Le balle di Monti sul TAV

articolo di Valerio Valentini per Byoblu.com

Il 3 marzo scorso Mario Monti, mostrando il piglio deciso e il petto gonfio, ha ribadito la necessità del TAV in Val di Susa “con piena convinzione“. “Dopo un esame condotto con spirito aperto“, infatti, il super professore ha detto che l’opera darà “benefici economici rilevanti” dal momento che “genera lavoro e occupazione” e che può invertire la pericolosa tendenza in atto dell’Italia di “staccarsi dall’Europa” a causa di una “decrescente competitività” e di “una difficoltà sempre maggiore di trovare spazio nell’economia internazionale e di creare buoni posti di lavoro per i giovani“. Poi, col tono didascalico e amorevole di Papà Castoro, ha concluso: ” Vogliamo noi lasciare andare dolcemente alla deriva, staccandosi dall’Europa, questa nostra penisola, rendendo così sempre più difficile per l’economia italiana risalire, essere competitiva […], consentire un maggiore benessere sociale ed economico…?”.

Aiutami a continuare a fare informazione libera

Monti vede insomma il TAV come un’opera imprescindibile per garantire all’Italia di restare agganciata all’Europa, e di essere competitiva. Ma di quale competitività si sta parlando? E di quale benessere? Se competizione deve esserci tra i vari Stati, allora bisogna riconoscere che questa si gioca su più fronti. E uno dei più importanti parametri che testimoniano “il benessere”, se non il più importante in assoluto, riguarda senza dubbio la sicurezza dell’ambiente in cui si vive. Tuttavia, nel dossier di Legambiente “ Ecosistema rischio 2011 “, a pagina 5, bene evidenziato in grassetto, si legge: ” per valutare quanto sia elevata l’esposizione al rischio idrogeologico nel nostro Paese si può notare come, secondo le nostre stime, oltre 5 milioni di cittadini si trovino ogni giorno in zone esposte al pericolo di frane o alluvioni “. E per dare un’idea un po’ più concreta del rischio, ricordiamo al professor Monti che, senza considerare i terremoti, ogni anno muoiono in media 7 persone al mese per frane o alluvioni. Anche questa è scarsa competitività.

Secondo il report redatto dal Ministero dell’Ambiente nel 2008, poi, sono ben 6.633 i comuni italiani in cui sono presenti aree a rischio idrogeologico, l’82% del totale. E la regione che ha il numero più alto di comuni a rischio (1049) è proprio il Piemonte, cioè quella che è chiamata ad ospitare un’opera sulle cui pericolose conseguenze dal punto di vista ecologico si sono espressi 360 docenti e ricercatori.

 

Regione

Comuni a rischio

% Comuni a rischio

Calabria 409 100%
Provincia Autonoma di Trento 222 100%
Molise 136 100%
Basilicata 131 100%
Umbria 92 100%
Valle d’Aosta 74 100%
Marche* 239 99%
Liguria 232 99%
Lazio 372 98%
Toscana 280 98%
Piemonte 1.049 87%
Abruzzo 294 96%
Emilia Romagna* 313 95%
Campania 504 92%
Friuli Venezia Giulia 201 92%
Sardegna 306 81%
Puglia 200 78%
Sicilia 277 71%
Lombardia 929 60%
Provincia Autonoma di Bolzano 46 59%
Veneto 327 56%
TOTALE 6.633 82%

 

Come se non bastasse, stando agli studi di Legambiente (che ha analizzato un campione di 221 amministrazioni comunali), il Piemonte non brilla neppure per quanto riguarda la messa in sicurezza del territorio: il 66% dei comuni a rischio ha svolto negli ultimi anni un lavoro di mitigazione del rischio idrogeologico giudicato “negativo”, cioè scarso o insufficiente.Anche questa è scarsa competitività.

Ora, Monti ha detto che non esistono forti criticità dal punto di vista ambientale connesse al TAV, e che dunque l’opera è ecologicamente compatibile. Sarebbe interessante sapere chi gli ha fornito i dati, dal momento che le stesse società che hanno presentato il progetto hanno previsto che le perforazioni per la costruzione del tunnel provocheranno una perdita d’acqua che arriverà a 1040 litri al secondo, cioè 90mila metri cubi al giorno. E questo provocherà seri problemi alle falde acquifere – con conseguente prosciugamento dei fiumi e dei corsi d’acqua – e quindi all’agricoltura. I lavori dell’alta velocità tra Firenze e Bologna, per esempio, hanno fatto sì che nel Mugello si seccassero 57 km di fiumi, col prosciugamento di 37 sorgenti e 5 acquedotti. E nel Mugello si calcolava una perdita d’acqua pari a “soli” 500 litri al secondo (meno della metà che in Val di Susa). Fare il TAV tra Torino e Lione servirebbe – a quanto dice Monti – a rendere più rapidi i trasporti e i commerci. Ma per realizzare questo obiettivo distruggiamo i nostri fiumi e mettiamo in ginocchio l’agricoltura. Perdiamo cioè una delle fonti di maggiore produttività del nostro paese. Quindi, per favorire il trasporto delle merci, rendiamo più difficile la produzione delle merci stesse. E questa è competitività?

Veniamo adesso all’altro vantaggio rivendicato più volte da Monti in conferenza stampa: la creazione di nuovi posti di lavoro. L’idea che questo possa avvenire soltanto costruendo, cementificando e producendo nuove opere è ormai obsoleta. Appartiene a un modello di sviluppo folle quanto fallimentare, e questa crisi avrebbe dovuto dimostrarlo. Il professor Monti dovrebbe rendersi conto che si può creare occupazione anche senza perforare montagne, confiscare terreni, divorare boschi e asfaltare riserve naturali. La manutenzione e la messa in sicurezza del territorio non vanno più considerate soltanto come un utopico e inutile passatempo di qualche ecologista figlio dei fiori: può anche essere un business, cioè un’occasione per dare lavoro e far crescere un Paese. Secondo l’ANBI (Associazione Nazionale Bonifiche e Consorzi) ” ogni milione di euro investito in manutenzione del territorio genera 7 nuovi posti di lavoro. Da un facile calcolo, il Piano per la Riduzione del Rischio Idrogeologico, composto perlopiù da progetti immediatamente cantierabili avendo già espletato i necessari iter burocratici, ne creerebbe oltre 47.000“. Anche questa è competitività.

Alla luce di tutto ciò, mi sembra importante ribadire una questione. Quando ministri e giornalisti dicono che quella dei NO TAV è una lotta che esula dalle problematiche della Val di Susa e che è ideologicamente connotata, dicono una verità. Sono convinto, infatti, che quello che sta avvenendo in Piemonte sia il frutto di un modello di sviluppo che è dannoso per tutto il Paese. E sono altrettanto convinto che l’ideologia del cemento e della crescita del PIL, imperante da decenni, vada ormai gettata nel cestino dei rifiuti non riciclabili. Un altro modello di vita e di società è possibile. E anche un altro modello di economia. Cioè un’economia che sia sottoposta alle esigenze biologiche, sanitarie ed esistenziali delle persone e che non faccia scempio dell’ambiente in cui dobbiamo vivere. E’ questa la pericolosa ideologia dei NO TAV, talmente inaccettabile da provocare la schifiltosa repulsione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano?

Valerio Valentini

  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Delicious
  • Segnalo
  • Diggita
  • Reddit
  • StumbleUpon
  • LinkedIn
  • Upnews
  • FriendFeed
  • Google
  • Tumblr
  • Email
  • OkNotizie
donate

8 risposte a Le balle di Monti sul TAV

  • 6
    gian

    niente da fare! anche monti dice e fa quello che gli ordinano le lobby ed i gruppi tipo bilderberg , trilaterale ecc di cui lui fa parte.

    con berlusconi nessuno avrebbe accettato quello che ci sta proponendo monti, ma lui con il suo modo di fare, pacato ecc e’ stata la persona giusta scelta dai poteri sovranazionali per fare accettare tutto quello che a loro fa comodo.

    qualcuno ha detto :” ci sono tre gruppi di persone al mondo ;

    un piccolissimo gruppo che decide il tutto,un gruppo che mette in atto quello che si e’ deciso ( i politici..) e la stragrande parte delle persone che non sanno quello che sta succedendo realmente.”

    un altro ha detto ;”non succede nulla per caso , tutto e’ stato pianificato ed accadra’.”

    leggetevi il gruppo bilderberg, la trilaterale ecc e capirete chi ha detto e perche’.

  • 5
    Bigalfry2

    Un altro mondo e un’altra economia sono possibili? Certamente! Obama, per esempio, sta finanziando molto la ricerca e le nuove energie rinnovabili(o perlomeno non sostiene più i gruppi petroliferi!!)! Anche in Italia ci sono dei progetti per una nuova forma di sfruttamento dell’energia solare! Il futuro sta nascendo senza che la gente lo sappia(per ora!). Anche dalle mie parti spuntano pannelli fotovoltaici come funghi! Detto questo, secondo me il post ha un difetto: quello che dici è giusto, ma non confuta l’utilità della TAV.

    Mi spiego: tutte le infrastrutture esistenti(autostrade, aeroporti,ferrovie, centrali elettriche, tralicci dell’alta tensione, ecc…) sono state fatte togliendo spazi ai boschi! Ne vogliamo fare a meno? Il problema non sono i costi in sè, ma il rapporto COSTI/BENEFICI!

    A tal proposito, Monti ha dato qualche dato proprio ieri:

    http://governo.it/GovernoInforma/Dossier/TAV/domande_risposte.pdf

    Io, comunque non capisco questa ostinazione contro i treni!

    • 5.1
      chernobyl_85

      non è un ostinazione contro i treni, semplicemente tutta quella miriade di soldi se venisse usata realmente in ambito ferroviario per progetti di reale utilità pubblica sarebbe decisamente meglio !

      Abbiamo ancora linee a binario unico, non elettrificate, vetture che vanno in giro da almeno 30 anni a dire poco, sistemi ferrroviari suburbani di gran lunga inferiori a città europee che si rispettino, tagli ai finanziamenti al trasporto pubblico locale, ma purtroppo questi tipi di interventi che realmente possono creare un beneficio alla collettività  vengono sacrificati in nome di un buco in mezzo alle montagne antieconomico e allo stato attuale inutile.

  • 4
    GianniGirotto

    Per cercare di essere propositivi in tutti i settori, suggerisco i libri “L’anticasta” e “Voglia di cambiare”, che elencano i migliori casi di successo rispettivamente in Italia il primo, e all’estero il secondo, in materia non solo di trasporti, ma anche lavoro, energia, edilizia, ambiente, rifiuti ecc. Li potete leggere gratis su http://giannigirotto.wordpress.com/indispensabili/libri/

  • 3
    Lucianoc

    E’ ovvio che le motivazioni che spingono a fare quest’opera

    sono ben aldilà della convenienza economica.

    Se il TAV lo dovessero fare dei privati a loro spese, per ricavarci

    dei pedaggi, non si farebbe mai; ma poichè sono soldi pubblici

    l’opera viene vista in un altro modo, come del resto una miriade

    di opere pubbliche fatte solo per lucrarci nella loro realizzazione.

    Io penso comunque che il Tav non rusciranno a farlo, soprattutto

    per la determinazione della gente della valle e per non fare in modo

    che questa causa possa aggregare tutti coloro che si sentono

    oppressi dal SISTEMA.

  • 2
    Antonio Maria Karelias

    Ciao Claudio! sono contento di averti incontrato sulla rete…

    sono ignorante in materia: ma cosa potremmo fare noi italiani per poter bloccare definitivamente i lavori? un petizione? o cosa?

    grazie per le tue informazioni!!! Buon Lavoro!!!

  • 1
    Giancarlo58

    Non mi sorprende affatto che la posizione di Monti sul TAV sia quella auspicata da lui stesso . Per come si comportano le banche è ovvio che un indebitamento serva a rendere forse più competitive le banche . Finchè si può spremere , spremeranno. Non importa , che moltissimi cittadini italiani saranno ridotti sul lastrico. Dopotutto è più che acclarato che il super professore non sarebbe li dov’è se avessero potuto scegliere i cittadini. Che il cittadino conti sempre meno , è un’altra cosa oramai quasi noioso doverlo riconoscere, Se è arrivato “LUI” è proprio perchè oramai siamo stati addomesticati a dovere attraverso un sistema che scientemente ci ha portati fin qui e non è finita.Chissà se riusciremo a morire rimanendo “democratici” ogniuno per se stesso , padrone del propio orticello…

    La ruota girerà e per una sorta di “legge della compensazione” così come accade in fisica dove le forze in campo tendono sempre a ricercare un equilibrio, prima o poi varcheremo il punto di non ritorno ma questo non è detto che accadrà a breve. Ma ho la sensazione che vi sia un limite a tutto.

    La crescita economica non può durare all’infinito e oramai si vede bene che per crescere oggi occorre lavorare sporco anche a costo di fare disastri palesemente controproducenti. Ma si sa, la vergogna non è più un sentimento umano e ne abbiamo fior fiore di esempi . Una volta i ladri avevano una loro dignità , adesso i ladri non rubano più i polli.

    I polli siamo noi e finchè abbiamo piume addosso, serviamo ancora al sistema, ma ripeto che… prima o poi anche le piume finiranno e poi quello che succederà al pollaio nessuno può saperlo oggi. Lo scopriremo solo vivendo ma forse noi non ci saremo.Anche le agonie non si tramandano all’infinito.

    Cordiali saluti Giancarlo

  • 0
    shaggy

    questo video dal blog di Grillo di Ida Magli è abbastanza eloquente sulla situazione:

    http://www.youtube.com/watch?v=-MszTqGLMbk

     

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di ByoBlu.


Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona e non alle sue idee
* messaggi eccessivamente lunghi
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio. Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

I Mini Blu

Gianluigi Paragone si toglie qualche sassolino dopo la chiusura de La Gabbia

Gianluigi Paragone Andrea Salerno Intendiamoci: La Gabbia era pur sempre una trasmissione televisiva. E come tutte le trasmissioni televisive, ne rispettava il linguaggio, i tempi, le liturgie e i limiti. Quelli che internet era nata per travalicare. Tuttavia, tra tutte le trasmissioni televisive era certamente la più libera. E Paragone,...--> LEGGI TUTTO

Giulietto Chiesa: siamo stati formattati

Giulietto Chiesa - Siamo Stati Formattati - Play Intervento di Giulietto Chiesa al primo congresso fondativo di "Attuare la Costituzione", tenutosi a Napoli. Giulietto parla di come l'informazione sia la prima battaglia da combattere per rientrare in una democrazia compiuta.  (altro…)...--> LEGGI TUTTO

La Glaxo nel 2015 ha dato 11 milioni di euro a medici e ricercatori italiani

Glaxxo La EFPIA (European Federation of Pharmaceutical Industries and Associations) è una associazione delle industrie farmaceutiche che incoraggia i propri affiliati alla trasparenza. Per ottemperare alle sue richieste, la Glaxo-Smith-Kline ha reso pubblici, fra le altre cose, anche gli elenchi dei medici italiani che nel 2015 hanno ricevuto finanziamenti...--> LEGGI TUTTO

Cedere sovranità è reato! A dirlo finalmente è un tribunale.

Marco Mori - Cedere sovranità è reato - Play Marco Mori, avvocato di Genova, spiega un decreto del Tribunale di Cassino che afferma finalmente a chiare lettere che cedere sovranità è reato! Sulla base di questo decreto si aprono praterie giuridiche, e soprattutto si potranno chiamare criminali coloro che, a qualunque titolo, hanno invocato, invocano o...--> LEGGI TUTTO

La crisi della sinistra, spiegata dal grande vecchio socialdemocratico, Klaus von Dohnanyi.

La crisi della sinistra europea klaus Von Dohnanyi è un giurista nonché uno storico membro dell'SPD. Dal 1971 al 1974 è stato ministro della cultura, nonché parlamentare tra il 1969 e il 1981, poi sindaco di Amburgo dal 1981 al 1988. È stato uno dei protagonisti della vita politica tedesca nel periodo...--> LEGGI TUTTO

Notizie dal web

Gli esperti di diritto sulla Catalogna? Sono dei pirla.

Catalogna Governo centrale di Paolo Becchi Eccoli alla carica sui giornaloni gli esperti del diritto, e più sono esperti e più sono dei pirla. Fantozzi docet. Il referendum per l’indipendenza della Catalogna è «illegale». Sì, lo è: è contro la Costituzione spagnola, contro l’«unità indissolubile» dello...--> LEGGI TUTTO

Due piantine di Cannabis per lenire dolori atroci: in prigione a 63 anni!

prigione malato cannabisTRENTO. Il ricorso in Cassazione è stato rigettato. L'uomo di 63 anni che a Trento era stato trovato in possesso di due piante di marijuana che coltivava per uso personale, per lenire i dolori atroci della sua malattia, è stato giudicato colpevole in via definitiva. Andrà in prigione. ...--> LEGGI TUTTO

L’ideologo di Putin: in Europa sarà presto caos, guerra civile, distruzione.

Dugin ideologo Putindi Giulio Meotti Roma. Europa e Stati Uniti hanno spesso ricambiato il favore ad Aleksandr Dugin. Un anno fa, il famoso politologo russo è stato messo alla porta in Grecia. Accompagnato dal patriarca di Mosca Kirill per una conferenza sul Monte Athos, Dugin...--> LEGGI TUTTO

CURIOSITA’

A Capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio: la Terra rallenta!

A capodanno aggiungete un secondo extra al vostro orologio - la Terra rallentaUn "salto" di un secondo verrà aggiunto al conto alla rovescia di questo Capodanno per compensare il rallentamento nella velocità di rotazione della Terra.  Il secondo "extra" accadrà non appena l'orologio toccherà la mezzanotte e verranno "create" le ore 23:59:60, posticipando momentaneamente l'arrivo del Capodanno. Il secondo...--> LEGGI TUTTO

BIOMETRIA, IL FUTURO DELLA SICUREZZA

biometriaRiconoscimento dell'iride, facciale e del movimento della mano durante la firma: le nuove strategie per prevenire i furti e le loro possibili applicazioni Un uomo si avvicina a una stanza blindata. Per entrare niente password o codici di sicurezza, ma l'accostamento degli occhi a un...--> LEGGI TUTTO

Dai siti web agli oggetti web: la rete delle idee che sta per arrivare.

Libro digitale su una panchina internet delle cose Che lo crediate o no, c'è stato un tempo in cui per costruire un sito web di successo bastava conoscere un po' di html. Era la fine degli anni '90 ed è stato così anche per una buona parte degli anni 2000. Affittavi un po' di spazio...--> LEGGI TUTTO

Categorie
Guest post

Realizzata la prima video chiamata quantistica intercontinentale al mondo

Chiamata quantisticaIl satellite cinese Micius torna a far parlare di sé e stabilisce un nuovo record, quello della prima videochiamata quantistica della storia tra Vienna e Pechino. Circa tre settimane è avvenuto un evento eccezionale che modificherà totalmente il sistema di comunicazioni come lo...--> LEGGI TUTTO

Il Messico a meno di 40 euro al giorno!

Messico Amo il Messico. E' pieno di vibrazioni, è un paese meraviglioso, pieno di gente amichevole, con una energia speciale che vi fa riscoprire l'amore per la vita, con un'architettura spettacolare, con una storia che affonda le radici nelle profondità dei millenni e... con un cibo davvero...--> LEGGI TUTTO

Negli Uffizi dei Medici: itinerario mediceo all’interno della Galleria più famosa di Firenze.

Scoprire Firenze La Galleria degli Uffizi è il sito museale più famoso di Firenze, nonché uno dei più frequentati d’Italia: quelli che riescono a superarlo per visitatori, infatti, si contano sulle dita di una mano. Gran parte dei turisti scelgono un hotel su portali come expedia proprio per...--> LEGGI TUTTO

tasto_newsletter
Video dal web

Rimozione forzata. La libera rete chiude!

Rimozione forzata - la libera rete chiude - Play ORE 19. Live su Salvo 5.0, con Claudio Messora, Antonio Rinaldi, Tommaso Minniti e Salvo Mandarà....GUARDA

Becchi: è l’era delle piccole patrie. Me ne batto il ca@@o di quanti hanno votato al referendum catalano.

Becchi Referendum Catalogna Matrix Becchi a Matrix perde le staffe sul referendum in Catalogna. "Al di sopra di ogni Costituzione ci sono due diritti fondamentali. Il diritto di resistenza e il diritto di secedere. Non sappiamo come andrà a finire, ma la responsabilità di una guerra civile...GUARDA

Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera

Il vero volto della democrazia nell'Unione Europea Il giorno in cui la democrazia in UE gettò la maschera, e apparve finalmente a tutti, solare, radioso, il suo vero volto....GUARDA

E dopo le “primarie” M5S, il PD torna in testa: 1,2 punti in meno.

Sondaggio M5S 25 settembre - play Sorpresa: dopo le "primarie" del Movimento 5 Stelle, Di Maio perde subito 1,2 punti percentuali e torna in testa il PD. A darne notizia, Mentana al TG7. Il calo, e il sorpasso del Partito Democratico, vengono attribuiti al modo in cui le cosiddette primarie sono state...GUARDA

Becchi: e adesso in Parlamento arriva CasaPound

Becchi - Movimento 5 Stelle - CasaPound A Omnibus (LA7) questa mattina, Di Pietro spiega che, secondo lui, il Movimento 5 Stelle in realtà non vuole affatto governare, perché non gli conviene, e Becchi prevede che, grazie all'abbandono della critica forte su Euro, Europa e finanza, e al rigetto dell'etichetta di "populismo", avremo...GUARDA

Pigi Battista a Paragone: i bambini non sono proprietà dei genitori.

Paragone Pigi Battista Nell'annoso dibattito sui vaccini, ci sono i Free Vax, i No Vax, e poi i Pigi Battista. Quelli che "i bambini non sono di proprietà dei genitori". Certamente non sono una proprietà, così come si intende un oggetto acquistato e privo di diritti. Ma il sottinteso...GUARDA

Rula Jebreal a Porro: tu, uomo bianco sessista!

PORRO VS RULA Scontro tra Rula Jebreal e Nicola Porro: "tu uomo bianco sessista che punti il dito contro una come me"....GUARDA

Barbara Lezzi maltratta Luigi Marattin a Omnibus

Barbara Lezzi Luigi Marattin Barbara Lezzi (M5S) si confronta duramente con Luigi Marattin, consigliere economico della Presidenza del Consiglio, sui dati della disoccupazione che vede l'Italia, nonostante la "cura Renzi", aumentare il distacco rispetto alla media europea. Ricordati di VOTARE Byoblu ai Macchianera Internet Awards...GUARDA

Film, libri e Dvd

Il ritorno alla bellezza passa anche dall’acquisto di un oggetto di design

Design e bellezza Ci sono oggetti che devono semplicemente funzionare, non importa quanto siano brutti. E, soprattutto, devono rompersi in fretta, in maniera da poter essere acquistati nuovamente, e poi ancora, e ancora, infinite volte. Tante quante bastano a soddisfare le esigenze del sistema produttivo. Altri devono semplicemente essere...==> GUARDA TUTTO ==>

Le cuffie migliori per la musica

Cuffie Pryma C'era un tempo in cui il mangiadischi la faceva da padrone. La cosiddetta alta fedeltà era un lusso per pochi, spesso riservata agli studi di registrazione dove le celebrità registravano le loro nuove hits. Poi vennero gli Hi-Fi, prodotti consumer ma con la capacità di riprodurre un'ampia...==> GUARDA TUTTO ==>

Lights Out: Terrore nel Buio – Trailer Hd ITA ufficiale #NonSpegnereLaLuce – film horror

LIGHTS OUT TERRORE NEL BUIO TRAILER ITA HD UFFICIALEIl trailer HD ITA (in italiano) di Lights Out: terrore nel buio. #NonSpegnereLaLuce I migliori film horror a casa tua: Film Horror al Cinema. Dal produttore James Wan (“L’evocazione-The Conjuring”), è in arrivo il racconto di un terrore sconosciuto in...==> GUARDA TUTTO ==>