Svaligiati in casa e senza latte

Stiamo faticosamente cercando di mettere insieme 20 miliardi. Li togliamo alla povera gente, lesinando le pensioni, tassando la casa, rincarando la benzina, aumentando l’iva, ricorrendo ai prelievi forzati sui conti correnti. E perché non rivalersi allora anche sui cani e sui gatti domestici? In fin dei conti adottare un cucciolo, invece di rappresentare un atto meritorio nonché un innegabile costo, potrebbe essere un reddito affettivo da condividere con lo stato.

Venti miliardi cui invece i grandi patrimoni non contribuiranno molto, restando tutto sommato indisturbati. Qualche esempio? Chi ha grandi e lussuose imbarcazioni non farà altro che spostarle nei porti della vicina Croazia. Chi ha ingenti capitali, non farà altro che spostarli in Svizzera, tanto l’accordo fiscale non lo vogliamo fare per evitare possibili infrazioni UE. Come dire: le infrazioni sulla mancata concessione delle frequenze a Europa7 e quelle sui rifiuti (tanto per citarne due a caso) vanno benissimo, in quanto si tratta di spendere in multe senza averne alcun ritorno, ma le infrazioni come scotto da pagare per il recupero di qualche miliardo di euro invece sono da evitarsi assolutamente. Due pesi, due misure. Come due pesi e due misure si adottano tra gli interventi nella manovra che riguardano l’inasprimento dell’aliquota una tantum sui capitali scudati e quelli che tolgono la rivalutazione alle pensioni. Nel primo caso si grida allo scandalo dello Stato che viene meno al suo patto, nel secondo caso invece assistiamo a un patto ancora più stringente, per il numero dei cittadini coinvolti e soprattutto perché stiamo parlando di quelli onesti, che viene violato senza nessuna alzata di scudi. Misura che adotti, scudo che ignori.

E mentre ci affanniamo a far pagare ai cittadini questi 20 miliardi, cui ne seguiranno altri 20, e poi altri 20 visto che ci stiamo consegnando mani e piedi alla recessione, ne troviamo 150 da regalare senza colpo ferire, sull’unghia, all’Unione Europea e al Fondo Monetario Internazionale. Di questi, 125 dovremo corrisponderli al MES, il Meccanismo permanente di Stabilizzazione Europeo che entrerà in vigore “presto presto” entro metà 2012 (ne ho parlato qui). Altri 23,48 miliardi li abbiamo appena promessi al Fondo Monetario Internazionale.

E a cosa servirebbe questa spropositata quantità di denaro? Ma a salvarci, parbleu! Non sono sicuro di avere capito bene: ricapitoliamo. Chiediamo ai nostri pensionati di rinunciare a comprare il latte tutti i giorni per mettere insieme 20 miliardi, ma ne troviamo 150 da dare agli altri come forma di assicurazione contro il nostro fallimento? Sarebbe come comprare una macchina a 20mila euro e poi pagare l’assicurazione 150mila. Chiunque capirebbe che è meglio non fare nessuna assicurazione, tanto anche se ti rubassero la macchina fino a 7 volte di fila, potresti ricomprartela nuova ogni volta e restare ancora con tanti soldi in tasca. Il Regno Unito mica è scemo: dopo essersi chiamato fuori dai nuovi trattati, si è chiamato ancor più fuori dalla rapina del FMI. Tralasciando Estonia, Irlanda, Portogallo e Grecia che non daranno un centesimo (loro non pagano per essere salvati) l’Italia rappresenta il terzo contribuente assoluto. Chissà cosa ne avrebbe pensato Dominique Strauss-Kahn, se non lo avessero incastrato.

Pretendiamo che qualcuno venga a spiegarci questi conti, fornendo dati chiari e inequivocabili circa il saldo netto tra i vantaggi economici derivanti dalla permanenza nella moneta unica e gli svantaggi evidenti che capirebbe anche mio figlio di sei anni.

Ultima cosa: ovviamente il conferimento di 23,48 miliardi al FMI è stato deciso da una riunione telefonica dei ministri dell’economia dell’Eurogruppo, così come i 125 miliardi del MES verranno stanziati dai 17 suoi governatori, cioè i 17 ministri dell’economia dei paesi aderenti al trattato. Ovvero, per l’Italia, sempre e solo lui: Mario Monti. Che telefona ai suoi amici, quelli del club, e conferisce. Coi soldi nostri.

 

 Aiuta a diffondere questa petizione.
Copia e incolla questo codice sul tuo sito :

  Oggi tutti parlano di conflitto di interessi per Mario Monti, diviso tra il compito di perseguire il bene del popolo italiano, come presidente del Consiglio, e i suoi obiettivi come alta carica della Commissione Trilaterale. Perfino i giornali. Oltre un mese fa, chi ne parlava era un complottista, come in questo estratto della puntata di Matrix “Smascheriamo il complotto”.

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

42 risposte a Svaligiati in casa e senza latte

  • 7
    luis

    Stanno mettendo in atto una precisa strategia, ancora non ne intuiamo bene i dettagli, la portata e gli obiettivi, ma di solito quando i poteri forti impoveriscono le popolazioni o le mantengono tali è perché vogliono sfruttare qualcosa che appartiene ai popoli assoggettati senza chiedere loro il permesso, magari gli danno in cambio qualche elemosina per farli stare buoni. 

    Ora la mia domanda è: cosa ha il popolo italiano che loro vogliono sottrargli senza il suo permesso o con il suo permesso, ma ingannandolo?

    • 7.1
      Ronnie

      Tanto per cominciare. WoW allora c’è qualcuno che le cose le sa!

      la cosa che comunque mi fa rabbrividire e andare in bestia è che la gente pensa al PD meglio del PDL; o la Lega meglio dell’IDV o…..

      SVEGLIA Italioti!

      Sono tutti d’accordo! Partiti, sindacati, Vaticano, potentati vari, Roma ladrona o santa. Si tratta dei loro lussuriosi privilegi pre 1789, contro la nostra sopravvivenza 8perchè la libertà è giò andata a quel paese).

      Questi, tutti, hanno ridotoo o permesso alla Costituzione di diventare “carta da cesso”. Ragazzi, la legge fondamentale dello Stato di diritto. La caplestano tutti i giorni. Come calpestano tutte le carte dei diritti. Ma cosa siamo diventati? Gli indiani d’America? Almeno quelli hanno venduta cara la pelle.

    • 7.2
      Claudio.farna

      Ha tanto…:  2500 tonnellate di  riserve d’oro, Eni…e diversi altri  gioielli….

  • 6
    silviononquello

    Claudio, grazie per le utili informazioni, che raccolgo ordino e confronto insieme a tante altre fonti.

    sono sempre meno convinto che “le parole” aiutino a risolvere la situazione:

    • legittimamente alcuni cercheranno di risolvere i propri problemi (fortunato chi ci riesce, finché si può..), spesso spostandoli su altri, in ogni caso alimentando “divisioni secondarie”
    • i più si faranno pilotare dai soliti noti solo “un po’ più in là” nel tempo, nei problemi, e nelle divisioni “dovenondovrebberoessercene”..
    • credo anche di poter smettere di sperare che servano a far rinsavire i governanti, sempre più lanciati in progetti così lontani dal “comune sentire” che non prevedono né la spiegazione “agli altri” né l’accoglimento di suggerimenti esterni.

    senza (quasi mai) protestare troppo lontano dalla tastiera gli ho permesso:
    – di ignorare la mia firma (insieme a 350.000 altre) per “parlamento pulito”,
    – di trascurare l’indicazione di milioni di firme ai recenti referendum,
    – di aggirare sfacciatamente la volontà popolare (finanziamento/rimborso ai partiti)
    – ecc. ecc. …

    non credo temino una petizione e un po’ d’informazione..
    al massimo che qualcuno riesca a rimettere le giuste priorità davanti alle legittime differenze..

    personalmente spero presto di trovare lo stimolo giusto per “allontanarmi dalla tastiera”.. magari l’Articolo 18: hanno creato i lavoratori di serie C e D per poter dire che bisogna abolire la serie A e diventare tutti di serie B?
    silviononquello ^^

  • 5
    mudarre

    baldarn ha scritto :
    a mio parere viene spiegato in maniera abbastanza chiara in questo documento da Paolo Barnard: Il più grande crimine   saluti. L
    Claudio Maffei ha scritto :
    Risposta a Napolitano  http://lombardia.indymedia.org/node/42962 – Napolitano non vede che il governo è antidemocratico e incostituzionale, non per com’è stato scelto, ma per ciò che rappresenta. – La Costituzione recita in modo chiaro, inequivocabile, che la nostra Repubblica è fondata sul lavoro. Questa è la direttrice che deve animare le istituzioni e l’economia deve poggiare su questo presupposto costituzionale.Tutto il resto sono falsificazioni, strumentalizzazioni politiche ed economiche.Chi mette al primo posto il debito pubblico è fuori della Costituzione, a meno che la soluzione sia compatibile con il diritto al lavoro. Quando al contrario il lavoro viene continuamente violentato, alienato, frustrato ed oppresso, per il debito pubblico o per altre intenzioni peraltro poco chiare, si sta percorreno una strada incostituzionale e quindi illegale.Il referente del Capo dello Stato, è prima di tutto la Costituzione, che non può in nessun modo essere messa in secondo piano rispetto ad altri organismi, nazionali o sovranazionali.Inviterei il Capo dello Stato a scendere dal fico costituzionale: prima viene la Costituzione, poi viene l’Europa; prima viene il lavoro, poi viene il debito; prima viene l’Italia poi viene l’Europa; prima vengono i cittadini ed il loro lavoro, poi vengono i creditori.La demonizzazione del debito è insito nella volontà dei creditori, ma è incontestabile che la prosperità della nazione è progredita proprio grazie ad oltre “un secolo di debito pubblico e privato.” E quindi è assurda ed equivale a sputare nel piatto in cui finora si è mangiato e prosperato.E tutto ciò ha un senso costituzionale ben preciso: l’indebitamento è stato messo a servizio del lavoro, ossia era sottoposto al primo articolo della Costituzione, giacchè è attraverso esso che le attività e le imprese hanno potuto espandersi, ed offrire maggior lavoro. Mentre ora si vuol fare l’esatto contrario: si sacrifica il lavoro a vantaggio del debito.Mi stupisce che il Presidente, dal passato sintonico con gli operai, non abbia ancora colto questo aspetto, sia nelle scelte, sia nei suoi discorsi.E mi stupisce, non si capisca che il perdurare della crisi avrà uno sbocco positivo e duraturo, solo con un’azione che incentivi al massimo il lavoro, anzichè continuamente mortificarlo.Quando abbiamo superato due guerre mondiali, “le peggior crisi del millennio”, ci siamo concentrati sui debiti? Niente affatto, ci siamo concentrati a capo fitto sul lavoro.Del resto sembra di vivere in un pianeta inconsapevole che imprese e famiglie, saldano i debiti, come? Con il lavoro.Stesso discorso vale per lo stato. Una società di disoccupati, di aziende prostrate, che risorse possono dare allo stato, quale debito si potrà saldare, se perfino l’evasione fiscale, il lavoro in nero, per molti strati della popolazione, è condizione irrinunciabile per sopravvivere.

  • 4
    Antome

    Franz ha scritto :
    Qualche giorno fa il ministro Passera comunicava che siamo in recessione. Sono dieci anni che siamo in recessione e che la gente non spende più (da quando c’è stato il passaggio all’euro raddoppiando i costi dei prodotti), e loro si svegliano ora per dirci una cosa che sapevamo già dal 2001. Questa manovra ci porterà alla recessione totale, in quanto non c’è una sola cosa che farà ripartire il paese. Quale sia il loro disegno non lo so, ma di certo non è quello di far ripartire l’economia, ma di creare nuovi disperati disposti a lavorare anche per un tozzo di pane.

     

    Per quanto fortemente critico nei confronti di quel che è diventato il progetto dell’Europa, per dovere di cronaca faccio notare che con l’euro i prezzi sono aumentati perchè hanno approfittato della confusione e non c’è stato nessun controllo sui prezzi. D’altro canto uno dei capisaldi del liberismo è sempre stato che lo stato non può fare i prezzi, ma le privatizzizioni sono un monopolio di stato diventato monopoli privato per concessione, senza che la gente possa rivolgersi ad un migliore offerente, si decidano.

  • 3
    Antome

    luis ha scritto :
    x Guit Anch’io non sono un addetto ai lavori, ma questo non significa che non possa acquisire le conoscenze necessarie per capire questi fatti. Ancora mi sfuggono tante cose, ma prima o poi penso che il quadro sarà completo e allora intuisco che non mi piacerà affatto.

    Cosa non è chiaro? I soldi non hanno valore non essendo più legati alla produzione. Sono un plus valore infinito che proprio in nome della sua virtualità può fare sì che non solo pochi si arricchiscano, ma che lo facciano anche senza aver dato niente di concreto alla popolazione.

  • 2
    Delta

    Moriremo tutti! (cit.)

  • 1

    difatti…anche le prestazioni sanitarie gratuite erano un patto che lo stato aveva fatto con i cittadini…ieri ho fatto un prelievo per delle analisi: ebbene, mi è costato di meno farlo senza ricetta (che avevo) e la segretaria del centro analisi è stata premurosa facendolo da ‘privato’…ed io godo di ottima salute, ma le persone ‘costrette’ a fare analisi e cure perché stanno male? con loro i patti non contano….con chi ha evaso le tasse o peggio imboscato capitali frutto di crimini invece sì, i patti si fanno…


    scusate il prosieguo un po’ a ‘capocchia’ ma propongo un altro sondaggio sulla qualità delle poste italiane; non vi sembri del tutto fuori luogo: la ratio è dovuta al ribadire sulla stampa le competenze di corrado passera in quanto avrebbe sanato lo sfacelo delle poste…ma mi chiedo: sanare un’azienda è renderla competitiva ed utilie per l’utenza o fare tagli e prepensionamenti che non serve un dio sceso in terra per attuarli?

    il modulo per votare, al solito, è ben visibile sull’home page del blog

    http://www.paoloaquino.wordpress.com

    un saluto a claudio ed ai lettori


       paolo

  • 0
    baldarn

    Ci vorrebbe un uomo vivo e sveglio,

    capace di amare e farsi amare.

    Un uomo di altri tempi,

    un uomo che oggi non è un uomo.

     

  • -1
    Anas E.

    @ Luis:

    Ora la mia domanda è: cosa ha il popolo italiano che loro vogliono sottrargli senza il suo permesso o con il suo permesso, ma ingannandolo?”

    Ti farei un’altra domanda : COSA NON HA IL POPOLO iTALIANO PER DIFENDERSI?

    La risposta : Sicuramente e senza dubbio non ha nessun rappresentante in quel parlamento su cui contare. La Manovra, la crisi, i tagli, li sta pagando il poveraccio e solo lui può difendere se stesso, solo lui deve dire BASTA opposizione finta, basta promesse, BASTAAAAAAAAAAAA!!!.

  • -2
    andrea_vik

    Che avrebbero messo le mani nelle nostre tasche ne eravamo certi, ma mi chiedevo come funziona esattamente la petizione che ha fatto Claudio e che tutti (credo) abbiamo firmato? quante firme ci vogliono? Qualcuno può gentilmente spiegarmelo?

  • -3
    radiologo

    questo governo sta attuando il piano di rinascita nazionale della P2.

    La situazione è veramente preoccupante.

  • -4
    mudarre

    baldarn ha scritto :

    baldarn ha scritto :
    a mio parere viene spiegato in maniera abbastanza chiara in questo documento da Paolo Barnard: Il più grande crimine   saluti. L

     

    ma barnard è solo un esaltato

  • -5
    Guit

    I soldi sono sempre più virtuali. Vorrei che qualcuno spiegasse chiaramente alla gente il giro del fumo: come nascono, come crescono e come spariscono. Perché io un miliardo di euro, oltre a non averlo mai visto, di fronte a questi dati, non so più cosa sia nemmeno in linea teorica.

     

    • -5.1
      TANAIONAT

      Sono perfettamente d’accordo con te, il problema vero è far arrivare queste notizie ai teledrogati che si bevono di tutto e di piu,speriamo che la fame gli svegli…..

    • -5.2
      Manzi

      Il motivo e’ molto semplice, non puoi creare denaro all’infinito , altrimenti il valore della tua moneta e’ come carta straccia. Vedi Germania pre nazismo.Un altra cosa riguardo i soldi alle banche, non sono stati regalati, ma prestati con un tasso del 1% , questo e ‘ necessario per permettere alle banche di ricapitalizzarsi , e in seconda istanza per immettere liquidità sul mercatoA mio parere e’ la migliore delle soluzioni possibili in questo momento.Mi spiace queste sono le regole del gioco, che qualcuno prima di noi ha creato, e non e’ possibile cambiarle, o almeno non può farlo la sola Europa ne tantomeno l’Italia.

    • -5.3
      Alerighini

      visto che avete aperto questo anneddoto secondo me funziona cosi:

      byoblu (sta) claudio messora (come) soldi nelle banche (stanno) lavoro vero effettuato

      cosi avete detto,

      ecco quello che sta succedendo è questo in parole povere da informatico

      al gestore Claudio.M gli è andato in “loop” il portale

      agli stati va da dio avere tutto in digitale, se no come potrebbero creare soldi dal nulla, l’america lo ha gia fatto, qualche anno fa , ma come gia ce lo siamo scordati? no perchè causa di tutti quei falsi se in gran parte ci troviamo cosi noi ora…

      a me fa schifo e basta la cosa, e comunque si spiega perchè dai tanto fastidio quando non tieni in conto bancario

      mi chiedo ma quei 23 M veri a cosa servono? forse a garanzia dei 150 che gli mettiamo per finta?

       

    • -5.4
      baldarn

      a mio parere viene spiegato in maniera abbastanza chiara in questo documento da Paolo Barnard:

      Il più grande crimine

       

      saluti.

      L

    • -5.5
      luis

      Non ho ancora finito di leggere “il più grande crimine”, ma già ho trovato delle cose che non mi convincono:  si definiscono i soldi come aria fritta, essi sono virtuali ed il loro valore è inesistente per il solo fatto che vengano digitati dei numeri in un terminale e conservati in un archivio elettronico.

      Secondo questo ragionamento anche il blog byoblu non esiste, in quanto si trova in un ambiente virtuale. Solo la persona fisica Claudio Messora esiste.

      Invece esiste anche Byoblu in quanto è l’espressione del lavoro di Claudio.

      I soldi sono Pura informazione, essi sono finti, è vero, ma il loro valore è concreto perché fa riferimento al nostro lavoro.

      Le basi del nostro sistema economico sono: i consumatori, le imprese e i fattori della produzione, tra i fattori della produzione il più importante dal punto di vista umano è il Lavoro.

      Quando un operaio dopo un mese di lavoro in fabbrica torna a casa, quelle giornate di lavoro non vengono perse nel passato, ma vengono trasformate sottoforma di denaaro, il salario che è costato tanta fatica al lavoratore è un mezzo che contiene l’informazione “mese di lavoro prestato dal lavoratore”.

      Come vedete nulla si può creare dal nulla.

      Quando comprate un auto, non la pagate con i soldi, ma in realtà la pagate con il vostro lavoro o con il lavoro di qualcun’altro sottoforma di denaro.

      Ricordate: in questo Universo nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.

    • -5.6
      Guit

      x luis. Infatti io pensavo fosse così, ma non capisco più allora perché per trovare 20 miliardi, che sono veri, si vanno a toccare stato sociale, pensioni e beni primari, e poi saltano fuori 100 miliardi e oltre, anch’essi reali, da destinare a un fondo. Soldi che quindi c’erano ed erano veri. Ecco io da ignorante quale sono in materia qui mi perdo.

       

    • -5.7
      luis

      x Guit

      Anch’io non sono un addetto ai lavori, ma questo non significa che non possa acquisire le conoscenze necessarie per capire questi fatti. Ancora mi sfuggono tante cose, ma prima o poi penso che il quadro sarà completo e allora intuisco che non mi piacerà affatto.

  • -6
    Guit

    Su DSK c’è il link a un tuo articolo dove non c’è tratta dell’epilogo. Comunque ci avevi praticamente azzeccato da subito.

     

  • -7
    Claudio Maffei

    Risposta a Napolitano  http://lombardia.indymedia.org/node/42962

    – Napolitano non vede che il governo è antidemocratico e incostituzionale, non per com’è stato scelto, ma per ciò che rappresenta. –

    La Costituzione recita in modo chiaro, inequivocabile, che la nostra Repubblica è fondata sul lavoro. Questa è la direttrice che deve animare le istituzioni e l’economia deve poggiare su questo presupposto costituzionale.
    Tutto il resto sono falsificazioni, strumentalizzazioni politiche ed economiche.
    Chi mette al primo posto il debito pubblico è fuori della Costituzione, a meno che la soluzione sia compatibile con il diritto al lavoro. Quando al contrario il lavoro viene continuamente violentato, alienato, frustrato ed oppresso, per il debito pubblico o per altre intenzioni peraltro poco chiare, si sta percorreno una strada incostituzionale e quindi illegale.
    Il referente del Capo dello Stato, è prima di tutto la Costituzione, che non può in nessun modo essere messa in secondo piano rispetto ad altri organismi, nazionali o sovranazionali.
    Inviterei il Capo dello Stato a scendere dal fico costituzionale: prima viene la Costituzione, poi viene l’Europa; prima viene il lavoro, poi viene il debito; prima viene l’Italia poi viene l’Europa; prima vengono i cittadini ed il loro lavoro, poi vengono i creditori.
    La demonizzazione del debito è insito nella volontà dei creditori, ma è incontestabile che la prosperità della nazione è progredita proprio grazie ad oltre “un secolo di debito pubblico e privato.” E quindi è assurda ed equivale a sputare nel piatto in cui finora si è mangiato e prosperato.
    E tutto ciò ha un senso costituzionale ben preciso: l’indebitamento è stato messo a servizio del lavoro, ossia era sottoposto al primo articolo della Costituzione, giacchè è attraverso esso che le attività e le imprese hanno potuto espandersi, ed offrire maggior lavoro. Mentre ora si vuol fare l’esatto contrario: si sacrifica il lavoro a vantaggio del debito.
    Mi stupisce che il Presidente, dal passato sintonico con gli operai, non abbia ancora colto questo aspetto, sia nelle scelte, sia nei suoi discorsi.
    E mi stupisce, non si capisca che il perdurare della crisi avrà uno sbocco positivo e duraturo, solo con un’azione che incentivi al massimo il lavoro, anzichè continuamente mortificarlo.
    Quando abbiamo superato due guerre mondiali, “le peggior crisi del millennio”, ci siamo concentrati sui debiti? Niente affatto, ci siamo concentrati a capo fitto sul lavoro.
    Del resto sembra di vivere in un pianeta inconsapevole che imprese e famiglie, saldano i debiti, come? Con il lavoro.
    Stesso discorso vale per lo stato. Una società di disoccupati, di aziende prostrate, che risorse possono dare allo stato, quale debito si potrà saldare, se perfino l’evasione fiscale, il lavoro in nero, per molti strati della popolazione, è condizione irrinunciabile per sopravvivere.

  • -8
    Ronnie

    Popoli di tutta Europa, basta chiacchere:

    Revolution…NOW!

    E’ l’unica soluzione.

    Morituri te salutant!

     

    P.S. Scherzavo. Ci mancherebbe anche una bella guerra civile. Per carità. Finiamo tutti schiavi e non se ne parla più.

  • -9
    Jannis il Greco

    Se volete capire che cosa vi succederà e dove state andando è semplicissimo!

    Guardate bene la Grecia! E informatevi di più sui fatti accaduti e sulla rota eseguita per la nostra ‘‘salvezza’’!

    Fa da specchio, dove troverete la vostra immagine proiettata un po’ avanti nel tempo!

    C’è di essere di nuovo fieri! Dopo due milla anni ritorniamo al’ avanguardia mondiale! Siamo noi il primo esperimento mondiale e abbiamo fatto molta più strada di voi.

    Non avete idea che cosa vi aspetta, un sacco di volte hanno promesso anche a noi che la situazione torna ormai ad essere  ‘‘reversibile’’ e che non ci saranno più misure! Quel che è più spaventoso, oltre la carenza economica, è il disfacimento sociale e la psicologia della disperazione che da soli spingono ancora più in basso.

    Pocchi di voi hanno capito come stano le cose, ancora meno son capaci di sospettare il futuro.

    E non ditte mi che l’ Italia non è mica la Grecia!

    Certo che non lo è, è però facilissimo diventare!

    Per inquietarvi un po’, vi dirò che le esportazioni tedesche in Grecia hanno quasi totalmente sostituito le vostre, che erano vastissime negli ultimi decenni, dopo aver sostituito le nostre (nel grado che esistevano almeno) di trenta e più anni fa!  

    • -9.1
      Jannis il Greco

      ”dopo aver sostituito le nostre”
      sostituire ”dopo aver sostituito la produzione nazionale”

  • -10
    bertnic

    Secondo me questi soldi sono il costo del debito che abbiamo accumulato. Se abbiamo accumulato del debito, è perché qualcuno ha vissuto alla grande finora o forse perché si faceva prima a tener buoni i lamentosi facendo pagare poi a qualcun’altro domani… OK domani è arrivato oggi.

    Ci sono paesi nell’area EURO che hanno i conti a posto altri no. Ora la domanda è chi deve pagare per questo debito esorbitante che rende rischioso per gli investitori traduzionali (banche) rifinanziarlo. Chi ha i conti a posto e quindi denaro da mettere sul tavolo oppure chi non li ha,  paga già interesi salatissimi sul proprio debito e un’economia di solito devastata (spagna portogallo, grecia, italia, irlanda, ecc.)

    Facciamo bene ad esprimere il nostro disappunto e disenso ma solo al fine di ripartire più equamente i costi di una decrescita che è da imputare anche al peccato CAPITALE della crescita a tutti i costi in un mondo di risorse finite.

    • -10.1
      roby67

      Scusa, vorrei farti notare che il problema non e’ il debito, ma gli interessi sul debito!

      Guarda il Giappone e chiediti perche’ loro non hanno questo tipo di problema.

      Come puo’ arrivare il momento per una nazione di saldare TUTTI i debiti?

      Per che motivo, non esistiamo piu’ come stato?

      Chi decide quando uno stato, deve rientrare dei propri debiti?

      Questa e’ la follia della BCE, che presta denaro a privati e noi dobbiamo trovare chi ce li presta sul “mercato”.

      Finche’ non risolviamo IL problema continueremo a credere che le manovre servono a ripagarci dei debiti.

       Balla assoluta.

    • -10.2
      Ronnie

      Non scordiamoci che la BCE, la Fed, ma la stessa banca d’italia, sono banche private, che “prestano” soldi agli Stati, grazie ai politici, loro lacchè.

      PS. Il giappone ha il debito che è al 200% del Pil, ma è uno stato sovrano. libero perchè stampa ancora la sua moneta.

      “Datemi il potere di stampare denaro e non dovrò più preoccuparmi di chi ha il potere di fare leggi”. Barone De Rotschild.

  • -11

    Riusciremo mai a vedere un mondo che gira non unicamente sul denaro? Se no, continueremo ad avere politicanti messi là da qualche potere forte a decidere la nostra sorte…fanno che cavolo vogliono senza chiederci il permesso di nulla, senza assumersi le proprie responsabilità…poi quando qualcuno dei comuni cittadini sbagliano sono pronti a punirlo, con le carceri sovraffollate e disumane, ocn le tenaglie di equitalia, con le multe pronte ad esser spedite! E’ inaudito, stanno cercando di scipparci ogni singolo brandello di dignità ancora rimastaci….ma quando arriverà il giorno del giudizio(e non è un “dire” religioso) non bisognerà avere pietà con questa gente….

  • -12
    Franz

    Qualche giorno fa il ministro Passera comunicava che siamo in recessione.

    Sono dieci anni che siamo in recessione e che la gente non spende più (da quando c’è stato il passaggio all’euro raddoppiando i costi dei prodotti), e loro si svegliano ora per dirci una cosa che sapevamo già dal 2001.

    Questa manovra ci porterà alla recessione totale, in quanto non c’è una sola cosa che farà ripartire il paese. Quale sia il loro disegno non lo so, ma di certo non è quello di far ripartire l’economia, ma di creare nuovi disperati disposti a lavorare anche per un tozzo di pane.

  • -13
    roby67

    Ma se ci hanno assicurato (?) che non ci saranno piu’ manovre, altrimenti il buon Bersani non le voterebbe piu’, dove li prendono appunto tutti questi soldini?

    Ma dalla CRESCITA!!!!!

    Infatti non riesco a contare quante persone sono pronte a rischiare per intraprendere nuove attivita’…

    allora dall’EVASIONE!!! ok, dei piccoli pero’.

    Quelli grossi,come giustamente dice Claudio, la stanno facendo franca.

    Un’altra domanda che non trova risposta e’ come mai noi siamo costretti a pagare  ancora interessi altissimi nonostante Monti e questa ulteriore manovra?

    Vi ricordate un mese fa? Qualcuno ci diceva che con Monti lo spread arrivava a 200…

    Si ESIGONO risposte.

    • -13.1
      SuperMicione

      Per rispondere a chi ha scritto in un quote successivo che i soldi corripondono al vero valore del lavoro e della ricchezza reale…una volta forse, quando il capitalismo era ancora legato alla produzione…Ormai i soldi sono del tutto virtuali…il capitale è slegato dalla produzione, le speculazioni finanziarie sui mercati globali si fanno con “tonnellate” di moneta virtuale…la Federal Reserve per salvare le banche 3 anni fa creò dal nulla centinaia di miliardi di dollari, senza alcuna copertura in oro (a tal proposito si veda il tema del signoraggio bancario,e di come si sia passati nel tempo da un sistema finanziario che prevedeva la copertura in oro dei capitali, a questo turbocapitalismo finanziario senza alcuna reale copertura)…le banche americane che erano state la causa principale della crisi usarono quei soldi per tornare immediatamente a speculare, e stavolta sul mercato europeo…

      Il nostro stesso debito è virtuale, perchè creato da meccanismo finanziari speculativi che si basano su denaro virtuale…è questa la grande truffa globale…non è legato ad un vero e proprio deficit produttivo.

      Ringrazio Claudio Messora per tenere questo blog sul quale ci si può confrontare, ed anche e soprattutto per la puntualità ed il rigore del suo giornalismo.

  • -14
    pierodeola

    Abbiamo sentito il magnifico Passera dire da Fazio che con la manovra  è stata messa in sicurezza l’Italia. Chi poteva permettersi di raccontare una tale balla se non convinto di parlare a un popolo di ignoranti creduloni e opportunamente terrorizzati?

  • -15
    Peppe

    E’ la fiera dei paradossi, non c’è che dire. Per non parlare dei clamorosi regali fatti dai due superMario italiani alle banche: 

    http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/12/monti-draghi-le-banche-nel-cuore.html

    Niente che non avessimo già messo in conto, come del resto avevi già dimostrato all’inizio dell’avventura di questo governo. Ma fa lo stesso una terribile impressione…

    Saluti

  • -16
    Tandrea

    luis ha scritto :
    Non ho ancora finito di leggere “il più grande crimine”, ma già ho trovato delle cose che non mi convincono:  si definiscono i soldi come aria fritta, essi sono virtuali ed il loro valore è inesistente per il solo fatto che vengano digitati dei numeri in un terminale e conservati in un archivio elettronico. Secondo questo ragionamento anche il blog byoblu non esiste, in quanto si trova in un ambiente virtuale. Solo la persona fisica Claudio Messora esiste. Invece esiste anche Byoblu in quanto è l’espressione del lavoro di Claudio. I soldi sono Pura informazione, essi sono finti, è vero, ma il loro valore è concreto perché fa riferimento al nostro lavoro. Le basi del nostro sistema economico sono: i consumatori, le imprese e i fattori della produzione, tra i fattori della produzione il più importante dal punto di vista umano è il Lavoro. Quando un operaio dopo un mese di lavoro in fabbrica torna a casa, quelle giornate di lavoro non vengono perse nel passato, ma vengono trasformate sottoforma di denaaro, il salario che è costato tanta fatica al lavoratore è un mezzo che contiene l’informazione “mese di lavoro prestato dal lavoratore”. Come vedete nulla si può creare dal nulla. Quando comprate un auto, non la pagate con i soldi, ma in realtà la pagate con il vostro lavoro o con il lavoro di qualcun’altro sottoforma di denaro. Ricordate: in questo Universo nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.

    Non è proprio così. E’ vero che il tuo lavoro produce ricchezza (nella fattispecie un bene o un servizio) quindi non denarro; il problema è che chi ti retribuisce questo denaro deve averlo preso da qualche parte e chi stampa denaro lo mette a disposizione ma non gratuitamente. Il risultato è che per avere il denaro ti devi indebitare, (per il momento non consideriamo l’interesse) esattamente quello che fa l’imprenditore per finanziarsi e poter pagare il tuo lavoro. Il risultato è che la Banca centrale ha un credito nei suoi confronti poniamo di 100 tu hai in conto corrente quelli che sembrano altri 100 €. (qui il sistema funziona da moltiplicatore della moneta). noi sappiamo comunque che la moneta quella vera sono solo i 100 €. stampati dalla Banca centrale, E gli altri 100 che sono in mano alla banca sotto forma di debito? Questi sono solo un titolo di debito che lui ha nei suoi confronti. E sappi che quel titolo è commercializzabile come se fosse un’attività.

    Il sistema ha così prodotto sul tuo stipendio di 100€. altri 100 €. che esistono solo sulla carta. Una volta pagato il tuo stipendio il datore di lavoro vende il bene che tu hai prodotto a 200 (100 li deve rendere e 100 è il suo reddito, mettiamo pari al tuo). Chi può pagare 200? Tu no! (hai solo 100) usufruisci allora del credito al consumo (in questi anni ci abbiamo sguazzato!!!) Ti danno 100 prendendoli tal titolo di debito del tuo datore di lavoro (si può fare) e il gioco è fatto. Gli euro sono diventati 300 e il sistema va avanti all’infinito, finchè qualcuno non vuole i suoi soldi indietro. A quel punto i soldi fisici non ci sono e il sistema CROLLA.

    E’ proprio quello che i mercati stanno facendo adesso. Ci chiedono se siamo in grado di rendere il nostro debito. Ricorda il valored ella moneta fisica è molto meno del totale del valore delle attività finanziarie mondiali. Con 1 €. il sistema bancario/finanziario crea almeno 10 volte tanto.

    • -16.1
      luis

      I soldi sono solo un mezzo che contiene l’informazione del valore equivalente di beni e servizi acquistabili; che i soldi siano di carta o sottoforma di di cifre in archivio elettronico, la cosa non cambia, anche quei dati sono soldi perchè il sistema li accetta. Anche se una banca avesse meno dell’1% del valore dei conti correnti aperti in essa sottoforma di contanti, non vorrebbe dire che la banca non abbia soldi, perché i conti correnti stessi sono soldi, anche se in un’altra forma rispetto ai contanti.

      Cos’è che dà valore ad una banconota di 100 euro? La stessa cosa che dà valore ad un misero pezzo di carta con su scritto 100 euro (assegno), la stessa cosa che dà valore ad una carta postepay carica di 100 euro, la stessa cosa che dà valore ad uno stropicciato libretto di risparmio con su scritto all’interno 100 euro, la stessa cosa che dà valore alla cifra che vedete quando accedete al vostro account di ebanking dopo aver digitato username e password: 100 euro. Le banconote sono solo pezzi di carta, ne più e ne meno, perché dovrebbero valere meno di una cifra che appare su uno schermo, nell’era dei computer e di internet? 

      Quanto alla faccenda del moltiplicatore di soldi: nel sistema economico la quantità di denaro in circolazione dovrebbe essere pari all’equivalente valore di beni e servizi presenti perché vi sia equilibrio, ogni volta che il sistema bancario fa apparire somme di denaro non giustificabili dall’ecquivalente volore di beni e servizi, cioè ogni volta che tenta di creare dal nulla soldi, l’equilibrio si rompe e nel sistema si ha che la quntità di denaro supera il valore dei beni e servizi acquistabili, e cosa succede? Inflazione, cioè i beni e servizi aumentano il loro prezzo (sono più cari) per ripristinare l’equilibrio.

      Quindi quando presso una banca un addetto OBB (Operatore Bancario Bastardo) digita su una tastiera una somma di denaro che non dovrebbe esistere, il minimo che potrebbe succedere e che qualcuno dopo aver lavorato onestamente, non possa arrivare alla fine del mese perché “la vita è diventata troppo cara!”

      P.S. Non vi fate fottere da Zeitgeist.

  • -17
    Jannis il Greco

    Tralasciando Estonia, Irlanda, Portogallo e Grecia che non daranno un centesimo (loro non pagano per essere salvati)
    Non contribuirano al MES e al IMF.
    Non preocuppatevi però, per quanto riguarda la Grecia che io conosca, abbiamo cntribuito con ben 130 miliardi a salvare il nostro sistema bancario che salverà poi noi!
    Come ho detto, siamo al avanguardia! Copiare per credere!

  • -18
    TANAIONAT

    d’interessi
    Delta ha scritto :
    Moriremo tutti! (cit.) ” Ma allora abbiamo risolto il conflitto d’interessi,finalmente una notizia positiva…..

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>