Un Referendum per salvare l’Italia

La voce dei cittadini  è stata messa a tacere. In Grecia, Papandreou ha provato a indire un referendum popolare ed è stato subito rimosso da una élite economico-finanziaria che non ha tra i suoi poteri quello di interferire con la sovranità di uno Stato. In Italia, un nuovo governo ha sostituito quello precedente in meno di 48 ore, senza nessuna consultazione popolare, per imporre misure drastiche, che incidono esclusivamente sulla fascia debole della popolazione e che, soprattutto, non sono state sottoposte a nessuna discussione, a nessun dibattito, a nessun confronto elettorale. Le sovranità nazionali stanno per essere cedute in nome di un principio di unificazione che deriva dalla convinzione di pochi ma che non è espressione accertata della volontà dei molti. Si può dire che il popolo sia stato esautorato delle sue prerogative democratiche e, con la compiacenza di molti organi di informazione, sia portato a ritenere che i suoi stessi diritti siano, seppure temporaneamente, sospendibili. Tuttavia, il malcontento di una parte vigile della popolazione italiana cresce, sempre più frustrato dalla totale mancanza di rappresentanza.

Per questo lanciamo oggi, insieme, l’idea di un Referendum Salva-Italia. Un ultimo, estremo tentativo di riattribuzione dei poteri decisionali al popolo. Un grido disperato e volitivo con il quale chi è figlio di coloro che hanno dato la vita per instaurare il principio democratico lo riaffermi perentoriamente contro ogni tentativo di annacquamento. Un modo assertivo per ribadire che gli italiani non hanno bisogno di essere salvati da nessuno, ma che sono perfettamente in grado di salvare se stessi.

Qui e su Facebook state già contribuendo con le prime proposte di quesito referendario. Inizialmente verranno raccolte indiscriminatamente, selezionate mediante il vostro voto libero e poi, se sarete in tanti a volerlo, verranno accorpate e rese coerenti con la legislazione che si propongono di modificare e con la necessità di essere di facile comprensione. Il tag Twitter per chi ne vuole parlare è: #ReferendumSalvaItalia

Si inizia esprimendo le vostre preferenze libere. Quelle che vedete le avete inserite voi stessi su Facebook e sono state trasferite qui per una prima scrematura. Per votare quesiti multipli, ricaricare la pagina ed effettuare una nuova scelta. Per aggiungere nuovi quesiti, scriverli tra i commenti al post. E non dimenticatevi di firmare la petizione, in fondo al post.
Buona democrazia a tutti, per gli irriducibili che non smettono di crederci.

FIRMA ADESSO LA PETIZIONE

attenzione: dopo la firma, la piattaforma gratuita di raccolta firme iPetitions presenta una pagina dove richiede una donazione. Potete chiudere tranquillamente la finestra: la vostra adesione è stata raccolta comunque. La donazione richiesta non ha a che vedere con l’iniziativa di questo blog e la raccolta non è destinata a questa iniziativa, ma non è altro che un meccanismo standard, molto diffuso, di supporto alle piattaforme che mettono a disposizione gratuitamente servizi online.

Ecco l’elenco delle vostre firme: http://…/referendum-salva-italia/signatures

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

93 risposte a Un Referendum per salvare l’Italia

  • Pingback: Quei maledetti 98 miliardi che lo Stato non vuole riscuotere | Byoblu.com

  • 72
    Claudio Maffei

    Eh mi arrivano 20 messaggi al giorno, è normale, o è un sollecito, per rispndere? Ho anche altro da fare.

    Comunque, secondo me il problema inerente i referendum è duplice, uno è già stato fatto notare: la proposta referndaria può essere solo abrogativa. C’è che ha scritto di renderla propositiva, come? Con un referendum? A parte che campa cavallo, ma neppure non so se sia costituzionalmente legittimo che una funzione prevista dalla costituzione possa essere modificata attraverso lo strumento che è messo in discussione. La parola spetta ai costituzionalisti.

    L’altro motivo è che i referendum spesso non sortiscono quel che si vorrebbe ottenere, vedasi quello sul’acqua che è stato vinto, ma che è oggetto di stravolgimenti negli enti locali.

    Indubbiamente la raccolta di proposte che sta facendo Claudio, e tutti quelli che collaborano, ha un senso compiuto, per un’azione, per un programma, per un’agenda di governo che sia alternativo alla logica del partitismo, ma che sia ad esclusivo servizio della soluzione di tutti i problemi, che consideri le esigenze delle persone, nell’ottica del bene comune.

    Un errore in cui non bisogna cadere, che invece noto frequentemente, è di confondere la validità inestimabile dello strumento internet, nella comunicazione, con le esigenze necessarie per un’azione politica convincente ed efficace.

    Il partito di internet, è già di per sè una partenza sbagliata, perchè risulta di nicchia e settario. E mi sembra che il flop di Beppe Grillo che era gasatissimo, per il fatto di essere stato il primo a proporre un’azione politica coordinata in rete, sia eloquente. Infine nell’infinita varietà di proposte in continua crescita sul web, si finisce per diventare uno dei tanti.

    Allora il rullare delle idee, delle opinioni, dei problemi da risolvere è molto interessante. Bisognerà fare una cernita delle priorità.

    La soluzione pratica, è un mio assillo già proposto: una formazione politica “totalizzante” che si presenti alle prossime elezioni lontana dai partiti e dalle ideologie, con ben chiaro, evidentissimo di essere ad esclusivo servizio del popolo.

    Avevo proposto “Amare il popolo”, come nome distintivo della forza politica, ma non sono un dittatore, purchè il popolo compaia inequivocabilmente.

    Questo è molto importante, sia per gli stimoli ad essere fedeli ai propositi di chi rappresenterà la “forza politica” (fateci caso, non la chiamo mai partito, perchè partito vuol dire essere di parte), sia per il consenso popolare.

    Stufi dei partiti del c**zo, dei personalismi, del leaderismo, del politichese, il popolo voterà il suo partito.

    Detto questo “Amare il popolo”, mi sembra comunque bono, anzi ottimo, come la pasta del capitano. Che ne dite?

     

    • 72.1
      Danielc.84

      Secondo me suonerebbe meglio…”IL PARTITO DEL POPOLO” ma questo non è il momento di stare qui a discutere su un eventuale nome di un futuro partito o meno, QUI è IL TEMPO DI FARE I FATTI perchè non so voi ma ogni volta che sento un tg,che leggo un giornale e che sento una qualsiasi notizia sulle proposte che stanno per passare di questo governo smutanda-italiani ..non so voi ma io mi sento una nullita impotente nel poter affrontare le cose!!!e non so voi ma io,con un figlio,la rata del mutuo da pagare,la rata della macchina da pagare,il prestito dei $ per pagare la macchina di mia moglie,il lavoro che a poco a poco sta calando,la spesa,le bollette,a volte non dormi dai troppi pensieri che si hanno ma a volte ti viene davvero il pensiero di attaccarti via.perche se dobbiamo vivere una vita per pagare i debiti,x lavorare fino alla morte,per esser sempre li con il pensiero di dire ma che mondo di m**da stiamo dando ai nostri figli e che sta andando sempre in peggio…beh da una parte mi rassegno e dico tanto non sarò io a cambiarlo sto c.zo di mondo non si può farci niente…siamo condannati….ma dall altra parte ti scatta o ti deve scattare una molla!!e bisogna che ci si autoconvinca che se effettivamente ci impuntiamo iniziamo a protestare,a insorgere a far vedere che la maggioranza del popolo non è con questi politici marionette!!forse una speranza di cambiare le cose realmente l abbiamo!!!Bisogna informare inanzitutto piu gente possibile e poi creare una raccolta firme su tutto il territorio per far capire alla gente che qualcosa realmente si puo cambiare!!!

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

       

  • 71
    MERISS

    ANCHE  QUESTO  GOVERNO  NON  HA  VOGLIA  DI  SCOPRIRE  GLI  EVASORI………….BASTEREBBE  CHE OGNI  FAMIGLIA  SCARICASSE  LE  SPESE  DAL  REDDITO  COME  NELLE AZIENDE………E  PAGASSE  LE  TASSE  SU  CIÒ  CHE  RIESCE  A  RISPARMIARE……..IN  QUESTO  MODO   VERREBBERO  ALLA  LUCE  I  VERI  REDDITI  DI  TANTE  AZIENDE  …………CI  SAREBBE  PIÙ  LAVORO  PER  COMMERCIALISTI  E  TECNICI  CONTABILI  ……..LE  FAMIGLIE  SAREBBERO  INVOGLIATE  A  SPENDERE  ……..

  • 70

    uno soltanto mi  sembra un contentino, non riesco  a scegliere, servono tutte…

  • 69

    Vorrei l’istituzione del Referendum Propositivo.

  • 68
    domec85

    Vogliamo fare un Referendum come l’Islanda o l’Ecuador, dichiarare illegale il debito pubblico che è causato dalle banche private e dai loro leccapiedi infiltrati ovunque, che se li paghiono loro i debiti che fanno per ingrassarsi! E mettiamo al gabbio tutti i politici, i banchieri e i preti che vogliono svendere la sovranità Nazionale del popolo italiano, questa proposta non èsolo  anticostituzionale, ma anche peggio!

    Difendete i vostri fratelli e la vostra terra!

  • 67

    Sotto ci sono due link che affrontano il sistema Italia sotto una nuova veduta di idee realizzabili che affrontano il problema, tenendo nascosto il meccanismo di fondo per la sua realizzazione.

    http://www.webalice.it/ferdinando.pittore/metodo_reale.html

    http://www.webalice.it/ferdinando.pittore/Lo_stivale.htm

  • 66
    Danielc.84

    il referendum vero e proprio bisogna iniziare ad organizzarlo ora o se no sara troppo tardi!! bisogna creare una raccolta per ogni paese,in ogni citta e fare una specie di picchetto al costo di prendere il freddo,di perdere ore din ferie o di tempo libero perchè se nessuno di noi si muove, vi ripeto che sarà troppo tardi.Io Claudio, sono pronto a sacrificare il mio tempo per salvare la mia famiglia,i miei amici e tutte quelle persone che si trovano in difficolta grazie a questa crisi e a questa forma di monarchia che si è instaurata nel nostro paese e che ha il solo scopo di metterci in mutande e vendere il piu passibile agli usurai tiranni stranieri!!!!! con la speranza che tu mi risponda e mi indichi “nuovi ordini” resto in attesa

  • 65
    Ruggiero

    1) Riforma del codice della strada ed indulto su tutte le multe insolute.

    2) Abolizione di Equitalia e creazione di procedure di recupero meno onerose, invasive e più flessibili.

  • 64
    C.PERISSINOTTO

    Quante idiozie bisogna inventare ancora? La soluzione per l’economia dell’Italia ce l’abbiamo prendendo una cartina geografica della stessa: IL TURISMO !

    Quanti alberghi ci sono tra Grado e Rimini? E quanti alberghi ci sono tra Rimini e Foggia? Senza alcuna ulteriore infrastruttura, BASTANO QUELLE GIA ESISTENTI  usando solo prefabbricati, costruiamo villaggi turistici – costi irrisori – fra Rimini e Foggia! – Tempi irrisori – !!!!

    Miliardi di euro freschi già da aprile! Sembra la scoperta dell’acqua calda CHI NON VUOLE ACCENDERE IL FUOCO ????

  • 63

    Ciao Claudio,

    iniziativa lodevole, il problema è che si tratta di un Referendum Propositivo e in Italia non è ancora stato istituito. Abbiamo solo il Referendum Abrogativo.

    Ma sono certo che il particolare non ti sia sfuggito, solo penso meriterebbe più risalto: il primo passo da fare è ottenere l’istituzione del Referendum Propositivo.

    Anche per i motivi che ti avevo scritto in quest’altro commento: http://www.byoblu.com/post/2011/12/02/Alla-fine-ha-vinto-lIslanda.aspx?page=all#id_7784ba12-a2df-4e52-a3b6-1d1c647c7161

    Come proposta a me piacerebbe vedere nella lista anche le “multe proporzionali al reddito”. Perchè se mi becco una multa da 150 euro e quadagno 1000 euro al mese farò fatica ad arrivare a fine mese (e stai tranquillo che imparerò la lezione) ma se guadagno 10’000 euro al mese mi farò una risata e continuerò a mettere in pericolo le altre persone allo stesso modo.

  • 62
    Alex-g

    Scusate ma stiamo parlando del nulla….

    In Italia allo stato attuale *è possibile solo* il REFERENDUM ABROGATIVO…

    FACCIAMO UNA BELLA PETIZIONE PER L’ INTRODUZIONE DEL REFERNDUM DELIBERATIVO/LEGISLATIVO!

    Non sprechiamo inutilmente il nostro tempo!


    REFERNDUM DELIBERATIVO/LEGISLATIVO!

    QUESTA E’ LA VERA RIVOLUZIONE!

    • 62.1

      Non stiamo sprecando il nostro tempo. Stiamo costruendo insieme, in più fasi, una serie di quesiti referendari. Il tuo apporto si può sintetizzare così: è possibile fare un referendum per chiedere l’introduzione del referendum propositivo? (Come mi pare già avvenga altrove) Lo vedi che non è inutile? Ci stiamo CONTANDO.

    • 62.2
      Benso

      Bravo sono d’accordo! è proprio quello che pensavo io! Sei l’unico che ha capito qualcosa

  • 61
    Solidhad

     

    *Riduzione drastica del numero dei deputati (dagli attuali 630 a 300) e dei loro stipendi e privilegi (dagli attuali 16900€ al mese a 2500€). Risparmio: 118 milioni di € all’anno.

    *Riduzione drastica del numero dei senatori (dagli attuali 315 a 140) e dei loro stipendi e privilegi (dagli attuali 15900€ al mese a 2300€). Risparmio: 56 milioni di € all’anno.

    *Riduzione drastica del numero delle auto blu: dalle attuali 630mila (circa 7 volte rispetto agli USA) a 30mila. Secondo l’Associazione dei contribuenti, la spesa media annuale per ogni auto è di 33505 euro. Secondo il governo 3300 euro solo per carburante e bollo. Risparmio: 20 MILIARDI DI € ALL’ANNO.

    Direttori generali, consulenti ecc della pubblica amministrazione massimale stipendi 2500.

    ecc ecc.. insomma questi soldi non vanno cercati troppo lontano.. ci sono riprendiamoceli

     

  • 60
    Roby67

    Ottimo lavoro, Claudio!Aggiungerei, visto l’attualità dell’argomento, un quesito tipo:VUOI SOTTOPORRE A REFERENDUM QUALSIASI DECISIONE PRESA DAI NOSTRI RAPPRESENTANTI IN EUROPA?Dobbiamo essere consultati su qualsiasi delibera che ci riguarda!Siamo nell’era di internet, grazie alla RETE ci si puo’ informare MEGLIO per capire cosa ci propinano e non subire piu’, da ignoranti, come e’ successo in passato.Gia’ questa sarebbe una piccola rivoluzione…

  • 59

    Le leggi dell’economia sono  una schifezza!

  • 58
    Claudio Maffei

    Fatti. Non credo abitate su Marte. Le proteste e l’indignazione non ci sono forse state? Gli scontri di Roma, la contestazione in val di Susa, già dimenticate? E’ cambiato qualcosa? Sì un pò di manifestanti in galera e meno libertà di dissenso.

    Invito a rileggere bene il post n° 73, se riuscite a risalire il salto nel vuoto del messaggio successivo eheheh.

    In ogni caso ribadisco che i problemi non si risolvono con i referendum, anche perchè la stortura fondamentale del sistema attuale è come è interpretata la politica, non intesa come servizio, ma come acapparramento di privilegi, nell’essere un gradino sopra tutti, nel continuare a litigare, nel fare l’interesse del partito e non quello del paese, nel non essere disposti a riconoscere gli errori, nell’aprofittare delle risorse di tutti per riempire il proprio portafogli, nel far dipendere le scelte in base al consenso che produrranno e non in base alle esigenze ed ai bisogni della popolazione. 

    Ho parlato di creare una forza politica e presentarsi alle elezioni. Le elezioni sono la miglior vetrina, inoltre consentono di esserci. Questi sono fatti che consentiranno di fare fatti.

    Essere movimento politico, senza essere partito. Forza politica. “””Forza””” dà l’idea di qualcosa di alternativo e “potente” che cambia il mondo.

    Allora vediamo, i nomi per ora sono 3, dopo aver scartato l’antesignano “Servire il popolo”, che alcuni utenti fecero notare legato all’ideologia marxista ed al 68.

    AMARE IL POPOLO – PARTITO DEL POPOLO – FORZA DEL POPOLO, aspetto altri lumi.

     

     

  • 57
    qilongpai

    ridurre gli stipendi ai politici e riduzione delle auto blu

  • 56
    zoster0

    Sinceramente credo poco a questo tipo di iniziative, questo paese mi ha tolto la voglia di votare e credere ancora in qualcosa. In una cosa però ancora voglio credere, all’unione delle persone che vogliono cambiare, veramente, concretamente. Le proposte e le posizioni della politica, sono unidirezionali, create per la politica e per chi ne è invischiato. Ecco perchè la prima cosa che dovrebbe essere fatta è tagliare i costi ed i privilegi dei politicanti (non politici), poi sicuramente tagliare le spese militari, tassare le seconde case e non le prime, (una prima casa è fatta con sacrificio ti molti, una seconda è già un privilegio), tassare i beni della chiesa. Fatto ciò, si iniziare ad investire sul nostro territorio, mettendo a posto giardini, musei, zone costiere e montane, per puntare sul turismo e sulla gastronomia.

  • 55
    Claudio Maffei

    Sto parlando appunto di fatti. Per fare i fatti bisogna esserci, non ci sono ne santi ne madonne che tengano. bisogna essere al posto di quelli che i fatti non li fanno o li fanno male.

    Altrimenti tutto rimarrà chiacchiera. Tante belle inutile chiacchiere. Masturbazioni al pc.

    ok. la protesta. è dal 68 che si protesta senza combinare na mazza.

    questi sono fatti.

  • 54
    grgnet

    Nazionalizzazione della Banca d’Italia e eliminazione della denaro contante quale unica soluzione radicale e definitiva all’evasione fiscale, alle tangenti, al pizzo, alla ricettazione, allo spaccio ed allo sfruttamento della prostituzione.

  • 53
    libbano

    Legalizzazione della canapa e dei suoi derivati potrebbe risanare un pò l’economia e creare un possibile rilancio puntato su ricerca e sviluppo di essa.

     

  • 52
    edeaa

    ma che c**zo votate uscire dall’europa o tornare alla lira, alla fine il problema più grande è il fatto che il nostro stato non può emettere moneta, ma dobbiamo usare praticamente una moneta straniera… poi gli altri problemi si risolvono da sè!

    ahah scherzo, ognuno vota quello che vuole XD ^_______^

  • 51
    andrea_vik

    Viaggio molto in Germania e nie paesi scandinavi ed è per questo motivo che ho votato per il finanziamento della banda larga. Ragazzi, nei paesi che ho nominato dieci anni fa c’era gia la connessine gratuita ovunque andassi! Oltre al discorso sulla libertà d’informazione i profitti che ne derivano ve li ha spiegati Claudio.

  • 50
    StefanoG

    Il grande problema é che la percentuale di gente “sveglia” è troppo bassa!

    É da diversi anni che cerco le informazioni in rete, senza dare troppo ascolto ai TG che sono faziosi e bugiardi. Ma… in quanti lo fanno?

  • 49
    Danielc.84

    Bisognerebbe ritrovarsi a fare quattro chiacchiere per organizzare gazebo per raccogliere firme!! xche molta gente non conosce ancora internet il computer e tutte le cose che sono dette nel sito.quindi:quando o dove avro il piacere di incontrare Claudio Messora dal vivo per discuterne?

  • 48
    Alerighini

    per quanto riguarda i tagli all’esercito , a me viene in mente una cosa

    -l’iran rischia la guerra da parte usa israel e gb

    -la siria da parte di usa siria gb, turchia e lega araba

    -ieri la russia ha installato i sistemi antimissile in siria

    -gli usa hanno mosso la loro flotta davanti alle coste siriane

    -la russia ha fatto lo stesso

    -la russia ha dato ultimatum nel caso di attacco usa alla siria

    -la cina ha dato un mezzo ultimatum all’usa da parte del loro presidente

    -la cina si schiera con l’iran

    -(pare che le basi saltate per aria in iran non siano nientaltro che attacchi missilistici israel)

    -l’iran cattura il drone

    oi ma non è che siamo in terza guerra mondiale sul serio e quindi non è possibile fare dei tagli al nostro esercito????

    a questo puntose fosse vero: ritorno immediatamente dell’esercito schierato a casa, e che ce lo dicano apertamente, dobbiamo tirare la cinghia perchè siamo vicini alla guerra globale!

  • 47
    Mirko

    Certo, anche io ho mvotato per il ritiro delle truppe in guerra, credo sia la prima cosa da fare… di certo le altre, non sono meno importanti…. più che un sondaggio su cosa si vule, bisognerebbe mettere un sondaggio sulle priorità da fare !

    .. di certo la seconda sarebbe pulire il parlamento..

    la terza sistemare l’indipendenza economica della moneta, attraverso una riforma delle banche…

     

    far pagare le tasse a tutti (chiesa)

    ecc ecc

  • 46
    Giulio Meini

    I capitali scudati vanno confiscati al 100% e coloro che li hanno fatti vanno multati ancora, allora avremo detto definitivamente ciao a ogni ipotesi di condono.

  • 45
    Vito80

    Salve a tutti,

    io propongo:

    – l’appello al “Debito Odioso” per la rinegoziazione del debito con l’estero;

    – tassazione sulle grandi rendite e transazioni finanziarie;

    – abolizione del trattamento giuridico della “Coorporazione di impresa” come “persona fisica”.

    …e che la Provvidenza ci assista!

  • 44
    celeborn

    ciao Claudio , l’Europa, in senso economico , si avvia ad essere divisa in due gruppi a due velocità.Ho l’impressione che la “sudamericanizzazione” del nostro paese sia arrivata ad un punto di non ritorno. Turismo, corruzione e capitalismo finanziario senza regole sarà l'”economia” del nostro futuro . Un paese che finirà colonizzato non da eserciti fisici , ma da capitali stranieri che si mangeranno cio’ che i nostri padri hanno creato in sessant’anni di duro lavoro . vedro il tuo questionario ,faremo la petizione , ma noi siamo stai BYPASSATI ? é ora di riconoscerlo. 

  • 43

    In particolare vorrei che il numero di parlamentari venisse dimezzato ed anche i loro stipendi ed aboliti i privilegi, inoltre le banche devono essere nazionalizzate, deve essere introdotta la patrimoniale sui grandi patrimoni, la chiesa deve pagare l’Ici ed inoltre bisogna finirla con le missioni militari all’estero.

    Inoltre e questo è un discorso di parte: io sono una lavoratrice autonoma, una così detta silente che paga le tasse anche se non lavora e che non ha nessuna tutela e nessuno che la rappresenti, che se è trattata ingiustamente dal fisco deve spendere soldi che non ha per fare ricorso e quindi non lo può fare, vorrei che il problema dei silenti, degli autonomi senza tutela venisse analizzato, lo stato deve farsi carico anche delle nostre problematiche, non abbiamo ferie, non abbiamo tredicesima….non abbiamo pensione !!! siamo dei lavoratori di serie Z.

  • 42
    Benso

    Io non ho capito cosa si sta cercando di fare: purtroppo in Italia non è previsto il referendum propositivo, ma solo abrogativo. è prevista l’iniziativa legislativa popolare, ma essa incorre nel rischio di essere ignorata.

    Qui si sta parlando di referendum e non capisco in che senso.

    Comunque complimenti per il blog

  • 41
    AntonioXXX

    Ti prego Claudio, mettiti in contatto con lo staff del blog di Beppe Grillo o con lui stesso. Mesi fa è stato fatto un sondaggio dove venivano presentati dai cittadini stessi tutti i punti su cui bisogna operare, la cosiddetta “manovra dei cittadini”! Ci sono state veramente tantissime proposte ed è ora di dare risalto alla voce delle persone. Nel blog puoi trovare un post dove vengono elencate tutti i maggiori tagli da fare (es. finanziamento ai partiti e ai giornali, stipendi dei politici etc) e un post dove vengono elencati tutti i punti utili a far ripartire il paese (le manovre “produttive”)! facciamo capire a queste persone che un “tecnico” di loro in confronto a migliaia di persone è solo uno dei tanti e non un Dio sceso in terra!!

  • 40

    Riscrivere l’articolo 67 della costituzione. Ogni eletto DEVE avere un vincolo di mandato, altrimenti il mio voto si riduce a sottoscrivere una cambiale in bianco per cinque anni nei confronti di qualcuno che ha fatto promesse sapendo che non è tenuto a mantenerle.

  • 39
    Marco P.

    Piccole idee:

    1)Banda larga per tutti

    2)Accorpamento delle province sotto una quota minima di abitanti e secondo criteri territoriali

    3)Togliere ai parlamentari tutti i privilegi, come i prezzi dei ristoranti delle camere, i buoni per i viaggi e simili; altresì togliere tali privilegi ai politici locali

    4)Riapertura case chiuse

    5)Lotta alla criminalità organizzata

    6)Censimento di tutte gli immobili non riconosciuti

    7)Meccanismo che permetta alle famiglie di detrarre le spese per la casa e simili, così da far emergere il nero

    8)ICI per i beni ecclesiastici

  • 38
    Elson

    Ho guardato il video, di fronte al quale non ho oggettivamente i mezzi per decidere se le cose dette siano veritiere e/o attendibili.

    Per il momento opto per il referendum abrogativo/alternativo, perché ritengo sia comunque migliore dell’accettazione passiva del Governo Monti imposto da Napolitano, Bersani, Berlusconi, Fini, Casini, Di Pietro, Vendola.

    La mia contrarietà verso la manovra Napolitano-Monti, Bersani, Berlusconi, Fini, Casini, Di Pietro, Vendola nasce da considerazioni apparentemente molto semplici e molto terra-terra.

    La prima è che, guardando la mia vita, e quella dei mie genitori, non riesco proprio a convincermi, con tutta la buona volontà possibile, che noi si abbia contratto, insieme agli altri italiani, ben 1.900 euro di debito pubblico.

    Non dico che il debito, in quanto tale, non possa essere reale!

    Ma, se mi è permesso, prima di pagare un conto, questo conto lo vorrei almeno vedere!

    Se vado in pizzeria, il conto, prima di pagarlo, lo voglio vedere eccome!

    “2 coperti, una margherita, una 4 stagioni, due coca cola”: totale: 1.900MLD di euro?

    Prima di pagare il conto, questa volta, se mi è permesso, voglio vedere le voci che lo determinano!

    Le voglio vedere, le voci del debito pubblico, perché sono convinto che il debito pubblico non è stato determinato certo da cose come il salario dell’operaio addetto in un’azienda tessile, che produceva tessuti venduti poi all’estero, come esportazione!

    Sospetto invece che il debito pubblico, o una parte di esso, sia stato determinato piuttosto dalla realizzazione di opere pubbliche, avvenuta, e non a caso, senza controlli: quelle opere pubbliche durate 10 volte il previsto, e costate 100 volte il preventivato.

    Di fronte a questa eventualità, del DP determinato dal magna-magna, ad es.,  sulle opere pubbliche, potrei anche accettare di sobbarcarmi l’onere di doverlo pagare: ma come minimo voglio vedere dei responsabili, fosse pure soltanto alcuni di questi, finire in galera!

    Ognuno paghi per la sua parte! Chi lavorando 6 anni di più, chi finendo i galera!

    Io, di pagare il DP, non essendo convinto di averlo determinato, senza conoscere almeno il primo 20%, numericamente parlando, delle voci con gli importi più significativi, e senza che si inverta la rotta, ovvero senza che nessuno paghi per le responsabilità dello sfascio in cui ci troviamo, non ci penso nemmeno lontanamente!

    Inoltre, e non ho paura a dirlo, sospetto (per rimanere sul soft), che parte del DP sia stata determinata dalle consorterie di partito.

    Trovo che in Italia sia costume ricambiare il voto, con altri titpi di favori, come il “sistemre” i sodali di casacca soprattutto nei ruoli istituzionali, nella PA, nonché in tutte quelle imprese pseudo-private che vivono e campano grazie alla benevolenza e alla discrezionalità dei partiti. Partiti ai quali, in cambio di benevolenza e discrezionalità, quelle ditte pseduo-private, dovranno necessariamente dare in cambio qualcosa: posti di lavoro.

    Io, di pagare il DP determinato anche da enti, uffici, fondazioni, consorzi, partecipate, istituzioni, associazioni, “formule” che altro non sono se non il mezzo attraverso il quale la politica foraggia le proprie consorterie, rigorosamente con i soldi pubblici, non ne ho nessunissima intenzione!

    Di pagare il debito pubblico, con mio figlio dignitosamente diplomatosi o laureatosi, che annaspa per trovare lavoro, mentre il figlio del mio vicino di casa è stato assunto, per chiamata diretta, in una partecipata comunale (invento!), partecipata  dalla quale, al momento opportuno, il socio privato si è defilato, facendo così in modo che tutti i dipendenti, senza aver fatto nessun concorso, diventassero automaticamente dipendenti pubblici, non ne ho la minima intenzione!

    Proprio ad essere buoni, prima si dovranno cacciare tutti gli imbucati, i raccomandati, “i clienti”, i parentadi (ed è già tanto se non gli si chiedono i danni!), anche con un’operazione non tanto precisa, ma che sia simbolica e significativa, e poi, forse, allora potrei prendere in considerazione di farmi carico di sobbarcarmi il DP!

    Serve, in altre parole, più  che un segnale di discontinuità: serve una garanzia!

    E l’unica garanzia per il futuro, è nel fare giustizia del passato.

     

    Inoltre, non posso accettare non tanto il fatto che Napolitano proponga/imponga un suo esecutivo: il Governo Monti: quanto che a vagliare l’operato di tale Governo ci sia un Parlamento assolutamente delegittimato a farlo!

    Infatti si tratta di un Parlamento che ha origine nelle elezioni del 2008, dove i partiti politici si presentarono in coalizioni, e con programmi, che letteralmente non esistono più!

    Il PD con l’IdV, ad esempio, in una coalizione guidata da Veltroni!

    Cos’è: “roba che se magna”?

    Ora, non c’è cosa al mondo che potrà convincermi sul fatto che il PD, che PERSE le elezioni del 2008, sia oggi legittimato dai voti presi allora, in quella occasione totalmente diversa dall’attuale, per uno specifico programma congruo per quello specifico contesto… che il PD sia legittimato a stare in maggioranza, e che con quei voti del 2008 sostenga, senza vergogna, senza pudore. un Governo NON ELETTO dal popolo, un Governo di Nominati in un Parlamento di Nominati, e che soprattutto con quei voti del 2008, avendo PERSO le elezioni, ci sostenga il programma di detto esecutivo di nominati! Programma che non ha assolutamente niente a che vedere con quello che il PD poté presentare nel 2008!
    Perché se fosse legittima questa posizione del PD: e se fossero legittime le preveggenze di Napolitano, il suo Governo di Nominati, il Parlamento del 2008 a sostenerlo, semplicemente di votare non ce ne sarebbe più bisogno in assoluto!

    Se l’attuale situazione fosse autenticamente Democratica, avremmo raggiunto quella perfezione tale per cui votare, anche nel prossimo futuro, non servirebbe assolutamente!

    Ci potranno pensare, anche per il futuro, gli stessi Napolitano, Monti, Bersani, Berlusconi, Fini, Casini, Di Pietro, Vendola, a governarci: votare, per fare cosa?

    Peccato che non votare, l’inutilità del voto, guarda caso, è proprio spiccata caratteristica dei regimi dittatoriali!

«12

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hey, Lorenzin, fai un decreto su questo! 1250 morti all’anno per il DieselGate

DieselGate - Concentrazione e MortalitàIl surplus di emissioni dei veicoli diesel, rispetto a quanto dichiarato dalle case automobilistiche, ha causato in Italia 1.250 morti all'anno. A quantificare le conseguenze del Dieselgate sono l'Istituto meteorologico norvegese e l'istituto internazionale Iiasa, in uno studio pubblicato sulla rivista Environmental Research Letters da cui emerge che il nostro...--> LEGGI TUTTO

La verità orribile che non viene detta – Gianluca Ferrara

GIANLUCA FERRARA - La verità orribile che non viene mai detta Gianluca Ferrara, direttore editoriale di "Dissensi edizioni" e blogger del Fatto Quotidiano, ha già ottenuto quasi 150 mila condivisioni con questa analisi, fatta nell'ultimo post sul suo blog. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Crociata contro la rete. Il ministro: via i “profili sgraditi”.

Orlando - rimozione di profili sgraditi e ong governative a fare controinformazione in rete Registrazione del Facebook Live del 16 agosto 2017 Un'intervista di Andrea Orlando, sul Corriere della Sera, rivela che esiste un accordo con i social network per la segnalazione dei post e la rimozione dei profili sgraditi, e anche che il ministero ha messo delle organizzazioni a monitorare...--> LEGGI TUTTO

La vera storia di KJ2, l’orsa mamma di Francesco e Soki, del progetto Life Ursus

Un'orsa e il suo cucciolo  Registrazione del live Facebook andato in onda ieri sera KJ2 sembra il nome di una stella cadente, perfetto per la notte di San Lorenzo. Invece è caduta un'orsa, appartenente al progetto Life Ursus. Nel video qualche considerazione da fare insieme sulla vicenda, andata in onda ieri sera...--> LEGGI TUTTO

OneBarter: l’era del baratto high tech

OneBarter - Nico Allegretti Nico Allegretti, presidente di OneBarter, racconta come il baratto, nella sua nuova forma tecnologicamente assistita, possa contribuire ad abbattere la necessità delle imprese di finanziarsi con linee di credito bancarie, e possa rilanciare gli scambi e l'economia. Un settore, quello del barter (cioè "comprare pagando vendendo",...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Stanno commettendo gli stessi errori, uno dopo l’altro!

Immagine copertina non autorizzata disegno di legge fiano Ricapitoliamo: Si obbligano trattamenti sanitari preventivi sui bambini, oltretutto adducendo epidemie inventate come emergenza. Si limita il diritto all'istruzione. Si attua una discriminazione nelle scuole su bambini perfettamente sani per ragioni di Salute Pubblica. Si sostiene...--> LEGGI TUTTO

Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

bimbi auto Lettera al blog di Stefania Gentile Sig. Claudio, seguo il suo blog su "youtube" e la ringrazio per le tante cose che si imparano. Questa mattina ho ascoltato il pezzo sulla tragedia, fortunatamente solo sfiorata, per l'ennesimo bambino lasciato in macchina dalla mamma....--> LEGGI TUTTO

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>