprio perché sono ragionevoli: bisogna togliere l’innesco. Ed ecco la tecnica: si inserisce l’autore della riflessione sgradita in uno stereotipo che nell’immaginario comune ha una valenza negativa. In quel modo tutto il potenziale esplosivo, privato del detonatore (la credibilità), non è più buono neppure per accendersi una sigaretta. Non importa cioè cosa qualcuno dica o pensi realmente, perché non c’è più bisogno di discutere: qualsiasi cosa provenga da quella fonte lì è automaticamente destituita di ogni fondamento. Per fortuna le cose non vanno sempre bene. E’ un terno al lotto. Screditando una fonte, inevitabilmente si accende anche un riflettore: per tanti che ci cascano, ce ne sono tanti altri che potrebbero trovare più ragionevoli le conclusioni della vittima rispetto alla frettolosità di chi cerca di liquidarla.

 

Questo, più o meno, è quello che sta accadendo. Da mesi il Corriere della Sera spingeva il nome di Mario Monti. Poi, con un “colpo di spread“, in meno di 24 ore Berlusconi si è dimesso e Napolitano ha fatto Senatore a vita un professore che per 59,9 milioni di italiani era un emerito sconosciuto. Dopo qualche giorno era già presidente del Consiglio in pectore. La stampa, parlando di Monti, è riuscita ad omettere per mesi e mesi che fosse una delle tre cariche più importanti della Trilaterale, nonché consigliere internazionale di Goldman Sachs e membro del Bilderberg (più o meno come il suo omologo Papademos in Grecia). Incarichi prestigiosissimi che, se non ci fosse stato nulla di male, andavano al contrario sottolineati. Farlo notare a quel punto era solo una questione di mera onestà intellettuale (leggi “tutto tranne democrazia“). Tra l’altro non era neppure la prima volta che ne parlavo (leggi “le sanguisughe del ventunesimo secolo“). In Italia, invece, diventa un’affare di Stato.

Improvvisamente, tutti iniziano a parlare di Commissione Trilaterale e Gruppo Bilderberg. I sorrisetti si sprecano su tutti i canali. Qualcuno che invece venga a spiegarci, con molta semplicità, chi siano, cosa facciano e cosa pensino davvero questi club dove i nostri politici si ritrovano per discutere ciò che poi ripeteranno anche in Parlamento non si trova. Dopo Servizio Pubblico, mi chiamano anche a Matrix. A quel punto, Mario Monti si spazientisce, apre Google e digita “Ma cosa diavolo è sta minchia di Commissione Trilaterale?”, poi va al Senato a chiedere la fiducia e ci tiene a rassicurare tutti circa il fatto che lui non appartiene ai poteri forti. Ma neanche lui spiega – e non era certo la sede adatta – cosa pensino della democrazia nell’organizzazione di cui lui detiene una delle tre cariche fondamentali. Oggi Pierluigi Battista, infine, mi onora di un articolo sul Corriere dove mi accredita come il nuovo, l’unico, l’indiscusso re dei complottisti, capace di fare impallidire perfino Giulietto Chiesa (Barnard è innominabile per definizione).

clicca sull’immagine per leggere l’articolo

Eppure la questione è tanto semplice, ma così tanto che, nonostante il clima da guerra civile scatenato da Paolo Barnard (per il quale sono pericoloso come una grappa al mirtillo), alla fine sono riuscito a convincere perfino Claudio Costamagna, che di professione fa il banchiere e che è stato consulente proprio di Goldman Sachs, che di argomenti ragionevoli di cui discutere ce ne sarebbero eccome (vedi video). Ma allora, Battista, se chi dice cose ragionevoli è un complottista, quelli che le cose ragionevoli non le hanno mai dette – prima - e le hanno derise – poi - cosa dovrebbe essere?

Faccio ossequiosamente notare che Pigi, oltre a rappresentare il potere editoriale che ha portato Monti a palazzo Chigi, è colui che riuscì a fare un’intero articolo sulla contestazione a Marcello Dell’Utri, il 31 agosto 2010, senza citare le motivazioni della contestazione, ovvero le due condanne per concorso esterno in associazione mafiosa inflitte a un Senatore della Repubblica Italiana. Cosa volete che sia, quindi, pubblicare intere monografie senza citare mai la Trilaterale neppure per sbaglio? (e lasciamo per un attimo perdere il Bilderberg)  Comunque lo ringrazio di cuore. Ogni persona che mi manda sul blog, è una persona in più che potrà giudicare da sola se farsi una domanda significhi essere complottista o fare semplice informazione.

A questo punto chiedo a Mario Monti in persona di spiegarci, nei ritagli di tempo, che cosa fa e cosa pensano quelli della Trilaterale, e se condivida o meno uno dei suoi primi documenti: the crisis of democracy, dove si sostiene che gli stati sono paralizzati da un eccesso di democrazia. Ora, io auguro al professor Monti ogni fortuna nel sistemare i mali annosi di questo paese, ma visto che è arrivato dal nulla, in meno di 24 ore, Pigi Battista mi consenta di nutrire qualche ragionevole riserva sul significato di quell’eccesso di democrazia che così, a naso, in Italia sembra essere ormai una questione risolta.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

83 risposte a Il più grande complottista del secolo

  • 53
    Rox72

    Ciao Claudio,

    l’informazione libera e indipendente è un bene prezioso!

    Continua così

    grazie

    GD Star Rating
    loading...
  • 52
    Tommy81

    Ciao Claudio,

    volevo solo darti il benvenuto nei club dei “complottisti”… :-)

    Ora sai cosa si prova a venire “marchiati” :-)

    Speriamo tu abbia ragione quando affermi che la tua partecipazione a programmi come Matrix e Servizio Pubblico avrà un effetto dannoso per quelli che tentano di sp****nare la gente come loro…

    Che infami…

    Buon lavoro ;-)

    GD Star Rating
    loading...
  • 51
    Claudio Maffei

    Rispondo a Tirelli, nel suo lunghissimo, intervento che poteva essere riassunto con una frase: “quelli che indagano sono tutti ignoranti o affetti da protagonismo, invece la verità verrà alla luce dal nulla, a meno che la verità sia quella omologata ed ufficialmente accettata”

    Partiamo dai FATTI, Tirelli, FATTI, è vero o non è vero che Bildelberg e Trilaterale esistono e si riuniscono a porte chiuse e che difficilmente qualcosa trapela? E’ vero o non è vero che i membri sono per lo più personalità di spicco dell’alta finanza, della grande industria, dei più grandi gruppi bancari mondiali e della carta stampata, e quest’ultimo è il motivo perchè pochissimo viene divulgato?

    Ognuno è libero di pensare che Bildelberg e Trilaterale si riuniscono solo per giocare a Bridge, e ritenersi depositario di un’intuizione geniale, mentre gli indagatori sarebbero molto, molto più ignoranti di lui.

    Una domanda a Tirelli, tratta dai fatti della storia: “Finora il potere, il ricco, il potente,  hanno operato per il bene del popolo, del bene comune, o per il loro esclusivo interesse?

    Per nostra fortuna l’informatica è in continua espansione e probabilmente il vero affondo contro i sistemi di potere, arriverà attraverso l’informazione capillare, non filtrata sul web, come di fatto sta avvenendo.

    E perchè t’infastidisce? Meglio il nulla?

    T’innervosisce il copia-incolla? E quando blateri una citazione come fosse oro colato, preso dal Vangelo, non è un copia-incolla che hai esercitato?

    Nella lunga provocazione che hai proposto, oltre alla demonizzazione di chi indaga ed all’archivizione di pecore belanti, di chi condivide le indagini e gli sforzi, hai fatto forse un’altra proposta, per risalire alla verità?

    Oppure bisogna accettare come pecore la verità apparente che viene ufficializzata dai media? E’ quersta l’intuizione geniale che ci proponi?

    E ti volevi alvare col finale, mentre ti sei tirato un sacco di mattoni sui c*****ni:”In verità il solo unico vero complotto è quello perpretato dal Sistema Potere contro l’Umanità, che ha predeterminato la condizione, al fine di trascinare la società, dentro uno stato confusionale e contraddittorio senza precedenti, interpretando alla lettera la celebre locuzione latina: dividit et imperat.”

    E noi, povere pecorelle smarrite, secondo te cosa stiamo cercando di capire? Non ti è entrato nella porticina del sottoscala dell’intelletto, che è proprio su quel Sistema che si sta indagando, che non è sito nel limbo o tra le nuvole del caffè lavazza,

    ma è fatto di persone e di organismi, il cui fine non è la divisione e lo stato confusionale fine se stessi degli individui,

     bensì questo è un mezzo per accrescere gli interessi di pochi a discapito di molti, che da sempre è la matrice delle divisioni umane.

     

     

    GD Star Rating
    loading...
  • 50
    Saltatempo

    Guarda guarda… come suo solito, il signor Battista elude i fatti e preferisce puntare al discredito personale della “vittima” che attacca dalla sua posizione di vantaggio (editorialista sempre chino al Berlusconi in un giornale che pratica il cerchiobottismo così bene da permettergli di scriverne male appena questo se n’è andato).

    Non è certo cosa nuova, era lo stesso che faceva disinformazione sulla storia del fumogeno a Bonanni, se non sbaglio. Divertente vedere che uno che a parole si preoccupa così tanto della correttezza delle informazioni date, ma in realtà sembra credersi autorizzato a scrivere prescindendo dalla realtà dei fatti.

    Basta dare un’occhiata ai post di Claudio per vedere che il panorama “complottista” presentato da Battista è un tantinello farlocco, come quasi ogni cosa che Battista ha scritto in questi ultimi 17 anni, d’altra parte.

    Qui non si parla di misteriosi disegni occulti che “potrebbero esserci ma anche no”, qui si parla di fatti concreti. Non di quello che il signor Messia Monti sostiene essere il toccasana per l’Italia in crisi grazie al crac truffaldino Goldman Sachs e ciò che ne consegue, e non di misteriose congiure dei “rettiliani” .

    Tra l’altro, Battista ha sempre usato la parola in modo pretestuoso. Sempre lui – se non sbaglio – accusava di conservatorismo coloro che si opponevano alla realizzazione del TAV e di altre opere pubbliche la cui utilità è inversamente proporzionale alle loro dimensioni e al costo che i cittadini devono pagare per esse, mentre ora fa arditi paragoni tra Claudio e Mussolini… allora forse noi dovremmo associarlo ad un certo Anders Behring Breivik per quello che ha scritto in occasione dell’orrendo attentato del “crociato” danese (leggere qui: http://mazzetta.splinder.com/post/25253638/pierluigi-battista-il-primo-della-lista).

    L’asso nella manica di questo squallido personaggio è sempre stata la carta del “complottismo”… il fatto che lui tiri in ballo così spesso l’immagine dei complottisti cattivi e irresponsabili per screditare e dare addosso a chiunque criticasse il suo delirante finto terzismo mi fa sospettare che sia una sorta di complottista anche lui, che essendo complottista vede complotti di complottisti ovunque …

    Ok, sto andando troppo lontano

    Ad ogni modo, credo si sia capito che razza di individuo è costui…

    Forza Claudio, come hai detto tu stesso: il c*****ne ti fa pubblicità!

    GD Star Rating
    loading...
  • 49

    Ciao Claudio, non so se hai già pubblicato video e testo che trovi in basso (forse si, non ricordo), comunque sia repetita juvant:

    Perle del Monti-pensiero su Europa e democrazia:

    “nei momenti di crisi più acuta: progressi più sensibili.

    Rientro dell’emergenza della crisi: affievolimento della volontà di cooperare.
    Io ho una ‘distorsione positiva’ che riguarda l’Europa…
    Anche l’Europa ha bisogno di GRAVI CRISI per fare ‘passi avanti’.
    I passi avanti dell’Europa sono per definizione cessioni di parti delle sovranità nazionali ad un livello comunitario”

    Belle considerazioni del prof vero?

    Testo estratto dal video che trovi in basso, a partire dal min. 4:55:

    http://www.youtube.com/watch?v=STEvyznA2Ew

    Complimenti per l’intervento su Matrix (purtroppo i servizi erano banali e denigratori), Volevano aizzare Barnard e ci sono riusciti… fortuna che almeno tu hai mantenuto la calma : D

    GD Star Rating
    loading...
  • 48

    Caro Claudio, quando t’ho visto in televisione a Matrix non credevo ai miei occhi, e addirittura in compagnia di altri celebri complottisti! Io sono favorevole a questo genere di apparizioni, perchè come ho anche scritto in altre sedi, seppur il 90% vi considera “idioti” recuperiamo quell’altro 10% dei telespettatori che seppur a fatica iniziano ad aprire occhi, orecchi e soprattutto la mente! Cmq volevo avvisarti che è’ attualmente in discussione al Congresso americano una proposta di legge che avrebbe il potere di censurare Internet in tutto il globo, tramite la creazione di una lista nera che arriverebbe a bloccare qualsiasi operatore sospettato di violare il copyright e  la portata di tale decisione avrebbe influenza su tutto il mondo, andando a ledere pesantamente il diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero di qualsiasi cittadino.

    Non è la prima volta che per garantire un’immunità al diritto d’autore si finisce coll’andare a limitare il raggio d’azione delle libertà fondamentali dei cittadini, e se pensiamo al decreto “ammazzablog” proposto dall’Agcom qualche mese fa, capiamo che provvedimenti del genere vengono studiati e pensati ogni giorno. Ragion per cui è fondamentale  riunire quante più menti è possibile per rispedire al mittente tale iniziative, ogni qualvolta che si presentino; affinchè a prevalere non siano sempre i potentati economici-finanziari, ma che invece, siano sempre garantiti a tutti i cittadini l’accesso all’informazione, alla cultura e all’intrattenimento.

    Approfitto del tuo spazio visto che sei da sempre molto sensibile su questo genere di cose. Cordialmente, Francesco Formisano!

    GD Star Rating
    loading...
  • 47
    seaan

    Harlock ha scritto :
    Ciao seaan, mi pare che tu sia Pigreco con un altro nome. Vorrei ritornare sul significato originale del post. Claudio non ha detto che l’attuale situazione non rispetta la costituzione, ma sostiene che ci sia una mancanza di democrazia. Il fatto che la costituzione sia formalmente rispettata non cambia il significato. 

    Dunque si può avere mancanza di democrazia anche nel rispetto della Costituzione.

    Interessante: dimmi di più.

    GD Star Rating
    loading...
  • 46
    seaan

    Siriana ha scritto :
    @seaan o pigreco o cometichiami Che quanto messo in atto in circa 72 ore (ufficialmente),sia stato fatto  in maniera formalmente ineccepibile o meno,non cambia la sostanza delle cose. Siamo di fronte ad una sorta di golpe”

    Dunque sono state rispettate le regole democratiche di questo Paese ma tuttavia siamo di fronte a una sorta di golpe:c’erano in effetti una sorta di carri armati attorno al Parlamento quando Napolitano svolgeva le sue consultazioni, e il Parlamento sotto la minaccia di una sorta di Colonnelli ha votato a larga maggioranza una sorta di fiducia a dei simulacri di ministri che in realtà sono una sorta di agenti segreti inviati dall’Europa.

    Carino l’avverbio tra parentesi: “ufficialmente in 72 ore”, eh sì perché questa sorta di golpe era in realtà in preparazione da mesi anzi anni.

    Il resto del tuo intervento è assai fumoso e pressoché incomprensibile.Ci rinuncio.

    GD Star Rating
    loading...
    • 46.1
      Siriana

      Hai ragione.

       A rinunciarci,ovviamente. Ci piace… ^_^( Il ci è una sorta di nos maiestatis,claro).

      GD Star Rating
      loading...
  • 45
    brujo

    L’IMPOPOLARITA’ DELLA VERITA’ E IL TRIONFO DELL’APPROSSIMAZIONE

    - DIVIDIT ET IMPERAT –

     

    “Non fare del bene agli ignoranti – Potrebbero rinfacciartelo e testimoniare davanti ad un giudice, di essere stati loro a fare del bene a te”

     

    Noto con piacere (ne avevo trattato in tempi non sospetti, allertando inutilmente e senza esito il branco di pecore belanti) che la tanto sbandierata “libertà della rete” sta producendo i suoi frutti velenosi!! Il risultato si è tradotto in una omologazione delle coscienze appiattite sul pensiero del primo cialtrone mitomane in cerca di visibilità che alla verità, antepone l’approssimazione strumentale e la piaggeria di un’orda di parassiti nullatenenti e nullafacenti!

    Insomma, per il momento tutti se la cantano e se la suonano fino al giorno in cui, non resteranno che in 4 gatti appesantiti da un congruo numero di merendine industriali, intenti a cianciare come comari, sulla loro incompresa valutazione degli eventi – inebetiti a guardare il grande fratello e la De Filippi – a leggere le succulenti notizie della gazzetta dello sport, disquisendo animatamente (come giudici assolutamente neutrali!!) su un rigore non dato.

    Del resto, non c’era nulla da aspettarsi, ne oggi di che stupirsi!

     

    Per molti del Blog che infestano “la grande ragnatela mondiale”, si ripete (pari pari) la storia di quelle un tempo definite “le radio libere” che in seguito hanno mutato la loro originaria destinazione, in un’altra più prosaica, di natura commerciale – in sintonia con i loro più pratici ideali di libertà!!!

    E’ in questo modo che nel tempo, la qualità della musica si é drasticamente ridimensionata!

     

    La stessa cosa, sta accadendo ai molti “contenitori di informazione” che, alla verità dei fatti, al buon senso e all’evidenza, preferiscono soddisfare i desideri morbosi di una platea assetata di ipotetiche cospirazioni e di complotti e trame, compiacendo così il minimalismo strutturale di una massa di visionari senza arte ne parte che, in seguito, dettano le loro condizioni. L’intento é di assicurarsi un sostanziale numero di visitatori – “indice di ascolto dei lettori!!” – Mai un auto critica o un segnale di discontinuità!!

     

    “L’ignoranza é l’incapacità di mettere in discussione le proprie supposte convinzioni” (J.T.), tanto più se non sono farina del nostro sacco ma del sacco bucato e rubato di un infamone che intende commercializzare la sua mercanzia scaduta e fasulla ad una platea di allochi!!  Non c’é niente di peggio nella vita di un uomo, dell’essere presi sistematicamente per i fondelli da qualcuno che in realtà é più stupido di noi!!

    Non fare del bene agli ignoranti. Potrebbero rinfacciartelo, e testimoniare davanti ad un giudice, di essere stati loro a fare del bene a te. Oggi se vuoi diventare ricco e potente devi avere la fortuna di nascere ignorante.

     

    Ma non sempre, l’ignorante, è privo di capacità di linguaggio! Spesso, lo ha affinato nel tempo al solo scopo di giustificare, a se stesso, debolezze, crimini, paure, complessi e frustrazioni.

     

    Questo nuovo e singolare popolo del WEB, buona parte del quale sonnecchiava da sempre ai margini di un analfabetismo culturale cronico – ben lontano così dal produrre seri danni alla società – ieri con la televisione e oggi con l’interazione mediatica della Rete, sta dando fondo ad ogni sorta di isteria intellettuale, in ragione di una apparente visibilità insperata. Così, investito di un tale, magnanima concessione e sull’onda di una lancinante e da troppo tempo repressa frustrazione da isolamento, si concede spudoratamente a disinvolte conclusioni ed empirici giudizi critici (nel merito di questioni così al di fuori dalla portata, di chiunque sia in possesso di una discreta dose di  ragionevolezza e senso del limite), da sconfinare nel delirio di una onnipotenza da ultras da stadio di calcio.

     

    Ignoranti si era e ignoranti si rimane! L’astratta illusione di potere riscattare la nostra condizione di subalternità con l’accesso di massa ai mezzi di comunicazione, è una mera congettura che oggi, i fatti, avvallano tale, in maniera inopinabile. Così, ad un tratto, questa folla di pappagalli “del copia e incolla”  folgorati sulla via di Damasco, come illuminati a cui è stata conferita la missione di decidere le sorti e la salvezza dell’umanità e del mondo, si prodigano dentro un sistematico quanto sterile chiacchiericcio globale, volto a volere suffragare e ufficializzare le tesi più bizzarre, e le conclusioni più azzardate.

    Ci vuole ben altro e ben altri mezzi per rendere onore alla verità.

    Oggi, tutti immaginano di avere capito tutto, e di potere così dettare le condizioni e le regole agli altri, forti delle conclusioni rubacchiate, trafugate dal grande mare della Rete, e prese in prestito da uno zelante professionista del “copia e incolla” e in seguito, fatte proprie. 

    Nel frattempo gli androidi (mai come oggi omologati alla tendenza della notizia bomba dell’ultimo minuto – scoup -), pur di non correre il rischio all’emarginazione ma ancor di più, di essere additati alla stregua di eretici, di pericolosi sovversivi e troppo diversi e distanti dall’idea dominante, e ancora più disonorevole, di non essere diligentemente “informati” sugli accadimenti del giorno o sull’orientamento dei nuovi maestri, volto al revisionismo storico e al negazionismo, si adeguano alla volontà di un regime di “aria fritta” per non dovere fare ritorno nel limbo gelatinoso di uno scomodo anonimato.

     

    E’ la storia che si ripete e che si esprime nell’incapacità di contrastare la paura del dopo e della solitudine, non essendo in possesso di autorevoli parametri di riferimento, in virtù dei quali comparare e raffrontare le proprie intuizioni, stati d’animo e scelte, per poi opporsi alla menzogna dilagante.

    E’ la triste narrazione di una società che sul relativismo dei valori e dei principi etici, ha suggellato il suo perverso, progetto di schiavitù a piede libero, contando sulla natura codarda e opportunista degli individui che, alla forza di una volontà decisionale e alla dignità, hanno anteposto (senza troppo pensarci), l’inoperosità di uno stato vegetativo e, alla libertà, licenza e sudditanza.

     

    Sono le pecore che si abbeverano al fiume dell’imbecillità umana, condividendo le tesi surreali di qualche mitomane senza palle in crisi di astinenza da visibilità, che fa della disinformazione (ma essendosi prima informato da fonti segretissime e secretate e più pertinenti con la sua natura di marpione!), il suo stile di vita. Uno sgarbiano personaggio dell’ultima ora che con l’enfasi, il tono e il vigore verbale di un gesuita d’assalto, declama la sua metodica e puntuale opera di investigazione, sventolando sul naso degli astanti,  tesi e trame di sicuro effetto, fra la lo stupore e la maraviglia degli ebeti adoranti.

     

    Sono i novelli predicatori del nulla di questo tempo sospeso, avulsi dal più banale concetto di conoscenza e di cultura, che sia in qualche modo riconducibile ad una loro personale e imparziale analisi delle circostanze. Gente senza spina dorsale, sussulto di orgoglio e slancio di ribellione. Sono quelli che alle ragioni di un onesto e pacato contradditorio, sbraitano e declamano, inveiscono e abbandonano la scena, brandendo come uno scettro, un promemoria di appunti e dati che minacciano di rivelare al mondo.

     

    Il grande Leo Ferré (pace all’anima sua) che ebbe la geniale intuizione di interpretare alcuni testi di Cesare Pavese, cantava: “chi vuol sapere troppo non conosce mai niente”. Soprattutto di questi tempi di imperante confusione, mai una tale affermazione è stata più confacente e congeniale con la realtà, fino a contraddire ogni generica fantasticheria.

    In verità il solo ed unico vero complotto è quello perpetrato dal Sistema Potere contro l’umanità, che ha prederminato la condizione al fine di trascinare le società, dentro uno stato confusionale e contraddittorio senza precedenti, interpretando alla lettera la celebre locuzione latina, dividit et imperat. 

     

    Gianni Tirelli 

     

     

     

     

    GD Star Rating
    loading...
    • 45.1
      Siriana

      Ma tu non sei lo stesso Gianni Tirelli che scriveva su ‘giornalettismo’qualche mese fa :

      UN PAESE AI CONFINI DELLA REALTA’

      Quando questo paese, un giorno, resuscitato dai fumi narcotizzanti di un potente maleficio, riuscirà a guardare con la necessaria obiettività, serenità e disincanto, al ventennio berlusconiano, prendendo così coscienza di una circostanza ai confini della realtà (inimmaginabile per qualsiasi democrazia occidentale e autore di commedie tragicomiche), non potrà che porsi la domanda:” Ma come è potuto accadere tutto ciò!!”—- Il Popolo delle libertà, dunque, non è che una grottesca messinscena carnevalesca, che usa il parlamento, come copertura. Una roccaforte del malaffare, dove si organizzano oscure trame, complotti, dossier e si smistano pizzini. Il berlusconismo è l’esatta rappresentazione iconografica del peggio di questo paese che ha calamitato al suo interno la parte più marcia dell’imprenditoria italiana, i reietti del sottobosco politico e la creme della peggiore feccia umana in circolazione. Un sottobosco culturale di quart’ordine, maestri di mistificazione e di contraffazione della realtà, che hanno fatto della menzogna una pratica consolidata, della licenza un baluardo di libertà e della dignità, mercimonio.———————————etc
      —-gianni tirelli
      10 luglio 2011 alle 23:57

      Mha?
      Complotti?Trame? Ma no?…

      Poi,oh sommo giammai avulso dal più banale concetto di conoscenza e di cultura (scusa se ti cito addosso quanto scritto sul blog di Messora), i fatti,(Ignoranti si era e ignoranti si rimane! L’astratta illusione di potere riscattare la nostra condizione di subalternità con l’accesso di massa ai mezzi di comunicazione, è una mera congettura che oggi, i fatti, avvallano tale, in maniera inopinabile) avallano,non’ avvallano’.avallano,semmai.

      Meno male che ci sei tu,che ci illumini ci illummmm ci illu ci ..luce lu…sigh.

      GD Star Rating
      loading...
  • 44
    maghirko

    mi sembra che l’ultimo intervento della donna bionda (che non conosco) sia assolutamente ragionevole: il vuoto della politica ha costretto l’economia ad entrare in ambiti che non dovrebbero appartenergli, un pò come quando non ti occupi dei tuoi figli e le poche volte che li vedi li prendi a pedate, arrivano gli assistenti sociali, il tribunale dei minori e te li portano via e li affidano a qualcun altro. puoi strillare quanto vuoi contro i giudici o i genitori adottivi perchè non dovrebbero occuparsi dei tuoi figli ma non sono loro ad aver cercato o voluto questo epilogo…chi è causa del suo mal…oggi dovremmo ringraziare i tecnici che vengono a toglierci le castagne dal fuoco, certo ci sarà un prezzo da pagare e dovremo vigliare attentamente affinchè gli “educatori” non si approprino dei nostri figli ma strillare ai complotti globali dopo decenni di bagordi e pressapochismo politico-culturale può solo far sorridere chi percepisce il mondo attraverso un sano principio di realtà

    GD Star Rating
    loading...
    • 44.1
      Siriana

      Peccato che semmai sono venuti a togliersi le loro castagne dal fuoco, a spese nostre,  e dubito fortemente con intenti pedagogici…

      Io so.
      Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato “golpe” (e che in realtà è una serie di “golpe” istituitasi a sistema di protezione del potere).
      Io so i nomi del “vertice” che ha manovrato, dunque, sia i vecchi fascisti ideatori di “golpe”, sia i neo-fascisti autori materiali delle prime stragi, sia infine, gli “ignoti” autori materiali delle stragi più recenti.
      Io so i nomi che hanno gestito le due differenti, anzi, opposte, fasi della tensione
      Io so i nomi di coloro che, tra una Messa e l’altra, hanno dato le disposizioni e assicurato la protezione politica a vecchi generali (per tenere in piedi, di riserva, l’organizzazione di un potenziale colpo di Stato),
      Io so i nomi delle persone serie e importanti che stanno dietro a dei personaggi comici come quel generale della Forestale che operava, alquanto operettisticamente, a Città Ducale (mentre i boschi italiani bruciavano), o a dei personaggio grigi e puramente organizzativi
      Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti (attentati alle istituzioni e stragi) di cui si sono resi colpevoli.
      Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
      Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero.
      Tutto ciò fa parte del mio mestiere e dell’istinto del mio mestiere. Credo che sia difficile che il mio “progetto di romanzo”, sia sbagliato, che non abbia cioè attinenza con la realtà, e che i suoi riferimenti a fatti e persone reali siano inesatti. Credo inoltre che molti altri intellettuali e romanzieri sappiano ciò che so io in quanto intellettuale e romanziere
      Probabilmente i giornalisti e i politici hanno anche delle prove o, almeno, degli indizi.
      Ora il problema è questo: i giornalisti e i politici, pur avendo forse delle prove e certamente degli indizi, non fanno i nomi
      Pier Paolo Pasolini (liberamente tratto dall’articolo ‘Cos’è questo golpe?Io lo so’- Corriere della Sera, 14 novembre 1974).

       Un altro affetto da complottismo (notoriamente e inquietantemente,pare,malattia mortale), carente di ‘sano senso di realtà’….

       

      GD Star Rating
      loading...
    • 44.2
      maghirko

      e quindi? adesso che abbiamo scomodato addirittura PPP la soluzione ci appare più comoda? ;-)

      GD Star Rating
      loading...
  • 43
    Claudio Maffei

    Permettimi una critica. Per vincere questa battaglia (epocale), occorre umiltà, condivisione ed anche unione, nonchè diffusione costante e capillare delle informazioni.

    Noto un certo qual narcisismo ed una certa qual rivaltà, nell’essere i migliori. Tutto ciò è controproducente, perchè si perde credibilità e per quanto le informazioni siano veritiere, diventano semplici opinioni di persone che figurano un pò esaltate.

    Seguo Barnard, come seguo Messora e traggo il buono ed il meglio che entrambi espongono. E neppure posso ignorare quanto ho appreso da entrambi. Barnard ha avuto grandi meriti, ma forse anche in lui c’è un peccatuccio di presunzione.

    Siamo tutti utili alla causa, tutti, purchè ognuno si scrolli di dosso personalismi ed egocentrismi. Io ho fatto qui, ho detto cosà, non serve un c**zo, anzi si ottiene proprio il contrario. Limitiamoci all’esposizione cghe basta ed avanza.

    Già prima che cadesse Berlusconi, su Indylombardia decine di articoli e video sono stati pubblicati, sulla trilaterale e sul club bildelberg, evidenziando, in anonimo, il lavoro altrui, purchè le notizie fossero interessanti ed utili.

     

    GD Star Rating
    loading...
    • 43.1

      non c’è nessun personalismo, se non quello a cui ti costringono quando attaccano te come persone e non le tue idee argomentandole.

      GD Star Rating
      loading...
    • 43.2
      ted

      Per Byoblu:Credo che Claudio si riferisse alle sterili inutili polemiche.Barnard avrà pure commesso un peccatuccio…ma non mi sembra cosí grave.Troviamo punti di incontro piuttosto.

      GD Star Rating
      loading...
    • 43.3

      Io trovo punti in comune con chi li vuole trovare insieme a me, non combatto con i mulini a vento.

      GD Star Rating
      loading...
  • 42
    toscanoredini

    Mi limito a un suggerimento: perché non contatti <http://www.usemlab.com/index.php&gt; e
    <http://www.movimentolibertario.com/&gt; ? Scoprirai una vasta bibliografia parallela di autori in linea coi Tuoi punti di vista… nn mollare! non sei solo, anzi!

    GD Star Rating
    loading...
  • 41
    morpheus65

    Mai gli Stati lascieranno ai popoli, in un atto democratico, decidere sul propio destino in materia economica.

    Quando la Greccia ha fatto segno di sottomettere a referendum immediatamente e’ stato troncata, minacciata… I popoli devono pagare il debito globale e non c’e verso. Solo una revoluzione seria e aime, con una dosi di violenza, puo cambiare le cose.

    L’Italia, come la Greccia, la Spagna continueranno nell’Euro ma a caro prezzo. Il paese non lo riconoscerete da qui a due anni.

    GD Star Rating
    loading...
  • 40
    roby67

    Complottismo?

    Cosa vuol dire complottismo?

    La speculazione internazionale che fa salire gli interessi sul debito (gia’ enorme) al 7%, e’ complottismo?

    La sostituzione in pochissimi giorni,per fortuna senza spargimento di sangue, di un governo (anzi di due, vedi Grecia) democraticamente eletto, da parte di tecnocrati che hanno contibuito a creare l’Euro cosi’ com’e’, e’ complottismo?

    Capire che stiamo mettendo il nostro destino completamente in mano alle banche che altimenti salterebbero, e’ complottismo?

    Se anche il Corrierone (l’amico degli amici) sente il bisogno di scrivere un’articolo in questo modo vuol dire che si e’ sulla strada giusta, purtroppo.

    GD Star Rating
    loading...
    • 40.1
      roby67

      Scusate il refuso…UN ARTICOLO si scrive senza apostrofo, la velocita’e’ una cattiva consigliera…

      GD Star Rating
      loading...
    • 40.2
      roby67

      Scusate il refuso: UN ARTICOLO  si scrive senza apostrofo…la fretta…

      GD Star Rating
      loading...
  • 39

    Quegli attimi, tanto veloci quanto intensi, immediatamente successivi alle dimissioni dell’ormai ex Presidente del Consiglio, sembrano ormai distanti, a tal punto da smarrirsi nella memoria della storia contemporanea italiana…

    http://generazioneprecaria.wordpress.com/2011/11/17/tecnicamente-dubbioso/

    GD Star Rating
    loading...
  • 38
    Pigellino

    Purtroppo ho seguito Matrix e poi ho scritto personalmente a Messora.

    L’articolo sul Corriere dice – tra l’altro – una cosa non vera: la Trilaterale, il Bildeberg sono stati nominati per la prima volta dai servizi di Matrix e solo dopo Messora li ha citati. E’ stato tutto il programma, col suo “insigne” conduttore Vinci che ha cercato (e ottenuto) di rendere ridicole le tesi “complottiste”.

    Personalmente conosceo sia la Trilaterale che il Bildeberg in quanto ho avuto tra le mani il libro “Massoneria e sette segrete: la faccia occulta della storia”: libro da leggere assolutamente.

    Faccio anche presente che da tempo leggo libri e documenti sul risorgimento e sul brigantaggio e mi sembra che autori come Pino Aprile, ma anche Zitara ecc. abbiano sostanzialmente ragione.Per verificare questo basta vedere anche i documenti della Gran Corte criminale depositati presso gli Archivi di Stato. Ma tutto questo, che negli anni passati circolava con un certo fervore, quest’anno è stato messo completamente a tacere. Con quale tecnica? Proprio con quella che Claudio Messora scrive in questo articolo.

    Che schifo!

    Andrea

    GD Star Rating
    loading...
  • 37
    seaan

    alfritz16 ha scritto :
    Egr. Sig. Pigreco314, la legge elettorale prevede delle scelte che il Presidente della Repubblica deve in ogni caso rispettare. Come avevo premesso con garbo ed umiltà non sono un giurista, Lei invece è ineducato cosa ben più grave. Nessuno La autorizza ad usare un linguaggio scurrile nei suoi interventi, pertanto la rimando ad a prendere lezioni di educazione. Distinti saluti  

    Egregio Sig. Alfritz16,

    di scurrile cui c’è solo la sua ignoranza e badi bene non è un insulto ma una constatazione di fatto. Le si ostina a pensare che ci vogliano “giuristi” per dirimere la questione e io le ribadisco che è sufficiente leggere la Costituzione.Lei sa leggere? Ha studiato un minimo di educazione civica? Probabilmente no altrimenti non se ne uscirebbe con frasi insensate tipo “il Presidente della Repubblica deve rispettare la legge elettorale”.

    E mi raccomando non manchi di rispondere a questo mio post con un’altra vagonata di banalità e falsità invece di impiegare il suo tempo a documentarsi.

     

    GD Star Rating
    loading...
    • 37.1
      Harlock

      Ciao seaan, mi pare che tu sia Pigreco con un altro nome.

      Vorrei ritornare sul significato originale del post. Claudio non ha detto che l’attuale situazione non rispetta la costituzione, ma sostiene che ci sia una mancanza di democrazia. Il fatto che la costituzione sia formalmente rispettata non cambia il significato. 

      GD Star Rating
      loading...
    • 37.2
      Siriana

      @seaan o pigreco o cometichiami

      Che quanto messo in atto in circa 72 ore (ufficialmente),sia stato fatto  in maniera formalmente ineccepibile o meno,non cambia la sostanza delle cose. Siamo di fronte ad una sorta di golpe,solo che tutt’intorno abbiamo un teatrino raggelante di occupati e spodestati più o meno estasiata…Da Enrico Letta coi suoi deliranti pizzini ai sempre più flebili distinguo di questa o quella parte politica,che sembrano affetti da potente stordimento. Ritengono,pare,che lasciar fare il lavoro sporco ad emeriti sconosciuti,esperti,eh,per carità,li scagioni,lasciandoli liberi,mentre ”si risanano i conti'(alias si distrugge lo Stato, e non solo quello sociale), di riorganizzarsi in bande.Si sbagliano, e sarà loro molto chiaro,e più in fretta di quanto si possa pensare . E di fatto,’l’eccesso di democrazia’,semmai sia mai stato un problema per l’Italia e gli italiani,con la supposta Monti è risolto di sicuro,concordo con Messora. Sono anch’io tra quanti ‘ tre casi che non fanno una certezza ma ci vanno molto vicino’.

      Ora, se almeno con uno dei tuoi pseudonimi (ce ne sarà uno pensante,tra i tanti…bho?) puoi inviare in questo spazio una riflessione,un’opinione,pure solo un dire io ci sono e sono/non sono d’accordo,o tacere. Ma se devi apparire,come qualcun altro ( the researcher 80, tipo,si tipo ),solo per ironizzare o insultare altri che la loro,giusta o sbagliata la esprimono,abbi,abbiate, certezza che potreste incappare in qualcuno che il riguardo del’lei’non te lo usa.

      Perciò

      a meno che tu possa dimostrare di essere stato costretto a leggere questi post,abbi la compiacenza di rovesciare la tua cinica triste e inutile supponenza altrove,aderisci alla campagna io mi faccio i kazzi miei ,non commentare e levati di ku*o. Se tuttavia ora tu provassi l’imprescindibile desiderio di lasciare traccia della tua esistenza,senza porti il dubbio di apparire mal educato,inopportuno o semplicemente idiota, confido saprai comprendere il motivo per cui il tuo commento eventuale non riceverà (da me,almeno)risposta, e comunque

      grazie per aver espresso la tua opinione

       

       

       

      GD Star Rating
      loading...
  • 36
    seaan

    Publio Valerio ha scritto :
    ” Stai calmino poppante. Se da una parte è vero quello che dici, dall’altra dimentichi: 1- il parlamento è stato nominato non eletto dai cittadini, per cui siamo in una situazione incostituzionale, visto che la costituzione recita che i cittadini eleggono “direttamente” il (art.1)  

    Esimio Publio Valerio,poppante vallo a dire a qualcuno dei tuoi parenti e amichetti minorenni bimbiminkia non a me.

    Cosa diavolo significa che il parlamento è stato “nominato” lo sai solo te. Mi risulta che il parlamento ce lo siamo eletto noi nel 2008 con regolari elezioni.

    Che poi ciò sia avvenuto con una legge porcata lo sappiamo tutti, peccato che quella legge sia ancora in vigore e non mi risulta sia stata dichiarata incostituzionale.Anzi nemmeno mi risulta sia stata sollevata eccezione di incostituzionalità.

    Poi se vuoi blatera pure di incostituzionalità quanto ti pare.

    Poppante

     

    GD Star Rating
    loading...
«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

tasto_newsletter
I MINI-BLU

Il colibrì e il leone

il colibrì e il leone Durante un incendio nella foresta, mentre tutti gli animali fuggivano, un colibrì volava in senso contrario con una goccia d’acqua nel becco. - “Cosa credi di fare!”, gli chiese il leone. - “Vado a spegnere l’incendio!”, rispose il piccolo volatile. -...leggi

Brunetta spamma Juncker

Renato Brunetta Jean-Claude Juncker Renato Renato... ma secondo te Juncker non le sa le cose che gli hai scritto? Secondo te ha bisogno della letterina a Babbo Natale, visto il periodo? E quali segreti da consumato economista gli avresti poi rivelato, nella tua lettera? Indiscrezioni di palazzo? Dati inaccessibili dall'esterno?...leggi

I SOLDI? DRAGHI, DALLI ALLA GENTE, NON ALLE BANCHE!

draghi soldi banche BCE Si continuano a dare i soldi alle banche. E quando tu dai i soldi a qualcuno, quello se li tiene. Ma c'è un'altra strada. La mostravo già tre anni fa, in questo post (E se invece delle banche salvassimo la gente?) e in questo video (qui...leggi

Dal Videoblog
Categorie
Commenti più votati