Cara Pecorella ti scrivo, così mi rilasso un po’

Cara pecorella,

ti chiamo così perché se usassi il tuo nome e il tuo cognome, purtroppo oggi nessuno capirebbe a chi mi sto riferendo. Ma non sei una pecorella. Sei un uomo in divisa che fa semplicemente il suo dovere, e come tale vai rispettato. Perché rappresenti lo Stato e perché lo Stato siamo noi. Dunque tu sei me e io sono te.

Tuttavia devo dirti che non ho condiviso il profluvio generalizzato di elogi e di encomi che ti sono stati tributati. Sei un agente, sei addestrato a fronteggiare ben altre situazioni rispetto all’ironia di un ragazzetto un po’ arrogante. Del resto, eri certamente consapevole di avere due telecamere puntate addosso, circostanza che avrebbe tramutato in una statua di sale perfino il più esagitato degli intemperanti. Sono sicuro che l’episodio di cui parliamo sia di routine per te e per i tuoi colleghi. Tutte le volte che vi trovate a contenere una manifestazione, tutte le volte che andate allo stadio (e accade ogni maledetta domenica, per motivi estremamente più futili rispetto all’esproprio delle terre e alla difesa dei diritti individuali) vi trovate a fronteggiare situazioni simili e provocazioni decisamene più pesanti. Eppure a nessuno viene in mente di tributare a uno qualsiasi dei tuoi colleghi i più alti onori della cronaca. Certo, la colpa non è tua. Non hai chiesto tu di finire su tutte le pagine dei giornali, su tutti i telegiornali e in tutte le trasmissioni televisive di attualità e di approfondimento. Credo piuttosto che tu sia stato un simbolo, una pretestuosa scusante per dare modo alla nostra società un po’ ipocrita di esibirsi in una dimostrazione di retorica e creare un eroe, lo Stato, e un anti-eroe, il valsusino. Vista da questa prospettiva, certo, anche questo può significare servire la patria.

Qualcuno ha detto che sta dalla parte delle forze dell’ordine, “senza se e senza ma“. Anch’io, nell’immaginario iper-semplificato di società che ho in testa, sto idealmente dalla parte delle forze dell’ordine. Ci sto nel presupposto che dall’altra parte ci siano i cattivi, i fuorilegge, e che da questa parte (la tua) ci siano i buoni, quelli che la legge vogliono farla rispettare. Ma da quando ho scoperto che perfino la vecchia narrativa dei film western, con i cowboys invariabilmente dalla parte dei buoni e gli indiani senza scampo da quella dei cattivi, era in realtà una forzatura ad uso e consumo dell’immaginario collettivo – e delle convenienze politiche – ho imparato che dividere le cose con l’accetta, accentuando i contrasti fino a creare artificialmente un bianco smagliante e un nero profondo,  è forse più semplice, ma non permette di costruirsi una buona rappresentazione della realtà.

E’ per questo che mi permetto di dire che sì, sto dalla parte delle forze dell’ordine, ma personalmente qualche “se” e qualche “ma” ce li metto. Altrimenti non sarei obiettivo e farei dei torti che non ho proprio cuore di fare. Perché tu hai fatto la tua parte con onore, hai fatto cioè il tuo lavoro, ma non si può dire altrettanto di alcuni tuoi colleghi. Sto dalla parte delle forze dell’ordine, per esempio, ma non se gettano un ragazzo per terra, Stefano Cucchi, procurandogli lesioni toraciche e infierendo poi con calci e pugni. Non se fermano un ragazzo che sta bene, cioè, e lo restituiscono alla sua famiglia in una bara (anche se per Angelino Alfano era solo caduto dalle scale). Sto dalla parte delle forze dell’ordine, ma non se uccidono a suon di “colpi ripetuti, molto violenti e volontari“, inferti negli uffici della Polfer della Stazione Centrale di Milano, un clochard di nome Giuseppe Turrisi, cercando poi di sostenere che fosse ubriaco. Sto dalla parte delle forze dell’ordine, ma non se sparano ad altezza uomo sull’autostrada, sentendosi un po’ cowboys, uccidendo un ragazzo di 28 anni, Gabriele Sandri, che aveva l’unico torto di non avere una divisa e una pistola. Sto dalla parte delle forze dell’ordine, certo, ma non se arrestano un uomo di 44 anni nella sua casa di campagna, Aldo Bianzino, per coltivazione e detenzione di canapa indiana, e lo restituiscono morto due giorni dopo, non senza aver cercato di attribuire il decesso a “malattie cardiache senza segni esterni di violenza“, quando l’autopsia accerterà che è morto invece “per cause non accidentali e che il suo cadavere presenta chiari segni di lesioni traumatiche: 4 ematomi cerebrali, fegato e milza rotte, 2 costole fratturate“. Dopo la morte successiva della moglie, Aldo lascia tra l’altro un ragazzino di 14 anni orfano, Rudra. E non sto neppure dalla parte delle forze dell’ordine, senza se e senza ma, quando fermano uno studente ferrarese di 18 anni, Federico Aldrovandi, e ne causano la morte per “anossia posturale“, dovuta al caricamento sulla schiena di uno o più poliziotti durante l’immobilizzazione.

Inferno Bolzaneto Diaz Nando Dalla Chiesa Cara Pecorella Ti scrivo Valsusa Polizia Forze dell'Ordine Claudio Messora Byoblu Byoblu.com

ascoltare da seduti, se non si è facilmente impressionabili

E neppure posso stare dalla parte delle forze dell’ordine, tanto più senza se e senza ma, quando entrano di notte in una scuola, la Diaz, e iniziano a massacrare i ragazzi quando stanno ancora dormendo, lasciando ciuffi di capelli e denti vicino agli zoccoli che corrono sul pavimento, a indicare che le vittime erano sdraiate mentre venivano colpite e che furono trascinate poi fuori facendo loro strisciare la testa lungo le scale, lasciando lunghe scie di sangue sulle pareti. Così come non sto con le forze dell’ordine che pestarono a sangue i giovani fermati alla Caserma Bolzaneto, visto che, come confermarono i giudici, si resero responsabili di atti di tortura in piena regola. Non ci sto perché, come ebbe a dire il senatore Nando Dalla Chiesa, figlio di quel generale che rappresentava proprio le forze dell’ordine, si trattò di “una delle più grandi offese perpetrate nei confronti dello Stato di diritto in tutta la storia della Repubblica“.

Cara pecorella, che pecorella non sei, tutto questo non è certo colpa tua, ma spero che tu comprenda, adesso, perché non posso stare dalla tua parte “senza se e senza ma”. Mi comprenderai perché prima di essere un agente delle forze dell’ordine, tu sei innanzitutto un cittadino italiano come me, ed è proprio dalla parte dei cittadini che bisogna stare, senza se e senza ma. Dalla parte di quelli onesti però, condannando quelli disonesti, che indossino una divisa oppure no.

Buon lavoro,
Claudio Messora

 

“Non sono contro la polizia, ne ho solo paura” [Alfred Hitchcock]

nota: per non urtare la sensibilità del lettore, e per non puntare al facile scalpore, ho evitato di accludere al testo della lettera le foto di Stefano Cucchi, di Federico Aldrovandi e di altri, così come sono stati immortalati l’ultima volta prima di essere sepolti. Per chi volesse tuttavia saperne di più, ecco alcuni link:
Stefano Cucchi [le foto su Byoblu] [Wikipedia] – Federico Aldrovandi [la foto] [Wikipedia] – Aldo Bianzino [su Beppe Grillo] [Verità sull’uccisione in carcere di Aldo Bianzino] – Gabriele Sandri [per non dimenticare] [la Fondazione Gabriele Sandri] – Giuseppe Turrisi [Clochard picchiato a morte – Corriere] – Inferno Diaz e Bolzaneto [lo sconvolgente racconto di Nando Dalla Chiesa]

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

40 risposte a Cara Pecorella ti scrivo, così mi rilasso un po’

  • 19
    Gabriella

    Comincio a pensare che, anche grazie all'”Europa”  si sia instaurata una dittatura di tipo nuovo, silenziosa, strisciante, promossa dalle lobby di potere, con in testa le banche, e portata a compimento dai loro burattini, i politici, consapevoli, come Monti, o soltanto deficienti votati ai propri interessi, come la media degli altri nostri politici.

    Quando tutti se ne accorgeranno sarà troppo tardi per fare qualcosa, LORO ti potranno massacrare; ma forse è già tardi; non ci resta che sperare negli extraterrestri! :-)

  • 18
    yoyo_su_byoblu

    20-25 anni fà “tutti” sapevano che in centrale si pestava la gente, è successo a persone che conoscevo fortunatamente non in modo grave ma “solo” per dare una lezioncina a questi bimbetti un pò troppo svegli, magari colpevoli di non essersi fermati davanti la palettina perchè senza casco o in due sul “ciaino”.

    Unica protesta non violenta che funzionerebbe? 100 poliziotti? 10.000 manifestanti che li guardano. 1000 poliziotti? 100.000 mila manifestanti che li guardano..

    Tutti senza alzare un dito o tirare una pietra è, solo uno sguardo.. 

  • 17

    davvero fantastico questo articolo. Penso che l’encomio sia esagerato, non è da tutti comportarsi così, ma mi chiedo senza le telecamere come sarebbe andata. Vabbè voglio essere fiducioso e pensare che non avrebbe reagito comunque.

  • 16

     

    Hai ragione caro Claudio, hai sicuramente ragione quando dici di stare, giustamente, dalla parte delle forze dell’ordine quando loro stanno dalla parte dei cittadini onesti. A mio avviso una grandissima parte delle forze dell’ordine, vedi i poliziotti anti-sommossa, abusano del proprio potere in modo irrispettoso verso la società. Ma perchè le forze dell’ordine abusano in questo modo del proprio potere? Perchè il capo questore di turno abusa più di loro del proprio potere. E perchè il capo questore abusa della propria posizione? Perchè sono i politici in primis a volere queste maniere forti da parte della polizia. La politica oggi non ascolta, ma impone le proprie decisioni. La politica oggi blocca il dialogo, lo blocca quando Maroni dice di voler mettere l’esercito per fermare delle proteste sacrosante, lo blocca quando il presidente del consiglio dice che la tav andrà avanti, e non si guarda intorno a vedere quello che i suoi cittadini pensano. Ecco, il giorno che un politico ascolterà il parere dei cittadini ritorneremo ad essere una democrazia, ma per arrivare a quel giorno dobbiamo darci da fare.
    Quindi i politici oggi vogliono che si mettano in atto le loro decisioni, costi quel che costi. E qui torna la figura della pecorella, che pecorella non è, di cui hai parlato tu caro Claudio, che è il prodotto finale di un meccanismo ben più complicato.
    Noi invece vogliamo arrivare al risultato più semplice del mondo, cioè che si faccia giustizia, costi quello che costi, ed è qui che io sto dalla parte delle forze dell’ordine.

    Hai ragione caro Claudio, hai sicuramente ragione quando dici di stare, giustamente, dalla parte delle forze dell’ordine quando loro stanno dalla parte dei cittadini onesti. A mio avviso una grandissima parte delle forze dell’ordine, vedi i poliziotti anti-sommossa, abusano del proprio potere in modo irrispettoso verso la società. Ma perchè le forze dell’ordine abusano in questo modo del proprio potere? Perchè il capo questore di turno abusa più di loro del proprio potere. E perchè il capo questore abusa della propria posizione? Perchè sono i politici in primis a volere queste maniere forti da parte della polizia. La politica oggi non ascolta, ma impone le proprie decisioni. La politica oggi blocca il dialogo, lo blocca quando Maroni dice di voler mettere l’esercito per fermare delle proteste sacrosante, lo blocca quando il presidente del consiglio dice che la tav andrà avanti, e non si guarda intorno a vedere quello che i suoi cittadini pensano. Ecco, il giorno che un politico ascolterà il parere dei cittadini ritorneremo ad essere una democrazia, ma per arrivare a quel giorno dobbiamo darci da fare.
    Quindi i politici oggi vogliono che si mettano in atto le loro decisioni, costi quel che costi. E qui torna la figura della pecorella, che pecorella non è, di cui hai parlato tu caro Claudio, che è il prodotto finale di un meccanismo ben più complicato.
    Noi invece vogliamo arrivare al risultato più semplice del mondo, cioè che si faccia giustizia, costi quello che costi, ed è qui che io sto dalla parte delle forze dell’ordine.

     

  • 15
    acimoto

    Io sarò dalla parte delle forze dell’ordine, senza se e senza ma, il giorno in cui avranno un sussulto di orgoglio per la divisa che indossano e si schiereranno dalla parte dei molti deboli invece che dalla parte dei pochi potenti.

  • 14
    clapax

    Grandissimo testo Claudio…che condivido in tutto e per tutto…
    Non posso aggiungere altro, perchè tu hai espresso in questa lettera esattamente anche il mio pensiero!!!

  • 13
    MeteoTed

    uno degli articoli piú belli che ho letto. Complimenti.

  • 12
    blokandre

    povere pecorelle a 1300€ sentirsi dire tutte quelle oscenità.

    poi da chi?li…da un anarchico..autonomo…quelli li come si chiamano..?

    cittadini?SIIIII…….

    cioe’ colui che ti paga, cara la mia pecorella e disgraziatamente vorrebbe anche sapere

    come puo’ riconoscerti,identificarti,sapere chi ha abusato di potere etc.

    non facciamo finta di non sapere di chi parliamo(forze dell’ordine)..

    ora se uno è informato con video etc e non ha scompensi mentali o difficolta’ di

    apprendimento un’idea se la fa’ senza essersi imbattuto nel suo stato.

    qui in valle quando i puffi si fanno male(anche da soli) facciamo una tacca sull’autostrada e li sospendiamo

    dal servizio.e come andare a votare tutti i giorni.ciao claudio e grazie da parte della valle.DI TUTTO!!!

     

  • 11
    surfex

    E, per quanto riguarda la famiglia di Aldrovandi, non è ancora finita purtroppo…

    http://lanuovaferrara.gelocal.it/cronaca/2012/02/24/news/processo-per-le-critiche-alla-pm-guerra-1.3214406#

  • 10

    In un paese democratico non si dovrebbe protestare, ma discutere, sembra invece che a Monti discutere non piaccia, mentre mandare i poliziotti a fare i terroristi si. In un paese civile si deve discutere.

  • 9

    Comincio a sospettare di avere in testa un file .iso dei pensieri di Claudio.. 

  • 8

    Comincio a sospettare di avere in testa un file .iso dei pensieri di Claudio.. 

  • 7

    Comincio a sospettare di avere in testa un file .iso dei pensieri di Claudio.. 

  • 6
    Anas E.

    @ BYOBLU

    Vogliamo cominciare a citare una altra componente di questa società? Io non capisco perchè si debba parlare di extracomunitari solo quando sono dalla parte del torto. Io non capisco perchè si dice ancora 60 Millioni di Italiani e non 60 Millioni gli abitanti dell’Italia ( 4.570.317 gli stranieri residenti in Italia al 1° gennaio 2011). ?

    Mi rendo conto che non hai citato tutti i casi di Italiani pestati dalle forze dell’ordine, almeno in questo blog usiamo un pò di “par condicio”. Ma almeno uno di questi seguenti potevi citarlo.

     

  • 5
    Paolo 2.0

    mi astengo dal fare commenti perché potrei essere arrestato per vilipendio delle forze dell’ordine

  • 4
    Alerighini

    mi è venuto in mente una cosa sulle manifestazioni pacifiche…

    manifestante pacifico : NO TAV! NO TAV!

    operaio con martello pneumatico: hai detto qualcosa?

    caporeparto: no!, continua a scavare…

  • 3
    freddy_973

    orsomarso ha scritto :
    ma dovete anche ammettere che alle manifestazioni ci si va solo per menare. O no?

    In molte manifestazioni la violenza si provoca. In val di susa Non si sa bene chi cominciò a fare violenza, ma prima che qualcuno bruciasse i gazzebo dei manifestanti pacifici, gli animi erano si preoccupati ma ben lungi da fare violenza. Non dico che i gazzebo gli hanno bruciati la polizia, ma qualcuno al di fuori dei manifestanti per provocare, la violenza.  Il resto spetta all’informazione classica che identifica 10 violenti creati dalla provocazione su centinaia di manifestanti pacifici, per dimostrarne la violenza. Se vai ad analizzare tutte le manifestazioni sfociate in questi anni cerca la scintilla della violenza. A genova la vera violenza venne generata da ordini non eseguiti di una unità di carabinieri, che invece di isolare i gia isolati Black  block attaccarono il grosso della manifestazione che aveva avto il permesso dalla questura di passare in quella via, il resto e soltanto sfggito di mano da un parte e dall’altra. In val di Susa? Tutti a pensare alle violenze “inaudite” dei manifestanti…..ditemi che violenza e salire su un traliccio a folgorarsi. Invece di farlo scendere con calma, come si dovrebbe fare in quei casi, si mandano su i rocciatori. Ma la cosa triste, e stato il compiacimento di molti cittadini pro polizia, nel vederlo cadere, tanto da sperare che muoia. Vi sembra essere civili questo? Vi fanno dimenticare i veri motivi della manifestazione, e hanno fatto passare i cittadini dela val di susa per anarchici violenti e terroristi. Le manifestazioni diventano violente quando si provocano. E questa e l’arte di poteri forti…la provocazione e manipolazione dei media.

    scusatemi gli errori.

  • 2
    orsomarso

    Certo hai ragione, ma hai tralasciato centinaia di migliaia di casi in cui i lupi famelici si vogliono mangiare la pecorella perchè le leggi ai lupi danno fastidio. E tu sicuramente come tanti altri e si vede, stai sicuramente dalla parte di carlo giuliani con le molotov per ammazzare le pecorelle. Se molti andassero a lavorare avrebbero qualche c**zo da fare. Magari ce la facessero da noi nel meridione la TAV. A chi tanto ed a chi niente tutte le infrastrutture ce l’avete voi a nord noi vi ci paghiamo le tasse per mantenerle e nemmeno le volete. Portatecele a noi le vostre infrastrutture e poi vedremo chi è la parte ricca dell’italia. Per quanto riguarda la pecorella chiaramente non tutti sono violenti, ma dovete anche ammettere che alle manifestazioni ci si va solo per menare. O no?

    • 2.1
      blokandre

       orsomarso è fatto…

      il sistema lo ha scopato.

      non avete le strade e volete le infrastutture?

      sei un comico?

    • 2.2

       E tu sicuramente come tanti altri e si vede, stai sicuramente dalla parte di carlo giuliani con le molotov per ammazzare le pecorelle.

      L’ho detto io? Non mi pare. Quindi non mi mettere in bocca cose che non ho detto.

  • 1
    Bigalfry2

    Le forze dell’ordine hanno un grande potere e, quindi, una grande responsabilità! Ogni loro abuso deve essere punito severamente, proprio per difendere l’immagine dell’arma di fronte ai cittadini(oltreché per rispetto alle vittime, naturalmente!).

    Non conosco il caso Diaz(all’epoca ero troppo piccolo), ma ho letto di fatti abbastanza raccapriccianti! Ci sono, però, anche altri casi: lo stupro di Franca Rame, il caso di un uomo ingiustamente accusato e condannato perché inviso a dei fascisti in divisa(l’ho letto sul Corriere, ma non ricordo bene) e molti altri!

    Secondo me, quello che spesso manca, è un buon addestramento contro lo stress che abitui alla situazione di emergenza: un poliziotto non deve mai diventare un animale!!!

    Detto questo, i poliziotti sono degli eroi: ci difendono ogni giorno, nonostante prendano degli stipendi da fame! Quel cialtrone, bast***o che gli ha dato della pecorella è odioso e, francamente, si merita il disprezzo dell’intera nazione! Ben gli sta! E non ci venga a dire che è stata colpa della paura! Chi ha paura non va ad insultare sul muso un poliziotto che armato di scudo e manganelli!

    Caso Aldovrandi: poco fa i poliziotti colpevoli di un omicidio simile, sono stati condannati in  Francia!

    Caso Sandri: non sono molto convinto! Sospendo il giudizio!

    Caso Cucchi: i colpevoli fanno schifo, ma a decidere deve essere il tribunale!

    Per il resto che dire: OTTIMO POST! Anche io vedo un bel po’ di ipocrisia a giro! E certi politici devono pregare ogni giorno che i poliziotti, con una bella giravolta, non li sistemino a dovere!

    P.S.: per me, qualunque sia la motivazione, non si dovrebbe occupare una strada pubblica e/o lanciare sassi! E poi si lamentano della reazione dei poliziotti… Esistono altre forme di protesta non-violenta! E fatemelo dire: BASTA CORTEI. Permettono ai violenti di infiltrarsi e di screditare il movimento NO TAV!!

    • 1.1
      Alerighini

      lo hai detto tu vedi… sono medi, santificano i media e tutto quello che gli dicono…,e questa non è la ragione…voglio proprio vedere quando qualche stato estero come penso.. comincerà a vendere armi ai greci dissidenti… come li chiameremo? ribelli contro il regime europeo? oppure terroristi finanziati da X.

      io la vedo cosi’ in ordine di importanza

      1-manifestazione pacifica : serve a niente meglio starsi a casa

      2-sciopero con sindati: serve a niente ma di piu’ del punto 1

      3a-manifestazione violenta: serve un pochino poco ma serve

      3b-sciopero senza sindacati con tutti contro tipo movimento dei forconi:serve molto di più

      4-dibattito pubblico con nomi cognomi e dati: è quello che fa byo blu per esempio, e non le nostre testate giornalistiche, serve abbastanza , dico abbastanza poiche’ visto e considerato che abbiamo anche la libertà di parola, ma purtroppo non veniamo presi in considerazione… e quindi formato un grosso gruppo coeso socialmente, chi non ascolta è improvvisamente costretto ad ascoltare per fare in modo di evitare il punto 3

      5-il santo graal- questo è il punto che nessuno tocca mai, e talmente al di sopra tale da determinare ogni cosa, ed è la rivoluzione industriale, se domani esce uno che ci spiega come produrre energia a basso costo ( davvero, e non con le menate dei pannelli solari) questo è in grado di decidere ogni cosa, ciononostante i governi lo sanno bene e infatti eliminano il malcapitato di turno.

      per fare una assonanza con il passato prenderei come esempio marconi, marconi ebbe campo libero nel fascismo ,andando talvolta a minare dinamiche che gli stessi fascisti consideravano colonne portanti.

       

    • 1.2
      Antome

      Non vedo riferimenti all’amianto e questo qualifica il pdf già di per sè per la sua onestà. Però per non cadere nella fallacia di considerare la motivazioni sbagliate a priori, solo perchè qualcuna lo è, leggerò con più attenzione il resto.

      A proposito del frejus e delle altre tratte, ragazzi, è vero come dicono  che sono lente e antieconomiche o come al solito si inventano balle? :)

    • 1.3
      Bigalfry2

      Ehi! Grazie!! :-)

      Per quanto riguarda le mie motivazioni:

      http://governo.it/GovernoInforma/Dossier/TAV/domande_risposte.pdf

      Sui media, diciamocelo, sorvoliamo: già sono pieni di difetti per conto loro, dopo Berlusca poi…

    • 1.4
      Youkai

      Dopo ventanni di orecchie da mercante, il silenzio di chi ha la responsabilità di occuparsene è diventata una violenza. Solo perchè i casi di abuso di potere non vengono fuori nei giornali o nelle televisioni non vuol dire che non ci sono, o che siano una minoranza, semplicemente ci manca quel tipo di informazione. Difficile giudicare, difficile schierarsi… io non ho eroi, il rispetto lo do a chi se lo merita, e bisogna imparare a fare gruppo, a unire le forze, e non aspettare di sentire per televisione che i poliziotti protestano, e come tutti gli altri vengono ignorati.

      C’è anche da dire che, siano esse le forze dell’ordine o le forze armate, il tasso di “avanzamento per conoscenze” è sempre alto, e che quindi manca quella base per potersi stupire a pieno… non entrando per merito vero e proprio.

    • 1.5
      Alerighini

      mah se la pensiamo cosi’ di sicuro mussolini non sarebbe mai stato appeso a piazzale loreto…

      le manifestazioni servono, se sono violente vuol dire che c’e gente inc**zata nera dietro, e questo non lo si può ignorare, le manifestazioni pacifiche servono ai piadinari a tirarci su lo stipendio, detto questo io mai in vita mia ho mai partecipato ad una manifestazione e mai lo faro’ perche’ credo che il mio ruolo sia differente…come quello che ha byoblu dopotutto,quando scrive santifica la frase “ferisce più la penna che la spada” .a me fa piacere vedere un gruppo di greci tirare molotov davanti ad un “parlamento di occupazione straniera”, o vedere il ponte sul nilo invaso con la polizia che indietreggia, è una rivolta sociale e si fa cosi’…, però i libici dissidenti (armati da usa e gb) che vengono ammazzati dal regime sono eroi, mentre quelli che vengono bastonati in val di susa, sono criminali…

    • 1.6
      Bigalfry2

      Io sono PRO TAV, ma, se fossi un NO TAV; protesterei in ogni modo, tranne con i cortei! Attirano i violenti e le malelingue dei media tradizionali, sempre pronti ad etichettare i manifestanti come pericolosi criminali pur di fare audience!

    • 1.7
      Antome

      bigalfry: “Basta cortei” un par de zebre…

      Le montagne sono piene di amianto, la ammesso pure il commissario straordinatio a in 1/2 ora, e pure Travaglio ha elencato i noti motivi per cui è sacrosanto opporsi a cui i pro non hanno mai dato risposte convincenti. Il commissario ha usato l’argomento non argomento che si stanno già scavando altre gallerie dove c’è amianto, quindi ottima ragione non per fermare immediatamente i mefitici scavi, ma per continuare, logico per certa gente 1+1 fa zero per elisione e non 2, come per il pdl e non solo “1 ladro + 1 ladro fanno nessun ladro e non semplicemente 2 ladri”.

    • 1.8
      Antome

      Hey, anche se sei a favore ti fa onore questa solidarietà ai manifestanti, ed è quello ceh mi spinge a rispettare sinceramente la tua posizione (seppur non a comprendere, sai l’amianto e i rischi correlati, l’ennesima galleria, il sottoutilizzo di tratte già esistenti etc.). Tuttavia, se quello che temi è che trovino un pretesto per incolpare tutti i manifestanti, credo che ormai ci caschi solo il PD, qualche pseudo trendy a favore di tutto, qualche feticista dell’autorità dei circoli fascisti etc. Le persone stanno capendo sempre di più questi giochetti. Poi se non si fanno vedere fingerebbero che non esistano nemmeno o che si siano arresi, quanto a quello, una maniera per distorcere la realtà la trovano sempre. Pasolinianamente, a certi livelli ho una sorta di solidarietà anche verso le forze dell’ordine, sapendo che comunque vittime sono anche loro, meglio averli come alleati che insultarli, è proprio partendo da questo terreno comune che li lega a doppio filo con manifestanti di ogni tipo che forse con parte di loro si potrà costruire un intesa.

    • 1.9
      Bigalfry2

      Stai giustificando le violenze? Nel XXI secolo!?

      Ripeto: esistono altri modi di protestare!! Più pacifici e più efficaci!

      Italiano medio dopo aver visto le violenze al tg: “Ma bada che criminali! Che tempi malati…”

      Italiano medio dopo aver visto le proteste non violente a altamente simboliche dei valsusini: “Urca… devono credere molto nelle loro idee…”

  • 0
    Tanatx

    Caro Byoblu,

    anche io sono stato più volte malmenato nel corso della mia vita da agenti di polizia, anche quando ero ancora minorenne. Non odio il corpo di polizia, ma avendo abitato per 30 anni davanti ad una questura nel centro di Roma, posso assicurarti che, non una, non dieci e nemmeno mille sono state le volte in cui, specialmente d’estate, si udivano le urla delle persone portate in quelle stanze e malmenate violentemente.

    Quando mio fratello, un ufficiale dell’aeronautica italiana, fu massacrato inizia a pensare che la polizia aveva carta bianca e bisognava avere davvero paura.

    Venne fermato perchè in via Cavour a roma, alle 2.00 di notte girava con le 4 frecce perchè aveva alzato il gomito e voleva segnalare la sua lentezza, non ebbero pietà, anzi, il fatto che appartenesse ad una forza armata non investita del ruolo di ordine pubblico li fece esagerare. Mio fratello ne mandò due in ospedale, ma erano 4 ed ebbe la peggio. All’epoca ero anche io nell’arma aeronautica, al servizio informativo ed andai a parlare con il commissario che mi rispose che era stata colpa di mio fratello perchè aveva reagito e che dovevo dimenticare tutto, risposi che avrei inagato e mi consiglio con velate minacce di rinunciare..

    Gli promisi che non sarebbe finita lì. E fu così.

    Utilizzai tutte le mie conoscenze per sapere i nomi degli agenti che avevano effettuato il fermo, mandai loro un carabiniere ad avvisarli. una settimana dopo vennero a citofonarmi chiedendomi scusa per l’accaduto, accettai le scuse ma risposi loro che l’indagine era ormai avviata.

    Due di loro furono arrestati dai carabinieri un mese dopo, gli altri due denunciati, processati e trasferiti.

    Eravamo a metà degli anni 90, quando ancora Berlusconi non c’era ed i morti della serbia erzegovina e della Somalia riempivano le prime pagine dei giornali, gli anni in cui si partiva per l’albania e la K-for in Libia era uno status quo.

    Ci furono altri scandali quegli anni, relativi al caso Ustica, agli archivi dell’aeronautica bruciati e sostituiti, mentre la massoneria organizzava i giorni che viviamo oggi attraverso atti in firma di Pertini, Leone e Scalfaro che era all’epoca il presidente della repubblica.

    Aver paura della polizia non è l’anomalia ma la regola! Una paura che potrebbe rivoltarsi contro di loro, creando quel disordine sociale previsto dalle riunioni dello PNAC.

     

    • 0.1
      blastlikecrazy

      Ti do’ pienamente ragione. A me la polizia in 49 anni di vita non mi e’ servita per aiutarmi neanche una volta, mentre ho rischiato di essere massacrato da loro solo perche’ non avevo il casco in moto. Sono arroganti, si intende con chi non si puo’ difendere, perche’ con i mafiosi veri satanno zitti e sono docili come agnellini. Sono la mano forte di un governo di burattini come il nostro e servono solo ad intimidire chi non e’ daccordo con il sistema. Bisogna sempre aver paura di loro ed io per non vederli neanche in faccia vivo all’estero da ventanni.

  • -1
    Alerighini

    tanatx, ti quoto in pieno!! , anche io mi sono accorto che fanno leva sulla paura… ho avuto in passato amici poliziotti, gente molto per bene, ma non per questo ho cambiato modo di pensare in merito al modo in cui il restante 99% degli agenti persegue il suo fine…

    un anno fa andai a fare una denuncia su dei reati alla mia persona ( 3 diritti costituzionali lesi da una banca che mi rubava e continua a rubarmi l’intero stipendio)

    quando entrai in primo acchito non vollero saperne niente, poi vedendo un ragazzo determinato decisero di farla finita con 2 urli da parte del superiore, mi ricordo ancora… considerate che quando uno arriva al limite della sopportazione per via dei diritti calpestati e con una figlia a carico, non e’ che gliene frega qualcosa essere pestato o roba simile, ed è proprio li che mi accorsi che faceva leva sulla paura e io non ne avevo, cosi si tranquillizzo, e addirittura mi scrisse la denuncia di suo pugno, naturalmente non bastò.

    io ho notato questo, che in alcune condizioni di caserma un ragazzo può anche entrare giusto, ma obbligato a seguire certi schemi, finisce inevitabilmente per diventare parte integrante e pensante della caserma, moltissimi padri di famiglia polizzioti in realtà hanno dei comportamenti molto integralisti sui figli ad esempio, come fossero dei subordinati,(ho vari amici con simili problemi, e guardacaso il padre che lavoro fa?) insomma certe condizioni da caserma non servono al cittadino ne al “soldato”

     

     

  • -2
    Ileana

    cit.

    -“Isolate i Facinorosi!”

    -“Ci stiamo provando… abbiamo fatto barricate…

    ma hanno caschi, lacrimogeni, idranti, elicotteri, manganelli,…..

    a sarà dura”

  • -3
    gik

    Sì. Stavolta l’articolo lo hai fatto veramente magistralmente.

    Buon lavoro.

  • -4
    diocane

    non ti auguro di finire nelle loro mani, non credo che li rispetteresti. il fatto che facciano il loro mestiere (reprimere) e´proprio il problema

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

La violazione della legge sulla propaganda elettorale. Registrate e denunciate.

Registra e denuncia violazione della legge sulla propaganda elettorale Ancora adesso, mentre scrivo, a votazioni in corso, se aprite i social network vi potete imbattere facilmente nella propaganda a favore del Sì al Referendum Costituzionale. La campagna per il Sì in rete è stata invasiva e ai limiti dell'illegalità. Cosa dice la...--> LEGGI TUTTO

Grazie Giorgio Napolitano!? Chapeau!? Si sono bevuti il cervello!?

M5S Grazie Giorgio Stiamo parlando di Giorgio Napolitano? Quello che nel 2011 ha spianato la strada alla troika del governo Monti? Quello che ha firmato qualunque cosa? Quello che nel 2013, quando c'erano le consultazioni per formare un nuovo governo, ha chiamato al Quirinale Pdl e Pd ignorando il...--> LEGGI TUTTO

Ce lo chiede Beppe

Ce lo chiede Beppe Quindi, ricapitolando, il "collegio dei probiviri" di un movimento di democrazia diretta come il M5S è composto da tre nomi fatti per intero dal capo politico, senza che la "rete" possa nominarli non dico tutti, ma almeno un paio o anche uno solo. Peggio del direttorio dove...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

La lettera di una mamma lavoratrice che fa venire il magone

Mamme lavoratrici: la triste realtà che si cela dietro alla famiglia del Mulino BiancoPubblico questa lettera (inviata a Beppe Severgnini sul Corriere della Sera), che fa venire il magone non solo a chi l'ha scritta ma anche a me che l'ho letta, e nella quale credo si riconoscano tante, troppe mamme lavoratrici, perché sia motivo di riflessione sul modo in cui si è...--> LEGGI TUTTO

La lobby dello zucchero uccide – i nuovi documenti tenuti nascosti

la lobby dello zucchero uccideNEW YORK: Decine di scienziati, negli Anni 60, furono pagati dall'industria americana dello zucchero per sminuire il collegamento tra consumo di zucchero e problemi cardiaci e spostare così l'attenzione sui grassi saturi. A rivelarlo sono una serie di nuovi documenti scoperti recentemente da un ricercatore della University of California di...--> LEGGI TUTTO

Caro M5S, volete allargare il direttorio? Bene, ma dovreste fare così…

votazione online democrazia direttaBarbara Lezzi, senatrice M5S, ha rilasciato un'intervista al Fatto Quotidiano sulle questioni romane. L'ipotesi, che alcuni organi di stampa dicono condivisa anche dalla Casaleggio Associati, è quella di allargare il direttorio a 30/40 persone. Una vera e propria struttura di intermediazione (di quelle che ancora oggi non sono previste dal "Non...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Come funziona l’Italia: noi siamo quelli con il fiore in mano

Come funziona l'ItaliaCome funziona l'Italia Ecco come funziona la nostra società. Questa è l'Italia. E, ...caso mai cercaste il pallino "voi siete qui", in questo disegno noi siamo quelli con il fiore in mano....--> LEGGI TUTTO

I nanorobot a controllo mentale che vi osserveranno.

I NANOROBOT A CONTROLLO MENTALE CHE VI OSSERVERANNOPer la prima volta, una creatura vivente è stata controllata dall'uomo utilizzando esclusivamente il pensiero, grazie a nanorobot che hanno rilasciato all'interno di alcuni scarafaggi dosi programmate di farmaci, in risposta all'attività cerebrale di chi ha condotto l'esperimento. Una tecnica che - sostengono già alcuni - potrebbe essere molto utile per il trattamento...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Le vostre email

Volete sapere perché siamo 73° per libertà di stampa? Eccovi serviti!

Libertà di stampa - in Italia siamo semi-liberi di Godot_74 L'Italia nel 2015 è scesa al 73° posto nella classifica sulla "libertà di stampa". Viene definita anche "semi-libera". Più che parlare di libertà di stampa, però, forse sarebbe il caso di concentrare l'attenzione sulla sua completezza, indipendenza ed obiettività. (altro…)...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Massimo D’Alema: è grazie a noi se M5S non ha vinto da solo!

Massimo D'Alema Massimo D'Alema fa la sua analisi del voto del referendum. Parla sarcasticamente delle rottamazioni di Matteo Renzi e afferma che se non ci fossero stati loro, il M5S avrebbe vinto da solo. ...GUARDA

I Cinque Stelle alla stampa: ora elezioni subito!

m5s-conferenza-stampa-iconaLa conferenza stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati dopo la vittoria del No al Referendum Costituzionale. Davanti ai giornalisti, a tarda ora, dopo le dimissioni di Matteo Renzi, si sono presentati Vito Crimi, Danilo Toninelli, Alessandro Di Battista e Giulia Grillo, per dire al Presidente della Repubblica...GUARDA

Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!

Renato Brunetta Brunetta canta vittoria: Renzi ora si dimetta!...GUARDA

Galloni e Rinaldi al Quirinale: ora Mattarella stralci il Pareggio di Bilancio

Galloni Rinaldi Quirinale Nino Galloni e Antonio Rinaldi salgono al Quirinale per chiedere simbolicamente a Mattarella che ora rispetti la volontà del popolo e si adoperi per rispettare la Costituzione italiana, stralciando subito il Pareggio di Bilancio ora Mattarella stralci Pareggio di Bilancio...GUARDA

Salvini – Vittoria del popolo contro i poteri forti di tutto il mondo

Salvini referendum La prima dichiarazione dopo gli Exit Poll che danno la vittoria del No a 55%-59% è di Matteo Salvini, che parla testualmente di "una vittoria del popolo contro i poteri forti di gran parte del mondo"....GUARDA

Renzi vs Gruber: volata finale sul Referendum

Renzi Gruber Referendum Otto e 1/2 Sintesi dell'intervento di Matteo Renzi, questa sera, a Otto e Mezzo, per la volata finale sul Referendum Costituzionale....GUARDA

La Santanché furiosa sui pallisti Pd diventa una bestia

la santanche furiosa sui pallisti pd diventa una bestia Daniela Santanché si infuria a Coffee Break sul voto di Forza Italia alla Camera sulla Riforma Costituzionale, e chiede il fact checking. Guarda anche: ...GUARDA

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì

Referendum: le COJONATE di Franceschini e Poletti sulle ragioni del Sì Le cojonate di Franceschini e Poletti, ministri della cultura e del lavoro, a Tribuna Politica di Semprini, nel tentativo imbarazzante di difendere le ragioni del sì al Referendum Costituzionale, fanno sembrare le forziste Laura Ravetto e Anna Maria Bernini due emerite costituzionaliste. Tante fesserie tutte insieme...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>