Il gruppo di potere che possiede l’Italia

articolo di Roberto Pacella per Byoblu.com

Il 2 giugno 1992 lo Yacht reale inglese Britannia attraccò al porto di Civitavecchia per poi fare rotta lungo la costa dell’Argentario.

A bordo della nave erano presenti alcuni banchieri inglesi. Alcuni manager ed economisti italiani vennero invitati a partecipare ad una riunione. Tra questi: Giovanni Bazoli, Presidente del Banco Antonveneto, Lorenzo Pallesi, Presidente INA Assitalia, Gabriele Cagliari, Presidente dell’Eni, Innocenzo Cipolletta, Direttore Generale di Confindustria, e Mario Draghi, allora Direttore Generale del Ministero del Tesoro. Si discuteva delle privatizzazioni italiane. Per qualcuno si pianificava la svendita dell’Italia.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Con il D.L. 5 dicembre 1991 n. 386, poi convertito nella Legge 29 gennaio 1992 n. 35, venivano dettate disposizioni in materia di trasformazione di enti pubblici economici, nonché di aziende autonome statali, in società per azioni. Con questo primo atto si è dato il via a quella che poi si è rivelata una vera e propria svendita dell’intero sistema industriale italiano.

A presiedere il comitato per le privatizzazioni fu chiamato proprio Mario Draghi, ruolo che ricoprì in qualità di Direttore Generale del Ministero del Tesoro. E’ interessante notare che Draghi proveniva dalla direzione esecutiva della Banca Mondiale e che, dopo quell’incarico, diventò vicepresidente del Management Committee della Goldman Sachs. Dopo aver fatto parte dei consigli di amministrazione di banche ed aziende come ENI, IRI, Banca Nazionale del Lavoro, IMI, nel 2006 fu nominato Governatore della Banca d’Italia. In quella veste diventa anche Presidente del Financial Stability Board, organismo che si occupa di monitorare istituzioni e mercati internazionali.

Come che sia, si cominciò privatizzando il gruppo agro-alimentare SME, azienda pubblica controllata dall’IRI (Istituto di Ricostruzione Industriale presieduto all’epoca da Romani Prodi) e proprietaria tra gli altri di marchi come Motta, Antica gelateria del Corso e Surgela. Ma se da un lato era indispensabile che lo stato smettesse di fare l’imprenditore producendo panettoni o surgelati, dall’altro non si potevano dismettere aziende statali erogatrici di servizi, perché un intero sistema politico si opponeva. D’altra parte, che motivo avevano i politici della cosiddetta prima repubblica di privarsi di aziende che garantivano loro una buona rendita di posizione? Era forse necessario toglierli di mezzo? Se così fosse, sarebbe allora lecito pensare che l’inchiesta Mani Pulite non fosse nata per caso, ma fosse piuttosto un’abile azione pilotata. Ed è altrettanto lecito sospettare che Gabriele Cagliari (Presidente dell’Eni) si fosse “suicidato” perché contrario a tutta l’operazione. E ancora, che il PCI fosse stato appena sfiorato dalle indagini perché non coinvolto nella gestione del potere, se non marginalmente.

Tant’è che le cose procedono speditamente: vengono “privatizzate” l’IRI, l’ENI, l’INA, l’ENEL, i Monopoli di Stato finchè, nel 1998, è la volta di Poste Italiane. Romano Prodi, appena divenuto Presidente del Consiglio, nomina Corrado Passera amministratore delegato delle Poste, al fine di risanare una società in forte passivo. Il piano industriale di Passera si realizza con un taglio del personale di ben 22.000 unità e con  l’assunzione di giovani sotto i 24 anni con contratti triennali di apprendistato. Ora finalmente può farlo, dato che le Poste Italiane non sono più un’azienda dello stato, ma una normale società per azioni che può agire con ogni mezzo, dovendo sottostare alle sole “leggi del mercato”.  Sotto la gestione Passera viene costituita BancoPosta, una banca a tutti gli effetti ma con i vantaggi che la posizione dominante di Poste Italiane gli procura e con una distribuzione capillare sul territorio italiano da oltre 14.000 sportelli. Come mai le banche, sempre pronte a difendere i loro interessi, non sollevano la benché minima obiezione contro un’operazione avvenuta in regime di palese concorrenza sleale?

Fatto sta che Corrado Passera, dopo il suo incarico alle Poste, viene chiamato da Banca Intesa, nata dall’integrazione di Cariplo e Banco Ambrosiano Veneto. Anche qui è interessante notare come sia avvvenuta la composizione del mosaico. L’Ambrosiano Veneto nasce dalle ceneri del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, fortemente legato allo IOR (Istituto di Opere Religiose con sede in Vaticano). Dopo la liquidazione del Banco Ambrosiano un gruppo di banche pubbliche e private (tra cui BNL, IMI e Istituto San Paolo di Torino) accetta di partecipare al salvataggio dell’istituto, La presidenza del Nuovo Banco Ambrosiano viene affidata a Giovanni Bazoli (sì, quello del Britannia). Quindi, grazie alla fusione con la Banca Cattolica del Veneto, l’istituto diventa poi il Banco Ambrosiano Veneto. Banca Intesa, invece, diventa Intesa San Paolo, dopo la fusione di IMI con il San Paolo di Torino che origina il San Paolo Imi grazie all’acquisizione del Banco di Napoli e di una serie di banche locali. Corrado Passera è uno degli artefici di questa catena complessa di integrazioni.

Nel 2008, appena eletto, Berlusconi lo chiama al salvataggio di Alitalia e si pone nella cordata di imprenditori che rileveranno la compagnia ed oggi, come sappiamo, è Ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti nel governo presieduto da Mario Monti. Nel frattempo Mario Draghi (dopo l’uscita di scena di Dominique Strauss-Kahn) è stato nominato Presidente della Banca Centrale Europea. Questo gruppo di potere ha illuso il PCI-PDS-DS, ora PD, di esserne parte, ma quando si è trattato di cedergli le briciole (vedi l’acquisizione di Unipol di Giovanni Consorte) ha mostrato il suo vero volto.

La verità sfugge, oleosamente mimetizzata nell’avvicendarsi dei fatti, ma vi sono dubbi significativi che questa girandola di eventi e persone, sempre le stesse, non sia frutto di coincidenze. Si tratta in ogni caso di una ristretta élite che pianifica le sorti di un intero popolo, attraverso la persecuzione di strategie affaristiche le quali si intrecciano saldamente alla politica. Una volta i re venivano investiti dell’autorità divina (abbiamo avuto anche un “politico” che si diceva unto dal Signore) ma quelli erano altri tempi. Ciò che risalta è la genuflessione della nostra classe dirigente al potere economico.

Per questo, ogni volta che sentite parlare di privatizzazioni, è bene che vi facciate più di una domanda.

Roberto Pacella

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

24 risposte a Il gruppo di potere che possiede l’Italia

  • 16
    simona

    basterebbe così poco…che amarezza direbbe qualcuno…

    Ho un sogno…che tutti i tg martellassero l’opinione pubblica con la storia del doppio lavoro della figlia della Fornero e che tutti noi la mandassimo via a calci…

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/06/posto-fisso-monti-monotono-figlia-ministro-fornero/189284/

    …già…un sogno..

  • 15
    jackilnero

    Ho dimenticato di fare i complimenti per l’articolo, veramente molto interessante che ci permette di capire la realtà che sfugge ai media.

    Ottimo.

    Claudio Maf

     

     

  • 14
    Gian

    L’obiettivo dei nostri cari tecnocrati è la “CINESIZZAZIONE” del mercato del lavoro europeo.

  • 13
    cyrana

    sono ancora pochissime le persone che si informano e hanno il coraggio di guardare in faccia la realtà, perché pensano di non poterci fare niente e allora è meglio non sapere, per non avvelenarsi la vita. Poi ci sono anche quelli (tanti, troppi) che preferiscono che qualcuno dica loro cosa pensare, perché farsi un’opinione è faticoso, oppure non hanno proprio la capacità di pensare in autonomia. Poi ci sono quelli come noi, che hanno il coraggio di sapere e pensare, ma non sanno cosa e come fare per contrastare quello che sta succedendo. Viviamo in tempi pericolosi: se domani arrivasse un leader in grado di cavalcare il dissenso, e se costui non fosse animato da buone intenzioni e capacità di affermarle, rischieremmo di passare dalla padella alla brace, magari una dittatura conclamata. Qualcuno può pure pensare che sarebbe auspicabile, perché a quel punto forse (forse!) scatterebbe una qualche reazione, mentre questa democrazia sbilenca e zoppa, permeata di strisciante autoritarismo ci vede anestetizzati ed imbelli. Ma forse non c’è bisogno di arrivare a tanto: quando le persone che sono esasperate e sentono l’urgenza di fare qualcosa raggiungessero la massa critica, potrebbero insorgere… e speriamo che accada nello stile islandese.

  • 12
    simona

    Ho conosciuto questo blog tramite un video intitolato “La crisi non esiste”. Inizialmente l’ho guardato con un certo scetticismo, dicendomi “ma come? dicono tutti che siamo nei guai, sarà vero”. E poi ho iniziato a ragionare con la mia testa. E mi sono resa conto di una cosa. Chi ha le prove che la crisi ci sta distruggendo? Premetto di non essere un’economista (per me la matematica è davvero un’opinione), e tuttavia non posso fare a meno di ripensare ad un aneddoto chiave della filosofia. Questo aneddoto dice “se nessuno vede un albero cadere, l’albero cade davvero?”.

    Cosa vi ha tolto questa crisi comparsa improvvisamente nei telegiornali come un evento apocalittico? Siamo andati a dormire la sera che stavamo bene e ci siamo svegliati al mattino sull’orlo della catastrofe.

    Arriva il signor Monti che ci dice “ragazzi vi sto salvando perchè siamo (siete) messi male”. Bene signor Monti, mi dia le prove di questa imminente fine del mondo. Mi faccia vedere cosa CONCRETAMENTE è cambiato nella mia vita da ieri sera. Non ho più da mangiare? Non mi pare. Il debito non è il mio, è della SUA banca, e perchè dovrei ripagarglielo IO?

    Caro signor Monti, mi dia le prove concrete di questa crisi. Non mi parli di spread, di bot, di bond, di features, di dow jones.

    MI DICA COSA E’ CAMBIATO CONCRETAMENTE NELLA MIA VITA DA IERI SERA E MI SPIEGHI PERCHE’ IO DOVREI PAGARE IL DEBITO CHE UN AVVOLTOIO COME LEI E GLI USURAI CHE LAVORANO NELLE BANCHE HANNO CREATO.

     

    • 12.1
      pompiliox

      Sai cosa è il negazionismo? E’ una corrente di pensiero che afferma che durante la seconda guerra mondiale non siano mai avvenute tutte le crudeltà dei Nazisti nei campi di concentramento.

      Ora, se non vogliamo arrivare a questi livelli (cioè affermare che tutte le immagini, le testimonianze e le prove sono finte) per quanto riguarda la crisi prova a guardare a quello che avviene in Grecia. E tieni presente che non siamo ancora fuori, anzi i pessimisti pensano che i sacrifici che stiamo facendo adesso (l’ICI si paga a Giugno) servono solo a rimandare l’inevitabile, vale a dire il fallimento del Paese (per non farti capire usano la parola “catastrofe” o i più tecnici “default”) preceduto dal calvario che sta passando la Grecia. Che poi è quello che ha passato l’Argentina. Mi fa piacere che tu non la riesca a vedere la crisi e che ti sembri solo un’enfatizzazione giornalistica ma se dovessi giungere al punto che la tocchi con mano a quel punto potrebbe essere già troppo tardi.

      Un consiglio: informati su quello che sta avvenendo in Grecia

      P.S.: il debito non è delle banche, il debito è del Paese (accumulato nei decenni tramite i BOT) quindi è anche tuo.

      Su una cosa hai ragione: come mai la crisi del debito pubblico è scoppiata all’improvviso?

      La risposta è che il debito è da tempo che è molto alto e lo è sempre piu dato che non ha mai smesso di crescere ma la differenza adesso è che gli interessi sul debito sono, più o meno velocemente aumentati vertiginosamente, perciò quello che prima non era considerato un grosso problema ora lo è

       

       

       

       

       

       

       

       

    • 12.2
      yoyo_su_byoblu

      Per prima cosa applicherei il detto filosofico qua sotto alla vita reale.

      “Premetto di non essere un’economista (per me la matematica è davvero un’opinione), e tuttavia non posso fare a meno di ripensare ad un aneddoto chiave della filosofia. Questo aneddoto dice “se nessuno vede un albero cadere, l’albero cade davvero?”

      Si, cade davvero se fà danno o qualcuno se lo prende in testa..

      Il signor monti non le darà certo le prove che cerca ma può trovarne in abbondanza negli stati che sono gia falliti o in quelli che stanno fallendo. I nostri cugini grechi stanno morendo di fame, non in senso astratto, stanno “veramente” morendo di fame. In rete ma ormai anche in TV potrà trovare testimonianze che mostrano persone (non dati) che non hanno soldi per comprare il pane, non hanno più un lavoro, non hanno più l’elettricità in casa e si scaldano bruciando legna, non hanno più un tetto dove vivere e dormono per strada; abbandonando centinaia di bambini. I suicidi sono aumentati del 40% ma non è ancora finita, tra poco arriveranno i tagli veri, quelli imposti dal FMI come “postilla” per avere accesso ai prestiti che potranno solo prolungare l’agonia. Vi rendete conto che parliamo della Grecia? Non di un lontano stato dal nome bizzarro.. La GRECIA, dove tanti italiani andavano in vacanza, la patria dei mitici pescatori, LA PATRIA DELLA DEMOCRAZIA c…o!

      Monti non le darà mai le prove che le servono semplicemente perchè non ha bisogno di dimostrare nulla, così dev’essere e così sarà. Per passare un pò di tempo potremmo unirci alle inutili manifestazioni italiane degli indignati, portando in processione qualche cartello con scritto “perchè?”, “la crisi non è nostra, pagatela voi!”, “abbasso le banche!”.

      Come scusa? Chi sono gli indignati? In effetti chi sono? Dove sono andati? Ma sono mai esistiti..?

      Buona fortuna a tutti noi..

  • 11
    awhateverperson

    come spesso accade apprezo molto gli articoli di questo blog, della serie meno male che c’è internet, da sempre fonte di informazione “libera” 

    come molti italiani mi interesso alla politica ed ai fatti e misfatti, qui come nel resto del mondo ….. ma mi chiedo come mai il blog non abbia ancora parlato di ACTA …

    se la legge viene firmata articoli come questi non saranno piu possibili

    se interessai firmate la petizione: http://www.avaaz.org/it/eu_save_the_internet/?fp

    se disiderate maggiori info (e masticate un pò di inglese) : http://www.laquadrature.net/en/acta-commissioner-de-gucht-lies-to-the-eu-parliament

  • 10
    Alebic

    Lei è una persona rassicurante.

    Nel senso che è interessante leggere i dettagli di questa a ricerca che tenta di unire 30 anni di “alta” finanza.

    Questo serve a noi “povero” popolo per tenere sotto controllo questi personaggi.

    Molti in Italia soffrono di problemi economici e, non mi pare, questo sia dovuto alle azioni di questi personaggi.

    Si dovrebbe trovare un possibile collegamento che questi stiano facendo il male degli italiani per inziare ad opporsi seriamente e più massicciamente ai loro intrallazzi.

    Anche queste persone non possono nulla contro la forza del popolo unito.

    Unito, ma intelligente.

  • 9
    roby67

    simona ha scritto :
    MI DICA COSA E’ CAMBIATO CONCRETAMENTE NELLA MIA VITA DA IERI SERA E MI SPIEGHI PERCHE’ IO DOVREI PAGARE IL DEBITO CHE UN AVVOLTOIO COME LEI E GLI USURAI CHE LAVORANO NELLE BANCHE HANNO CREATO. 

    Gent.ma Simona, anche se non e’ un’economista, le consiglio di sostituire la parola debito con le parole interessi sul debito e capira’ ancor meglio la situazione.

    Gli usurai hanno deciso di farci pagare una montagna di interessi sui soldi che ci prestano per coprire i debiti fatti in quarant’anni di mal governo, questo vuol dire l’aumento delle tasse che abbiamo avuto, la diminuzione dello stato sociale (leggi  provvedimento sulle pensioni) e cosi’ via.

    Non siamo ancora al livello della Grecia (con i problemi esposti da yoyo) solo perche’ siamo una potenza economica (tra la settima e l’ottava del mondo), pero’ il pericolo rimane finche’ si continueranno a pagare interessi oltre il 2%: piu’ interessi piu’ tasse  quindi meno soldi per la sanita’, la ricerca, le pensioni, i giovani, le industrie ecc.

  • 8
    giugno

    Caro Claudio,

    vivo in Germania ed a proposito di POTERI in questi giorni sono venuto a conoscenza di informazioni per ogni verso sensazionali.

    Sono incappato in un video su una conferenza tenuta a Berlino poco più di due mesi fa dal dott. Matthias Raht , nella prima parte della esposizione presenta al mondo intero la stupefacente notizia della “vittoria della scienza sul CANCRO “, un gruppo di studiosi, di cui egli stesso ne fa parte, erano già pervenuti alla conoscenza degli “enzimi” e dei meccanismi che  generano ogni forma di tumore, ed ora hanno individuato le SOSTANZE NATURALI  che possono “fermare”  e talvolta persino regredire il processo tumorale.

    Esaurita la parte scientifica entra  poi nel tema devastante e mortale delle “RADIO e CHEMIOTHERAPIE” governate dalle “PHARMA MAFIE-KARTELLI”.

    Che le chemio e le radiazioni siano devastanti era già risaputo, che le  “pharma” vogliono il controllo e combattono contro ogni forma di cura alternativa è anche noto, che le scoperte scientifiche del gruppo siano  sensazionali si dovranno dimostrate dai risultati  (pharma-kartello permettendo), ma le informazioni più allucinanti che dal video si evincono riguardano la storia e la attuale incredibile potenza delle pharma “BAYER-BASF figlie e sorelle”.

    Durante il processo di Norimberga emerse che la seconda guerra mondiale e il genocidio fu possibile  solo grazie alla BAYER-BASF,  la notizia incredibile è che oggi le pharmalobbies sono a capo della EU COMMISSIONE formata da tecnocrati che non sono stati eletti da nessuno inotre sono presenti in posizioni inamovibili del parlamento europeo con una settantina di tecnocrati  non eletti ma nominati dalle pharmalobbie, le pharmalobbie sono dentro tutte le industrie chimiche, petrolchimiche (OGM), belliche, controllano le democrazie, i governi, e ….senti… senti senti…. le BANCHE.

    Io credevo che dietro e al di sopra di tutti ci fossero le banche invece scopro che  le pharma vogliono dominare il mondo .

    Tutto è dettagliatamente spiegato e dimostrato in questo video che purtroppo è in tedesco e non sono riuscito a trovarlo doppiato in italiano, troppo recente e non ancora sufficientemente divulgato,  vorrei che tutti gli italiani della rete lo vedessero ma io non sono un esperto traduttore,  forse tu conosci qualcuno , la pagina del video è la seguente:

    http://www.youtube.com/watch?v=1LoWT8tgc08

    Merita assolutamente essere visionato

    ciao marco

     

     

     

     

     

    • 8.1
      andrea_vik

      e pensare che questi dovrebbero fare del bene alle persone.

      la corsa al profitto, si sà, ha superato da un pezzo valori morali e quant’altro. Ma quando accade in campo medico è più difficile da mandar giù.

      Peccato per il video che non ha nemmeno il tastino “cc” per i sottotitoli.

  • 7
    Morris Vincent

    complimenti per l’analisi e la ricerca!

  • 6
    disgustato

    leggete dall’art. 35 in poi !!!!!

    immunità a tasse, azioni legali, dazi doganali !!!

    ASSURDO

  • 5
    dario

    Ma io mi ricordavo che Banca Intesa era nata dalla Banca Commerciale Italiana….

  • 4
    blastlikecrazy
  • 3
    Adel

    Per capire meglio le faccende analizzate nell’articolo, e cioè le privatizzazioni (svendite) e tangentopoli, consiglio di leggere due articoli molto lungimiranti:

    1) PRIVATIZZAZIONI: SVENDITA AL PEGGIORE OFFERENTE: “STORIA DI UNO STATO DISMESSO”

    2) TANGENTOPOLI: GHIGLIOTTINA ’92: ROBESBIERRE E’ VENUTO IN ITALIA TRAVESTITO DA COWBOY

  • 2
    jackilnero

    Cipolletta, Draghi, Prodi e Passera sono membri del gruppo Bilderberg, di cui è bene ricoradre, l’appartenenza anche di Tremonti e Monti.

    La privatzzazione è un progetto di lungo termine, prima si sono privatizzate tutte le aziende nevralgiche, quelle che fornivano servizi indispensabili: corrente elettrica, telefono, poste ecc…, adesso si è passati alla fase 2 che comprende altri servizi pubblici e beni comuni indispensabili: acqua, sanità, rifiuti.

    Solo parzialmente le pensioni, con forme assicurative private, mentre il calderone INPS, l’han mantenuto pubblico: privatizzano solo dove c’è da guadagnare.

    Tutto deve essere a servizio del profitto,  politica e beni pubblici. E’ la dittatura del nuovo millennio ed è la forma di corruzione più legalizzata che esista.

    Claudio Maf

     

  • 1
    PokeChubby

     

    Salve Claudio,

     Volevo solo segnalare e fare alcune precisazioni n merito al post “Il gruppo di potere che possiede l’Italia”, relativamente alla parte dove si occupa di Passera e Poste Italiane.

    Credo, ma è tutto una supposizione, che le faccende tra Passera e PI, siano iniziate parecchio prima che lo stesso fosse nominato AD di poste, cioè da quando iera n Olivetti.Sappiamo che Olivetti era un’azienda modello. Il primo”computer” portatile per ragionieri e commercialisti, bancari etc,  fu prodotto qui e spopolò in  Usa e in tutto il mondo. Il primo computer, come lo conosciamo noi, basato su chip ibm e con sistema operativo proprio era il non plus ultra in Italia. Ma grazie all'”attenta gestione” del signor Passera, Olivetti doveva produrre ” solo ” per le aziende. E così la inglese ” Comodore “, fece il bellissimo accordo con Mondadori e invase l’Italia col famosissimo Commodore 64. Grazie a Passera che invece di ampliare alle famiglie il prodotto Olivetti e lanciare a livello mondiale l’OS di Olivetti, permise l’uso di sistemi BASIC su Commodore e DOS sui terminali basati su Chip IBM ( da qui l’ascesa di Bill Gates che si accordò con ibm fornendo gratuitamente il suo DOS mantenendo la royalty).

    E la produzione PC di OLivetti ? Tutta in magazzino pronta per essere smistata e venduta a Poste Italiane. Memorie  debenedettiane ?

     L’ingresso di Passera in poste è fantastico.

    L’azienda di stato deve informatizzarsi, nulla da eccepire, i tempi cambiano. Ma deve anche privatizzarsi e diventare spa. Lo diviene, ma rimanendo in fase transitori e lo é tutt’ora, infatti al 100% Ministero dell’economia. Solo che la Nuova Azienda deve risanare un forte DEFICIT. Ma quale ? Da azienda di stato, era lo stato ( cioè Cassa Depositi e Prestiti, che raccoglieva gli enormi proventi della più grande banca d’Europa. Perchè dico Europa. Perchè ( correggo qui l’inesattezza del post ) Poste ha 14000 Uffici ( con almeno 3 sportelli ad ufficio) e dunque 42000 sportelli !!!

    Ma Cassa Depositi e Prestiti, non reinveste il denaro proveniente da poste per legge :

    Libretti di risparmio tasso sino al 1994 6% netto

    Buoni fruttiferi 7% netto il primo anno sino al 12% del 10 anno e così via con capitalizzazione degli interessi etc. etc.

    Quindi, l’enorme mole di denaro, viene raccolto dando interessi enormi ai risparmiatori, ma viene usato solo per opere pubbliche, comuni e CHIESE ad un tasso di interesse massimo del 2% se va bene.

    E allora, il deficit é dello Stato ( cassa dep e prestiti) non di poste.

    Va bene lo stesso, risaniamo. E come ?

    Prepensionamenti incentivati, svendita di immobili, stop alle assunzioni, più lavoro per chi resta. In quanti sono rimasti ?  Correggo altra inesattezza del post: da 250.000 ( duecentocinquantamila) dipendenti dei primi anni 90, agli attuali 140.000. Dunque non 22000 posti in meno,ma 100.000 e più.

    Ma il settore BancoPosta, fa sempre gola e proprio adesso si sente parlare di scorporo dal gruppo poste. Che finalmente si sono messi d’accordo sulla spartizione di questo eccellente boccone ? E Intesa San Paolo, che ruolo avrà in questa faccenda ?

    D’accordo che Bancoposta deve , per forza di cose, diventare Banca a tutti gli effetti, togliendo a Cassa Depositi e Prestiti la sua fonte principale di liquidità , chi credete che ha reso possibile rendere solvibile l’Italia apportando liquidità alle Casse dello Stato ?, l’Italia manterrà la possibilità di essere considerata una nazione SOLVIBILE  sui mercati internazionali ?

     

    Il tema meriterebbe approfondimenti ben più ampi. Mi fermo qui, sperando di avere dato un’idea di come poste italiane influiscono sulla liquidità dell’azienda italia e dei giochi di potere che ruotano attorno.

     

     

  • 0
    jackilnero

    le banche… ed i loro alleati. c’è un lobbismo piuttosto eterogeneo ed interessi incrociati. ci sono le multiinazionali dell’acqua che spingono per la privatizzazione, così come le lobbies dei farmaci spingono per i propri interessi.

    bildelberg e trilaterale comprendono non solo banchieri, ma anche esponenti della grande industria, la Fiat e gli Agnelli ne fanno parte da sempre.

     

  • -1
    Fariska

    Personalmente sono favorevole alle privatizzazioni, ma è necessario che lo Stato sia in grado di vigilare e punire le tentazioni speculative dei privati.

    • -1.1
      rg3

      Santa pazienza, come fate a dire certe cose.

      Lo Stato non potrà mai vigilare sulle privatizzazioni perchè lui stesso è già stato privatizzato.

      L’élite ormai controlla tutti gli schieramenti politici già da un pezzo; ci consentono di andare a votare solo per darci l’illusione di vivere in un sistema democratico. È tutto privato tranne i debiti.

      Personalmente io andrò di nuovo a votare solo se salterà fuori un partito che avrà al primo punto del suo programma la nazionalizzazione della Banca d?Italia.

    • -1.2
      batteriologico

      Ciao. Il sistema logico privato prevede investimenti ove è possibile fare profitto. Giustamente l’imprenditore arguto spende se può guadagnare. Personalmente cerco di non partire prevenuto nella visione privata in quanto, come base, il privato è “obbligato” a dare un buon servizio a costi più possibile limitati, correlati anche alla concorrenza nello stesso settore. Più concorrenza, guerra per migliorare i servizi. Per questo motivo la politica di Monti sulle liberalizzazioni nei vari campi entrando nei tabù italiani (taxi, farmacie ecc), entro certi limiti, in alcuni casi, può essere buona per sbloccare il sistema. Naturalemnte va analizzato caso per caso ed è molto difficile capire bene tutto nei particolari per dare un giudizio obiettivo.

      Io sono molto scettico comunque per le privatizzazioni in quegli ambiti riguardanti i beni comuni come energia, gestione rifiuti e soprattutto la fatidica Acqua. Secondo me il privato, dovendo fare profitto, rischia di prendere strade pericolose per le masse proprio perchè DEVE FARE UTILI. Io resto come base ben ferrato all’utopia della gestione efficiente pubblica.

      Non capisco perchè la gestione pubblica deve fare sempre acqua da tutte le parti. Sto generalizzando naturalmente. La differenza la fanno le persone quindi, secondo me, alla base del sistema fallace pubblico ci stanno persone che non sanno fare il loro mestiere o a cui non piace il proprio lavoro. Il cancro delle raccomandazioni e dei lavori tramandati di padre in figlio emettono metastasi che distruggono gli anelli della catena.

      PIù’ MERITOCRAZIA MENO RACCOMANDAZIONI.

       

       

       

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Sei pronto a partire?

la veglia migliore del sogno Scusate se sono stato un po' assente. Ho gestito gli attacchi di cui vi ho parlato qui e qui. E ho riflettuto molto. La tempesta perfetta di transazioni fraudolente non è terminata, ma per fortuna adesso viene gestita. Quasi cinquecento editori liberi hanno partecipato con entusiasmo alla campagna...--> LEGGI TUTTO

Uno di questi posti che non esistono

Non cercateci - Non siamo qui Una settimana fa ho reso noti i termini di un nuovo tipo di attacco all'informazione libera e indipendente. E poiché in questo Paese, di realtà che si possono fregiare di questo nome e di questo aggettivo (con un minimo di efficacia) ce ne sono  molto poche,...--> LEGGI TUTTO

I vaccini in discussione al Senato, per Youtube, non sono adatti alle famiglie! Siamo all’apoteosi del ridicolo!

Youtube - Vaccini Senato - Restricted - Modalità con restrizioni - thumbCaso mai non sapeste cos'è la modalità "con restrizioni" di Youtube, ve lo spiego in due parole. Per venire incontro alle preferenze degli inserzionisti, che adorano i bimbiminkia che bestemmiano mentre fanno saltare le cervella dei nemici nell'ultimo gioco horror, oppure scherzi telefonici volgari e di cattivo gusto, oppure poveri dementi...--> LEGGI TUTTO

UE: test gender ai nostri ragazzi nei licei. E NON sono anonimi!

liceo Nievo Gender L'Unione Europea avrebbe un progetto in corso per testare i nostri ragazzi su tematiche matematico-sessuali (quale attinenza abbiano le due branche del sapere, forse, si può spiegare argomentando che il Kamasutra in fondo è un testo di geometria). Questo progetto consta della somministrazione di test contenenti affermazioni come:...--> LEGGI TUTTO

Lucia Annunziata e il fallimento al contrario del M5S

Lucia Annunziata Lucia Annunziata, conduttrice di In Mezz'ora su Rai Tre e direttrice dell'Huffington Post, risponde alla mia analisi dei dati sulle elezioni comunali 2017. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Lettere al blog: bimbi dimenticati in auto? L’idea semplice di una nonna.

bimbi auto Lettera al blog di Stefania Gentile Sig. Claudio, seguo il suo blog su "youtube" e la ringrazio per le tante cose che si imparano. Questa mattina ho ascoltato il pezzo sulla tragedia, fortunatamente solo sfiorata, per l'ennesimo bambino lasciato in macchina dalla mamma....--> LEGGI TUTTO

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Ilaria Bifarini – L’Ocse dice che tra 60 anni siamo fritti

Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho visto personalmente, sarà sempre peggiore: salari sempre più passi e sempre più disuguaglianza". Ilaria Bifarini, nota al pubblico di Byoblu per la sua intervista di esordio "Neoliberismo e Manipolazione di massa - storia di una bocconiana redenta", approda a Coffee Break, su LA7. "Il modello a tendere degli economisti dell'OCSE da qui a 60 anni, in un report che ho...GUARDA

Diego Fusaro: il Sacro Romano Impero della finanza e delle banche

Innanzitutto siamo entrati in un Sacro Romano impero della finanza in cui il sistema bancario detta legge, e noi sventurate plebi europee dobbiamo fare i sacrifici: "sacrum facere". Appunto qualcosa di religioso in nome del sistema bancario, una divinità demiurgica: le sofferenze sono sempre quelle del sistema bancario...GUARDA

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>