I conflitti di interessi giganteschi del Governo sulla TAV

La TAV non è più una questione dei valsusini. Lo dimostrano le manifestazioni di solidarietà organizzate spontaneamente, nei giorni scorsi, in mezza Italia. La TAV è una questione nazionale. Il rapporto con cui la UE suggerisce all’Italia la TAV come una possibile infrastruttura su cui investire, al primo punto, dice anche che non si possono realizzare le grandi opere contro il volere delle popolazioni locali. E’ l’ABC della democrazia, questo. Sono vent’anni che in Valsusa cercano di farsi sentire. Solo gli stolti, gli uomini in malafede o i disinformati potevano pensare che non si sarebbe arrivati a questo punto.

Aiutami a continuare a fare informazione libera
 La democrazia è anche la difesa della sicurezza personale, certo, le forze dell’ordine servono a questo: a difendervi dai delinquenti, dai taccheggiatori che vi derubano per strada, dalla criminalità organizzata. La democrazia non è, tuttavia, spianare una vallata a colpi di ruspe passando sui corpi di 80 mila persone (tante erano quelle presenti all’ultima manifestazione pacifica, ignorata da tutti i media). Supponiamo per assurdo che fossero tutti degli zotici ignoranti. Questo autorizza dunque uno Stato a tirare fuori i carri armati? E’ questa la conquista di civiltà di cui andiamo tanto fieri? E se non lo sono, tanto meglio: a maggior ragione non è autorizzata nessuna forma di violenza contro un’intera popolazione locale, tanto più se i dati a sostegno dell’utilità dell’opera latitano o si basano su fumosi e generici “serve”.

Per il rispetto che si deve agli italiani della Val di Susa, alle forze dell’ordine e anche a tutti gli altri italiani, perché lo Stato siamo noi, è necessario fermarsi e rispondere a una semplice domanda: a cosa serve la TAV, con argomentazioni solide e fondate su evidenze. Altrimenti io posso dire che bisogna fare una linea ad alta velocità tra la Terra e la Luna, perché ora come ora non c’è traffico ma un domani chissà. Le due argomentazioni hanno la stessa base concettuale.

Se qualcuno viene a spiegare agli italiani, dati alla mano, esattamente a cosa serve spendere 23 miliardi di euro (gli 8,5 sono solo la tratta internazionale, poi ci sono gli snodi nazionali, interamente a carico nostro) in un momento in cui stiamo sputando sangue per spremere anche l’acqua dalle rape, allora probabilmente anche i valsusini, compensati adeguatamente come i loro colleghi francesi, se ne convinceranno. Per ora si vedono solo le infiltrazioni della ‘ndrangheta, i danni ambientali, i rapporti del COWA su cui si è basata la stessa UE, i rapporti della Corte dei Conti, quelli delle procure e quelli della Commissione Antimafia. E i conflitti di interessi giganteschi, come quello di Mario Ciaccia, passato da Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, il braccio operativo di Banca Intesa – dove Passera era Amministratore Delegato a sua volta – per la grandi opere, a vice ministro per le infrastrutture con delega a decidere sulla Tav. Pensate che le banche non abbiano vantaggi a prestare fiumi di denaro a interessi superiori a quello dell’1% al quale lo ricevono dalla BCE? E’ per questo che Passera dice che la TAV deve andare avanti? E’ per questo che Monti fa i consigli dei ministri per dire che la TAV si deve fare?  Perché i veri poteri forti sono questi qui, caro professore, mica le commissioni bancarie che tanto fanno arrabbiare l’Abi.

Tutto quello che precede o evade la semplice dimostrazione di onestà intellettuale che procede dalla presentazione di dati certi è un atto di arbitraria violenza. Quella stessa che alcuni media frettolosi si precipitano ad addossare ai No Tav.

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

17 risposte a I conflitti di interessi giganteschi del Governo sulla TAV

  • 11
    gabriella

    Io sono stupita che nessuno faccia un’obiezione che mi sembra sensata:

    Negli ultimi 50 anni il progresso tecnologico si è sviluppato con una spirale temporale che si velocizza sempre più. Fra 30 anni è probabile che i treni ci saranno solo nei giocattoli d’antiquariato per bimbi raffinati…QUESTA è UN’EPOCA IN CUI NON SI PUò PENSARE DI DEVASTARE UN AMBIENTE PER 30 ANNI, quando probabilmente ci sposteremo con mezzi alimentati a energia libera (che avremmo già, se non avessero boicottato Tesla, ma anche altri)!

  • 10
    Rebel

    flarezia ha scritto :
    Qualche giorno fa ho rivisto per l’ennesima volta ” Il Gladiatore” :”…..QUALUNQUE COSA ACCADA RESTIAMO UNITI…..E SE RESTEREMO UNITI….SOPRAVVIVEREMO”   Qualunque forma di dittatura , anche la più subdola e mascherata fonda il suo successo sul motto: “divide et impera” io aggiungerei anche : “affama”  ma la storia insegna che non c’è niente di più travolgente e inarrestabile di un popolo affamato , inc….to ed UNITO! Coraggio, uniamoci e non laciamoci dividere , non guardiamo in cagnesco il povero cristo che non batte uno scontrino , i media puntano il dito sulle briciole in modo che mentre sono tutti occupati a controllarsi l’un l’ altro le briciole ….possono sparire interi tir carichi di pagnotte. Non facciamoci distrarre e restiamo uniti e soprattutto, ricordiamoci di tutto quando avranno bisogno del nostro voto ….perchè è la sola arma che abbiamo: il VOTO.

     

    La PARTECIPAZIONE, lascio a voi il voto.

  • 9
    rg3

    Ma se è vero che la UE dice che “le grandi opere non si possono fare contro il volere delle popolazioni locali”, perchè i NoTav non rivolgono la loro protesta direttamente all’Europa in modo che annulli la propria quota di finanziamento?

    Io un tentativo lo farei, tanto è inutile insistere con questo governo nostrano perchè ha già dimostrato di non avere il minimo rispetto per la salute e la qualità di vita dei suoi cittadini.

    • 9.1
      rg3

      Certo, hai ragione ma io un tentativo lo farei anche solo per far uscire la protesta dai confini nazionali; più gente ne parlerà meglio sarà.

    • 9.2
      NeroLucente

      Perchè l’Europa sostiene l’opera, ritenendo questo collegamento strategico.

       

    • 9.3
      gabriella

      Si può sapere CHI è questa fantomatica Europa???

      C’è una Signora europa a cui rivolgersi per chiedere il perchè di quello decide, o si tratta piuttosto di un organismo smisurato e variegato talchè è anche difficile verificare che queste “continue2 richieste siano fondate?

      E come mai quando si tratta di fregature ai cittadini “ce lo chiede l’Europa”, e quando si tratta di stipendi italiani più bassi d’Europa, e bollette più alte, alla medesima non punge vaghezza di chiedere alcunchè???

  • 8

    SIAMO STATI IN VAL DI SUSA ED ABBIAMO CAPITO

    Siamo stati in Val di Susa ospiti degli abitanti della valle: insegnanti, agricoltori, pensionati, studenti e abbiamo visto:
    Un luogo attraversato da due strade statali, un’autostrada, un traforo, una ferrovia, impianti da sci, pesanti attività estrattive lungo il fiume
    Persone che continuano a curare questo territorio già affaticato da infrastrutture ed attività commerciali e cercano di recuperare un rapporto equilibrato con l’ambiente e la propria storia.
    Una comunità che crede nella convivialità e nella coesione sociale e coltiva forti rapporti intergenerazionali.

    Abbiamo capito che in Val di Susa non è in gioco la realizzazione della ferrovia Torino-Lione, bensì un intero modello sociale. Un popolo unito e coeso, una comunità forte non può essere assoggettata a nessun interesse nè politico, nè economico. E’ interesse di tutti i poteri forti dividere, isolare, smembrare per poter meglio controllare e favorire interessi particolari.

    Abbiamo capito 
    perché tutto l’arco costituzionale vuole la TAV, non è dificile, basta guardare alle imprese coinvolte:

    Cmc (Cooperativa Muratori e Cementist) cooperativa rossa, quinta impresa di costruzioni italiana, al 96esimo posto nella classifica dei principali 225 «contractor» internazionali che vanta un ex-amministratore illustre, Pier Luigi Bersani, si è aggiudicata l’incarico (affidato senza gara) di guidare un consorzio di imprese (Strabag AG, Cogeis SpA, Bentini SpA e Geotecna SpA) per la realizzazione del cunicolo esplorativo a Maddalena di Chiomonte. Valore dell’appalto 96 milioni di Euro.

    Rocksoil s.p.a società di geoingegneria fondata e guidata da Giuseppe Lunardi il quale ha ceduto le sue azioni ai suoi familiari nel momento di assumere l’incarico di ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del governo Berlusconi dal 2001 al 2006. Nel 2002, la Rocksoil ha ricevuto un incarico di consulenza dalla società francese Eiffage, che a sua volta era stata incaricata da Rete Ferroviaria Italiana (di proprietà dello stato) di progettare il tunnel di 54 Km della Torino-Lione che da solo assorbirà 13 miliardi di Euro. Il ministro si è difeso dall’accusa di conflitto di interessi dicendo che la sua società lavorava solo all’estero.

    Impregilo è la principale impresa di costruzioni italiana. È il general contractor del progetto Torino-Lione e del ponte sullo stretto di Messina. Appartiene a:
    33% Argofin: Gruppo Gavio. Marcello Gavio è stato latitante negli anni 92-93 in quanto ricercato per reati di corruzione legati alla costruzione dell’Autostrada Milano-Genova. Prosciolto successivamente per prescrizione del reato.
    33% Autostrade: Gruppo Benetton. Uno dei principali gruppi imprenditoriali italiani noto all’estero per lo sfruttamento dei lavoratori delle sue fabbriche di tessile in Asia e per aver sottratto quasi un milione di ettari di terra alle comunità Mapuche in Argentina e Cile
    33% Immobiliare Lombarda: Gruppo Ligresti. Salvatore Ligresti è stato condannato nell’ambito dell’inchiesta di Tangentopoli pattuendo una condanna a 4 anni e due mesi dopo la quale è tornato tranquillamente alla sua attività di costruttore.

    Abbiamo capito che l’unico argomento rimasto in mano ai politico-imprenditori ed ai loro mezzi di comunicazione per giustificare un inutile progetto da 20 miliardi di euro mentre contemporaneamente si taglia su tutta la spesa sociale è la diffamazione. Far passare gli abitanti della Val di Susa come violenti terroristi. Mentre noi abbiamo visto nonni che preparavano le torte, appassionati insegnanti al lavoro, agricoltori responsabili, amministratori incorruttibili.

    Abbiamo capito che questo è l’unico argomento possibile perchè ormai numerosi ed autorevoli studi, di cui nessuno parla, hanno già dimostrato quanto la TAV sia economicamente inutile e gravemente dannosa.

    Questi i principali:

    Interventi scientifici e studi relativi all’Alta Velocità Torino-Lione dei ricercatori del Politecnico di Torino:http://areeweb.polito.it/eventi/TAVSalute/

    Analisi degli studi condotti da LTF in merito al progetto Lione-Torino, eseguiti da COWI, rinomato studio di consulenza che lavora stabilmente per le istituzioni europee: http://ec.europa.eu/ten/transport/priority_projects/doc/2006-04-25/2006_ltf_final_report_it.pdf

    Contributo del Professore Angelo Tartaglia, del Politecnico di Torino: http:/http://www.notav.eu/modules/Zina/Documenti/2010_11-Angelo%20Tartaglia%20confuta%20teorie%20S%EC%20TAV%20On.%20Stefano%20Esposito.pdf

    Analisi economica del Prof. Marco Ponti del Politecnico di Milano
    http://www.lavoce.info/articoli/pagina1002454.html

    Rapporto sui fenomeni di illegalità e sulla penetrazione mafiosa nel ciclo del contratto pubblico del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro:
    http://www.notav.eu/modules/Zina/Documenti/2008_Rapporto%20sugli%20appalti.pdf

    Risultanze del controllo sulla gestione dei debiti accollati al bilancio dello Stato contratti da FF.SS., RFI, TAV e ISPA per infrastrutture ferroviarie e per la realizzazione del sistema “Alta velocità”:
    http://www.notav-avigliana.it/doc/delibera_25_2008_g_relazione.pdf

    Presentazione dell’Ingegnere Zilioli, in relazione a “EFFETTI TAV – STUDI EUROPEI/buone pratiche e cattivi esempi”
    http:/http://www.comune.re.it/retecivica/urp/retecivi.nsf/PESIdDoc/CE2F74FF4EBDC0A7C125783000474080/$file/Presentazione%20Ing.%20Zilioli.pdf

    Ricerca del Politecnico di Milano sull’alta velocità in Italia che svela un buco di milioni di utenti.
    http://www.tema.unina.it/index.php/tema/article/view/486

  • 7
    Paolo 2.0

    Buonasera, scusate se mi intrometto, vengo da Marte e sono atterrato ieri sulla Terra.
    Sono capitato in un posto in cui c’è un tubo che ha una portata di 100 litri al secondo e, quando va di lusso, ci passano dentro non più di 25/30 litri al secondo. Ho incontrato dei tizi che dicono di voler costruire un altro tubo da 100 litri al secondo parallelo al primo, alla modica cifra di 20/30 miliardi di euro.Forse la logica di voi umani è fuori dalla mia portata, ma non mi è sembrata un’idea molto sensata, così ho chiesto spiegazioni. Mi è stato risposto che:

    1. il tubo è strategico
    2. il tubo è strategico perché è strategico
    3. il tubo è strategico perché è strategico perché è strategico… [poi ho premuto CTRL-ALT-CANC e ho riavviato quel tipo alto magro e cadaverico finito in loop ricorsivo]
    4. la mia domanda è tendenziosa e ideologica
    5. non si può dire di no a tutto
    6. se chiedo, vuol dire che sono contro il progresso
    7. sono anni che si discute, ora è il momento di agire
    8. ce lo chiede l’Europa (questa vale sempre per tutto, mi par di capire)
    9. il Parlamento ha deciso così, punto e basta
    10. il tubo s’ha da fare, punto e basta
    11. basta con la violenza
    12. solidarietà al Carabiniere pecorella
    13. varie ed eventuali…

    Siccome insistevo a non capire l’utilità imprescindibile del secondo tubo, dei tizi con la coppola e la lupara mi hanno bruciato l’astronave.
    Poi è arrivato il carabiniere-pecorella-eroe assieme ad altri carabinieri-eroi armati fino ai denti e mi hanno massacrato di botte. Mi hanno fatto cantare una canzoncina che aveva a che fare con una faccia nera e l’Abissinia, o qualcosa del genere. Sembravano divertirsi.
    Mentre cantavo, ho capito una cosa: qui sulla Terra chi ha potere non ha buon senso, e chi ha buon senso non ha potere. O forse chi ha potere è molto furbo e qualche interesse inconfessabile, perché in fondo al potere ce l’hanno messo quelli senza potere.
    Comunque mi hanno detto che non dovevo impicciarmi perché quello era un affare locale (ma non era strategico?), così ho chiamato casa e mi sono fatto venire a prendere. 

    • 7.1
      Alerighini

      mi piacerebbe sapere se ti espropiassero la terra per la tav, come la prenderesti… io ci ho pensato per quello dico di no

  • 6
    massimo1

    Caro Claudio, citi il rapporto COWA ma con google si viene rimandati sempre alla tua pagina cioè a questo blog (per inciso ti comunico che il tuo post è presente in moltissimi altri blog della rete). Potresti pubblicare il link?

  • 5
    NeroLucente

    Nessuno è riuscito a farsi spiegare dai nostri politici, tantomeno dai tecnici dell’attuale Governo, a cosa serve l’opera visto che gli attuali collegamenti sono ampiamente sottosfruttati (affermazione mai smentita)

    Ci si basa sulla speranza che i traffici aumentino?

    E’ cosi utile trasferire più merci?

    O forse sarebbe meglio che ci si limitasse a trasferire ciò che è realmente indispensabile?

    MA temo che rispondere a questa domanda equivarrebbe ad ammettere che si basa tutto sulle speranze che l’opera viene costruita SULLA SPERANZA che i traffici aumentino, il che è davvero ridicolo, visto il costo e i disagi.

     

  • 4
    loholettosulweb

    Io non faccio parte del No-TAV e penso che un opera del genere, così come un ponte sullo stretto di messina possa essere anche utile per il futuro del paese, nel rispetto del giusto risarcimento delle popolazioni locali e nel rispetto dell’ambiente.

    C’è pero da dire che siamo in un periodo di crisi finanziaria e non possiamo permetterci di investire così tanti soldi quando di soldi non ce ne sono e quando il governo stesso chiede sacrifici ai cittadini. Credo il progetto sia da abbandonare proprio per quel motivo, non per altri.

    Anzi perchè il ponte sullo stretto dopo proteste è stato abbandonato e la TAV invece va avanti nonostante gli scontri?

    Qualche giorno fa ho visto sul il sito del sole24ore questa immagine riguardo la famosa TAV e il corridoio 5 di cui fa parte. Una rete che collegherà Lisbona a Kiev…

     

    Si sente sempre dire dal fronte Sì-TAV “la TAV va fatta assolutamente perchè è un opera strategica/ è l’Europa che ce lo chiede”…

    Poi mi son ricordato di aver visto a proposito di treni un video per sbaglio qualche mese prima in Mexico: http://www.youtube.com/watch?v=r5Ayn-Vs9Sk

    Vi viene in mente niente?

    Siamo sicuri che è proprio l’Europa a chiedercelo? Non è che ce lo stanno imponendo da oltreoceano?

    La mia è solo un’ipotesi, forse troppo complottista, ma navigando su internet ho visto che non sono l’unico ad avere avuto questa intuizione… vedi http://www.statopotenza.eu/2640/tav-treno-ad-alta-velocita-atlantica

  • 3
    zapata

      VOLEVO FARE ALCUNE DOMANDE:

    1; MA I POLITICI NON SONO FORSE PAGATI DAL POPOLO?

    2; I POLITICI NON DOVREBBERO APPLICARE LA VOLONTA DEL POPOLO?

    3; LA POLIZIA NON DOVREBBE PROTEGGERE CHI LI MANTIENE QUINDI IL POPOLO?

    4; NON SIAMO FORSE IN UNA TREMENDA CRISI CHE NON CI SONO SOLDI NEMMENO  PER COMPERARE I LETTI NEGLI OSPEDALI?

    5; NON VIVIAMO FORSE IN UNA DEMOCRAZIA CON PENSIERO LIBERO?

    6; PERCHE VENGONO PICCHIATI ITALIANI INNONCENTI?

    7; SARA’ CHE FORSE CHE VIVIAMO IN UNA DITTATURA LIGHT ?

    8: COME SI PERMETTONO I POLITICI DI FARE QUELLO CHE VOGLIONO NON DOVREBBERO MIGLIORARE LA QUALITA DELLA VITA DEI CITTADINI INVECE DI MANDARLI A MENARE?

    Qualcuno ha la semplice capacita di rispondermi schiettamente come si faceva una volta?

  • 2
    LL

    Ormai 20 giorni fa è stata inviato a Monti l’appello dei 360 professori.
    Nessuna risposta dal presidente del consiglio.
    L’appello era stato firmato anche da 770 non professori, a loro ed al resto della popolazione, chiediamo ora di sottoscrivere questo documento:

    On. Prof. Mario Monti,
    Presidente del Consiglio dei Ministri

    Onorevole Presidente,
    l’appello dei 360 Professori, Ricercatori e Professionisti a Lei rivolto per chiederLe un ripensamento sulla linea ad alta velocità Torino-Lione interpreta a pieno le ragioni della nostra più che ventennale lotta contro questo progetto, le cui criticità economiche, ambientali, energetiche e sociali sono ormai più che evidenti, mentre è davvero difficile individuarne i benefici dichiarati dai suoi sostenitori. 
    Per questa ragione Le chiediamo di ricevere i promotori dell’appello in modo che possano, anche a nome nostro, rappresentarLe le ragioni che rendono il progetto privo di benefici e purtroppo ricco di costi a carico dell’intera economia nazionale.

    Certi della Sua attenzione, La salutiamo cordialmente,

    Trovate l’appello da firmare, dal titolo Chiediamo che il professor Mario Monti riceva i promotori dell’Appello dei 360 professori che lo hanno invitato a rimettere in discussione in modo trasparente ed oggettivo la Torino-Lione

    http://www.notav.eu/article5962.html


  • 1
    Rebel

    Claudio… sei da monumento. Scusa il commento ma come si può contribuire a questo video? E’ perfetto! Tu si che sei un SERVO  della verità!

  • 0
    flarezia

    Qualche giorno fa ho rivisto per l’ennesima volta " Il Gladiatore" :"…..QUALUNQUE COSA ACCADA RESTIAMO UNITI…..E SE RESTEREMO UNITI….SOPRAVVIVEREMO"   Qualunque forma di dittatura , anche la più subdola e mascherata fonda il suo successo sul motto: "divide et impera" io aggiungerei anche : "affama"  ma la storia insegna che non c’è niente di più travolgente e inarrestabile di un popolo affamato , inc….to ed UNITO! Coraggio, uniamoci e non laciamoci dividere , non guardiamo in cagnesco il povero cristo che non batte uno scontrino , i media puntano il dito sulle briciole in modo che mentre sono tutti occupati a controllarsi l’un l’ altro le briciole ….possono sparire interi tir carichi di pagnotte. Non facciamoci distrarre e restiamo uniti e soprattutto, ricordiamoci di tutto quando avranno bisogno del nostro voto ….perchè è la sola arma che abbiamo: il VOTO.

    • 0.1
      freddy_973

      la storia insegna anche che i popolo romano benché affamato era distratto dai giochi Gladiatori, così come ora molti sono distratti dal calcio. Dividi et impera, e dai al popolo l’illusione della normalità. Fare diventare l’anomalia come normale, trasformare i ladri in eroi, e legittimare le violenze statali come giuste. Ora che tutto e capovolto come un calzino, molti di noi si svegliano e con sorpresa si ritrovano in uno stato che non riconoscono….ed in automatico questi si sentono ribelli, ma vengono isolati dallo stato stesso come terroristi.  Tutto cambia a secondo dal punto di vista ove si guarda. Chi non si uniforma al pensiero statale e un potenziale terrorista….uno che sale in un traliccio e un martire o uno stupido a secondo da dove lo si guardi. Se fosse salito un’ultrà su un traliccio, per protestare sul gol della sua scuadra, ricevuto ingiustamente, avrebbero mandato i rocciaori? Oppure avrebbero trattato per farlo scendere?

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La sfida epocale della Terra contro il Mare

LE PEN TRUMP PUTINdi Paolo Becchi Sbagliano coloro che oggi credono che la partita in Francia sia già chiusa, e che ormai, anche a seguito del “tradimento” di Donald Trump e del suo programma isolazionista, Marine Le Pen sia comunque destinata a soccombere. Più in generale, e sul piano geopolitico,...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Paolo Magri (Ispi e Commissione Trilaterale): perché ci vuole più Europa.

Paolo Magri - Ispi e Commissione Trilaterale - SUM01 - PlayL'intervento di Paolo Magri, presidente ISPI e direttore italiano della Commissione Trilaterale (per anni presieduta in occidente da Mario Monti), all'evento #SUM01 organizzato dall'Associazione Gianroberto Casaleggio. p.s. non serve che io, da queste pagine, esprima la mia opinione sul suo discorso. Mi limito solo a ricordare a...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 Marco Travaglio – L’informazione ha un costo.

Marco Travaglio . l'informazione ha un costo - Play#SUM01 - Intervento di Marco Travaglio sulla professionalità e le risorse necessarie a fare buona informazione, e sulle vecchie balle improvvisamente ribattezzate "Fake News". ...--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Massimi Fini: il Futuro è dietro di noi!

Massimo Fini - il Futuro è dietro di noi - Play L'intervento di Massimo Fini a #Sum01, il primo evento dell'Associazione Gianroberto Casaleggio....--> LEGGI TUTTO

#SUM01 – Paragone contro Monica Maggioni, presidente Rai e presidente Commissione Trilaterale Italia

Gianluigi Paragone vs Monica Maggioni - Presidente Commissione Trilaterale#SUM01 - Associazione Gianroberto Casaleggio - Intervento di Gianluigi Paragone sullo stato dell'informazione in Italia. Paragone parte subito contestando Monica Maggioni per la sua doppia carica di presidente Rai e contemporaneamente di Presidente Commissione Trilaterale Italia. ...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

Il TG1 censura la Raggi. Scatenate uno #ShareStorm

Molti dei lettori di questo blog trasaliranno ascoltando alcune frasi fatte del discorso che oggi Virginia Raggi ha tenuto di fronte ai leader europei. L'Europa come "progetto visionario", come "eredità gioiosa e impegnativa", che "dobbiamo realizzare noi" perché "non poteva realizzarsi in un giorno". ...--> LEGGI TUTTO

Oggi attaccano Byoblu.com. Ma sarà presto un attacco contro tutti i dissidenti.

di Pino Cabras su MegaChip Fa molto bene Claudio Messora a sottolineare che il vero obiettivo della campagna contro le 'fake news' non erano certo quei cialtroni che infestano il web di notizie false, razziste e irresponsabili per acchiappare clic, che pure ci sono e da chissà...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Primarie Pd: il confronto Sky tra Renzi, Emiliano e Orlando – Integrale

Confronto Sky Renzi Emiliano Renzi Primarie Pd Integrale - PlayIl confronto Sky tra Matteo Renzi, Michele Emiliano e Andrea Orlando per le primarie Pd - Versione Integrale. ...GUARDA

Fusaro Vs Friedman – L’immigrazione è deportazione di massa: nuovi schiavi contro vecchi schiavi.

Fusaro Vs Friedman Diego Fusaro: "La storia delle ONG che vanno a prendere i poveri migranti che rischiano di annegare è la grande narrazione edulcorante con cui si mettono in pace le coscenze. Il compito della filosofia però è pensare altrimenti e criticare l'esistente, rovesciando le mappe dominanti. Continuiamo...GUARDA

Sgarbi vs Telese: Io non me ne vado, te ne vai tu!

Sgarbi Vs TeleseVittorio Sgarbi manda a quel paese la Costamagna e Luca Telese, e all'invito a lasciare lo studio risponde al conduttore di andarsene lui. Il tema è quello della legittima difesa dagli intrusori in ambito domestico. ...GUARDA

Becchi: la prova che la Germania ha creato l’euro per metterla in quel posto a noi

BECCHI PROVE EURO GERMANIA Paolo Becchi esibisce le prove in diretta tv del fatto che la Germania sapeva che grazie all'Euro "lo avrebbe messo in culo agli italiani". Potremmo svalutare la nostra moneta, e dunque tornare ad essere competitivi, ma ecco pronta la replica: svalutando crescerà l' inflazione. Vale...GUARDA

Diego Fusaro: ma quale new economy? Si chiama lavorare per niente!

Fusaro Diego Fusaro sulla cosiddetta "new economy". Dal caso Amazon in poi, è chiaro che si tratta di un nuovo sistema di sfruttamento dei lavoratori. Il lavoro prevede che ci siano dei diritti e che il lavoratore venga considerato alla stregua di un essere umano portatore di dignità e...GUARDA

Beppe Grillo a Sanremo 1989 – Le penali se dico che i socialisti rubano

Beppe Grillo Sanremo 1989 play Beppe Grillo a San Remo 1989, comunica il suo compenso in diretta e legge le penali previste dal contratto se dice che i socialisti che rubano....GUARDA

Fake news e post-verità: a chi conviene?

fake news post-verità icon play Fake news e post-verità: ormai non parlano d'altro. In Germania, dove presto ci saranno le elezioni, Facebook incarica una organizzazione (finanziata tra gli altri da George Soros) di marchiare a fuoco le notizie ritenute inattendibili. Ma "Fake news", "post-verità" e "debunker" sono solo neologismi, è la neolingua per...GUARDA

Sovranità vs Inflazione – Scontro plastico tra Marco Mori e Salvo Cozzolino

Mori Vs Cuzzolino - Sovranità vs InflazioneMarco Mori vs Salvo Cozzolino è uno scontro che mette in scena il classico campionario degli argomenti contro la sovranità monetaria: inflazione, debito, helicopter money e tutto il resto. Solo una precisazione aggiuntiva per Cozzolino: qualcuno gli dica che dal 1946 al 1970 l'economia andava bene, anche in condizioni di...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>