Monti alle borse: teniamo sotto controllo il bilancio pubblico per voi

« Il fronte su cui noi siamo impegnati nel Governo è strettamente complementare a quello sul quale la comunità che qui oggi si ritrova (ndr. Monti sta parlando a Piazza Affari, alla borsa di Milano) è impegnata: il nostro compito è quello di mettere meglio sotto controllo, nell’immediato e in prospettiva anche di lungo periodo, il bilancio pubblico. E’ anche a causa del bilancio pubblico che, nel corso dei decenni, in Italia si è verificata una sofferenza per quanto riguarda la situazione finanziaria delle imprese e lo sviluppo strutturale dei mercati finanziari. Quindi l’azione che, in continuità, ma con intensificazione di sforzo rispetto ai precedenti governi abbiamo intrapreso, va vista anche in questa prospettiva e con questa finalità »

 

Tenere meglio sotto controllo il bilancio pubblico, quindi, per sviluppare i mercati finanziari. Un economista ti risponderebbe che non c’è niente di male. A tutti gli altri, invece, una frase del genere non sarebbe mai venuta in mente, perché il segno della nostra visione del mondo va in direzione contraria: dalla speculazione ai bilanci dello Stato, ovvero alla gestione del bene comune. Non viceversa.

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

25 risposte a Monti alle borse: teniamo sotto controllo il bilancio pubblico per voi

  • 10
    jonnymind

    yoyo_su_byoblu ha scritto :
    Dare la colpa ai politici è come arrestare lo spacciatore di turno, non mi sembra che questo abbia mai risolto il problema della droga.

    Parli di governo democraticamente eletto?

     Sei veramente convinto che la plitica comandi i poteri finanziari?

     I paesi  che hanno la sovranità monetaria come ad esempio il giappone hanno un inflazione alta ma non mi senbra che stiano messi peggio di noi               

    1) I soldi non sono una droga, sono un unità di misura.

    2) Certo, parlo di “democraticamente eletto” lo strumento democratico non funziona? — ma è esattamente ciò che ho detto. E perché non funziona? — perché per farsi eleggere servono soldi. E chi ha i soldi? — molti, tra cui chi gestisce istituzioni finanziarie. E’ sbagliato? — sì è quello che dico. Leggi Lessig.

    3) Scusa, ma sull’inflazione ti serve un ripasso. Studia le teorie neokeniesiane. E soprattutto, i soldi quando costruisci l’autostrada non vanno all’operaio, ma all’appaltatore — ovviamente questo dipende da molte cose, ma fra tutte nessuna c’entra con chi stampa moneta.

    En passant, il giappone esce da 10 anni di deflazione causata da crisi di liquidità, ed è uno dei paesi al mondo con il minor tasso di inflazione medio degli ultimi 30 anni. Ciò nonostante la crisi ha colpito e duro (cercati le statistiche dei suicidi), ma il Giappone se l’è cavata meglio di altri grazie ad una politica di redistribuzione dei redditi che porta il suo indice di sperequazione ricchi-poveri ad essere uno dei più bassi dei paesi industrializzati. Un professore, in Giappone, guadagna quasi quanto un ministro; e questo non è perché il Giappone i soldi se li stampa, ma perché il controllo sociale sulla politica è fortissimo, e i politici sono meno corruttibili.

    Fra l’altro, in Giappone la banca centrale è privata come la Fed.

    http://www.boj.or.jp/en/about/outline/index.htm/

    Sebbene non sia una “azienda” è autonomo e distribuisce dividenti non superiori al 5% del suo capitale. I membri del board sono eletti dai sottoscrittori del capitale. Insomma, è un ente di pubblico interesse ma a gestione privata, come qualsiasi altra banca centrale del mondo.

    4) Smettila di studiare sui filmini di youtube. Sono messi in giro dagli stessi che vogliono mantenere lo status quo — o peggio, avere ancora più potere.

     

    • 10.1
      yoyo_su_byoblu

      “Smettila di studiare sui filmini di youtube”

      Direi che con questa frase hai detto tutto su come ragioni..

      Ti lascio ai libri d’economia, infondo oggi va tutto bene no? :)

      Buon riposo.

    • 10.2

      Fra l’altro, per pulire il campo dagli equivoci, io sostengo che il mercato sia “finito”. I.e. il meccanismo del mercato si è rotto, e con esso, la moneta. E appunto per questo, sostengo che non è “riportando la moneta nelle mani del governo” che si sistema la cosa. Sarebbe aprira la  porta al totalitarismo più bieco, un nuovo medioevo.

      Bisogna cambiare paradigma, e per farlo è necessario lavorare su diversi piani. Non c’è un “silver bullet” per curare questa situazione. La deregolamentazione del settore finanziaro è parte del problema (in alcuni casi, è BUONA parte del problema), ma la separazione delle politiche monetarie dall’azione di governo NON E’ causa di questa deregolamentazione.

      La causa è che le istituzioni finanziarie hanno potuto (come molti altri, i.e. i petrolieri) fare azioni di lobby che favorissero il LORO modo di fare soldi, a discapito degli altri.

      E se hanno potuto fare azioni di lobby per favorire il loro modo di fare soldi, spesso immorale o antieconomico per il resto del sistema economico, è perché la “democrazia” ha fame di soldi. E questo significa che il potere politico diventa facile preda di corruzione, non necessariamente di corruzione privata, ma di “deviazione” dagli obiettivi democratici.

       

  • 9
    PokeChubby

    C’era  qualche dubbio sul fatto che il lupo perde il pelo, ma non il vizio ?

    Il Suo BIOS ha uno standard predefinito. Puoi installare qualunque cosa, tranne ciò che va inconflitto. Altrimenti: SCHERMATA BLU con relativo avviso e remind alle istruzioni generali e risolvere il conflitto ripristinando il sistema allo stato precedente.

    BIOS Version 6.6.6 Copyright American G_Sachs INcorpoRated.

  • 8
    Ricominciamo

    Nello stesso interevento ha candidamente ricordato che “siamo ormai al secondo anno in cui la previsione di bilancio dello Stato passa prima per il vaglio della Commissione Europea e poi al Parlamento Nazionale”. Candidamente ci rende dotti sul fatto che tutto oramai si decide a Bruxelle. Non so voi ma quello che piú mi sgomenta è che le persone attono a me sembrano non capirci nulla. Confesso di sentirmi un marziano atterrato sul pianeta Stupdland.

  • 7
    jonnymind

    Veramente un “economista” ti fibbie che favorire i mercati finanziari a scapito dell’economia reale è un’aberrazione. La finanza nasce e si sviluppa per facilitare le transazioni dilazionate nel tempo di beni reali. Il grano si vende una volta all’anno, ma i produttori di grano non devono essere costretti a tirare la cinghia per undici mesi; inoltre, possono scambiare il proprio periodo “ricco”con il periodo differente dei produttori d’uva. Un sistema economico moderno consente di “fluidificare” le inefficienze intrinseche e gli “attriti” propri di alcune attività economiche. Se il sistema finanziario diventa qualcosa di diverso, c’è un problema. Che la finanza debba essere sl servizio dell’economia reale si impara il primo mese di economia politica 1. Le coseguenze disastrose della sua crescita abnorme si imparano al pimo mese di politica economica 1. L’importanza del mantenimento della finanza a livelli accettabili si impara a economia degli intermediari finanziari 1. Ricordo bene la frase di un docente “se la massa delle attività finanziarie di un mercato supera il valore dell’economia reale di oltre il doppio del tasso d’interesse, sono c**zi.” (ok, non disse letteralmente così ma l’eufemismo non fu molto più leggero).È questo quello che mi spaventa di Monti. Sono abbastanza sicuro che conosca bene l’economia che si insegna nel suo ateneo. Eppure, la ignora deliberatamente, o peggio, ne propone una versione deliberatamente distorta. Inganna il suo pubblico, ben sapendo che gli economisti sono assai pochi, e quelli abbastanza autorevoli da esporre le sue menzogne sono ancora meno.Lui sa quello che fa, e fa la cosa sbagliata. Non la peggiore delle cure possibili; una cura in grado di tenere in vita il malato senza ucciderlo, ma decisamente senza guarirlo. È ovvio che ha un’agenda differente. È questa la cosa più preoccupante.

  • 6
    lina

    perkè non collabori più col Fatto Quotidiano problemi tra voi?

    • 6.1
      Paolo 2.0

      Il FQ è nato come interessante, meritevole e riuscito esperimento di giornale non finanziato dal pubblico e sporattutto senza padrini e padroni a cui chiedere prima di mandare in stampa un articolo. Ha avuto la mia fiducia fino a quando non mi sono reso conto che sulla crisi economico finanziaria non mi stava dicendo nulla  che non si potesse reperire da uno qualsiasi dei media mainstream. Sì certo, la denuncia del malaffare, delle mafie, delle leggi vergogna, degli sprechi senza risparmiare alcun partito, ma restando fondamentalmente sempre all’interno del recinto del pensiero unico. Per avere un punto di vista realmente diverso e interessante ho dovuto andare in giro per Internet a scovare gli interventi di Paolo Barnard, Loretta Napoleoni, Byoblu, Luogocomune eccetera. Ritengo che il FQ abbia contribuito non poco a concentrare per anni l’attenzione e le energie contro la piaga del berlusconismo, sempre ripiegato sull’ombelico delle miserie nostrane senza che si alzasse mai so sguardo sulle devastazioni che stava provocando l’Euro, senza mai un’analisi critica sulla follia del Trattado di Lisbona, della struttura della BCE, sull’egemonia franco-tedesca e sul vero stupro della democrazia che va sotto il nome di UE. Il peggior danno fatto da B è stato far credere che fosse davvero tutta colpa sua, col FQ a fargli da spalla, mentre la grande finanza internazionale si muoveva per farlo cadere tra articoli del Financial Times e risatine di Sarkozy e Merkel (giustamente denunciate da Byoblu in tempi non sospetti per quello che erano).

  • 5
    Aigor
  • 4
    Roberto Seven

    A quando la rivoluzione?

  • 3
    jonnymind

    yoyo_su_byoblu ha scritto :
    “Smettila di studiare sui filmini di youtube” Direi che con questa frase hai detto tutto su come ragioni.. Ti lascio ai libri d’economia, infondo oggi va tutto bene no? :) Buon riposo.

    Io sono sveglio. Nessun libro di economia dice che oggi va tutto bene. Anzi, dicono tutti che va molto male (figurati, lo dice persino il libro di Tremonti). Non sono gli economisti a dire che va tutto bene, anzi, sono stati inascoltati per oltre quarant’anni, colpevolmente, dai politici e da alcuni poteri di un certo tipo. A parte alcune eccezioni, come ad esempio Monti, gli economisti dicono:

    – Che il mercato non funziona più.

    – Che la crescita infinita non è sostenibile.

    – Che l’ambiente non può supportare un’ulteriore sfruttamento. 

    Tra parentesi, scherzi a parte, ci sono anche cose fatte bene su youtube. I.e. ho visto un documentario ben fatto sui mutui subprime. Purtroppo, non arrivava a indcarne la causa: la deregolamentazione del settore finanziario che ha permesso alle banche di vendere debiti sui debiti sui debiti…

    E chi ha scritto questa legge suicida? — guarda un po’ il congresso americano. E perché l’ha scritta? — guarda un po’, basta seguire i depositi nei conti dei partiti e delle correnti politiche americane. Sono pubblici e legali, e arrivano da Citybank.

    Cose che ti suggerisco di leggere:

    – http://it.wikipedia.org/wiki/Fallimento_del_mercato

    – http://en.wikipedia.org/wiki/W._Brian_Arthur

    – http://republic.lessig.org/

    http://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0CCIQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.santafe.edu%2Farthur%2FPapers%2FPdf_files%2FHBR.pdf&ei=xwxFT4SoOIe1-wbMgOm3Ag&usg=AFQjCNFoJZzuvcwPXJxsk1RKKxQH0k-sOQ&sig2=aQEm5Emurjms3c61n5Rvlw

    ^^ Questo per capire perché il mercato è rotto.

    Altro suggerimento: non basta credere di essere svegli per esserlo. Qualcuno potrebbe approfittare della tua volontà di essere diverso per proporti una sua diversità standardizzata. Bisogna andare all cuore delle cose, senza fermarsi alle risposte facili… tipo quelle dei filmini di youtube.

     

    • 3.1
      yoyo_su_byoblu

      Io sono sveglio. Nessun libro di economia dice che oggi va tutto bene. Anzi, dicono tutti che va molto male (figurati, lo dice persino il libro di Tremonti). Non sono gli economisti a dire che va tutto bene, anzi, sono stati inascoltati per oltre quarant’anni, colpevolmente, dai politici e da alcuni poteri di un certo tipo. A parte alcune eccezioni, come ad esempio Monti, gli economisti dicono:

      – Che il mercato non funziona più.

      – Che la crescita infinita non è sostenibile.

      – Che l’ambiente non può supportare un’ulteriore sfruttamento.

      Stiamo parlando di esperti che qualcuno ascolta? Nonostante ci siano avvertimenti un pò da tutto il mondo, direi che la voce degli “economisti accreditati” è sempre più alta.. Insomma, fanno un pò come gli pare.

      Bisogna andare all cuore delle cose, senza fermarsi alle risposte facili… tipo quelle dei filmini di youtube.

      Non è che potresti smettere di sottolineare questa cosa dei filmini di youtube dove ogni tanto, così per diletto, ti “abbassi” a fare un giro? Pensa un pò che scemo che sono, ho sempre creduto che fosse importante usare ogni mezzo a disposizione e non solo quelli più ovvi (Tv e giornali).

      Altro suggerimento: non basta credere di essere svegli per esserlo. Qualcuno potrebbe approfittare della tua volontà di essere diverso per proporti una sua diversità standardizzata.

      Io non voglio essere diverso, al contrario spero in un mondo dove tutti pensino la stessa cosa, purchè sia quella giusta. Comunque ottimo consiglio, ora mettiti davanti ad uno specchio e ripetilo ad alta voce.

      Scusa se spesso sembro semplificare argomenti molto importanti ma visto che sei sveglio ormai saprai (come molti altri) che il gioco dei poteri forti è quello di rendere incomprensibile l’ovvio.

      Praticamente, la sagra dell’esperto e delle commissioni.. :)

  • 2

    tanto facciamo la fine della grecia

  • 1

    rg3 ha scritto :
    Sono c**zi acidi, caro Michele.

    E’ esatto.

     

    Colpa dei banchieri? — In parte. Colpa dei politici? — in larga parte. Colpa nostra? — un pò.

    Il motivo è il seguente:

    http://www.youtube.com/watch?v=Ik1AK56FtVc

    I politici hanno bisogno di soldi per farsi eleggere, e privilegiano l’agenda di chi li finanzia; i finanzieri hanno bisogno dei politici per far passare legislazioni che consentano loro di creare più soldi, e quindi finanziano i politici con i soldi creati. Non c’è “una” regia. E’ un meccanismo auto-alimentato, e qualcuno che è più bravo degli altri a sfruttarlo (i.e. G.S.) da’ l’impressione di “guidarlo”; in realtà è solo una ruota, magari grossa, ma solo una ruota dell’ingranaggio.

    L’analisi di Lessig è estremamente centrata sul problema ed estremamente asettica. Va imparata bene.

    Lui la riporta solo al caso USA, ma potete facilmente capire che praticamente il problema è presente in tutte le democrazie moderne (e infatti, il problema va affrontato in modo globale).

     

     

    • 1.1

      Rileggi bene. Ho detto che non c’è “una” regia. Non che non c’è “nessuna” regia — al contrario ci sono molte forze che hanno spinto in quella direzione. Quell’evento non fu una cosa bella, ma, da solo, non è l’origine di tutti i problemi.

      Per quanto un istituto privato possa essere ricco e potente, un governo lo è di più. Semplicemente, in qualsiasi momento, il governo di un paese sovrano può stabilire che qualsiasi istituzione, privata o no, venga esautorata da qualsiasi incarico le sia stato affidato nel frattempo. E anche autorizzare l’uso della forza militare se questa istituzione facesse resistenza.

      Il problema è la corruzione dei singoli esponenti delle istituzioni; e “corruzione” nel senso inteso da Lessig, ossia deviazione dagli scopi istituzionali al fine di vantaggi personali. In questo, non c’è “una” regia né “un” atto principe. E’ importante capirlo per affrontare il problema con la giusta prospettiva e energia.

      In altre parole, se crediamo che il problema sia la costituzione della Federal Reserve (e delle banche centrali in genere) come enti privati, e qualcuno proponesse di cambiare questo aspetto, credendo che quella sia la radice del male saremmo tentati di dargli retta. Invece, quello è un dettaglio quasi trascurabile nell’insieme, sebbene lavori in direzione discutibile, e cambiarlo non risolverebbe il problema, “anzi”.

      Dico “anzi” perché riportare il controllo della politica monetaria sotto le strutture politiche “corrotte” nel senso “asservite ai finanziatori dei loro movimenti” (quando non corrotte in senso vero e proprio), permetterebbe a questi governi corrotti di finanziare all’infinito quegli interessi che oggi sono costretti a finanziare entro certi limiti. Ben difficilmente sarebbe una soluzione auspicabile.

      Il problema è unificare gli scopi dei rappresentanti agli scopi dei rappresentati. Fatto questo, e solo dopo essesene sincerati, si può (e si dovrebbe) riportare la politica monetaria sotto il controllo pubblico.

       

    • 1.2
      rg3

      Mi dispiace Jonny ma io una regia la vedo visto che tutto ‘sto schifo è nato in USA nel 1913 con il Federal Reserve Act.

      Comunque, io sono un possibilista e quindi, nonostante questa divergenza, ti ringrazio per i tuoi commenti perchè li reputo interessanti e piacevoli da leggere.

  • 0

    MONTI-TREMONTI sarà una coincidenza?

    A parte il faceto e le celie, Monti ormai si è dichiarato e palesato per quello che è veramente: un servo delle banche della peggior specie!!! non e accettabile che possa dire queste cose!!!! revoluzion!!!

     

  • -1
    Michele_curioso

    Paolo 2.0 ha scritto :
    “se la massa delle attività finanziarie di un mercato supera il valore dell’economia reale di oltre il doppio del tasso d’interesse, sono c**zi.”

    d’accordo ma quiando la massa delle attività finanziarie del mercato mondiale supera il valore dell’economia reale di oltre 10 (dieci) volte la massa dell’economia reale, scusi ma cosa succede ?

     

     

    • -1.1
      rg3

      Sono c**zi acidi, caro Michele.

      Queste locuste della finanza internazionale prima o poi la pagheranno, non so quando ma prima o poi succederà. Se fossi Napolitano o Monti e Ministri associati mi vergognerei di farmi vedere in pubblico.

      Dire che stanno tenendo i conti a posto per favorire anche la Borsa di Milano quando la stessa è la più grande riciclatrice di soldi mafiosi è come dire viva la Mafia.

      L’acronimo di queste locuste è MMV (Massoneria, Mafia e Vaticano).

    • -1.2

      Ho risposto anche più sotto; CMQ la risposta tecnica è che il sistema necessariamente esplode (o meglio, implode). Tecnicamente si dice che “entra in crisi di fiducia”.

      La crescita delle attività finanziarie rispetto a quelle reali è fisiologica entro certi limiti (appunto, dati dalla dimensione dell’economia e dei tassi di interesse, ossia, dal valore riconosciuto al tempo). Al di là, si sta semplicemente “dando fiducia” ad un sistema ed alla sua capacità di crescere al punto di ripagare gli extra-debiti contratti. Esiste sempre un punto oltre il quale la fiducia non basta più, e quello è il punto di rottura.

       

       

  • -2
    yoyo_su_byoblu

    In effetti centrare il problema o la soluzione non è facile ma dopo anni ritengo che un buon “colpo basso” alle potenze finanziarie sarebbe colpire l’arma più potente che hanno, i soldi. Per prima cosa dovrebbe essere eletto un governo indipendente dai poteri forti, in seguito ogni nazione dovrebbe riappropriarsi della sovranità monetaria così da troncare il cordone che da vita e forza ai poteri “alti”. Il colpo di grazia sarebbe attuare lo smantellamento dei proventi derivati dal controllo del denaro (vedi anche signoraggio). Chiunque abbia più di 5 anni sà che il mondo gira intorno ai soldi. Tolti quelli e il consenso delle masse e forse potremmo tornare in partita. La vedo molto ma molto lunga, visto l’attuale pensiero collettivo del 99% delle popolazioni mondiali.

    Insomma, tanti ma tanti auguri a tutti noi..

    • -2.1
      jonnymind

      Sbagli bersaglio.

      Le istituzioni finanziarie hanno molti soldi, la banca centrale ha tutti i soldi, ma il governo ha la DEFINIZIONE di “soldi”. 

      Il ruolo affidato alle istituzioni finanziare dai GOVERNI DEMOCRATICAMENTE ELETTI (non dimenticarlo) è quello di dare una valutazione quanto più obiettiva possibile del valore dell’economia, misura che si esprime in termini di quantità di “moneta”.

      Portare la capacità di stampare moneta direttamente sotto il controllo del governo significa permettergli di spendere all’infinito. Solo, se spende all’infinito ci sarà qualcuno che ne giova (chi riceve all’infinito un flusso finanziario inarrestabile) e chi no (tutti gli altri, che vedono il valore della moneta in loro possesso ridursi in modo incontrollabile).

      In pratica, un governo con capacità di stampare moneta può tranquillamente trasformare in schiavo qualsiasi cittadino fornendo moneta illimitata agli altri. A quel punto, per quanto il cittadino fosse ricco prima, la sua ricchezza diverrà nulla, ed egli non avrà più nemmeno la capacità di sostentarsi senza l’aiuto del governo.

      Ora, moltiplica questa cosa per TUTTI i cittadini TRANNE quelli scelti dal governo. Vuoi davvero vivere in uno Stato del genere?

      La separazione del potere di stampare moneta dal governo avvenne proprio per questo motivo. Il crollo del sistema comunista (e il capitalismo comunista della Cina) dimostrano che effettivamente fu una scelta corretta; ci sono però due aspetti discutibili di questa scelta, importanti ma non così gravi come si vogliono dipingere per sviare l’attenzione dalla responsabilità politica dei rappresentanti eletti:

      1) l’affidamento ad un ente privato. La cosa fu pensata da americani e risolta in modo americano; ossia, delegandola al “mercato”. Un ente pubblico a statuto speciale avrebbe reso il meccanismo più efficiente, poiché il suo obiettivo sarebbe stato non la massimizzazione dell’utile, ma il pareggio di bilancio.

      2) la deregolamentazione dei mercati finanziari, che ha coinvolto anche alcuni aspetti di deregolamentazione dei compiti delle banche centrali, rendendole più libere. 

      Perché è vero che le banche centrali sono enti privati, ma entri privati su cui è puntato un cannone orbitale 24 ore al giorno, il cui grilletto è in mano al potere politico. Almeno, lo era fino alla creazione della BCE…

      E’ vero che chi controlla la politica monetaria controlla uno stato, ma non è vero che questo potere è stato “usurpato” agli stati. E’ solo delegato. Se è gestito male, così come è effettivamente accaduto negli ultimi 30 anni, non è colpa del mezzo scelto ma è colpa della “corruzione” del sistema politico, che si lascia corrompere da quegli enti privati che invece dovrebbe tenere sotto controllo. Il mandato degli elettori, che consiste nell’assicurarsi che questo potere sia usato nell’interesse pubblico, o revocato e affidato ad altri, viene usurpato dagli eletti, che usano questo potere per fini personali disinteressandosi dell’uso che i “concessionari” fanno delle loro “concessioni”. La BCE è il passo successivo; ossia, l’esproprio completo di questo potere da parte dei politici stessi, che lo allontanano definitivamente dalla sfera di azione dei cittadini per poterlo gestire in completa autonomia. 

      E’ quello il cancro che va curato: il potere di rappresentanza diventato una delega in bianco e al servizio non di chi vota, ma di chi paga. Certo, siccome i poteri finanziari hanno tanti soldi, possono pagare di più; quindi, dove ci sono problemi, ci sono anche i poteri finanziari, ed è per questo che questi poteri SEMBRANO la causa.

      Ma se elimini il corruttore di oggi, sarà semplicemente sostituito da qualcun altro (le multinazionali, i militari, scegli tu). Se elimini la possibilità di ESSERE CORROTTI, allora non importa chi possa essere il corruttore, non potrà corrompere più nessuno.

       

       

    • -2.2
      yoyo_su_byoblu

      Scusami ma non sono daccordo, da ciò che scrivi è evidente l’impostazione “classica” sui problemi politico/economici. Dare la colpa ai politici è come arrestare lo spacciatore di turno, non mi sembra che questo abbia mai risolto il problema della droga.

      Parli di governo democraticamente eletto? Sinceramente, hai l’impressione che il popolo abbia tutte le informazioni atte ad effettuare una scelta chiara? Chi controlla l’informazione “pilota” le scelte dei cittadini. Su questo non c’è discussione che tenga, è la realtà di tutti i giorni e chi non se ne accorge è evidentemente ancora “in apnea”.

      Sei veramente convinto che la plitica comandi i poteri finanziari? Si? In apnea..

      Scusa per la risposta sbrigativa ma in economia l’inflazione è inversamente proporzionale alla spesa pubblica. Più soldi investi in infrastrutture che creano lavoro meno danni fà l’inflazione perchè i soldi immessi sul mercato sono assorbiti dagli stipendi dei nuovi lavoratori. Non lo dico io, è così, quindi basta con la balla dell’inflazione dannosa se stampi moneta. I paesi  che hanno la sovranità monetaria come ad esempio il giappone hanno un inflazione alta ma non mi senbra che stiano messi peggio di noi  che abbiamo un’inflazione “finta” al 2-3%.

      L’affidamento ad un ente privato di qualsiasi cosa ha storicamente fatto sempre tanti danni. Il privato pensa solo al profitto (giustamente..o..no? mm..). Lo stato DEVE spendere per i cittadini e incassare il dovuto per poi rispendere, questa è crescita. O sei daccordo con la troica e pensi che la grecia sia salva?

      Tirate la testa fuori dall’acqua! C…o! :)

      Tanti tanti auguri a tutti noi, anche a chi dorme. :P

       

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Tutti gli statuti del Movimento 5 Stelle

ma-quanti-statuti-ha-il-movimento-5-stelledi Paolo Becchi Mentre la stampa è occupata dal gossip a 5 stelle su telefonate in punto di morte tra l’Ayatollah e il guru e dalla kermesse che si è aperta a Palermo per la quale oggi è annunciata l’esibizione di Raggi-o di luce che canterà "Io...--> LEGGI TUTTO

Come mai Jp Morgan, proprio adesso, vuole più deficit?

JP MORGAN AUSTERITY VS SPESA PUBBLICAGli economisti di JP Morgan, la grande banca d’affari Usa, segnalano che per la prima volta dal 2009 tutti i bilanci pubblici dei governi nelle zone industrializzate, Europa, Usa, Giappone e Regno Unito, daranno un contributo positivo alla crescita globale. Merito, secondo loro, di un aumento della spesa pubblica in tutte...--> LEGGI TUTTO

Sgarbi condannato a 5 mesi di reclusione per i fatti dell’Expo

Vittorio Sgarbi - 5 mesi di prigione per i fatti di Expo Ve lo ricordate Sgarbi che, il 22 maggio 2015 all'Expo, litiga violentemente con i carabinieri che vogliono verificare il suo permesso di accedere con l'auto?  Doveva presenziare a una mostra da lui curata, ma si presentò senza accredito su una Citroen C5, per di più contromano....--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Come fare soldi con un blog

Innanzitutto, come "non" fare soldi con un blog Se vuoi fare soldi con un blog, non aprire un blog di informazione. Tantomeno libera. Se poi vuoi fare un blog di informazione indipendente, inizia a cercarti su AirB&B un paio di metri quadri ancora disponibili, a prezzi stracciati, sotto a qualunque ponte...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Donald Trump Vs Hillary Clinton – Il primo confronto TV Integrale

Donald Trump Vs Hillary Clinton - Il primo confronto TV IntegraleDonald Trump e Hillary Clinton si sono sfidati questa notte nel primo confronto tv delle presidenziali Usa 2016. Ecco il video integrale. ...GUARDA

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo

Di Battista e Di Maio vs Lucia Annunziata al Foro Italico di Palermo L'intervista di Lucia Annunziata, a In Mezz'ora, dal Foro Italico di Palermo, ad Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio....GUARDA

Sgarbi caga sulla Swiss Air

Vittorio Sgarbi caga sulla Swiss Air Sgarbi "caga" sulla Swiss Air, le hostess gli chiedono di uscire a metà: quello è un bagno di prima classe. Immaginate il seguito (la questione nasconde una discussione sui diritti sottostante: di fronte alle emergenze, è possibile che valga la distinzione "prima classe/seconda classe"?):...GUARDA

USA: la polizia fredda un altro afroamericano, Terence Crutcher

terence-crutcher omicidio polizia USA In Oklahoma la polizia ha ucciso un altro afromericano. Una lunga sequela di uccisioni che dal 2015 porta a 400 l'elenco delle vittime. Gente freddata spesso senza alcuna ragione apparente. (altro…)...GUARDA

Becchi: la stampa contro al M5S? Ma se il blog di Grillo ormai è il Corriere della Sera!

BECCHI: STAMPA CONTRO AL M5S!? MA SE IL BLOG DI GRILLO ORMAI È IL CORRIERE DELLA SERA!Paolo Becchi a Checkpoint parla del grande colpo di stato dell'Euro, dei rapporti tra la stampa e il M5S e del grande spettacolo politico della Casaleggio Associati. ...GUARDA

Roma: Nino Galloni assessore al Bilancio nella giunta Raggi?

Nino Galloni - Io assessore al Bilancio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi? Nino Galloni, ospite a Tagadà su LA7, risponde alle domande sulla sua candidatura ad Assessore al Bilancio e al Patrimonio del Comune di Roma, nella giunta di Virginia Raggi. (altro…)...GUARDA

Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: “complotto su Roma”.

matteo renzi sfotte paola taverna su roma complotto Matteo Renzi sfotte Paola Taverna: "ci fanno il complotto su Roma"....GUARDA

Euro: la prima banconota senza anima!

Diego Fusaro Il filosofo Diego Fusaro spiega perché l'Euro è una moneta priva di ogni relazione con la storia e la cultura d'Europa. Vi siete mai chiesti perché sulle banconote in Euro non ci sono quei volti noti, quegli artisti, quei pensatori che hanno dato lustro alle grandi...GUARDA

Film, libri e Dvd

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>