I costi nascosti della benzina

 

articolo di Giorgio Chiesa per Byoblu.com

Le città in cui viviamo non sono state progettate per i mezzi pubblici ma, per quanto la si possa odiare, appositamente per usare lei, l’automobile. Ci sono addirittura lavori che non esisterebbero senza le nefaste quattro ruote, come quello del commerciale, del rappresentante o del trasportatore. E poi potete comprarvi tutte le biciclette che volete, ma se vivete in una grande metropoli come Milano (dove le corsie per le due ruote sono una presa per i fondelli), ci sono cose che non farete mai senza una macchina. Anche solo per via delle distanze da percorrere o delle persone da trasportare (bimbi piccoli, genitori anziani e malandati che abitano magari fuori città e con i mezzi ci metterebbero almeno due ore all’andata e due ore a ritorno). Un buon sistema di trasporti pubblici, veloce e capillare, dispiacerebbe ai petrolieri e soprattutto agli amministratori comunali, i quali vedono gli automobilisti come una batteria di mucche da mungere in quella forma di tassazione poco esplicita ma molto redditizia che sono le multe.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

E così, lo “straordinario” si fa ordinario e “l’inaccettabile” accettabile. Per esempio l’aumento progressivo ed inesorabile del prezzo della benzina. E non parliamo dell’ultima manovra di Mario Monti, ma di tutte le accise stanziate nel tempo a fronte di situazioni di emergenza, rientrate le quali lo Stato si è ben guardato dal rimuovere.
Ad oggi, infatti, il costo al litro nei distributori di benzina è condizionato da una tassazione che definire assurda appare come un eufemismo. Paghiamo ancora 1,90 lire per la guerra di Abissinia del 1935; 14 lire per la crisi di Suez del 1956; 10 lire per il disastro del Vajont del 1963; 10 lire per l’alluvione di Firenze del 1966; 10 lire per il terremoto del Belice del 1968; 99 lire per il terremoto del Friuli del 1976; 75 lire per il terremoto dell’Irpinia del 1980; 205 lire per la missione in Libano del 1983; 22 lire per la missione in Bosnia del 1996; 0,020 euro per rinnovo contratto autoferrotranviari 2004; 2 centesimi per il Fondo unico per lo spettacolo 2011; 4 centesimi per far fronte all’emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011; 9,9 centesimi per la manovra economica Monti del 2011. Fanno 35 centesimi al litro in tutto. Ovvero, quasi venti euro in più per ogni pieno da 90. Di cui 2 euro, ad esempio, per l’emergenza immigrati dalla libia, o 60 centesimi per la missione in Bosnia, o ancora 5 euro e mezzo per la missione in Libano di trent’anni fa!

Siamo come i precari, disposti cioè a sopportare tutto senza lamentarci mai, purché ci lascino la speranza di poter tirare fino alla fine del mese. E’ una forma di “precariato della mente“. Come potremmo accettare, altrimenti, di versare ancora 1,90 lire su ogni litro di benzina per pagare la guerra d’Abissinia voluta da Benito Mussolini? E come potremmo accettare, senza battere ciglio, che dal 2008 il prezzo della benzina sia aumentato di 15 centesimi al litro mentre quello di un barile di petrolio, considerati i cambi, nello stesso lasso di tempo sia diminuito di 19 euro? Forse potremmo chiedere all’ENI, società che raffina e distribuisce benzina di cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze (presieduto da Mario Monti) detiene il 3.93%?

E come se tutte queste accise non fossero già, per definizione stessa, tasse, lo Stato ha sfidato ogni logica, oltre alla nostra proverbiale capacità di sopportazione, inventandosi le tasse al quadrato. Ovvero tasse sulle tasse, perché sulle accise sulla benzina paghiamo anche l’Iva, che abbiamo appena aumentato al 21% e che prossimamente porteremo al 23.

Ecco, forse, perché non fanno le piste ciclabili. I comuni dovrebbero rinunciare alle multe. Lo Stato alle gabelle sulla benzina. I petrolieri ai loro imperi economici. E noi dobbiamo sempre mantenere tutti, mentre l’aria si avvelena, i tumori organizzano circoli di bridge nei nostri polmoni e le chiazze oleose distruggono gli ecosistemi marini.

Ad Amesterdam è pericoloso attraversare la strada. Se lo fate incautamente vi tirano sotto. No, non le auto: le biciclette. Ed è solo un esempio tra le tante capitali europee. Poi vi risentite se qualcuno dice che il nostro è un paese a forma di cesso.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

16 risposte a I costi nascosti della benzina

  • 5
    vitali80

    Io ritengo che questo Paese abbia delle forti contraddizioni e si sorregga con l’assurdo: perché si paga la guerra in Abissinia e nessun italiano dice nulla in contrario?

    Anche dire che non c’è informazione o che essa sia pilotata e devia le menti è cercare scuse in questo periodo, date le informazioni che possiamo avere pulite e incontaminate. Forse è venuto il momento di non nascondersi dietro un dito e dire che la conoscenza l’abbiamo ma abbiamo paura di reagire.

    Secondo me è venuto il momento di boicottare le società petrolifere e, per chi ne avesse l’opportunità, cercare di munirsi di un’auto elettrica, usare le gambe per spostarsi nei dintorni di casa propria e usare la bicicletta per gli spostamenti più lunghi, insomma, limitare gli sprechi se non si possono annullare del tutto.

    Per quanto riguarda l’ipocrisia dei politici non spreco parole in quanto è scontato che Monti non avrebbe tolto nemmeno una delle tasse già affibbiateci dai governi precedenti ma d’altronde non ha nemmeno abbassato i costi della politica o dato le case e la dignità a L’Aquila o a Genova dove molti cittadini hanno perso tutto e vivono in mezzo a una strada quindi che ci aspettiamo?

  • 4
    simona

    Li chiamano “mezzi” pubblici perchè funzionano solo a metà; io li chiamo posti “a sedere” perchè ogni giorno speri che ti dica c**o e che arrivi al lavoro in tempo.

    Ma il ministro dei trasporti li ha mai presi i mezzi pubblici? Torno da Monaco col mio fidanzato dove i mezzi pubblici funzionano al millesimo di secondo, sono puliti ed efficienti e sbarco a Roma dove prendo ogni mattina “La Feccia del Mare” (soprannome dato al trenino Roma Lido altrimenti noto come la “Freccia” del Mare…)

    E dal finestrino vedo migliaia di auto in coda, fumo nero, clacson. Ma che città schifose ci siamo costruiti? Paghiamo soldi in benzina per alimentare scatolette che ci uccidono di cancro ai polmoni e impieghiamo ore per fare pochi kilometri!

    E se proviamo e prendere i mezzi pubblici rischiamo l’ulcera!!!!

    Finchè i politici e gli economisti guadagneranno sui prezzi del carburante e finchè non metteranno piede sullo schifo che sono i mezzi pubblici non cambierà nulla.

    Domani mi sa che ci vado in macchina al lavoro…uscirò solo un’ora prima per fare poca strada!!   

  • 3

    Quindi, correggetemi se sbaglio:

    Lire Euro
    1,9 € 0,0010 per la guerra di Abissinia del 1935
    14 € 0,0072 per la crisi di Suez del 1956
    10 € 0,0052 per il disastro del Vajont del 1963
    10 € 0,0052 per l’alluvione di Firenze del 1966
    10 € 0,0052 per il terremoto del Belice del 1968
    99 € 0,0511 per il terremoto del Friuli del 1976
    75 € 0,0387 per il terremoto dell’Irpinia del 1980
    205 € 0,1059 per la missione in Libano del 1983
    22 € 0,0114 lire per la missione in Bosnia del 1996
    € 0,0200 per rinnovo contratto autoferrotranviari 2004
    € 0,0200 euro per il Fondo unico per lo spettacolo 2011
    € 0,0400 per far fronte all’emergenza immigrati dovuta alla crisi libica del 2011
    € 0,0990 per la manovra economica Monti del 2011.
    € 0,0861 Iva
    € 0,4877 Totale

     

    • 3.1
      freddy_973

      No Edoardo..credo che stiamo pagando ancora le provvigioni dei  nostri fu valorosi soldati Italiani della nostra passata colonia. Insomma quei soldi vanno aritroso nel tempo sfidando le leggi del paradosso quantistico! 

    • 3.2

      Con il generico “Guerra in Abissina” cosa si intende? Stiamo pagando gli etiopi per chiedere scusa, al solito?

    • 3.3
      andrea_vik

      Mi chiedevo: se gli States dovessero far pagare alla propria gente le accise, a quanto ammonterebbero visto tutte le guerre che hanno fatto e continuano a fare?  :)

  • 2
    Anas E.

    I costi nascosti della benzina

    è un articolo di Giorgio Chiesa per Byoblu.com

  • 1
    batteriologico

    Mi sa che c’è un errore nel conteggio delle accise. C’è scritto 0,35 centesimi al litro….ma non dovrebbe essere o,35 euro al litro? quindi 35 centesimi?

  • 0
    andrea_vik

    Grazie Claudio.

  • -1
    cookies

    Propongo di aumentare la benzina di 20 cent e di utilizzare questi introiti per costruire piste ciclabili e regalare biciclette a tutti…  

  • -2
    Jinocchio

    Non capisco: avreste preferito che buona parte dell’ euro 1,70 che costa il litro di benzina finisse in mano dei petrolieri piuttosto che dello stato? A me consola sapere che sono quasi tutte tasse. E che siano state introdotte come 10 lire per la guerra in abissinia o per la tragedia del vajont, francamente, mi cambia poco: è chiaro che oggi quelle 10 lire non vanno più a finanziare la guerra in abissinia, bensì altre cose per le quali cmq avremmo dovuto pagare le tasse. Se alla benzina togliessimo le accise, avremmo più inquinamento e nuove tasse da pagare sotto altre forme. Sarà poi il caso di ricordare che il petrolio sta per finire, e prima ci abituiamo a farne a meno, e più possibilità di tirare avanti avremo. Un popolo che si prepara all’esaurimento dei combustibili fossili frignando perché 10 lire di accise risalgono alla guerra etiope è messo maluccio

  • -3
    bazooka

     L’Energia, è l’unica cosa a cui nessuno mai si appella. Cioè, manovre su manovre, tagli su tagli, tasse su tasse, ma nessuno spiega mai che senza indipendenza energetica, non contiamo un tubo. Si potrebbe anche lavorare meno, se fossimo indipendenti energeticamente. Ho fatto un calcolo, tra corrente elettrica, gas e carburanti, io spendo ( e sono single ), 440 euro al mese (!). Quindi del mio stipendio di 1.100 euro, il 33% spetta a queste grosse società energetiche. Non considero le altre spese e di sicuro, per spostarmi e lavorare, non posso utilizzare la bicicletta.. Questo post, mi fa marcire il fegato, perchè è dannatamente realistico. Caro Claudio, quand’è che organizziamo qualcosa, per proporre "l’indipendenza energetica dell’Italia e degli italiani"??? Questo potrebbe essere un modo per entrare nella storia ..e per cacciarsi nei guai anche!

  • -4
    Claudio Rosso

    Ciao a tutti!

    Purtroppo le macchine sono fin dalla loro creazione fonte indiscutibile di sviluppo e lavoro. Indi per cui irrinunciabili in una situazione sociale odierna. Aumentando le accise vanno a colpirci là dove l’uomo e indifendibile e vulnerabile, un po’ sfruttati dalla legge del profitto di società che guardano al lucro in primis, e un po’ dallo stato che in modo vergognoso e senza prendere provvedimenti seri continua a mettercela nel deretano. Purtroppo penso non sia neanche facile quantificare quanto ci sia costata la guerra in abissinia.. e neanche verificare se sono stati aiutati in modo tangibile le vittime dei vari terremoti, dati che non avremo mai a disposizione.

    Benzina?! ulteriore chiaro caso di sfruttamento e vergogna che aggiunge fama al nostro caro bel paese…

     

  • -5
    lunetta

    Sono uno scandalo tutte queste tasse, ci ribelliamo per le pensioni, per i costi della politica ma per la benzina tutti zitti, tanto la benzina dobbiamo tutti metterla nelle nostre macchine….

  • -6
    Anas E.

    Guarda caso che il prezzo del petrolio c’entra sempre con i conflitti. ci saranno tante cose da chiedere all’ENI oltre al prezzo del petrolio !.

    Perchè in Spagna il carburante costa meno? Puoi sento dire che l’Eni è un gioiello Italiano, ma che costa caro agli Italiani !

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Hanno radiato quest’uomo. Io invece lo voglio Ministro della Salute! Dario Miedico

Dario Miedico - Ministro della Salute - Play Questo è Dario Miedico, il medico radiato ieri dall'Ordine dei Medici. A questo mondo dove un Ordine farisaico, una casta medioevale si permette di radiare un uomo che parla in questo modo, io rispondo dicendo senza mezzi termini che voglio quest'uomo Ministro della Salute subito! E la Lorenzin...--> LEGGI TUTTO

Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine!

Ivan Cavicci vs Virologo Pregliasco Ordine dei Medici Ecco perché non vogliono il dibattito sui vaccini: poi fanno questa fine. Il filosofo dell'Università Tor Vergata Ivan Cavicchi affronta il virologo Fabrizio Pregliasco. Il secondo è l'emblema dell'atteggiamento dei cosiddetti gran sacerdoti della scienza (anche in senso posturale, durante il confronto, fateci caso), verso il buon senso...--> LEGGI TUTTO

Cari M5S, uscite dall’angolo sui vaccini e menateje duro!

GRILLO LORENZIN VACCINIFinalmente Beppe Grillo comincia a contrattaccare sulla vergognosa strumentalizzazione delle questione vaccini ad opera del Pd farmaceutico nei confronti del MoVimento 5 Stelle. "L’oggetto della delinquenziale banda di medici, professori, lobbisti e amministratori delegati, sono le persone malate e la terapia del dolore, fare test di validazione...--> LEGGI TUTTO

Adesso vogliono privatizzare anche la Rai? Magari la diamo a Soros?

Fazio GentiloniLo ha appena detto il conduttore Fabio Fazio, riferendosi alla Rai: «ci sono Paesi che hanno dismesso o venduto le reti. Non è detto che l’assetto attuale sia quello giusto. Si può discutere, ma per farlo bisogna essere in buona fede». Cos'è.. adesso...--> LEGGI TUTTO

Stefano Montanari: “Non vogliono il confronto perché li terrorizza”.

Stefano Montanaririceviamo e pubblichiamo la lettera di Stefano Montanari al blog. di Stefano Montanari direttore scientifico di Nanodiagnostics Caro Claudio, Ho ascoltato con molto interesse il tuo intervento in cui chiami in causa il prof. Burioni. È evidente che tu Burioni non lo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>